sabato 21 aprile 2012

D. Demétrio Valentini, Vescovo (?) brasiliano, parla in un tempio massonico e loda la Massoneria: "Chiesa e Massoneria ora vicine"

INAUDITO E VERGOGNOSO!!!!!
Andrebbe deposto immediatamente!


D. Demétrio Valentini, Vescovo di Jales (a destra nella foto!),
durante la cerimonia di ingresso nella loggia massonica Colonnello Balthazar
(Volutamente è stato omesso "Sua Ecc.za Mons." davanti al nome del Vescovo:
egli sicuramente ha voluto rinnegare non solo la dignità ma anche la consacrazione episcopale
presentandosi in camicia e pantaloni
ma soprattutto recandosi nel tempio massonico durante un rito uficiale.
Ma forse meglio: vestito in abito talare con fascia sarebbe stato peggio!)


Tenendo un discorso Martedì 10 aprile 2012 per commemorare il 53 ° anniversario della loggia massonica "colonnello Balthazar", il Vescovo di Jales, D. Demetrio Valentini ha detto che c'è un clima favorevole al riavvicinamento tra la Chiesa cattolica e la massoneria.
Per lui, le due istituzioni, che hanno avuto grandi divergenze in passato, ora sono abbastanza mature per far prosperare un fruttuoso dialogo futuro.
D. Demetrio, che ha 71 anni, ha ricordato che gli restano ancora quattro di attività da Vescovo (a 75 anni dovrà presentare lettera di "dimissioni") e che in questo periodo potrà lavorare affinché la Chiesa Cattolica possa avvicinarsi alla Massoneria.
Ha anche detto che ormai sono 10 anni che si lavora in tal senso, e che l'inizio dei negoziati (così miti in Brasile) è stato possibile grazie al Card. D. . Lorscheider, ora deceduto.
(traduzione nostra dal portoghese, anche grazie a Google).

fonte: Jornal de Jales via Missa aos domingos
grazie al nostro lettore brasiliano per la segnalazione!

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento. Per i post più vecchi di un giorno, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.