martedì 9 agosto 2011

Il Patriarca di Lisbona Card. José Policarpo convocato a Roma



"Igreja forçou bispo australiano a sair do cargo por causa da mesma questão
Patriarca chamado ao Vaticano para se explicar sobre ordenação de mulheres
01.08.2011 Por António Marujo

O cardeal-patriarca de Lisboa foi chamado a uma audiência com o secretário de Estado do Vaticano, Tarcisio Bertone, por causa da sua afirmação de que não há obstáculos teológicos à ordenação de mulheres. A conversa foi em Castelgandolfo, a residência estival do Papa nos arredores de Roma, antes de dia 14 de Julho, por ocasião de uma ida de D. José Policarpo a Roma, para uma reunião do Conselho Pontifício para a Nova Evangelização, de que faz parte
".


( Foto : Patriarca com o Papa, em Maio do ano passado, em Lisboa: Daniel Rocha)

http://www.publico.pt/Sociedade/patriarca-chamado-ao-vaticano-para-se-explicar-sobre-ordenacao-de-mulheres_1505640

56 commenti:

  1. Forse ha inteso in modo estensivo la "Nuova" evangelizzazione.

    RispondiElimina
  2. chiamalo "estensivo"!...

    RispondiElimina
  3. Milanese alla riscossa!9 agosto 2011 10:44

    Mi pare di ricordare che una volta vennero convocati in Vaticano dei prelati austriaci per discutere dell'affare Wagner e dell'affare Linz. A quanto ne so, nulla è cambiato su quei fronti.

    RispondiElimina
  4. ah...deve giustificarsi
       ".....sobre ordenação de mulheres ...." ?
    scusate, io non riesco proprio a capire lo scopo ultimo questa chiamata a rapporto....non posso credere che ci sarà un severo richiamo circa le derive di cui si parla....
    magari si cominciasse seriamente a dire con chiarezza che cosa è giusto e che cosa è sbagliato ! allora cominceremmo a chiarirci le idee un po' tutti, e volesse il cielo che sia giunta l'ora della fermezza da parte dell'autorità  !
    se ci fossse un fermo richiamo su ciò che non è assolutamente permesso, la Santa Sede dovrebbe però occuparsi anche di questo  caso, riportato qui
    <span><span>A Cormano, parroco donna celebra nozze gay</span></span>
    <span>si tratta di Maria vittoria Longhitano, primo parroco-donna:</span>
    <span></span>http://www.lettera43.it/foto/16209/1/maria-vittoria-longhitano-nozze-chiesa-vetero-cattolica-chiesa-anglicana-matrimonio.htm
    Maria Vittoria Longhitano, primo parroco-donna  (!) regolarmente ordinato in Italia, della Chiesa vetero-cattolica , celebra nozze gay....

    <span></span> 

    RispondiElimina
  5. d'accordo, leggiamo che questa donna-parroco è della Chiesa "vetero-cattolica"... (mai sentita nella mia vita, è la prima volta che ne leggo notizia....), ma chiedo, noi semplici cattolici con le poche  nozioni (chiare) di una volta, cioè di quel tempo in cui non esisteva il  pluralismo,  che cosa  possiamo capire di tutto quello che sta accadendo nella Chiesa, soprattutto negli ultimi 5-10 anni  ?   e inoltre, pur se riuscissimo a raccapezzarci noi, come possiamo spiegare ai nostri figli piccoli o adolescenti  le strane cose che accadono e che sembrano essere considerate  tutte  NORMALI   ?

    RispondiElimina
  6. <span>d'accordo, leggiamo che questa donna-parroco è della Chiesa "vetero-cattolica"... (mai sentita nella mia vita, è la prima volta che ne leggo notizia....), ma chiedo, noi semplici cattolici con le poche  nozioni (chiare) di una volta, cioè di quel tempo in cui non esisteva il  pluralismo,  che cosa  possiamo capire di tutto quello che sta accadendo nella Chiesa, soprattutto negli ultimi 5-10 anni  ?   e inoltre, pur se riuscissimo a raccapezzarci noi, come possiamo spiegare ai nostri figli piccoli o adolescenti  le strane cose che accadono e che sembrano essere considerate  tutte  NORMALI, sia dai piccoli fedeli ignoranti o poco colti che le osservano, sia  da coloro che rappresentano la Chiesa<span> docente</span>   ?</span>

    RispondiElimina
  7. sacerdote cremonese9 agosto 2011 11:16

    @Ines: Chiedo scusa, ma non ho capito!

    RispondiElimina
  8. don gianluigi9 agosto 2011 11:17

    Ines, basta cercare in Internet e si capisce subito che la chiesa vetero cattolica non è la chiesa cattolica. Quindi, poiché c'è già tanta confusione, basta distinguere la Chesa dalle sette e tutto è chiaro.

    RispondiElimina
  9. sì cari sacerdoti, vi prego,
     farete opera altamente meritoria se aiutate noi piccoli a chiarirci le idee, almeno su questo blog che si propone un buon fine di chiarificazione, spero quando sia possibile.....volevo capire: chi ha dato il  permesso a quella donna-parroco di celebrare, e per di più, oltre le messe (?) simili nozze ? ci sono rapporti di quella parrocchia e di quella donna-prete con la Chiesa Cattolica, o non c'è nessun rapporto ?
    chi le ha conferito il titolo di  parroco ? ho letto su un blog che  quella "chiesa vetero-cattolica" è riconosciuta come "sacramentalmente valida":  ma da quale autorità super partes, per la precisione ?
     grazie per ulteriori spiegazioni.
    PS e per imparare o tronare a distinguere il vero dal falso (se è ancora possibile), vorrei chiedervi:
     le messe celebrate da quella donna sono valide o no ? e se non lo sono, perchè qualcuno non provvede a dirlo in modo autorevole, con qualche conseguente provvedimento di non-legittimazione ?
    (scusate se non poossiedo i termini tecnici per esporre i miei dubbi....)

    RispondiElimina
  10. <span>sì cari sacerdoti, vi prego,  
     farete opera altamente meritoria se aiutate noi piccoli a chiarirci le idee, almeno su questo blog che si propone un buon fine di chiarificazione, spero quando sia possibile.....volevo capire: chi ha dato il  permesso a quella donna-parroco di celebrare, e per di più, oltre le messe (?) simili nozze ? ci sono rapporti di quella parrocchia e di quella donna-prete con la Chiesa Cattolica, o non c'è nessun rapporto ?  
    chi le ha conferito il titolo di  parroco ? ho letto su un blog che  quella "chiesa vetero-cattolica" è riconosciuta come "sacramentalmente valida":  ma da quale autorità super partes, per la precisione ?  
     grazie per ulteriori spiegazioni.  
    PS.... e poi, per imparare (o tornare) a distinguere il vero dal falso (se è ancora possibile), vorrei chiedervi:  
     le messe celebrate da quella donna sono valide o no ? e se non lo sono, perchè qualcuno non provvede a dirlo in modo autorevole, con qualche conseguente provvedimento di non-legittimazione ?  
    (scusate se non poossiedo i termini tecnici per esporre i miei dubbi....)</span>

    RispondiElimina
  11. la vetero cattolica non è una setta aimè ma il risultato di uno scisma avvenuto dopo il Conciclio Vaticano primo

    RispondiElimina
  12. quelle sono sceneggiate non sante messe. la donna, qualunque donna, non può essere ordinata nè può celebrare la messa. invalida.

    RispondiElimina
  13. la LONGHITANO fu ricevuta per un brindisi di CAPODANNO dal cardinale Tettamanzi......
    un gesto di FRATERNITA' ECUMENICA.... come se non lo sapevano che dopo questa pagliacciata e questa ordinazione della sacerdotessa, questa non avrebbe  sposato coppie omosessuali....nella chiesa VETERO E' NORMALE.... ciò che è anormale è il tacito consenso e i gesti ecumenici come questi che confondono i fedeli....
    i vetero hanno le loro idee assai chiare.... Tettamanzi e molti vescovi, clero e fedeli cattolici, molto meno....
    nessuno richiamò a Roma Tettamanzi....anche se ora è in pensione, i danni sono fatti.... e così il nuovo arcivescovo milanese dovrà resistere all'ombra di due EMERITI che resteranno nel territorio lombardo a continuare il loro lavoro dietro le quinte....

    RispondiElimina
  14. se è per questo è invalido anche un matrimonio gay celebrato da sacerdoti regolarmente cattolici....
    il punto grave sono LE IDEE che vengono seminate, la confusione diffusa attraverso gesti ecumenici che conducono all'eresia....
    nella Chiesa Cattolica NON si parla più CON UN CUOR SOLO E UNA VOCE SOLA.... ognuno si porta avanti le proprie opinioni e i propri catechismi personalizzati.... da quando hanno schiodato quello di san Pio X hanno lasciato entrare di tutto.....
    ed anche se c'è il Compendio di quello nuovo, più vasto, continuamente sollecitato da Benedetto XVI, vescovi e sacerdoti continuano ad ignorarlo....
    Una volta si diceva:
    - Chi ci ha creati?
    - ci ha creati Dio. - punto! -

    oggi si dice:
    - chi ci ha creati?
    - ci ha creati Dio, PERO' se consideriamo che ....ecc...ecc...ecc....

    RispondiElimina
  15. ... scisma che sta lì ad indicare che cosa sia veramente uno scisma: allontanamento da Pietro e degenerazione negli errori (e nelle castronerìe) più sfrenati.
    Si può chiamare scisma il rimaner ancorati alle cose di sempre, senza voler accogliere "gli aggiornamenti"? Io credo che ciò sia più disubbidienza che scisma....

    RispondiElimina
  16. Policarpo... dimettiti e va a fare l'ufficiale di scrittura!...

    RispondiElimina
  17. Non sopporto il maschilismo talvolta presente (erroneamente) anche nel mondo legato alla tradizione come non sopporto il femminismo.
    Gesù non ha mai discriminato le donne ma ha scelto 12 apostoli, tutti uomini , tanto deve bastare, Dio ha voluto così, a noi donne ha fatto il dono di collaborare al suo piano dando la vita a nuovi esseri.
    La Vergine  lo ha portato in grembo , cosa vi può essere di più grande che ospitare il Dio Bambino? L'ha voluta corredentrice..ma non era uno dei 12, era però con loro ed ha dato loro coraggio nei momenti di grande difficoltà.

    RispondiElimina
  18. erano diversi decenni che non si parlava più con un cuor solo ed un anima sola, e gli insegnamenti infernali avevano già da tempo fatto breccia nei cuori di troppi ecclesiastici.. ma non tutto è perduto, con il ribollire emergono le scorie e si purifica il vino..

    RispondiElimina
  19. invalida per i Cattolici romani anche se la chiesa Vetero-Cattolica essendosi staccata dalla chiesa Cattolica tramite vescovi dissidenti condserva la successione apostolica.

    RispondiElimina
  20. Andrea Carradori9 agosto 2011 15:03

    La chiesa Vetero-Cattolica aveva conservato la successione apostolica fino a quando, accettando le proposizioni di fede dei protestanti, è diventata parte della galassia dei riformati.
    Allo stato attuale ha perso anche la validità dell'ordine quindi anche la successione apostolica.

    RispondiElimina
  21. Il voler rimanere ancorati alle cose di sempre senza accogliere gli aggiornamenti non è disubbedienza, ma sano buon senso.......
    don Bernardo

    RispondiElimina
  22. <span>E' esattamente quel che dicevano i vetro-cattolici al momento della loro separazione: noi vogliamo restare fedeli alle cose di sempre. Poi, una volta imboccata quella strada, da cosa nasce cosa, e ci si ritrova con le "donne-prete"...</span>

    RispondiElimina
  23. mettiamo in chiaro una cosa9 agosto 2011 16:08

    La vita a nuovi esseri umani è data dall'uomo e dalla donna insieme, al 50 per cento! Non è la donna è dare la vita, bensì l'uomo e la donna in modo paritario. Anzi, l'uomo dà un contributo maggiore nel generare, in quanto è lui che determina il sesso del nascituro. Il fatto che il nuovo essere concepito trovi ospitalità provvisoria nel ventre femminile per alcuni mesi non significa assolutamente nulla: è come il pulcino che risiede nell'uovo fino alla schiusa.
    La maternità non è nè un privilegio, nè una fortuna, nè un qualcosa di più rispetto alla paternità. Anzi, l'uomo si ritiene fortunato nel vedersi risparmiare le pene infernali che la natura ha voluto dare alle donne al momento del parto. Ritengo che essere padre sia meglio che essere madre.

    RispondiElimina
  24. Folle maschilismo, si faccia un figlio senza la donna  se è capace

    RispondiElimina
  25. Soltanto un uomo che, non ha provato la gioia della maternità e ,completamente privo di sensibilità, può esprimersi in questi termini.
    Ho tre figli , non tutte le gravidanze sono state semplici ma non vorrei tornare indietro, non è affatto così terribile come pensa (tranne casi particolari) e non le so eprimere la bellezza e la gioia di una gravidanza. sentire una creatura che cresce lentamente dentro di te e con la quale senti un legame unico. La sua è solo invidia, non sa di cosa parla. Rispetto i padri  degni di questo nome ed a cui non voglio togliere nulla, ovviamente.

    RispondiElimina
  26. Claudio Sinclair9 agosto 2011 17:54

    NON E' PER NULLA VERO QUELLO CHE DICI!

    RispondiElimina
  27. Saranno veterocattolici ma noncerto (v)eterosessuali! ;)

    RispondiElimina
  28. No; la disubbidienza è stata cosa evidente quanto conveniente; ma c'è stata. Per converso non c'è stato allontanamento dalla Dottrina professata fino al cd. aggiornamento, come invece è conclamato per questi allegri sicofanti "veterocattolici".

    Per me questo è uno spunto di riflessione, considerando che frequento la S.Messa tradizionale ( e garantita) inserita nel contesto diocesano.

    La realtà è molto sfumata a differenza della Dottrina che immutabile è ben definita: la quadratura del cerchio è tener salda questa nel muoversi nell'altra.

    RispondiElimina
  29. <span>A volte la disubbidienza è stata cosa evidente quanto conveniente. Per converso non c'è stato allontanamento dalla Dottrina professata fino al cd. aggiornamento, come invece è conclamato per questi allegri sicofanti "veterocattolici". 
     
    Per me questo è uno spunto di riflessione, considerando che frequento la S.Messa tradizionale (e garantita) inserita nel contesto diocesano. 
     
    La realtà è molto sfumata a differenza della Dottrina che immutabile è ben definita: la quadratura del cerchio è tener salda questa nel muoversi nell'altra.</span>

    RispondiElimina
  30. ...infatti temo che le loro "ordinazioni" di preti (uomini) mantengano viva la successione; non saranno mica tutte donne?

    RispondiElimina
  31. E chi è? Geppetto?
    Io ho visto per due volte -al momento del parto-, quanto la madre sia investita dalla Natura, per Legge di Dio, di un ruolo primario nel mettere al mondo una creatura. La vita la dona Nostro Signore. Ma alla madre è dato il privilegio di essere portatrice e alimento della nuova vita. C'è una grande forza divina che opera per (complemento di mezzo) lei. L'uomo non ha tale privilegio che non può neppure invidiare, perché non gli compete, può solo ammirare e ringraziare il Cielo.

    RispondiElimina
  32. ...scusate, e aggiungo: "le pene infernali che la natura ha voluto dare alle donne al momento del parto" ma che dice? Io ho visto dello sforzo fisico, dei dolori, ma non certo pene infernali! Ma scherziamo per davvero? il parto è una cosa bellissima e naturale.
    Ma che è? Pure tocofòbico?

    RispondiElimina
  33. Neanche Geppetto ha fatto tutto da solo, a dar la vita al burattino è intervenuta la fata... ed anch'essa era una donna...

    RispondiElimina
  34. infatti non capisco come abbiano potuto perdere la successione apostolica visto che vescovi e sacerdoti dalla separazione da Roma hanno continuato le loro ordinazioni... ovvio la successione apostolica non passa attraverso l'ordinazione di donne. Ma il vescovo cui fanno riferimento è uomo

    RispondiElimina
  35. No caro Concilio...... L'infallibilità papale non è una invenzione del Vaticano Im ma è un dato della tradizione immutabile, come un dato della tradizione immutabile è l'ordinazione dei soli maschi.........

    RispondiElimina
  36. Andrea Carradori9 agosto 2011 21:00

    Ci fu un pronuciamento al riguardo della CDF, se riesco a trovarlo lo posto volentieri.
    Fin quando i vetero-cattolici mentennero l'uso per le ordinazioni del Pontificale Romano ovviamente si poteva parlare della continuazione della successione apostolica.
    Avendolo modificato, come avvenne con l'ordinale Edoardiano durante la riforma anglicana, anche  ordinazioni dei vetero-cattolici hanno perso la validità.
    Esattamente come avvenne in Inghilterra all'epoca di Cranmer.

    RispondiElimina
  37. grazie alla isg.ra LDCaterina63 per aver capito esattamente ciò di cui mi lamentavo e di aver dato voce più chiara e precisa ai miei dubbi !...la situazione tristissima di caos della Chiesa post-concilio è proprio come lei dice:
     ognuno si porta avanti le proprie opinioni e i propri catechismi personalizzati.... da quando hanno schiodato quello di san Pio X hanno lasciato entrare di tutto...
    è il regno del relativismo, senza scampo nè rifugio per le pecore sbandate (tranne la FSSPX)... che Dio ci aiuti fino alla fine del tunnel !

    RispondiElimina
  38. <span>grazie alla sig.ra LDCaterina63 per aver capito esattamente ciò di cui mi lamentavo e di aver dato voce più chiara e precisa ai miei dubbi !...la situazione tristissima di caos della Chiesa post-concilio è proprio come lei dice:  
     ognuno si porta avanti le proprie opinioni e i propri catechismi personalizzati.... da quando hanno schiodato quello di san Pio X hanno lasciato entrare di tutto...  
    è il regno del relativismo, senza scampo nè rifugio per le pecore sbandate (tranne la FSSPX)... che Dio ci aiuti fino alla fine del tunnel !</span>

    RispondiElimina
  39. Cara Ines, come ti capisco! 

    RispondiElimina
  40. Alessandro (sandalo)9 agosto 2011 21:47

    <span>E' esattamente quel che dicevano i vetro-cattolici.</span>
    FALSO. Ad onta del nome di qualche forma liturgica (paradossalmente usano il rito tridentino) SON & SONO SEMPRE STATI DEI LIBERALI.
    Senza contare che ogni chiesa nazionale è libera di regolarsi come gli pare. La casa madre di Utrechet è contraria alle ordinazioni femminili, ma lascia che le singole chiese locali si regolino come meglio preferiscono. Piuttosto, la "pretessa", non ha tutti i torti, nel trovarsi contrariata, quando nota che, in nome dell'ecumenismo, da "diaconessa" le autorità cattoliche la invitava alle riunioni, e le si mettevano le chiese a disposizione. Da "pretessa", non la hanno più invitata e, accampando scuse, (nessuno ha avuto il coraggio di dirgli un NO schietto e motivato) non le hanno più messo a disposizione le chiese.

    RispondiElimina
  41. Alessandro (sandalo)9 agosto 2011 22:04

    Non è così. La successione apostolica è intatta. Piuttosto, il loro insistere sui Concili del primo millenio, ne fa, a detta di qualche studioso, degli "ORTODOSSI DI RITO LATINO".
    Ripeto: la questione è complessa pochè:
    a) la casa madre, più "Tradizioanlista", per definizione non ha l'intenzione di intervenire  sulle decisoni delle singole chiese locali;
    b) il gruppo italiano storico, del recentemente scomparso ex-servita Padre Garroppo, passato ai vetero-cattolici per sposarsi (ed a cui le autorità di Utrecht fecero un "Motu Proprio "al contrario, per concedergli di continuare ad usare il N.O.), proprio per protesta contro tale atteggiamento rinunciatario dei vertici, si è messo per conto proprio;
    c) fatti come quello del gruppo di Padre Garroppo, sono il modo più chiaro per far presente che, ci sono in giro molti gruppi di ex-vetero e/o di vetero fai da te, che usano tale nome, ma che non hanno, o non hanno più, o non hanno mai avuto rapporti diretti con Utrecht. Pertanto, tra i Vetero, per dir così "regolari" si può trovare il vescovo che la pensa con i calvinisti, e quello che la pensa come gli ortodossi, ma la linea ufficiale della casa madre, è quella "Ortodossa". Ovviamente, non ne parlaimo, poi, dei i fai -da-te, e/o degli ex. Si può trovare di tutto e di più. Dal vescovo pederasta non solo dichiarato e notorio, ma persino militante, a quello che collabora con stregoni, a quello che ha avuto grattacapi con la giustizia, per porto d'armi abusivo. C'è, persino, un pizzaiolo, che si fregia dell'epiteto di "Primate della Chiesa Cattolica ANTICA"

    RispondiElimina
  42. domanda... ma visto che l'ordinazione  del pontificale romano è stata cambiata dopo il concilio vaticano II allora i Lefevriani potrebbero auto definirsi veri cattolici e tacciare la chiesa di roma come falsa perchè priva della successione apostolica secondo il pontificale romano?

    RispondiElimina
  43. C'é un pronunciamento "DEFINITIVO" in merito, di papa GP II, circa l'invalidità dell'ordinazione delle donne.
    Punto e basta.
    Lo si può intendere de fide definita.

    RispondiElimina
  44. "Siamo bianchi, ma anche neri. Siamo tondi, ma anche quadrati. Siamo tutto ciò che cerchi!!"
    Che bel programmino. Molto simile a quello della Chiesa Cattolica di oggi.

    E comunque, Pio IX li definì "dannata setta".

    RispondiElimina
  45. Questa è, grosso modo, la posizione dei sedevacantisti, non dei lefebvriani.

    RispondiElimina
  46. No. E' solo un po' c.....o.

    RispondiElimina
  47. Alessandro (sandalo)10 agosto 2011 10:22

    <span>ma non è mai arrivato....ergo chi tace acconsente....  </span>
    E questo è il motivo per cui il gruppo di Padre Garroppo si è messo per conto proprio.

    RispondiElimina
  48. Alessandro (sandalo)10 agosto 2011 11:31

    <span>C'é un pronunciamento "DEFINITIVO" in merito, di papa GP II, circa l'invalidità dell'ordinazione delle donne.  </span>
    Infatti, tale pronunciamento, provocò la protesta esplicita della CE Francese, che apertis verbis accusò GPII di abuso di potere, per aver, servendosi dell'infallibilità, osato legare le mani ai successori.
    Al che Martini, invitò tutti alla calma, con diamo tempo al tempo e, primo o poi si dimenticheranno che era un atto infallibile, qualcuno troverà qualche cavillo per dire che si, era infallibile, però non tutte e singole le situazioni son previste, etc.. Insomma, farà la fine dell'Apostolicae Curae.

    RispondiElimina
  49. roma locuta causa finita. la CE francese a zappare la terra, non ha voce in capitolo su fede e morale.

    RispondiElimina
  50. Alessandro (sandalo)10 agosto 2011 18:19

    <span>Roma locuta causa finita. la CE francese a zappare la terra, non ha voce in capitolo su fede e morale.</span>
    Bei tempi di una volta, quando Roma faceva "ROMA" (non dico quando lo era).
    Allora si che, per MOLTO mENO, li avrebbero mandati tutti a fare..... (commissioni) in cuRIA.
    Invece, cosa fu fatto? <span> </span>Per dare il segnale che Martini forse aveva suggerito la strategia giusta, ONDE far venire il giorno in cui si sarebbe trovato il modo di far rientrare dalla finestra, ciò che si era buttato fuori dalla porta,
    SI è TOLLERATO Che la CE Italiana (e non solo) autorizzasse le "Chierichette".

    <span> </span>

    RispondiElimina
  51. Roma locusta est. Ecclesia finita est.

    RispondiElimina
  52. Claudio Sinclair11 agosto 2011 10:29

    E il Filioque? l'infallibità papale, il dogma dell'immacolata concezione?il purgatorio? che diavolo sono se non innovazioni proposte dalla Chiesa Cattolica Romana?

    RispondiElimina
  53. Con una nota polemica, mi viene da dire:
    Policarpo è comunque nella gerarchia. Mons Lefebvre che rimase fermo nella dottrina, e, non venne assecondato è stato invece scomunicato !

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.