Con il sinodo sui giovani dal titolo "discernimento vocazionale" il Papa vuole arrivare a

domenica 26 giugno 2011

La trahison des clercs: su omosessuali e donne prete, tanto per cambiare

Oggi, arricchiamo la nostra lista nera sul "tradimento dei chierici" (vescovi, per la precisione) di due new entries in un colpo solo. Gli argomenti, peraltro, sono quelli più triti e vieti, che evidentemente sono in cima alla lista dell'agenda modernista (essendovi, per il resto, ben poco rimasto da demolire): donne preti e pederasti.

Iniziamo, per ragioni di rango e precedenze, dal cardinale arcivescovo di Lisbona, di 75 anni ma malauguratamente prorogato per altri due (un andazzo, questo, che dovrebbe finire nei confronti dei vescovi più indegni). Su Vatican Insider, il nuovo portale di notizie sulla Chiesa, Tornielli riferisce le ultime sparate sul sacerdozio femminile del cardinale che, per inciso, è un notorio avversario della liturgia tradizionale e ha sistematicamente disapplicato il motu proprio. Eccole:

«Giovanni Paolo II – ha continuato Policarpo – in un certo momento è sembrato dirimere la questione». Il riferimento è alla lettera apostolica Ordinatio sacerdotalis (1994), uno dei documenti più brevi di Giovanni Paolo II, con il quale il Papa, dopo la decisione della comunione anglicana di aprire alle donne prete, ribadiva che la Chiesa cattolica non l’avrebbe mai fatto.

«Penso – ha detto il cardinale Policarpo – che la questione non si possa risolvere così. Teologicamente non c’è alcun ostacolo fondamentale (alle donne prete, ndr); c’è questa tradizione, diciamo così: non si è mai fatto in altro modo».

Alla domanda dell’intervistatrice, incuriosita dall’affermazione del porporato sul fatto che non esistono ragioni teologiche contro le donne prete, Policarpo ha risposto: «Penso che non ci sia alcun ostacolo fondamentale. È un’uguaglianza fondamentale di tutti i membri della Chiesa. Il problema consiste in una forte tradizione, che viene da Gesù e dalla facilità con cui le Chiese riformate hanno concesso il sacerdozio alle donne».
In verità, Giovanni Paolo II non è "sembrato dirimere", bensì ha positivamente definito una volta per tutte la questione, impegnandovi l'infallibilità pontificia. A differenza delle ricorrenti uscite contro il celibato ecclesiastico, che per quanto oziose e controproducenti sono comunque lecite, l'affermazione del cardinale è tecnicamente eretica. E sembra strano che Sua Eminenza non lo sappia. Ecco infatti quanto ha chiarito sul punto la Congregazione per la Dottrina della Fede con Nota dottrinale del 29.6.1998:

Per quanto concerne il più recente insegnamento circa la dottrina sulla ordinazione sacerdotale da riservarsi soltanto agli uomini, si deve osservare un processo similare. Il Sommo Pontefice, pur non volendo procedere fino a una definizione dogmatica, ha inteso riaffermare, comunque, che tale dottrina è da ritenersi in modo definitivo, in quanto, fondata sulla Parola di Dio scritta, costantemente conservata e applicata nella Tradizione della Chiesa, è stata proposta infallibilmente dal magistero ordinario e universale. Nulla toglie che, come l'esempio precedente può dimostrare, nel futuro la coscienza della Chiesa possa progredire fino a definire tale dottrina da credersi come divinamente rivelata.
L'altro fenomeno del giorno è il vescovo Raul Vera Lopez della diocesi messicana di Saltillo. Stando alla CNA, egli ha  ripetutamente espresso il proprio supporto in favore delle unioni omossessuali.

Nel marzo di quest'anno, il vescovo Vera Lopez, infatti, ha pubblicato una dichiarazione sul sito diocesano per esprimere il proprio supporto per il forum sulla "diversità sessuale, familiare e religiosa", incontro volto a "sradicare quanto alcuni settori della Chiesa pensano sull'omossessualità", in particolare il pregiudizio che "gli atti omosessuali siano contrari a Dio".

In particolare questo vescovo sostiene attivamente una associazione ecclesiastica (la comunità di San Elredo), che si batte affinché la legge messicana definisca "matrimonio" l'unione omosessuale e le "coppie" dello stesso sesso possano essere equiparate alle altre per trattamento fiscale e civile e in particolare per le adozioni.

Il vescovo di Saltillo benedice.

Enrico

92 commenti:

  1. Trovo però profondamente offensivo, da parte di Messa in Latino, usare "pederasta" come sinonimo di "omosessuale". Un pederasta è un adulto che ha rapporti (spesso non consenzienti) con un minore, mentre un omosessuale è colui che ha una relazione consenziente con una persona adulta.

    RispondiElimina
  2. Siamo proprio sicuri che S.E.R. Torgal Ferreira sia eretico?

    Ogni credente, pertanto, è tenuto a prestare a queste verità il suo assenso fermo e definitivo, fondato sulla fede nell'assistenza dello Spirito Santo al magistero della Chiesa, e sulla dottrina cattolica dell'infallibilità del magistero in queste materie.<sup>15</sup> <span>Chi le negasse</span>, assumerebbe una posizione di rifiuto di verità della dottrina cattolica <sup>16</sup>e pertanto <span>non sarebbe pia in piena comunione con la Chiesa cattolica</span>. (<span>Nota dottrinale</span> del 29.6.1998, punto 6).

    Non eresia, dunque (se ho ben compreso), ma, più banalmente, il cardinale arcivesvovo, titolare della cattedra episcopale di Lisbona, legittimo successore degli Apostoli, "ha assunto una posizione di rifiuto di verità della dottrina cattolica e pertanto non è più in piena comunione con la Chiesa cattolica".

    Suvvia! Cerchiamo di non esser sempre così drammatici!

    RispondiElimina
  3. Siamo proprio sicuri che S.E.R. sia eretico?

    Ogni credente, pertanto, è tenuto a prestare a queste verità il suo assenso fermo e definitivo, fondato sulla fede nell'assistenza dello Spirito Santo al magistero della Chiesa, e sulla dottrina cattolica dell'infallibilità del magistero in queste materie. <span>Chi le negasse</span>, assumerebbe una posizione di rifiuto di verità della dottrina cattolica e pertanto <span>non sarebbe più in piena comunione con la Chiesa cattolica</span>. (<span>Nota dottrinale</span> del 29.6.1998, punto 6).

    Non eresia, dunque (se ho ben compreso), ma, più banalmente, il cardinale arcivescovo Josè da Cruz Policarpo, titolare della cattedra episcopale di Lisbona, legittimo successore degli apostoli, "ha assunto una posizione di rifiuto di verità della dottrina cattolica e pertanto non è più in piena comunione con la Chiesa cattolica".
    E che sarà mai?
    Cerchiamo di non essere sempre così drammatici, ovvia!

    RispondiElimina
  4. <span>Siamo proprio sicuri che S.E.R. sia eretico?  
     
    Ogni credente, pertanto, è tenuto a prestare a queste verità il suo assenso fermo e definitivo, fondato sulla fede nell'assistenza dello Spirito Santo al magistero della Chiesa, e sulla dottrina cattolica dell'infallibilità del magistero in queste materie. <span>Chi le negasse</span>, assumerebbe una posizione di rifiuto di verità della dottrina cattolica e pertanto <span>non sarebbe più in piena comunione con la Chiesa cattolica</span>.</span>
    <span>(<span><span>Nota dottrinale</span></span> del 29.6.1998, punto 6).</span>
    <span> 
    Non eresia, dunque (se ho ben compreso), ma, più banalmente, il cardinale arcivescovo Josè da Cruz Policarpo, titolare della cattedra episcopale di Lisbona, legittimo successore degli apostoli, "ha assunto una posizione di rifiuto di verità della dottrina cattolica e pertanto non è più in piena comunione con la Chiesa cattolica".  
    E che sarà mai?  
    Cerchiamo di non essere sempre così drammatici, ovvia!</span>

    RispondiElimina
  5. Claudio Sinclair26 giugno 2011 08:38

    D'accordissimo!!
    Prestare attenzione alle parole, per favore!

    RispondiElimina
  6. Eccone qua un altro che la mattina fa colazione con certi funghetti...

    RispondiElimina
  7. ma, riguardo ai problemi di piena comunione , oggi evidentemente, nella  Chiesa conciliar-rinnovata, dobbiamo piuttosto mantenere ferma la nostra attenzione suol fatto che i seguaci di mons. Lefebvre NON  siano in perfetta comunione con la Chiesa di sempre   (?...)
    Queste bazzecole di affermazioni di certi estrosi prelati  sulle VERITA' DOTTRINALI E MORALI CATTOLICHE non  hanno alcun peso circa  l'essere/non essere in comunione con la Chiesa Cattolica: MA chi si assumerà il compito o l'Autorità di richiamarli alla Dottrina di sempre ?  nessuno: e tutto l'orbe  crederà che nella Chiesa del 3. millennio è possibile CREDERE E DIRE TUTTO e il contrario di tutto,   ritenendosi IN COMUNIONE,   dicendosi a pieno titolo CATTOLICI.
    Mentre la FSSPX   viene considerata NON-in comunione e detta spesso  tradi-protestante  o similmente  infangata davanti alla comune opinione.... !
    Ripeto ancora: il primo abominio è stato quello compiuto all'interno del LINGUAGGIO, scempio sui veri significati delle parole, che dal 1962 hanno assunto nuovi significati, abbattendo le   nette   definizioni/BARRIERE tra   VERO E FALSO, BENE E MALE , tradendo e calpestando il LOGOS, ROVESCIANDO LA VERITA' DAL SUO TRONO, nelle coscienze del 98% di pecore e pastori narcotizzati, dove siede ormai, imperturbabile, incontrastata, la MENZOGNA, coadiuvata da due fidate ED EFFICIENTI ancelle, che portano i nomi (  significativi ed efficaci, <span>24   ore su 24</span>    )  di            AMNESIA      ed        ERESIA     !
    (di fianco alla "regina" siede complice il fido coniuge Relativismo, of course......)

    RispondiElimina
  8. <span>ma, riguardo ai problemi di piena comunione , oggi evidentemente, nella  Chiesa conciliar-rinnovata, dobbiamo piuttosto mantenere ferma la nostra attenzione suol fatto che i seguaci di mons. Lefebvre NON  siano in perfetta comunione con la Chiesa di sempre   (?...)  
    Queste bazzecole di affermazioni di certi estrosi prelati  sulle VERITA' DOTTRINALI E MORALI CATTOLICHE non  hanno alcun peso circa  l'essere/non essere in comunione con la Chiesa Cattolica: MA chi si assumerà il compito o l'Autorità di richiamarli alla Dottrina di sempre ?  nessuno: e tutto l'orbe  crederà che nella Chiesa del 3. millennio è possibile CREDERE E DIRE TUTTO e il contrario di tutto,   ritenendosi IN COMUNIONE,   dicendosi a pieno titolo CATTOLICI.  
    Mentre la FSSPX   viene considerata NON-in comunione e detta spesso  tradi-protestante  o similmente  infangata davanti alla comune opinione.... !  
    Ripeto ancora: il primo abominio è stato quello compiuto all'interno del LINGUAGGIO, scempio sui veri significati delle parole, che dal 1962 hanno assunto nuovi significati, abbattendo le   nette   definizioni/BARRIERE tra   VERO E FALSO, BENE E MALE , tradendo e calpestando il LOGOS, ROVESCIANDO LA VERITA' DAL SUO TRONO, nelle coscienze del 98% di pecore e pastori narcotizzati, dove siede ormai, imperturbabile, incontrastata, la MENZOGNA, coadiuvata da due fidate ED EFFICIENTI ancelle, che portano i nomi  -    significativi ed efficaci, <span>24   ore su 24</span>    -</span>
    <span>  di            AMNESIA      ed        ERESIA     !  
    (di fianco alla "regina" siede complice il fido coniuge Relativismo, of course......)</span>

    RispondiElimina
  9. offensivo  ...
      termine offensivo verso QUALE    valore morale   ?
      o verso  quale/quali   persona/e    portatrice  di presunti <span>  valori morali   rispettabili </span>  ?
    mi par di capire che l'omosessuale  è da ritenere un   <span>rispettabile peccatore , </span>adulto-con-adulto....o no ?
    ....e certo che nella valutazione dei peccati degli uomini, fin da Adamo, c'è una scala di gravità, chi lo può negare ? per questo i radicali già 40 anni fa proponevano la 
        depenalizzazione dei reati minori    !

    RispondiElimina
  10. Cantore, credo che Para-Liturgo  stia facendo un discorso   improntato ad  (amara )   IRONIA    !
    (se così non è, solo lui, potrà smentire....)

    RispondiElimina
  11. <span>Cantore, credo che Para-Liturgo  stia facendo un discorso   improntato ad  (amara )   IRONIA    !  
    (se così non è, solo lui potrà smentire....)</span>

    RispondiElimina
  12. Questioni di lana caprina... Il termine pederasta è stato sempre utilizzato per indicare gli invertiti. Pur se effettivamente non pienamente corretto, un gruppo è sottinsieme dell'altro. La redazione ha voluto indicare il tutto con una parte... Una sineddoche più che una disattenzione... :D

    RispondiElimina
  13. Se è così chiedo venia

    RispondiElimina
  14. Roberto Martelli26 giugno 2011 09:13

    Ecco qui due begli esempi di piena comunione cum Petro e sub Petro; mica come quegli scismatici di Fellay e compagni .....

    RispondiElimina
  15. Forse non sono stato sufficientemente chiaro, ma, ahimè!, è proprio così.

    E pensare che 'sti personaggi dovrebbero "confermare i fratelli nella Fede" ...

    RispondiElimina
  16. Filippo ( eretico e maleducato)26 giugno 2011 09:36

    Mi piace questo commento ad eccezione del termine "invertiti" che è per nulla scientifico.

    RispondiElimina
  17. :'( "...e il nostro cuore è inquieto fino a quando non riposa in Te, mio Dio...." (sant'Agostino)
    E ancora ci chiediamo perchè siamo così inquieti?
    così ci mettono in guardia anche i Padri della Chiesa:
     " Che brutta fine fa il giudizio della ragione, quando la smania di fare qualcosa lo incomincia a dominare! Una mente ossessionata, infatti, si plasma la coscienza a piacimento mentre realizza le proprie brame. Compiuto il fatto, questa stessa coscienza punge con amari rimorsi la mente, che, deviando verso il male, ha lasciato la strada della verità. Coloro che si preparano alle nozze eterne non desiderino abbracci mortali! Chi desidera l'abbraccio dello Sposo del cielo è meglio che sia provvisto delle lampade della purezza e l'olio della gioia (Mt 25).
    - I rimedi contro i vizi sono di sicuro: schivare le familiarità sospette delle cattive compagnie, non confidare troppo in se stessi, fuggire le occasioni di tentazione, turare i propri sensi con profondi esercizi della volontà, limitare i pensieri cattivi facendosi aiutare da sante letture e da molto pregare, domare la carne tenendosi occupati con il lavoro, resistere alle passioni nascenti senza mai scoraggiarsi dei primi insuccessi e, ricadendo, avere subito l'umiltà di rialzarsi, confessarsi e ricominciare la battaglia, tenersi sempre occupati in attività virtuose, soprattutto la Preghiera e l'Adorazione Eucaristica. Infatti, l'antico nemico dà da fare con le sue male faccende a chi non ha nulla di meglio da fare, si prende beffe di chi è annoiato e lo soggioga a suo piacimento lasciandolo poi giacere in una profonda depressione e amaritudine.
    - Anche se dobbiamo combattere contro molti vizi, sappiate, però, che il vizio dell'incontinenza lo dobbiamo fuggire in modo speciale. Non per nulla, così come il malato non raffredda la febbre bevendo acqua gelida, ma la rinfocola, così ricercare i rimedi per la concupiscenza quando si è già in mezzo alla tentazione, non sazia nè estingue la passione.
    - Il cuore va custodito con ogni custodia (Prv 4), giacchè è chiaro che viene combattuto in molti modi. Nel resistere è anche necessario che siamo più guardinghi proprio lì dove sperimentiamo che gli attacchi del nemico sono più forti. Infatti il diavolo pone le trappole delle tentazioni più spesso lì dove ci percepisce più incauti; e si sforza maggiormente di vincerci lì dove sa che siamo più deboli..."
    Santa Festa del Corpus Domini  a tutti!

    RispondiElimina
  18. gentile Riccardo....la verità fa male si è vero, ma il termine è di uso corretto... l'etimologia del termine PEDERASTA proviene da paids=fanciullo e da erao=amo da qui erastes= che ama ed è inn amorato....
    tale termine nasce nel mondo GRECO ad indicare solitamente, in buono o in cattivo, L'INSEGNANTE CHE SI INNAMORAVA DEL PROPRIO STUDENTE FANCIULLO e dove in alcuni casi tale affetto restava all'insegnamento, ossia al voler TRASMETTERE al prediletto le proprie arti, in caso peggiore, c'era l'abuso sessuale verso l'adolescente....
    il pedofilo di oggi è certamente mutato sotto molti aspetti e tale termine si confonde....ma il fatto che nell'omosessualità la pedofilia è una delle sue più tristi realtà, è un dato oggettivo e reale....
    le coppie omosessuali, per esempio, NON vogliono adottare figli FEMMINE.... inoltre nell'80% degli abusi sessuali dei preti la vittima era UN MASCHIO....
    ergo, l'uso del termine pederasta, per quanto triste e crudele e da non generalizzare per quel 20% che resta, è una verità incontestabile....
    pregate piuttosto, invece di difendere l'insostenibile, la notizia è GRAVISSIMA, non state a giustificare il peccato con la scusa di attaccarvi ai TERMINI..... Satana ama NASCONDERE il peccato anche con i giri di parole, per questo i santi parlavano DURAMENTE usando un linguaggio DIRETTO...senza preoccuparsi di offendere alcuno: chi è innocente, non si offende...chi è colpevole ha sempre da ridire....

    RispondiElimina
  19. Nel santo giorno in cui si festeggia il SS.mo Corpo del Signore, il Pane Eucaristico, alimento e pegno di Vita eterna, in cui il Signore Gesù si è donato a noi fino alla fine dei secoli, per farci partecipi fin da questa vita della sua Vita incorruttibile e immortale,
    esorto tutti i lettori, attenti e sensibili alle drammatiche vicende della Chiesa , nell'inarrestabile degrado della Fede dovuto alla Liturgia ri-formata nel NO, ed in  continua, subdola,  impercettibile  trasmutazione,  (grazie alla debolezza/docilità/acquiescenza dei fedeli ignari di tali subdoli fenomeni) a porre la massima ATTENZIONE  oggi , nell'ambito della Santa Messa, alle<span> esatte parole della Sequenza </span>che i fedeli devono recitare ad alta voce insieme col sacerdote.
    Purtroppo negli anni scorsi mi è capitato di sentire un   inaudito  TAGLIO con sostituzione delle parole ben note, nei primi versetti: un TRAVISAMENTO secondo me inopportuno e ingiustificabile, di cui ho chiesto spiegazione al celebrante, il quale mi ha dato una risposta nient'affatto chiara nè convincente !

    RispondiElimina
  20. <span>Nel santo giorno in cui si festeggia il SS.mo Corpo del Signore, il Pane Eucaristico, alimento e pegno di Vita eterna, in cui il Signore Gesù si è donato a noi fino alla fine dei secoli, per farci partecipi fin da questa vita della sua Vita incorruttibile e immortale,  
    esorto tutti i lettori, attenti e sensibili alle drammatiche vicende della Chiesa , nell'inarrestabile degrado della Fede dovuto alla Liturgia ri-formata nel NO, che è in  continua, subdola,  impercettibile  trasmutazione,  (grazie alla debolezza/docilità/acquiescenza dei fedeli ignari di tali subdoli fenomeni) a porre la massima ATTENZIONE  oggi , nell'ambito della Santa Messa, alle<span> esatte parole della Sequenza </span>che i fedeli devono recitare ad alta voce insieme col sacerdote.  
    Purtroppo negli anni scorsi mi è capitato di sentire un   inaudito  TAGLIO con sostituzione delle parole ben note, nei primi versetti: un TRAVISAMENTO secondo me inopportuno e ingiustificabile, di cui ho chiesto spiegazione al celebrante, il quale mi ha dato una risposta nient'affatto chiara nè convincente !</span>

    RispondiElimina
  21. O.T.: Sto osservando con immensa tristezza e desolazione la messa celebrata da Tettamanzi in piazza Duomo a Milano. Malgrado i limpidi insegnamenti del Papa (ricordate la Messa di S. Marino domenica scorsa e le indicazioni chiare date dall'altoparlante), l'esimio cardinale distribuisce l'Ostia sulla mano a TUTTI e così fanno pure tutti i preti presenti in piazza! Perfino le suore si fanno dare la particola in mano! Ecco la Chiesa cattolica del terzo millennio: ogni diocesi è un microcosmo a se stante!

    RispondiElimina
  22. Se è per questo Nostro Signore Gesù Cristo, e non questo o quel Santo, ha detto anche "Non giudicate", cosa che lei, pur facendolo con tono abbastanza dolce, non mi pare eviti.
    le ripropongo la stessa risposta che do' a quelli che dicono che tutti i preti sono pedofili: prima va a conoscere tutti, uno per uno, personalmente, i sacerdoti cattolici del mondo, poi potrei anche crederti. Parafrasando: prima di dire che la pederastia è congiunta indissolubilmente all'omosessualità, vada a conoscere personalmente tutti gli omosessuali di questa terra, e poi ne riparliamo....
    Dire che il sesso tra persone dello stesso sesso è peccato è confermato dal magistero, andare a fare collegamenti che fanno il peccato più brutto di quello che è già, generalizzando, no. Inoltre, non capisco il collegare omosessualità e pederastia in un legame indissolubile: possono essere unite come no. Non è che se una persona è di temperamento iracondo, automaticamente è portato al raptus omicida appena capita l'occasione.  

    RispondiElimina
  23. Ancora per poco.....

    RispondiElimina
  24. Tettamanzi, Tettamanzi........
    sappi che come tu tratti Nostro Signore così sarai trattato........
    che squallore, che vergogna e proprio oggi che è il Corpis Domini......
    Ma chi si crede di essere questo Tettamanzi? e tutti i suoi accoliti e sodali della un tempo gloriosa e santa Chiesa ambrosiana....
    Che coraggio a pugnalare così alle spalle anche il Santo Padre......

    RispondiElimina
  25. Ma certi modernisti più moderni del moderno chi li ha fatti vescovi o cardinali? Per quali pregi, o per quale santità di vita? Mah!

    RispondiElimina
  26. Ma che barba con ste donne prete, ma le donne non hanno altro da fare? Si fanno i figli, si accudiscono, si educano, poi c'è da star dietro alla scuola, alla spesa, al marito, o ai genitori, e la casa da pulire, il cibo da cuocere, magari si lavora anche fuori, si pensa naturalmente al Buon Dio andando a visitarlo al Tabernacolo, si preparano i rinfreschi per i vari Battesimi, Comunioniu, Cresime, si legge qualche buon libro, si prega, si scrive, si dipinge e pure i preti dobbiamo fare? E dove lo troviamo il tempo?

    RispondiElimina
  27. L'educazione dei figli è compito tanto della moglie quanto del marito e così pure la cura delle case e degli anziani...

    RispondiElimina
  28. L'educazione dei figli è compito tanto della moglie quanto del marito e così pure la cura delle case e degli anziani...

    RispondiElimina
  29. L'educazione dei figli è compito tanto della moglie quanto del marito e così pure la cura delle case e degli anziani...

    RispondiElimina
  30. Appunto, preciò scelgono di fare 'la' prete,  per evitare la lista di quanto hai elencato!

    RispondiElimina
  31. E dillo ai mariti! ;)

    RispondiElimina
  32. Suor Lucia avrebbe detto che il dogma della fede si sarebbe conservato in Portogallo(sic!).
    Se la fede cattolica è questa forse è meglio perderla...
    Viva sempre il grande Mons. MARCEL LEFEBVRE che vide con trent'anni di anticipo dove ci avrebbero condotto questi falsi pastori,guide cieche che han rovinato e continuano a rovinare migliaia di anime.

    RispondiElimina
  33. gentile Davide... DOVE AVREI GIUDICATO? lei confonde LA CONDANNA DEL PECCATO, la giustificazione del peccato con il giudizio alle persone....
    Io ho risposto chiarendo il fatto che il termine "pederasta" in questo campo, SEPPUR SGRADEVOLE E CHE NON PIACE, E CHE NON POSSIAMO GENERALIZZARE PER QUEL 20%, rilegga quello che ho scritto, è un termine CORRETTO...

    IO AVREI DETTO CHE I PRETI SONO PEDOFILI? Lei ha problemi di lettura evidentemente....rilegga bene quel che ho scritto e si rilegga le mie campagne a difesa del Clero quando venne attaccato per i casi di pedofilia.... non distorca quel che uno ha scritto, se non lo comprende, chieda, che ci fa più bella figura ;) ...

     la peredastia SI congiunge ANCHE all'omosessualità.... non ho affatto assolutizzato, rilegga meglio quel che ho scritto....
    senza dubbio che chi è iracondo non è detto che possa avere un raptus, ma se è iracondo ha già dei raptus altrimenti non sarebbe iracondo...
    la peredastia è un'attrazione spesso OMOSESSUALE, le ricorda nulla lo scandalo del superiore dei Salesiani riportato qui da Messainlatino tempo fa?

    e ancora:
    p arlando dal Cile, il cardinale Bertone aveva affermato precisamente che:
    «numerosi psichiatri e psicologi hanno dimostrato che non esiste relazione tra celibato e pedofilia, ma molti altri - e mi
    è stato confermato anche recentemente - hanno dimostrato che esiste un legame tra omosessualità e pedofilia. Questa è la verità e là sta il problema»
    (Corriere della Sera, 14.4.10)

    don Pezzini, ancora in carcere arretsato nel 2010 e reo confesso... ha confessato la sua omosessualità e il suo abuso su un minore di 13 anni con il ricatto di non aiutarlo....
    il prete arrestato a genova, confessata la sua omosessualità, ha abusato di minori TUTTI MASCHI.....

    questo lo chiama GIUDICARE? caro Davide, pensi piuttosto al Cuore sanguinante di Cristo per questi peccati ATROCI e per chiunque sostenga l'omosessualità che seppur non è da annettersi ESCLUSIVAMENTE, in questi tristi casi, è pur sempre una componente aggiuntiva di cui NON NE ABBIAMO AFFATTO BISOGNO....


    Un santo sacerdote diceva anni fa, in tempi non sospetti, quando il caso omosessualità non era ancora esploso nè pretendeva leggi assurde: "l'omosessualità è come una PISTOLA.... se la carichi PRIMA O POI uccide qualcuno, se la TIENI CON CURA e la tieni scarica, non fa del male a nessuno...".....
    e per dirla con il cardinale Bertone:
    Questa è la verità e là sta il problema
    ;)

    RispondiElimina
  34. <span>gentile Davide... DOVE AVREI GIUDICATO? lei confonde LA CONDANNA DEL PECCATO, la giustificazione del peccato con il giudizio alle persone....  
    Io ho risposto chiarendo il fatto che il termine "pederasta" in questo campo, SEPPUR SGRADEVOLE E CHE NON PIACE, E CHE NON POSSIAMO GENERALIZZARE PER QUEL 20%, rilegga quello che ho scritto, è un termine CORRETTO...  
     
    IO AVREI DETTO CHE I PRETI SONO PEDOFILI? Lei ha problemi di lettura evidentemente....rilegga bene quel che ho scritto e si rilegga le mie campagne a difesa del Clero quando venne attaccato per i casi di pedofilia.... non distorca quel che uno ha scritto, se non lo comprende, chieda, che ci fa più bella figura ;) ...  
     
     la pederastia SI congiunge ANCHE all'omosessualità.... non ho affatto assolutizzato, rilegga meglio quel che ho scritto....  
    senza dubbio che chi è iracondo non è detto che possa avere un raptus, ma se è iracondo ha già dei raptus altrimenti non sarebbe iracondo...  
    la pederastia è un'attrazione spesso OMOSESSUALE, le ricorda nulla lo scandalo del superiore dei Salesiani riportato qui da Messainlatino tempo fa?  
     
    e ancora:  
    p arlando dal Cile, il cardinale Bertone aveva affermato precisamente che:  
    «numerosi psichiatri e psicologi hanno dimostrato che non esiste relazione tra celibato e pedofilia, ma molti altri - e mi  
    è stato confermato anche recentemente - hanno dimostrato che esiste un legame tra omosessualità e pedofilia. Questa è la verità e là sta il problema»  
    (Corriere della Sera, 14.4.10)  
     
    don Pezzini, ancora in carcere arretsato nel 2010 e reo confesso... ha confessato la sua omosessualità e il suo abuso su un minore di 13 anni con il ricatto di non aiutarlo....  
    il prete arrestato a genova, confessata la sua omosessualità, ha abusato di minori TUTTI MASCHI.....  
     
    questo lo chiama GIUDICARE? caro Davide, pensi piuttosto al Cuore sanguinante di Cristo per questi peccati ATROCI e per chiunque sostenga l'omosessualità che seppur non è da annettersi ESCLUSIVAMENTE, in questi tristi casi, è pur sempre una componente aggiuntiva di cui NON NE ABBIAMO AFFATTO BISOGNO....  
     
     
    Un santo sacerdote diceva anni fa, in tempi non sospetti, quando il caso omosessualità non era ancora esploso nè pretendeva leggi assurde: "l'omosessualità è come una PISTOLA.... se la carichi PRIMA O POI uccide qualcuno, se la TIENI CON CURA e la tieni scarica, non fa del male a nessuno...".....  
    e per dirla con il cardinale Bertone:  
    Questa è la verità e là sta il problema  
    ;) </span>

    RispondiElimina
  35. C'è sempre la signora con la falce che, prima o poi, miete....  forse non conviene amplificare troppo certe voci, diciamo così, frutto di senilità!

    RispondiElimina
  36. Questi vescovi in piena comunione con Pietro hanno fatto alleanza coi lui nella dottrina e nella morale.
    Se le pecore vogliono conservare la fede devono cominciare a difendersi dai pastori, visto che Pietro lascia fare.
    Sarebbero questi da preferire a Mons. Williamson?

    RispondiElimina
  37. A proposito di Williamson è da poco uscito un suo articolo nei Commenti Eleison su
    www.unavox.it/Documenti/Doc0324_Williamson_25.05.2011.html
    Preghiamo per la causa cattolica.

    RispondiElimina
  38. A proposito di Mons. Williamson, è da poco uscito un suo articolo nei Commenti Eleison su
    www.unavox.it/Documenti/Doc0324_Williamson_25.06.2011.html
    Preghiamo per la causa cattolica

    RispondiElimina
  39. Questi vescovi in piena comunione con Pietro hanno fatto alleanza coi lupi nella dottrina e nella morale.
    Se le pecore vogliono conservare la fede devono cominciare a difendersi dai pastori, visto che Pietro lascia fare. Paradossale, vero?
    Sarebbero questi da preferire a Mons. Williamson?

    RispondiElimina
  40. Josè da Cruz Policarpo: nominato Patriarca di Lisbona il 24 marzo 1998.
    essendo regnante il beato Giovanni Paolo II, Prefetto della congregazione dei vescovi l'Em.mo Card. Bernardin Gantin e nunzio apostolico in Portogallo mons. Edoaardo Rovida, alessandrino.
    Sono stato chiaro?

    RispondiElimina
  41. Per molto meno (motivi politici) a Billot nel 1927 fu tolta la porpora.
    E Roma cosa aspetta a: a) dimetterlo, avendo già compiuto i 75 anni e b) togliergli il galero? Fino a quando dovremo sopportare tali pessimi maesti che dopo che Roma ha parlato loro continuano a sproloquiare?

    RispondiElimina
  42. Mons. Vera Lopez: ordinato vescovo il 6 gennaio 1988 dal beato Giovanni Paolo II, essendo Prefetto della Congregazione dei Vescovi l'Em.mo Card. Bernardin Gantin e nunzio apostolico in Messico mons. Gerolamo Prigione, alessandrino. Sono stato chiaro?

    RispondiElimina
  43. Esegesi trad.di Luca XIII,1-926 giugno 2011 21:43

    Nell'uso corrente, pederasta ed omosessuale, sono usati come se fossero sinonimi.

    RispondiElimina
  44. Esegesi trad.di Luca XIII,1-926 giugno 2011 21:43

    Nell'uso corrente, pederasta ed omosessuale, sono usati come se fossero sinonimi.

    RispondiElimina
  45. Esegesi trad.di Luca XIII,1-926 giugno 2011 21:45

    <span>"invertiti" non sarà per nulla scientifico, però rende perfettamente il concetto.</span>

    RispondiElimina
  46. Esegesi trad.di Luca XIII,1-926 giugno 2011 21:54

    <span>in Portogallo</span>
    Premesso che sembra che lo abbia detto proprio la Madonna, fai caso che, come scrivi tu stesso "<span>in Portogallo". Non *nel* Portogallo.</span>
    Io ho sempre correlato tale affermazione con :
    a) il rito paleo-lusitano di Braga (città santa del Portogallo, fin dall'età pagana, la leggenda la vuole fondata da Ercole);
    b) più che un affare di clero, con la fede semplice di tanta gente, che, come possono testimoniare quanti li frequentano, i portoghesi (la cui percentuale di quelli che non pagano i conti, non diversa da quella degli altri popoli) hanno ancora una forte fede, nonostante gli insegnamenti che gli vengono dalle cattedre ecclesiastiche.
    b)

    RispondiElimina
  47. Secondo me voi non avete capito una mazza del cristianesimo. Siete malati di sacro. Il vangelo è altro. Fatevi curare.

    RispondiElimina
  48. Ma per favore...

    RispondiElimina
  49. senza Vangelo : siete la FECCIA del cristianesimo cattolico romano...
    solo la FECCIA!

    RispondiElimina
  50. :-D :-D :-D  sottoscrivo e confermo annarita, rigo per rigo.... è già 'na fatica (fantastica per altro ) stare pure dietro ai preti AMICI, AIUTARLI, SOSTENERLI, INCORAGGIARLI CONCRETAMENTE che senza di noi sarebbero persi.... ;)

    e....battute - vere - a parte, ma santo Iddio! dico io, perchè mettersi in concorrenza con il prete? la donna è già in concorrenza nel mondo e con il mondo intero, con certo femminismo ha portato l'uomo a fare il casalingo....gli ha preso i posti di lavoro, è diventata SOLDATO.... e vabbè che prima c'erano le regine e le imperatrici, ora fanno le presidentesse...mo vogliono  pure diventare Papa? :-D
    e annamo su, DONNE!!! sveja eh! cerchiamo di restare nel nostro posto.....

    Cari Vescovi e Sacerdoti, non state lì come Adamo a prendere sta mela da Eva....ci siete già cascati una volta :-D :-D :-D
    e battuta a parte, Dio mandò il proprio Figlio per riscattarci, e qui non c'è nulla da ridere, Cristo non morì per scherzo e il Sacerdozio NON E' UNA PAGLIACCIATA.... non state a difendere questa assurda pretesa, lasciate quella benedetta mela alla sua storia, non state lì imbambolati a riprenderla e piuttosto....cercate di AIUTARE E INCORAGGIARE LA DONNA  a ritrovare la sua vera felicità nel suo ruolo specifico.... suvvia, siate seri!
    E non ditemi ora che devo tacere, non siamo in chiesa, ma in un Blog.....ergo, posso gridare la verità dai tetti! :-D

    RispondiElimina
  51. Veramente, non se ne puo piu, che scandalo infinito.

    RispondiElimina
  52. pizzi e pizzetti, cotte e rocchetti, trasparenti e ricamati come matrone del '700 francese...
    gay mancati o repressi, donne più che mancate... acide e acerrime omofobe.... di tutto di più...
    messe in latino e improperi in vernacolare locale... devozioni e venerazioni, baci di anelli e genuflessioni con collo storto, tutto ad majorem Dei gloriam ( o majorem propriam vanitas? ) 
    Auspice il Romano Pontefice (er Papa come dicono a Roma) è tutto un pullulare di figure strane e stranite, casi umani... per lo più disadattati sociali, tutti tic nervosi, manie e ossessioni, fissati su cose del tutto marginali o superate dalla storia... tutto mischiato a fanatismo tridentino e nostalgicismo ante-conciliare... di Cristo nemmeno l'ombra, del Vangelo manco parlarne... ignoranza totale di Scrittura ed esegesi, di teologia e storia, solo nozionismo e catechismo, esperti di galero, di fiocchi, di fascie e frange, di porpore e araldiche episcopali, di dogmi come di sete moiree, di berrette come di reliquie, di scarpe con le fibbie, di tiare e di flabelli, di ostie sante con manutergoli e amitti, corporali inamidati e candelabri, un gran circo delle vanità e delle nullità...
    Questo sarebbe il Rinnovamento della Liturgia nel solco della tradizione?
    Dio ce ne liberi subito!
    Morto Giovanni Paolo II è venuto l'inferno, con tutti i suoi diavoli che vestono ogni tipo di pizzo...
    NON AMANO NIENTE E NESSUNO, SOLTANTO LA LORO VANITA' E L'IDEA FISSA DI ESSERE CIO' CHE DI MEGLIO DIO HA CREATO IN TERRA... MA NON SANNO CHE CONTANO UN FICO SECCO O COME UNA FOGLIA CHE IN BREVE CADRA' DAL SUO RAMO D'INVERNO... SPAZZATI VIA DALL'INCALZARE DELLA STORIA, DELLA MODERNITA' VIVA... DESTINATI AD UN MUSEO TRISTE E PIENO DI POLVERE... CERTO CRISTO VIVO VIVRA' ANCORA E SEMPRE, NONOSTANTE LORO E I LORO PAPI MUMMIFICATI...
    CRISTO VIVO, MENTRE LORO SONO MORTI AMBULANTI CHE VAGANO TRA CHIESE E ALTARI...
    "Lasciate pure che i morti seppelliscano i loro morti!..." (Luca, 9 v. 60)
    Amen

    RispondiElimina
  53. <span>Morto Giovanni Paolo II è venuto l'inferno, </span>
    ah sì  ?
    e scusi, tanto per capire la sostanza delle sue parole, che son più improperi e insulti immotivati a iosa lanciati su tutti i bloggers, che non argomenti seri.....
    dica un po' : sotto il pontificato di GPII,   in che cosa consisteva il   "paradiso"   ?
    me lo può descrivere e analizzare, per favore, codesto paradiso che abbiamo perduto  ?

    RispondiElimina
  54. Salvianus massiliensis27 giugno 2011 07:03

    Gent. Joannes, i casi "psichiatrici" il buon Dio li distribuisce equamente, così, come direbbe S. Agostino(de dono perseverantiae), sia dall'una che dall'altra parte, con pazienza, si possa esercitare la carità. Stia sereno: noi possiamo molto, solo Dio può tutto.

    RispondiElimina
  55. Joannes, quando lei dice "Cristo vivo", a quale Cristo si sta riferendo ? mica per caso a Nostro Signore quando dice: "Guai a coloro per colpa dei quali avvengono gli scandali " ?
    o quando S. Paolo (1 Corinzi) avvisa:
    <span>Non v'illudete; né fornicatori, né idolatri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio,</span>
    parlando -mi pare- in nome di Gesù Cristo, si vede che Joannes non è d'accordo con S. Paolo......
    ......o secondo l'ill.mo Joannes blogger sarebbe contrario al Vangelo anche S. Paolo , che non può capire la   "modernità viva" di cui lui qui sta sproloquiando ? quella modernità di certi pastori che  ci spacciano i peccati di sodomia sbandierati come conquiste di una nuova Chiesa "aperta e caritatevole" anche verso il demonio, e dei preti e prelati emancipati, testimoni di un cristianesimo "vivo e moderno", mentre Gesù che muore sulla Croce per i peccati degli uomini, e per riscattarci  dall'INFERNO, ovvero dannazione eterna, sarebbe una favola del 700, un cristianesimo morto e sepolto....
    e ci vogliono convincere che condannare  il<span> peccato </span>come offesa a Dio e ai suoi comandamenti , e come causa della Passione e Morte di Nostro Signore, che da noi ancora viene crocifisso e ferito al Cuore, rappresenti un "pregiudizio", come di insegna questo ill.mo vescovo di cui sopra, che vuole benedire e santificare l'unione peccaminosa ?
    ....ah, ma se ha parlato un ill.mo joannes, vuol dire che "tutto è nuovo sotto il sole":   il PECCATO che gridava vgendetta al cospetto di Dio, oggi si chiama "cosa santa" ! il Vescovo Lopez benedice, e il blogger joannes sottoscrive e controfirma, con un segno di croce per giunta, (ma è un prelato anche lui, per caso?....): ma io le consiglio di vergognarsi, egr. blogger, dell'empietà e STOLTEZZA che dimostra oggi lei, come chi non sa più dove stanno di casa il peccato, la Grazia, il Vangelo e il Santo e Divino Sacrificio di Nostro Signore Gesù Cristo, morto in Croce per espiare i nostri peccati, soprattutto quelli di abominevole lussuria e impurità  !
    e questo sarebbe invece il rinnovamento esaltato dai suoi pari e compari ?
      il peccato diventa via di santità gradita a Gesù Cristo  ? ?   ma lei si rende conto delle mostruosità che pretende di avallare, una Chiesa viva, non mummificata, che benedice il peccato ? ?
    quindi i Santi e i Papi santi sarebbero mummie....e la Comunione dei Santi che sarebbe  ?
    ...ah, ma dimenticavo:   concilium docet, la Chiesa è nata nel 1962.
    Quella di 19 secoli di santi e martiri è solo una "mummia" ! qui oggi da joannes dobbiamo imparare chi sono i nuovi santi, portaotri del "Cristo vivo": i grandi peccatori impenitenti che vogliono il riconoscimento della "dignità" del loro peccato  !
    Kyrie eleison

    RispondiElimina
  56. <span>Joannes, quando lei dice "Cristo vivo", a quale Cristo si sta riferendo ? mica per caso a Nostro Signore quando dice: "Guai a coloro per colpa dei quali avvengono gli scandali " ?  
    o quando S. Paolo (1 Corinzi) avvisa:  
    <span>Non v'illudete; né fornicatori, né idolatri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio,</span>  
    parlando -mi pare- in nome di Gesù Cristo, si deduce che Joannes non è d'accordo con S. Paolo......  
    ......o secondo l'ill.mo Joannes blogger sarebbe contrario al Vangelo anche S. Paolo , che non può capire la   "modernità viva" di cui lui qui sta sproloquiando ? quella modernità di certi pastori che  ci spacciano i peccati di sodomia sbandierati come conquiste di una nuova Chiesa "aperta e caritatevole" anche verso il demonio, e dei preti e prelati emancipati, testimoni di un cristianesimo "vivo e moderno", mentre Gesù che muore sulla Croce per i peccati degli uomini, e per riscattarci  dall'INFERNO, ovvero dannazione eterna, sarebbe una favola del '700, un cristianesimo morto e sepolto....  
    e ci vogliono convincere che condannare  il<span> peccato </span>come offesa a Dio e ai suoi comandamenti , e come causa della Passione e Morte di Nostro Signore, che da noi ancora viene crocifisso e ferito al Cuore, rappresenti un "pregiudizio", come ci insegna questo ill.mo vescovo di cui sopra, che vuole benedire e santificare l'unione peccaminosa ?  
    ....ah, ma se ha parlato un ill.mo joannes, vuol dire che "tutto è nuovo sotto il sole":   il PECCATO che gridava vendetta al cospetto di Dio, oggi si chiama "cosa santa" ! il Vescovo Lopez benedice, e il blogger joannes sottoscrive e controfirma, con un segno di croce per giunta, (ma è un prelato anche lui, per caso?....): ma io le consiglio di vergognarsi, egr. blogger, dell'empietà e STOLTEZZA che dimostra oggi lei, come chi non sa più dove stanno di casa il peccato, la Grazia, il Vangelo e il Santo e Divino Sacrificio di Nostro Signore Gesù Cristo, morto in Croce per espiare i nostri peccati, soprattutto quelli di abominevole lussuria e impurità  !  
    e questo sarebbe invece il rinnovamento esaltato dai suoi pari e compari ?  
      il peccato diventa via di santità gradita a Gesù Cristo  ? ?   ma lei si rende conto delle mostruosità che pretende di avallare, una presunta Chiesa "viva", non mummificata, che benedice il peccato ? ?  
    quindi i Santi e i Papi santi sarebbero mummie....e la Comunione dei Santi che sarebbe  ?  
    ...ah, ma dimenticavo:   concilium docet, la Chiesa è nata nel 1962.  
    Quella di 19 secoli di santi e martiri è solo una "mummia" ! qui oggi da joannes dobbiamo imparare chi sono i nuovi santi, portatori del "Cristo vivo": sono i grandi peccatori impenitenti che vogliono il riconoscimento della "dignità" del loro peccato  !  
    Kyrie eleison</span>

    RispondiElimina
  57. ...forse l'omosessuale è semplicemente una persona come gli altri che HA IL DIRITTO di vivere semplicemente la propria vita sessuale come il cuore gli dice...

    RispondiElimina
  58. ...nelle famiglie la percentuale di abusi verso i minori è dell'86 %  verso bambine...non si potrebbe ritornare ai roghi come nei santi tempi in cui c'era più rispetto per le bolle romane?...supponiamo che sia Y % la percentuale di pedofilia nel clero: il clero è il 20 % della popolazione come lo è chi ha avuto e ha esperienze omosessuali? ...quanto è la percentuale di casi di pedofilia in questo 20 % di popolazione?...per favore !!! certe equazioni pedofilia=omosessualità e vicersa sono semplicemente ridicole
    (lascia perdere l'immagine del Cuore sanguinante di Cristo è una immagine terroriza spesso i bambini e dovrebbe sparire anche dagli altari)

    RispondiElimina
  59. <span>
    <p>attrraverso la becera volgarità dei suoi insulti, davvero cristiani ed evangelici (!) ci spieghi lei ospite, che cosa ha capito del Vangelo, più di tutti i cattolici qui presenti:   "santificare"  il peccato e calpestare i 10 comandamenti, questo sarebbe il suo "vero" cristianesimo e il Vangelo che è "altro" ? altro  DI CHE ?
    </p><p>dunque un <span>cristianesimo che approva il peccato, </span>contro tutti i severi ammonimenti di Gesù Cristo, crica la purezza del cuore e dei pensieri, del tipo:
    "Chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore"   ?
    </p><p>secondo l'ospite dal triviale linguaggio, Gesù Cristo, parlando in quel modo, e con tutti i suoi moniti contro il PECCATO, l'avrebbe capito o no il "vero" cristianesimo che solo il triviale ospite conosce ?
    </p></span>

    RispondiElimina
  60. E' incredibile che anche tanti vescovi si facciano dettare l'agenda dall'abile propaganda di una piccola anche se agguerrita lobby, e avallino la sciocchezza che il "matrimonio" gay sia una necessità vitale e indifferibile. In realtà non interessa nemmeno alla stragrande maggioranza degli omosessuali, e dove è stato introdotto (questo non lo dice nessuno) le "nozze" gay sono pochissime.

    RispondiElimina
  61. dubbioso, questa sua affermazione, che si debba far sparire il Cuore di Gesù, è suggerita direttamente da satana, caro amico !  si vergogni: lei sta dimenticando che la Devozione al SAcro  Cuore di Gesù è stata chiesta PERSONALMENTE DA NOSTRO SIGNORE a Santa Margherita Maria Alacocque, con la promessa di aiuto speciale della sua Grazia salvifica connessa alla devozione dei Nove primi Venerdì del mese, cioè la promessa delle perseveranza finale.
    Caro dubbiosol, credo che lei ne abbia un grande bisogno !
    come fa a definirsi cattolico e a dire che il Sacro Cuore debba sparire dalla vista dei cattolici ?
    ma si rende conto dell'obbrobrio che sta dicendo ?
    sicchè le immagini turpi che affollano la TV e  i media, di sconcezze porno e di violenza dilagante dagli schermi, quelle devono continuare a educare i bambini, il Sacro Cuore di Gesù, SANGUINANTE PER I NOSTRI PECCATI, quello secondo lei sarebbe diseducativo ? ?
    MA STA SCHERZANDO ?
    ma qui veramente siamo alla follia collettiva, che si crede "nuovo cristianesimo"....moderno e disincantato, perchè non si capisce più che cos'è il PECCATO, e come abbia causato la Passione e Morte di Nostro Signore ! ma vada a meditare sui Misteri dolorosi, dubbioso, e forse le si chiarirà qualche dubbio di fede, a meno che lei preferisca VIVERE IMMERSO NEL PECCATO !

    RispondiElimina
  62. A me non lo rende. Cosa vorrebbe dire "invertito"? La prima cosa che mi viene in mente è l'inversione di marcia che si fa con la macchina. Ma se uno è sempre stato omosessuale non può essere un invertito, perché è sempre andato nella medesima direzione.

    RispondiElimina
  63. Non è del tutto vero.

    RispondiElimina
  64. C'è del vero in questo post, ma la rappresentazione che si fa dell'ambiente tradizionalista è troppo caricaturale. I lefebvriani, ad esempio, non sono affatto così, anzi, sono molto spartani e per certi versi minimalisti anche in ambito liturgico.

    RispondiElimina
  65. Esegesi trad.di Luca XIII,1-927 giugno 2011 09:22

    <span>a se uno è sempre stato omosessuale non può essere un invertito, perché è sempre andato nella medesima direzione.</span>
    Che è diversa da quella stabilita da Dio e dalla natura E TANTO MI BASTA.

    RispondiElimina
  66. Esegesi trad.di Luca XIII,1-927 giugno 2011 09:35

    <span><span>a se uno è sempre stato omosessuale non può essere un invertito, perché è sempre andato nella medesima direzione.</span> </span>
    <span>Premesso che NESSUNO nasce omosessuale (al massimo si può nascere di sesso incerto, ma è un'altra faccenda ed è oggettivamente rara) quindi ci sarà stato almeno qualche tempo in si è andati verso la direzione giusta, sta di fatto che stiamo parlando di una direzione che
     è in contrasto con quella stabilita da Dio e dalla natura e non funzionale agli scopi per i quali è stata creata. E TANTO MI BASTA.</span>

    RispondiElimina
  67. Esegesi trad.di Luca XIII,1-927 giugno 2011 09:36

    <span>Nostro Signore Gesù Cristo, e non questo o quel Santo, ha detto anche "Non giudicate", </span>
    Le persone, ma gli atti sono quelli che sono.

    RispondiElimina
  68. Esegesi trad.di Luca XIII,1-927 giugno 2011 09:39

    Scusa, ma  a chi ti rivolgi?

    RispondiElimina
  69. Esegesi trad.di Luca XIII,1-927 giugno 2011 10:03

    Dio e la natura, quali scopi hanno assegnato alla vita sessuale? Penso che ben pochi (tra costoro quella strana figura di Veronesi, che  non apprezzo come medico, figurarsi come guru) avranno di coraggio di dire che ogni altro scopo non è secondario rispetto alla procreazione. Ciò che non è funzionale, nemmeno in remota ipotesi a tale scopo PRIMARIO, è uno di quei peccati di cui, come ricorda il Catechismo, Dio non aspetta l'altra vita per punirli.
    Ed anche tra  gli etero, la vita sessuale ha senso ed è benedetta, solo nel quadro di un matrimonio legittimo. Vivere la propria vita sessuale in modo diverso, non è bene.

    RispondiElimina
  70. L'insulto è la reazione di chi non ha argomenti...

    RispondiElimina
  71. mi riferivo all'immagine che troneggia in tanti altari e santini...come quella della Madonna con tutti i pugnali nel petto: NON PARLAVO DEL VALORE del simbolo...per favore

    RispondiElimina
  72. ovviamente è una opinione codesta distinzione fra scopo primario e secondario: i meccanismi biologici funzionano in maniera un po' diversa...gli ormoni controllano come un orologio la nostra vita (ad esempio quando l'insulina scarseggia l' uomo perde senza appello il controllo della propria vita biologica e mentale..). La sessualità non è stata creata per  la procreazione ma non solo altrimenti si ritorna ai tempi in cui un rapporto sessuale non orientato ad un concepimento era "peccato" e le madri si confessavano per purificarsi (da che cosa???) mentre padrini e madrine battezzavano il loro figlio: mi ricordo di un libercolo che credo di avere ancora in soffitta in cui si specificano anche le posizioni lecite e meno lecite per fare l'amore...

    RispondiElimina
  73. ".... inoltre nell'80% degli <span>abusi sessuali dei preti</span> la vittima era UN MASCHIO....  
    ergo, l'uso del termine pederasta, per quanto triste e crudele e da non generalizzare per quel 20% che resta, è una verità incontestabile...."  
    Mi perdoni, ma se lo scopo di questa sua frase non è quello di fare un esempio di come la pederastia sia collegata all'omosessualità<span> utilizzando gli scandali sessuali che hanno colpito i sacerdoti come mezzo dimostrativo della suddetta proposizione</span>, forse non sono io che non so leggere, ma lei che deve  spiegarsi meglio.
    Tra l'altro, io non ho scritto che lei sosteneva  che i preti sono pedofili (per quanto, come si evince nelle righe che ho riportato sopra, ne ha indubbiamente scritto), ho semplicemente fatto una <span>similitudine</span> ( può trovare un'esaustiva definizione del termine su qualsiasi dizionario, che le spiegherà che non comporta il dire "questo è perfettamente uguale all'altro", ma "questo ha alcune caratteristiche dell'altro") tra la tendenza di dipingere l'omosessualità in toto come propensa alla pedofilia che hanno alcuni credenti, con la tendenza a dipingere i preti in toto come pedofili da parte di alcuni atei, suggerendo che forse era meglio evitare.
    Il caso dei salesiani indegni me lo ricordo, e ricordo anche che per stessa ammissione del superiore i rapporti illeciti erano dovuti allo stare sempre tra uomini in ambienti ristretti, esattamente come nelle carceri o nei collegi. Lì sono delle pulsioni che, non essendo controllate, si attaccano a quello che c'è nelle immediate vicinanze, non dell'omosessualità che degenera in pedofilia, anche perché presumo che parecchi non sarebbero mai andati con persone dello stesso sesso se avessero avuto persone di sesso diverso intorno, quindi non sono definibili omosessuali.
    Due cose infine: 
    -l'opinione di Sua Eminenza Bertone è ovviamente da tenersi come venerabile, ma non è quella ufficiale della Chiesa, meno che mai su questioni che esulano dal campo relligioso, come la psicologia, che è una scienza pasticciona e imprecisa. Ci vuole cautela nel parlare di omosessualità in campo psicologico, che è parecchio diviso sull'argomento, altrimenti si ricade nel caso Galileo.
    - Lei è terziaria domenicana, perché non prova a chiedere a padre angelo, di amicidomenicani.it, se il cosìdetto amore platonico, o amicizia intensa che può addirittura superare l'amore del marito per la moglie, è davvero impossibile tra due persone dello stesso sesso, purché non ci sia coinvolgimento erotico, come ho chiesto io? perché, se ci può essere vero amore, lei si rende ben conto che allora non se ne può fare tranquillamente a meno, perché l'amore è segno di Dio. E se ci può essere vero amore, allora non tutti hanno necessariamente pulsioni perverse verso i minori connaturate a sè, non più di quelle di un eterosessuale normale verso un minore di sesso opposto. Secondo il mio modesto parere, e sottolineo parere, per evitare di far sembrare che dia un giudizio, è che lei attua l'equivalenza del professor Nicolosi, cioè omosessuale=malato, sempre.  Sua posizione in psicologia, la tenga pure, ma eviti di farla passare come pietra miliare della dottrina cristiana. Per altro, la convinzione che i peccatori siano in realtà dei malati è della chiesa ortodossa, non della VERA Chiesa di Cristo.   Nella Chiesa Cattolica si ritiene che l'uomo pecchì perché cerca di accrescere la propria felicità al di fuori delle regole, come Lucifero( le suggerisco di leggere La caduta del Diavolo di S. [...]

    RispondiElimina
  74. Esegesi trad.di Luca XIII,1-927 giugno 2011 11:13

    Amico.
    a) studia il catechismo;
    b) studia la storia della Chiesa;
    c) la purificazione delle mamme è un antichissimo e commovente rito, di origine biblica, cui si sottopose anche la Madonna, che non ha attinenza diretta con la confessione e che noi tradizioanlisti continuiamo a celebrare (anche mia moglie);
    INFINE, ma lascia che le briciole che cadono dalla mensa nutrano i cagnolini, ovvero, con tanti siti raeliani, modernisti, etc., che hai a disposizione per diffondere il tuo Verbo, ti prego, lasciaci questo spazio.

    RispondiElimina
  75. Esegesi trad.di Luca XIII,1-927 giugno 2011 11:15

    dopo di lei!

    RispondiElimina
  76. Se nessuno nasce omosessuale, allora non nasce nemmeno eterosessuale. E poi che c'entra il sesso con cui si nasce con la tendenza sessuale?

    RispondiElimina
  77. Dimenticavo di aggiungere che, se è vero che tra il clero tradizionalista c'è una non precisata percentuale di   omosessuali, "omofobi" anche perché repressi, almeno questi si reprimono!  I preti ed i seminaristi modernisti, a quanto pare, si reprimono ben poco.

    RispondiElimina
  78. Esegesi trad.di Luca XIII,1-927 giugno 2011 12:53

    Si nasce MASCHIO o FEMMINA!
    La tendenza sessuale è solo quella funzionale allo scopo naturale, ovvero quella scritta nella conformazione fisica, ovvero quella destinata ad avere espressione/realizzazione compiuta nella riproduzione, nel quadro di un matrimonio legittimo.
    Tutto ciò che non è riconducibile a tale configurazione, è ANOMALIA, quanto meno morale.

    RispondiElimina
  79. non ho nessuna pretesa di diffondere nessun verbo (e per favore nell'ironia usa la parola minuscola) semplicemente racconto le mie opinioni e a volta ascoltando gli altri le cambio anche ... la purificazione aveva una giustificazione di igiene come moltissime delle norme dell'antico testamento che sono diventate riti o norme giuridico morali (ad esempio la circoncisione ).
    Nel catechismo non c'è scritto quali sono le posizioni "lecite" (e spero che non ci sia mai stato scritto neanche nel passato)

    RispondiElimina
  80. Esegesi trad.di Luca XIII,1-927 giugno 2011 19:42

    <span>mi riferivo all'immagine che troneggia in tanti altari e santini...</span>
    Scusi,
    ma lei chi è?
    Adel Smith o Gad Lerner?

    RispondiElimina
  81. Esegesi sembra essere sicuro che una persona non nasca omosessuale. eppure al di là dei diversi studi scientifici che dimostrano il contrario (e del fatto che se c'è gente che il propio orientamento sessuale si suicida vuol dire che se potessa cambierebbe volentieri...) lo stesso Benedetto XVI lascia aperta l'ipotesi che l'orientamento sessuale sia una cosa innata nell'uomo (cfr, Luce nel mondo)
    Sembre nel libro il papa precisa:
    ...un conto è il fatto che sono persone con i loro problemi e le loro gioie, e alle quali, in quanto persone, è dovuto rispetto, persone che non devono essere discriminate perché presentano quelle tendenze. Il rispetto per la persona è assolutamente fondamentale e decisivo...

    Credo sia indubbio che l'utilizzo del termine invertito rivesta una connotazione offensiva e insultante.

    RispondiElimina
  82. E lo so, ma che chi vuoi fare? La <span>carità cristiana</span> impone che si usi il termine "invertito" per meglio alimentare i sensi di colpa di chi, tra l'altro e spesso, non è nemmeno soddisfatto del suo orientamento sessuale.

    RispondiElimina
  83. Ah, dimenticavo. Ma tu, "Esegesi"boccadoro, le persone affette da handicap, come le chiami? Storpi? Sciancati?  Errori della Natura? Esseri deformi?
    D'altronde, anche questi sono degli "invertiti" rispetto alle persone sane e normali...

    RispondiElimina
  84. forse il sito più adatto alle tue opinioni è quello di pontifex (se non lo chiudono prima per vilipendio all'intelligenza umana e eccesso di imbecillagine orientata a distruggere il Vangelo)

    RispondiElimina
  85. Esegesi trad.di Luca XIII,1-928 giugno 2011 12:06

    S<span>econdo natura il corpo dell'uomo è fatto per unirsi con quello della donna e viceversa: non c'è bisogno di conoscere a fondo l'anatomia e la fisiologia umana per constatare questa banale evidenza, e non c'è neanche bisogno di scomodare la fede per riconoscerla. Lop sapete che esiste una nutrita schiera di omosessuali “dubbiosi” che vorrebbe liberarsi dalla schiavitù del sesso contro natura? Perché i media, spesso talvolta complici delle lobby gay, non dicono che in Italia e nel mondo, migliaia di omosessuali si sottopongono a terapie psicologiche riparative il cui effetto è la “guarigione” di circa un terzo dei “pazienti”? Se non si rispetta la verità sull’uomo, vale a dire l’allontanarsi dalla legge naturale il solo effetto si chiamerà infelicità, già su questa terra e, se non ci si pente, forte rischio di dannazione eterna.</span>

    RispondiElimina
  86. Esegesi trad.di Luca XIII,1-928 giugno 2011 12:09

    Ti consiglio di fare un turno di Esercizi di Sant'Ignazio. Ti chiarirà le idee.

    RispondiElimina
  87. Esegesi trad.di Luca XIII,1-928 giugno 2011 12:11

    <span>Il rispetto per la persona è assolutamente fondamentale e decisivo.</span>
    Infatti, la prima e più importante forma di rispetto è ricordare che si è su una strada sbagliata. Confermare nell'errore è una violazione del QUINTO COMANDAMENTO: NON AMMAZZARE!

    RispondiElimina
  88. Ma una donna omosessuale avrebbe più possibilità di diventare un sacerdote che un effeminato? Perchè la donna sarebbe un maschio in incognita, mentre l'uomo gay una femmina in incognita, non è poi che si rischia di essere misogeni senza accorgercene? Non è che poi alla fine il sacerdote lo fanno sempre e solo i maschi che essi abbiano una sembianza maschile o femminile? Spero poi che le donne prete non omosessuali usino il clergyman, mica le femministe avranno lavorato tanto per poi vedere le donne di nuovo con le gonne lunghe e nere, no?

    RispondiElimina
  89. Esegesi trad.di Luca XIII,1-928 giugno 2011 20:50

    Sta di fatto che le pastoresse anglicane etero, spesso si lamentano di essere discrimate da un piccola ma attiva lobbye di pastoresse "Saffo 's sisters".

    RispondiElimina
  90. mi dispiace molto se Vi ho ferito... sono un uomo mite, in genere portato per naturale disposizione al dialogo e al rispetto, ma le vostre invettive di fanatici cattolici romani, mi hanno fatto peredere la calma episcopale... scusate e abbiate un po' di saggezza infine!...

    RispondiElimina
  91. ridicolo: TOGLIERGLI IL GALERO... MA IL GALERO NON ESISTE PIU' DAL 1965 !   AHAHAHAH
    ESISTE ANCORA LA GALERA!  O:-)

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.