venerdì 20 maggio 2011

Kiko consultore per la Nuova Evangelizzazione

Messa neocatecumenale


Chissà come saran contenti i vescovi giapponesi, oppositori del Cammino Neocatecumenale, che già si ritrovano Filoni, grande protettore del Cammino kikiano, quale loro nuovo "superiore", Prefetto di Propaganda Fide. Dal bollettino 19 maggio 2011 della Sala Stampa della S. Sede:


 
Il Santo Padre ha nominato Consultori del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione i Reverendi: Mons. Fernando Ocáriz (Spagna), Vicario Generale della Prelatura personale dell'Opus Dei; Don Pascual Chávez Villanueva (Messico), Rettore Maggiore della Società Salesiana di S. Giovanni Bosco, Presidente dell'Unione dei Superiori Generali; Sac. Julián Carrón (Spagna), Presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione, Consigliere ecclesiastico dell'Associazione ecclesiale Memores Domini; P. François-Xavier Dumortier, S.I. (Francia), Rettore Magnifico della Pontificia Università Gregoriana in Roma; Sac. Pierangelo Sequeri (Italia) [l'autore di Symbolum '77: "Tu sei la mia vita, altro io non hoooo"], Vice Preside e Docente ordinario di Teologia fondamentale presso la Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale, Docente incaricato di Estetica del sacro presso l'Accademia delle Belle Arti di Brera, Milano; Suor Sara Butler (Stati Uniti d'America), dell'Ordine delle Missionary Servants of the Most Blessed Trinity, Docente di Teologia dogmatica presso l'Università St. Mary of the Lake, Seminario di Mundelein; Suor Mary Lou Wirtz, F.C.J.M. (Stati Uniti d'America), Superiora Generale delle Figlie dei Sacri Cuori di Gesù e Maria, Presidente dell'Unione Internazionale delle Superiore Generali; e gli Illustrissimi Signori: Dott.ssa Chiara Amirante (Italia), Fondatrice e Responsabile dell'Associazione "Nuovi Orizzonti"; Sig. Kiko Argüello (Spagna), Responsabile dell'Équipe Internazionale del Cammino Neocatecumenale; Prof.ssa Lucetta Scaraffia (Italia), Docente di Storia contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università La Sapienza in Roma.


Una cerimonia neocatecumenale:

555 commenti:

  1. Roberto Martelli20 maggio 2011 11:35

    Bello il saltarello!

    RispondiElimina
  2. Azio Conte di Inveruno20 maggio 2011 11:40

    Aspetto il commento di Enzo G. Castellari.

    RispondiElimina
  3. <span>Caro Signor Enrico cari amici che scrivete su questo blog tradizionalista come mai la nomina di Kiko Arguello come consultore del Dicastrero sulla Nuova Evangelizzaizone vi da tanto fastidio</span>?Se il Papa lo permette signifca <span>che tanto eretico non è</span>!!Poi ho la sensazione che la foto che pubblicate <span>sia un falso o comunque una foto ironica </span>normalmente non mettiamo quello scialle.A proposito comunque della <span>NUOVA EVANGELIZZAZIONE</span> vorrei chiedervi:<span>Cosa intendete fare per la NUOVA EVANGELIZZAIZIONE</span>?Vi ricordo quanto ha detto Papa Benedetto XVI in occasione dell'ultima udienza del 17 gennaio 2011 a questo proposito:

    "<span>Come ho scritto nell’Esortazione apostolica Verbum Domini, “<span>la missione della Chiesa non può essere considerata come realtà facoltativa o aggiuntiva della vita ecclesiale</span>. Si tratta di lasciare che lo Spirito Santo ci assimili a Cristo stesso […] in modo da comunicare la Parola con tutta la vita” (n. 93). <span>Tutto il Popolo di Dio è un popolo “inviato” e l’annuncio del Vangelo è un impegno di tutti i cristiani,</span> come conseguenza del Battesimo (cfr ibid., 94). Vi invito a soffermarvi sull’Esortazione Verbum Domini, riflettendo, in modo particolare, dove, nella terza parte del Documento, si parla de “<span>La missione della Chiesa: annunciare la Parola di Dio al mondo” (</span>n. 90-98). Cari amici, sentiamoci partecipi dell’ansia di salvezza del Signore Gesù, della missione che Egli affida a tutta la Chiesa. La Beata Vergine Maria, che ha ispirato il vostro Cammino e che vi ha dato la famiglia di Nazareth come modello delle vostre comunità, vi conceda di vivere la vostra fede in umiltà, semplicità e lode, interceda per tutti voi e vi accompagni nella vostra missione. Vi sostenga anche la mia Benedizione, che di cuore imparto a voi e a tutti i membri del Cammino neocatecumenale sparsi nel mondo".</span>
    <span></span>
    <span></span>
    <span>Cari amici tradizionalisti  prendetevi tutta la tradizione che volete e seguite tutte le Messe Tridentine che volete,ma l'invito del Papa alla Nuova Evangelizzaizone,non è riservato solo al Cammino Neocatecumenale,ma a tutta la Chiesa e a tutti i battezzati <span>quindi anche a voi!!</span></span>
    <span><span></span></span>
    <span><span>Insomma datevi da fare non basta andare solo alla Messa!</span></span>

    RispondiElimina
  4. <span>Stare alla finestra e criticare è troppo facile ma oltre alla partecipazione alla Messa bisogna impegnarsi nello sforzo di evangelizzaizone ella Chiesa.Quello che vivete nella Messa siete chiamati poi a testimoniarlo con la vita ma anche con le parole e l'annuncio.Allora datevi da fare,uscite dalle Chiese anche voi,il cristianesimo non consite solo nel partecipare alla Messa ma anche nell'andare in cerca della pecora perduta e di andare verso i lontani cioè coloro che non conoscono Gesù Cristo.Su questo si misurerà l'auteticità della vostra fede.</span>

    RispondiElimina
  5. ma che video -- sempba che quella sia una celebrazione come scritto sulla didascalia - non lo è!
    data un'informazione sbagliata sapendo di darla !
    quello che si vede nel video non so cosa sia ma non è una CELEBRAZIONE - scusate sono puntiglioso ma non troppo!

    RispondiElimina
  6. infatti se si va a vedere il video su YOU TUBE c'è scritto "La notte delle notti la Santa Pasqua dopo la celebrazione in chiesa siamo scesi giù nei saloni ..."
    E allora !! come la mettiamo ? cari amici ?
    Correttezza dell'informazione !

    RispondiElimina
  7. e anche quella foto con didascalia "messa neocatecumenale" - ma cosa scrivete????
    ma io non ho parole per come andate a modificare la realtà - scrivete le didascalie giuste per favore !

    RispondiElimina
  8.  fede e evanglizzazione da cattolici apostoloci romani, non da ciacioni!!!

    RispondiElimina
  9. DON MORSELLI...anche in questo caso bisogna invocare la "SACRAS POTESTAS" ???? Perché non fa un bell'alrticolo sul "Munus" petrino dell chiavi, in sostegno a questa nomina?

    RispondiElimina
  10. <span>Vorrei segnalare al Signor Enrico che è incorso in un errore!</span>
    <span></span>
    <span></span>
    <span>Il filmato che  ha pubblicato  non è relativo ad una celebrazio della Messa delle Comunità Neocatecumenali.</span>
    <span></span>
    <span>Il filmato ritrae il momento dell'agape fraterna che si svolge al termine della veglia Pasquale la quale,tra l'altro,dura tutta la notte fino all'alba come nella Chiesa primitiva.Il momento che si vede non è una celebrazione neocatecumanele come con malizia e scarsa onestà intellettuale sostiene il Sognor Enrico   </span>
    <span></span>
    <span></span>
    <span>Questo è l'ennesima prova della disinformazione e mistificazione e della scarsa serietà di questo blog.</span>

    RispondiElimina
  11. Caro Enrico sia serio faccia informazione in modo serio,non mistifichi le cose !!

    RispondiElimina
  12. Caro ciacione,
    la Chiesa (evidentemente quella preconciliare) convertirono al cattolicesimo le Americhe, parte dell'Asia e dell'Africa, l'Oceania e l'Europa intera. Quindi non é che i Neocatecumenali o l'attuale Papa abbia inventato l'acqua calda. Semplicemente, secondo la Tradizione costante della Chiesa, ripropongono la Missione a i battezzati di oggi. Sul metodo migliore per portare il messaggio penso che invece si potrebbe discutere a lungo...

    RispondiElimina
  13. Quel "normalmente non mettiamo quello scialle" mi preoccupa alquanto.

    RispondiElimina
  14. insalatona mista20 maggio 2011 12:32

    l'accostare Ocàriz ad Arguello è segno di come vanno le cose in Vaticano...

    RispondiElimina
  15. Caro Ciacione, prima di tutto viene la Messa, che è il cuore, la fonte di ogni cosa, l'incontro con Gesù Cristo; da lì viene la nostra professione di fede, improntata sull'unico e vero insegnamento dell'unico e vero Maestro. Da questa professione di fede parte la nostra vita cristiana e dunque il nostro modo di porci - cristianamente - nei confronti del mondo: e cioè, la nostra vita, il nostro lavoro, lo studio, il rapporto con il prossimo, ecc... Da qui, seguendo questa successione, arriviamo all'evangelizzazione, che si ha mettendo in collegamento il nucleo, cioè il culto, con l'azione di amore verso gli altri, lontani o pecorelle smarrite.

    Se la prima cosa non è l'incontro con Dio, attraverso l'Eucaristia, attraverso la preghiera e la vita di fede, quale evangelizzazione si spera di fare?

    E se quel culto ha qualcosa di anomalo e fuorviante, non sarà che rischiamo - pur in buona fede - di portare un'evangelizzazione fuorviata?

    RispondiElimina
  16. "Munus regendi Ecclesiae", "tota et totaliter", "prima sedes a nemine iudicatur" che bei paroloni!...peccato che valevano solo per il motu proprio e realtiva istruzione della liturgia antica...vero? Se la sente di invocare la suprema potestà di fronte alla nomina pontificia di una persona in odore di ultramodernismo per non parlare di eresia?

    RispondiElimina
  17. Caro amico permettimi di dire che che le tue sono chiacchiere e abbiamo bisogno di testimonmi non di chiacchieroni.Puoi discutere quello che ti pare ma datevi da fare  non è più tempo di restare nelle sagrestie.In ogni caso anche sulla evangelizzaizione a cui alludi cioè quella prima del Vaticano II e sui suoi metodi e alla conversione delle americhe si può discutere.Non tutto quello che la Chiesa ha fatto nella evangelizzaizione dell'America è trasparente.Anzi forse fu usata più la spada che altro.Comunque bando alla chiacchiere l'evangelizzaione è anche compito vostro.  

    RispondiElimina
  18. Ma allora anche i Neocat leggono i blog tradi!!!! Fingono disinteresse ...e poi tutti lì col canocchiale puntato!

    Sì, magari "normalmente" non userete lo scialle; certamente la danza si fa dopo l'"ite missa est"...dunque non è una celebrazione...(a parte il fatto che se vi decideste a pregare in luoghi consacrati e non nei retro-bottega parrocchiali, quella danza sarebbe sacrilega ante, in e post missam)...etc.

    Ma non crediate di avere a che fare con sciocchi osservatori sprovveduti e in mala fede. Ciò che accade durante la vostre celebrazioni può essere osservato attraverso migliaia di filmati e, se si riesce a forzare il posto di blocco, anche di persona (ché il metodo autoptico è sempre il migliore per rendersi conto delle cose). E vi assicuro che un cattolico "normale" ne rimane scioccato.

    RispondiElimina
  19. Ah davvero ti preoccupa e perchè?Io non l'ho mai usato,nè ho mai visto usarlo in nessuna occasione.E' un altra bella mistificazione del Signor Enrico.Questa è la serieta di questo blog?

    RispondiElimina
  20. bella sta cosa....questa danza. mi sembra un programma di recupero di una clinica psichiatrica...

    RispondiElimina
  21. <span>Si ma anche la foto non è della Messa delle Comunità Neocatecumenali</span>.La foto che ritrae quel Signore <span>con lo scialle ebraico non è una Messa</span> Neocatecumenale.Anzi mi puzza tanto di <span>falso o di scherzo</span>.Ma certamente <span>non è la Messa</span>.Il <span>Signor Enrico è in malafede </span>e sta cercando di mistificare le cose.Non è serio fare queste operazioni di mistificazione.<span>L'informazione deve essere seria.</span>

    VERGOGNA!!

    RispondiElimina
  22. «<span>E se quel culto ha qualcosa di anomalo e fuorviante, non sarà che rischiamo - pur in buona fede - di portare un'evangelizzazione fuorviata?</span>»

    Ciacione piacerebbe a tutti avere una tua replica su questo punto.

    RispondiElimina
  23. Peter Moscatelli20 maggio 2011 12:53

    Perfettamente d'accordo, spirito missionario ci vuole!

    RispondiElimina
  24. Se il serafico Padre Pio oggi fosse ancora vivo (magari!) cosa potrebbe rispondere se qualcuno gli dicesse di celebrare la Santa Messa come la celebra il cammino? Cosa risponderebbe a chi gli dicesse di "darsi una mossa, di non restare chiuso nelle quattro mura della Chiesa a confessare e fare penitenza ma di andare in giro per il mondo?". E' chiaro che bisogna evangelizzare, così come è chiaro che questo impegno non è mai venuto meno ai Cristiani da più o meno 2011 anni e quindi non è ammissibile pensare che senza il cammino neocat non si evangelizza...

    In amore con Cristo
    Luigi

    RispondiElimina
  25. Ma sì... continuiamo con questi discorsi! Chiesa pre-conciliare (esisteva una chiesa prima del megaconcilio???) = cattivoni, Chiesa post-conciliare = paradiso terrestre. Che spirito di riconciliazione!!!!

    Trasparenza, caro Ciacione? Da che pulpito... oops forse dovrei usare un'altra immagine, il pulpito è troppo tradizionalista, puzza di medioevo!

    RispondiElimina
  26. Gentile Ciacione, non riesco a trovare un indirizzo in provincia di Verbania o Varese dove partecipare ad un evento del  Cammino, me lo puoi indicare?
    Grazie

    RispondiElimina
  27. Redazione non facciamo pagliacciate togliete quella foto che non è della Messa  dele Comintà Neocatecumenali.Siate seri!!Quel Signore con lo scialle e la tavla imbandita non è una celebrazione delle Comunità Neocatecumenali un po di rispetto per favore!!

    RispondiElimina
  28. <span>Gentile Ciacione, non riesco a trovare un indirizzo in provincia di Verbania o Varese dove partecipare ad un evento del  Cammino, me lo puoi indicare?  
    Grazie</span>

    RispondiElimina
  29. Suonavano i Gipsy Kings?

    RispondiElimina
  30. Azio Conte di Inveruno20 maggio 2011 13:07

    Mi scusi l'apostolato dei N.C. è l'unico che si fa' carico di evangelizzare tutto il mondo? Ma per favore. Queste teorie filo-ebraiche fanno ridere, vorrei solo ricordarvi che la S.Messa Cristiana assomiglia molto più ad una rappresentazione teatrale Greca che alla pasuqa ebraica. L'evangelizzazione secondo lei non è possibile tramite la Celebrazione della S.Messa? benissimo fondatevi la vostra religione e divertitevi a rivivere la pasuqa ebraica tutti i sabati sera mangiandovi agnelli arrosto rigorosamente con le viscere, erbe amare e pane azzimo, così sarete contenti e credo lo sarà anche il vostro palato.

    RispondiElimina
  31. la foto NON è quella di unamessa cnc


    chiedete a MIC, nel suo blog è stato chiarito che non è una messa cnc

    RispondiElimina
  32. contatta www.cammino.info

    RispondiElimina
  33. la foto riguarda la celebrazione della Pasqua Ebraica con i genitori dei comunicandi della Parrocchia San Paolo Apostolo in Crotone

    se anche è una celebrazione, come dicono a scopo catechetico, come immaginare che non ci sia l'influsso neocat?

    Ricordate la bimah, nei seminari RM e tutti gli ambienti di stile sinagogale? Il Tallit (scialle di preghiera) sul leggio, la channucchiàh sull'altare al posto della croce. La Torah nel Tabernacolo nel Santuario della Parola che ha preso il posto della Cappella dell'Adorazione? Elia che viene sulla merkavah (il carro di fuoco, rappresentato sotto la croce astile di foggia esclusivamente neocat) ad ogni Eucaristia?

    Inoltre, anche se non fosse una celebrazione eucaristica, che senso ha proporre ai parrocchiani o a qualunque fedele la celebrazione dell'haggadah ebraica, che per noi è superata?

    Il nostro nuovo esodo, la nostra Terra Promessa sono la Pasqua di Cristo in Croce e il Signore Risorto!
    Il resto sono giudaizzazioni improprie e svianti!

    RispondiElimina
  34. leggi il post più su e smettila di lanciare accuse contro Enrico.
    Il solo fatto che un sacerdote cattolico abbia messo la kippà e il tallit, qualunque tipo di celebrazione stesse facendo, è una pagliacciata e basta.
    Se fossi ebrea mi offenderei.

    RispondiElimina
  35. Sarà....ma secondo me i NC non sono cattolici.

    RispondiElimina
  36. <span>Caro Luigi se Padre Pio fosse ancora in vita ubbidirebbe alla Chiesa che ha approvato il Cammino Neocatecumenale</span>.Non oserebbe mai contraddire il Papa!A me non sembra tu sia Padre Pio nè un frate che fa vita claustrale ma sei un laico o sbaglio?Forse Padre Pio direbbe di non evangelizzare?Non credo proprio!O che devi stare a casa tua per i fatti tuoi mentre tanti restano nell'ignoranza di Cristo?Non credo!!E' tuo dovere annucniare e testimoniare Crosto per il fatto che sei battezzato.Nessuno dice che lo deve fare solo il Cammino anzi ti sto dicendo di darvi da fare di abbandonare la pastorale di mantenimento,di conservazione e di inaugurare una pasrtorale missionaria.La Messa,anche quella Tridentina,termina con la  formula di congedo :"Ite Missa Est"che no n significa slo che la Messa è finita ma che dopo la Messa inizia la Missione!!E questo vale per tutti.

    RispondiElimina
  37. Sig. CIACIONE,

    credo che dal suo post si delinei l'inclinazione della Chiesa modernista:

    L' AZIONE, nella pratica, si prepone all' ADORAZIONE !

    Molti anni fa, con mia moglie, iniziai il Cammino Neocatecumenale e dopo circa due anni ne sono uscito (sicuramente, adesso lei mi dirà che il bello viene dal terzo anno.......pazienza ne farò a meno!!)

    Con le mie orecchie e con i miei occhi, ho notato queste cose:

    - Alle "risonanze" ho sentito dire che l' Eucaristia è il ricordo della Santa Cena.......mi sono ribellato, ma il "Responsabile" mi ha ripreso perché le risonanze spontanee della sorella non andavano corrette.

    - i sacerdoti (chiamati rigorosamente Presbiteri) avevano una semplice funzione strumentale (della serie: servi per consacrare....e poco altro. Spesso siamo andati avanti con un prete nigeriano che a stento parlava italiano)

    - mia moglie si beccò un rimbrotto da una "sorella" perchè, nella sistemazione dei fiori sulla tavola (non riesco a definirla altare....sic) gli stessi non li aveva sistemati come vuole KIKO...........

    - si accettava senza particolare scandalo che stava nascendo una nuova relazione tra due 40enni della comunità entrambi separati e sposati in Chiesa. Poi seppi che entrambi divennero i nuovi responsabili, ma con mia moglie eravamo già fuori.

    - Quando ci staccammo fummo tempestati di telefonate per un mese.......poi il silenzio (meno male!!).....resta il fatto, che quando incontrammo casualmente due persone della comunità per strada al nostro saluto risposero per educazione...ma ormai eravamo due persone non più D.O.C.

    - i catechisti hanno un potere "carismatico" sugli altri che, non lo nego, anche io li ascoltavo molto più rispetto alle omelie dei presbiteri.

    - una volta portai ad un catechista un santino della Madonna di San Luca (Bologna) lo prese tra le mani, lo guardò..poi con un sorrisino di commiserazione me lo ridette.......... SI, lo so, forse io NON sono un vcattolico adulto.

    Troppe troppe cose che non vanno....... anche l'attività parrocchiale ordinaria era vista implicitamente come una pastorale di serie "B" nessuno dei catechisti lo affermava direttamente, ma era diffusa convinzione.........se potessero i Neocatecumenali, trasformerebbero la struttura interna di tutte le parrocchie per il CAMMINO.

    Poi, nella coscienza del Cammino Neocatecumenale c'é uno spostamento verso il fascino dell' Antico testamento/Ebraismo nelle varie sfaccettature che é a dir poco inquietante (basti pensare alla celebrazione di SABATO).

    - Per gli appartenenti al Cammino Neocatecumenale é come se esistesse un solo Concilio, non ho mai sentito un minimo accenno ad un dogma o disposizione relativa ad uno dei venti precedenti Concili, peraltro dogmatici.

    Una cosa buona devo dirla e non con sarcasmo:

    Il Cammino ha il merito di strappare le persone lontane dalla strada e dal pericoloso ATEISMO PRATICO da indifferenza ma poi la qualità della dottrina trasmessa é davanti ai nostri occhi.

    RispondiElimina
  38. Caro amico non sono in grado di aiutarti rivolgiti al sito www.cammino.info ti sapranno dare notizie più certe.

    RispondiElimina
  39. Che cosa orripilante vedere persone adulte e vaccinate che, dopo un ben orschestrato lavaggio del cervello, si mettono a ballare come bambini dell'asilo. E fa ancor più male veder sbattere così stupidamente mani di Sacerdoti, quelle stesse deputate ad amministrare il Santissimo Sacramento. La loro dignità deve essere evidentemente stata pressoché annichilita, se si prestano allegramente ad un ballo così idiota.
    Invece, da medico, a qualcuna delle ragazze che compaiono in quel video, consiglierei una bella visita dall'endocrinologo, per farsi prescrivere una rigida dieta. Con quella stazza rischiano grosso una volta arrivate a 30 - 40 anni. E, soprattutto, rimettendosi in linea potrebbero migliorare un po' il colpo d'occhio estetico nelle serate danzanti, che altrimenti dal semplice ridicolo arrivano a oltrepassare la soglia dello squallore.

    RispondiElimina
  40. Enrico si sarà pure sbagliato ma tant'è che tra le vostre pseudo liturgie e i fiti pasti filo ebraici c'è poca differenza.
    Le vostre biffonate pseudo liturgiche sono sei veri e prorpri sabbah.

    RispondiElimina
  41. Ah davvero non siamo cattolici?E tu sei più cattolico invece?

    RispondiElimina
  42. Ho l'impressione, sempre più accentuata, che il movimento Neocaz più che "La Parola" metta al centro del suo essere "La Chiacchiera".

    In ogni caso, dalle parole di ciacione, sembra quasi che nessuno, a parte Neocaz, faccia Apostolato e Missione.

    Le baggianate insite in tali affermazioni sono evidenti.

    Ed in ogni caso se già duemila anni fa, S. Paolo metteva in guardia dal giudeocristianesimo ed ebioniti vari, un motivo ci sarà.

    RispondiElimina
  43. Rombo di tuono20 maggio 2011 13:52

    A me non piacciono le Messe neocatecumenali. Preferisco i vecchi video di Giggirriva. Ma non mi piacciono neanche quelli che vogliono sempre insegnare al Papa come si fa il Papa. Avrà bene il diritto il Papa di nominare chi c** vuole? O siete tutti Testimoni di Genova ("olé olì la Samp in serie B")?

    RispondiElimina
  44. allora la colpa è del prete

    RispondiElimina
  45. Un amico (ovvero Pietro Il Romano)20 maggio 2011 13:59

    Sì ma in questo video devono essere imbriaghi duri o devono essersi fatti di qualcosa di pesante.

    RispondiElimina
  46. Cos'è che significa Ite Missa Est??? Ma per favore.....

    RispondiElimina
  47. Nel video sembrano delle scimmie danzanti...

    RispondiElimina
  48. Si, non facciamo quanto hai detto... Si potrebbero anche evitare quei girotindi schitarranti e tamburellanti.,,

    RispondiElimina
  49. Sono tante le insulsaggini che dici che neanche ti rispondo.Hai fatto bene a lasciare il Cammino.

    RispondiElimina
  50. Caro Ciacione non metto in dubbio la buona fede, ma il cammino neocatecumenale lascia non poco perplessi le difficoltà che ha avuto con la S. Sede ne sono una prova. Il problema non è il tradizionalismo ma la Tradizione che è una delle fonti della Rivelazione oltre la Sacra Scrittura vedi all'uopo il Catechismo della Chiesa Cattolica. Anche sulla Messa ci sarebbero tente cose da dire: tanto per cominciare ite missa est significa: il sacrificio è compiuto. Ti consiglio di approfondire i temi liturgici (le opere al riguardo di Ratzinger sono istruttive). Comunque preghiamo la Santa vergine che ci tenga sul retto cammino ...

    RispondiElimina
  51. Quel che intendo con culto anomalo è, più che altro, l'interpretazione del Novus Ordo: per quel che so (non è il mio campo, quindi lo dico con prudenza) il Novus Ordo celebrato attenendosi al messale è una Messa valida e degna. Da parte mia ho assistito a celebrazioni così.
    Ma proprio per come il Novus Ordo è fatto, si presta ad una marea di interpretazioni, aggiunte ed invenzioni che lo rendono un culto anomalo: la celebrazione neocatecumenale mi pare sia anomala proprio perché è una di queste divagazioni: dà l'idea di non nascere dall'alto, dall'Eterno, ma dal basso, dall'identità di un gruppo.

    Che poi sia approvato dalla Chiesa... quello è un altro discorso: se n'è parlato e tanti altri sono in grado di parlarne meglio di me.
    Penso comunque che il problema stia assolutamente a monte, molto prima anche del cammino Neocatecumenale.

    RispondiElimina
  52. Caro amico se dovessimo dare ascolto alle perplessità o alle dicerie!!In ogni caso anche sul Summorum Pontificum tanti Vescovi,Cardinali,Sacerdoti,laici hanno perplessità anche forti ma questo cosa significa?L'importante è che il Papa approvi e sostenga il resto è relativo!!

    RispondiElimina
  53. Caro Rex è vero che Ite Missa est significa quello che dici ma significa anche che la Messa continua fuori nel mondo attraverso noi che siamo battezzati e comunicati al Corpo e Sangue di Cristo.Per questo è giusto il detto:Dopo la Messa la Missione altrimenti se ci limitiamo solo alla partecipazione alla liturgia  ma non si traduce poi in testimonianza con al vita e le parole è qualcosa di fine a se stesso.Il Papa ha giustamente ricordato che siamo un popolo di inviati.Tutti i battezzati sono inviati da Cristo per annunaciare il Vangelo.

    RispondiElimina
  54. Salve a tutti.
    Ho notato un dettaglio:
    "suor Mary Lou <span>Wirtz</span>, F.C.J.M. (Stati Uniti), Superiora Generale delle Figlie dei Sacri Cuori di Gesù e Maria e Presidente dell'Unione Internazionale delle Superiore Generali (...) Kiko Argüello (Spagna), Responsabile dell'Équipe Internazionale del Cammino Neocatecumenale".
    Il nome e cgnome completo di Kiko è <span>Francisco (Kiko) José Gómez Argüello Wirtz </span>(v.wikipedia)<span>.</span>
    Coincidenza?

    RispondiElimina
  55. Si caro amico evidentemente ignori che all'estero oltre al cognome paterno si usa anche quello materno.Quindi Kiko Arguello si chiama Wirtz da pare di madre.La suaora credo sia spagnola e credo che il cognome è molto diffuso in Spagna.

    RispondiElimina
  56. Si credo sia un caso di omonimia.

    RispondiElimina
  57. <span>ciacione</span><span></span><img></img> hai indovinato ... sono un povero laico... e ti sembra bene, non sono nè Padre Pio e nè un Frate... Anzi credo che Padre Pio mi prenderebbe a "paccheri" (ceffoni) se mi avvicinassi a lui tanto che sono indegno anche solo di nominarlo... Non voglio entrare sul discorso "Il papa ha approvato il cammino"... bisognerebbe partire dalla storia degli statuti ... L'unica cosa che voglio chiederti, visto che sei mio interlocutore in questo momento... quando tu dici "<span>E' tuo dovere annucniare e testimoniare Crosto per il fatto che sei battezzato.Nessuno dice che lo deve fare solo il Cammino anzi ti sto dicendo di darvi da fare di abbandonare la pastorale di mantenimento,di conservazione e di inaugurare una pasrtorale missionaria" lo dici perchè hai coscienza dell'attività evangelica delle persone laiche e non che non aderiscono a movimenti come quello neocat? Hai un vaga idea di quanti fratelli, anche da soli contro il mondo hanno offerto la propria vita, hanno consacrato interamente il loro essere a Cristo, per portare la buona novella ovunque e morendo da martiri?
    </span>

    RispondiElimina
  58. ciacino del mardunolbo20 maggio 2011 14:55

    Gentil ciacione, vorrei anche io , a questo punto, obbedendo al papa beato ora, B16, cercare una bella comunità neocat. vicino a Milano per eseguire il balletto finale dopo mensa. Mi saprebbe indicare qualche gruppo? Qui continuano alcuni a lagnarsi senza voler mai prendere le decisioni più congrue. Io invece opto per decidere e visto che l'andazzo papale prosegue con ostinazione teutonica verso la teologia rahneriana-hegeliana, obbedientissimo come si conviene ad ogni pecorella, desidero seguire gli orientamenti papali che molti CONTINUANO AD IGNORARE, nonostante le evidenze, e intendo ficcarmi corpo ed anima nel bel gruppo "ermeneutico", camminante con un nuovo tuffo battesimale e nuovi gorgheggi sinfonici durante la mensa comunitaria. Spero di essermi spiegato bene ;)

    RispondiElimina
  59. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 14:56

    Sequeri è quello che ha scritto un articolo ringraziando il papa per l'istruzione Universae Ecclesiae. Dato che a voi piace così tanto, e dato che vi scandalizzate così tanto per le critiche, potreste almeno essere più furbi e prudenti nei giudizi. Grillo ha criticato sul suo blog Sequeri per la sua presa di posizione. Sequeri è poi un noto teologo e biblista, e l'attività di composizione è solo una delle varie cose che fa. Peraltro, il Symbolum '77 tra i canti moderni, è forse uno dei più gradevoli. L'affermazione è gratuita e abbastanza sconcertante. Non si direbbe che gente di un certo livello culturale possa arrivare a questo tipo di derisione.

    RispondiElimina
  60. Sig. Ciacione (e Ova al quale é piaciuta tanto la sua replica),

    le mie non sono insulsaggini e lei non ha il diritto di confutarle.

    Lei può, in libertà, esprimere il suo punto di vista e riportare le sue testimonianze;

    Lei ha relegato le mie affermazioni a mere insulsaggini........bene, quelle che lei definisce tali sono accadute a me e mia moglie.

    Non ho accennato a testimonianze indirette, ma ho riportato FEDELMENTE (se ne faccia una ragione....."FEDELMENTE") quello che i miei occhi hanno visto e quello che ho udito.

    Qui scrivo e <span>NON nego di asserire la verità</span>, altrimenti direi <span>CALUNNIA</span> e so, cosa comporta il peccato di calunnia.

    Io, sig. CIACIONE, questo ho visto e di questo porto "LA MIA" TESTIMONIANZA !!!!!

    Ho anche menzionato l'unico aspetto positivo , che vedo e percepisco, nel Cammino Neocatecumenale.

    Ma la pulsione veterotestamentaria (la celebrazione di <span>Sabato</span> non é forse lo Shabat ?) é anche questa una nota insulsa e di poco conto nei confronti della celebrazione nel Dies Dominici= Risurrezione?

    Questo aspetto é una delle cose più gravi del Cammino, troppo grave, sig. Ciacione.......troppo grave per restarne indifferenti; e, per favore, non ci venga a dire, che dal vespro del sabato inizia la nuova giornata liturgica........questo andrebbe a confutare XIX secoli di una monolitica Tradizione celebrativa.

    Sono 40 anni che vogliono farci credere questo, allora si sono sbagliati per quasi due millenni.......... bene, faccio e farò parte di una minoranza? Lo so, ma non mi arrendo, NO.sig. Ciacione.........NON MI ARRENDO !!!!

    Poi, e termino, se ho fatto bene a lasciare il Cammino non sta a lei dare pareri e consigli a riguardo; certamente, non rinnego nulla del mio passato, ma da questo ho "liberamente" tratto le mie conclusioni.

    La Verità é una altrimenti due mezze verità non ne faranno mai UNA (principio di non contraddizione).

    "Io sono la Via, la Verità e la Vita" dice il Figlio di Dio............. per cui, se tale é UNA, la Verità......od io o lei siamo nella corretta sequela.....e su questo non ci piove.

    Le auguro cmq una buona giornata e, senza livore contro la sua persona, non liquidi nè a me nè ad altri in quella maniera........ sulle idee e sugli assunti personali é corretto misurarsi, ma, il prossimo nostro, NON va mai demolito.

    RispondiElimina
  61. Don Morselli si sta mordendo denti e lingua cercando ulteriore appiglio all'obbedienza cieca pronta ed assoluta. :-P

    RispondiElimina
  62. CANCELLATE QUELLE DIDASCALIE NON VERE!!!

    RispondiElimina
  63. ciacino del mardunolbo20 maggio 2011 15:04

    Bravo ciacione, come è vero! la spada, la spada fu usata e ben per questo il beatosantosubito chiese scusa al mondo intero per la Chiesa ed i suoi errori ...e forse della sua stessa esistenza! Lui ignorava la storia sia europea sia americana, non quella polacca. Si dedicò un po' troppo al teatro e quindi gli mancavano le basi storiche per sapere tante cose che ancora adesso pochi conoscono delle avventure missionarie nel mondo. E, da papa, con tutta l'enfasi e le aspettative del mondo su di lui, come papa, non si è tirato indietro, ma ha infarcito i discorsi di aria proprio come il monumento a lui ben dedicato..

    RispondiElimina
  64. Si caro amico se lo fai mi fa piacere!Ma se chiami in causa Padre Pio che non c'entra nulla cosa vuoi che ti dica.E' un dato di fatto che tutti battezzati siano chiamati all'annuncio del Vangelo.Se lo fai bene pèer te contrariamente non vivi una dimesione importanet del tuo battesimo.

    RispondiElimina
  65. Infatti per gli ebrei è un insulto, ma al tempo stesso risulta per loro ridicolo e controproducente per la chiesa stessa questa miscelazione e pensano che sia la giusta condanna degli eretici cristiani: l'affossamento della chiesa dal suo interno, finalmente, dopo 2000 anni.

    RispondiElimina
  66. Caro Sebastian ho forse detto che la Messa non vien prima di tutto?Il problema è ch emolti si fermano alla Messa mentre oggi c'è bisogno di cristiani cheescono dalla parrocchia e vanno incontro alla gente.

    RispondiElimina
  67. i nc non saranno cattolici, ma allora non lo è neanche B16 e tanti cardinali con lui ;) 8-)

    RispondiElimina
  68. <span>ma, il prossimo nostro, NON va mai demolito</span>


    sembrerebbe che i suoi colleghi qui sopra non siano d'accordo... clinica psichiatrica, ragazze da dieta...
    patetici

    RispondiElimina
  69. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 15:15

    Ma perchè mettete delle foto che non mostrano il senso pienamente ecclesiale della messa dei neocatecumenali? Propongo queste, che dimostrano che il cammino è la più alta forma di ermeneutica della continuità del concilio vaticano II, la sua liturgia è la perfetta applicazione della riforma di mons. Bugnini e di Paolo VI, secondo la mente del legislatore, e non una pantomima che finge di essere tridentina, ed infine il cammino rappresenta una delle massime modalità per essere in comunione con il papa e venerare il beato Giovanni Paolo II.

    (Il vescovo in verde, è il vostro amico belga Leonard, quello che celebra i pontificali tridentini e rende vera l'espressione del motu proprio "l'una e l'altra forma del rito romano non sono in contraddizione ed esprimono la medesima fede". Il rito tridentino esprime la fede di "orientamenti per la fase di conversione", stando a Ratzinger)

    Buona messa a tutti.

    RispondiElimina
  70. :-P Rassegnati Velester, quel che smuove il cammino neoc. è quel che smuove pure la Chiesa ora con papa in testa. Quindi o ci si rassegna frignando come fanno in tanti, pensando alla vecchia messa perduta, oppure con forte decisione da vero credente ci si rifà alla tradizione secolare della chiesa e si cerca una comunità degna di chiamarsi ancora CATTOLICA. Tutto il resto è quaquaraquà fatto per mandare avanti dei blog e passare il tempo in internet :(

    RispondiElimina
  71. <span><span>ma, il prossimo nostro, NON va mai demolito</span>  
     

     
    sembrerebbe che i suoi colleghi qui sopra non siano d'accordo... clinica psichiatrica, ragazze da dieta...</span>
    <span>scimmie, ubriachi...</span>
    <span>
    patetici</span>

    RispondiElimina
  72. Ah, perchè nei saloni di sopra la 'celebrazione' è diversa? Ma va!

    RispondiElimina
  73. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 15:26

    Io sono convinto che Il Cammino Neocsatecumenale sia la perfetta espressione del rinnovamento del concilio vaticano II, e la sua liturgia sia la perfetta esecuzione della riforma. Il cammino è pienamente conforme al Concilio Vaticano II e al magistero dei papi conciliari. Non c'è contraddizione alcuna tra questa chiesa e i necocatecumenali, semmai tra questa chiesa e il tradizionalismo.

    RispondiElimina
  74. Nessuna sorpresa si tratta di uno specchio della Chiesa di oggi.

    Nuova evangelizzazione non vuol dire nuovo Vangelo.

    Ai kikiani direi no hay caminos hay que caminar (seguendo il Catechismo della Chiesa di sempre).

    Omnia instaurare in Christo.

    FdS

    RispondiElimina
  75. purtroppo sono da'ccordo con Castellari :-[
    va sempre più delineandosi l'immagine descritta dalla Emmerich DI DUE CHIESE PARALLELE........
    ed ho notato che come sembra uscire qualcosa di positivo alla Tradizione, ecco che esce anche qualcosa del suo contrario... quasi fosse un monito....
    ieri il documento che favorirebbe i sostenitori alla Tradizione per la Messa, ecco che il giorno dopo un signor nessuno,  diventa e con lui altri diventano CONSULTORI DI COME EVANGELIZZARE IL MONDO.....gente che vive una realtà diversa della Tradizione e che senza dubbio COSI' SI FAVORISCE E SI ALIMENTA UNA CHIESA PARALLELA  della quale probabilmente il Papa ben conosce le probblematiche ma che vorrebbe  al tempo stesso UNIFICARE :-[

    è come se quella parabola sulla ZIZZANIA avesse preso FORMA in questi tempi dando l'immagine di una CHIESA PARALLELA come la descrive Emmerich la quale, si faccia attenzione, nasce secondo la beata, proprio dalle modifiche alla liturgia...
    ma come sappiamo NON ci è dato di estirpare la zizzania... e la Emmerich lascia intendere che questa CONVIVENZA CON LA DOPPIA CHIESA sarà lunga...

    RispondiElimina
  76. infatti mica lo è

    RispondiElimina
  77. al Papa le Messe neocat piacciono perché le ha approvate. Perché ti permetti di non apprezzare qualcosa che il Papa apprezza? trovo offensivo dire "non mi piace" di una cosa approvata dal Papa. Vergogna Rombo, sei molto peggio dei lefebvristi e chiedo la tua censura immediata

    RispondiElimina
  78. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 15:41

    Ma io non ero quello che venderebbe l'anima al diavolo pur di gettare fango sul papa e sulla chiesa, per odio e invidia, l'arrogante e l'ignorante? Sono quello dell'altro giorno.

    RispondiElimina
  79. <span>celebrare dei riti dell'Antico Testamento non è solo senza senso perché sono riti morti, è anche mortifero (cioè peccato mortale), almeno da dopo la distruzione del tempio, quando la nuova legge era stata promulgata dagli Apostoli a sufficienza, secondo quanto insegna San Tommaso</span>

    RispondiElimina
  80. Non sono del tutto d'accordo; la Messa - come poi diciamo entrambi - viene prima di tutto, e dunque è la base; il problema è che di questi tempi sfugge, per vari motivi, sia terreni che spirituali.
    I cristiani hanno sempre saputo che dalla Divina Liturgia nasce tutta la vita cristiana ma oggi si tende a dimenticarlo: chi lo ricorda si aggrappa ad essa, la cura e la ama, anche se ad un occhio esterno sembra che ci si fermi lì, non si esce dalla "sagrestia" (come si usa dire).
    In realtà la Messa è un appiglio sicuro. E' solo apparenza che focalizzando il cuore e lo sguardo alla Messa non si vada incontro alla gente: questo lo dico per esperienza. L'Eucaristia trasforma non per scherzo! Non si tratta solo di un'idea o di un ricordo, o di una semplice speranza: è Cristo stesso che agisce nella Messa e spinge ad una vera conversione me, te, e pian piano anche quelli che sono accanto a noi!
    Dio agisce a prescindere da noi; certo, ha bisogno di noi, ma Egli opera; ciò è sicuro.

    Se non altro, pensa al bene nascosto e indispensabile che fanno coloro che si offrono nella clausura e nel nascondimento. Nulla viene sprecato, e tantissimo è il bene che gli uomini di oggi e di ieri hanno così ricevuto.

    RispondiElimina
  81. Qua mi si nomina invano!!! :-D

    RispondiElimina
  82. Si, OVA, posso anche capire che lei ci rimanga male circa i commenti.

    Però, mi dica lei, se dopo quasi 2000 anni di una monolitica celebrazione del Sacrificio di Nostro Signore ci si possa ridurre in questo stato.

    Papa Paolo VI non aveva il diritto/potere di modificare la sacra Liturgia, ma l'ha fatto in barba ai suoi 261 predecessori.

    Ad avvenuta elezione, ciascun Vescovo di Roma deve fare un preciso giuramento dove non può modificare nulla che concerne le due Fonti della Rivelazione (Scrittura e Tradizione), bensì deve obbligatoriamente confermare quanto trasmesso e difenderlo.... a quel giuramento fu sottoposto anche Paolo VI, ma lui ha tradito........mi duole dirlo di un papa, ma non trovo altre parole.

    A conferma di questo, non soddisfatto abbastanza, dette disposizione di eliminare il Giuramento Antimodernista di San Pio X (che oltre che papa fu anche santo, canonizzato dalla stessa Chiesa).....perché l'ha fatto? Se la ponga anche lei la domanda.

    Papa Montini ha già risposto al suo e Nostro Signore nel momento della sua dipartita; non sta a me giudicarlo post-mortem, ma da vivo e ancor pellegrino, ogni cristiano-cattolico deve rispondere alla Verità secondo i talenti che dispone.

    Io, ho approfondito gradualmente la storia della Chiesa, sono passato per mie esperienze dirette e indirette, ho fatto tanti errori, ma non ho voluto vivere la mia fede in modo acritico tanto per sentirmi in pace con me stesso secondo una asinesca obbedienza; soprattutto, ho approfondito le vicende prima e dopo l'ultimo Concilio;
    da ciò, caro OVA, senza mezzi termini dico che la Chiesa ha un papa validamente eletto (non sposo il sedevacantismo) ma la maggioranza (se non la quasi totalità dell' Alto clero) sta veramente deragliando da ciò che veniva insegnato fuori e dentro i seminari fino al regno di quel grande Romano Pontefice, che fu PIO XII.

    Basta vedere la tipologia di Vescovi che vengono scelti alla giuda dei loro greggi, tutti rigorosamente ultramodernisti.

    Avrà, o no, anche l'attuale Pontefice la sua responsabilità nella scelta dei suoi confratelli nell'episcopato? O Benedetto XVI non sa nulla di coloro che vengono ordinati Vescovi?

    E' chiaro, che lei, OVA, non tenendo conto (probabilmente) di quanto é accaduto, vede bello e buono ciò che sta vivendo e condividendo con persone del Cammino Neocatecumenale.

    Non metto in dubbio la buona fede di molti appartenenti al Cammino, per carità, non é questo il problema.

    Ma se i fedeli vengono educati da tre generazioni secondo una nuova teologia e filosofia (é sparito il principio di non contraddizione anche da molte decisioni del Santo Padre, probabilmente influenzato, suo malgrado, da un'imperante mentalità hegeliana) questo é il risultato, questa é la deriva dottrinale e liturgica.

    Chi ha scritto prima e dopo di lei, aggiungo, non sono MIEI COLLEGHI, ma miei e suoi fratelli nel Cammino, quello della vita.

    La saluto

    RispondiElimina
  83. Caterina è peggio dit e, sta dicendo che il Papa approva la doppia Chiesa, ti rendi conto?

    RispondiElimina
  84. Dipende da come lei ha voluto interpretare il mio intervento, gentile Castellari.... non entro mai dentro le coscienze e le intenzioni degli interlocutori, men che meno li giudico, ma se non sono d'accordo su una risposta che ricevo, ritengo onesto dirlo apertamente...
    Non mi ritengo idolatripapica.... ma seguendo anche i ragionamenti della Emmerich, ma anche di santa Caterina da Siena che venne ignorata dai Papi fuorchè Gregorio, sto con il Papa anche se non lo comprendo....e questo non mi toglie l'opportunità di discuterne gli atti....o di non esserne d'accordo e su questa linea più di una volta ho espresso di essere d'accordo con lei, che leggo sempre volentieri,  ma su quello dell'altro giorno, no... non mi sembra che questo possa nuocere all'ottima discussione che si sta facendo, anzi, ritengo che certi contrasti possano invece aiutare anche quanti leggono anzichè rinchiudere sempre il tutto a battutine e compiacimenti....
    Certe risposte subiscono, per altro, il clima che noi stessi instauriamo.... essendoci probabilmente caduta anch'io, delle volte, me ne scuso....immagino, credo, e spero, che i nostri interessi siamo abbastanza comuni, indirizzati verso quella cattolicità che stiamo vedendo sfuggirci di sotto il naso....
    l'ignorante sono io, e non lo dico con ironia.... se non mi appendessi letteralmente al Rosario, sarei naufragata già da molto tempo....

    RispondiElimina
  85. Redazione di Messainlatino.it20 maggio 2011 16:00

    Io ho molto apprezzato quanto Sequeri ha scritto su Universae Ecclesiae, ma al tempo stesso mi riservo il diritto di scrivere che Symbolum 77 è un tormentone che non mi è mai piaciuto. Il commento che ho interpolato nel testo non era certo offensivo, semmai informativo, anche se traspare, appunto, che quel canto non mi è mai piaciuto (e don Sequeri magari un giorno ci spiegherà che significhino versi come "una cosa sola con il Padre e con i tuoi").
    Caro Castellari, forse questo non riuscirà a comprenderlo perché lei vede solo in bianco e nero, ma dell'operato di una persona si possono apprezzare alcuni aspetti e criticarne altri. Si figuri che io vedo del buono anche nei neocatecumenali!
    Enrico

    RispondiElimina
  86. Caro Velester, i tuoi commenti hanno una chiarezza cristallina. Continua così, e non lasciare che i malevoli ti sviino.

    RispondiElimina
  87. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 16:07

    Ma non avevo dubbi.

    RispondiElimina
  88. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 16:09

    Brava, si appenda.

    RispondiElimina
  89. Lo schema per la NUOVA EVANGELIZZAZIONE con il dialogo interreligioso, è la seguente:

    <span><span>valori umani e religiosi condivisi da cristiani e musulmani</span></span>
    <span><span> </span></span>
    <span><span>CITTA' DEL VATICANO</span></span><span><span>, 20 MAG. 2011 (VIS). Dal 18 al 19 maggio, si è tenuto a Roma un secondo Colloquio del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso e del Reale Istituto per gli Studi Interreligiosi (Amman, Giordania), presieduto dal Cardinale Jean-Louis Tauran, Presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso e dal Professor Kamel Abu Jaber, Direttore del Reale Istituto per gli Studi Interreligiosi.<span></span></span></span>
    <span><span> </span></span>
    <span><span>  Tema del colloquio è stato: "Valori umani e religiosi condivisi da cristiani e musulmani per una educazione comune".</span></span>
    <span><span> </span></span>
    <span><span>  Un Comunicato reso pubblico oggi riporta i punti principali esaminati dai partecipanti:</span></span>
    <span><span> </span></span>
    <span><span>"1) Cristiani e musulmani condividono valori umani fondamentali come la sacralità della vita umana, la dignità della persona e i diritti fondamentali inalienabili che ne derivano. </span></span>
    <span><span> </span></span>
    <span><span>"2) Alcuni valori religiosi sono comuni a cristiani e musulmani, mentre altri sono specifici di ogni comunità. È pertanto importante indicare gli elementi comuni ed identificare le diversità. Il rispetto delle diversità è condizione fondamentale per un dialogo autentico.</span></span>
    <span><span></span></span>
    <span><span> =-O  quindi se un musulmano mi dice che NON adoro L'UNICO DIO DEVO TACERE, altrimenti come potrei RISPETTARLO? se mi dice che sono blasfema perchè adoro la TRINITA' devo tacere, altrimenti come faccio a spiegargli che si sbaglia senza scadere nel NON RISPETTO a ciò che lui crede?</span></span>
    <span><span> </span></span>
    <span><span>3) L'educazione, l'educazione religiosa in particolare, non deve formare identità in antagonismo o in conflitto, ma al contrario, deve aiutare il giovane ad avere una identità religiosa ben fondata e favorire la formazione di identità aperte ad altre identità.</span></span>
    <span><span> </span></span>
    <span><span>SEGUE</span></span>

    RispondiElimina
  90. <span><span> =-O COME SI FA A CREDERE NELLA TRINITA' E A NON ENTRARE IN CONFLITTO CONTRO UNA IDENTITA' CHE LA NEGA! come Catechista mi chiedo: come dovremo formare l'identità CATTOLICA dei giovani APERTA AD UNA IDENTITA' CHE RIFIUTA LA TRINITA' SANTISSIMA?</span></span>
    <span><span></span></span> 
    <span><span>4) Le scuole, le istituzioni e le università, private o statali, sono luogo privilegiato dell'educazione comune, dove i bambini e i giovani cristiani e musulmani studiano insieme. Tale esperienza deve essere protetta e salvaguardata, anche perché offre l'occasione di creare amicizie solide e durature.</span></span>
    <span><span> </span></span>
    <span><span>  Le due parti hanno concordato di incontrarsi nuovamente entro due anni. Un incontro preparatorio precederà il Colloquio".</span></span>
    <span><span></span></span> 
    <span><span>***************************</span></span>
    <span><span></span></span> 
    <span><span>sul rispetto questo è SEMPRE STATO INSEGNATO DALLA CHIESA DI SEMPRE.... ciò che leggo è una RESA SENZA CONDIZIONI VERSO CHI NEGA CRISTO.....</span></span>
    <span><span>in poche parole stiamo andando verso una evangelizzazione ALL'INTERNO DI PRIVATI E COMUNITA' mentre in pubblico sarà indispensabile testimoniare UNA FEDE COMUNE IN UN DIO COMUNE, NELL'UOMO COMUNE IN UN CRISTO COMUNE....</span></span>
    <span><span></span></span>

    RispondiElimina
  91. Redazione di Messainlatino.it20 maggio 2011 16:12

    Pasqualino-Ciacione, secondo te gliel'ho messo io lo scialle addosso? vai su google, scrivi "neocatecumenali foto", e salta fuori quella roba, se non peggio
    Enrico

    RispondiElimina
  92. Non usate altari ma tavole.
    Usate simboli ebraici e non cristiani.
    Fate di tutto tranne quello che è sacro e liturgico da 2000 anni...ergo NON SIETE CATTOLICI.

    RispondiElimina
  93. Complimenti !!| Credevo posse impossibile!!

    RispondiElimina
  94. e dai  ciacione, mò vuoi mettere la Messa romana antica con la Messa in stile "neocat" schitarrata e danzata? Olééé!!!

    RispondiElimina
  95. Anna Rita Onofri20 maggio 2011 16:46

    <span>"E' tuo dovere annucniare e testimoniare Crosto per il fatto che sei battezzato.Nessuno dice che lo deve fare solo il Cammino anzi ti sto dicendo di darvi da fare di abbandonare la pastorale di mantenimento,di conservazione e di inaugurare una pasrtorale missionaria."</span>

    Cosa deve fare un cattolico??<span> ..."abbandonare la pastorale di mantenimento,di conservazione"??? </span><span>Cioè dovremmo abbandonare la PASTORALE SACRAMENTALE, che il tuo Kapo sostiene abbia meseramente "fallito" (!!) e darci </span><span>alla "pastorale missionaria" </span><span>cioè alla pastorale delle chiacchiere, pure eretiche, come fate voi altri??? </span>
    <span>Caro Ciacione, hai detto bene: voi annunciate e testimoniate "Crosto", i cattolici annunciano e testimoniano "Cristo".
    </span>

    RispondiElimina
  96. Caro amico Enzo G. Castellari, questa era meglio non scriverla. Mi piacerebbe se togliesse questo commento irriguardoso (non che non ne abbia fatti anch'io).
    Conosco Caterina da tanto (viaweb), e spesso non sono stato d'accordo con lei; oserei dire che questo commento è lo sventolio di una bandiera bianca.
    Cara Caterina, il tuo dramma è anche il mio, e di tantissimi tradizionalisti, non ultimi molti lefebvriani: l'atteggiamento schizofrenico del Vaticano (tempo fa se avessi osato appioppare tale aggettivazione al Pontificato tout court sarei stato sommerso dalle critiche delle "anime belle" e della redazione). Lo ribadisco: schizofrenia spirituale! Da un lato si apre all'incontro ecumenico Assisi 3, dopo di che si nomina Filoni papa rosso, poi si concede quasi tutto (legalmente) alla Tradizione, infine (per ora) si confermano i movimenti postconciliari come via prediletta per la nuova evangelizzazione! Questa è una grave dissociazione, da cui il semplice fedele che crede quanto la Chiesa credeva da sempre trae alternativamente scandalo e consolazione, ma seguendo il Vangelo non può che dire, tra baci coranici, incontri ecumenici, amori neocatecumenici: fiat, papa est!
    Tuttavia, illuminato alla luce dello Spirito Santo, non si può che riconoscere quanto questo atteggiamento schizofrenico di Roma, in bilico tra fedeltà al passato, e tentazioni di lanciarsi tra le braccia del nuovo, non può che discendere dalla perdita della fede. Per merito forse di cattivi consiglieri, non si vuole ammettere che il Signore ci assiste! Ed esattamente come il Santo Padre Pio IX (beato) volle proclamare il Dogma dell'Immacolata Concezione, nonostante i secolari pareri contrari dei maculisti, e venne potentemente confermato dall'Alto quattro anni dopo con i fatti di Lourdes, così oggi, Roma voglia credere che Lui l'assiste, e torni puramente, semplicemente, pienamente alla fede di sempre, certa che subito il Signore le riverserà in seno una misura piena e traboccante di grazie!

    RispondiElimina
  97. la messa Cnc è pure peggio... almeno lì stavano celebrando l'haggadah sapendo che era l'haggadah (voglio sperare)!

    RispondiElimina
  98. Anna Rita Onofri20 maggio 2011 17:00

    Una cosa il "Ciacione neocat" l'ha detta giusta....
    la foto non si riferisce ad una Eucarestia neocatecumenale, ma ad una celebrazione della cena ebraica, realizzata nella sera del Lunedì Santo nella Parrocchia San Paolo Apostolo in Crotone. Se la foto è stata ripresa da qui:
    http://nullapossiamocontrolaverita.blogspot.com/2011/04/lo-stavolgimento-diabolico.html,
    il blog aveva ben spiegato la questione (magari mettere la fonte anche per le foto...)

    RispondiElimina
  99. l'unico NON IN COMUNE è Il Signore!
    Possono dialogare le culture non le fede. E qualunque cosiddetto valore, senza Colui in cui è fondato, bene presto degenera, come tutte le cose umane, anche l'umanitarismo, che è buona volontà ma non è Cristianesimo che è dono di sé in Cristo...
    E' terribile dove ci stanno portando. Soprattuto i giovani che si entusiasmano su queste cose che coinvolgono, emozionano, ma non 'formano' perché non danno il vero senso della vita!

    RispondiElimina
  100. <span>l'unico NON IN COMUNE è Il Signore!  
    Possono dialogare le culture non le fedi. </span>
    <span>E qualunque cosiddetto valore, senza Colui in cui è fondato, ben presto degenera, come tutte le cose umane, anche l'umanitarismo, che è buona volontà ma non è Cristianesimo che è dono di sé in Cristo...  
    E' terribile dove ci stanno portando. Soprattuto i giovani che si entusiasmano su queste cose che coinvolgono, emozionano, ma non 'formano' perché non danno il vero senso della vita, soprattutto perché non c'è il Signore e la Vita Trinitaria!</span>

    RispondiElimina
  101. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 17:05

    Non sono suo amico.

    RispondiElimina
  102. Almeno, riesce ad essere amico di se stesso?

    RispondiElimina
  103. Riesce almeno ad essere amico di se stesso?

    RispondiElimina
  104. eh percho google immagini è affidabile eh

    RispondiElimina
  105. senti che ne pensa la madre chiesa

    o non è cattolica neanche quella?

    RispondiElimina
  106. <span>"Papa Paolo VI non aveva il diritto/potere di modificare la sacra Liturgia"</span>

    seeeeeeeee bonaaaa

    RispondiElimina
  107. cara Anna Rita, attenzione:
     il link così non si apre, devi eliminare virgola .......:)

    RispondiElimina
  108. Fossi io il Signor Arguello, dietro l'automobile metterei quella scritta che mettono i camionisti dietro il camion:

    Invidia .....

    Non per superstizione ma, giusto per far schiumare d'invidia.

    RispondiElimina
  109. <span>cara Anna Rita, attenzione:  
     il link così non si apre, devi eliminare la virgola ....... :) </span>

    RispondiElimina
  110. Concordo con <span>ciacione</span><span></span><img></img>, certe volte avete i paraocchi...

    RispondiElimina
  111. Peraltro, il Symbolum '77 tra i canti moderni, è forse uno dei più gradevoli.

    NO! NO! QUESTO NON GLIELO PERMETTO! VADE RETRO! ANATHEMA SIT!
    E' una nenia melensa, dolciastra, sentimentale, fastidiosa-irritante-insopportabile come le lettere stupidine che le sciocchine scrivono agli sciocchini.
    Sono più di trent'anni che quella AUTENTICA PORCATA mi perseguita!!! Anzi, perseguita TUTTI!!!.

    RispondiElimina
  112. questa non è certo roba che troverai nel cnc

    RispondiElimina
  113. La Santa Madre Chiesa infatti medita e controlla....e molti si oppongono..

    RispondiElimina
  114. ah sì? la colpa è del prete? non di chi lo ha catechizzato de-formandolo con quelle baggianate giudaiche che per noi, con tutto il rispetto, non hanno senso? 
    Non sono baggianate perché sono giudaiche (in quel contesto hanno tutto il loro valore e meritano rispetto). Ma riprese, sia pure a scopo catechetico sono pagliacciate e non ci riguardano... tanto meno ha senso un sacerdote vestito da rabbino!

    RispondiElimina
  115. no, ma c'è molto di peggio!

    RispondiElimina
  116. Significa "la celebrazione della Messa e' finita", ossia (traduzione letterale): "e' stata celebrata". A San Clemente (Roma) padre Boyle concludeva le sue messe cosi' - ma lui era un teologo ed un latinista.

    RispondiElimina
  117. questa pare la rispostsa di uno che ha perso la Speranza teologale. è una tentazione da respingere.

    RispondiElimina
  118. Simon de Cyrène20 maggio 2011 17:48

    Da quando mic ci ha fatto notare che vescovi eccellenti come il Papa, mgr Rey, Aillet ed altri, che di sicuro non possono essere tacciati di progressismo, sostengono il CNC nelle loro diocesi, il mio punto di vista è cambiato: non ci si può limitare a giudicare questo movimento solo perchè non ci piacciono le sue cerimonie, peraltro accettate da chi ne ha il munus nella Chiesa.
    Sono piacevolmente impressionato dal fatto che il Santo Padre abbia riconosciuto accanto all'eccellente Opus Dei, il cui fine è proprio l'apostolato anche il CNC come vettori sicuri per la Nuova Evangelizzazione da lui tanto desiderata e ordinata dal Cristo stesso!
    Certo che è sintomatico che chi spende il proprio tempo a calunniare addirittura pontefici beati siano gli stessi che calunniano le realtà ecclesiali le più dinamiche: Satana odia la Santità e chi vi mena e utilizza id tutti i mezzi, in primis la calunnia ed il pettegolezzo, sempre poi andando a parare alla disobbedienza più o meno velata.
    Per rendere grazie della lungimiranza del nostro beneamato pontefice preghiamo per lui e le sue intenzioni. I.P.

    RispondiElimina
  119. ;) mica ho scelto io quel nome....già ho fatto una brutta figura tempo fa per elucubrazioni sui "camminanti" :-D

    RispondiElimina
  120. <p>Non sono un NC è sono d'accordo nel dire che è scorretto lasciare la scritta Messa sotto la foto. Se il Papa ha celbrato la vera Messa di Nc stiamo parlando del nulla... preghiamo per Kiko e tutte le persone che fanno parte di questa commissione. Senza perdere tempo a giocare a chi c'è l'ha più lungo (Messa in Latino, Messa "stile" NC etc. etc.).... qua il mondo si sta scristianizzando e si litiga se è meglio il Latino o l'Italiano, a me tutto questo sembra ridicolo...se posso essere sincero  a me importa che mi si dia l'Ostia ovvero il Corpo di Cristo, per il resto, facendo il dovuti distinguo, è solo contorno....</p>

    RispondiElimina
  121. Peraltro, il Symbolum '77 tra i canti moderni, è forse uno dei più gradevoli.

    NO! NO! NO! QUESTO NON GLIELO PERMETTO!
    VERBOTEN! VADE RETRO! ANATHEMA SIT!

    Insulsa, tediosa, stomachevole nenia melensa, dolciastra, sentimentale, fastidiosa-irritante-insopportabile come le frasi stupidine che le sciocchine scrivono agli sciocchini.

    E Lei ha il coraggio di chiamarlo <span>canto</span>? E l'impudenza di definirlo <span>gradevole</span>?

    E' una PORCATA!!!

    E sono più di trent'anni che quella autentica porcata MI PERSEGUITA!
    Anzi, perseguita TUTTI!

    RispondiElimina
  122. La menzogna non evangelizza nulla!!!!!!!!
    La fede si fonda sulla Roccia, sulla Verità, questa evangelizza.
    Voi creerete solo altri NC, altre povere anime destinate a perire.
    CVCRCI

    RispondiElimina
  123. Ascolti OVA, ascolti bene una volta per tutte:

    io non sto facendo uno scambio di battute da bar sotto casa, stiamo parlando della Sacra Liturgia, la cosa più importante nel tesoro del Depositum Fidei.

    il fatto che papa Paolo VI abbia modificato la liturgia con un suo blitz affidando la Commissione al noto Mons. Annibale Bugnini (BUAN era il suo nome in codice dopo l'iniziazione massonica, secondo la nota lista Pecorelli) questo non significa che ciò che ha fatto da papa sia lecito.....ha capito?

    Un conto é fare, altra cosa é lecito poterlo fare.

    Si vada a leggere le raccomandazioni di papa Pio XII nel 1956 (morirà nel '58) circa le intenzioni dei modernisti di toccare la liturgia.

    Legga attentamente le parole che ogni nuovo romano Pontefice deve citare sotto giuramento all'atto dell'incoronazione.

    Si vada a leggere le disposizioni dogmatiche sulla liturgia eucaristica del Concilio di Trento pena la scomunica (ANATEMA sit)

    Qui, con la riforma Montini/Bugnini del 1969 (con tanto di pastori protestanti calvinisti presenti durante i lavori) hanno applicato lo stesso iter della Riforma Anglicana voluta da CRANMER nel XVI secolo...........sparizione della parola SACRIFICIO (quanto più possibile), sparizione della lingua latina (non rendendo più la liturgia universale) <span>modifica ad una parola nel canone di consacrazione,</span> 

    Io non so se lei mi riesce a seguire in ciò che le sto spiegando, ma questa é storia della modifica liturgica non é una mia lugubrazione.

    Quando lei sta per ricevere la Santa Eucaristia secondo la modifica liturgica montiniana.........le faccio notare che le fanno dire: "Non sono degno di partecipare alla tua MENSA....." ......SI, ha capito bene .............MENSA !!!!

    Allora, mi faccia il favore, sig. OVA, questo suo goliardico.....SEEEEEEEE BONAAAAAAA...........se lo risparmi e approfondisca la sua fede anche con lo studio.

    saluti

    RispondiElimina
  124. <span>Vedo che, ancora una volta, in questo sito i neocatecumenali (beati loro...) sono in buona compagnia nell'essere criticati: sono insieme ai Papi. Ma alolora,... che abbiano ragione loro....?</span>

    RispondiElimina
  125. pepito sbazzeguti20 maggio 2011 18:02

    ....aveva già provato con Lutero,ma i tempi non erano maturi.Ora ci sta riuscendo con Kiko!

    RispondiElimina
  126. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 18:03

    Lei capisce poco, e quel poco che capisce lo esterna sbraitando.
    Non che il redazionale Enrico abbia capito di più, buttando lì una denigrazione al canto di Sequeri (perchè a lui non piace), come se fosse colpa di Sequeri che la "nenia" venga proposta fino allo sfinimento nelle liturgie parrocchiali nazional popolari. Il canto infatti non è un canto per una celebrazione eucaristica (sebbene gli argomenti non siano in sè estranei ad una messa, o almeno non più estranei di molti altri canti che vengono fatti durante le messe), ma per la veglia in traditione symboli che venne celebrata dal card. Colombo nel 1977 a Milano. Il canto era una sorta di meditazione musicata sulla professione di fede, in un contesto paraliturgico e non eucaristico.

    Sequeri ha composto un canto per quella situazione, e non ha colpa se i parroci di tutta italia la hanno infilata in tutte le messe come "classico". Ci sono comunque canti molto più brutti. Tuttavia, se ritiene che la sua vita sia irrimediabilmente compromessa dalla persecuzione data da quel canto, come apprendo dal suo sconnesso, sconclusionato, scomposto e sconvolto messaggio, perchè non valutare l'ipotesi di un gesto estremo? In fondo data la gravità assoluta della motivazione, sono certo che Iddio capirà.

    RispondiElimina
  127. antonio peschechera da Barletta20 maggio 2011 18:03

    A Ciacione: risus abundat in ore stultorum. Le cerimonie dei neocatecomunali hanno a che vedere nulla o quasi nulla con la Fede della Santa Chiesa Cattolica quindi, e non solo per questo, Padre Pio le avrebbe chiamate cerimonie <span>eretiche; </span>e lasciate perdere la storia dell'obbedienza: quella di cui parla il signor ciacione è altra cosa che non si può nominare.

    RispondiElimina
  128. <p><span><span><span>OVA ha scritto</span></span></span><span>: </span><span><span><span>"Papa Paolo VI non aveva il diritto/potere di modificare la sacra Liturgia"</span></span><span>  </span></span>
    </p><p><span><span> 
    </span></span>
    </p><p><span><span>seeeeeeeee bonaaaa</span></span>



    <span>Ascolti OVA, ascolti bene una volta per tutte:  
     
    io non sto facendo uno scambio di battute da bar sotto casa, stiamo parlando della Sacra Liturgia, la cosa più importante nel tesoro del Depositum Fidei.  
     
    il fatto che papa Paolo VI abbia modificato la liturgia con un suo blitz affidando la Commissione al noto Mons. Annibale Bugnini (BUAN era il suo nome in codice dopo l'iniziazione massonica, secondo la nota lista Pecorelli) questo non significa che ciò che ha fatto da papa sia lecito.....ha capito?  
     
    Un conto é fare, altra cosa é lecito poterlo fare.  
     
    Si vada a leggere le raccomandazioni di papa Pio XII nel 1956 (morirà nel '58) circa le intenzioni dei modernisti di toccare la liturgia.  
     
    Legga attentamente le parole che ogni nuovo romano Pontefice deve citare sotto giuramento all'atto dell'incoronazione.  
     
    Si vada a leggere le disposizioni dogmatiche sulla liturgia eucaristica del Concilio di Trento pena la scomunica (ANATEMA sit)  
     
    Qui, con la riforma Montini/Bugnini del 1969 (con tanto di pastori protestanti calvinisti presenti durante i lavori) hanno applicato lo stesso iter della Riforma Anglicana voluta da CRANMER nel XVI secolo...........sparizione della parola SACRIFICIO (quanto più possibile), sparizione della lingua latina (non rendendo più la liturgia universale) <span>modifica ad una parola nel canone di consacrazione,</span> uso della TAVOLA (=mensa) e sparizione/distruzione degli altari (=luogo del Sacrificio).
     
    Io non so se lei mi riesce a seguire in ciò che le sto spiegando, ma questa é storia della modifica liturgica non é una mia lugubrazione.  
     
    Quando lei sta per ricevere la Santa Eucaristia secondo la modifica liturgica montiniana.........le faccio notare che le fanno dire: "Non sono degno di partecipare alla tua MENSA....." ......SI, ha capito bene .............MENSA !!!!  
    </span>
    <span><span>
    </span></span>
    <span> Allora, mi faccia il favore, sig. OVA, questo suo goliardico.....SEEEEEEEE BONAAAAAAA...........se lo risparmi e approfondisca la sua fede anche con lo studio.  </span>
    <span> 
    saluti</span></p>

    RispondiElimina
  129. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 18:06

    Grazie, dopo averla letta l'ho recuperata subito.

    RispondiElimina
  130. <span>Non si pensi che per un qualche verso si possano trovare motivi che autorizzino a mentire in questa materia, se è vero, com’è vero, che nella dottrina religiosa non è lecito mentire nemmeno per rendere <span>più facile l’adesione ad essa.</span> Vanificato o soltanto sminuito di un po’ <span>il peso della verità</span>, tutto rimarrebbe dubbio, perché certe cose, se non le si crede vere, non le si può ritenere nemmeno certe. Pertanto a un espositore o trattatista o <span>predicatore delle verità eterne</span>, o anche a un narratore o banditore di cose temporali che mirano ad edificare l’uomo nella religione o nella santità, sarà lecito tenere occulto per un certo tempo ciò che si ritiene dover restare occulto, ma <span>non sarà mai lecito mentire e nemmeno occultare [la verità] ricorrendo alla menzogna</span>.(Sant'Agostino La menzogna 10,17)</span>

    RispondiElimina
  131. "..questo commento è lo sventolio di una bandiera bianca."  
    Be più che lo sventolio di bandiera bianca che non si è ancora avvertito appieno, sembra finalmente un atterraggio dalle nuvole dorate ad una pista che non è, grazie a Dio, la B16 usuale...(per questa volta!)Ma i commenti lunghi e ripieni di citazioni reali, sì, ma avulse dalla sintesi e dalla realtà evidente, quanti hanno "convertito" al modernismo ed all'obbedienza cieca,pronta ed assoluta al papa, al posto delle parole del Vangelo e della chiesa di sempre? :'( . La capacità critica e l'analisi senza prosciutto oculare sulla chiesa moderna e sulle decisioni papali rendono chiunque un San Tommaso, sì, ma che dinanzi alla realtà ha il coraggio di dire, e venne citato, quindi nei Vangeli a memoria perenne:"Signore mio, Dio Mio" Ed arrivò fino in Cina!

    RispondiElimina
  132. <span>

    <span><span><span>OVA ha scritto</span></span></span><span>: </span><span><span><span>"Papa Paolo VI non aveva il diritto/potere di modificare la sacra Liturgia"</span></span><span>  </span></span>
    <span><span>   
    </span></span>
    <span><span>seeeeeeeee bonaaaa</span></span>  
     
     
     
    <span>Ascolti OVA, ascolti bene una volta per tutte:    
       
    io non sto facendo uno scambio di battute da bar sotto casa, stiamo parlando della Sacra Liturgia, la cosa più importante nel tesoro del Depositum Fidei.    
       
    il fatto che papa Paolo VI abbia modificato la liturgia con un suo blitz affidando la Commissione al noto Mons. Annibale Bugnini (BUAN era il suo nome in codice dopo l'iniziazione massonica, secondo la nota lista Pecorelli) questo non significa che ciò che ha fatto da papa sia lecito.....ha capito?    
       
    Un conto é fare, altra cosa é lecito poterlo fare.    
       
    Si vada a leggere le raccomandazioni di papa Pio XII nel 1956 (morirà nel '58) circa le intenzioni dei modernisti di toccare la liturgia.    
       
    Legga attentamente le parole che ogni nuovo romano Pontefice deve citare sotto giuramento all'atto dell'incoronazione.    
       
    Si vada a leggere le disposizioni dogmatiche sulla liturgia eucaristica del Concilio di Trento pena la scomunica (ANATEMA sit)    
       
    Qui, con la riforma Montini/Bugnini del 1969 (con tanto di pastori protestanti calvinisti presenti durante i lavori) hanno applicato lo stesso iter della Riforma Anglicana voluta da CRANMER nel XVI secolo...........sparizione della parola SACRIFICIO (quanto più possibile), sparizione della lingua latina (non rendendo più la liturgia universale) <span>modifica ad una parola nel canone di consacrazione,</span> uso della TAVOLA (=mensa) esparizione/distruzione degli altari (=luogo del Sacrificio).  
       
    Io non so se lei mi riesce a seguire in ciò che le sto spiegando, ma questa é storia della modifica liturgica non é una mia elucubrazione mentale.   
       
    Quando lei sta per ricevere la Santa Eucaristia secondo la modifica liturgica montiniana.........le faccio notare che le fanno dire: "Non sono degno di partecipare alla tua MENSA....." ......SI, ha capito bene .............MENSA !!!!    
    </span> 
    <span><span> 
    </span></span> 
    <span> Allora, mi faccia il favore, sig. OVA, questo suo goliardico.....SEEEEEEEE BONAAAAAAA...........se lo risparmi e approfondisca la sua fede anche con lo studio.  </span>  
    <span>   
    saluti</span>

    p.s. se lo desidera, non sto scherzando, mi può lasciare un suo indirizzo privato e-mail e le invio l'excursus storico della riforma anglicana e capirà meglio dello status quaestionis.
    </span>

    RispondiElimina
  133. La sua miglior testimonianza sarebbe quella di non testimoniare, in questo modo avrebbe servito Cristo più di quanto lei possa pensare di fare attreverso le menzogne NC e di tutti i movimenti pancristiani.
    CVCRCI

    RispondiElimina
  134. Be, certo i neocatecum. sono ammiratori dell'ebraismo, non dell'islam.

    RispondiElimina
  135. <span><span><span><span>Su precedente post, OVA, alla mia affermazione</span></span></span><span>:  </span><span>"Papa Paolo VI non aveva il diritto/potere di modificare la sacra Liturgia"</span><span><span>  </span></span><span>  </span>
    <span><span>     
    </span></span> ...ha così replicato:     "seeeeeeeee bonaaaa".    
       

       
       
    <span>Ascolti OVA, ascolti bene, una volta per tutte:      
         
    io non sto facendo uno scambio di battute da bar sotto casa, stiamo parlando della Sacra Liturgia, la cosa più importante nel tesoro del Depositum Fidei.      
         
    il fatto che papa Paolo VI abbia modificato la liturgia con un suo blitz affidando la Commissione al noto Mons. Annibale Bugnini (BUAN era il suo nome in codice dopo l'iniziazione massonica, secondo la nota lista Pecorelli) questo non significa che ciò che ha fatto da papa sia lecito.....ha capito?      
         
    Un conto é fare, altra cosa é lecito poterlo fare.      
         
    Si vada a leggere le raccomandazioni di papa Pio XII nel 1956 (morirà nel '58) circa le intenzioni dei modernisti di toccare la liturgia.      
         
    Legga attentamente le parole che ogni nuovo romano Pontefice deve citare sotto giuramento all'atto dell'incoronazione.      
         
    Si vada a leggere le disposizioni dogmatiche sulla liturgia eucaristica del Concilio di Trento pena la scomunica (ANATEMA sit)      
         
    Qui, con la riforma Montini/Bugnini del 1969 (con tanto di pastori protestanti calvinisti presenti durante i lavori) hanno applicato lo stesso iter della Riforma Anglicana voluta da CRANMER nel XVI secolo...........sparizione della parola SACRIFICIO (quanto più possibile), sparizione della lingua latina (non rendendo più la liturgia universale) <span>modifica ad una parola nel canone di consacrazione,</span> uso della TAVOLA (=mensa) esparizione/distruzione degli altari (=luogo del Sacrificio).    
         
    Io non so se lei mi riesce a seguire in ciò che le sto spiegando, ma questa é storia della modifica liturgica non é una mia elucubrazione mentale.     
         
    Quando lei sta per ricevere la Santa Eucaristia secondo la modifica liturgica montiniana.........le faccio notare che le fanno dire: "Non sono degno di partecipare alla tua MENSA....." ......SI, ha capito bene .............MENSA !!!!      
    </span>   
    <span><span>   
    </span></span>   
    <span> Allora, mi faccia il favore, sig. OVA, questo suo goliardico.....SEEEEEEEE BONAAAAAAA...........se lo risparmi e approfondisca la sua fede anche con lo [...]

    RispondiElimina
  136. ...aggiungo, per non far confondere: come la chiesa moderna che ammira e si prostra all'ebraismo (culto) e protegge e cura amorevolmente l'islamismo per evitare future persecuzioni. "bacia la mano che non puoi tagliare" dicono in islam, e così pure fanno nei loro riguardi.
    Ma poichè i neocatecum. sono l'avanguardia ,l'innovazione della chiesa post-conciliare, manifestano lo stesso disprezzo ebraico verso l'islam, pur schiacciato e compresso in Palestina, in modo tale da far sorgere Bin Laden ed altri seguaci a spargere terrorismo nel mondo in odio ad ebrei e cristiani loro sostenitori e servi.

    RispondiElimina
  137. Ecco un NON beneficiario di Universae Ecclesiae!

    RispondiElimina
  138. ma dice che sono cattolici

    RispondiElimina
  139. belester, istuiscimi a dovere: la mia email è j.ratzinger@vatican.va

    LOL

    RispondiElimina
  140. A lei, ho ben capito, interessa più l'affermazione di un Gruppo di appartenenza, che la Verità.

    Stia in pace.

    RispondiElimina
  141. Si, mi interessa....ma senza tamburelli liturgici.

    grazie

    RispondiElimina
  142. Anna Rita Onofri20 maggio 2011 18:53

    grazie :)

    RispondiElimina
  143. Ma perché mai usa cosí tanti simboli ebraici? In quanto alla "cerimonia"c´ é da rimanere sbigottiti.Per quel che riguada il Papa, io penso che se ha approvato il Cammino Neo puó anche aver fatto un errore. L`infallibilitá del Papa qui non centra per cui, con il dovuto rispetto, si puó anche dissentire da questa sua decisione. Peró coloro che dicono di aver ritrovato la fede attraverso il Cammino sono molti.... Io davvero non ci capisco niente...Ma certe M esse Neoc sono delle vere pagliacciate!Non si potrebbero sanzionare come abusi litugici solvando magari quello che c´é di buono?

    RispondiElimina
  144. Velester, tu non sei un beneficiario di Universae Ecclesiae, non perchè non ti interesserebbe, ma perchè non corrispondi all'articolo 19.

    RispondiElimina
  145. e non è il solo, purtroppo, a cui interessa l'appartenenza a un Gruppo con il bollino di "cattolico", qualunque sia il contenuto.
    Sarà la stragrande maggioranza dei cattolici che nei prossimi anni verrà costretta (abilmente pilotata) a scegliere questo tipo di appartenenza , ....e crederà  di averlo fatto "liberamente" 

    RispondiElimina
  146. Lei, Ospite, allude a questo:

    <span>19. I fedeli che chiedono la celebrazione della forma extraordinaria non devono in alcun modo sostenere o appartenere a gruppi che si manifestano contrari alla validità o legittimità della Santa Messa o dei Sacramenti celebrati nella forma ordinaria e/o al Romano Pontefice come Pastore Supremo della Chiesa universale.</span>


    <span><span>Mi faccia capire, scusi, io devo pedissequamente attenermi a questo punto e papa Montini e i suoi collaboratori hanno potuto sovvertire la TRADITIO liturgica?????</span></span>
    <span><span>
    </span></span>
    <span><span>Quando l'attuale pontefice, si deciderà di pronunciarsi ex-cathedra a riguardo, allora ne riparleremo.........ma deve pronunciarsi nell'infallibilità........che cmq sarà sempre in confliggenza con TRENTO ed altri pronunciamenti dogmatici circa la liturgia disastrata.</span></span>

    RispondiElimina
  147. <span>e non è il solo, purtroppo, a cui interessa l'appartenenza a un Gruppo con il bollino di "cattolico", qualunque sia il contenuto.  
    Sarà la stragrande maggioranza dei cattolici che nei prossimi anni verrà costretta (abilmente pilotata) a scegliere questo tipo di appartenenza , ....e crederà  di averlo fatto "liberamente"   !</span>

    RispondiElimina
  148. ... perchè non valutare l'ipotesi di un gesto estremo? In fondo data la gravità assoluta della motivazione, sono certo che Iddio capirà.

    Lei mi tenta!
    Un gesto ESTREMO ... magari una raffica di kalashnikov sul coro delle voci stridule delle vecchie babbione ministranti e lettrici, ovvero coloro che più apprezzano la musica celestiale, la bellezza del testo e le profondità teologiche del Symbolum '77?

    Potrebbe essere ... già vedo la scena ... durante la Comunione, il momento più santo della santa Messa ... le babbione iniziano a latrare in coro le parole della inarrivabile "meditazione musicata sulla professione della Fede" ... d'improvviso un crepitio di armi automatiche ... sorpresa, spavento, terrore, fuga ... e poi (dopo <span>trentacinque</span> anni) il SILENZIO ...

    Queste immagini mi attraggono torbidamente! Non devo più pensarci!
    ... et ne nos inducas in tentationem, sed libera nos a malo. Amen.

    RispondiElimina
  149. Perché ogni tanto non vi fermate a pensare cosa direbbe Gesù dei vostri reciproci insulti, e in più lanciati in suo nome?Disprezzo reciproco in nome dell'amore? E meno male che non potete più farvi del male penalmente e civilmente. Se fossimo ancora nel XVI secolo ne vedremmo delle belle 

    RispondiElimina
  150. Anna Rita Onofri20 maggio 2011 19:25

    E allora se non sai cosa sia, che chiacchieri?..(ho già provveduto a far notare l'inesattezza alla Redazione. E TU SEI PERFETTO? NON TI SBAGLI MAI TU??)
    Quella che si vede nel video è L'AGAPE, cioè la "magnata generale" che si organizza fra i neocat alla fine della Veglia pasquale: vanno in un'altra sala, preparata per tempo, e lì, la mattina di Pasqua (verso le 5 del Mattino ) fanno il pranzo di Pasqua. Non ti dico, dopo 40 ore di digiuno (da mezzogiorno del Venerdì Santo) che significa per il fagato mangiarsi i tortellini, la coratella e l'agnello arrosto alle 5/6 di mattina... SI STA MALE TUTTO IL GIORNO. E siccome per digerire serve il vino, si vede che - poveracci -  diventano alticci e cominciano a ballare pure lì, e ad emettere i "gorgheggi" e gli "acuti" che si sentono nel video....

    RispondiElimina
  151. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 19:26

    Secondo me, il difetto peggiore dei neocatecumenali è il kitsch. Cento anni fa avrei detto l'eresia, ma considerando i tempi attuali, e considerando quello che dice gente come Ratzinger, mi pare onestamente che si possa tranquillamente sorvolare. Fanno addirittura bella figura se paragonati.
    Tuttavia il kitsch è tremendo. Vedete, le gondole di Venezia sono delle opere d'arte: ebanisti e maestri d'ascia si tramandano segreti del mestiere da secoli per riuscire a fare dei capolavori che hanno armonia, eleganza, funzionalità, bellezza, sinuosità. La gondola di plastica con il carillon di "o sole mio" da mettere sulla televisione, invece fa vomitare. Ma non è che se uno protesta per la bruttezza di tale manufatto, gli si possa rinfacciare: tu insulti i maestri ebanisti veneziani del settecento!

    RispondiElimina
  152. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 19:30

    Intendevo piuttosto suggerirle qualcosa tipo del tritolo a mò di supposta.

    RispondiElimina
  153. la colpa è del prete

    RispondiElimina
  154. Anna Rita Onofri20 maggio 2011 19:34

    Negli interventi di Ciacione si riscontra un elemento di ripetitività altamente ossessiva di PASQUALIANA memoria.... :-D 8-) :-P

    RispondiElimina
  155. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 19:38

    Ite Missa est può intendersi in due modi, a seconda di come si vuole tradurre il termine Missa. O voce del verbo Mitto, e quindi "Andate, è stata mandata", oppure come forma del tardo latino, per dimissio, nel senso di "andate, è il congedo".

    Nel caso primo, si intendeva che l'eucaristia era stata mandata mediante i diaconi agli infermi, dopo la comunione, e dunque si poteva sciogliere l'assemblea.

    L'interpretazione di cecione è una idiozia inventata sui due piedi (ma probabilmente approvata dagli statuti, quindi vera per tutti i cattolici e da credersi dogmaticamente in quanto approvata dal papa).

    RispondiElimina
  156. così come saremo anche pilotatati a scegliere quel rito ibrido che nascerà dalla fusione tra la Messa antica e quella NO: solo a tale condizione ci potremo ancora chiamare cattolici, seguendo docilmente le continue metamorfosi di questa Chiesa che, fondata da Cristo, una volta era cattolica, ed ora si avvia a perdere la sua identità in favore della "civiltà  dell'amore universale" annunciata da Papa Giovanni 23.mo all'inizio del CV2.
    Infatti, eccola,  già la chiamano "universa ecclesia":  ci siamo.
    (E si va avanti, sempre avanti, in continuità....cercando sempre ciò che ci unisce, il dio comune con musulmani ebrei e poi di più....sempre il fattore minimo e il più accomunante per tutti, e sempre più universale sarà l'abbraccio d'amore che riunirà  in un grande gruppo UNITO tutta l'umanità, quando il Nome di Gesù Cristo non sarà più pronunciato da alcuno, perchè.....Egli, il Figlio di Dio Salvatore dell'umanità, sarà accusato di fomentare divisioni ! )

    RispondiElimina
  157. Io direi piuttosto, usando il lingauggio di Benedetto XVI, che il cnc  è la cristalizzazione, la personificazione estrema e "perfettaa" dell`ermeneutica della discontinuità-rottura.
    Chi può dire e provare conoscendo le prassi inventate da Kiko  Arguello e Carmen Hernandez, che sono  in continuità con la Tradizione?
    Chi può dire e provare,osservando quel rituale che ha devastato la Liturgia cattolica, lo spazio sacro cattolico, che è in continuità con la Tradizione?
    Chi può dire e provare che quelle prassi anomale, "altre" rispettano iI Magistero Petrino, la Sacrosanctum Concilium, la Ecclesia de Eucharistia, la Redemptionis Sacramentum, la Sacramentum Caritatis?
    Eppure con quelle prassi il cnc è inviato ad evangelizzare.
    Retta Dottrina e sacralità della Liturgia sembrano diventati degli optional.

    RispondiElimina
  158. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 19:46

    Il termine "messa" in quanto tale è la trasposizione del termine Missa, dal latino all'italiano, e non ha un significato compiuto, ma ha assunto il significato di divina liturgia eucaristica, a causa dell'assonanza che in latino può avere la frase Ite missa est. Il verbo essere al presente storico, può infatti indicare anche la conclusione di un fatto, di un avvenimento, con il senso di "è compiuto". Allora si avrebbe "andate, la "missa" è compiuta, finita, terminata, si è conclusa". Ma missa in origine voleva indicare una forma del verbo mitto, indicando come ho detto, o l'invio dell'eucaristia, o il congedo degli astanti. Nei secoli tardi, si iniziò a pensare che missa, fosse il nome del rito che si era fatto, e che il significato della formula fosse "la messa è finita", che è un errore pacchiano. Nella traduzione italiana del messale si è mantenuto il senso popolare della formula "La messa è finita", accompagnata dalla traduzione a senso più simile al significato originario che è "andate in pace". Va detto che però, tale formula è debitrice, come tutta la riforma liturgica, del rito ambrosiano, che conclude "procedamus cum pace". Probabilmente si è pensato che fosse poco bello concludere con "E' ora che ve ne andate", che è la traduzione letterale.

    RispondiElimina
  159. <span>Io direi piuttosto, usando il linguaggio di Benedetto XVI, che il cnc  è la cristalizzazione, la personificazione estrema e "perfetta" dell`ermeneutica della discontinuità, della rottura.  
    Chi può dire e provare, conoscendo le prassi inventate da Kiko  Arguello e Carmen Hernandez, che sono  in continuità con la Tradizione?  
    Chi può dire e provare, osservando quel rituale che ha devastato la Liturgia cattolica, lo spazio sacro cattolico, che è in continuità con la Tradizione?  
    Chi può dire e provare che quelle prassi anomale, "altre",  rispettano iI Magistero Petrino, la Sacrosanctum Concilium, la Ecclesia de Eucharistia, la Redemptionis Sacramentum, la Sacramentum Caritatis?  
    Eppure con quelle prassi il cnc è inviato ad evangelizzare.  
    Retta Dottrina e sacralità della Liturgia sembrano diventate degli optional. 
    </span>

    RispondiElimina
  160. esiste anche il peccato di INDUZIONE, lo sapeva?

    RispondiElimina
  161. Noto che Ova per la mancanza di argomenti e la ricchezza in battute giovaniloidi da poco, si rivela forse un frequentatore di questo blog che mancava da tempo. Sempre che i neocatecumenali non vengano fatti con lo stampino.

    RispondiElimina
  162. ARGUELLO consultore alla nuova evangelizzazione, FILONI a propoaganda fide, chi più ne ha, più ne metta. E sarebbe interessante spulciare chi sono tutti gli altri consultori di questo nuovo dicastero che segnerà il futuro della Chiesa nel mondo.
    La rivoluzione del Concilio Vaticano II comincia solo ora, ovvero ad oltre quarant'anni dalla chiusura del Concilio. L'operazione "smantellamento della Chiesa Cattolica" ha inizio, prepariamoci alla fase acuta dell'apostasia che da quarant'anni affligge la Chiesa...per non parlare del dopo-Ratzinger, uno scenario che si fa sempre più spaventoso. L'istituzionalizzazione di persone sinistre come arguello sono un campanello d'allarme...
    Madonna di Fatima docet...il terzo segreto si avverà!

    Arguello ha ottenuto un ruolo ufficiale in Vaticano = l'anticristo siederà nel luogo più santo!!!

    RispondiElimina
  163. Reciproci insulti? Tanto vale allora togliere la canonizzazione a san Pietro e san Paolo, che hanno litigato aspramente, come attesta il Nuovo Testamento.

    RispondiElimina
  164. Dice Ciacione: "Non oserebbe mai contraddire il Papa!"

    Uuuuu. E' vero! Proprio come ha fatto e come fa Kiko! Ma fammi il piacere!

    RispondiElimina
  165. Caro Enzo, non amico, lei è così violentemente avverso a chi non la pensa come lei, da darmi il sospetto di essere una finzione per "dimostrare" quanto intolleranti siano i tradizionalisti.

    RispondiElimina
  166. <span>Intendevo piuttosto suggerirle qualcosa tipo del tritolo a mò di supposta.</span>
    <span></span>
    <span>Naturalmente non ritengo di accogliere la gentile proposta.</span>
    <span></span>
    <span>Al di là di questo: Lei il tritolo ... io i kalashnikov ... e v</span><span>uoi vedere che "quello che ci unisce è più di quello che ci divide"?</span>

    RispondiElimina
  167. Dice Ciacione: La stessa MESSA di tutta la Chiesa Cattolica<span>,Messa Tridentina compresa</span>
    <span></span>
    <span>Noooooooooooooooooooo... Questa è eccezionale!!! Strepitosa!!!! :-D :-D :-D :-D </span>

    RispondiElimina
  168. Castellari, ha recuperato me? così magari evito di cadere nel vuoto  :-D

    bandiera bianca? io? a camminante...mardunolbo che vi siete bevuti il cervello? :-D
    perchè personalizzate certe risposte?
    grazie per certa "difesa" ma ho sempre saputo riconoscere quando rispondendo esagero... questo è accaduto nell'altro thread di riferimento, riferito alla risposta di Castellari, e a tono con tono ho risposto.... non è una bandiera bianca... non ce la posso avere con lui, ma con chi, messo dal Signore a pasturare il gregge, sta cambiando di non poco conto LA DIETA al gregge in questo triste secolo....
    sono qui per capire...e discutere, non per alzare o abbassare bandiere...

    RispondiElimina
  169. Il vostro "rito" è talmente anomalo che Benedetto XVI vi ha trasmesso nel 2005 le sue DECISIONI per che sia modificato.
    Avete obbedito? NO! Arguello, con l`aiuto di Rylko e Filoni, ha cominciato la sua vergognosa battaglia, disobbedendo al Papa, per rifiutare la Liturgia cattolica da lui definita "una CATASTROFE".
    La sacra Liturgia cattolica sottoposta ad un vergognoso "marchandage" perchè un pittore spagnolo rifiuta che la sua creatura venga modificata, fosse anche dal Papa.
    Le decisioni del Papa aspettano ancora oggi di essere applicate.

    RispondiElimina
  170. REDAZIONE: MA COME POTETE LASCIARE TALI STR*NZ*T* e altre consimili nel vostro blog?

    RispondiElimina
  171. Pensala come vuoi, ma un annetto fa non avresti mai detto "chi, messo dal Signore a pasturare il gregge"; o almeno, non leggevo a fondo i tuoi messaggi, troppo ricchi di citazioni, e troppo lunghi, a mio modo di vedere.
    E comunque non è per niente simpatico dire "appenditi" a chiunque, a prescindere!

    RispondiElimina
  172. Uno che tenta di essere cristiano20 maggio 2011 20:07

    Penso che tra qualche anno il Vaticano si troverà a dover gestire la Chiesa universale coi nuovi evangelizzatori come ha dovuto gestire la faccenda del vescovo australiano fuori controllo, mons. Morris. Spero di essere ancora vivo per vedere come farà.

    RispondiElimina
  173. IL PAPA NON HA APPROVATO "le messe neocat"(!?!?).
    IL PAPA VI HA TRASMESSO LE SUE DECISIONI per modificare quel "rito" e renderlo conforme alla Liturgia cattolica.
    Kiko Arguello ha rifiutato di obbedire.
    Cosiccome sta facendo ora, disobbedendo di nuovo al Papa, con i suoi testi catechetici per il quale vorrebbe conservare l`arcano.
    Stiamo ancora aspettando la PUBBLICAZIONE.

    RispondiElimina
  174. Dice il Cireneo:

    peraltro accettate da chi ne ha il munus nella Chiesa

    No. Manco per niente. Le "cerimonie" come questa autentica pagliacciata, così come le "nuove estetiche" e le liturgie personali NeoCato non sono affatto "accettate" da chi ha il munus nella Chiesa. Bisognerebbe DIMOSTRARLO ogni volta che viene sbandierato questo insulso slogan, invece ci dividiamo anche qui. E i NC si incontrano spesso con taluni conservatori e anche con alcuni (non pochi) tradizionalisti che, volendo dare addosso al Papa "modernista", sottoscrivono quello che i NC sbandierano come trionfo: il Papa "approva"! Invece il Papa non approva manco per niente! Si può dire che il Papa non reagisce. Questo sì. Ma che approva no. Non perchè si debba giustificare il Papa e chiudere gli occhi per papismo. MA PERCHE' I FATTI STANNO COSI'! E chi come noi conosce il CnC e la sua realtà, dovrebbe impegnarsi per dimostrarlo! Chi ha a cuore la Tradizione della Chiesa, dovrebbe impegnarsi per dimostrare che queste pagliacciate non sono approvate da nessuno, anche se no nsi reagisce ad esse!

    RispondiElimina
  175. Certamente che lo devi, velester, se vuoi chiedere una messa VO al tuo vescovo o parteciparvi senza peccare e senza ipocrisia.
    Ma nessuno ti obbliga di essere un cattolico puro oro zecchino: puoi sempre andare dagli scismatici di fellè dove, invece, più spari contro la Chiesa e i papi più saranno felici.  ;)

    RispondiElimina
  176. <span>Dice il Cireneo:

    peraltro accettate da chi ne ha il munus nella Chiesa

    No. Manco per niente. Le "cerimonie" come questa autentica pagliacciata, così come le "nuove estetiche" e le liturgie personali NeoCat non sono affatto "accettate" da chi ha il munus nella Chiesa. Bisognerebbe DIMOSTRARLO ogni volta che viene sbandierato questo insulso slogan, invece ci dividiamo anche qui. E i NC si incontrano spesso con taluni conservatori e anche con alcuni (non pochi) tradizionalisti che, volendo dare addosso al Papa "modernista", sottoscrivono quello che i NC sbandierano come trionfo: il Papa "approva"! Invece il Papa non approva manco per niente! Si può dire che il Papa non reagisce. Questo sì. Ma che approva no. Non perchè si debba giustificare il Papa e chiudere gli occhi per papismo. MA PERCHE' I FATTI STANNO COSI'! E chi come noi conosce il CnC e la sua realtà, dovrebbe impegnarsi per dimostrarlo! Chi ha a cuore la Tradizione della Chiesa, dovrebbe impegnarsi per dimostrare che queste pagliacciate non sono approvate da nessuno, anche se non si reagisce ad esse!</span>

    RispondiElimina
  177. Per quanto ne so io - premetto che non sono agiornatissimo - ai nc era stato imposto, nel riconoscimento del cammino, di celebrare secondo il Messale Romano, attenendosi alle rubriche ivi contenute le quali, per quanto elastiche, non sono tali fino allo scempio che combinano i nc. All'invito spesso ripetuto di Ciacione alla missione, segno di un attivismo in qualche modo "obbligatorio", stile Testimoni Geova, rispondo col far notare che non a caso la Chiesa ha nominato protettrice delle missioni una certa Teresina del bambino Gesù, che trascore la sua breve e santa esistenza chiusa nel carmelo.
       

    RispondiElimina
  178. Questo suo discorso è assurdo, non serve a nulla creare dei falsi cattolici, non si salveranno ugualmente, questo significherebbe che basta dire di essere cristiani ma non è così!
    Non è con la patente di cattolico che si dimostra di esserlo o  si abbia la certezza di salvarsi, un finto cattolico (tanto più un cristiano non cattolico) non entrerà nel regno dei cieli!
    Infine vorrei ricordare che il Magistero della Chiesa cattolica non inizia con il CVII, come sostiene kiko semmai inizia qeullo che sopra qualcuno ha affermato essere dei "papi cociliari" (unica verità detta da un NC).
    CVCRCI

    RispondiElimina
  179. Simon de Cyrène20 maggio 2011 20:32

    "No,Manco per niente" scrive l'inenarrabile Stefano. (1) Lo dimostri lei che la liturgia praticata dal CNC non è conforme alle disposizioni alle quali essi sono sottomessi oggi nel 2011, anche se fa liturgicamente e esteticamente alquanto schifo; (2) dimostri lei che il supposto "silenzio" del papa sia disapprovazione; (3) Non conosco in prima persona il Cnc e la sua realtà è verissimo, ma debbo dire che mi fido dei vescovi assolutamente non progressisti e odiati dai progressisti come Golias,  come il papa stesso o come Aillet et Rey e tanti altri che li conoscono bene per averli ferquentati e li sostengono, come dimostrato da mic; (4) chi sembra odiare il CNC sono le stesse persone che thread dopo thread su ogni blog danno adosso al Santo Padre, attuale e precedenti e che non fanno altro che predicare disobbedienza, ergo non mi posso fidare del loro vero amore per la Chiesa. faccia lei. Ubi Petrus Ibi Ecclesia. I.P.

    RispondiElimina
  180. Ho trovato sul blog "osservatorio del cnc" questo commento di un giovane neocatecumenale che, su direttiva di Arguello, se ne va per le strade di Roma per evangelizzare...:

    "La gente, sopratutto i ragazzi, vedono una Chiesa chiusa nei suoi dogmatismi, la Chiesa deve essere tutto il contrario, deve esssere aperta a tutti e ripeto secondo me stare a discutere su queste stupide questioni è chiudersi in quella religione fatta solo di schemi e dogmi, proprio come i farisei ai tempi di Gesù."

    Ecco la religione cattolica alla salsa neocatecumenale.
    Ma i peggiori responsabili sono i custodi della retta Dottrina e della Sacra Liturgia che hanno permesso, e continuano a permettere, questo scempio, tollerandolo, legittimandolo, e incoraggiandolo.

    RispondiElimina
  181. <span>Peraltro, il Symbolum '77 tra i canti moderni, è forse uno dei più gradevoli. </span>

    Pffffhahahahahahahahaha! Quella baglionata?! Con quel testo?! "una cosa sola con il padre e con i tuoi", "non avrò paura, sai, se tu sei con me". Buahahahahahahahahaha!

    Deglutisci, deglutisci la tua mota, Castellari, prima che ti si inchiodi sulla strozza!

    RispondiElimina
  182. <span>Peraltro, il Symbolum '77 tra i canti moderni, è forse uno dei più gradevoli. </span>

    Pffffhahahahahahahahaha! Quella baglionata?! Con quel testo?! "una cosa sola con il padre e con i tuoi", "non avrò paura, sai, se tu sei con me". Buahahahahahahahahaha!

    Deglutisci, deglutisci la tua mota, Castellari, prima che ti si inchiodi sulla strozza!

    RispondiElimina
  183. "Quello che ha fatto la Chiesa nella conversione dell'America"

    Ci dica sig. Ciacione, ci spieghi cosa avrebbe fatto di non trasparente la Chiesa Cattolica Apostolica Romana nella conversione dell'America.

    Sono curioso!

    Non tralasci però di spiegarci, di volta in volta di che "americhe"  ci parla!

    Può partire dallo spiegarci quanti Sioux e Apaches sono stati massacrati su richiesta di Leone XIII! 

    RispondiElimina
  184. <span><span><span>Giovanni Paolo II nel 1991 definì il Cammino Neocatecumenale  come un ITINERARIO DI FORMAZIONE CATTOLICA</span></span></span>

    E la premiata fonderia lo ha premiato con un bel monumento.

    RispondiElimina
  185. <span><span><span>Giovanni Paolo II nel 1991 definì il Cammino Neocatecumenale  come un ITINERARIO DI FORMAZIONE CATTOLICA</span></span></span>

    E la premiata fonderia lo ha premiato con un bel monumento.

    RispondiElimina
  186. Il pendant "cattolico" delle sette protestanti sioniste americane?

    RispondiElimina
  187. No! Ballano con uno stile ben preciso!

    RispondiElimina
  188. Prova qui. Ti troverai bene.
    http://www.movimentolento.it/it/resource/news/cammino-di-san-carlo-4-15-giugno

    RispondiElimina
  189. il CNC sta preparando -dal 2008, anno della prima approvazione- il tappeto rosso perchè il mondo accolga festosamente (in ginocchio) l'anticristo già vicino....
    ma molti non se ne vogliono accorgere, e pensano che in fondo esso "dia alcuni buoni frutti"....

    RispondiElimina
  190. Caro Camminante, rispondo qui dalla tua risposta sopra perchè non mi prende il replay....
    rispondo: allora non hai mai letto in fondo i miei messaggi....uso spesso per altro il termine "pasturare il gregge" del quale mi scrivo anche quale pecora... ma anche le pecore NON cieche alla fine belano alzando i toni..soprattutto quando avvertono un pericolo..... ;)
    se ieri certe cose non le scivevo, ed oggi le scrivo,  evidentemente avverto un certo pericolo....stiamo ALIMENTANDO DUE CHIESE PARALLELE, due modi di intendere fede, dottrina e liturgia....questa seconda Chiesa, inutile addolcirci la pillola, è di fatto frutto del Concilio...e il Papa che resta UN SOLO PASTORE, le sta guidando entrambe.....da una parte ci da Documenti allettanti che sembranoi dare speranza alla TRADIZIONE, dall'altra emana firme che alimentano la Chiesa che spezza con la Tradizione, non ama la Messa di sempre, OBBLIGA i fedeli a ricevere la Comunione sotto le due specie altrimenti, dice, la Comunione NON è completa (parole di Kiko), si OBBLIGANO LE PARROCCHIE AL CAMBIAMENTO CONCILIARE, MA NON SI OBBLIGANO VESCOVI E PARROCI E RINTRODURRE LA MESSA DI SEMPRE, la riforma è obbligatoria, il ritorno alla fedeltà alla Tradizione è FACOLTATIVA....

    In entrambi i casi solo un cieco non vedrebbe che stiamo alimentando DUE CHIESE PARALLELE che il Papa VUOLE UNIFICARE....perchè di fatto è già uno scisma e il Papa non vuole conclamarlo.... a torto o a ragione Egli si presta ad essere Pontefice SU ENTRAMBE evitando di fare una scelta dolorosa, ma che a lungo andare si renderà necessaria o con lui o sotto altri Papi futuri....
    Questa è la grande confusione che stiamo vivendo: UNA SOLA CHIESA SOTTO UN SOLO PASTORE che di fatto si ESPRIME IN DUE FORME DIVERSE perchè è nella Liturgia IL CUORE E IL MOTORE DELLA CHIESA UNA....se alimentiamo due forme, alimentiamo DUE FORME DI CHIESA...
    il Rito è UNO come UNO è il Pontefice...ergo TUTTI qui stiamo con quell'uno solo Pontefice, ma dire le cose come stanno non significa mettersi contro, delle DUE FORME SCEGLIERNE UNA...
    ;)

    RispondiElimina
  191. Non è che dietro il cammino neocatecumanle agisce la loggia massonica B'nai B'rith per sitruggere la Chiesa dall'interno?

    RispondiElimina
  192. Non per niente pontefice significa costruttore di ponti...

    RispondiElimina
  193. caro Ospite, il fatto che l'antiocristo siederà bel tempio di Dio, l'ha detto s. Paolo, l'ha ripetuto Nostro Signore riferendosi al profeta Daniele, e l'ha detto la Madonna, Madre di dio e della chiesa, a La Salette:
    "ROMA perderà  la Fede e diventerà la sede dell'anticristo".
    e l'ha ripetuto a Fatima , con altre parole: 
    "Satana si introdurrà alle sommità  della Chiesa".
    Qui stiamo assistendo ora ai ferventi preparativi (già in atto da decenni, in verità...) della nuova epoca che si annuncia.
    O lei vuole smentire la Madonna, Gesù Cristo e le Scritture, compreso S. Giovanni ?

    RispondiElimina
  194. <span>caro Ospite, il fatto che l'anticristo siederà bel tempio di Dio, l'ha detto S. Paolo, l'ha ripetuto Nostro Signore riferendosi al profeta Daniele, e l'ha detto la Madonna, Madre di Dio e della Chiesa, a La Salette:  
    "ROMA perderà  la Fede e diventerà la sede dell'anticristo".  
    e l'ha ripetuto a Fatima , con altre parole:   
    "Satana si introdurrà alle sommità  della Chiesa".  
    Qui stiamo assistendo ora ai ferventi preparativi (già in atto da decenni, in verità...) della nuova epoca che si annuncia.  
    O lei vuole smentire la Madonna, Gesù Cristo e le Scritture, compreso S. Giovanni ?</span>

    RispondiElimina
  195. Il Symbolum 77 non è né meglio né peggio di tante cacofonie che si sentono in giro per le nostre chiese.
    Che poi si voglia ergere a capolavoro questa monodia, con un ritmo che non favorisce di certo la meditazione, ed una linea melodica di marcata banalità, è un altro discorso. Personalmente comunque, e nessuno me ne voglia, preferisco canti che sono palesemente banali come questo, a mistificazioni come le "finte polifonie" di Frisina. E' come paragonare DJ Francesco ad Allevi: uno gioca pulito, l'altro sporco, illudendo il popolino che la sua sia "musica classica" e che lui sia la reincarnazione di Mozart. Ecco, meglio la banalizzazione rivolta ai gggiovani di Sequeri, della mistificazione di uno che si crede il diretto discendente di Laxus, Palestrina o Perosi!
    Per quanto riguarda i Consultori del Pontificio Consiglio Nuova Evangelizzazione, sinceramente non ci vedo nulla di strano.
    Si tratta di una semplice quanto banale (e forse efficace) applicazione del mai dimenticato "manuale Cencelli": un po' all'Opus (per la quale non nutro alcuna simpatia), un po' ai Salesiani (Bertone...), un po' a CL, un (bel) po' a Kiko che riempie i (suoi!) seminari, eccetera. 
    Purtroppo le chiese sono vuote (grazie anche al vuoto modernismo di molti preti, e alla oggettiva e drammatica secolarizzazione), quindi - turandosi il naso - ci si affida ai più dinamici e talvolta ai più scatenati.

    RispondiElimina
  196. al di lò delle differenze nel modo di celebrare la Santa Messa sono molto preplesso  sull' Ortodossia del movimento Neo Cat, sembra che Kiko neghi esplicitamente la dimensione sacrificale dell'Eucaristia. Fare dire a un catechista che la Santa Messa è il rinnovo o la reattualizzazione incruenta del Sacrificio della Croce ,,,,sembra un' impresa difficile se non impossibile...
    Non mi permetto di giudicare il S Padre ma  in coscienza come sacerdote non vorrei celebrare una tale celebrazione.
    Mi ha molto colpito come i catechisti indirizzano le vocazioni...strano discernimento e obbedienza,,,al quale noi poveri preti dobbiamo rimediare  quando le anime ne escano distrutte.
    Intanto dire che il Movimento e il loro  modo di celebrare è la perfetta espressione della riforma conciliare...rimango allibito di una tale affermazione...e su questo punto possiamo dire con sicurezza che il Santo Padre non la pensa  così

    RispondiElimina
  197. ah.....ma adesso ricordo: il vostro Kiko non si sognerebbe mai di  raccontarvi queste cose, nè di ciò che la Madonna ha detto a Fatima, e che le gerarchie ecclesiastiche hanno opportunamente nascosto, figurarsi !  avvisava proprio su questo sfacelo della Fede, causato dalla demolizione della Divina Liturgia : come potrebbe Kiko parlarvi di queste profezie bibliche e mariane ?
    al gran kapo la MADONNA è servita  invece  solo per inventarsi di essere stato chiamato da Lei e dallo Spirito Santo a rifondare la Chesa, guarda un po' !  ed è riuscito ad abbindolare i papi fin dal 1968 su questa presunta  "chiamata"....ma come avrà fatto ?
     gli hanno creduto sulla parola; così come hanno creduto alla sua amica "teologa" Carmen che ha raccontato a tutti che la Madonna le avrebbe detto: "benedetta tu fra le donne "  ! 
    e noi ora , milioni di cattolici nella Chiesa, dovremo acclamare a questi nuovi evangelizzatori che raccontano balle colossali, grazie a tutti i papi che si sono inchinati alle loro presunte ispirazioni dall'"alto"; farci RIPLASMARE da catechisti che resettano il cervello dei  loro adepti, sacerdoti, fedeli e vescovi  "ipnotizzati" che vanno ad ascoltare IN GALILEA il gran teologo che sta rifondando la Chiesa, ricevendo omaggi nel mondo, lauree ad honorem non sii sa per quali meriti....
    vedremo la follia collettiva di un popolo-bue che dovrà essere condotto al guinzaglio di due esaltati ? che presumono di dover rifondare una Nuova Chiesa, riassorbendo quella cattolica nel giudaismo : a questo punto è giunta  la Chiesa di Cristo, per non aver ascoltato le richieste della Madonna a Fatima, ripetute da suor Lucia,  silenziate definitivamente alle soglie del gran-concilio, nel 1960: fu "imbavagliata" la Madonna, seppelliti i suoi avvisi,  perchè annunciavano proprio il disastro che stiamo vivendo da 50 anni, causato dalla negligenza dei pastori e dall'apostasia che parte dai vertici della Chiesa, e che andrà avanti inesorabilmente al suo compimento .

    RispondiElimina
  198. fin dal gran CV2 hanno esercitato il loro influsso: da CHI credete che sia nata la denominazione di "papa buono" applicata a Giovanni 23.mo  ?

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.