Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

mercoledì 1 settembre 2010

Schizzo del messodromo per la beatificazione del povero J.H. Newman



Damian Thompson segnala al mondo il bozzetto dell'orribile struttura disegnata per ospitare la Messa papale all'aperto di beatificazione di John Henry Newman il quale, non v'è dubbio, avrebbe meritato qualcosa di meglio.

Damian osserva che quell'hangar sembra più il frutto delle fantasie del fondatore di Scientology che non un tempio cattolico (pur se estemporaneo). A noi appare come il minaccioso interno del carapace di qualche enorme bacherozzo morto, anche se certamente quel disco volante appeso al soffitto e il fondale optical nel più puro stile Seventies non può non evocare qualche b-movie di fantascienza.

E dove sarebbe la tanto attesa 'riforma della riforma'?

27 commenti:

  1. ...e questo è niente....ho letto da Francesco Fidesetforma una sfida anche peggiore di questa esteriorità: LE CHIERICHETTE alla Messa che il Papa celebrerà... temo che neppure mons. Guido Marini sia in grado di opporsi...seppur fino ad oggi era riuscito a risparmiarcele...
    http://fidesetforma.blogspot.com/2010/08/il-femminino-sacro-chierichette.html 

    mons. Marchetto dopo le recenti discussioni sull'immigrazione ha dato le sue dimissioni, chissà se il Papa le accoglierà.... il problema non sono le dimissioni, ma il cambiare la pastorale e ritornare a quella bimillenaria della Chiesa che era ed è VINCENTE....
    se con i guai che si hanno in famiglia avessi dovuto dimettermi, la Chiesa non lo avrebbe accettato (tale divorzio) con le proprie responsabilità.... :-D

    RispondiElimina
  2. P.S.
    riguardo al bozzetto che sarà già stato realizzato visti i tempi ristretti, mi chiedo con una riflessione:
    provate a mettere tutti gli scenari costruiti per le Messe del Pontefice all'aperto...a parte qualcuno dignitoso e SOBRIO....tutti quelli di tipo "faraonico" SONO IDENTICI....e se li mettete uno accanto all'altro, durante la Liturgia stessa, noterete che si perde la centralità DEL VERO PROTAGONISTA, CRISTO, e che il Papa viene USATO QUALE IMMAGINE DI SOSTITUZIONE A CRISTO E NON IL SUO VICARIO...

    studiatevele bene le immagini e le dirette.... ;)

    RispondiElimina
  3. di Andrea Tornielli

    L’arcivescovo Agostino Marchetto, il segretario del Pontificio consiglio per la pastorale dei migranti che negli ultimi anni più volte ha alzato la voce contro il governo italiano per la sua politica sull’immigrazione, si è dimesso. E le sue dimissioni sono state immediatamente accettate da Benedetto XVI. La decisione di abbandonare l’incarico, da quanto apprende il Giornale, è stata presa spontaneamente dal prelato, intenzionato a dedicarsi allo studio della storia del Concilio Vaticano II, sulla quale ha già pubblicato un volume edito dalla Libreria Vaticana. Lo scorso 28 agosto monsignor Marchetto ha compiuto 70 anni e quel giorno è stata anche comunicata l’accettazione delle dimissioni.
    *************************

    bè....a dimostrazione che quando il Papa vuole, fa....

    RispondiElimina
  4. Sfido io che un viaggio papale ha costi astronomici: se si costruiscono palchi del genere. Le pop-stars staranno morendo d'invidia.

    RispondiElimina
  5. ma una  volta per tutte non si potrebbe decidere che il Papa, ovunque Egli sia, celebri dentro una chiesa "normale" con dei grandi mega schermi posti al di fuori???

    RispondiElimina
  6. Simone da Varagine1 settembre 2010 13:20

    Appunto...ma i vari novatores sono pronti a strapparsi i clergyman per una pianeta considerata troppo opulenta...ma per un palco da pop star va bene tutto.
    Poi giustamente tra proiettori megaschermi e accidenti vari non c'è propio il bisogno di sti palchi...e sicuramente costeranno molto meno.

    RispondiElimina
  7. Mostruoso, neo-faraonico.

    RispondiElimina
  8. cari Redattori,
    questa immagine mostra molto più di tante parole QUALE SIA LA VERA CONTINUITA':
    quella dell'eresia dell'informe, la trasgressione di ogni limite del Bello e del Buono (oltre che del funzionale), in nome del "nuovo ad ogni costo" e della libertà da ogni freno e da ogni regola "consacrata" dalla Tradizione !
    :'(
    (siamo ormai al <span>conformismo dell'anti-conformismo,</span> risalente alle arti dette "di rottura"....)

    RispondiElimina
  9. Mons.Principe Vescovo1 settembre 2010 13:45

    A forza di fare dell'archeologismo liturgico una bandiera, probabilmente, i "novatores" si sono ispirati, durante la progettazione del palco papal-rock, non di certo al cardinale Newman in quanto Cattolico e Santo ma a prima della sua conversione quando era un protestante scismatico ed eretico... giustamente non bisogna andare sempre alle origini... origini nella rock-messa bugniniana, origini nella vita di un Santo... :-[

    RispondiElimina
  10. Se questo è l'Altar 3 ... (ved. in alto a sinistra), chissà gli altri due *DONT_KNOW*

    RispondiElimina
  11. A proposito, sono ancora in attesa di sapere dalla Redazione, se é in grado di conoscere il dato, quante siano le vocazioni tra i papa-boys. 

    RispondiElimina
  12. Chi li paga questi palchi?
    Quali le procedure per la scelta dell'ideatore e delle ditte che procedono alla realizzazione?
    Dove è consultabile la documentazione?

    RispondiElimina
  13. Come al solito il Papa siederà, al posto che su un trono, su un grande sanitario.

    Con grande spregio dei poveri. Questi signori si dovrebbero vergognare.

    RispondiElimina
  14. Suvvia, negli anni abbiamo visto anche di peggio....
    Bisogna tener conto che, per realizzazioni come queste, ci si rivolge a ditte specializzate (spesso in concerti rock) che hanno i loro standard produttivi.....
    La celebrazione all'aperto penso sia una condizione ineludibile; non credo ci siano chiese con una capienza accettabile (neppure San Pietro basta ordinariamente......).
    Sarà pure meglio qesto palcone delle chiese gonfiabili delle "Sentinelle del mattino"....o no?

    RispondiElimina
  15. potrei sapere se è stato cancellato il commento di Luisa in cui si rilevava che il Papa esprime il timore di una "elite progressista" ?

    RispondiElimina
  16. "abbiamo visto anche di peggio"....

    il dramma è proprio questo Barnaba, è la routine all'allestimento che, paradosso ed ironia, viene usato per giustificare la Riforma liturgica di Paolo VI contro la Messa antica accusata, appunto, di ghirigori, pizzi e merletti.... non si vuole comprendere che anche questi allestimenti faraonici - seppur senza pizzi e merletti - sono già VECCHIUME... perchè se si vuole inseguire lo spirito del mondo per catturare l'attenzione dei fedeli, continueremo a spendere milioni quando il Papa si muove, senza ottenere nulla di buono o peggio, sforzi enormi per avere consensi DAL MONDO... questi allestimenti risulteranno sempre più insufficienti....saremo sempre più INSODDISFATTI...e c'è una cosa in comune al mondo tradizionale (non "ista") e ai non cattolici dal cuore sincero: questi SPETTACOLARISMI, NON PIACCIONO....perchè si rischia lo SPETTACOLARISMO non vivendo l'incontro con Gesù Eucarestia vivo e vero, ma con una immagine proiettata, pretestuosamente, dagli allestimenti faraonici che sono tutti SIMBOLICI...
    le chiese "gonfiabili" non sono altro che quella spettacolarità, in piccolo, di queste allestite in grande per ricevere il Papa (e non solo Ratzinger, ma in lui PIETRO, GREGORIO MAGNO, I VARI LEONI FINO AL XIII I 12 PIO...)... del quale si accoglie L'IMMAGINE ELUDENDONE IL RICCO MAGISTERO...

    ;)

    RispondiElimina
  17. Ho letto due giorni fa i thread su Fides et Forma su quanto si sta preparando in Inghilterra. Mi sono molto preoccupato e dopo un commento a caldo su quel blog, mi ero autoimposto il silenzio. Violandolo un poco, dico che non  mi preoccupa il messodromo. Mi preoccupa invece molto l'Altare, il servizio e le immagini liturgiche che saranno trasmesse a tutti.  State certi che, a differenza della schermatura mediatica operata finora sulle parti di liturgia dove il Papa mostrava la Croce sull'altare e la Comunione in ginocchio stavolta, se ci saranno le chierichette, ci saranno zoomate e commenti cattofemministi trasmessi in mondovisione. Potremmo cambiare canale e rifugiarci nella nostra "riserva" consolandoci con  la Messa Tradizionale. Lì possiamo stare tranquilli. Ma sarebbe egoismo, come egoismo fu quello di chi non combattè, al momento opportuno, lo stravolgimento liturgico perchè autorizzato a celebrare tradizionale in privato! Ma se amiamo la Chiesa è nostro dovere di cristiani, oltrechè pregare, anche rappresentare la preoccupazione, lo sconcerto e il disagio di tanti. Se qualcuno "che conta" mi legge e può far qualcosa STAVOLTA lo faccia, Non sorrida o minimizzi! Per amore della Chiesa e di Papa Benedetto.

    RispondiElimina
  18. Piccola opinione controcorrente, io nel bozzetto (con tutti i limiti dei bozzetti) alcuni aspetti positivi li riscontro:
    1) il grande rilievo dato alla croce sovrastante l'altare. Noto per inciso che la grande croce appesa all'arcone del presbiterio era un costante desiderio espresso da S.Carlo Borromeo nelle sue visite pastorali.
    2) la struttura, per la presenza di gradinate e di altri accorgimenti visivi,  "marca" molto chiaramente qual'è l'area presbiterale, il che non si poteva dire (a mio avviso) per altre celebrazioni papali e per molte chiese di recente costruzione.
    3) la collocazione del trono pontificio si ispira chiaramente alle basiliche romane ed al trono che veniva collocato in S. Pietro durante le messe papali.
    Detto questo non intendo assolutamente affermare che la soluzione sia esente da pecche (ad es. l'altare mi sembra di ideazione poco felice).
    Un cordiali saluto a tutti.

    RispondiElimina
  19. che centrano le vocazioni tra i papa-boys? ce ne sono e ce ne saranno anche tra di essi. Le vocazioni non riguardano solo il saCERDOZIO. Importante è che molti di quei boys vadano ad ascoltare e a pregare con il Papa piuttosto che andare altrove e magari a cercare qualche siringata o sniffata di droga.

    RispondiElimina
  20. <span>che centrano le vocazioni tra i papa-boys? ce ne sono e ce ne saranno anche tra di essi. Le vocazioni non riguardano solo il saCERDOZIO. Importante è che quei boys vadano ad ascoltare e a pregare con il Papa piuttosto che andare altrove e magari a cercare qualche siringata o sniffata di droga</span>

    RispondiElimina
  21. Più che la riforma della riforma, qui abbiamo la deforma della deforma.

    RispondiElimina
  22. Non so le chiese gonfiabili, ma certamente un curato gonfiabile farebbe meno danni del mio parroco.

    RispondiElimina
  23. Filippo Burighel2 settembre 2010 02:51

    Beh, c'è di buono che almeno il Crocifisso è stranamente ben visibile e abbastanza "tradizionale". Visto che parliamo dell'Inghilterra, non mi sarei stupito di vedere qualche un Crocifisso stile Alien... :-P

    RispondiElimina
  24. Mi è consentita una facezia? Pensate che sorpresa Urbi et Orbi se il Papa salisse i gradini davanti all'altare e celebrasse versus Deum ...
    :-D :-D :-D  
    Vabbè, sto sognando!
    Concordo comunque con chi ha rilevato il miglioramento nel Crocifisso ben visibile e nell'area presbiteriale ben delimitata ... 

    RispondiElimina
  25. la solita scenografia che non è fatta da menti performate dallo spirito della liturgia

    RispondiElimina
  26. Ancora queste carnevalate, credevo fossero finite da tempo. Comunque penso che tra qualche anno non se ne vedranno più, l'altare papale sarà sostiuito da un mihrab...

    RispondiElimina
  27. Redazione di Messainlatino.it3 settembre 2010 16:34

    Beh, noi avremmo fatto qualche altro paragone... come: speriamo che quei boys vadano a pregare con il Papa piuttosto che guardare la partita in tv oppure vadano a pregare con il Papa piuttosto che a seguire delle lezioni di shar'ia in chiesa...

    Sebastiano P.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.