martedì 13 ottobre 2009

Quinta ed ultima domanda del sondaggio e aggiornamento

Ecco i contributi pervenuti lunedì:

€ 1.950,00 - Totale precedente (v. qui)

€ 50,00 – Ricarica Postepay da Avellino

€ 25,00 – Ricarica Postepay via PostaMobile

€ 100,00 – Assegno da Luisa.

€ 200,00 - N.N.

€ 2.325,00 – TOTALE   


QUINTA DOMANDA DEL SONDAGGIO

Se la Messa detta "straordinaria", in latino e gregoriano, venisse celebrata nella sua parrocchia (senza sostituirsi alla Messa in italiano), lei ci andrebbe? Se sì, con quale frequenza?

- Sì, ogni settimana
- Sì, ogni mese
- Sì, per le feste
- Sì, occasionalmente
- No, mai
- Non indica



***

Infine, ricordiamo le modalità di versamento:


1) Assegno: scrivete a redazione@messainlatino.it per avere l'indicazione di come intestarlo e dove inviarlo a mezzo posta.

2) Bonifico: codice IBAN: IT 04 I 03069 67684 5102 19356856, presso IntesaSanPaolo di Sanremo via Matteotti. N.B. Ricordate di indicare nella causale del bonifico: "sondaggio messa in latino" e il vostro nome o nick che volete quale vostro indentificativo per riscontare l'avvenuto bonifico.

3) A mezzo ricarica Postepay: anche in questo caso, scriveteci a redazione@messainlatino.it per avere il numero della carta. La ricarica si può fare via internet per chi ha una carta Postepay; per gli altri, basta recarsi ad un qualsiasi ufficio postale con i contanti e il numero della carta che vi forniamo se ci scrivete: è semplice come pagare un bollettino postale o fare un vaglia (ma costa meno!).




Il motto del giorno

Quod laboriosius acquiritur magis diligitur

13 commenti:

  1. WOW le Poste svizzere e italiane sono con noi!

    Mi permetto di ripetere qui ciò che h già scritto più sotto e cioè il mio stupore di fronte alla poca visibilità che è data a questo sondaggio dai siti che spesso collaborano con Messa in Latino, e ciò nei due sensi.
    A meno che ciò sia voluto, non so per qual ragione, trovo questa poca solidarietà molto deludente.

    RispondiElimina
  2. Capisco il tuo stupore, ma penso che si possa fare questo ragionamento: non so quanti siano stati i siti “pro Missa tridentina” che hanno dato visibilità al sondaggio, ma credo che i visitatori di questi siti siano più o meno gli stessi. Dunque, da un punto di vista “quantitativo”, non penso che riportare la notizia dell'iniziativa su altri siti, avrebbe potuto far affluire nuovi sostenitori. Invece, da un punto di vista “qualitativo”, penso che sapere che altri siti sostengono la tua iniziativa, sia un bel supporto morale, un vero e proprio incoraggiamento. Un conto è combattere una battaglia da soli, altro conto è combatterla con il sostegno morale di altre persone.

    Detto questo, non voglio in alcun modo emettere sentenze contro nessuno. Non voglio assolutamente che qualcuno risponda al mio commento (magari in maniera anonima), per fare polemiche e seminare zizzania tra di noi. Il nemico del genere umano, vuole appunto questo: che ci accapigliamo e distruggiamo tra di noi “tradis”, mentre intanto i modernisti continuano a devastare il cattolicesimo.

    Adesso la priorità è combattere il modernismo. Marciamo divisi per colpire uniti questa brutta bestia che è la “sintesi di tutte le eresie”, come saggiamente la definiva San Pio X.

    p.s. Se qualcuno ha intenzione di rispondere polemicamente a questo commento, con l'intento di seminare zizzania tra di noi, conti prima fino a cento e poi vada a prendersi una bella boccata d'aria.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Caro Ferrer ti avevo incrociato da Tornielli tempo fa...e perchè credi che qualcuno potrebbe prendere a male le tue parole?
    Ho letto sul tuo blog, Cordialiter, la tua testimonianza, quando hai "realizzato" il senso vero e profondo del Sacrificio Eucaristico.
    L`ignoranza è uno dei più grandi scandali e tragedie della nostra Chiesa, quando è il risultato della deformazione ideologica postconciliare.
    Chi ha martellato la sua ideologia, occupando tutto lo spazio, soffocando ogni voce contraria, ha privato i cattolici di un Tesoro, gli autori di queste manipolazioni delle coscienze portano una grande e grave responsabilità.
    Ma restiamo positivi, oggi il risveglio c`è.
    http://cordialiter.blogspot

    RispondiElimina
  5. Luisa, mi son dimenticato di precisare che le mie parole contro la zizzania, non erano rivolte in alcun modo nei tuoi confronti (ci mancherebbe altro). Spero che nessuno abbia frainteso che ce l'avessi contro di te .

    Purtroppo, sono a conoscenza di alcuni screzi (che non riguardano me, ma altre persone), che non vorrei che possano degenerare e dividere il movimento tradizionale. Adesso la priorità del “Comitato di Liberazione Ecclesiale”, deve essere la lotta senza quartiere all'ermeneutica della rottura con la Tradizione. Eventuali dissidi nel Movimento, non farebbero che avvantaggiare coloro che stanno devastando il cattolicesimo.

    Concordo con te quando dici che adesso c'è un risveglio e che dobbiamo essere positivi. Basta con gli “adversarum vaticinatoribus”, che parlano solamente delle devastazioni che ci circondano. Siamo nel bel mezzo della battaglia, e questi perdono tempo a piangere sulle macerie e a scoraggiare i combattenti con il loro torvo disfattismo.

    Certo, non bisogna ingannare nessuno, i danni ci sono e sono evidenti (come hai ricordato, io fino all'età di 21 anni non sapevo cosa fosse la Messa nella sua essenza), ma ci sono molti segnali che indicano che il vento è cambiato, adesso soffia il vento della Tradizione. Basta vedere ciò che sta accadendo nel mondo editoriale. Negli ultimi anni sono usciti un fiume di libri sulla Messa tridentina, mentre i lettori di Rahner, Kung, etc. sono sempre meno e con un'età media molto elevata. Ai giovani piace la Tradizione, l'ermeneutica della rottura ha ormai i giorni contati.

    RispondiElimina
  6. Cari Luisa e Ferrer,

    la notizia del sondaggio è stata ripresa, oltre che da Ferrer stesso su Cordialiter.blogspot, da Raffaella sul Papa Ratzinger blog e da Claudio81 in deliberoarbitrio.splider. Di loro iniziativa. E di questo li ringraziamo moltissimo.

    Ma non dobbiamo biasimare gli altri: in fondo siamo noi che, per una ritrosia assai ligure a chieder soldi alla gente, non abbiamo voluto 'batter cassa' a destra e manca. O meglio: non ci abbiamo proprio pensato. D'altro canto, penso che i potenziali interessati già sappiano di questo sondaggio, poiché in genere capitano anche su questo blog.

    Totalmente d'accordo su quanto scrive Ferrer: dobbiamo essere quanto mai uniti. Noi ci sforziamo proprio in questo senso: avrete notato il nostro tradioecuménisme, come lo chiamano i francesi, ossia essere apertissimi e bendisposti verso tutti i gruppi, fraternità, istituti, associazioni, siti che lavorano, ciascuno a suo modo, per il ritorno della Tradizione nella Chiesa.

    La lotta è ardua e le forze son poche. C'è davvero bisogno di tutti. Ha ragione Ferrer: inutile, e forse perfino controproducente, lamentarsi e mugugnare sulle devastazioni: rimbocchiamoci piuttosto le maniche. Costituire gruppi stabili, chiedere la Messa e anche contribuire a questo sondaggio ci sembrano le cose più efficaci che possiamo fare.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Le devastazioni, gli abusi e le derive vanno denunciate, l`informazione resta per me sempre indispensabile, non è fare catastrofismo ma lucida e realistica informazione.
    Poi non bisogna fare solo quello, bisogna anche in positivo segnalare tutto ciò che c`è di positivo e bello e anche ricordare la retta dottrina.
    Non per fare quella che non è mai contenta, ma la notizia del sondaggio, se e quando ripresa, è in seguito finita nel dimenticatoio delle altre informazioni, peccato che non si sia ritenuto utile di mantenerla in buona visibilità.
    Ma è solo la mia opinione.

    RispondiElimina
  9. Ma non si possono diminuire le domande per diminuire pure la spesa?

    RispondiElimina
  10. Certo, è giusto denunciare le devastazioni, gli abusi e le derive moderniste. S. Francesco di Sales diceva che "gridare al lupo", è un atto di carità nei confronti del prossimo. L'importante è non esagerare e non fare catastrofismo, come purtroppo fanno alcuni (magari anonimamente).

    RispondiElimina
  11. La gioia cattolica13 ottobre 2009 14:46

    Sì, ogni settimana 10%
    - Sì, ogni mese 30&
    - Sì, per le feste 20%
    - Sì, occasionalmente 25%
    - No, mai 10%
    - Non indica 5%

    RispondiElimina
  12. Sì, ogni settimana 12%
    - Sì, ogni mese 28&
    - Sì, per le feste 20%
    - Sì, occasionalmente 20%
    - No, mai 15%
    - Non indica 5%

    RispondiElimina
  13. Lieto di aver contribuito nel mio piccolo alla popolarità del sondaggio, ho anche riportato le cinque domande.
    La Doxa pubblicherà sul proprio sito la sintesi dei risultati?

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.