Post in evidenza

Ora puoi... aiutare MiL

Se volete aiutare e sostenere MiL, potete fare una donazione anche piccola.   Ricordiamo ai nostri lettori infatti che MiL si sostiene solo ...

giovedì 18 giugno 2009

Primo effetto del viaggio a Roma: il vescovo di Linz deplora il focaccione

Tornato in Austria, l'ormai mondialmente famoso vescovo di Linz, Schwarz, ha diramato un comunicato in cui prende atto che la forma della celebrazione del Corpus Domini di Linz ha sollevato molte critiche in internet. Aggiunge che le parrocchie di Linz (che insieme si erano raggruppate per la processione) si sono molto sorprese di tali critiche, visto che la cerimonia è stata condotta in maniera degna [sic!] e senza critiche nelle parrocchie.


Tuttavia il vescovo aggiunge che occorre rispettare il regolamento per la processione del Corpus Domini emanata dai vescovi austriaci nel 1979 [tedeschi e affini sono deliziosi nel regolamentare tutto e di più...]. La cerimonia deve essere "degna e senza compromettere la dovuta riverenza". Perciò forme speciali di processioni eucaristiche devono essere autorizzate dal Vescovo [perché, non lo sapeva di cosa avrebbero combinato le parrocchie della sua città di residenza?]. Le celebrazioni non devono creare offesa. Nel caso specifico, quando tale autorizzazione non è stata data, al Vescovo non può essere ascritta la forma di culto non ordinaria adottata [hoc scaricabarile appellatur...]


"Anche se alcuni gruppi di preghiera conoscono l'uso del pan-focaccia [!!], questo non corrisponde alla tradizione della nostra cultura, specialmente per l'adorazione eucaristica", dice il vescovo Schwarz. L'adorazione deve perciò aver luogo nell'intera diocesi nella forma usuale con l'Ostia consacrata nel suo apposito ostensorio.


"E' molto sgradevole e mi fa soffrire come vescovo, se una celebrazione che dovrebbe esprimere intima comunione e unità col Signore e la Chiesa tra di loro, dev'essere occasione di dare scandalo ai credenti", ha dichiarato il vescovo Schwarz.


Fonte: cathcon

36 commenti:

  1. La processione di Linz è stata solo uno dei tanti esempi di creatività liturgica. Il vescovo di quella diocesi sa che lui è il liturgo? Siamo tanto ignoranti che crediamo che bisogna sempre inventare qualcosa di nuovo per essere cattolici adulti. Codesta creatività liturgica sta assestando un colpo quasi mortale alla fede. Sento nostalgia della processione del Corpus Domini nella mia città quando solo 40 anni fa il Corpo di Cristo veniva portato in processione col massimo d'onore sotto un grande baldacchino. Quando ritorneranno quelle grandi manifestazioni di fede? Alessandro

    RispondiElimina
  2. DANTE, se ci sei batti un post. Si sente la tua assenza. Alessandro

    RispondiElimina
  3. Alcuni Vescovi e sacerdoti debbono ripetere ogni anno un test psicologico e chi non lo supera fare un anno sabatico.aldo

    RispondiElimina
  4. solo un test psicologico? Un po' poco. Alessandro

    RispondiElimina
  5. Tuttavia il vescovo aggiunge che occorre rispettare il regolamento per la processione del Corpus Domini emanata dai vescovi austriaci nel 1979

    ********************************

    che tristezza!!!!!
    questo è il guaio, ridurre il tutto a delle REGOLE dimenticando la dimensione SACRA che dovrebbe far muovere automaticamente nell'uso delle regole non per semplice comando, MA PER AMORE E RISPETTO...

    Lo vediamo in Famiglia: se due genitori con figli si preoccupassero solo delle regole, la famiglia si sfascerebbe a seguito di RIBELLIONI, al contrario se i due genitori vivessero le regole come SENTIMENTO AMOREVOLE di azioni GIUSTE per il proprio bene e per il bene dei figli, la Famiglia resiterebbe alle intemperie...

    Trovo triste che dei vescovi non abbiano ancora compreso dove sta il problema....

    RispondiElimina
  6. Una condanna salva-poltrona (o salva-cattedra che dir si voglia)
    Il vescovo si è "sdegnato" quel minimo che occore per non rischiare di essere deposto, non un grammo di più.
    E non quanto meriterebbe un simile abuso.
    Così mi sembra.
    Sarei felice di sbagliarmi!

    RispondiElimina
  7. caro mons. Schwarz ben svegliato...

    RispondiElimina
  8. Concordo in toto con Alessandro e con Caterina...
    Riporto ancora la mia domanda...ma il pane per la Liturgia, non dovrebbe essere non lievitato...non si dovrebbe usare la sola ostia?
    Spero che il Vescovo risolva anche tutti gli altri problemi della sua Diocesi...che, a giudicare da quanto letto, ne deve avere anche molti...
    Ultima cosa...è proprio necessario tenere quella foto?!? A me crea un forte fastidio...non so gli altri, ma questa è la mia idea...

    PS: comunque, nella mia città, non ho per fortuna mai visto abusi liturgici, anzi, e ho sempre partecipato a bellissime processioni del Corpus Domini

    RispondiElimina
  9. Ecco: se, come sostengono i "novatores", l'Euc. è Cena, allora si arriva logicamente al pan-focaccia "austriaco"... E i neocatecumenali,usano ancora qualcosa di simile?...

    RispondiElimina
  10. Che bello abitare ad Imperia. Dove ogni parrocchia ha la sua cattolica processione del Corpus Domini.
    Dove la Basilica Concattedrale esce in processione ed il Santissimo, nell'ultimo tratto, passa su un tappeto di fiori meraviglioso.

    Le 4 confraternite con abiti e croci, le sacramentine in nero col velo, il ternario bianco/oro della beatificazione di San Leonardo (tra piviale e velo omerale un bel peso, lo assicuro), l'ostensorio in argento massiccio che pesa 4 kg, il clero in talare cotta e stola, le autorità civiche tutte al seguito...

    Che bello, che fortuna ho avuto!!

    Guardate un paio di foto dell'infiorata...

    http://www.visitrivieradeifiori.it/Default.aspx?tabid=1572

    RispondiElimina
  11. http://www.parrocchiasanmaurizio.it/?p=79


    ed anche qui

    RispondiElimina
  12. si, molto bello ma ad Imperia il vescovo è mons. Oliveri o sbaglio? Come ho già ricordato nei giorni scorsi, mons. Oliveri purtroppo non si può clonare. Ed è un vero peccato. Alessandro

    RispondiElimina
  13. Si, il Vescovo di Albenga - Imperia è Mons. Oliveri ma lui al Corpus Domini è in Cattedrale ad Albenga, per cui non è presenta ad Imperia per la processione.

    A lui bisogna dire grazie, ma altrettanto al predecessore, Mons. Piazza ed anche al clero diocesano che non è mai svalicato nell'eresia, come invece avviene nella vicina diocesi di Savona.

    Del resto a Imperia Porto Maurizio (uno degli 11 Comuni che si fusero nel 1923 per dare vita ad Imperia) ci sono 3 parrocchie e da sole, nell'anno, fanno 6 processione di santi e 3 del Corpus Domini...

    RispondiElimina
  14. Vengo subito ad Imperia!!!!
    Comunque il pan-focaccia sono abituato a trovarlo nelle panetterie, più che alla Messa...sarò "anticonciliare", "integralista", "fascista", "tradizionalista", "lefebvriano", "fanatico" (alcune delle etichette che soprattutto in qeusti ultimi tempi mi sono sentito appioppare), ma, oh, che ci volete fare...

    RispondiElimina
  15. Sono esterefatto sulla "tradizione del panfocaccia" in Diocesi di Linz
    Luigi C

    RispondiElimina
  16. Les photos de

    www.visitrivieradeifiori.it/Default.aspx?tabid=1572

    sont admirables.
    Merci de la consolation qu'elles nous apportent.

    RispondiElimina
  17. Celles de

    http://www.parrocchiasanmaurizio.it/?p=79

    sont encore plus belles.

    Vive Imperia! Vive l'Italie!

    RispondiElimina
  18. Per chi volesse approfittare di un soggiorno ad Imperia in occasione di qualche festività, processione o altro evento contattatemi, tramite la Redazione, e vedrò di aiutarvi nel trovare una sistemazione per dormire. A tal proposito segnalo l'imminente e magnifica processione di S. Giovanni (24 Giugno) che ad Imperia Oneglia è festeggiato come patrono ed è veramente bella e caratteristica: provare per ... credere !

    RispondiElimina
  19. Una bella processione tradizionale della B.V. Maria del Carmelo con i famosi crosifissi liguri? Vieni a Sestri Levante alla Chiesa di Santo Stefano del Ponte la prossima Domenica 19 luglio 2009.

    Vedi la Photo Gallery: http://www.maranatha.it/PhotoGallery/A07/A00.htm

    P.S. clicca sulla foto e prosegui...

    PaoloD

    RispondiElimina
  20. si vede che noi liguri siamo proprio bravi in tema processioni!!!

    RispondiElimina
  21. IL PAN-FOCACCIA? MA NON GLI BASTA IL PANE AZZIMO COME TUTTI I CATTOLICI LATINI DEL MONDO? CHE SAREBBE 'STO PAN-FOCACCIA? PANE CONDITO? ALL'OLIO? SONO INORRIDITO! COSTERNATO ALLE LACRIME. NON AVEVO VISTO ANCORA QUELLA FOTO RIVOLTANTE. SIGNORE PIETA'!

    RispondiElimina
  22. Quasi quasi, un piccolo soggiorno in Liguria, la Vandea italiana, me lo fo ;-)
    I Crocifissi tipici, Nostra Signore della Guardia, San Francesco Maria da Camporosso e il Cardinal Siri, sono solo alcune delle perle di questa regione già stupenda
    ;-)
    Ringrazio anticipatamente :-)
    ;-)
    :-D

    RispondiElimina
  23. Non abbiamo solamente le processioni.
    Ogni sabato alle 16:30 nella Chiesa S. Pietro ai Vicoli (nel borgo antico vicino alle due baie) abbiamo la Santa Messa Tradizione!!!

    Venite, fate presenza, è molto apprezzata in questo momento!!!

    Vedi:http://www.maranatha.it/ChieseLocali/diocesi/TradiPage.htm

    PaoloD

    RispondiElimina
  24. Mi associo alla richiesta di ritorno per il mitico prof Pastorelli...una cosa...qualcuno conosce l'indirizzo del liturgista di Linz e la lingua tedesca? Mamma si stava lamentando da un po' che non riusciva a trovare le sue pinze da cucina, e credo di averle riconosciute nella foto...

    RispondiElimina
  25. Scherzi a parte, è possibile fare sparire quella foto? L'abbiamo già vista troppe volte...a me provoca qualcosa di molto simile alla nausea...

    RispondiElimina
  26. ...le processioni??? Con tutta quella gente al seguito a cui non interessa nulla di nostro Signore!
    I politici ci vanno solo per farsi vedere, la gente che chiacchiera e spettegola di quà e di là, ma che roba è?
    Non vedo nessuna manifestazione di fde, ma solo di folklore..

    RispondiElimina
  27. Senza dubbio anche la processione del Corpus Domini guidata da Papa Benedetto è puro folklore!!

    Che pena! Che scempio! Che ignoranza!

    RispondiElimina
  28. Stesso discorso si può fare anche per certe Messe "moderne", che nulla hanno a che fare con la Fede e tutto con la sociologia, l'ideologia, la psicologia...con politici e grandi nomi che assistono e persone che non si interessano del Signore...spero che l'anonimo concorderà, vero?

    RispondiElimina
  29. Mai sentito parlare della fede popolare?
    Di quel sentimento religioso che ha animato e santificato centinaia di generazioni di nostri predecessori nella fede?
    E chi lo dice che il folclore comunque non avvicina a Dio?
    Ci sono persone che in Chiesa ci entrano solo il giorno della processione. Se quella non ci fosse più sarebbero anime completamente perse. Questo forse è male?

    O per punire i politici che si fanno pubblicità vogliamo togliere anche a quelli che ci credono, che si affaticano, che portano i Cristi per la gloria di Dio il loro modo genuino di dimostrare la loro fede?

    Il folclore c'è sempre stato.

    La Madonna a Savona quando apparse al Beato Bartolo Botta disse, tra l'altro "se non fosse per quelle poche ma efficaci preghiere che dicono i confratelli il mondo sarebbe peggiore".

    Riflettiamoci.

    RispondiElimina
  30. Un paio di domeniche fa, nella sua omelia, il sacerdote che celebrava (per fortuna ero li solo di passaggio...!) ha parlato della disoccupazione, della crisi economica e dell'economia mondiale, facendo un suo bel trattato sulla teologia della liberazione e sul socialismo reale.

    E questo cosa c'entrava con Nostro Signore?

    Eppure eravamo a Messa.

    Proposta di legge: visto che ci sono sacerdoti che dal pulpito parlano di politica e non di Vangelo, aboliamo la Messa.

    RispondiElimina
  31. Non è un male in sè parlare di società, politica, economia, attualità, durante le omelie...come non è un male in sè che i sacerdoti o i religiosi aderiscano a pensieri politici...ma l'importante è che i discorsi politici e socioeconomici e le idee politiche non tolgano spazio al Signore e alla Fede...come spesso purtroppo avviene...

    RispondiElimina
  32. A completamento del post precedente, dico che ciò avviene da una parte (politica) all'altra...

    RispondiElimina
  33. Penso che Mons. Oliveri sia un caso unico nella nostra penisola.
    I suoi "colleghi" vescovi vorebbero stare sotto il baldacchino magari senza portare l'ostensorio con il Santissimo... così da avere assicurati anche i riflettori tutti per loro ...
    Quanto al vescovo Schwarz anche per lui, come per tutti noi, arriverà il giudizio di Dio.
    Per noi, impenitenti peccatori, ci sarà il giudizio per le nostre colpe ma coloro che sono stati designati Pastori del gregge di Cristo dovranno rispondere anche della perdita della fede delle loro pecorelle.
    Non vorrei stare nei loro panni ...

    RispondiElimina
  34. no, mons. Oliveri non è un caso unico. Anche i cardd. Caffarra e Scola così come Zenti (Verona) e Rabitti (Ferrara) sono sulla sua stessa lunghezza d'onda. Poi ci sono quelli che, essendo i discendenti di don Abbondio, ... Alessandro

    RispondiElimina
  35. 'alcuni gruppi di preghiera conoscono l'uso del pan-focaccia...', interessante questa abitudine invalsa nella diocesi di monsignor Schwarz ( abitudine che, sembra, Lui conosca benissimo, senza alcun risentimento.

    Dopotutto nell'Eucarestia è presente il Corpo di Cristo, dunque perchè non aggiungere una fetta di prosciutto che ricordi la Presenza Reale; e magari un goccio d'olio che ricordi l'Unzione di Cristo che è Sacerdote.

    Con ragionamenti del genere possiamo arrivare a fare qualunque cosa dicendo che noi ' seguiamo lo spirito del Vangelo'... e non ' l'interpretazione dell'uomo'; in tanti abbiamo già visto che lo fanno...

    Olatus

    RispondiElimina
  36. ALE E ROB ci sono e di colpi, di tastieram, ne ho battuti parecchi: andate al post sul Botta e risposta tra Frat. S. PIo X e i Vescovi tedeschi: ho esposto il pensiero dei papi, dei concili e dei teologi sulla Messa come rinnovamento sacramentale del Sacrificio di Cristo.

    Il Vescovo di Albenga non sarà mai levato al cardinalato. Caffarra fors sì, datata la sede.
    Ma non mi paragonate mons. Oliveri a Zenti o ad altri vescovi veronesi del recente passato.
    Han perino dato la chiesa di S. Pietro Martire, ucciso dai Catari, ai luterani!

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione