Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

martedì 24 agosto 2010

Incubi pugliesi

Pubblichiamo questa graffiante (e politicamente scorretta) 'preghiera' di Camillo Langone, apparsa su Il Foglio del 20 agosto. Vorremmo infatti saperne di più, da qualche lettore informato, circa questa chiesa tuttora consacrata trasformata in ristorante. C'è comunque una logica consequenziale in questo mutamento di destinazione: non si dice forse che quanto si celebra in chiesa non è altro che una mensa o un convito?

Vengo a Trani e dormo. Dormo dieci ore da notte, mi sveglio, faccio colazione al Bar Centrale, apro la Gazzetta del Mezzogiorno e scopro che i vendoliani vogliono far costruire a spese nostre la sedicesima moschea pugliese (quindici non bastano, gli obamiani locali sono entusiasti della moschea a Ground Zero e non vogliono essere da meno, il loro sogno è un minareto a Otranto), comincio a sbadigliare, apro il Corriere del Mezzogiorno e scopro che i finiani adesso citano Franco Cassano, il filosofo barese del pensiero meridiano, l’elogio della tolleranza che sarebbe intrinseca alle coste meridionali laddove “la riva interrompe gli integralismi della terra” e finalmente “i diversi si toccano”, sbadiglio ancora più forte, vado a pranzo, mi telefona un amico per dirmi che il nuovo ristorante sul porto è stato aperto dentro una chiesa consacrata ma la Curia se n’è accorta troppo tardi (conoscendo l’arcivescovo mi sembra già notevole che se ne sia accorto). A questo punto crollo, due ore di pennichella non me le toglie nessuno: il Sud è sonno perché da svegli mica si può sopportare.

Fonte: Il FOGLIO

46 commenti:

  1. In sostanza il Comune di Trani, proprietario della Chiesa in questione, pur di far quattrini ha cambiato la destinazione d'uso dell'immobile senza coinvolgere la diocesi, come previsto dalla legge.

    http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/cronaca/2009/4-maggio-2009/trani-ristorante-chiesa-imbarazza-curia-cosa-ci-sfuggita-mano--1501320953989.shtml

    RispondiElimina
  2. Già: che importa cos'era prima, cosa vi avveniva prima, con quali intenzioni era stata edificata....bisognava "recuperare un bene in forte stato di abbandono, per il quale l’attuale gestore ha spe­so oltre un milione di euro in ristrutturazione". "L’amministrazio­ne mai avrebbe potuto investi­re tanto denaro. Affidandolo a un privato siamo riusciti in questa operazione, guadagnan­doci delle belle somme con l’affitto».
    Il dio quattrino.

    RispondiElimina
  3. <span>Già: che importa cos'era prima, cosa vi avveniva in precedenza, con quali intenzioni era stata edificata....bisognava "recuperare un bene in forte stato di abbandono, per il quale l’attuale gestore ha spe­so oltre un milione di euro in ristrutturazione". "L’amministrazio­ne mai avrebbe potuto investi­re tanto denaro. Affidandolo a un privato siamo riusciti in questa operazione, guadagnan­doci delle belle somme con l’affitto». 
    Il dio quattrino.</span>
    <span>Se in quell'edificio vi fosse stato un cesso dove per circa venti minuti si chiuse il "grande" Garibaldi colto da mal di pancia l'amministrazione comunale vi avrebbe fatto un museo civico sul glorioso cd. "risorgimento".</span>
    <span></span>

    RispondiElimina
  4. <span>una logica consequenziale</span>
    proprio così :
    l'incubo è realtà, che va avanti come un treno in marcia da 45 anni, e che nessuno si sogna di fermare :
    VIETATO VIETARE !

    RispondiElimina
  5. i CATTIVI ESEMPI, anche mostruosi, si impongono ormai
    <span><span> a tutti come FATTI COMPIUTI, e la "maggioranza" deviata e traviante deve continuare a</span></span><span><span> </span></span><span><span>vincere con i suoi errori.</span></span><span>
    <span>La mitica e osannata medicina della misericordia, che lascia dilagare eresie e profanazioni, continua a imperversare:  </span>
    <span>VIETATO CORREGGERE:  chi corregge manca di rispetto all'errante !  </span>
    <span>    l'errore deve continuare : rispettate l'errore  !</span><span> </span><span> </span></span>
    :(

    RispondiElimina
  6. il nuovo ristorante sul porto è stato aperto dentro una chiesa consacrata ma la Curia se n’è accorta troppo tardi (conoscendo l’arcivescovo mi sembra già notevole che se ne sia accorto)

    Trattandosi di uno dei tanti edifici destinati a festosi banchetti è ovvio che i ristoratori intendano, in un sistema di libera concorrenza, utilizzarli. Il fatto che l'arcivescovo non ne abbia saputo nulla ci ha forse evitato di dover digerire anche la notizia della richiesta, da parte della curia al nuovo gestore, di una cointeressenza.

    RispondiElimina
  7. Poichè nessuno dall'alto interverrà a sanzionare questo obbrobrio (come cento altri), saremo probabilmente costretti, secondo la misericordia conciliare, a cercare ciò che ci unisce con questi scempi, <span>chiudendo gli occhi su ciò che ci divide, qualunque sia l'elemento "divisore" tra chi prova ancora a scandalizzarsi e chi ormai resta indifferente o ride di gusto !</span>
         Dunque, capisco bene che Langone, dovendo "chiudere gli occhi"  sia piombato nel sonno liberatore (si fa per dire....) dall'INCUBO REALE !

    RispondiElimina
  8. <span>Poichè nessuno dall'alto interverrà a sanzionare questo obbrobrio (come cento altri), saremo probabilmente costretti, secondo la misericordia conciliare, a cercare ciò che ci unisce con questi scempi, <span>chiudendo gli occhi su ciò che ci divide, qualunque sia l'elemento "divisore" tra chi prova ancora a scandalizzarsi e chi ormai resta indifferente o ride di gusto (amaro) !</span> 
         Dunque, capisco bene che Langone, dovendo "chiudere gli occhi"  sia piombato nel sonno liberatore (si fa per dire....) dall'INCUBO REALE !</span>

    RispondiElimina
  9. <span>scusate...

    perchè qui leggiamo "chiesa consacrata" e invece sul giornale si parla di "chiesa sconsacrata" ?

    </span>

    RispondiElimina
  10. <span>scusate... 
     
    perchè qui leggiamo "chiesa consacrata" e invece sul giornale si parla di "chiesa <span>sconsacrata</span>" ? </span>

    RispondiElimina
  11. <span>... mutamento di destinazione: non si dice forse che quanto si celebra in chiesa non è altro che una mensa o un convito?</span>
    ---------------------
    da MENSA (ex)sacra  a banchetto profano  il passo è breve : una manciata di anni....
    :(

    RispondiElimina
  12. <span><span>perchè qui leggiamo "chiesa consacrata" e invece sul giornale si parla di "chiesa <span>sconsacrata</span>" ? </span></span>


    Sull'edizione on-line leggo di chiesa CONSACRATA.

    http://www.ilfoglio.it/preghiera/406

    RispondiElimina
  13. ah, è una chiesa consacrata....ma bene    :(
    <span>"....la cosa ci è sfuggita di mano...."</span>
    <p><span>così si giustifica la Curia (titolo dell' art. citato)</span>
    </p><p><span>ma guarda un po' che distrazione  inconsueta!....</span>
    </p><p><span>   ....ma sta' a vedere che se i fedeli chiedevano di usare la chiesa per celebrare la Messa antica, allora DI SICURO no gli sarebbe "sfuggita di mano",  non ci sono dubbi !</span>
    </p><p>(provate a informarvi su COME sia combattuto il MP in quella regione, con quanta feroce attenzione osteggiata la Messa tridentina, e poi penserete forse: "coincidenze", il fatto che sulla non-applicazione del MP SI VIGILI molto attentamente.....)
    </p><p>PS  se questa "notazione" è troppo tagliente, mi preparo a eliminarla!   <span> =-X </span>
    </p>

    RispondiElimina
  14. <span>ah, è una chiesa consacrata....ma bene     :(   
    "....la cosa ci è sfuggita di mano...."  <span><span>così si giustifica la Curia (titolo dell' art. citato)</span>  </span>

    <span>....ma guarda un po' che distrazione  inconsueta!....</span>
    <span></span><span>  ....ma sta' a vedere che se i fedeli chiedevano di usare la chiesa per celebrare la Messa antica, allora DI SICURO non gli sarebbe "sfuggita di mano",  non ci sono dubbi !</span>  
    (provate a informarvi su COME sia combattuto il MP in quella regione, con quanta feroce attenzioneosteggiata la Messa tridentina, e poi penserete forse: "coincidenze", il fatto che sulla non-applicazione del MP SI VIGILI molto attentamente.....)
    PS:  se questa "notazione" è troppo tagliente, mi preparo a eliminarla!   <span>  =-X  </span> 
    </span>

    RispondiElimina
  15. "...la cosa ci è sfuggita di mano...": ci credo, sono troppo impegnati, in Curia, a fare convegni patorali diocesani, incontri con imam, serate di seminari psicologici, insomma ttto fuorché il loro compito. Se qualcuno lì conservasse un minimo di dignità, si spreterebbe. La Chiesa di Crito non ha bisogno di fanciulle distratte (parafrasando il Vangelo), che forse hanno un futuro nella chiesa di Satana...

    RispondiElimina
  16. scusate gli errori di battitura, Chiesa di Cristo

    RispondiElimina
  17. <span>serate di seminari psicologici....</span>
     ah, pure .... ?    =-O  

    RispondiElimina
  18. u' suonn. A' meglio parte e 'ra VITA24 agosto 2010 alle ore 11:41

    Quella che segue è un vicenda pugliese, risale a prima del MP, ma oggi non credo che i fatti si sarebbero svolti in modo differente:http://www.salpan.org/Scandali/Lettera%20al%20Vescovo.htm

    RispondiElimina
  19. i soliti due pesi e due misure... e non si usano solo in Puglia...
    Ai fruitori del motu proprio si richiede un rigore enorme, pesano anche le virgole... agli altri niente!
    Ho sentito perfino lamentarsi perchè in una esposizione di dottrina cattolica un prete aveva osato citare "l'opinione comune dei teologi",
    quando secondo il censore in questione "nelle esposizioni di dottrina bisogna citare solo dottrina non opinioni"...
    Spiegargli che invece stava citando dottrina E opinioni separando nettamente l'una dall'altra sarebbe servito a qualcosa?
    E poi i libretti devozionali vari che erano in fondo a quella cappella saranno stati sicuramente esposizioni di sanissima dottrina,vero?
    Tutti con l'imprimatur immagino!
    E questo è solo un minimo esempio...

    RispondiElimina
  20. Cortesemente,REDAZIONE,manca il mio commento in replica a etimo 10.49.06 . Grazie.

    RispondiElimina
  21. Redazione di Messainlatino.it24 agosto 2010 alle ore 15:09

    Ho guardato, ma non ho ricevuto la notifica del commento: l'avevi fatto sempre come pepito sbazzeguti?
    Oggi non mi sono accorto di problemi, quindi prova a riscriverlo, mi dispiace per il fastidio.

    Sebastiano P.

    RispondiElimina
  22. Così vigilanti,che a Bari tutti sanno(e lo dichiarano candidamente!)che Mons.Cacucci appoggia apertamente Vendola ;così custodi,che il loro seminario ,per chi conosce i sacerdoti che ne escono,sembra una scuola di lassismo dottrinale. Provate solo a nominare loro il "Motu Proprio",vi risparmio le risposte perchè nel loro concetto di peccato non rientrano le volgarità e le parolacce ! 

    RispondiElimina
  23. Conosco abbastanza bene la Puglia, mia terra natale, e con grande dolore devo dire che è una terra di anime morte, con rare eccezioni. Quando ad amici assai colti e devoti facevo e fo  presenti i gravissimi problemi che scuoton la Chiesa, la risposta un'alzata di spalle e: se sbagliano i preti noi siamo scusati.

    RispondiElimina
  24. <span>vi risparmio le risposte perchè nel loro concetto di peccato non rientrano le volgarità e le parolacce !</span>

    Perchè sono abituati male!...
    Quasta albagia, questa iattanza va punita, e quale miglior sistema di quello prima spiegato e poi messo in atto da Don Ersilio Miccio ne L'oro di Napoli?
    Bastano, al limite, due persone. A ogni passaggio che effettua col suo seguito, sapere a quali incontri pubblici si reca non è un problema, uno lo chiama a voce alta sostituendo a Duca Alfonso Maria di Sant' Agata dei Fornari il nome dello spocchioso ras locale e, non appena questi si volta, l'altro esegue un assolo di pernacchio fatto a regola d'arte.
    La cura è sempre stata ritenuta efficacissima.

    RispondiElimina
  25. "appoggia apertamente Vendola" attenzione, non usiamo frasi che potrebbero prestarsi a laidi doppisensi! =-O ;)

    RispondiElimina
  26. Il modo sboccato e volgare di parlare si impara o si radica proprio in seminario ! Faccio il caso di un caro amico che , prima di entrare in seminario ,era di un comportamento serafico travolgente ;giunto al quinto anno , nel suo discorrere,parolacce e volgarità non si contavano piu':si era dovuto adeguare nel suo ambiente ! E qui ,mi taccio! 

    RispondiElimina
  27. Accogliere tutti i popoli come se fossero fratelli, ha detto il papa;  Gesù disse''ero forestiero e...'' la legge del cristiano è la carità, Gesù trattava con gli impuri e con i samaritani e dicendo la parabola del ''Buon Samaritano'' ci ha insegnato che proprio uno starniero può essere nostro prossimo, i samaritani dai giudei infatti erano considerati stranieri, nemici ed eretici. La Puglia ha un problema ben più garave di  tutti ed è quello annoso dell'Ilva di Taranto che sta uccidendo migliaia di persone con la diossina, la chiesa tarantina che fa?

    RispondiElimina
  28. aridaje......col catto-socialismo della Chiesa orizzontale e carità dell'aldiqua, solo carne e niente anima  !
    *DONT_KNOW*

    RispondiElimina
  29. Occupa l'Ilva.

    RispondiElimina
  30. @Dante Pastorelli

    <span>Conosco abbastanza bene la Puglia, mia terra natale, e con grande dolore devo dire che è una terra di anime morte, con rare eccezioni</span>

    Tanti anni fa alcuni amici pugliesi mi hanno raccontato (all'epoca non approfondii) che in alcune chiese... credo di ricordare della zona attorno a Terlizzi, le pareti erano state 'imbiancate' per impedire ai fedeli antichissime forme di devozione ritenute non in linea con il nuovo corso della Chiesa.
    Il risultato che ottennero, mi si disse, fu quello di far cessare a tanti ogni frequentazione delle chiese, tranne che in occasione di battesimi, matrimoni e funerali.
    Sai qualcosa in merito?

    RispondiElimina
  31. come quando i ragazzi vengono "svezzati" in caserma nel servizio di leva ! stesso degrado nella volgarità carnale, caserma e seminario  ? ! ?   =-O

    RispondiElimina
  32. No, quello che ho visto  a suo tempo a Manduria e dintorni m'è bastato. Preferisco ricordare le chiese della mia fanciullezza ed adolescenza: l'anima si riempie di pace gioiosa. Cari ricordi, volti di sacerdoiti, secolari e regolari che irradiavan santità, che ti ascoltavano, che sapevano comprendere i primi e poi più acuiti turbamenti, le loro mani forti e dolci sulle spalle, le partite a bocce nel giardino dei Passionisti, il coro in cattedrale, la Madonna pellegrina casa per casa. Via, bando alla nostalgia, le ferie stanno per finire. Il 12 ricomincia l'impegno che dura dall'85 alla faccia di chi ci vuol male.

    RispondiElimina
  33. Ho per errore cancellato la risposta.
    No, di Terlizzi non so niente, mi bastano gli scempi che a suo tempo ho visto a Manduria e dintorni.
    Potrebbe saper qualcosa l'ottimo Francesco Colafemmina che in quella zona ci bazzica.

    RispondiElimina
  34. Perchè!? nelle curie pugliesi c'è ancora qualcuno che distingue fra chiese consacrate e sconsacrate?

    RispondiElimina
  35. antonio peschechera da Barletta25 agosto 2010 alle ore 10:07

    Stimatissimo Dante Pastorelli posso sapere di quale parte della Puglia è Lei? Grazie.

    RispondiElimina
  36. antonio peschechera da Barletta25 agosto 2010 alle ore 10:11

    posso chiedere alla stimatissima redazione di questo blog perchè non mi ha pubblicato un commento scritto ieri mattina da me a proposito dell'Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie-Nazareth? quello che ho scritto è la pura verità corroborata da prove. Grazie.

    RispondiElimina
  37. Te lucis ante terminum25 agosto 2010 alle ore 10:22

    In aggiunta a questo ho letto che il buon Vendola per contrastare l'obiezione di coscienza ha deciso di favorire l'assunzione di ginecologi non obiettori perché "non sia mai che non si possa esercitare il sacrosanto diritto di ammazzare un bambino, in modo democratico si intende". Naturalmente credo che su ciò né il suddetto vescovo né famiglia cristiana abbiano nulla da dire e da ridire...

    RispondiElimina
  38. Non c'è bisogno di complimenti e del "lei". L'ho scritto, Manduria, 1939-58; poi Prato e dal 1964 Firenze.
    Miei confinanti ed amici sul viale della stazione erano i Vista che venivan da Barletta. Quando la mia famiglia si trasferì in Toscana, i Vista tornarono in quel di Bari, ma a Trani. Se poi sian tornati a Barletta non so. Ci siamo perduti di... vista.

    RispondiElimina
  39. Ma Vendola è gay, ha un amichetto, è cattolico di sinistra e palrla con la lisca (in pugliese si dice è sciarpu): cosa vuoi che dica il vescovo o Famiglia nonpiùcristiana? Lo santificheranno.

    RispondiElimina
  40. Le cosiddette chiese "sconsacrate" sono la cartina di tornasole della mentalità imperante. Non è questione di salvaguardia di pareti o di arredi sacri, ma di ciò che li ha originati e da cui noi stessi veniamo. Se le curie non ne hanno la proprietà, possono impedire, anche con manifestazioni, che vengano destinate ad usi profani. Non credo che un vescovo che si piazzi davanti alla chiesa con un bel crocifisso o che guidi la recita del rosario, venga lasciato da solo. A maggior ragione quando le chiese sono di proprietà della curia. Ma il punto è proprio questo: che senso ha la fede di chi ci ha preceduto? Il grande flusso della Tradizione, che ci ha generati a Cristo, è stato...interrotto. Chiese che ospitano esposizioni, mostre e quant'altro! Chiese in cui si parla di tutto e di più, anche contro la fede. E nessuno pensa alle innumerevoli messe che lì si sono celebrate, alle preghiere, alle lacrime, ai miracoli della grazia! Perchè dissacrare un luogo destinato al culto del Dio vivo e vero? Non si manva di rispetto all'arte o alla destinazione. Si manca di rispetto, e gravemente, alla fede della Chiesa, alle anime che ci hanno preceduto. e si manca perchè non si percepisce più quell'unico flusso di grazia che è scaturito dal costato trafitto di Cristo. Segno che noi siamo gli artefici della Chiesa! E' lo spettacolo desolante della crisi più grave in duemila anni.

    RispondiElimina
  41. Redazione di Messainlatino.it25 agosto 2010 alle ore 12:57

    Non mi risulta di averlo ricevuto, a volte ci sono dei problemi.
    Era apparso subito quando era stato scritto?

    Sebastiano P.

    RispondiElimina
  42. Non solo ,ma da quando,invece di pensare al recupero delle bellissime chiese pugliesi,ha deciso di costruire un grande centro di "cultura islamica",lo porteranno in processione !! 

    RispondiElimina
  43. Tra le diocesi pugliesi e la giunta Vendola c'è un rapporto di reciproco aiuto. La conferenza episcopale pugliese tace sulle leggi regionali pro-pillola del giorno dopo (la prima regione in italia ad avviare la "sperimentazione"), pro-islam, pro-tutto, in modo da non togliere i consensi cattolici a questa giunta. In cambio ricevono lauti fondi regionali per le Caritas Diocesane, per le ristrutturazioni edilizie, per le nuove "case del clero" (che ricordano tanto le "case del popolo") e per svariati convegni e attività "culturali".
    Il più importante ente della Caritas Diocesana della mia città, ad esempio, ha sede in una IPAB di proprietà regionale praticamente a titolo gratuito. Formalmente paga un affitto, nella pratica l'affitto non viene corrisposto. L'assessore regionale al ramo, che una volta ha denunciato la cosa, dopo una mobilitazione di protesta diocesana è stata subito messa a tacere dal Governatore.
    (Per il pagamento dell'affitto abbiamo ascoltato la lettera di monsignore a fine Messa e si è fatta la RACCOLTA FIRME davanti alle chiese - di tutte le messe e chiese della diocesi - per la pillola del giorno dopo, il silenzio!)

    RispondiElimina
  44. Un rapporto di reciproco aiuto tra Erode e Pilato !

    RispondiElimina
  45. Allora è vero... Ho segnalato io la Preghiera di Langone alla Redazione. Drammatico... No comment! :-(

    RispondiElimina
  46. Te lucis ante terminum26 agosto 2010 alle ore 19:44

    Certo che la svendita a Vendola (gioco di parole involontario) dei valori non negoziabili per un po' di euro ricorda tanto i trenta denari... speriamo che il nostro Papa riesca a metterci una pezza...

    RispondiElimina