Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

giovedì 2 giugno 2022

Nuovi cardinali, vecchie abitudini. La facciata e la sostanza

Nel corso del Regina Caeli di domenica, il Santo Padre Francesco ha annunciato che lunedì e martedì 29 e 30 agosto si terrà una riunione di tutti i Cardinali per riflettere sulla nuova costituzione apostolica Praedicate Evangelium e sabato 27 agosto terrà un Concistoro per la creazione di nuovi Cardinali (di cui sedici potenziali elettori).
Nei giorni scorsi, MiL ha riportato la (non felice) notizia (QUI) ed un primo commento molto critico (QUI); oggi proseguiamo con l’analisi di Aldo Maria Valli.

L.V.


Con i nuovi cardinali annunciati, diventano 83 su 132 i porporati votanti scelti da Bergoglio (undici quelli di Giovanni Paolo II, trentotto quelli di Benedetto XVI).

Come ha già fatto in precedenza, anche in questa tornata Francesco ha ignorato arcidiocesi importanti. Ha nominato McElroy di San Diego, una diocesi suffraganea di Los Angeles, il cui arcivescovo José Gomez è stato scavalcato. In Nigeria, ha scelto il vescovo di Ekwulobia, Okpaleke, e non l’arcivescovo di Abuja, Kaigama. E in Italia ha scelto Cantoni, vescovo di Como, scavalcando ancora Delpini, arcivescovo di Milano.

È la scelta delle periferie, dice la vulgata mainstream. In realtà questa è la facciata. Dietro, le logiche sono altre. Bergoglio sceglie personaggi deboli e compromessi, come Cantoni e McElroy, perché gli devono tutto e non lo mettono in ombra. McElroy conosceva i casi di molestie di McCarrick. Nel suo Rapporto del 2018 l’arcivescovo Viganò scriveva: «Anche la nomina, poi, di Robert McElroy a San Diego fu pilotata dall’alto, con un ordine perentorio cifrato, a me come nunzio, dal cardinale Parolin: “Riservi la sede di San Diego per McElroy”. Anche McElroy ben sapeva degli abusi commessi da McCarrick, come risulta da una lettera indirizzatagli da Richard Sipe il 28 luglio 2016». Quanto a Cantoni, è stato testimone al processo per le violenze ai chierichetti all’interno del Preseminario San Pio X gestito da quell’Opera don Folci che dipende proprio dalla diocesi di Como. Una storia di abusi, silenzi e complicità venuta alla luce grazie alla denuncia di una delle vittime. Non solo. Cantoni figura nelle carte del processo per il Palazzo di Londra. Inoltre è un super sostenitore dei vaccini, come non mancò di sottolineare pubblicamente nell’omelia di fine anno 2021, quando puntò il dito contro «una minoranza di scettici, diffidenti del vaccino» e li accusò di «gravare sulla salute delle altre persone» e «sul lavoro di molti».

Come scrive LifeSiteNews, dei sette cardinali elettori provenienti dagli USA (il numero massimo nella storia), cinque a questo punto sono omosessualisti: Cupich, Tobin, Farrell, Gregory e ora McElroy. Sui social il diacono Nick Donnelly scrive che ormai è chiaro: la spinta maggiore del pontificato di Bergoglio è «spianare il tappeto di benvenuto per i sodomiti attivi».

D’altra parte, anche il nuovo cardinale Leonardo Steiner di Manaus, Brasile, è pro LGBT, ma soprattutto, agli occhi di Bergoglio, ha il merito di essere un pastore amazzonico: sarà «il primo cardinale dell’Amazzonia» annuncia festosa la Rete ecclesiale panamazzonica (REPAM) in una nota. Dom Steiner, infatti, è vicepresidente della Conferenza ecclesiale amazzonica (CEAMA) e presidente della Commissione per l’Amazzonia della Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile. Dunque, una nomina che «dimostra lo sguardo permanente di Papa Francesco per la Chiesa e i popoli di questa amata Amazzonia».

L’arcivescovo Arthur Roche, 72 anni, prefetto della Congregazione per il culto divino, è uno degli ideologi della Traditionis custodes, contro la Messa tradizionale, il che basta e avanza per meritargli la gratitudine di Bergoglio.

E che dire del missionario italiano Giorgio Marengo, quarantotto anni, il più giovane del collegio cardinalizio? Prefetto apostolico a Ulaanbaatar, in Mongolia (1354 cattolici, cinque preti), agli occhi di Bergoglio ha un merito precipuo: essere amico dei buddisti. Come ha dimostrato presentandosi dal papa, proprio sabato scorso, accompagnato da una delegazione di monaci.

17 commenti:

  1. Perché, voi siete nemici dei buddisti? Forse quei 1000 cattolici spersi in mezzo al nulla hanno una fede più autentica e genuina e si meritano un cardinale, più di certi italiani sedicenti cattolici di facciata, che pensano solo a impancarsi su piedistalli per giudicare gli altri e a inginocchiarsi per recitare giaculatorie in latino autolodandosi per quanto sono bravi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. Sono proprio senza vergogna. La gente più lontana dal cattolicesimo che abbia mai visto. Puoi fare quello che vuoi, basta che poi ti fai il segno di croce in latino.

      Evviva Mons. Marengo prossimo porporato!

      Elimina
  2. Mah, Delpini di Milano è anche tristemente famoso per aver cercato di insabbiare un caso di pedofilia… sarà per quello che è rimasto fuori…

    RispondiElimina
  3. 'essere amico dei buddisti' deve essere veramente una colpa, soprattutto per un diplomatico che lavora in un paese dove metà della popolazione è buddista...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I buddisti in questo caso contano quanto i ..budini. È del poeta il fin la meraviglia....

      Elimina
    2. Complimenti, anonimo delle 15.12…magari fai anche la comunione quotidiana?

      Elimina
  4. Valli, da stimato, è diventato illeggibile! Non è che deve tenersi buoni tutti i complottisti che ultimamente si sono messi a seguirlo?
    Non è che, per caso, occhieggia anche ai deliri antivaccinisti?

    RispondiElimina
  5. https://frejustoulon.fr/annonce-de-mgr-rey-concernant-les-ordinations-2022/
    Il vescovo Rey castigato per Francesco e sui amici!

    RispondiElimina
  6. I motivi del silenzio? Molto semplice: mancanza assoluta di fede. Ormai il clero è composto per la quasi totalità da mestieranti che han trovato un modo per sbarcare il lunario, visto che sono in massima parte persone che in una qualsiasi realtà lavorativa (almeno nel settore privato) non avrebbero resistito più di una decina di giorni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustissimo!

      Elimina
    2. Peccato che persone come te, dalla Fede incrollabile e dalla condotta morale ineccepibile non siano al comando della Chiesa!

      Elimina
  7. Sostanza,facciata.........Paroloni ,la realtà è più terra-terra .

    RispondiElimina
  8. “Amico dei buddhisti”. Finalmente vi rivelate per quello che siete: razza di vipere, come i farisei. Anche loro rimproveravano a Gesù di essere “amico dei peccatori”.
    Mi fate cordialmente ribrezzo. Perfino gli imam sono più vicini a Dio di voi, beghine da sagrestia, sniffatori di incenso, ipocriti baciapile.
    Vergognatevi!

    RispondiElimina
  9. Su Marengo avete preso un abbaglio.

    RispondiElimina
  10. Eviterei di confondere il piano spirituale e ascetico, questo si di fondamentale importanza nella scelta dei cardinali ( ma oggi di asceti se ne vedono ben pochi) con i vaccini. Il mondo dei novax è da prendersi con le molle e sobillato da aziende farmaceutiche produttrici di vaccini perché non in grado di produrre quello anticovid o non prescelte per non sufficienti capacità dei loro vaccini o forse ancora finanziato da chi ha interesse che il virus si diffonda al massimo e faccia gravissimi danni nel mondo. Perché come i virologo insegnano più un virus si diffonde più muta, più muta più è in grado di colpire vasti strati della popolazione e di fare ammalare e morire. Solo col vaccino si ferma l'avanzata di una pandemia. Se studiate di più la storia delle pandemie sapreste che la spagnola fece 50-100 milioni di morti. Ma allora i virus non erano ancora stati visti perché il microscopio elettronico non c'era ancora. Arrivò nel 1930. E non conoscendo questo organismo non lo si sapeva combattere. Detto questo eviterei che il nostro mondo tradizionale cada nel tranello novax e si copra anche di ridicolo non essendo più credibile. Guardiamo alla nostra fede in Cristo e alla chiesa in rovina e preghiamo, preghiamo molto perché il padrone della barca la porti al salvo e non la faccia affondare. State bene e speriamo in un prossimo Santo Papa che raddrizzi le cose, certi che Gesù e lo spirito Santo fanno miracoli nel conclave.


    RispondiElimina
  11. Bergoglio sta raschiando il barile. D'altronde i capi ordinano e lui esegue, tutto questo per il mantenimento dello status quo. Come siamo lontani dal messaggio ribelle di Gesù...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece, quando c’era Pio X, il Papa non comandava e gli altri obbedivano?

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.