Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

martedì 15 giugno 2021

Sondaggio di Paix Liturgique sulla Messa Tradizionale negli Stati Uniti: dati molto confortanti!

Lettera 795 - del 3 Maggio del 2021

Traduzione di MiL 



 Paix Liturgique: Caro Daniel, oggi entriamo nella parte finale della nostra indagine sulla Tradizione negli Stati Uniti. Parleremo del sondaggio che abbiamo commissionato per misurare il desiderio dei cattolici americani per la liturgia tradizionale. I risultati sono sorprendenti!

Daniel Hamiche: E torniamo prima alla motivazione per lanciare il sondaggio che stiamo chiudendo e di cui mi aveva chiesto tempo fa.


Paix Liturgique: Infatti è necessario ricordare la storia di questa impresa che trae origine dalla richiesta che il cardinale Raymond Burke ha formulato durante il suo intervento durante il

Summorum Pontificum Meeting dell'ottobre 2018 alla vigilia del settimo pellegrinaggio romano del Cœtus Internationalis Summorum Pontificum "Mi sembra necessario che l'impresa di interrogare il popolo cattolico che avete intrapreso da tempo con le vostre indagini si estenda agli Stati Uniti, perché penso che questo ci darebbe molte informazioni utili al riguardo…”

Daniel Hamiche: E come ha risposto a questa richiesta?

Paix Liturgique: Il più presto possibile, vale a dire meno di sei mesi dopo questo appello, perché il sondaggio di cui parleremo oggi è stato realizzato tra il 30 gennaio e il 16 febbraio 2019.


Daniel Hamiche: Come avete fatto?

Paix Liturgique: Come al solito direi; Cioè, ci siamo rivolti ad un ente autorizzato che cercava subappaltatori americani con esperienza in panel (campione, Lucid) e nella produzione (Made in survey group). A parte il nostro amico cardinale Burke, lei è stato il primo a cui abbiamo consegnato questo documento molto istruttivo.

Daniel Hamiche: E così ricco di informazioni che mi avete chiesto di scrivere l'introduzione.


Paix Liturgique: Che a poco a poco ha dato vita a un documento più completo, ovvero il sondaggio di cui pubblichiamo oggi l'ottava parte che ha avuto il talento di realizzare.

Daniel Hamiche: Con l'aiuto di tanti amici che sono stati così gentili da aiutarmi perché, già in quel momento, cominciavo ad essere molto stanco [il nostro amico Daniel Hamiche è morto il 29 novembre 2020, cioè diciamo ben prima della pubblicazione di questo file].


Paix Liturgique: Allora ci parli dei risultati di questo sondaggio.

Daniel Hamiche: È, fin dalle prime righe, pieno di sorprese. Come per tutti i vostri sondaggi che si interessano alle reazioni dei cattolici, si tratta innanzitutto di costituire il campione, il panel come si suol dire, di persone che si identificano come "cattoliche" e lì è apparso il mio primo stupore.

Paix Liturgique: Vale a dire?


Daniel Hamiche: Le avevo  detto che i cattolici rappresentano circa il 25% degli americani. Tuttavia, quasi il 45% degli intervistati si identifica spontaneamente come cattolico, il che per molti versi sembra incoerente. Ma francamente non del tutto così e ci sono diverse "possibili" spiegazioni.

La prima è che non siamo nell'ambito di un'inchiesta scientifica ma di un sondaggio e che in un intervento di questo tipo non si chiede agli intervistati se sono cattolici ma se si considerano cattolici. Di conseguenza, può esserci una quota non trascurabile di persone (e su questo torneremo più avanti) che, senza essere realmente cattoliche, hanno potuto considerarsici in particolare non facendo vere distinzioni "ecclesiali".


Paix Liturgiquea: Ma è incredibile.

Daniel Hamiche: Non proprio e inoltre ci si era era trovati di fronte ad una stessa situazione quando avevate effettuato un'indagine in Corea all'inizio dell'anno 2019 dove si era visto che un buon numero di protestanti coreani anche confuciani si consideravano come cattolici sebbene non lo fossero istituzionalmente.

[...]

Paix Liturgique: Passiamo ora alla seconda domanda “Partecipi alla messa…? "

Daniel Hamiche: Le risposte sono molto "americane".


Paix Liturgique: Vera e sorprendente per noi.

Daniel Hamiche: Per essere precisi, eccoli:

 


Paix Liturgique: Le cifre sono davvero sorprendenti per i francesi.

Daniel Hamiche: Ma non troppo per gli americani, perché negli Stati Uniti, come ho detto prima, e soprattutto in provincia o in campagna, non è molto vistoso non andare in ufficio la domenica. E poi noterete che quelli che dicono di “mai” andarci sono pochissimi: il 10% e anche questa proporzione è molto più alta per gli anziani che per i giovani.


Paix Liturgique: I giovani praticano più degli anziani?

Daniel Hamiche: È un fenomeno di vecchia data negli Stati Uniti quello del ritorno alla fede e alla Chiesa e qui i dati lo mostrano molto chiaramente.


Pai LIturgique: In effetti è chiaro.

Daniel Hamiche: Ma c'è un altro aspetto molto interessante: è la pratica più importante tra gli uomini (e ancor più tra i giovani) che tra le donne. So che questa osservazione sorprenderà molti in Europa. È un'evoluzione che sta sconvolgendo i nostri soliti schemi, ma non è meno vero. Inoltre, avrò l'opportunità di tornare un po' più avanti su questo punto.


Paix Liturgique: Veniamo ora alla terza domanda: “Conosci il motu proprio Summorum Pontificum? "

Daniel Hamiche: Ancora una volta le risposte a questa domanda ci portano molte risposte molto interessanti.

La prima è che i cattolici negli Stati Uniti conoscono l'esistenza del motu proprio più che in Europa. Abbiamo fatto notare in precedenza che, nel complesso, il corpo episcopale americano era piuttosto pragmatico e non si era sistematicamente ostacolato, come molti vescovi europei, che peraltro continuano questo ostacolo... E poi la pratica religiosa essendo più importante che da noi, sembra del tutto normale che i fedeli siano sempre di più con noi nell'attualità degli affari della Chiesa.

In secondo luogo, dobbiamo leggere queste risposte nel contesto della storia del movimento dominante negli Stati Uniti. Vi si trovava che le vecchie reazioni agli errori del Concilio erano state modeste, ma che erano cresciute di importanza in occasione della pubblicazione del MP. Qui vediamo l'effetto.


Paix Liturgique: Infatti: il 72,2% dei cattolici praticanti conoscendo l'esistenza del deputato, è considerevole.

Daniel Hamiche: E devo sottolineare che ancora una volta sono gli uomini e anche i più giovani che in maggior numero sanno dell'esistenza del parlamentare. Aiuta anche a comprendere il ruolo di primo piano di Internet, che oggi interessa l'intero mondo americano.


Paix Liturgique: Ma perché gli uomini sono più delle donne?

Daniel Hamiche: Non saprei dirti completamente, anche se ho alcune idee.

La questione della Tradizione e della liturgia in particolare è, anche negli USA, una lotta, anche se si sta affievolendo. Forse gli uomini sono più combattivi, anche se conosco molte donne che sono estremamente combattive!

In ogni caso, nota che ci stiamo allontanando dalla caricatura che presenta un cattolicesimo che interessi solo alle vecchiette... Notiamo che il rinascimento cattolico negli Stati Uniti è più giovane e più maschile che altrove. .


Paix Liturgique: Affrontiamo la quarta questione che in effetti è la prima un po' delicata: «Secondo te, celebrare regolarmente le due forme liturgiche (quella moderna in inglese e quella tradizionale in latino e gregoriano) nella tua parrocchia sarebbe normale o non normale? "

Daniel Hamiche: ... Gliel'ho già detto, e questi risultati lo dimostrano: gli americani trovano questo tipo di situazione normale, come accade quasi ovunque, in una maggioranza molto ampia.


Dal momento che oltre il 72,7% dei cattolici praticanti trova questa situazione "normale", mentre solo il 9,4% di loro non la trova e il 18% non parla, che è già una forma di risposta "liberale".


Paix Liturgique: Rimane l'ultima domanda, senza dubbio la più importante: “Se nella tua parrocchia la Messa fosse celebrata in latino e gregoriano nella sua forma tradizionale, senza sostituire quella chiamata moderna in francese, assisteresti…? ".

Daniel Hamiche: Mi inviti a nozze perché i numeri sono piacevoli!

Il 41,5% dei cattolici praticanti andrebbe volentieri ogni domenica (più il 30,5% una o due volte al mese) e solo meno del 6,5% non ci andrebbe mai! Qui avete presentato, in poche cifre, tutto il futuro dell'America cattolica! E la chiave di lettura dell'incredibile sviluppo della tradizione negli Stati Uniti fino ad oggi, e del suo probabile sviluppo nel prossimo decennio: Deo gratias, se dovrò morire sarò felice di vedere questo bellissimo paese tornare al cattolicesimo del suo antenati!


1 commento:

  1. Bene, Deo gratias, solo mi resta una certa perplessità per il fatto che molti degli intervistati non hanno capito la reale opposizione tra le due Messe : perfettamente cattolico il Vetus Ordo, simil-protestante (simil-anglicano per l'esattezza) il Novus ordo di Paolo VI e Bugnini. Comunque è già qualcosa.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.