Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

lunedì 30 dicembre 2019

Il Comune di Recanati contro il Concerto “dedicato alla vita e al valore della vita umana”. Patrocinio gratuito negato

Recanati. Sotto l'albero Natale di piazza Leopardi, romanticamente addobbata, c'è stata una brutta sorpresa per la locale Associazione culturale “Controvento Aps” che ha per “scopo principale quello di promuovere attività sociali, culturali, artistiche e ricreative, contribuendo in tal modo alla crescita dei propri soci e a una completa formazione umana e sociale consapevole.
Il consiglio dell'Associazione Controvento Aps aveva commissionato ad alcuni Artisti Lirici un concerto/studio
di musiche del compositore recanatese Giuseppe Persiani nel 150° della morte. 
Gli eredi del Maestro hanno fatto dono di un artistico busto del loro illustre antenato. Considerata l'importanza dell'iniziativa è stato prontamente chiesto e ottenuto  il Patrocinio della Regione Marche al quale si era aggiunto  quello del Comune di Recanati con la possibilità di utilizzo dell’auditorium del Centro Mondiale della poesia
Tutto sembrava andar bene in perfetta armonia con i romantici, stupendi addobbi natalizi del centro storico cittadino... fin quando l’associazione recanatese "Controvento Aps" ha pensato di dedicare la manifestazione al CAV (Centro Aiuto alla Vita): il “ braccio operativo del Movimento per la Vita Italiano che ha l’obiettivo di difendere e promuovere il valore della vita umana “dal concepimento alla morte naturale” a fronte dell’affievolirsi, sul piano delle leggi civili, del riconoscimento di ogni essere umano come soggetto titolare dell’inalienabile diritto alla vita”. Il CAV sta aiutando concretamente le donne , in prevalenza straniere, che hanno difficoltà ad portare avanti la gravidanza e lo svezzamento dei loro neonati.
La scelta di inserire il logo e la dedica al CAV nella locandina del concerto (v.foto sotto) per l’anniversario della morte del Maestro Persiani ha scatenato in Comune  un putiferio: l’assessore alla cultura Rita Soccio ha subito ritirato il patrocinio della Città di Recanati e con esso l’opportunità di utilizzare la sala concerti del prestigioso centro mondiale della poesia. 
Anche altre istituzioni para-comunali, che avevano espresso la loro disponibilità a collaborare per  il progetto, sono state trascinate dalla valanga, tutta di sinistra, ed hanno abbandonato l'iniziativa in maniera poco nobile.
La Regione Marche invece ha invece  confermato il Patrocinio, gratuito, alla manifestazione che si è tenuta egualmente sabato scorso nella sede dell'Associazione recanatese registrando un  successo di critica per la qualità degli interpreti e per l’ampiezza della ricerca storico/archivistica delle (difficilissime) musiche eseguite. 
Una nuova sede ed una nuova locandina fatta ristampare "ad hoc"!
La responsabile dell’Associazione “Controvento Aps, di recente costituzione, commentando l'accaduto ci ha detto: “Per noi l'inserimento del logo del CAV, il braccio operativo del Movimento per la Vita Italiano , soprattutto a Natale, ci sembra un valore aggiunto e che comunque, dovendo scegliere avremmo scelto la vita... 
Il fatto che l’associazione CAV persegua dei nobili scopi come l’aiuto alle mamme in difficoltà (per il 90% straniere) e ai loro bambini, al comitato organizzativo è sembrato un ulteriore motivazione per dedicare loro delle serate, visto anche il periodo natalizio. 
Per l’eventuale inserimento di altre associazioni mi dispiace ma credo che il comitato organizzatore, composto dai consiglieri di Controvento Aps e dell'Associazione Beniamino Gigli, le debba decidere in modo autonomo. 
Per noi le associazioni che hanno nobili scopi non hanno colore politico, così come chi fa cultura non ne dovrebbe avere. Perciò abbiamo deciso di non rinunciare a dedicare le nostre attività al Centro Aiuto alla Vita.” 

La coraggiosa scelta dei Soci dell'Associazione "Controvento Aps"  va additata a modello di coerenza e di sensibilità verso i più bisognosi!
AC 

AGGIORNAMENTO

Il Centro Aiuto alla Vita ha commentato: " Ringraziamo l'Associazione Controvento per il loro sostegno. È raro vedere tanto coraggio nel difendere la Vita. Grazie!"

5 commenti:

  1. "l’assessore alla cultura Rita Soccio...": c'è da scompisciarsi davanti a questi sinistri (e sinistre) che si occupano di "cultura", senza sapere nemmeno che cos'è.

    RispondiElimina
  2. http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ora-papa-posta-su-instagram-presepe-femminista-1804077.html

    RispondiElimina
  3. In questo caso non si parla di frivolezze o dei partiti camuffati da sardine: si parla della vita umana! Del diritto/dovere di garantire la vita a dei piccoli concepiti da mamme in stato di grave difficoltà. Un Comune: qualsiasi Comune dovrebbe essere felice di sostenere dei medici e dei volontari che difendono la vita umana. Che fa invece il comune della città leopardiana? Ritira polemicamente il patrocinio a un concerto che desiderava sostenere il diritto alla vita ! Una vergogna !!!

    RispondiElimina
  4. La difesa della vita sempre più debole da parte della gerarchia e subordinati con un Bergoglio, disinvolto amico di feroci laicisti, facilità molto il loro assalto alla morale millenaria della Chiesa, ormai in pezzi. La loro assenza, a parte deboli e sporadiche difese d'ufficio, dalle manifestazioni per la vita mostra chiaramente che per loro non è un problema vitale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I vertici attuali del Vaticano vogliono essere invitati al tavolo dei poteri forti, figuriamoci se dicono qualcosa che possa infastidire i suddetti poteri.

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.