sabato 24 agosto 2019

Nuova sede per i Benedettini dell'Immacolata (foto)



MiL è stata rappresentata da alcuni componenti della Redazione. 
AC/Luigi 

Dopo dieci anni di assenza, tornano i monaci nello storico convento dei frati Cappuccini di Taggia. 
Sono tre i monaci benedetti che oggi sono stati accolti dalla comunità tabiese e dall’intera diocesi. 
I Cappuccini hanno così offerto generosamente la loro casa ai monaci dell’Immacolata di Villa Talla vicino a Dolcedo. 
Questa mattina alle 10.30 si è svolta una celebrazione di benvenuto alla presenza del vescovo Antonio Suetta e delle cariche religiose, civili e militari. “Mi unisco alla comunità di Taggia che so essere molto contenta nel vedere l’antico convento riaperto e nuovamente abitato da una comunità religiosa. Ringrazio i padri Cappuccini per la disponibilità che hanno dato alla fraternità Benedettina. Accolgo questa comunità nella nostra diocesi con grande piacere e come un dono del Signore,” commenta Mons. Suetta. Continua quindi la vita religiosa del convento che ha oltre 400 anni di storia. 
I monaci Benedettini hanno consacrato la loro vita alla preghiera, allo studio e al lavoro manuale. Vivono in un clima di pace, silenzio e carità. 
La chiesa è quindi da oggi ufficialmente aperta a tutti coloro che vorranno unirsi in preghiera. Le messe sono celebrate in latino, con il canto gregoriano e con il rito tradizionale. 
 “Sono testimoni e custodi della tradizione più antica della Chiesa. Credo che la loro presenza possa fare bene ai nostri fedeli. Sono contento di avere qui un presidio di preghiera e un punto di riferimento,” aggiunge il vescovo. 

 Fonte: Rivieratime.news QUI  (anche video )












Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.