venerdì 17 maggio 2019

Appello alla preghiera per l'Italia e per l'Europa

Carissimi Amici e Lettori, nell'approssimarsi della data delle elezioni europee siamo tutti invitati ad aderire alla bellissima iniziativa di un gruppo di fedeli di diverse città italiane, che prevede la recita del S. Rosario per tre giorni (leggi sotto), perfezionata, per chi vuole, con penitenze e digiuni. 
Certamente la politica – la cui crisi rispecchia quella spirituale e antropologica del nostro tempo – non potrà, da sola, salvare L'Europa, ormai tragicamente avviata verso una deriva anticristiana. 
Ѐ indispensabile quindi, oltre al nostro impegno civile, anche quello nella preghiera
Cerchiamo di fare "passaparola" di questa lodevole iniziativa spirituale.

Maria, aiuto dei Cristiani prega per noi! 
AC  
***


Invitiamo i cattolici a dedicare recite del Santo Rosario nei giorni: 

domenica 19 maggio 
*
lunedì 20 maggio 
 *
martedì 21 maggio 
*
e possibilmente perfezionarle con penitenze e digiuni affinché siano difese: 

- le radici cristiane del nostro Continente, 
- la sovranità e le tradizioni dei popoli europei; 
- i confini degli Stati contro l’immigrazione incontrollata; 
- l’istituzione della famiglia e il diritto dei genitori ad educare i figli; 
- la vita umana, dal concepimento nel grembo materno sino alla morte naturale. 

Intercessioni litaniche

Per intercessione della Santissima  Madre di Dio , Madre della Chiesa e aiuto dei Cristiani

-Dall’ateismo e dall’immoralità, liberaci o Signore! 
-Dai governanti ispirati dalle ideologie anticristiane, liberaci o Signore!
-Dai peccati contro la vita nascente, liberaci o Signore!
-Dall’ammissione pubblica e legale delle impurità e della pornografia, liberaci o Signore!
-Dall’ingiustizia nella vita sociale, nazionale e internazionale, liberaci o Signore!
-Dalla facilità di calpestare i Comandamenti di Dio, liberaci o Signore!
-Dai peccati contro lo Spirito Santo, liberaci o Signore!



 ∼ Santa Maria, prega per noi. 
Santa Maria, Madre della Chiesa, intercedi per noi. Ave Maria, piena di grazia… 
San Benedetto da Norcia, prega per noi. 
Santa Brigida di Svezia, prega per noi. 
Santa Caterina da Siena, prega per noi. 
Santa Teresa Benedetta della Croce, prega per noi. 
Santi Cirillo e Metodio, pregate per noi. 
Santi tutti europei, pregate per noi.
***

Fonte e articolo completo : Santo Rosario per l'Italia QUI

Immagine: Parigi, Cattedrale Metropolitana Notre-Dame La Vierge à l’ Enfant adossée au pilier sud-est du transept, est la statue la plus connue des trente-sept représentations de la Vierge que compte Notre-Dame de Paris. 
Sculptée au milieu du XIV éme siècle la statue provient de la Chapelle Saint-Aignan située dans l’ancien cloître des Chanoines sur l’ Ile de la Cité.
Comme Paul Claudel le jour de Noël de l’année 1886, vous pouvez écouter le Magnificat du Ton Pérégrin chanté par le choeur d’enfants de la Maîtrise de la cathédrale, et alterné avec le grand orgue de Notre-Dame. 
Transférée à Notre-Dame en 1818, elle fût d’abord placée au trumeau du Portail de la Vierge en remplacement de la Vierge du XIIIe siècle abattue en 1793. 
« Longue, élégante, assez fortement hanchée, elle porte sur son bras l’Enfant Jésus qui joue avec la boucle de son manteau dont les larges plis retombent avec grâce ; une couronne couvre sa tête », commente Marcel Aubert en 1950. 
Elle est ainsi reine et mère. Dans la main droite, elle tient un lys, symbole de pureté, tandis que l’Enfant porte un globe, symbole d’universalité. 

***  
La statua di “Notre Dame è stata collocata a terra ed è al sicuro”, si legge nel messaggio postato a metà pomeriggio del 25 aprile. 
La scultura si trovava accanto al pilastro a sud-est nel transetto, cioè verso il fondo della navata, nel punto dove da sempre – cioè fin dal XII secolo – si trova l’altare dedicato alla Vergine. 
Questa statua è la più conosciuta delle 37 raffigurazioni della Vergine presenti nella cattedrale”, si legge sul sito ufficiale di Notre Dame de Paris. 
La scultura risale alla metà del XIV secolo e “proviene dall’antica cappella di Saint Aignan”, antichissimo edificio romanico poco distante dalla cattedrale. 
Prima del trasferimento (nella Cattedrale), avvenuto nel 1818, si trovava nell’ex Chiostro dei Canonici sull'Ile de la Cité. 
Una volta arrivata nel principale luogo di culto di Parigi, (la statua) era stata inizialmente posizionata nel Portale della Vergine e, in seguito, ricollocata da Eugène Viollet-le-Duc, l’architetto che curò il restauro della cattedrale nel 1855, nella posizione in cui è rimasta fino a oggi.