mercoledì 27 marzo 2019

Il santuario di San Giovanni Rotondo dona una reliquia di Padre Pio alla FSSPX

Apprendiamo QUI e QUI una notizia davvero interessante.

Giovedì scorso, 14 marzo 2019, i reverendi sacerdoti Trejo, Gomis e Rubio, tutti e tre appartenenti alla Fraternità Sacerdotale San Pio X, si sono recati a San Giovanni rotondo alla ricerca di una reliquia di Padre Pio.

Don Mario Trejo è il superiore del Distretto dell'America del Sud e don Jean-michel Gomis è un suo collaboratore, mentre don Rubio è il superiore del Priorato di Buenos Aires.

La bella notizia è che i frati cappuccini del santuario hanno ceduto (in perpetuo) alla FSSPX la reliquia di un guanto senza dita (mitòn), appartenuto a Padre Pio!

Viene precisato, inoltre, che il legame tra il santo di Pietrelcina e Mons. Marcel Lefebvre e i suoi sacerdoti viene da lontano, come testimoniato da questa immagine storica, che mostra l'incontro tra San Pio da Pietrelcina e Mons. Marcel Lefebvre, fondatore della Società di San Pio X, avvenuto il 31 marzo 1967.

Giusto il 25 marzo, infatti, è ricorso l'anniversario della morte di Mons Lefebvre (25.03.1991).

Evidentemente i frati cappuccini nel donare questa reliquia, dimostrano di ben sapere di chi ci si può fidare...

Nelle foto che qui proponiamo, si può scorgere anche la dichiarazione/certificato che attesta l'autenticità della reliquia e il fatto della donazione ai sacerdoti della FSSPX.

Infine, dato non trascurabile, ai sacerdoti FSSPX è stato consentito celebrare la Messa tridentina proprio nella stanza in cui celebrava il Santo quando gli fu ordinato di ridurre il contatto con il pubblico (cfr. la foto qui sotto).


Insomma, sembra proprio che la FSSPX non sia più così tanto aliena alla chiesa cattolica, come molti (anche vescovi) continuano a pensare e sostenere...

AZ