giovedì 20 dicembre 2018

La fine miseranda del seminario vescovile di Vicenza: una scuola hi tech

Seminario di Vicenza anno 1950 circa
la ginanstica dei seminaristi
Un tempo, quello di Vicenza, era un seminario decisamente virtuoso.
Fino ai primi anni settanta, contava circa 130-150 seminaristi maggiori e circa 200 nel seminario minore.
Le ordinazioni si attestavano in una media di all'incirca 20-25 sacerdoti all'anno.

Vantava una gloriosa schola cantorum, di circa 100 voci tra bianche e virili, diretta dall'indimenticabile Mons. Ernesto Dalla Libera. Oggi non ne rimane alcuna traccia.

Guardando i dati aggiornati a settembre 2018, i seminaristi maggiori oggi sono 9 (per una diocesi di 850mila abitanti...).
Nel 2018 non ci sono state ordinazioni sacerdotali; non ce ne saranno neppure nel 2019 e fonti attendibili riferiscono che probabilmente non ce ne saranno neppure nel 2020. 


Il Vescovo Carlo Zinato con i suoi seminaristi nel 1954
Il seminario minore è stato "chiuso" tre anni fa ed è stato sostituito da "un ritiro / incontro" a cadenza mensile. I ragazzi che fanno parte di questo programma (ma guai a chiamarli "seminaristi minori") sono circa 20.

Tre anni fa, poi, il nuovo grande seminario costruito negli anni cinquanta dal Vescovo Carlo Zinato (ritratto nella foto qui a fianco), con enorme sacrificio economico dei fedeli della diocesi, è stato definitivamente venduto all'ULSS Berica.

Degli ultimi giorni questa ulteriore triste notizia: "H-Farm apre una scuola hi tech nell'ex seminario di Vicenza"

Che conclusioni trarre?
L'ennesima conferma che l'attività del vescovo, oggi, altra non è che quella tipica del "curatore fallimentare": chiudere, vendere e dismettere.
Ma possibile che nessuno si renda conto che bisogna cambiare rotta?

Guido 

PS: nel leggere questo articolo, alcuni lettori ci hanno segnalato un ulteriore dato sconcertante. Negli ultimi 6 mesi, ben 6 (!) sacerdoti hanno lasciato, e molti altri ancora negli ultimi anni, diversi dei quali nei primi dieci anni di messa.

Seminario di Vicenza, svegliati!