mercoledì 30 dicembre 2015

UN DRAMMATICO APPELLO GIUNTO DAL PARAGUAY

Diffondiamo volentieri un triste grido di aiuto arrivato sulla pagina facebook del 'Populus Summorum Pontificum'.


Papa Francesco, cosa fai?
 Fino all'intervento di Papa Francesco, la diocesi di Ciudad del Este era la più fiorente di tutta l'America del Sud.
Sono del Paraguay, della diocesi di Ciudad del Este.  
La nostra diocesi viene smantellata pezzo per pezzo. Due comunità importanti, la "Comunidad Misionera de Jesús" e la "Comunidad Sacerdotal de San Juan", stanno per essere letteralmente cancellate dalla diocesi mentre i seminaristi del Seminario Mayor sono inviati a Asunción dove si insegna la Teologia de la Liberación. Un danno considerevole viene creato a migliaia di fedeli ai quali viene chiesto di "ubbidire" senza protestare. Distruggono un tesoro e non sappiamo cosa fare.  
Qualcuno sa dirci che azione intraprendere? 

9 commenti:

  1. Sono i ragazzi di Mons. Rogelio Livieras anche lui "FATTO FUORI"
    dai poteri forti della Chiesa e morto di crepacuore forse perché temeva che avrebbero fatto questa fine.
    Non ci resta che pregare.

    RispondiElimina
  2. Poveri ragazzi, affidiamoli alla protezione della Beata Vergine Maria di Guadalupe!

    RispondiElimina
  3. Scusate tanto, ma chi impedisce a questi cari fratelli di ribellarsi e rimanere cattolici? è forse obbligatorio obbedire ad ordini ingiusti, a poteri chiaramente massonici, eretici, anticattolici? io credo di no. Cosa diremo un giorno a NSGC, che abbiamo dovuto obbedire ad ordini superiori, diventando anticristiani? faremo come i nazisti al processo di Norimberga? che risposero "abbiamo gasato gli ebrrei perché ce lo hanno ordinato?". Suvvia, ma siamo cristiani o succubi inermi del totalitarismo di questi falsi pastori?

    RispondiElimina
  4. Certo che possono, ritornando nelle loro famiglie e rinunciare al sacerdozio.
    Non hanno più un riferimento autorevole come un tempo, una guida spirituale autentica.

    RispondiElimina
  5. L'unica soluzione è non farsi intruppare dalla teologia della liberazione (condannata da San Giovanni Paolo II) ed entrare in seminari veramente cattolici come quelli dei Legionari di Cristo, dei Sacerdoti del Verbo Incarnato, della FSSP o dell'ICRSS. Comunque prego per loro ogni sera.
    Marcella

    RispondiElimina
  6. Alè questi mi mancavano!!! Assieme ai F.d.I. (ndr) entrano a far parte della schiera dei perseguitati... I prossimi saranno la fraternità San Pietro! Al posto del papa chi metteranno al prossimo Conclave???

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.