giovedì 31 dicembre 2015

Indulgenza plenaria per la recita del Te Deum e del Veni Creator. Il nostro augurio cattolico per un buon anno 2016

Ricordiamo a beneficio della salvezza delle anime di tutti i nostri lettori e non, la antichissima concessione per lucrare le indulgenze a quanti cantino o recitino solennemente e devotamente,  in una chiesa o in un oratorio e alle solite condizioni: 1) l'inno del Te Deum alla fine dell'anno in ringraziamento per i benefici ricevuto durante l'anno appena trascorso;
2) l'inno del
Veni Creator all'inizio del nuovo per implorare la protezione divina sull'anno venturo.
Riportiamo l'art. 26 dell'
Enchiridion Indulgentiarum della Penitenzieria Apostolica,  IV edizione 1999 (tratto dal Sito della S. Sede).
Auguriamo a tutti un buon inizio di anno in serenità d'animo e in grazia di Dio.
Roberto
 
 
PAENITENTIARIA APOSTOLICA
ENCHIRIDION INDULGENTIARUM
 
CONCESSIONES 
 
26
Preces supplicationis et gratiarum actionis 
 
§ 1. Plenaria indulgentia conceditur christifideli qui, in ecclesia vel oratorio, devote interfuerit sollemni cantui vel recitationi: 
1°  hymni Veni, Creator, vel prima anni die ad divinam opem pro totius anni decursu implorandam; vel in sollemnitate Pentecostes; 
2°  hymni Te Deum, ultima anni die, ad gratias Deo referendas pro beneficiis totius anni decursu acceptis. 

1 commento:

  1. Ho trovato in rete un Breviario Romano 1962 in italiano, forse qualcuno di voi sarà interessato allo condivido:
    http://www.ebay.it/itm/262221229182?ssPageName=STRK:MESELX:IT&_trksid=p3984.m1555.l2649

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.