domenica 25 ottobre 2015

Pellegrinaggio Romano PSP 2015 - pontificale a San Pietro II parte - la statua della Madonna di Fatima alla processione e al Pontificale

La foto del gruppo di Iuventutem di Soleto che, al pari di tanti giovani e giovanissimi, ha partecipato al IV Pellegrinaggio Romano "Summorum Pontificum" merita la "copertina" di uno degli ultimi post dedicati al Pellegrinaggio. Senza inutili enfatismi dobbiamo prendere atto del notevole aumento di Fedeli rispetto lo scorso anno (come confermato-per la processione- dalle Forze dell'Ordine) così come sono in crescita (persino in Italia...) le richieste dei Parroci di celebrazioni parrocchiali con l'antico Messale.
Per le strade dell'Urbe abbiamo cantato e pregato anche senza l'ausilio dei diffusori acustici che si erano guastati.
Abbiamo alzato il "volume" della nostra voce e i canti hanno riecheggiato egualmente per le strade della Città Eterna.
La Fede non si ferma !
Bravissimi i volontari del servizio d'ordine, assai organizzati, che hanno distribuito i libretti con le preghiere anche a diversi turisti che occasionalmente si avvicinavano alla processione.
Il nostro intento "missionario" a favore della devota diffusione della Liturgia dei nostri padri deve essere preminente !
Soprattutto nella Basilica Papale di San Pietro  abbiamo cantato "una voce"  la nostra fede e la nostra filiale obbedienza  al Successore di Pietro.
E' stata difatti molto efficace l'impostazione "comunitaria" delle parti "fisse" riservate ai fedeli attraverso le melodie gregoriane conosciute da tutti.
E' stato meraviglioso aver proclamato davanti alla Cattedra di Pietro la nostra fede e il nostro entusiasmo con il Cantus Ecclesiae  !
Discutibili nella loro scomodità invece gli orari degli incontri dopo il Pontificale.
E' giusto parlarne "a caldo" per futura memoria: dopo un evento non è consigliabile che  ne seguano altri onde consentire il sacrosanto ristoro ai partecipanti ( tutti i pellegrini si erano alzati assai presto... ) ed anche per facilitare la buona lievitazione delle  "pubbliche relazioni" in Piazza San Pietro, di cui gli italiani sono maestri insuperati.
Un esempio di comunicazione "romana": fra i romani e i turisti l'elemento che ha "bucato la notizia" è stata la statua della Madonna di Fatima recata in processione e la sua momentanea collocazione in San Pietro durante il Pontificale! 
Abbiamo notato, con grande soddisfazione, la presenza di alcuni membri di una Confraternita Piemontese.
Particolare che ricorda quanto era stato suggerito in occasione del primo pellegrinaggio: "c'è un solo modo per far partecipare i nostri connazionali italiani : invitare cori e confraternite". 
Il sogno di sentire nel pomeriggio del secondo giorno di pellegrinaggio l'esecuzione della bella Missa Prima Pontificalis di Perosi con una decina di cori dell'italico suolo non è però ancora svanito...
Saremo in grado di esprimere in modo appropriato i ringraziamenti agli Organizzatori del IV Pellegrinaggio e a tutti i volontari le nostre grate congratulazioni?
Per ora ricorriamo al sempre valido : GRAZIE ! AC


#sumpont2015
www.unacumpapanostro.com
facebook: populus summorum pontificum
 


















Alla Messa Pontificale nella Papale Basilica di San Pietro nella festa di San Raffaele Arcangelo la SCHOLA SAINTE CÉCILE di Parigi, sotto la direzione dell'Esimio Maestro Henri ADAM de VILLIERS, Organo: Olivier Willemin, ha eseguito :
Laudes Regiae per la processione d'ingresso in Canto Gregoriano
Il proprium della Messa in Canto Gregoriano
Missa VIII De Angelis in Canto Gregoriano. 
I Mottetti :
Angeli Archangeli di Jean Veillot,  
O salutaris di François Giroust,
Tantum ergo di Michel-Richard de Lalande
Christus vincit di Aloys Kunc per la processione finale. 

4 commenti:

  1. E' stata notata con piacere la presenza di alcuni esponenti della tradizione italiana, il prof. De Mattei ad esempio presente con la famiglia. Questa convergenza del mondo tradizionalista italiano è di buon auspicio per le future iniziative che si spera possano coinvolgere ancor più fedeli italiani, che ancora sono minoritari.

    RispondiElimina
  2. "Il sogno di sentire nel pomeriggio del secondo giorno di pellegrinaggio l'esecuzione della bella Missa Prima Pontificalis di Perosi con una decina di cori dell'italico suolo non è però ancora svanito..."

    Caro Maestro,

    Il Coetus Internationalis Summorum Pontificum è lieto di incaricarla di rendere questo sogno reale: ne parleremo a voce ma può sin d'ora considerarsi ufficialmente incaricato di realizzarlo non per l'anno prossimo ma per il 2017, ossia per i 10 anni del motu proprio di Papa Benedetto XVI.

    Guillaume Ferluc
    Segretario generale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Approfitto dei ringraziamenti per la gradita designazione ( ci arriverò al 2017? nella mia famiglia "storicamente" non si è molto longevi...) per esprimere "coram populo" i sensi della crescente stima ed apprezzamento per quanto sta facendo per la Santa Liturgia antica e particolarmente per i Pellegrinaggi "Sommorum Pontificum".
      Per quanto riguarda l'esecuzione corale in questione potrebbe tenersi nel secondo giorno ( il venerdì).
      In tal modo i coristi con le famiglie potrebbero partecipare il giorno dopo al Pontificale in San Pietro e cantare le parti assembleiali.
      Avremo modo per riparlarne.
      Buona giornata e grazie.
      Andrea Carradori

      Elimina
  3. Immagini bellissime e struggenti.....che bello...

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.