domenica 8 febbraio 2015

I Frati Francescani dell'Immacolata lasciano Teramo

A me, quando leggo certe notizie, sale una rabbia... Ed è meglio che non lasci commenti...
Cari frati, siamo con Voi. Cari fedeli di Teramo, siamo dalla vostra parte e se avete bisogno, scriveteci!  
Roberto

 COMUNICATO DEI Frati F.I.

Ave Maria! 
Comunichiamo che la Casa Mariana di Teramo verrà chiusa l’11 febbraio prossimo in seguito ad una decisione dei giorni scorsi del P.Commissario Apostolico dei Frati Francescani dell’Immacolata, dovuta alla diminuzione dei Frati e per la partenza di alcuni religiosi. 
Il nostro Vescovo ha lasciato una lettera per i fedeli che si leggerà alle fine delle SS. Messe di questo 7 febbraio sabato sera e di domenica 8 febbraio. 
Preghiamo affinchè la chiesa di S. Domenico in Teramo, superando questa fase delicata, continui ad essere un centro di spiritualità e di formazione cristiana per tutti. 
I Frati Francescani dell'Immacolata di Teramo  
fonte: FFI Teramo, Comunicato

***
La presenza dei Francescani dell'Immacolata a Teramo (Nota 1) 


... il complesso (di San Domenico) il 6 ottobre 2007 è stato affidato dal vescovo di Teramo, Mons. Michele Seccia, ad nuovo ramo dell’Ordine Minoritico, i Frati Francescani dell’Immacolata, che vivono il francescanesimo attraverso il voto di consacrazione illimitata all’Immacolata, secondo gli esempi e insegnamenti di S. Massimiliano M. Kolbe; il Fondatore è P. Stefano M. Manelli, figlio del Servo di Dio Settimio Manelli il quale è nativo della città di Teramo. 
Nel 2008 si è costituito il gruppo Missione Immacolata Mediatrice, associazione mariana laicale dei Francescani dell’Immacolata, che include anche il Terz’Ordine Francescano. 
Dal 2008, i Padri Francescani accogliendo il Motu Proprio Summorum Pontificum del Papa Benedetto XVI (2007) e l’Istruzione Pontificia Universae Ecclesiae (2011), celebrano la S. Messa conventuale nella forma del Rito Romano Antico (in latino), oltre a quella nella forma ordinaria. (Numerosissimi sono i  Fedeli che frequentano puntualmente la S.Messa Domenicale vespertina nel Rito Romano Antico delle ore 18,00 a San Domenico. N.d.R.)

***
Le parole di una Fedele teramana

Ringrazio Dio, ringrazio Sua Madre per averli conosciuti. 
Ringrazio Dio perché attraverso di loro ho capito la vera fede. 
Ringrazio Dio per avermi donato i frati e le suore dell'Immacolata. 
Ringrazio Dio per tutti i giorni che ho potuto cibarmi della loro "vita". 
Ringrazio Dio per avermi fatto dono di Padre Stefano ( Manelli N.d.R.) del suo annientarsi nella Madonna e Suo Figlio. 
Incontrarlo, parlargli, essermi confessata con lui mi ha cambiato la vita. 
Ringrazio Dio per avermi dato la possibilità di conoscere padre Settimio Manelli, più di una volta ho cercato il suo conforto. 
Ringrazio Dio per tutti i sacerdoti, frati e suore che ho avuto la grazia di conoscere. 
Nessuno può capire il dolore, lo sconforto, e la rabbia ( si, anche rabbia) che si prova nel vederli andare via. 
Il senso di vuoto e di sgomento che mi pervade è indescrivibile. 
Dio, Ti ringrazio per tutto questo. 
Una mamma (Nota 2)

Note e Fonti :

(1) FFI Teramo, storia della Chiesa di San Domenico
(2) Traditio Catholica Romana



Ave Maria! Arrivederci cari Francescani dell'Immacolata: i fedeli di Teramo non Vi dimenticheranno mai!
In Corde Matris.