venerdì 20 giugno 2014

La Processione del Corpus Domini orfana del Papa


Processione del Corpus Domini 19 giugno 2014

Un Lettore di MiL ha scritto : " Respingendo ai mittenti i commenti irriguardosi verso il Papa , dirò che da tempo ho perso la capacità di stupirmi: lievi tracce di stupore mi suscita la nota della sala stampa vaticana ( QUI ) - “ Il Papa – spiega padre Lombardi – ha ritenuto opportuno rinunciare al lungo itinerario a piedi sulla Via Merulana, fra le due Basiliche, anche in vista dei prossimi impegni, in particolare il viaggio a Cassano, in Calabria, fra soli due giorni, e allo stesso tempo preferisce evitare di fare il tragitto sulla autovettura scoperta, affinché, secondo lo spirito della celebrazione odierna, l’attenzione dei fedeli rimanga invece concentrata sul Santissimo Sacramento esposto e portato in processione” . 
Ma perbacco, fedeli così sprovveduti da guardare al dito che indica invece che alla luna meritavano piuttosto una solenne rampogna papale: "Hombres, quando passa il Santissimo ricordatevi una volta per tutte che a quello dovete rivolgere lo sguardo e non al suo vice, così come in chiesa dovete guardare a ciò che avviene sull'altare ...". 
Sarebbe stato molto "franceschiano" ed efficace. Peccato!"

Pur essendo a conoscenza della citata comunicazione  della Sala Stampa Vaticana abbiamo tutti eugualmente atteso con animo fiducioso, nutrito da cristiana speranza e sincero amore verso il Papa ,  che il Santo Padre , magari un poco rinvigorito da qualche vitamina , potesse partecipare almeno nel tratto finale alla processione della Solennità del Corpus Domini dell'Anno del Signore 2014. 
Purtroppo non è stato così. 
Una mamma, fra le lacrime, ha così commentato ( in diretta) : " Il Papa ha disertato la processione del Corpus Domini, non si è inginocchiato MAI e dopo la Messa, sul sagrato di san Giovanni, con la macchina si è defilato riapparendo a santa Maria Maggiore per la benedizione..... per la prima volta un Papa lascia il suo gregge alla Processione del Corpus Domini, lui è troppo umile, più di Gesù Cristo." ( Fra i  Predecessori di Papa Francesco ricordiamo con commozione San Giovanni Paolo II allorchè -gravemente impedito nel corpo - con grande devozione  ha accompagnato il " Suo" Signore in processione per le vie dell'Urbe !  N.d.R.) 
Cosa dovremmo aggiungere alle parole di quella mamma per quanto è accaduto ieri a Roma ? 
Niente.
Percepiamo però che nei fedeli sta crescendo il bisogno, la voglia  del "sacro" ,  della preghiera e della penitenza.
I forzati trapianti in questi ultimi mesi di una fede dal sapore sociologico stanno subendo la normale ed irreversibile  crisi di rigetto nelle persone dotate di fede semplice e pura.
La Processione del Corpus Domini  per la prima volta nella storia ( moderna) è rimasta  orfana  del Papa  solo a  causa dei nostri peccati  ! 
Speriamo che il Papa, così attento ad osservare le " periferie esistenziali " abbia rivolto il Suo benigno sguardo alla moltitudine dei fedeli che ha partecipato devotamente alla processione e che ha riempito le piazze di San Giovanni e di Santa Maria Maggiore : donne, uomini, anziani e bambini, tutti assetati di sacro che chiedono a Dio , una voce dicentes,  una cosa sola  :  la fede dei  nostri padri

A.C.

171 commenti:

  1. E' stata una cosa molto triste l'assenza del Papa...molto...ed alla consacrazione ci si inginocchia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. temo che siete troppo ossessionati da certe tradizioni

      Elimina
    2. Sono i modernisti ad essere ossessionati dalle tradizioni umane,che nulla hanno a che fare con la Tradizione

      Elimina
    3. Ah quindi davanti a Dio non ci si inginocchia? Vergognatevi.

      Elimina
    4. È un intero anno di tristezza. Triestezza da quando ci ha lasciato Papa Benedetto XVI. Almeno avrebbero permesso che lui sarebbe andato in Processione seduto davanti il nostro Signore esposto (dato che non potrà più bene inginocchiarsi alle sua età). Come mai lui non reagisce a tutto il macello che accade alla Santa Chiesa? Dove sono le forze conservative che erano presenti e a operare quanto Ratzinger era Papa? Morti di vecchiaia? Non comprendo. Il fatto è che il futuro delle nostre vite, della nostra pace, dell' umanita vengono decisi sia all' altare e sia nel culto. Dimentichiamo Dio? Gli voltiamo le spalle e lui ci volta a noi le spalle! Questo esploso modernismo nella chiesa avrà come consequenza non solo la sofferenza di tante anime ma anche la morte di tanta gente e le guerre che verranno. La Pace, miei cari amici, non viene tramite lavori sociali e discussioni politiche, neanche tramite le preghiere fatte con i politici di un altra fede ma solamente tramite il Sacrifício della Messa a Dio gradita, l'adorazione, preghiera e la penitenza.
      Kyrie eleison, Christe eleyson, Kurie eleison!

      Elimina
    5. condivido in toto.Dei problemi sociologici(povertà,sfruttamento minorile, corruzione, riempimento delle carceri,ecc.) si occupano lo Stato, i politici, le organizzazioni internazionali(ONU, FAMS, ecc.). La Chiesa si deve occupare della fede, dell'amore verso Dio. Nei dieci comandamenti i primi 3 riguardano l'amore verso Dio, i successivi riguardano l'amore verso il prossimo. Dio non fa le cose a caso. Gesù stesso, a precisa domanda, rispose che prima di tutto bisogna amare Dio con tutto il cuore ,tutte le forze,tutta la nostra anima, poi aggiunse come secondo dei comandamenti amare il prossimo come se stessi. Nel Padre Nostro la prima parte è tutta rivolta a Dio, al suo Nome, al Suo Regno,alla Sua volontà che su questa terra deve essere uguale alla volontà della Gerusalemme celeste, la seconda parte è rivolta al prossimo. Anche nella recita dell'Atto di carità la prima parte è rivolta all'amore verso Dio e la seconda parte al prossimo. Dio ci fa capire che è impossibile amare il prossimo se prima non amiamo Dio con tutto il nostro cuore. Dov'è che l'uomo ama Dio e lo adora? Prima di tutto e al di sopra di ogni cosa nella Messa, nel Sacrificio Eucaristico!! Subito dopo davanti al Tabernacolo, dove inginocchiati dobbiamo adorarlo. Infine nella preghiera. Gesù stesso, leggendo i Vangeli era in continua preghiera con Suo Padre. Se la Chiesa non riscopre la centralità della Messa di cos'altro dobbiamo parlare? Se glalti prelati del Vaticano non riscoprono che durante la Messa dobbiamo costantemente adorare Gesù, e l'adorazione si effettua prostrandosi, inginocchiandosi, non restando in piedi e seduti. Se continuamo a oltraggiare il Suo corpo, prendednolo con le nostre dita "non consacrate", se durante la consacrazione non ci si inginocchia, se prima di prendere l'Eucarestia non ci si mette in ginocchio,in adorazione preparandosi a ricevere il Santissimo, se nessuno(ahimè) si inginocchia quando si prende la Comunione, se dopo la Comunione non si resta inginocchiati,protraendo l'atteggiamento adorante anche dopo la Messa,come forma di ringraziamento, dimenticando che finchè il nostro organismo non avrà assimilato le Sacre Specie,noi siamo tabernacolo vivente(Sant'Alfonso Maria Liguori,Santo Curato d'Ars, San Pio da Pietrelcina insegnavano che non possiamo alzarci dopo la Messa e uscire fuori se non sono passati minimo un quarto d'ora, se non oltre). Se tutto questo ormai non accade più durante la Messa di cos'altro dobbiamo parlare?AVE MARIA.VIVA CRISTO RE.

      Elimina
  2. ....sarò monomaniacale e monotematico ma se non si ritorna subito al Rito Tridentino è la fine!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono più di 50 anni che si grida "è la fine!". Ma la Chiesa è sempre là!
      A dire il vero c'è sempre qualcuno che si lamenta da 2000 anni...

      Elimina
    2. La Chiesa Cattolica non verrà sconfitta mai dalle forze del male, a finire sarà l'impostura dell'eresia modernista capitanata dalla ganga dei sudamericani più avvezzi alle canne che alle processioni dietro
      il Corpo di Cristo.

      dopofrancesco

      Elimina
    3. La Chiesa è sempre là ma in cinquant'anni chi la frequenta si è ridotto sì e no a un quarto. So già la risposta: "Senza il CVII sarebbe ridotto a un ottavo". Ma la storia non si fa con i se, e questa è che vi aggradi o meno.

      Elimina
  3. Niente più MIssa in Coena Domini in S.G.in Laterano, niente più processione del Corpus Domini. Niente più genuflessioni di fronte a Gesù Cristo Eucarestia. E dunque mai più manifestazioni pubbliche di fede in NS Gesù Cristo presente. Così vogliono i SIGNORI che da due anni comandano la Chiesa Cattolica. Quello che non mi spiego è che ci sia ancora qualcuno che chiama "disperatamente" Bergoglio Papa e non Vescovo come vuole lui. E' ora di "obbedirgli" e di evitargli imbarazzi quando nasconde il Crocifisso e si genuflette facendosi benedire da eretici ed apostati. Altrimenti sarà la comicità di Padre Lombardi a superarlo in audience.

    RispondiElimina
  4. Si sarebbe dovuto inginocchiare anche se per qualche secondo davanti al Sacramento prima della super veloce benedizione eucaristica
    .. A chi giova tutto questo sciattume ?

    RispondiElimina
  5. Non posso non precisare che l'immagine del Papa inginocchiato al lato della poltrona non è presa da un convegno di eretici ed apostati, bensì da un momento della convocazione nazionale del Rinnovamento nello Spirito santo del 1 giugno 2014.
    Contrariamente a quanto erroneamente sostenuto nel post, la foto fa parte di un momento in cui l'assemblea intera presente all'Olimpico di Roma (52.000 persone), unitamente al Papa, sta invocando lo Spirito Santo, come nell'uso dei carismatici.
    Da aderente al RnS da 20 anni ed, al contempo cattolico profondamente tradizionalista, vi assicuro che le Sante Messe celebrate nello stile del RnS sono altrettanto belle di quelle in rito antico. Completamente diverse, ma cariche della stessa intensità e fede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questa è proprio bella...raccontacene un' altra... dai....

      Elimina
    2. Guarda. Che nel post e' evidenziato che si tratta di un gruppo ecclesiastico. Che cavolo scrivi ??? Vuoi che un blog. Tradizionale si faccia apologia del rinnovamento Nello spirito ????

      Elimina
    3. 52.000 persone !?!? Ecco dove sta la VERITA' !! nelle cifre !!!!!!

      Elimina
    4. Sarai pure aderente e frequentante, ma i trad non li conosci neanche un po'. Sono gli esponenti di una controchiesa incasinatissima e vivono nel mito di una chiesa che non è mai esistita altrove che nella loro fantasia. Lasciali perdere e goditi lo spettacolo delle loro scalmane.

      Elimina
    5. Ma che squisito senso evangelico di amore e di concordia repriproci caro Anonimo delle 12,59 .

      Elimina
    6. L'ha imparato da te, Anonimo delle 14:07.

      Elimina
    7. Non da me Anonimo 14 13 ... Io sono assai legato ai gruppi carismatici... L'avrai appreso dal diavolo padre di ogni divisione.

      Elimina
    8. dopo avere visto quello che fanno al "rinnovamento", penso si possa dire che RnS significhi Rinnovamento nello Sbigottito.....alla spettacolo scipito non c'è mai fine......

      bergoglio faceva meglio a stare a santa marta a bersi il mate invece di farsi un giro sulla papa-mobile coperta: un prete che ha fatto tutto quello che andava fatto per il Corpus Domini, come può dirsi in comunione con il bergoglio,visto che non hanno compiuto gli stessi gesti???

      bergoglio svuota di senso le preghiere: rispetta le rubriche e la forma, ma ad essa non fa corrispondere una sostanza fatta di presenza e attenzione.

      Elimina
  6. E' una vera e propria presa per il xxxx !!!!!! scusate ma non ho freni inibitori di fronte a certe idiozie !!!!!!
    GPII come dice l' AUTORE , ha comunque adorato in processione il SS ,anche mezzo moribondo !!! ...... e '' SAN FRANCESCO ,, perche no !?!?!?
    IL SS è un ostacolo come altri per una futura fede gia' globalizzata ..... ne sono convinto in pieno ..... chi puo' dar piu' fiducia ad una sola parola di questi SIGNORI MANAGER !!!!!!!
    CHE BELL' ESEMPIO !!!!! Nostro SIGNORE , è stato appeso alla croce , per tre ore di agonia indicibili !!!!!!!

    togli oggi che togli domani ...... è un rosicar le mura dal di dentro come i topi .... senza che uno se ne accorge ....... e presto crolleranno !!!!.......
    QUESTA E' LA TATTICA E LA POLITICA DI QUESTI MISCREDENTI !!!!!!

    RispondiElimina
  7. Non sono scuse imbarazzate buttate a caso lì per lì per decisioni estemporanee: sono messaggi subliminali, e neanche tanto subliminali, studiati con cura per abituare il gregge a un certo tipo di pensiero. E il pensiero è che il papa serve a poco, è una figura prescindibile, che può esserci o non esserci, poco cambia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  8. ''Le messe del RnS sono altrettanto belle di quelle del rito antico.'' E quelle del CNC no? Ma dai su, smettetela! La S.Messa e' una sola:quella della tradizione.I bongo e le chitarre lasciatele a casa e portate messali in latino.

    RispondiElimina
  9. Questa è solo una delle conseguenze di un pontificato che sta distruggendo la chiesa. Mi auguro che la gente cominci ad aprire gli occhi e si renda conto che questo papa merita solo di essere rispedito in Argentina! Noi un papa così non lo vogliamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, rispedito in Argentina no, per piacere! Gli si cerchi qualche luogo deserto, là dove si spediscono, p.e., i pattumi nucleari, ma che non torni da noi, che ha già abbastanza demolito!

      Elimina
    2. Il Papa resterà dove deve, i vostri latrati affogano nelle vostre gole. Non dimenticate che non contate nulla.

      Elimina
    3. Bhe,,,da una parte spero che non contribuisca a demolire il Papato abdicando per andarsene in pensione,però deve cominciare a comportarsi da Papa.

      Elimina
    4. Il Nuovo lo sa.

      Infatti resterà dove deve restare, diserterà le processioni che deve disertare, andrà dove deve andare, dirà quel che deve dire, telefonerà dove deve telefonare, si farà intervistare da chi si deve far intervistare, laverà i piedi che li deve lavare e obbedirà a chi deve obbedire, perché quella si che è gente che conta, ma sarebbe interessante pure chi è che tra i vari massoni ha l'incarico di fargli avere le direttive delle alte frammassonerie, li tra le stanze amene di Santa Marta, sai pure questo Nuovo?

      Elimina
    5. Una prova, una sola prova che il Papa appartenga alla massoneria. Basta vedere una foto con la mano nella giacca o nel cappotto?
      Io spesso lo fo, e mai ho ceduto alle lusinghe massoniche.
      Mons. Lefebvre, che non era stupido, diceva sempre ch'era inutile indicare i prelati massoni (che certamente ci sono: consultare di Ennio Innocenti "Inimica Vis"), tanto le prove sarebbero state labili. A lui interessava lo spirito massonico penetrato nella Chiesa. Imparate da chi sapeva ben più di voi.

      Elimina
  10. Volerlo o no, il Papa è questo e te lo tieni. A noi compete pregar per lui affinché lo Spirito Santo lo illumini e gli faccia guidare il gregge da vero Pastor Bonus. Poi, i conti, se verrà meno al suo dovere, dovrà farli con Qualcun altro. Ciò non c'impedisce di sottolinear carenze ed anche disastri di questo pontificato, cercando di restar sempre in foro esterno, ché in quell'interno Dio solo può giudicare.
    Indubbiamente un papa che s'inginocchia a lavare i piedi non al suo clero, rappresentante gli apostoli, ma a carcerati persino islamici, a farsi benedir a destra e a sinistra, che vanga per piantar alberi dai frutti tossici vista la preghiera dell'islamico nei giardini vaticani, e poi non si genuflette alla Consacrazione o non s'inginocchia un attimo davanti al SS.mo Sacramento, non presiede la processione del Corpus Domini, induce a tristi pensieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho giudicato in foro interno mio caro, ho solo espresso uno dei tristi pensieri..

      Elimina
    2. Hai giudicato in foro seminterno, carissimo, mentre avresti fatto meglio a giudicare solo in foro esterno, o al massimo semiesterno.

      Elimina
    3. Non attacchiamoci a certe sottigliezze, interno, semi interno, semi esterno.. Se il papa si comportasse in modo da non creare sconcerto non saremmo neppure qui a discutere. Se lo facciamo, magari anche giudicando in foro interno semi interno semi esterno eccetera, è perché questo papa da quando è stato eletto continua ad assumere atteggiamenti che creano sconcerto e la reazione, magari rabbiosa, dei fedeli è più che comprensibile

      Elimina
    4. Metter il Papa accanto al pattume, giova forse alla credibuilità di chi scrive?

      Elimina
    5. d' altronde caro Pastorelli questo Papa ha gia' tanto desacralizzato e ci tiene cosi' tanto ad essere un comune mortale , che se si prende qualche insulto , se lo deve tenere , come per i politici ; ne piu' ne meno

      Elimina
    6. E poi non si ha parlato soltanto di pattume, bensì di pattume nucleare... Si noti la differenza.

      Elimina
    7. Anzi: Dante mise -codesti ancor vivendo- Bonifacio VIII altro che tra i pattumi. Seppur il suo giudizio sia da ritenere alquanto esagerato, dovremo dubitare della sua credibilità?

      Elimina
    8. Era Dante! Non un pistolazzo qualsiasi...

      Elimina
    9. Dante è il massimo poeta del mondo e d'ogni epoca. Ma certo non è né un santo né è credibile come "veggente". Motivi di vario genere gli fan salvare anime e condannarne altre.
      Mi raccomando: non si scrive: non si ha parlato, ma non si è parlato. E lasciam perder gli accenti su "ne".

      Elimina
    10. Scusi, signore. La mia lingua materna è lo spagnolo, e per semplice «contaminatio» (in spagnolo si usa sempre l'ausiliare "avere", e mai "essere") mi è riuscito così. Credo che si capisca lo stesso, e che si può usare d'indulgenza con uno straniero in questi casi. Gli accenti o la loro mancanza su "ne" non so dove gli avrà visto lei: al meno non in quanto ho scritto io.

      Il giudizio su Dante "massimo poeta del mondo e d'ogni epoca" non è meno temerario di quello del grande toscano su Bonifacio VIII et al. Ciononostante, lo richiamavo come esempio autorevole della possibilità certa di dire cose un po' anche forti del Sommo Pontefice quando questo non compie il suo sacro dovere di rinvigorire il gregge affidatogli. Se a lei sembra ancora poco attendibile, allora potremo cercare simili esempj nelle opere di Santa Caterina da Siena. Quel che alla fine conta è che, di fronte allo stravolgimento operato da Bergoglio fin dal primo giorno, quello che si dica sarà sempre poco. Si immagini lei lo strazio dei fedeli che lo abbiamo conosciuto come cardinale arcivescovo di Buenos Aires, ora che si esercita a demolire nonchè l'argentina, bensì la Chiesa universale.

      Elimina
    11. Caro Dante, credi forse che un Papa sia privo del libero arbitrio?

      Un Papa può tranquillamente peccare e può persino finire all'inferno e può anche essere eletto validamente e poi fare apostasia perdendo il privilegio petrino ipso facto.

      Ora qui abbiamo uno che è stato eletto papa ma il papa non lo vuole proprio fare, preferisce pregare un dio che non esiste coi musulmani e gli ebrei che seguire il Corpus Domini del Cristo ovvero della Seconda Persona del Vero ed Unico Dio Trinità.

      Questo è un fatto e non un triste pensiero ed è un fatto che si chiama APOSTASIA.

      dopofrancesco

      Elimina
    12. Sarebbe Apostasia se il Papa avesse piena avvertenza e compisse quegli atti gravi con deliberato consenso.Noi possiamo prendere le distanze da quegli atti oggettivamente gravi, giudicare in foro esterno e pregare per lui affinchè si ravveda.

      Elimina
    13. Sarò temerario, ma non conosco opera cui han posto mano e cielo e terra grande di quella di Dante. Naturalmente parlo da povero studioso di letteratura italiana e non solo. Se temerario è il giudizio, continuo ad esserlo, senza tema d'andar per questo all'inferno.
      Che poi si possa anche riprender i papi regnanti, quando ve ne siano le ragioni, per me non è una novità, e S . Caterina non è per me una sconosciuta. Io per anni ho ripreso i papi, anche nel blog. Non per comportamenti privati di cui non son a conoscenza né mi fido di tante chiacchiere senza mai una prova documentale, ma per atteggiamenti pericolosi per la fede o per lassismo in campo dottrinale. In internet ci sono diversi miei articloli, pochi, perché in genere non li ho divulgati, così come ho pubblicato articoli di Gherardini e Alipio de Monte che destinavano alla mia rivistina "Una Voce dicentes".
      Quinidi con me i nuovi arrivati - io battaglio da 50 anni - sfondan usci aperti.
      Ma da qui a dire che questo o quel papa è all'inferno, ce ne corre. La Chiesa non lo fa, non l'ha mai fatto salvo far balenar questa sorte per Giuda o il cattivo ladrone.
      Non conosco ciò che in Argentina dicon di Bergoglio: nella mia chiesa entran tanti argentini - quest'anno molti son i turisti di quella nazione - e tutti entusiasti di Francesco. Se faceva il vescovo come il Papa io non sarei tanto entusiasta.
      Chi ha mai detto che il papa è privo di libero arbitrio? Chi mai ha negato, anzi l'ho ripetuto tante volte, che ci sono stati papi simoniaci, sudicioni, assassini ecc. Dunque di papi peccatori ce ne sono stati. Non si può escludere che qualcuno sia all'inferno, come non si può escludere che ci finisca anche uno di voi e di noi che qui scriviamo. Ma nessuno può saperlo. Ed eventuali rivelazioni private lasciano il tempo che trovano.
      Sugli altri argomenti mi son già espresso e non mi ripeto: no, non approvo l'incontro ultimo, come non ho approvato i precedenti. Chiamare Apostasia questo dialogo è eccessivo: è un male ed una grande chimera, peraltro. La missione della Chiesa è convertire. L'ecumenismo così indirizzato confonde le menti. Ed anche su questo son sempre stato chiaro. Ma l'apostasia è altro. Sino ad ora il papa ha fatto discorsi di prammatica, qualche catechesi abborracciata (qualcuna buona), qualcuna inaccettabile: ma si tratta di argomentazioni del dottore privato e non del Papa nel suo Magistero. Io questo aspetto. Da questo si potrà ricavare se è apostata o no.
      Il non aver partecipato alla processione del Corpus Domini non è apostasia.
      Che poi la Chiesa versi in una gravissima crisi dottrinale, teologica e morale, oltre che di governo, l'ho sempre denunciato: qui e altrove.
      Francamente, senza montar in superbia, penso che tra i commentatori di questo blog pochi possano eguagliar le mie battaglie.
      E chiudio dicendo che sempre ho anche ricordato che dal Gaetano sino almeno al Journet, grandissimi teologi non commentatori anonimi, han sostenuto in linea teorica che un Papa può anche resistere allo Spirito Santo e non far il proprio dovere.

      Elimina
  11. Al di là del fatto che in un sito cattolico certe argomentazioni e, soprattutto certe espressioni anche rabbiose, non dovrebbero esistere, sono certo che alcuni, partecipando almeno una volta nella vita ad una preghiera carismatica o, meglio ancora, ad una Messa carismatica avranno solo modo di potersi ricredere.
    Tra parentesi, l'orchestra nazionale (Ministero della musica e del canto) del RnS, composta di circa 120 elementi tra musicisti e cantori, è meglio della Philarmonica di Vienna in quanto a bravura, ma soprattutto canta in preghiera e vi assicuro che si sente la differenza con le strimpellate e le urla delle nostre messe parrocchiali della domenica.
    Il disprezzo gratuito, oltretutto solo per sentito dire, non è molto cristiano oggi come non lo era prima del Concilio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non è un sito cattolico.

      Elimina
    2. Non sono cattolica, ma mi diverto e in questo sito io Chiesa e post (vari post) concilio.

      Elimina
    3. Grazie per l'invito, ma da battezzato cattolico non posso partecipare a funzioni eretiche protestanti. Ci tengo alla salute della mia anima. Per questo non vado neppure più alla funzione protestante del 1969. E' a rischio la fede che ho chiesto, per bocca dei miei padrini, al battesimo.

      Elimina
    4. Nessun disprezzo per il Rns e le sue funzioni. Non ci sono mai stato ma sono convinto che non possono essere peggio di quel che si celebra ogni domenica in ogni parrocchia Italia. Ti credo anzi sulla parola quando dici che sono meglio. Credo però che stiamo parlando di un prodotto molto diverso dalla Messa VO. Non si possono paragonare i Tortellini di Giovanni Rana e il caffè Lavazza.

      Elimina
    5. "Non sono cattolica, ma mi diverto e in questo sito io Chiesa e post (vari post) concilio".

      Vabbuò, i tradizionalisti saranno divertenti ma anche chi scrive queste cose prive di senso comune una ghignatina la strappa.

      Elimina
    6. La ghignatina del coglionazzo.

      Elimina
    7. Finiti gli argomenti, anonimo delle 17.33? Ritenta, sarai più fortunato la prossima volta. Se magari ti riesce di collegare il cervello.

      Elimina
    8. Quando ero modernista facevo parte del Rinnovamento nello Spirito...poi il Signore ha avuto pietà di me e sono diventato cattolico.

      Elimina
    9. Vedo allora he i tradizionalisti non son tristi e cupi, ma sanno dar divertimento. Ma anche il diavolo si diverte con certe donne.

      Elimina
    10. Io all'olimpico stà filarmonica non l'ho vista però gli scalmanati
      sul palco compreso il sudamericano vestito di bianco, si. Auesti a che ministero so impiegati?

      Elimina
  12. Vorrei aggiungere che il RnS non è un gruppo ecclesiale, bensì un movimento ecclesiale regolarmente riconosciuto dalla Chiesa e particolarmente apprezzato anche da tutti i precedenti papi.
    Tra l'altro faccio presente che moltissimi sacerdoti facenti parte di tale movimento vestono la talare (come si vede anche nella foto da parte dell'assistente spirituale del RnS) a riprova, se ce ne fosse bisogno, dell'ortodossia e del continuo riferimento al Magistero della Chiesa non solo post ma anche pre conciliare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo tentativo di indurre a ragionare questa platea di scalmanati è ammirevole, ma fatalmente infruttuoso. Il tradizionalismo è una mutazione genetica per curare la quale occorrono fior di specialisti.

      Elimina
    2. Hehe, ma andare a fare propaganda alla pepsi-cola davanti ai cancelli della coca-cola non è un'idea così saggia. Devi mettere in conto che ti tirino qualche lattina.

      Elimina
    3. L'essenziale è che non ci abbiano prima pisciato dentro.

      Elimina
    4. Se per essere ortodossi bastasse vestire la talare, allora
      non capisco perché hanno scomunicato Milingo, lui se la metteva sempre.... ahahaha siete veramente ridicoli.

      Elimina
    5. Ecco n altro intelligente. E non è vero che Milingo indossasse sempre la talare.

      Elimina
    6. Perché i rinnovati nello spirito la indossano sempre???
      e ripeto:
      ma perché se un eretico mette la talare la sua eresia sparisce?

      Il punto qua non è milingo ma la vaccata sulla talare quale condizione sufficiente alla dimostrazione di ortodossia.

      Che fai Dante ti ci metti pure tu a fare finta di non capire?

      Elimina
    7. Capisco, specie lo stolido ridurr'i reali problemi, gravissimi, a piccole miserie.

      Elimina
  13. Buoni i tradizionalisti : a mio figlio colpevole di servire le messe nei due riti - vecchio e nuovo - hanno fatto di tutto al punto di copiare le sue foto per metterlo a disagio . Sono distrutta per tanta cattiveria.

    E' gente cattiva, stupida e vendicativa. Lasciala perdere. Le messe VO sono diventate ricettacoli di sbalestrati convinti di essere un'élite di puri, di veggenti, i soli veri cattolici, mentre gli altri sono anime perse. Lasciali lì, con la loro tristezza e la loro convinzione di salvarsi. Sono una setta di irrecuperabili che hanno saputo mandare in malora persino il SP di Benedetto XVI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti io non capisco perché molti vescovi e presbiteri ci fanno cattiverie continue.
      Essendo noi cattivi ,stupidi e vendicativi mi pare oltremodo sciocco metterseli contro anche perché quando la massoneria dopo essersi servita dei vari berloglio,aviv,forte,volpi li darà in pasto al popolino cieco e giustizialista aprendo gli armadi della vergogna io personalmente e in piena carità andrò a festeggiare.

      Elimina
    2. Un giudizio veramente stupido. Quanto alla convinzione di salvarsi, vorrei sapere chi davvero sia convinto di salvarsi. Ci si può al massimo, affidare, tutti, nessuno escluso, alla misericordia divina. Non nego che tra i cosiddetti tradizionalisti ci sia qualche sbalestrato, ma quanti ce ne sono, a cominciar dai preti nelle parrocchie? Ieri ho partecipato alla processione del Corpus Domini, con altri confratelli. M'è stato chiesto di accompagnare uno dei tanti preti e ministri a distribuir la Comunione. Ho chiesto: mi date un piattino? Se no che ci vengo a fare? Una brava persona m'ha pregato e ripregato di svolger questo servizio per evitar almeno il furto di Sacre Particole. Ho fatto il mio dovere. E come altri anni, anche a questo prete è caduta una Particola in terra (non so se sia accaduto anche ad altri). Ma questa volta gliel'ho indicata prima che la calpestassero, come avvenne tre anni fa. Sia pure senza altre precauzioni - coprire lo spazio con un corporale o un purificatoio, l'Ostia è stata raccolta e consumata dal prete. Meglio che nulla
      A suo tempo il card. Betori, bravissima persona e vescovo di sana dottrina, fu da me informato sugli aspetti negativi delle cerimonie in duomo e della processione. Devo riconoscere che quest'anno - abbiamo disertato gli ultimi due - sia la S. Messa che la processione si sono svolte in un clima più raccolto.

      Elimina
    3. Non è un problema metterseli contro: sono cattivi e stupidi, ma anche deboli e inetti.

      Elimina
    4. Saranno magari stupidi, deboli, inetti, vendicativi, cattivi etc.. etc.. ma come dice Dante: chi è sicuro di salvarsi? E come dice Bergoglio: chi sono io per giudicare? E come dice Cristo: I pubblicani e le prostitute vi precederanno nel regno di Dio.

      Quindi attenti cari amici benpensanti che vi scandalizzate davanti ai lerci tradizionalisti, oscurantisti, sbalestrati, cattivi, tristi, pelagiani, fondamentalisti, aggressivi, violenti...
      attenti... perché magari questi si salveranno coi loro rosari
      numerati e voi col vostro ecumenismo buonista ed il vostro politicamente corretto vi ritroverete tra pianto e stridor di denti...

      ....e soprattutto badaaaa Bergò... che il Vaticano II è finito!!!!

      Elimina
    5. Purtroppo non è finito nelle sue conseguenze.

      Elimina
  14. Il tradimento dei papi che si dimettono si chiamino Celestino o Benedetto costituisce un vulnus da cui la Chiesa farà fatica a riprendersi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma stai parlando in foro interno o esterno.

      Elimina
    2. Torniamo al discorso principale e non deviamo troppo: il fatto che il papa abbia disertato la processione del Corpus Domini è veramente triste e squallido, come tanto squallide sono quasi tutte le azioni che costui compie, squallido il suo modo di vestirsi, squallido e pressochè privo di contenuti dottrinali ciò che dice, squallide le selebrazioni che lui presiede. Che dire... non ci resta che mandare giù il rospo o pregare perchè Qualcuno da lassù provveda!
      Matteo

      Elimina
    3. Ribadisco: le mancate genuflessione a Chi si devono e gl'inginocchiamenti dinnanzi a chi non son dovuti affatto suscita tristi pensieri. Tra questi ci metto: e se effettivamente il Papa ha più difficoltà a genuflettersi che a star inginocchiato? Non si conosce con precisione il suo problema articolare, ma si nota un modo "strano" di camminare. E forse due km a piedi non poteva effettivamente farli. Ma, qualche ma capisco che può restare.
      Non mi convince la spiegazione del non voler esser lui al centro dell'attenzione quando al centro doveva, giustamente, esser Cristo. Ma lui avrebbe portato Cristo ed è il Suo vicario.
      Ecco, mi sembra che troppo si presta all'osanna popolare.
      Anche se vi avesse partecipato in papamobile, poteva reggere, anche con aiuto, l'Ostensorio. Cristo entrò a Gerusalemme su di un asino, e non avrebbe dispregiato la papamobile.

      Elimina
    4. Ratzingher con tanto di cardiopatie e con 86 primavere sulle spalle non è mancato, né è mancato Giovanni Paolo II
      che era già mezzo morto, né mancò mai Leone XIII a 93 anni.
      Se l'oriundo del sudamerica a soli 78 anni è già cotto e non ce la fa ad inginocchiarsi e manco a salire sulla papamobile, allora si dimetta subito anche lui; non lo ha detto lui che se uno sente le forze mancare si deve mettere da parte... allora si sbrighi e rifaccia la sua valigia sfonda al più presto così se ne torna nei bassifondi dove si trova tanto bene, lasciando la sede libera per chi riesce almeno a piegare le ginocchia davanti a Cristo e la facciamo finita con questo equivoco.

      dopofrancesco

      Elimina
    5. Non mi è mai piaciuto il linguaggio violento e aggressivo contro il papa. L'attuale e i precedenti. Il che non significa che non si possano avanzar motivate critiche a gesti e parole.
      L'ho fatto più volte anche negli anni passati, sulla stampa e sui blogs. Con simile linguaggio, inopportuno ed insopportabile si passa dalla ragione, quando e se c'è, al torto, dando esca ai modernisti nemici della Chiesa.

      Elimina
    6. A me non è piaciuto vedere e sentire tutti gli svarioni di Bergoglio, non mi sono piaciute le sue interviste famigerate, i suoi discorsi, le sue telefonate e soprattutto le continue mancanze di rispetto a Gesù Eucarestia di cui si rende costantemente colpevole, evitando sempre e sistematicamente
      di inginocchiarsi davanti alla Presenza Reale, cosa che fa da sempre, anche quando era Vescovo in Argentina.
      Questa ennesima riprova clamorosa della sua mancanza di rispetto verso il Corpus Domini ha superato ogni decenza, altro che linguaggio aggressivo.

      Lei Dante continua a dettagliare su questioni di stile linguistico, ma a me pare che la questione sia ben più grave e stile a parte credo che dovremmo mettere da parte l'umano rispetto
      e riflettere sul senso profondo di questa palese intolleranza di Bergoglio alla doverosa venerazione del Gesù Eucaristico.
      Rifletta su questo prima di affrontare le questioni di stile perché qua la cosa è grave e credo che ognuno debba cominciare seriamente a fare i conti con la propria coscienza davanti a queste evidenze.

      dopofrancesco

      Elimina
  15. Evidentemente l'inginocchiatoio davanti al Ss.Sacramento ha per lui l'effetto della kryptonite......oggi AMV,avvocato a tempo pieno a difesa del supervescovo ha detto che una sciatalgia gli ha impedito di......ma che si credono, che siamo tutti fessi?????Per favore, vedrete che in Albania troverà il modo di sciogliersi le rotule...

    RispondiElimina
  16. bastava salisse sull'auto come hanno sempre fatto i suoi predecessori da che mondo e mondo... mica gli avrebbero proposto un carro dorato trascinato dai cavalli bianchi ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho detto anch'io, e la spiegazione di Lombardi è penosa.
      Ma se con opportune infiltrazioni la sciatalgia si placa, non vedo perché non possa camminar in Albania.

      Elimina
  17. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece sarei più docile verso lo Spirito Santo poiché ,se ha permesso che un cialtrone eretico diventi vescovo di Roma, non puoi sapere come andranno a finire i nazisti puzzolenti.

      Elimina
    2. Come smentire questa veritiera affermazione? Per esempio dicendo che è una boiata pazzesca. Mi sembra un buon inizio. C'era fior di gente che non chiedeva di meglio che l'applicazione del SP e VOI nemici della tradizione avete fatto di tutto per mandarlo in malora, boicottandolo in tutti i modi. Vergogna!

      Elimina
    3. Vorrei essere puzzolente come loro!

      Elimina
    4. Non ci vuol molto. Puoi sempre sgozzar qualcuno, magari in nome di Dio.
      Non credo che lo Spirito Santo sia molto vicino all'autore del commento delle 15,14.

      Elimina
  18. LorenzoCuffini20 giugno 2014 15:47

    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo LorenzoCuffini potrebbe essere così cortese da riscrivere il suo commentuccio poichè da quello che ha postato ora non si capisce nulla ? Grazie
      A.C.

      Elimina
    2. Gentile signor LorenzoCuffini, potrebbe essere così cortese da riscrivere il suo commentuccio perchè non si capisce nulla ?
      Grazie per toglierci dall'imbarazzo dell'interpretazione.
      A.C.

      Elimina
    3. Per la verità si capisce, e si capisce che il sig. Cuffini ha scarse conoscenze di agiografia, perché quando i Papi nella storia han fatto cappellate di santi che non gliele hanno mandate a dire, tipo s. Caterina da Siena, non c'è stata penuria.

      Elimina
    4. Ma erano appunto santi, non hooligans da quattro soldi come voi.

      Elimina
    5. E chi impedisce ad un hooligan di diventar santo? o di esserlo?
      Anche se certi commenti lasciano perplessi.

      Elimina
    6. Dante, la logica! Un hooligan può diventare santo, ma non finché rimane un hooligan. Gli hooligans che insultano il papa e fanno tifo da stadio contro l'argentino, l'usurpatore, il massone ecc., non hanno nulla a che vedere con i santi che si sono consumati nel fervore per il bene della Chiesa e di Pietro.

      Elimina
  19. Antipapismo ? Ma non stiamo parlando di un tizio che rifiuta di inginocchiarsi di fronte a Cristo realmente presente e addirittura se ne va altrove ?

    RispondiElimina
  20. Datevi una calmata tradixionalisti lupi famelici che azzannate il successore di pietro con tutti i problemi che ci sono chi se ne frega se il santo padre non erar appollaiato sul camioncino. Bastava la presenza di gesu eucaristico. Bene ha fatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E certo...era meglio che solo Gesù Eucaristico fosse appollaiato sul camioncino,con gli altri Papi i problemi nella Chiesa non c'erano...era per questo che potevano permettersi il lusso di manifestare pubblicamente la loro fede inginocchiandosi davanti al Re dei re.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina



    3. Dante Pastorelli20 giugno 2014 18:51

      Intanto l'anonimo è il primo a disprezzar il papa, paragonandolo ad un pollo, e Gesù per Cui usa la minuscola e scorda l'accento.

      Elimina
  21. LorenzoCuffini20 giugno 2014 16:44

    Il commentuccio è sicuramnente uccio, ma mi pare comprensibilissimo. Cosa sfugge? Il termine novena? Il nome di don Bosco? Non saprei, mi dica.
    Quanto ad Anonimo delle 16.18, egli, in una botta di megalomania, ritiene A.C., o per ventura sé stesso, alla stregua di Caterina da Siena? No,parliamone.
    A Mazzarino direi: il " tizio" è il Vescovo di Roma, oooops, il Sommo Pontefice della Santa Chiesa Cattolica Romana, il tuo e mio Papa: sempre che tu sia cattolico, ovviamente.
    Tu, invece, chi sei?

    RispondiElimina
  22. LorenzoCuffini20 giugno 2014 16:55


    Bizzarro come il precedente commento si sia svaporato...
    Raccomandava al signor A.C. una bella novena di riparazione a san Giovanni Bosco, il quale manco sotto tortura avrebbe detto alcunché contro il Papa.
    Si soffermava poi a considerare che " i nostri padri ", quelli la cui fede, secondo A.C., "donne, uomini, anziani e bambini, tutti assetati di sacro chiedono a Dio , una voce dicentes" avrebbero implorato , grazie alla loro limpida fede cattolica avrebbero simpaticamente preso a calci nel sedere l'autore di questo pezzo, trasudante becero antipapismo da ogni poro e da ogni parola.
    Altro che vitamine al Papa....
    (Vediamo un po' se anche questa replica si svapora?!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai tempi di San Giovanni Bosco erano papi Gregorio XVI, Pio IX
      e Leone XIII, è ovvio che il Santo non avesse niente a che ridire... se fosse stato vivo oggi con questi impostori travestiti di bianco li avrebbe presi a calci.... e di Argentini in talare bianca a roma ne girano a iosa.

      A questi consumatori di droghe fanno male le ginocchia solo davanti al Santissimo, perché magari altrove le ginocchia funzionano....

      Per riconoscere il successore di Pietro in questi impostori ci vuole solo una mente storta.

      dopofrancesco

      Elimina
    2. LorenzoCuffini20 giugno 2014 17:17

      Soprattutto bisogna essere Cattolici Apostolici Romani.
      Cosa che Mr. dopofrancesco, evidentemente, rifiuta di essere .

      Elimina
    3. La smania censoria è un segno di chiara debolezza.

      Elimina
    4. Non credo che ci sia smania censoria. Io di commenti ne avrei eliminati quanto meno la metà.

      Elimina
    5. Se la patente di cattolico la dà Cuffini siamo a posto... anzi se magari è competente anche per la patente di papa controlli gli inesitati postali perché l'ultima patente spedita in argentina è tornata indietro per destinatario sconosciuto.

      dopofrancesco

      Elimina
    6. Signor Lorenzo Cuffini, ringrazio per la raccomandazione di una novena all'inclito San Giovanni Bosco affinchè interceda per il ministero pastorale dell'amato Papa Francesco e per la Chiesa tutta.
      Lei continua a vedere che il post pubblicato " trasudante becero antipapismo da ogni poro e da ogni parola".
      Lei è libero di pensare e di vedere quel che vuole ( anche gli elefanti che volano ...).
      Non possiamo accontentare tutti ... da coloro che sanno leggere a quelli che credendo di saperlo fare cercano di scovare un inesistente spirito di " becero antipapismo da ogni poro e da ogni parola".
      Preghiamo almeno vicendolmente per la salvezza delle nostre anime.

      Elimina
    7. Non credo che ci sia smania censoria. Io di commenti ne avrei eliminati quanto meno la metà.

      E' un chiaro segno che sei ancora più debole.

      Elimina
  23. La rabbia che riversano alcuni tradizionalisti su questo ed altri blog è inversamente proporzionale alla loro capacità di operare all'interno della Chiesa. Alla fine si chiudono in piccoli blog lanciando anatemi e maledizioni contro il Papa, alimentando a vicenda le loro nevrosi. Se non fosse per la triste condizione psicologica che vivono sarebbero soggetti al sarcasmo più spinto. Tutto ciò con cui vanno a contatto va a male: un esempio su tutti i FFI, cercando di farne una quinta colonna reazionaria all'interno della Chiesa ne hanno decretato l'estinzione. Che sia di monito ad altri ordini religiosi che si relazionano con costoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece la tua rabbia verso i tradizionalisti è direttamente proporzionale alle castronerie dell'orrendo oriundo immondo che vessa anche te nonostante tutto.
      Solo che tu ,nel tuo bullismo da scuola elementare di periferia, te la prendi ,da bravo coatto ,con chi non è coinvolto per nulla in queste vicende tristi stante anche(come affermi giustamente) l'incapacità e l'impossibilità di operare all'interno della Chiesa.

      Elimina
    2. E con queste parole dai ragione al Nuovo. Mi vien il dubbio che ci sin modernisti e neocat che s'impegnano a scriver scriteriati e volgarissimi commenti "tradizionalisti". Io tradizionalisti di tal fatta non ne conosco neppure uno.

      Elimina
    3. Infatti quelli che sanno ben operare "all'interno" li vediamo tutti all'opera. In primis il Vescovo di Roma che non trova le forze per piegare le ginocchia Davanti a Cristo, né per salire sulla papamobile dietro la processione, ma per le pagliacciate all'olimpico le ginocchia funzionano eccome e lasciamo fuori la questione dei FFI che non c'entrano niente con questa storia, il nuovo si dimostra il solito provocatore da quattro soldi. La questione è che di fronte a questo ennesimo svarione sei senza argomenti e allora cerchi di menare il can per l'aia come al tuo solito.

      Polimar

      Elimina
    4. Io non ho mai menato il can per l'aia: ho sempre parlato chiaramente ed anche duramente all'occorrenza. Quando però ci posson esser giustificazioni serie è doveroso chiede giustificazioni altrettanto serie.

      Elimina
  24. A gente come il Nuovo vorrei solo dire se vi sembra normale che un Papa abbandoni la processione del Corpus Domini, una delle Feste più importanti della Chiesa....ancora non avete risposto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma cosa vuoi che rispondano ,sono esterrefatti anche i luterani. Ricordiamo che per i luterani non ha alcuna importanza finire all'inferno ,l'importante per loro è che non si sappia in giro.

      Elimina
    2. Ma tu vedo che hai il telefono rosso col Padreterno.

      Elimina
    3. No mica col padreterno, con Santa Marta soltanto.

      Elimina
  25. E' probabile che il papa sia più amaalato di quanto vogliono far credere. Le riflessioni recenti sulla morte fanno pensare.Ha rinviato tante udienze e appuntamenti in modo inspiegabile. Ha chiesto di pregare per lui. Il Papa ama Gesù! Credo si sia stenuto dal partecipare perché la processione per un uomo di quell'età con i problemi di salute è veramente stancante. Non facciamone una tragedia. Le appaarenti aperture pastorali di papa Francesco traggono in inganno molti in realtà lui è più tradizionalista di Benedetto XVI. nell'interpretazione del vaticano II segue l'ermeneutica della continuità già affermata da Benedetto e da mons. Marchetto. Asteniamoci dal commentare fatti di cui non conosciamo le cause e preghiamo davvero per il Santo Padre. Lui conta sulla nostra preghiera. In più di un anno di pontificato ha diffuso solo bontà e tenerezza . cerchiamo di non ripagarlo con l'ingratitudine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è tanto malato da non poter fare manco un giretto in papamobile al Corpus Domini si deve dimettere subito.

      Benedetto sulla papamobile ci saliva eppure s'è dimesso.

      Dia il buon esempio anche Bergoglio, così aggiungiamo un altro Papa Emerito alla collezione no?

      Elimina
  26. Respingendo ai mittenti i commenti offensivi verso il Papa (di chiaro stampo sedevacantista), dirò che da tempo ho perso la capacità di stupirmi. Almeno in certi ambiti. Lievi tracce di stupore mi suscita però la nota della sala stampa vaticana secondo la quale Francesco non ha partecipato alla processione perché temeva di distrarre l'attenzione dei fedeli. Ma perbacco, fedeli così zucconi da guardare al dito che indica invece che alla luna meritavano piuttosto una solenne rampogna papale: "Hombres, quando passa il Santissimo ricordatevi una volta per tutte che a quello dovete rivolgere lo sguardo e non al suo vice, così come in chiesa dovete guardare a ciò che avviene sull'altare e non alla scollatura della signora del banco vicino". Sarebbe stato molto "franceschiano" ed efficace. Peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per offendere il papa bisogna avercelo e qua non abbiamo più manco il Vescovo a Roma.

      Elimina
    2. Hai il Papa di Palmar de Troya?

      Elimina
  27. I Papi dal 1870 al 1930 circa ,se non erro, non hanno mai partecipato alla processione dl Corpus Domini per protesta contro l'usurpazione di Roma da parte della squallida dinastia portinaia delle Alpi. All'epoca si teneva in Piazza San Pietro sotto le finestre del papa. Papa Francesco è un gesuita e nessuno lo supera nella venerazione verso il Santissimo Sacramento. La sua astensione è dovuta a gravi problemi di salute che tiene nel suo cuore. se amiamo il signore preghiamo per il suo vicario in terra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preghiamo. Ma al Corpus Domini non deve necessariamente seguire la processione marciando alla bersagliera: può anche seguirla seduto a bordo di un'auto.

      Elimina
    2. Si ma la Processione veniva solennemente fatta In piazza san Pietro come la documentazione fotografica attesta.

      Elimina
    3. E con ciò? In auto si posson far anche due km.
      Il problema di un effettivo stato di salute precario dovrebb'esser esplicitato.

      Elimina
    4. Ma quale problema di salute Dante? Dai no?

      Questo si sente debole solo per inginocchiarsi davanti al Santissimo Sacramento, ma durante le sarabande all'olimpico
      salta come un grillo e si inginocchia eccome.

      Va a destra e a manca, da Israele alla Calabria, fa il giardiniere
      pala e rastrello con gli infedeli, riceve prelati scismatici anglicani favorevoli ai matrimoni gay da cui si fa pure benedire, davanti al fondatore del sionismo si inginocchia e depone corone, e le forze le trova ma per salire
      sulla papamobile e andare dietro al Santissimo nella processione del Corpus Domini di Roma, si sente debolissimo?

      Se è così debole la smettesse di perdere tempo con interviste
      udienze e viaggi senza significato e così risparmia le forze per fare quello che un papa DEVE fare, sennò si dimette e se ne torna da dove è venuto col suo bagaglio di "umiltà" che entra tutto in una borsetta nera.

      Polimar

      Elimina
    5. Polimar, non so quanti anni tu abbia e se soffri di qualche male. Io ne ho 75 e mezzo (oggi nozze d'oro) e inginocchiarmi, coi problemi seri che ho, mi risulta faticoso e a volte assai doloroso. A volte ai Vespri invece d'inginocchiarmi devo star seduto. E quando son costretto a servir la Messa ti assicuro che arrivar alla fine senza cascar e dar spettacolo m'è causa oltre che di forti dolori, di ansia. I periodi di sofferenza e miglioramento si alternano. Ieri son riuscito a comunicarmi in ginocchio, a terra, senza appoggio, qualche altra volta no. Vogliamo dargli, al Papa, una chance? Cosa sappiamo davvero del suo stato di salute? Ecco perché, con tutte le riserve che anch'io avanzo, invito alla comprensione. Domani forse potremmo capir di più.

      Elimina
    6. Auguri, ancora 100!

      Elimina
    7. Chiederò come si fa al Berlusca.

      Elimina
    8. Caro Dante ti faccio i miei auguri più sinceri assieme a tua moglie.

      Il punto però resta caro amico.

      Bergoglio non si inginocchia MAI, le testimonianze abbondanti lo dicono chiramente anche di quando era molto più giovane ed era Vescovo in Argentina, non si inginocchia MAI.

      Anche Benedetto era anziano e molto più di Bergoglio ma si inginocchiava eccome.

      E comunque la scusa per non salire manco sulla papamobile proprio non regge, perché su quella ci può salire pure un moribondo.

      Tu continui a voler dare "chance" a Bergoglio perché è una tua scelta, continuerai a prescindere e ne concederai una dopo
      l'altra perché non sei capace di rassegnarti al fatto che sul trono di Pietro siede un impostore.

      Comprendo la tua sofferenza e la condivido, ma non condivido la tua volontà di far finta di niente ad oltranza, il tempo delle "chance" è finito da un pezzo purtroppo, se uno non vuole fare il papa è meglio che smette di fare finta di esserlo, è meglio per lui e pere tutti e non mettiamoci in mezzo pure l'artrosi a corrente alternata sennò diventiamo veramente ridicoli.

      Polimar

      Elimina
  28. Credete davvero che Pio IX, Leone XIII, Pio X, Benedetto XV che dal 1870 al 1930 non hanno mai partecipato a una processione del Corpus Domini amassero il Signore meno di altri papi che vi hanno parteciparto? Suvvia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senti cretinotto delle 18 e 48 ,
      ma chi vuoi prendere in giro?

      Elimina
  29. Accolgo l'invito alla preghiera per le condizioni di salute del vescovo di Roma.
    Aggiungo però se bergoglio muore ,lui è talmente umile che non ce lo dice nemmeno!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un'altra cretinata perniciosa.

      Elimina
    2. A me sembra pernicioso avere un papa che si dimette perché sente le forze calare (e con le forze calate la processione la fa lo stesso) che viene sostituito con uno più giovane di dieci anni che ha talmente tante forze che non ce la fa manco ad inginocchiarsi davanti a Nostro Signore e non riesce neppure a salire sulla papamobile.
      Se tanto mi da tanto, bisogna iniziare subito a pregare perché bergoglio liberi la sede visto come è debilitato e si elegga subito un nuovo papa più "in forze", magari previo visita medico-sportiva. Così avremo due papi emeriti e un nuovo papa in carica magari un podista da maratona.

      Siamo alla farsa gente, siamo alla barzelletta,
      via il miscredente da Roma,
      via il sudamericano dal Vaticano!!!!

      Elimina
    3. Certo che gente come questo anonimo delle 19:52 arma la mano dei "modernisti" come pochi...aha, aha, aha!

      Elimina
    4. Certo che gente come questo bergoglio arma la mano dei "tradizionalisti"come pochi...aha,aha,aha!

      Elimina
  30. Ecco un altro attacco pernicioso. Non ho apprezzato affatto l'abdicazione di Benedetto, né l'elezione di Bergoglio, e non apprezzo tanti comportamenti e tante chiacchierate che prendono il posto di atti magisteriali. Ma son proprio quelli come te, senza capacità argomentativa ma con molta spocchia denigratorio tra i motivi invalidanti la nostra causa.
    Sbeffeggiate di meno e lavorate di più.

    RispondiElimina
  31. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  32. Che lo si ami o meno una cosa è chiara (e a me è stata chiara sin da subito): papa Bergoglio non ama gli atti di culto tradizionali. Per questo l'ho chiamato "iconoclasta", non certamente per malevolenza, ma semplicemente per descrivere l'inclinazione spontanea del suo animo che si riflette nei fatti esterni (in foro esterno), poiché l'interiorità, o prima o poi, si manifesta sempre davanti a tutti con atti precisi.
    Questo spiega perché dinnanzi a situazioni informali e nella folla si trasfiguri di gioia ma negli atti cultuali si senta come spaesato, fuori posto, soprattutto se quegli atti sono fatti in una forma piuttosto classica, come ancora sembra farsi a Roma nelle basiliche.
    Questo è oggettivo, che lo si ami o meno, che si sia tradizionalisti o progressisti. Sono dati di fatto visibili a chiunque.
    Poi, personalmente, sono tentato di pensare che questo papa sia, per diversi suoi aspetti, qualcosa di quasi completamente estraneo al Cristianesimo, capitato, Dio sa come, nella posizione in cui sta, forse perché non siamo proprio degni di nulla di meglio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è vero, non manifesta un senso liturgico. E' a suo pieno agio tra la gente. In certe foto, con l'ostensorio in mano o durante la Messa, appar cupo, tetro. Troppa concentrazione? Quien sabe?

      Elimina
    2. Però potremmo essere degni di qualcosa di peggio!
      Alla massoneria adesso serve un eretico abbastanza giovane da far eleggere al posto del bergoglio dimissionario.
      Lo stato di rottame umano dell'argentino potrebbe inficiare in futuro le riforme luterane da introdurre nella Chiesa perché si potrà sostenere che il vecchio babbione non era compos sui.
      Pertanto le logge faranno dimettere la carcassa e ci imporranno un o'malley col nome di Francesco II.

      Elimina
    3. Ma ti rendi conto di quello che dici? Vivi una realtà allucinatoria.

      Elimina
    4. Sì, infatti, sembra allucinatoria per chi non comprende certe strane dinamiche nell'alto clero che in un modo o in un altro è sempre stato legato ai potenti del mondo. Un tempo con l'ancient regime esisteva il "giuseppinismo", ossia il piegare la chiesa per le esigenze di un certo impero - prendicando la sottomissione e la fedeltà agli imperatori. Oggi non è molto diverso da allora, solo che le dinamiche dei potenti del mondo sno molto secolarizzate per cui si deve in qualche modo "plasmare" la Chesa perché sia utile ai soliti potenti di turno. Essi danno soldi e chiedono favori (è sempre stato così). Solo che oggi si teme che certi favori siano decisamente anticristici. E ti pare tanto lontano dal vero e allucinatorio???? Io direi che è molto probabile, invece!

      Elimina
    5. Lo spirito massonico è entrato nella Chiesa. Questa è una realtà inconfutabile. Si fanno i nomi di alti prelati massoni. Esistere, esistono. Non c'è solo il paolino Rosario Esposito. Difficile trovar le prove dell'appartenenza.

      Elimina
  33. Rivoglio un Vero Papa; che si inginocchi quando deve e non abbandoni il suo gregge nei momenti importanti delle celebrazioni. Che non deleghi sempre agli altri i suoi incarichi. Che non abbia paura di toccare il SS. Sacramento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insomma un Papa che faccia un nuovo sillabo e stigmatizzi gli errori diffusi nel Concilio Vaticano II

      Elimina
  34. Quello che purtroppo, ormai, si è obbligati a notare è che è il culto alla SS.ma Eucaristia, nella sua interezza, ad essere stato posto a dir poco in secondo piano, e ciò semplicemente perchè richiede Fede. Perchè investe categorie teologiche e dottrinali quantomai lontane dall'idea della Chiesa che oggi si enfatizza. Si pensi ad esempio al Giubileo Eucaristico Straordinario concesso alla Diocesi di Orvieto-Todi per gli anni 2013-2014 da Benedetto XVI. Domenica sarà la solennità del Corpus Domini nell'anno di chiusura e da tempo la presenza del Papa era ampiamente attesa, al punto che gli organi preposti avevano pianificato il dispositivo di sicurezza ed accoglienza. Ebbene, ovviamente il Papa non ci sarà, non è forse un ulteriore segnale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai qualsiasi cosa fa il Papa è un segnale per certi tradizionalisti, chiaramente sempre negativo. In generale comunque voler vivere il cristianesimo in forme cristallizzate è sempre frutto di conservatorismo.

      Elimina
    2. Scusa, ma perchè ti ostini a scrivere qua? dev'essere un'esperienza frustrante... non penserai di convertirci vero? è come se io mi addannassi l'anima leggendo e scrivendo sul blog/forum/non so cosa delle Comunità Cristiane di base: perchè?

      Elimina
    3. Forse non te ne sei accorto ma non sono l'unico a pensarla diversamente da te. E comunque potrei consigliare anche a te blog dove si offende continuamente il Papa e si impreca e maledice continuamente il CVII. Sei sicuro che a te interessi la Messa in Latino?

      Elimina
    4. Purtroppo Il Nuovo ha ragione a chiedere al suo fratello nella fede : " Sei sicuro che a te interessi la Messa in Latino? ".
      Ribadiamo quello che NON è un gruppo liturgico ( non importa in quale rito legittimamente ammesso dalla chiesa) un Coetus Fidelium NON E' " strumento di ribellione verso la Chiesa o qualche suo rappresentante, occasione di rievocazione di riti e cerimonie puramente estetiche, refugium peccatorum di nostalgici il cui anelito è ecclesiologicamente non chiaro e politicamente marchiato, mezzo di esclusiva per le celebrazioni liturgiche che sono della Chiesa tutta e non di un gruppo particolare.".
      Stavolta diciamo, obotorto collo, BRAVO a Il Nuovo.

      Elimina
    5. Obtorto ( sennò si scatenano ... )

      Elimina
    6. Voler vivere il cristianesimo in forme del tutto slegate da ogni tradizione e da ogni religiosità in modalità del tutto umorali e/o mediaticamente spendibili è solo vanità.

      La Verità è eterna e volerla mantenere intatta non è conservatorismo, ma conservazione.

      Il trucchetto di aggiungere un "ismo" qua e la per denigrare
      non funziona mica sai?

      Tradizionalismo, conservatorismo, rubricisimo, sono solo chiacchiere... spiega tu quale bell'esempio edificante e quale spunto positivo trovi tu nella defezione di Bergoglio invece
      di stare a pontificare le tue solfe.

      Cosa c'entra poi il Coetus Fidelium con le boiate che abbondano in ambito ecclesiastico non lo capisco.

      Siccome siamo su un blog che si chiama Messa in latino
      se uno vuole rimarcare l'ennesimo svarione del sudamericano "indebolito" non può farlo perché sennò dimostra che non ama la Messa in latino? Oppure perché sennò si fa passare un Coetus per strumento di ribellione?

      Ma insomma come ragionate?

      Polimar

      Elimina
    7. Probabilmente gli interessa la messa in latino, ma non la Santa Messa.

      Elimina
    8. perchè?

      a) per amore di dialettica
      b) perché i trad sono divertenti
      c) perché qualche voce fuori dal coro non può fare che bene

      Elimina
    9. A il Nuovo: guarda che io sono uno che, sin dal giorno dell'elezione, ha sempre cercato, con sforzo fatica e a volte sofferenza, di comprendere il magistero di Francesco e leggere la Sua figura in continuità con l'insegnamento della Chiesa. E mi sono sforzato, chiedendo perdono a Dio se non sono riuscito, di vedere anche in gesti secondo me stridenti un valore, un senso, un fine alla maggior gloria di Dio e delle anime. Non ho mai, nè qui nè altrove, insultato o mancato di rispetto al Papa e al Suo magistero anche quando atti o parole mi provocano sofferenza e senso di spiazzamento. Ecco, questo mutato approccio alla Festa di Gesù Eucaristia per eccellenza che è il Corpus Domini, è stato però uno dei punti di maggior sofferenza per me e non lo nascondo. Chiedo pertanto scusa a voi se sono stato intemperante o irrispettoso.

      Elimina
  35. No, non è questione di messa in latino o in vernacolo, di avere precomprensioni o meno verso un papa o verso il clero in genere.

    Quello che è in questione non è la semplice sensibilità tradizionale o altro. Non siamo al mercato dove si sceglie tra pere o mele!

    Qui quello che è in questione è la scelta di fondo: il Cristianesimo ha ancora un senso, è veramente la vera fede voluta da Dio per gli uomini o diventa una opzione tra molte?

    Il culto nel Cristianesimo ha veramente un senso o possiamo farci un giro spensieratamente e poi tornare alla fine (se vogliamo oppure no) per dire due parole di convenienza?

    Ha ancora senso l'adorazione a Dio o preferiamo adorare l'uomo così come sta senza dargli una prospettiva realmente religiosa?

    Oggi più che mai il vero nodo del problema non è questione di dibattiti tra tradizionalisti e progressisti; il vero nodo del problema è che si sta tentando di impiantare il Cristianesimo su una base che non è mai stata la sua e che lo svuota completamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavolta carissimo fratello in Cristo hai scritto in modo mirabile. In effetti il discorso del nostro parlare sj riduce alla domanda che ognuno di noi deve fare propria: Pietro mi ami tu ? Ami la comodità della modernità in quanto tale oppure ami la difficile via della croce? Pietro mi ami tu ? Successori degli Apostoli di Cristo mi amate voi o amate i surrogati del Vangelo prodotti dalle menti umane? Noi non possiamo comprendere la complessità della mente di Papa Bergoglio. Egli potrebbe essere anche il salvatore della chiesa.

      Elimina
    2. "Dai frutti li riconoscerete"!

      Elimina
    3. Dalle premesse di un anno e mezzo non si direbbe. Ma io ripongo la mia fiducia non in Bergoglio, ma nello Spirito Santo, che potrà rigenerarlo, ed insieme a lui, la Chiesa.

      Elimina
    4. Ma questo papa ha sentito parlare di penitenza nella sua vita ?ma anche se fosse stato stanco un pò di penitenza non gli farebbe male!Meglio annullare il viaggio dall'altro campione di Galatino (horror) a Cassano Ionio no li bisogna andare cosi non si sta nelle periferie ma sempre alla ribalta dei mass media con tanto di bava di rai news 24

      Elimina
  36. A Cagliari da quando c'é Bergoglio i messanti alla Messa tridentina son raddoppiati.....

    RispondiElimina
  37. Caro Prof. Pastorelli,
    ci sono patologie osteoarticolari e connettivopatie autoimmunitarie caratterizzate da fasi di remissione e fasi di riacutizzazione. Cio' che si poteva fare una settimana fa, oggi e' quasi impossibile, ma magari tra dieci giorni sara' nuovamente possibile. I farmaci specifici, tra cui il cortisone, servono anche a smorzare questi " alti e bassi". Tuttavia, da medico, mi riesce difficile pensare che giovedi sera non riusciva a seguire la processione ed oggi e' in piedi a celebrare in Calabria. O ha fatto una " terapia d' urto", o semplicemente due sere fa non stava cosi male. Non insultiamo la nostra intelligenza. E se ha fatto una terapia d' urto, perche' per Cassano allo Ionio si e per la processione del Corpuss Domini no ?
    Concordo con Pietro C. Non sembra essere una questione di celebrare bene o male un NO, e' proprio tuttala S. Liturgia " romana" che sembra non piacergli. Si pone allora una domanda: poiche' con l' elezione si diventa vescovo di ROMA e sommo pontefice della Chiesa cattolica ROMANA, perche' accettare se si ha tanto in uggia la Romanita' ?
    Rr

    RispondiElimina
  38. Poi dice che uno si incavola. Domenica 22 giugno mattina, solennità del Corpus Domini (si capisce ancora ?) : sui banchi c'è il foglietto per la Messa, e che dice ? La Sequenza è facoltativa, anche nella forma breve (ultime tre strofe). Ossia si può non leggere la meravigliosa poesia teologica e mistica di San Tommaso d'Aquino "Lauda Sion Salvatorem . . .", si possono risparmiare questi tre minuti di prezioso tempo per dedicarli ad ascoltare se non anche qualche supercazzola omiletica, almeno le supercazzole delle generalmente obbrobriose preghiere "dei fedeli". Oggi recita: "dà vigore al papa per guidare la Chiesa verso i nuovi orizzonti di un mondo che cambia" ! Questa roba, obbligatoria ! San Tommaso, facoltativo !

    RispondiElimina
  39. Calma. Il papa la domenica precedente, dopo l'Angelus, aveva chiaramente ed esplicitamente invitato tutti a partecipare alla processione del Corpus Domini. Non possiamo accusarlo di mancare di rispetto alla celebrazione in quanto tale. Durante la Messa dal modo di parlare sembrava chiaramente in affanno, il che spiegherebbe il fatto che non se la sia sentita di fare la processione. D'altra parte un po' più di chiarezza non guasterebbe anche da parte del Vaticano, anziché ogni volta dare la stura a interpretazioni e controinterpretazioni. Vero è che in molti luoghi dove si fanno ancora le processioni tradizionali (p. es. in Puglia) la gente per lo più sta a guardare sul marciapiede mentre la processione passa, ma poi non si accoda. Mi sembra un uso piuttosto criticabile, anche se è inveterato.

    RispondiElimina
  40. a me ha fatto una gran tristezza che non abbia accompagnato Gesù, è stata infatti una cosa che mi ha molto sorpreso! e un pò mi sono sentita come quando l'anno scorso ci fu l'annuncio delle dimissione di Benedetto XVI...smarrita!... che il Signore continui a tenerci una mano sulla testa e noi ad avere fede e credere in Lui e nella sua Provvidenza. Buona serata!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.