venerdì 13 giugno 2014

Convegno romano “La bellezza salverà il mondo” con Sua Ecc. Mons. Rino Fisichella: le prime foto e un commento “a caldo”





Un autorevole amico, gran conoscitore  del mondo culturale e religioso romano, aveva preannunciato diversi giorni prima che il pubblico presente al Convegno Romano sulla bellezza della Liturgia del 12 giugno  sarebbe stato costituito prevalentemente da giovani.
Così è stato : giovani i relatori  e , per gran parte, gli spettatori ( Sacerdoti compresi )  che  si sono ritrovati nella bella Sala Baldini di Santa Maria in Campitelli in Portico in occasione del primo Convegno " La bellezza salverà il mondo” La bellezza della Liturgia : fondamento per l'evangelizzazione e per l'umanesimo cristiano ".
Nato più dal cuore che dalla mente, con lo scopo primario di mostrare alcuni frutti della “ primavera liturgica ” ( sbocciata con il Pontificato di Benedetto XVI ) il Convegno ha messo in risalto la normale attività ecclesiale di alcuni giovani che dalla contemplazione e dall'adorazione a Gesù Sacramentato ricevono la forza necessaria per non cadere “ nella mediocrità! In quella mediocrità che abbassa e che ci fa rende grigi, ma la vita non è grigia, la vita è per scommetterla per i grandi ideali e per le cose grandi.” ( Papa Francesco, 7 giugno 2014 ai partecipanti del Pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto). 
Le parole di Sua Eccellenza Mons. Rino Fisichella (in abito corale perché poi si è dovuto recare a presiedere una processione in una parrocchia della periferia romana) hanno suscitato entusiastici e unanime plauso dei partecipanti. 
Grazie Eccellenza per questo generosissimo ulteriore Suo gesto di affetto nei confronti dei fedeli legati alla bellezza liturgica che fa parte della tradizione della Chiesa !
Pur non volendo anticipare il contenuto della pubblicazione degli “Atti” di questo Convegno postiamo, in chiusura, quello che Federico Baldelli Purroni, il più giovane dei relatori, promotore regionale per il Lazio del Coordinamento Nazionale del Summorum Pontificum, ha detto : “... far sentire la sua testimonianza in merito al valore del pontificato di Benedetto XVI. È difatti durante tale pontificato, e per merito di tale Pontefice, che ho avuto la possibilità di scoprire le mie fede e religione in modo integrale. 
Questa scoperta è avvenuta in modo particolare con la plurisecolare - invero bimillenaria - liturgia della Chiesa, che proprio Benedetto XVI ha voluto donare nuovamente, senza restrizioni, a fedeli e sacerdoti. 
Grazie alla forma straordinaria - lo è in tutti i sensi! - del Rito Romano ho potuto esperire, toccandola con mano, una ricchezza tanto completa da tangere sia gli aspetti spirituali che quelli materiali della religione Cattolica. 
Con questa liturgia il Corpo Mistico di Cristo celebra il culto sacro con una forma, oggettivamente definibile come bella, funzionale ad una sostanza davvero divina: è la via pulchritudinis della Chiesa, la bellezza della fede che salva il mondo. 
La mia fede eucaristica, così come la conoscenza delle Sacre Scritture, della Tradizione, e dunque anche della dottrina e delle preghiere di tutti i Santi, è scaturita non dalla frequenza al catechismo o alla Messa parrocchiale - come sarebbe dovuto essere - ma dalla tanto disprezzata quanto amata Messa detta “gregoriana”, o anche “tridentina”. 
Ho ritenuto doveroso prendere parte, insieme a coloro i quali la promuovono, alla sua diffusione, e sono così stato chiamato ad essere promotore regionale per il Lazio del Coordinamento Nazionale del Summorum Pontificum, un gruppo attivo in Italia ed impegnato nell’organizzazione di conferenze e pellegrinaggi, oltre che, come poco fa detto, nella promozione di questo rito, in collaborazione con le già esistenti realtà, come i gruppi di fedeli delle varie Messe, Una Voce e il Coordinamento Toscano Benedetto XVI”. ...
Al termine del Convegno Federico, che ha anche  coordinato gli interventi, ha proposto una preghiera di suffragio per il Rev.do Kenneth Walker ( il ventinovenne Sacerdote della Fraternità Sacerdotale San Pietro della Parrocchia Mater Misericordiae di Phoenix - USA - stato ucciso ieri - il suo confratello si trova ricoverato in gravi condizioni ) .
Un Sacerdote Argentino  assai legato, con affetto e riconoscenza,  al Santo Padre  Francesco , ha intonato il Requiem aeternam. 
Un particolare ringraziamento alle Redazioni di “Messa in Latino – MiL” , Chiesa e post concilio , Cordialiter  e Coordinamento Nazionale Summorum Pontificum per aver signorilmente pubblicato la notizia del Convegno. 


In unitate orationis.

Soli Deo gloria
A.C.

(Foto di Giuseppe Mancini - uno dei ministranti delle Messe Tridentine nell'Urbe.
Foto 1-2-3 , dall'alto verso il basso : i Conferenzieri con Sua Eccellenza Mons. Rino Fisichella (
- Alessio Cervelli, Organista parrocchiale, didatta, direttore di cori liturgici, Autore del libro " Bach : tra amore e fede "; 
 - David Napolitano, Architetto : architettura sacra contemporanea con particolari riferimenti al mondo cristiano orientale soprattutto ortodosso; 
- Andrea De Meo, Architetto: architettura sacra contemporanea con particolari riferimenti al mondo cristiano occidentale; 
- Simone Silvagno , artista, artigiano, ricamatore, creatore paramenti sacri
- Coordinatore Federico Baldelli Purroni ).
Foto 3  Il Gran Priore di Roma dello SMOM Balì Frà Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto 
Foto 4 : il vaticanista de La Stampa Marco Tosatti
Foto 5 Alcune creazioni artigianali di Simone Silvagno )

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.