lunedì 23 giugno 2014

Il Papa ha incontrato i Francescani dell'Immacolata: su ermeneutica della continuità del CVII seguire Benedetto XVI; e il Motu Proprio non si tocca

Una buona notizia, riportata da uno che è ben informato e che ha contatti... altolocati. Visto l'argomento e il senso positivo della notizia, che andrà di traverso a molti, questa volta non vi è motivo di dubitare della genuinità di quanto riportato nè di temere fraintendimenti o adeguamenti giornalistici ad usum delphini.
Il sottolineato è nostro.

Roberto 

 L'incontro, durato un'ora e mezza,
è avvenuto martedì 10 giugno [2014] nella cappella di Santa Marta.
Sul Concilio Francesco ha detto che la giusta ermeneutica
è quella proposta da Benedetto XVI

di A. Tornielli, da Vatican Insider, del 23.06.2014

L'incontro si è svolto la mattina di martedì 10 giugno nella cappella della Casa Santa Marta in Vaticano, nonostante l'indisposizione del Papa che aveva provocato la cancellazione di alcuni appuntamenti il giorno precedente. Francesco si è intrattenuto per un'ora e mezza con una sessantina di frati Francescani dell'Immacolata, l'ordine fondato da padre Stefano Manelli che la Santa Sede l'anno scorso ha commissariato per risolvere dissidi interni legati al governo, all'amministrazione, al rapporto con il ramo femminile e all'uso divenuto ormai quasi esclusivo del messale antico e all'interpretazione dell'ultimo Concilio. Erano presenti circa una quarantina di seminaristi, novizi o studenti di teologia e filosofia, insieme ai loro formatori e al commissario pontificio, padre Fidenzio Volpi.

I Francescani hanno cantato l'Ave Maria di Fatima e hanno rinnovato nella mani del Papa i
loro voto di totale consacrazione  all'Immacolata. Quindi sono state poste a Francesco delle domande sui temi più spinosi riguardanti la vita interna dell'istituto. Papa Bergoglio si è mostrato informatissimo su tutto, segue la vicenda da vicino, e ha più volte dimostrato il suo apprezzamento per padre Volpi, smentendo così che le azioni di governo del commissario e dei suoi collaboratori vengano prese a sua insaputa [sappiamo bene però che il Papa non avrebbe potuto dire altrimenti, n.d.r.].
Dopo il commissariamento e la restrizione sull'uso del messale antico, che, al contrario di quanto avviene a norma del motu proprio «Summorum Pontificum», nel caso dei Francescani dell'Immacolata può essere usato previa richiesta di autorizzazione ai superiori, ci sono state defezioni nei frati e nei seminaristi. [ciò indirettamente conferma che, grazie al Motu Proprio, gli altri preti (secolari o religiosi) NON DEVONO CHIEDERE ALCUNA AUTORIZZAZIONE AI VESCOVI O AI SUPERIORI; n.d.r.]. Su 400 religiosi nel mondo sono una quarantina  quelli che hanno chiesto la dispensa dai voti, circa la metà dei quali sono seminaristi e dunque ancora studenti che avevano emesso soltanto voti temporanei.
Sul motu proprio, Papa Francesco ha detto di non volersi distaccare dalla linea di Benedetto XVI, e ha ribadito che anche ai Frati Francescani dell'Immacolata rimane la libertà di celebrare la messa antica, anche se per il momento, viste le polemiche sull'uso esclusivo di quel messale - elemento che non faceva parte del carisma di fondazione dell'Istituto - è necessario «un discernimento» con il superiore e con il vescovo se si tratta di celebrazioni in chiese parrocchiali, santuari e case di formazione. Il Papa ha spiegato che ci deve essere libertà, sia per chi vuole celebrare con l'antico, sia per chi vuole celebrare col nuovo rito, senza che il rito diventi una bandiera ideologica.
Una domanda ha riguardato l'interpretazione del Concilio Vaticano II. Francesco è tornato ad esprimere il suo apprezzamento per l'opera dell'arcivescovo Agostino Marchetto, definendolo il «migliore ermeneuta» del Concilio. E ha quindi risposto all'obiezione secondo la quale il Vaticano II sarebbe soltanto un Concilio pastorale che ha provocato danni alla Chiesa. Il Papa ha detto che pur essendo stato pastorale, contiene elementi dottrinali ed è un concilio cattolico, ribadendo la linea dell'ermeneutica della riforma nella continuità dell'unico soggetto Chiesa presentata da Benedetto XVI nel discorso alla Curia romana del dicembre 2005. Ha quindi ricordato che tutti i concili hanno provocato chiasso e reazioni, perché il demonio «non vuole che la Chiesa diventi forte». E ha anche detto che bisogna andare avanti con un'ermeneutica teologica e non ideologica del Vaticano II.
Francesco ha anche detto di aver voluto lui la chiusura dell'istituto teologico interno ai Francescani dell'Immacolata (STIM), facendo sì che i seminaristi studino nelle pontificie facoltà teologiche romane. Ha poi precisato che l'ortodossia viene garantita dalla Chiesa attraverso il successore di Pietro.
Non sono mancati momenti in cui Bergoglio ha citato ricordi personali, parlando di fra' Anselmo, un frate dell'Immacolata di origini filippine che aveva conosciuto da cardinale frequentando la chiesa di Maria Santissima Annunziata sul Lungotevere, dove lo aveva incontrato la prima volta con il secchio in mano che faceva le pulizie. Fra Anselmo oggi è in Nigeria. «Mi ha insegnato l'umiltà, mi ha fatto tanto bene», ha detto Francesco.
Alla fine dell'incontro il Papa ha salutato personalmente tutti i presenti. Due di loro gli hanno manifestato perplessità per il trattamento a cui è stato sottoposto il fondatore padre Stefano Manelli. Uno di questi due seminaristi alcuni giorni dopo l'incontro ha annunciato la sua decisione di lasciare il noviziato perché si è detto contrario al Concilio Vaticano II.

118 commenti:

  1. Avete sempre pubblicato, sui FI, invettive contro la Congregazione, il commissario, ecc. adesso il Papa stesso afferma che lui è sempre stato informato e che ha sempre approvato l’azione del commissario. Sui frati e suore di Manelli avete dunque sbagliato la linea. I nodi stanno venendo al pettine. Avete pubblicato sempre come vangelo chilometri e chilometri delle ondate di veleno e di cattiverie spacciate dal falso profeta De Mattei contro la congregazione, i visitatori, il commissario: come vedete erano quelle sparate che dovevano essere sottoposte ad attento esame critico, non gli interventi che vi invitavano ad aprire gli occhi sulla leggenda metropolitana del Manelli presunto santo. Comunque vi seguiamo sulla messa in latino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Anonimo,
      i nodi non stanno venendo al pettine.
      Il Papa, sull'agire del Commissario non poteva che dire di essere d'accordo e che ne approva l'operato. Non potrebbe sconfessare o screditare un "messo controllore" della S. Sede. Ci pensi. Eh.
      E poi, non pensa che forse si è giunti a questa tardiva dichiarazione anche grazie a chi ha smascherato l'operato poco trasparente dei 5 o 6 frati dissidenti e della COngregazione? (ad esempio la pubblicazione travisata delle risposte al questionario).
      I nodi stanno venendo al pettine? In che senso?

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Che cosa e` arrivato,scusa ,come"dono incommensurabile dello Spirito Santo"?
      Hai preso mica un allucinogeno?

      Elimina
    4. Carradori,ma ti leggi quando
      scrivi?

      Elimina
    5. Non toccate il Maestro Carradori!
      Il suo problema è solo che spesso dorme sulla nuvoletta rosa e sente gli uccellini vare cip cip cip

      Elimina
    6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    9. Al gentile Anonimo delle 17,19 ribadisco che tutti gli interventi postati qua' o altrove sono stati generati unicamente dal desiderio di lenire le sofferenze di tanti Frati che avevamo avuto modo di conoscere.
      Umanità e stima nei confronti di tanti religiosi che hanno sempre rispettato il cammino della Chiesa nella storia senza mai insultatre o criticare aprioristicamente.
      Siamo contenti che il Successore di Pietro li ha tolti dalle paludi volpiane anche per quanto riguarda la celebrazione della Messa nell'antico rito della Chiesa.
      Siamo anche conenti che il Vicario di NSGC ha ribadito che è l'unico a garantire l'ortodossia nella Chiesa.
      Preghiamo.

      ( a tutti gli Anonimi che si divertono ad insultare ricordo che su internet non esiste l'anonimato ... altro non scrivo per non suscitare altre reazioni isteriche di poveri personaggi instabili ... )

      Elimina
    10. Le paludi volpiane restano tali e quali e purtroppo quando parla Bergoglio bisogna distinguere molto bene le parole dai fatti. I fatti sono che il commissariamento continua e forse sarà anche inasprito, non viene motivato e non se ne vede la fine, intanto l'ortodossia che dovrebbe essere garantita, viene "sotterrata" in Vaticano
      in compagnia di infedeli tra una sarabanda all'olimpico
      e una corona sionista, indi per seguire il Corpus Domini in papamobile, Bergoglio si sente troppo "stanco"... ammazza che custode!!!

      GB

      Elimina
    11. Scusi Maestro,in internet "non esiste l'anonimato"... e dunque???

      Elimina
    12. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    13. Certo che se ci si pensa è proprio il colmo! Un blog dove un'accolta di sedicenti cristiani si azzannano ferocemente nel nome della Chiesa, della dottrina e della "vera religione". Una follia satanica. Divertente magari, ma satanica.

      Elimina
    14. Ho deciso di imitarvi, cari modernisti: siccome non mi piace il calcio, e nemmeno da ragazzino ho mai tirato una pedata a un pallone, d’ora in poi andrò ogni giorno a visitare i siti dei tifosi e li coprirò di contumelie ripetendo che sono cavernicoli, ignoranti, cornuti, violenti ecc. Che gran bel modo di passare il mio tempo ho trovato grazie a voi!

      Elimina
    15. Non si preoccupi Anonino delle 14:58 . quei tristi individui di cui Lei ha segnalato le malefatte scrittoriie , sono pochi ( anche se organizzati) provocatori che vogliono screditare il ben più vasto movimento liturgico tradizionale ... Abbia pazienza , molta pazienza non sono altro che cucciolotti che davanti al pc si sentono dei super eroi ma poi nella strada della vita sono timidi, timidi ...

      Elimina
  2. Direi che con le ultime righe l'anonimo qui sopra si è screditato da solo.
    M

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo sempre sostenuto che dovevate dividere e separare nettamente la difesa della messa in latino, per la quale siamo con voi, dalla difesa degli abusi interni di questi manelliani, per la quale siete non informati e insufflati da personaggi estremisti che fanno capo al santone di Frigento. Non basta inserire la messa tridentina, bisogna prendere e vivere tutta la tradizione. Manelli ha preso la messa come sgabello del suo falso carismatismo-pentecostale spacciandosi per infallibile detentore del discernimento di vocazioni: forse nessuno come lui ne ha sbagliate centinaia. Quando sarà terminata questa storia si vedrà, in concreto, quanti giovani ha deviato illudendoli solo per fare numero nel suo orticello. Solo questo.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    6. I manelliani sono proprio come l'anonimo delle 23,59: per qualsiasi stupidata, in una discussione o fuori discussione, come fa Manelli, s'illudono di minacciare l'inferno, come tutti i settari, a loro uso e consumo. Anche per questo, i settari pagano con varie forme di paranoia. Recupera la salute e poi si discute.

      Elimina
    7. Non menar il can per l'aia !!! ,Piuttosto prova le accuse gravi che rivolgi a padre Manelli piccolo,miserrimo calunniatore!!!

      Elimina
  3. Peggio ancora sapere che è proprio il misericordioso Bergoglio a distruggere un ordine a cui devo la mia conversione per la coerenza della testimonianza evangelica di questi frati e suore mica per la testimonianza comoda dei personaggi di cui lui si circonda come Galatino Kasper ed eretici varie risme i quali insieme a Bergoglio stanno contribuendo a distruggere in me le conquiste di fede faticosamente conseguite grazie ai Francescani dell'Immacolata Ovviamente Bergoglio può solo citare Benedetto fonte di sapienza e dottrina perchè lui è un incapace totale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro che ti sei convertito?

      Elimina
    2. Si mi ero convertito ma grazie a bergoglio sto tornando indietro complimenti al nuovo che avanza

      Elimina
    3. mi sa che confondi con- con per-

      Elimina
    4. anonimo delle 14,28

      il NUOVO a dir la verita' , intendeva sottolineare :
      Sicuro che ti sei convertito e convertito al CVII !!!!!
      ecco , è questo in sostanza , quello che doveva chiederti !!!!!!

      Elimina
  4. GRANDE BERGOGLIO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    2. Tu che insulti il papa, invece, sei certamente un mirabile esempio di contegno equilibrato... e di cattolico...

      Elimina
  5. Demagogia del Difetto Bergoglio
    no alla mafia
    no alla tortura no alla droga applausi........
    voglio vedere quando dirà no all'omossessualità praticata
    no all'adulterio
    no alla fornicazione
    no alla lussuria
    no alla pedofilia
    quando lo dirà a chiare lettere senza equivocare come suo solito non prenderà più nessun appaluso
    quando dira voglio chiesa povera per i poveri dunque rinuncio all'otto per mille avrà ancora meno applausi
    Può mai venire qualcosa di buono dall'ambiguità di Bergoglio?
    e chi è lui per giudicare i francescani o qualunque altro credente ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché, secondo te, lussuria e pedofilia non prosperavano forse, ben nascoste, anche ai tempi dei Papi prima del Vaticano II? Povero illuso, in che mondo vivi?

      Elimina
    2. Nessuno ha detto che non esistevano: ma i Papi e in generale la Chiesa dicevano a chiare lettere che erano comportamenti sbagliati.

      Elimina
    3. Mi sembri leggermente ossessionato dal sesso, figliolo.

      Elimina
  6. Ma ancora non sono noti i motivi per cui l'ordine è stato commissariato. Tornielli parla di "dissidi interni legati al governo, all'amministrazione" (quali? E dopo un anno non sono ancora stati risolti da un commissario con pieni poteri??), "al rapporto con il ramo femminile" (idem come prima) e "all'uso divenuto ormai quasi esclusivo del messale antico e all'interpretazione dell'ultimo Concilio". Boh: ci sono istituti che usano SOLO il messale antico e nessuno li commissaria, come dovrebbe essere se questo fosse un errore. Insomma nulla di nuovo, nessuna risposta, solo una sceneggiata a Santa Marta per mostrare che tutto va bene e tutti sono felici e contenti, salvo forse un paio di disturbatori.

    RispondiElimina
  7. In effetti l'uso ESCLUSIVO del messale VO (come pure del breviario) potrebbe costituire un problema canonico. Infatti l'uso esclusivo nel VO da parte di un istituto di religiosi dovrebbe essere riservato, mi correggano i canonisti, solo alle congregazioni ricadenti sotto la giurisdizione dell'Ecclesia Deci. I FI, non essendo un istituto Ecclesia Dei, non potrebbero - in punta di diritto - adottare i libri liturgici preconciliari come solo rito proprio. Detto questo non mi risulta che i frati abbiano trascurato il NO.
    Antiquario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo prima del SP, che ha concesso a tutti, secolari e regolari, di usare il messale VO liberamente. D'altronde è falso che i FFI usassero solo il messale antico. Lo so di prima mano: prima del commissariamento sono passato da Firenze e sono andato a Messa a Ognissanti pensando di assistere a un bel VO, invece era un sia pur decorosissimo NO. Poi un frate mi spiegò che erano soliti alternare. Quindi anche quell'accusa non regge.

      Elimina
    2. Il Summorum parla chiaro: il VO è libero, pertanto l'uso ordinario, anche esclusivo lo è parimenti. L'importante è non dichiarare che il NO è invalido che è altra cosa.

      ---
      Art. 3 del Summorum:
      Le comunita' degli Istituti di vita consacrata e delle Societa' di vita apostolica, di diritto sia pontificio sia diocesano, che nella celebrazione conventuale o ''comunitaria'' nei propri oratori desiderano celebrare la Santa Messa secondo l'edizione del Messale Romano promulgato nel 1962, possono farlo. Se una singola comunita' o un intero Istituto o Societa' vuole compiere tali celebrazioni spesso o abitualmente o permanentemente, la cosa deve essere decisa dai Superiori maggiori a norma del diritto e secondo le leggi e gli statuti particolari.
      ---

      Il superiore maggiore a norma del diritto dei FFI era Manelli, quindi anche l'eventuale (e mai avvenuto) uso esclusivo
      del VO sarebbe stato pienamente rispettoso del diritto e delle leggi ecclesiatiche.

      Si continua a fare solo confusione, la verità è una sola:
      Questo commissariamento immotivato è uno scandalo e questo intervento di Bergoglio per mettere una pezza a colore
      sulla questione né è la conferma.

      Polimar

      Elimina
    3. La nota applicativa, in compenso, chiarisce che i tipi come Polimar non possono avvalersi del Motu Proprio, in quanto ostili alla messa Novus Ordo.

      Elimina
  8. Quanto sei ingenuo, Roberto. Dopo la manifestazione di sostegno agli Ffi riportata da Tosatti, dopo le dieci domande pubbliche comprse su vari blogs non proprio minimi, ecco la bella sceneggiata di S. Marta, cosi son tutti contenti e felici. Vedremo quante Messe VO verranno nuovamente celebrate e se Padre Lanzetta ed altri ritorneranno in Italia. E perche' non riaprire il seminario con nuovi e " migliori" insegnanti ?
    Fra alcuni anni, credo pochi, purtroppo, degli FFI non se ne sentira' piu' parlare, ridotti al lumicino come molti altri Ordini ( cfr le statistiche degli stessi gesuiti).
    Ma tutto va ben, madama la marchesa, e l' ordine regna sovrano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rosa,
      non sono ingenuo.
      ma bisogna prendere forza dai fatti e dalle parole ufficiali: nessun vescovo potrà osteggiare il Motu Proprio in nome di Papa Francesco, ora che è chiaro e certo che Papa Francesco lo ha "confermato" . Questa è una cosa importantissima.
      Ovvio che i FFI continueranno a essere vessati e a rischiare di essere snaturati. Ma prendiamo quel poco di buono. Il mio non è cinismo ingrato, ci mancherebbe. Ma trarre forza dalle sventure è necessario e saggio. Speriamo ovviamente che anche a seguito di ciò, molti fedeli richiedano di nuovo la Messa VO ai FFI , che a loro volta la chiederanno al Commissario, e che alla fine si ritorni come prima.

      Elimina
  9. Non mi sembra ci sia mai stato un uso esclusivo del VO. Manelli ha celebrato più col NO che con l'antico. A Firenze la domanica in VO è sempre stata alle 12 e nei giorni feriali alle 8. Il resto delle messe tutte NO, dunque ben prevalente.

    RispondiElimina
  10. Non mi sembra ci sia mai stato un uso esclusivo del VO. Manelli ha celebrato più col NO che con l'antico. A Firenze la domanica in VO è sempre stata alle 12 e nei giorni feriali alle 8. Il resto delle messe tutte NO, dunque ben prevalente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero. I FFI celebravano nelle due forme.

      Elimina
  11. nonostante tutte le '' buone intenzioni ,, e '' le buone la parole ,, la parola Concilio è comunque imperante e onnipresente ....... e divide non c' è niente da dire .
    ho i miei dubbi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' presente persino nel titolo dei blog anticonciliari!

      Elimina
  12. Questa non è una buona notizia. Bergoglio ha solo difeso la sua tirannia e la sua ideologia. Si, sono Bergoglio e i suoi compari che hanno una ideologia. Questa ideologia ha un guru, come confessa Bergoglio: Agostino Marchetto. Marchetto non è "il migliore ermeneuta del Concilio". Se lui è il migliore, come pensa Bergoglio, è solo il suo migliore avvocato. La ideologia vaticanosecondista non bisogna di ermeneuti, ma solo di avvocati. La critica salutare e inteligente al CVII fatta dai Francescani è stata bloccata dal tiranno e suoi gangsters. Tutto in nome della ideologia. L'istituto teologico dei Francescani dell'Immacolata era più ortodosso di qualsiasi università pontificia romana. Quello che Bergoglio vuole è sottomettere i poveri religiosi francescani al lavaggio del cervello promosso da eretici accademici e avvocati del concilio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E Manelli era presente? Lanzetta, Siano, Pelletteri? O erano presenti solo i traditori e i seminaristi oppressi da minacce?

      Elimina
    2. Non c'erano. Tutto fatto in "famiglia". Libertà vigilata per i FFI, potere pieno ai superiori che, va da sé, saranno scelti tra i "ribelli" ai fondatori. Far frequentar ai giovani i corsi delle pontificie facoltà è mandarli al massacro, salvo rare eccezioni.
      Un mio giovane amico frequenta una facoltà pontificia romana e mi comunica la sua sofferenza, alle soglie della laurea.
      Oh, se davvero il papa mandasse visitatori seri a valutar i professori delle pontificie facoltà, anche regionali e gl'Istituti Superiori di Scienze Religiose! Sentirebbe qualche professoressa insegnare che la Chiesa non è stata fondata da Cristo, ma su Cristo. E da chi dunque? Noi sapevamo che Cristo l'aveva fondata su Pietro, Suo vicario, vicario del Capo invisibile.

      Elimina
    3. Stai fresco... bergoglio è troppo impeganto a piantare alberelli sincretisti nel vivaio vaticano.

      Elimina
    4. Il miglior ermeneuta del Concilio è stato Monsignor Lefevbre

      Elimina
  13. Vedo che state plaudendo a ciò che sa tanto tempo vi si sta dicendo.I peggiori nemici del Messale di Pio V siete voi.Finchè questo Messale sarà per voi una bandiera anti Vaticano II incontrerete sempre ostilità.Quando vi deciderete ad accettare il Vaticano II e la riforma liturgica allora vedrete che le ostilità finiranno.Più fate del Messale di Pio V una bandiera più lo renderete odioso,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace ma la Santa Messa di sempre non sarà mai uguale alle seratine di kiko, alle manifestazioni rap and Groove dei carismatici e al teatrino giapponese kabuki di bergoglio, bugnini e accattoni.

      Elimina
    2. E` questo blog che ha preso l'abbaglio!
      Noi non applaudiamo a nessuna scenata
      Quella in S.Marta e` la scenata-risposta alla lettera aperta con le dieci domande a Braz de Aviz e soci.
      Questo sito e` retto da ritardati mentali!!!!!!!

      Elimina
    3. Sacrosante parole: i peggiori nemici del VO sono gli esaltati da curva sud.

      Elimina
    4. Sacrocante parole, si intende, quelle dell'Anonimo 22:24.
      Quelle dell'Anonimo 23:28 sono invece scempiaggini passibili di azione legale.

      Elimina
    5. La bandiera contro il Vaticano II??

      Cosa ha a che vedere la riforma liturgica di Bugnini (tessera P2 storica) col Vaticano II?

      Il Vaticano II è oramai un ferrovecchio e solo i vecchi rintronati e i nostalgici post sessantottini ancora non se ne sono accorti.

      Per quanto riguarda la questione liturgica lo squallido rito NO
      che nella prassi si è consolidato non può che essere criticato e avversato e la cosa non ha nulla a che vedere col concilio pastorale scaduto ma con la sciatta scopiazzatura delle cialtronate protestanti a cui siamo oramai costretti.

      Polimar

      Elimina
    6. Anonimo 00:29,tu che c...o hai scritto di intelligente,di arguto ed edificante! eh?

      Elimina
  14. Vatican insider dovrebbe riportare le dichiarazioni di bergoglio in maniera integrale e cioè il bergoglio ha detto: "Un frate francescano dell'Immacolata mi ha insegnato l'umiltà, mi ha fatto tanto bene ma, purtroppo, non l'ho imparata".

    RispondiElimina
  15. Quandi finirà il falso messianismo del tradizionalismo allora sarà accettato.
    Quando la smetterete di sentirvi i "veri cattolici"allora finirà anche l'ostilità verso il Messale di Pio V.Fino a qualche giorno fa attaccavate Papa Francesco ora lo osannate.Ci vuole più equilibrio non siete i salvatori della Chiesa ma solo una parte di essa.Il Papa ve lo ha detto chiaramente il custode dell'ortodossia è il Papa non Padre Manelli o Lefebrve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ad avercene uno di Papa.......

      Elimina
    2. Poveraccio!
      Quanto dormi!
      Forse hai camminato troppo...

      Elimina
    3. Ma il falso messianismo dei tradizionalisti esaltati non finirà. Satana vuole la divisione e continuerà a giocare la carta dell'esaltazione nostalgica (e antipapista) fino in fondo.

      Elimina
    4. Bergolio ha detto che il primo custode della ortodossia è il Papa e in questo ha detto una verità assoluta, ha anche chiarito in quattro parole anche le ragioni per cui egli è un impostore.

      dopofrancesco

      Elimina
    5. e tu, anonimo 07:38, un eretico sedevacantista

      Elimina
    6. Ai tempi della crisi ariana nel IV secolo non mi risulta i custodi dell'ortodossia fossero i papi ( Liberio docet!) ma i vescovi come Atanasio e Lucifero!

      Elimina
    7. Ma che ne sai di quei tempi, balùba! Pensa al tempo in cui vivi e ravvediti, finché è giorno!

      Elimina
  16. Infatti, il custode principale (non il solo!) della Fede è il Papa quando agisce e parla da Pietro.
    Sino ad ora documenti dottrinali, di quelli cioè, che confermano in modo magisteriale la vera dottrina e condannano gli errori, io, almeno, non saprei citarli. Pasqualino forse sì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per te il custode è pleonastico: tanto è già stato detto tutto e sai tutto tu.

      Elimina
  17. Io osanno solo Cristo . Il Papa é solo un concessionario. Se lo ricordi Borgoglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E magari pensi pure di essere un cattolico... ahahahaha!

      Elimina
    2. Lord Archibishop of Staceppa24 giugno 2014 14:52

      Stai un po' a vedere che ora gli unici a essere scomunicabili sono i cristiani fedeli alla dottrina tradizionale.

      Non sono cattolico? Beh, non mi resta che andare a "messa" da preti trans a Washington, mettermi una tunica violetta, farmi chiamare "Arcivescovo di Staceppa" e andare in visita da JMB come "primate anglica**o": il Vescovo di Roma chinerà il capo e, muto, riceverà piamente la benedizione che gli impartirò prima di baciarmi le mani.
      Mani con cui il sabato sera, nelle sex rooms dei locali gay di Londra, ho potuto benedire molti .................. hey! ma chi sei tu per giudicare!

      Elimina
    3. Parli come uno sciocco.

      Elimina
    4. Usa un linguaggio un po' almodovariano... ma le foto col finto "arcivescovo" primate anglicano che benedice Papa Francesco a capo chino sono un dato di fatto.
      Solo una mostruosa inversione dei valori può far sì che si trovi più scioccante una parolaccia su un blog piuttosto che il Santo Padre inchinato davanti ad un laico scismatico ed eretico.. Per di più ha persino fatto il segno della croce quando l'eresiarca ha fatto finta di benedirlo: poi dice ai francescani che l'ermeneutica del Concilio è la tradizione?..apparentemente non ci crede nemmeno lui.

      Elimina
  18. Bruno,togliti dai social-network e vai
    a pregare!
    Mettiti il cilicio e tira fuori i flagelli che la Geenna ti aspetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiesa e post (e commenti) concilio.

      Elimina
    2. Va bé, C&P è ormai avviato sulla strada dei lefebvriani, anzi tendono ormai al sedevacantismo, basta leggere un paio di post per rendersi conto di che tipi di personaggi stiamo parlando, una trentina di fanatici che odiano il Papa e che non perdono occasione per accusarlo di qualsiasi misfatto. Alimentano le loro nevrosi a vicenda e sono ormai in un gorgo che li tira sempre più in basso. Umanamente e cristianamente sono da compiatire.

      Elimina
    3. Hanno perso completamente la strada. A me fanno pena, però, perché nel loro errore ci credono davvero.

      Elimina
    4. Per "Il Nuovo": nel gettare il suo veleno, frutto di chi è nell'errore e non sa come uscirne, paragona la FSSPX (il termine "Lefebvriano" non esiste e non è mai esistito) all'eresia sedevacantista. E' evidente che lei non conosce la realtà di cui parla. Le consiglio di recarsi in uno dei 4 priorati in Italia e di farsi un'idea di cosa sia la FSSPX, di vedere quanto amore hanno per il papa in quanto tale, le preghiere che fanno quotidianamente per il pontefice, e poi, magari, può esprimere i suoi concetti. Senza la conoscenza, rimane odio sputato al vento, figlio del suo modernismo acclarato e del relativismo che nulla ha di cristiano. La compatisco, nel suo livore ignorante. Rem tene, verba sequentur. Oltre a ciò, nulla lega Chiesa e Post-Concilio alla FSSPX. La FSSPX ha un solo organo internet che è il sito www.sanpiox.it. Il resto sono sue fantasie.

      Elimina
    5. Il Nuovo ha perfettamente centrato l'essenza della FSSPX.

      Elimina

    6. NUOVO sei spudoratamente razzista !!! ........

      morirai col collo torto .
      questi Lefebvriani che ti tolgono il sonno

      AHAHAHAHAHA !!!!!! ohi che ridere !!!!!!!

      Elimina
  19. La situazione è chiara: all'interno dell'ordine dei FFI ci sono stati abusi gravi, addirittura casi di suicidi indotti, e P. Manelli ha completamente perso la testa portandosi dietro un gruppo di esaltati. L'ordine va ristrutturato e ci vorrà del tempo, non saranno certo le grida scomposte di un gruppetto di fanatici a bloccare questo processo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saranno certo le accuse infamanti e infondate di un poveraccio e diffamatore a fare da prova contro Manelli, semmai provano che il politicamente corretto dei vari "nuovi" è basato sulla calunnia e sulla menzogna e che il proseguo della persecuzione verso i FFI è del tutto ideologico e ignobile e che
      tutto questo è ben conosciuto da Bergoglio con buona pace di Tosatti e degli altri sognatori che ancora credono che il sudamericano sia una mammoletta che vive tra le nuvole.

      Elimina
    2. Nuovo tutti sappiamo benissimo dove stai bene tu...dunque vai...
      e portati pure quella bandieraccia
      arcobaleno!

      Non metterti le calze a rete viola!
      Ti stanno meglio le gialle!

      Elimina
    3. Anonimo 10:05 dev'essere una vecchia vedette del gaypride...

      Elimina
    4. Non ti scervellare...

      Elimina
    5. Per uno come te non ne vale la pena...

      Elimina
  20. Qualcuno ha il coraggio di dire che l' ordine ha visto un notevole incremento negli ultimi anni grazie alla Messa in latino perche' coloro che erano attratti dalla liturgia VO sono entrati senza neanche porsi tanti problemi circa le ragioni di fondazione di tale ordine e di consequenza sono usciti o stanno uscendo perche' di essere francescani dell' Immacolata senza manipoli e merletti (che io gradisco occasionalmente) non gli importa nulla?
    Penso che sia significativo il fatto che si legge come c'e' chi se ne e' andato dichiarando di non accettare il Vaticano II. I francescani dell'Immacolata non possono essere l'ordine che si oppone al Concilio. Mi spiace far notare che F Volpi non e' assolutamente il demonio che molti descrivono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pietro ( poco ) Soave : I Francescani dell'Immacolata vivino la loro alta spiritualità del perfetto e convinto BIRITUALISMO.
      Riuggono pizzi e merletti perchè i loro unici "sollazzi" sono la preghiera e la contemplazione.
      MAI dalla loro bocca è uscito qualcosa CONTRO la riforma liturgica o CONTRO il Concilio Vaticano II.
      Ogni invenzione a tal riguardo è solo opera del maligno .
      Schifosamente falsa e diabolica è la frase desunta dallo sragionamento tornelliano - ispirato dal suo amico personale P.Bruno - : " Penso che sia significativo il fatto che si legge come c'e' chi se ne e' andato dichiarando di non accettare il Vaticano II ".

      Elimina
    2. Se uno se ne va perché non accetta il Vaticano II (ammesso che sia vero e in tal caso si dovrebbero fare nome e cognome altrimenti sono solo chiacchiere), mi pare che non ci sia niente di strano, anzi si dimostra proprio che in questo ordine la gente ci si comporta in modo coerente e trasparente.
      Ben diverso invece è l'atteggiamento di chi continua a vessare e perseguitare i frati e manelli senza fare né accuse precise, né portare prove precise. Che poi Bergoglio abbia detto quello che ha detto è talmente scontato che non dimostra niente, semmai dimostra che sa tutto di come stanno procedendo gli inquisitori e gli va bene, visto che non ha annunciato alcuna iniziativa né alcuna sospensione della attività persecutoria.

      Elimina
  21. Già in passato, alla vigilia della tempesta, un giovane di Livorno fuggì appena novizio per rifugiarsi ad econe. Roba vecchia quindi!

    RispondiElimina
  22. Io sono convinto che ci sia ben altro sotto, ma il vdr non ama intralci davanti a sé, se obbliga un ex papa a partecipare alle sue cerimonie e,con buona pace dello scriba ufficiale, gli fa dire e scrivere cose sulla cui veridicità io ho ben più di un dubbio, figuriamoci se non riesce a fare andare 4 frati allo show mattutino santamartiano.....the best or worst is yet to come.....see you on october, have a nice holydays' summer...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se domani... si scoprisse che sotto tutta questa torbida faccenda ci sono fatti ben più gravi e inconfessabili di quelli che immaginiamo?

      Elimina
    2. Cioe` cose alla Macielo???

      Elimina
  23. I frati presenti, caro anonimo, erano ben più di 40 e l'occasione non era la s Messa mattutina ma un udienza privata, fissata da giorni, per l'Istituto dei Frati Francescani dell'Immacolata accompagnati dal Superiore P Volpi e dal Segretario generale P Bruno.
    Erano presenti anche gli studenti del Seminario che hanno potuto ascoltare direttamente dalla bocca del S Padre i motivi che lo hanno portato a deciderne la chiusura. Poi c'erano i novizi che essendo in procinto di fare la Professione dei Voti hanno potuto appurare quanto la Santa Sede li stia seguendo sia loro vicina e non abbia a cuore che il prosieguo del loro cammino nel Carisma scelto.
    Le illazioni e deduzioni arbitrarie che si possono leggere in vari commenti fanno solo sorridere.
    Il Papa ha parlato di molte questioni con i FI rispondendo alle loro domande e chiarendo gli aspetti principali del Commissariamento.
    Qualcuno auspicava giorni addietro che:
    "Il Papa si prenda cura dei FI".... così titolava l'ennesimo articolo polemico.
    E il Papa ancor prima di questi aveva voluto paternamente ospitarli e rassicurarli a Santa Marta.
    Qualcuno firmava un delirio di dieci domande irriverenti e provocatorie pubblicizzate sui blog e lui ancor prima nella riservatezza di chi ha davvero a cuore la verità e rispetto della sofferenza degli interessati rispondeva a tu per tu ad ogni domanda con l'intento esclusivo di fare chiarezza e portare serenità e ridare fiducia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Risposta chiara e aderente di un anonimo molto ben informato. Che sia un frate del nuovo corso fi?

      Elimina
    2. Senti,ma ti sta bene la fine che ha
      fatto Padre Manelli dopo una vita intera di sacrificiio,preghiera e lavoro per amore di Nostro Signore?
      Dopo aver creato una delle realta` piu` belle della Chiesa Cattolica odierna?

      Elimina
    3. Anonimo 11,42 non esistono frati del vecchio o nuovo corso, esistono i FI che nella fedeltà alla Chiesa, in ubbidienza al Papa e al governo legittimo vogliono continuare a vivere secondo il Carisma che la Chiesa convalidò.
      P Manelli, anonimo 12,32 ,ha tanti meriti e ha fatte molte cose buone ma ciò non allevia per niente le sue responsabilità e le dubbie scelte di governo introdotte in modo arbitrario e certe sue sorprendenti reazioni.
      Chi è nel giusto o si crede nel giusto non ha da temere alcunché, specialmente dalla Chiesa.
      ff

      Elimina
    4. ff perché non firma per esteso visto che a quanto pare non ha da temere alcunché?

      Elimina
    5. Anonimo simpatico...
      ff

      Elimina
    6. Codardo!

      Elimina
    7. Ah , beh ! Allora padre Manelli sta a posto !
      Considerata la vacuita`
      delle solite accuse:
      "dubbie scelte di governo"
      "introdotte in modo arbitrario"
      "sorprendenti reazioni".

      Elimina
    8. Ah,beh!Allora padre Manelli sta a posto!
      Considetata la vacuita` di certe accuse:
      "dubbie scelte di governo introdotte in modo arbitrario"
      "sorprendenti reazioni".

      C'e` qualcuno fra i FI che puo` scrivere una bella lettera aperta firmata a favore del martoriato Bruno??????

      Elimina
  24. È giusto che provocatori , insultatori cioè individui socialmente pericolosi vengono segnalati.

    RispondiElimina
  25. Carissimo , "vengano", "vengano" !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. o anche "venghino", più consono al livello culturale del consesso

      Elimina
  26. PER SPEGNERE UN INCENDIO AVETE CREATO UNA piccola PALUDE MALEODORANTE. ORA L'ACQUA PUO BASTARE. LASCIATE FARE UN PO AL SOLE! o diverrà un fiume di fango... . E' APPREZZABILE IL FERVORE, E TUTTI SI SOFFRE PER LA SITUAZIONE ATTUALE. SENTITE PICCOLI, ... Dio ha santificato anche l'ira, se usata per satana e non non "CON".. (AIUTA RICORDARE CHE TUTTO IL MALE RICAPITOLA NEL SERPE CHE STORDISCE "a turno" L'UOMO?)
    MARIA VI ASPETTA NEL SUO CUORE con gli occhi PICCOLI E DOLCI COME QUANDO AVEVATE 3 anni, per istruirvi ancora ed ancora.... Non permettete che Il serpe consumi su "noi" stessi le pastasciutte che ci vengono regalate e di cui daremo conto. Coraggio.... AVE MARIA <3

    RispondiElimina
  27. tanto prima o poi il Volpi, il de Aviz e l'apostata li acchiappiamo. Li processiamo e li bruciamo sul rogo. Come si conviene agli eretici.

    RispondiElimina
  28. Se i nuovi Francescani dell'Immacolata non hanno capito che togliere loro il diritto di celebrare con il Santo Rito della Messa nella
    forma "Straordinaria" , come era previsto dalle Leggi della Santa Chiesa tuttora in atto, e ciò come una sorta di "punizione" per non si sa ancora quali gravi "misfatti", probabilmente vuol dire che non hanno la grazia di comprendere la ricchezza di questo rito. Personalmente penso che i frati sacerdoti di questo ordine se ne avessero compreso il valore spirituale, dovevano accettare e sottoporsi sì a qualsiasi "obbedienza" ma non rinunciare alla celebrazione della Santa Messa, in particolare quando celebrano senza fedeli ed anche quando gruppi di fedeli questo bel Rito lo richiedono espressamente. Insomma io credo che vietare loro di celebrare sia stato un errore, ma altrettanto un errore sia stato quello degli stessi frati di accettare una simile sorta di "punizione" che va a scapito di noi fedeli, oltre che personalmente ritengo, a loro stessi. Quanto alle cose cattive -imprecisate nella sostanza, naturalmente !!!! - che ho letto con dolore sopra , verso Padre Manelli, ne soffro molto e spero che un giorno questi calunniatori si pentano perchè il giudizio di Dio arriva per tutti. Quello che penso è che anche alla mia epoca Padre Piò fù tenacemente calunniato e quindi ingiustamente considerato male dal Papa di allora, poi la Chiesa lo riabilitò facendolo Santo. Mi chiedo che male ci sarebbe se il Santo Padre parlasse personalmente con lui, e ciò anche per la famiglia Manelli di cui ci sono frati e suore proprio inquesto ordine. Non pensano i vertici della Chiesa che queste persone ed i loro familiari sono trafitte dal dolore. Non pensano anche a tutti gli altri... . Uniamo comunque la nostra sofferenza per il bene della Santa Chiesa nella Santa Messa (Vetus Ordo o Novus Ordo..), e per lo stesso Santo Padre, che quando dovrà ribadire con forza la Dottrina e la Morale Cattolica si troverà "solo" e magari difeso da quelli da tempo additati dispregiativamente da molti come "tradizionalisti" , come fù per Paolo VI , ricordo confortato da Ottaviani dopo la famosa Enciclica sulla Morale. Preghiamo e facciamo penitenza anche per i nostri fratelli cristiani perseguitati e sempre più martirizzati nei paesi in guerra.
    Grazie per l'ospitalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi ti ha detto che smascherare le malefatte di Manelli, sarebbe calunnia? E' esattamente il contrario: c'è il dovere di denunciare tutti i ben mascherati imbrogli (di ogni tipo) e anche la complicità colpevole dei suoi colonnelli e soprattutto di un bel gruppo di suorine che non sanno neanche dove sta di casa il francescanesimo. Manelli ha insegnato loro una serie di trucchi per respingere (a parole) ogni obiezione del tipo: solo se si incensa il santone, si viene da Dio: qualsiasi minima critica a lui sarebbe calunnia e verrebbe dal diavolo. Tutti possono constatare il settarismo di questa posizione. Solo per Gesù è valido "o con me o contro di me", non certo per Manelli. Non bestemmiate Padre Pio paragonandolo al santone di Frigento. Ricordo che Padre Pio, calunniato da un vescovo, quando un suo figlio spirituale criticò quel vescovo, in pubblico lo rimproverò e gli diede uno schiaffo. Manelli non è neanche l'unghia di Padre Pio.

      Elimina
    2. Tu quelli che puoi nonimare sono i persecutori di Padre Pio visto che sei degno loro erede.

      Elimina
    3. hai veramente ragione , ma cè un problema , ti starai chiedendo Quale? è molto semplice , dovè il tuo coraggio visto il tuo anonimato? sei figlio della codardia , quindi se padre Pio al suo figlio lo prese a schiaffi , a te ti faccio scegliere dove prenderti a calci senza nemmeno rimproverarti e poi sciacquati la bocca sia che parli di san pio che di p.stefano. non sono anonimo come te ,sono giuseppe fiorentino. Impara a giudicare perchè non sei nessuno , nella misura che giudichi cosi sarai giudicato.

      Elimina
    4. Infatti Manelli non ha criticato nessun vescovo e a quanto pare le uniche accuse che gli vengono contestate sono campate per aria e diffuse abilmente sotto forma di pettegolezzi e di allusioni, da "gole profonde" come questo anonimo delle 16,48. E' evidente che la ganga Bruno -Volpi è avvezza a fare incursioni anche nei blog per cercare di giustificare le loro malefatte ben spalleggiati "in alto" dagli impostori modernisti.

      E' inutile che continuate, riuscite solo a dare conferme ulteriori dei vostri misfatti.

      GB

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.