domenica 21 aprile 2013

L’ « aria diversa di libertà » di Mons. Piero Marini


Non varrebbe neppure la pena  occuparci di domenica delle stravaganze lessicali dei chierici ma le parole di Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Piero Marini che "… riecheggiano in qualche modo quelle pronunciate due mesi fa dal presidente del presidente del Pontificio consiglio per la famiglia, l'arcivescovo Vincenzo Paglia" giustificano una deroga al riposo festivo. 
Abbiamo evidenziato con il color rosso alcune frasi  che rispecchiano bene il " sentire cum Ecclesia" dell'Eccellentissimo ed autorevolissimo membro della Curia Romana. ( A.C.)
Leggiamo da Vatican insider :

“Monsignor Piero Marini: «Sì ai diritti civili, no all'equiparazione al matrimonio». 
Sul nuovo Papa: «La Chiesa vive la speranza dopo anni di paura» 
di Andrea Tornielli 
«È necessario riconoscere le unioni di persone dello stesso sesso, ci sono molte coppie che soffrono perché non vengono riconosciuti i loro diritti civili. 
Quello che non si può riconoscere è che questa coppia sia un matrimonio». 
Lo ha detto ieri l'arcivescovo Piero Marini, delegato per i Congressi eucaristici, in un'intervista rilasciata a margine del IV Congresso eucaristico nazionale in Costa Rica.
Marini rispondeva a una domanda sulla laicità dello Stato. 
Marini, 70 anni, è stato a lungo cerimoniere di Giovanni Paolo II e ha accompagnato anche l'inizio del pontificato di Benedetto XVI. 
Nell'intervista racconta del suo rapporto con Papa Wojtyla e della sensibilità del Pontefice polacco. 
E parla anche del nuovo Pontefice. «Si respira aria fresca, è una finestra aperta alla primavera e alla speranza. 
Fino ad ora abbiamo respirato il cattivo odore di acque paludose, con la paura di tutto e problemi quali i Vatileaks e la pedofilia. Con Francesco si parla solo di cose positive». 
Con il nuovo Papa, ha aggiunto monsignor Marini, «si respira un'aria diversa di libertà, una Chiesa più vicina ai poveri e meno problematica»
L'ex maestro delle cerimonie papali afferma che «i sacerdoti devono dare un esempio di vita moderata e semplice» e «vivere la vita e la fede con la comunità». 
E manifesta anche dubbi sull'utilità di twitter e dell'uso che ne fa il Papa. 
«Se fosse stato per me non l'avrei utilizzato», spiega. 
Ma a Benedetto XVI, che aveva iniziato l'avventura qualche mese fa, «gliel'hanno consigliato». 
«La Chiesa - osserva Marini - non deve essere antiquata, ma è necessario avere un po' di attenzione». 
Le parole di monsignor Piero Marini riecheggiano in qualche modo quelle pronunciate due mesi fa dal presidente del presidente del Pontificio consiglio per la famiglia, l'arcivescovo Vincenzo Paglia, che ribadendo il no all'equiparazione al matrimonio e all'adozione di figli da parte delle coppie omosessuali aveva aperto alla possibilità del riconoscimento di alcuni diritti”. 


18 commenti:

  1. Per Marini non ci sono parole, solo parolacce.

    Meo.

    RispondiElimina
  2. C'è gente che è stata scomunicata per molto meno. Che Dio possa avere misericordia di lui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Lefebvre è stato scomunicato per molto di più...

      Elimina
  3. Anche Bergoglio è favorevole alle unioni omosessuali. Ha persino detto pochi giorni fa che la Chiesa deve abbandonare i suoi "moralismi"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti i coglioni vanno sempre in coppia.

      Meo.

      Elimina
    2. Strano... L'allora card. Bergoglio, arcivescovo di Buenos Aires, ha fatto guerra al governo argentino per le unioni omosessuali... Voi non siete degli ignoranti, ma persone in mala fede, peggio di New Age volete non una religione fai da te, ma una Chiesa a fatti vostri.

      Elimina
    3. Ma se Bergoglio non ha detto una sola parola contro i matrimoni omosessuali appena approvati in Francia! Evidentemente è favorevole!

      Elimina
    4. Non credo che abbia detto proprio così, comunque è tuttavia molto significativo che abbia "aperto" a tutti coloro che i predecessori, con tutti i riguardi, avevano sbattuto la porta in faccia. Si inizia con FRANCESCO a vedere un po' di Carità Cristiana, francamente fin qui abbastanza calpestata nei riguardi di molti.

      Elimina
  4. Cavoli ma...il povero Benedetto era vestito come ...un puffo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhé, a me piace quella casula!

      Elimina
    2. anche se avete tolto la foto cavoli... ho capito perche il veneratissimo BenedettoXVI lo ha poi sostituito!
      Come si fa a proporre al Papa una casula del genere! Sembra mascherato da Uccello del Paradiso!


      Ps promuoviamo la Tradizione soprattutto tra i giovani ,cari amici!

      Elimina
  5. caro Meo voi invece andate in gruppo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E te ce mannamo tutti in coro..eh va, eh va..

      Meo.

      Elimina
  6. Sciacalli e filibustieri. Il povero BXVI aveva faticosamente cercato di rimediare alle malefatte di tali personaggi (Marini cerimoniere folk, ma anche le vergognose vicende del Coro della Cappella Sistina, solo parzialmente compensate dalla nomina cardinalizia al povero Domenico Bartolucci).
    Ora, con rinnovato livore, questi soggetti, che ritengono probabilmente la scelta del Papa Emerito come un atto di debolezza (e non di immensa generosità), si scagliano contro il leone morente.
    Sull'attuale pontefice, nulla dico. Almeno finché non si comincerà a parlare di contenuti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aloisius caro, Francesco è tutto un contenuto quotidiano. Svegliati! Talità kum!

      Elimina
  7. E mentre in Francia i sacerdoti sono picchiati brutalmente dalla polizia, mentre l'orgoglio cattolico viene fuori con manifestazioni h24 contro la legge sui matrimoni gay, mentre la Chiesa francese combatte una battaglia di quelle epocali tra l'indifferenza della stampa internazionale e la repressione del governo "democratico", Bergoglio è troppo impegnato a farsi bello ricevendo gli operai e sbloccando la beatificazione di quel monsignore ucciso dalla dittatura tanto per smacchiarsi l'accappatoio che indossa dall'unico schizzo di fango arrivatogli dai progressisti. Non una parola di sostegno, non un grido di denuncia. Lascia parlare Marini. E c'è ancora chi lo difende..bah.

    Meo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bergoglio non ha detto una sola parola neppure oggi contro i matrimoni omosessuali! E' un pro-sodomiti.

      Elimina
    2. All'anonimo delle 15:20:

      Sei ripetitivo, già una volta mi avevi fatto la stessa battuta. La mia risposta ti aveva talmente infastidito da scomodare la censura della Redazione. Se sei permaloso è meglio che non t'iscrivi al torneo delle canzonature da osteria sennò poi ti metti a piangere.

      Meo.

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.