mercoledì 27 marzo 2013

Corretto lo stemma di Papa Francesco e altre curiosità e considerazioni

lo stemma di Papa Francesco
"corretto"

Questo che vedete raffigurato di lato è lo stemma ufficiale di Papa Francesco, come appare sul sito della S. Sede
Si è pensato -opportunamente- di modificare la stella (da 5 a 8 raggi; quella a 8 raggi è tipica della tradizione mariana, e non si presta a errate interpretazioni...) e il fiore di nardo non sembra più un grappolo d'uva.
Chi ha lavorato, l'ha fatto con saggezza e lungimiranza, nel tentativo anche di risollevare un po' la situazione da un'apparenze sciatteria (travestita da umiltà e povertà) in cui certi ambienti stanno inesorabilmente scivolando.Bene e complimenti.
Molti di noi, lo ammetto, avrebbero preferito anche un'altra "piccola" modifica...

E' notizia di questi giorni -e pare proprio confermata- che il Papa voglia rimanere ad abitare in una stanza della Domus Sanctae Martae, insieme ai sacerdoti dipendenti della Curia (officiali, consultori, ecc) e ai sacerdoti o prelati ospiti della S. Sede. Papa Francesco avrebbe inoltre espresso il desiderio di voler pranzare e cenare nella mensa con gli altri ospiti.
(speriamo solo che non aggiunga il suo appartamento del terzo Piano del Palazzo Apostolico ai Musei Vaticani...)

Se pur queste ultime scelte non consistano in atti ufficiali del Magistero Petrino, di certo un po' ci fanno temere.
Non tanto per questioni di infranto cerimoniale (che comunque ha un motivo e uno scopo): non vorremmo che questo atteggiamento da "compagnone" (che ben si potrebbe anche comprendere da parte di un animo latino e da sempre poco avvezzo al formalisto curiale) si traducesse poi anche in scelte, quelle sì importanti, che vadano a toccare il primato petrino o altri istituti di governo della Chiesa Cattolica (nel senso etimologico del termine). 
Inoltre se il "capo" si livella troppo al piano dei sottoposti, si corre il rischio che poi quelli non sentano più quel dovere riverenziale di obbedienza ai richiami (in campo dottrinale ed etico, ma anche disciplinari) di un loro superiore "amicone", mentre nel primo potrebbe insorgere l'imbarazzo di dover prendere spiacevoli provvedimenti nei confronti di "compagni di merenda".(Mia nonna -ebbene sì, cito anche io la mia nonna- diceva sempre: "la troppa confidenza toglie la riverenza")
Insomma: un conto è fare l'Arcivescovo di una Chiesa particolare del Sud America (con le peculiarità e necessità), un altro è dover governare tutta la Chiesa universale.

Parlando un amico, che mi ha raccontato una sua esperienza militare, ho riflettuto però sul fatto che potrebbe anche accadere il contrario: i soldati semplici potrebbero comprendere meglio, ed obbedire con più facilità, gli ordini di ufficiali che abbiano conservato uno spirito cameratesco e di fratellanza con i compagni di squadra o di battaglione piuttosto che rimarcare i privilegi  e l'autorità delle stellette. Il paragone con l'ambito marziale non pare neanche inopportuno e fuori luogo, visto che il nuovo papa appartiene alla "militaresca" Compagnia di Gesù.

Conoscendo però l'andazzo della Curia e lo spirito dei suoi molti prelati, non crediamo, ingenuamente, che si possa verificare questa seconda ipotesi. Anzi: temiamo che i legacci dei rapporti da "allegra brigata" che si potrebbero instaurare durante la coabitazione del Papa con i suoi -inevitabilmente- subalterni possano impedire a quello una completa riforma e purificazione della Curia, che passa, a nostro avviso, anche attraverso un allontanamento di moltissime vecchie figure che da anni ne hanno fatto una sordida casa di vizi e una dispensatrice di propri interessi e carriere. 

C'è da augurarsi che la forte determinazione del Papa superi questi imbarazzi, e la sua fortissima e ben nota avversione al carrierismo ecclesiastico -sin da subito denunciato dal neoeletto- non si affievolisca e, al contrario, si  rafforzi proprio grazie alla frequentazione in prima persona degli ambienti curiali reformandi.

Speriamo. E preghiamo.
Roberto

270 commenti:

  1. Se non vuole fare il papa, che torni pure a fare il cardinale in Argentina!

    RIDATECI BENEDETTO XVI, IL NOSTRO PAPA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viva Sua Santità, Papa Benedetto XVI!

      Elimina
    2. Viva Sua Santità, Papa Francesco!!!!!

      Elimina
    3. Viva le Loro Santità, Papa Benedetto XVI e Papa Francesco.

      Elimina
    4. Viva le Loro Santità, Papa Benedetto, Papa Francesco, Papa Bartolomeo, Papa Tawadros, e il Dalai Lama!

      Elimina
    5. Viva Benedetto XVI e basta. Il nostro Papa!

      Elimina
    6. Non mi meraviglia che voi sedevacantisti da bravi guenoniani paramassoni veneriate allo stesso modo i Papi e i capi scismatici orientali fino al cosiddetto 'dalai lama'.
      Per noi Cattolici Tradizionalisti invece solo il Papa in carica e quello Emerito hanno diritto al titolo di Santità.

      Elimina
    7. Hey fallito, sai cos'è il sarcasmo? Macchè..tu non conosci nemmeno l'ironia. E' strano perchè avendo una faccia da culo dovresti avere il sorriso sempre stampato! E' evidente che quell'anonimo stava facendo del sarcasmo sulla situazione paradossale che si è creata.

      Meo.

      Elimina
    8. il titolo di Santità a tutti quei personaggi lo dà l'Osservatore Romano, e lo danno gli inviti della Santa Sede. Mi sono ispirato a quello, fallito, per farti capire cosa crede chi ti comanda

      Elimina
    9. Anonimo veramente io stavo difendendo il tuo intervento dagli insulti di Andrea che ti ha dato del sedevacantista. Sai leggere?

      Meo.

      Elimina

    10. Scusate... la domanda provocatoria. Ma se il papa viene chiamato Santità che serve che sia reso Santo dopo? Non credo che i primi cristiani chiamassero Pietro Santità o che lui si lasciasse chiamare così....! Poi chi è degno di essere chiamato Santità? Solo Dio

      Elimina
    11. Meo, rispondevo a lui infatti. Anonimo, per il Vaticano molti sono degni di essere chiamati Santità

      http://www.vatican.va/special/assisi-participants_20020118_it.html

      Elimina
    12. Quel "fallito" mi aveva portato fuori strada, eh eh! Gentaglia come Andrea quand'è messa dinnanzi ai fatti se la dà a gambe. Starà al telefono con Kiko per un consulto.

      Meo.

      Elimina
    13. http://www.vatican.va/holy_father/paul_vi/speeches/1973/september/documents/hf_p-vi_spe_19730930_dalai-lama_en.html

      Elimina
    14. In nómine Iesu Christi Dei et Dómini nostri, intercedénte immaculáta Vírgine Dei Genitríce María, beáto Michaéle Archángelo, beátis Apóstolis Petro et Paulo et ómnibus Sanctis, ad infestatiónes diabólicæ fraudis repelléndas secúri aggrédimur.

      Preghiamo per la liberazione delle anime dei sedevacantisti.

      Elimina
    15. ovviamente non te ne frega niente dei documenti che ti ho portato, su quelli non hai risposte, fai pure lo show del pirla che recita esorcismi.

      Elimina
    16. Andrea quando non può sfogare le sue frustrazioni personali dando del frocio a chi la pensa diversamente o facendo copia e incolla di "latinorum" (sul web, in realtà non sa nemmeno rosa-rosae), si va a nascondere in qualche fogna neonazi. Di fronte ai fatti se ne sta zitto a toccarsi pensando a William Kamm.
      Meo

      Elimina
    17. Caspita! Dopo questo esorcismo di Andrea mi sento diverso. Sento uno strano calore dentro, mi sento pieno d'amore da riversare sul prossimo! Ah, che bello! W l'amore, W la povertà, W Papa Francesco!!! E mi piacciono di più anche le donne :)

      Elimina
    18. TRADIZIONALISTA28 marzo 2013 01:19

      Libereremo Vaticano e Chiesa tutti sia dai cattocomunisti che chiamano "santità" il Dalai Lama sia dai criptosedevacantisti che dissimulano fedeltà alla Chiesa quando invece lavorano per la setta diabolica che predica il cosiddetto sedeprivazionismo.
      Nel frattempo mi unisco alla preghiera degli altri Cattolici Tradizionalisti del blog per ottenere la salvezza delle anime ad oggi perdute degli eretici sedevacantisti.

      Elimina
  2. Coda di paglia...

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. E' una situazione allucinante

    RispondiElimina
  5. Aspettiamo ancora un po', come dicono alcuni.
    Aspettiamo che, dopo le moine, le cerimonie, gli abbracci, si vadano a toccare temi etici e dottrinali.
    Perché i buonisti che suonano i peana al Papa pauperista, sono gli stessi che con semplificato meccanismo induttivo, ritengono che si esprimerà in modo liberista e liberale anche in altre tematiche quali celibato, divorzio, nozze omosex...
    Quando (come risulta da chi lo conosce) comunque costui riprenderà le redini sui temi di "sostanza", tutto questo entusiasmo scemerà. Speriamo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici bene: "speriamo" ma ti ricordo che in Argentina i matrimoni omosessuali sono diventati una realtà grazie a lui...c'è poco da sperare!

      Elimina
    2. Non vi resta che la calunnia, anche i sassi sanno che il Cardinale Bergoglio ha rotto i rapporti con il governo argentino proprio per avere avuto il coraggio di opporsi ai 'matrimoni' omosessuali. Forse proprio per questo i sedevacantisti ce l'hanno con lui: non tutti i froci sono sedeprivazionisti, ma tutti i sedeprivazionisti sono froci. Cordiali saluti.

      Elimina
    3. il tuo problema, andrea, è che non basta rispondere ai dati sbagliati.Devi rispondere a quelli giusti che vanno contro le tue idee. Ad edempio, i spieghi perché per il Vaticano sono tutti Santità, ad esempio, e non solo, come credevi tu, "il Papa e il Papa emerito"? o in questi casi sai solo fare la scenetta dell'esorcismo?

      Elimina
    4. o passare all'insulto personale, dando del frocio. Ma vaffanculo.

      Elimina
  6. Speriamo che non lo fanno Santo.
    Non vorrei che quando chiederò qualche intercessione nelle preghiere ,mi venisse rifiutata da lui per umiltà.
    Che poi è il succo del luteranesimo se ci pensiamo bene.
    atronge.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Placet! C'è da pregare che se ne stia lontano dalla Chiesa!

      Elimina
    2. atronge, fammi capire.. Hai detto che l'umiltà è il succo del luteranesimo?? Caspita.. Allora tutti i santi erano luterani, già da prima di Lutero..

      Elimina
    3. Il succo del luteranesimo è quello di rifiutare tutto ciò che è mediato da un terzo e cioè il sacerdote,vescovo,Papa o semplicemente il tuo fratello in Cristo.
      Al luterano per cercare Dio basta guardarsi allo specchio.
      Con umiltà però.
      atronge

      Elimina
    4. Poveri sedevacantisti, non vi rendete conto nemmeno più delle bestemmie che proferite. Il succo del luteranesimo è la ribellione al Papato nel nome di una "tradizione" originaria che Lutero pretendeva di voler recuperare attraverso la ribellione a Roma. L'ubriacone tedesco è stato un sedevacantista ante litteram.

      Elimina
    5. già, voleva rovesciare il papato... o cazzo, come Francesco!

      Elimina
    6. Chapeau per atronge

      Elimina
  7. Cari amici di Messainlatino il Papa fa bene a agire così.Gesù non aveva dove reclinare il capo
    Basta con il fasto,il lusso mentre ci sono milioni di poveri.Torniamo ad una Chiesa povera.
    Basta con il Papa re,la Tiara,la sedia gestatoria,e tutte queste cianfrusaglie.Basta non siamo più nel medioevo ma in un mondo secolarizzato.

    Avete ascoltato il discorso di Papa Francesco di oggi?Basta stare nelle parrocchie,nel recinto delle 99 pecorelle.Biogna andare verso le pecorelle smarrite,verso le periferie.Fate pure la Messa di Pio V ma dopo uscite a d annunciare Gesù Cristo al mondo altrimenti la Messa serve a poco.Siamo all'analfabetismo della Fede la gente ignora i rudimenti della Fede.Non possiamo rintanarci nelle sagrestie è finito questo schema di Chiesa,di parrocchia rendetevene conto.

    Il Cammino Neocatcumenale per le domenichje di Pasquale annuncerà Gesù per le strade,fatelo anche voi.In un modo vostro ma fatelo.Non basta più limitarsi alla Messa domenicale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta Messa domenicale allora! Basta andare in Chiesa! Diventiamo tutti musulmani, tanto poi il papa francesco ci benedice lo stesso!

      Elimina
    2. Cuore Vandeano27 marzo 2013 13:43

      Anonimo sono parole come le tue che mi fanno avversare il Cammino Neocatecumenale.Mio malgrado ne faccio ancora parte e spero di riuscirne a uscire presto.Gesu Cristo aveva una veste pregiata, tessuta tutta d'un pezzo,gli fu regalato oro incenso e mirra.S.Francesco viveva una vita austera ma non risparmiava certo sulla suntuosità della S.Messa e su quello che tu consideri cianfrusaglie.Per evangelizzare va annunciato il kerygma certo!Ma poi la persona va introdotta oltre che nella S.Scrittura anche nel Magistero Perenne e nella Tradizione.Non dobbiamo certo rintanarci nelle sagrestie,è fondamentale vivere pubblicamente la fede...è necessario evangelizzare anche attraverso la Dottrina Sociale della Chiesa.Piaccia o non piaccia una società civile non puo che rendere conto a Gesu Cristo,ispirando le sue leggi a Vangelo,Magistero Perenne e Tradizione della Chiesa,con buona pace dell'ecumenismo.

      Elimina
  8. Lo hanno già fatto santo. E' stato santificato dall'opinione pubblica. Ogni volta che "rifiuta" qualcosa di papale il popolino esulta e va in brodo di giuggiole. Ieri, alla radio, una conduttrice sembrava in orgasmo alla notizia che "Papa Francesco ha rifiutato l'appartamento papale perché vuole vivere da persona normale". Persona "normale" ? Quali sono le persone normali? Il Papa è una persona normale? Io allora che mi ritengo "anormale" posso andare ad abitare nell'appartamento papale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il popolino che idolatra un uomo: mi ricorda tanto il popolino pagano della Rivouzione Francese che idolatrava i propri capi! Tali e quali...tutti intenti a distruggere la Chiesa, i suoi simboli e la sua stessa esistenza.

      Speriamo nel prossimo papa!

      Elimina
    2. Vox populi vox dei.
      W Papa Francesco, W Benedetto Papa Emerito.
      Gli unici che nessuno si fila più sono i "preti" gaio-sedevacantisti e le loro corti dei miracoli.

      Elimina
    3. Adesso sono tornati di moda i preti gaio-vaticanosecondisti ed i loro sagrestani come te.

      Elimina
  9. I fedeli che seguono i Papi postconciliari sono popolo-bue mentre le vecchine ignoranti che adorano simboli che nemmeno conoscono sono esempi di devozione. Questa è disonestà intellettuale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. incosciente (che Dio ti perdoni se lo sei incosciente) !
      le vecchine di una volta adoravano GESU' PRESENTE NEL SS.MO SACRAMENTO DELL'ALTARE, consapevoli della Sua Presenza in Corpo Sangue Anima e Divinità, altro che idoli !
      e i Santi li VENERAVANO, non adoravano.
      Tanto lo sappiamo che il tuo kapo ti insegna che nel Tabernacolo non 'è nessuno, perchè secondo lui non avviene la Transustanziazione, vero ? ? ? ecco perchè vi permette da decenni tutti quegli abomini di liturgie blasfeme che ben sappiamo ! ma pagherà caro davanti a Dio il suo lavoro infame di FALSO PASTORE, lupo in veste di agnello, artista di traviamento eretico che dura da una vita, per quante anime ha portato al macello della Fede e anche della vita personale e famigliare; Dio è Giusto Giudice, e non sarà preso in giro da voi eretici e predatori di anime del Gregge di Cristo ! lo ricompenerà adeguatamente vedrai, lui e i suoi schiavetti devoti che condividono il malaffare in scienza e coscienza !

      Elimina
    2. "Questa è disonestà intellettuale."
      Tu la sai lunga in materia, vero? Abbiamo visto di quanta malafede sei capace.

      Elimina
    3. Tutte le eresie nascono sull'ignoranza e si radicano su di essa e il sedevacantismo non fa differenza. Poi di sicuro il diavolo ci mette del suo.

      Elimina
  10. Diversi siti (VOI PER PRIMI) vi dicevate "super-obbedienti" al magistero papale...
    In realtà seguivate papa Benedetto solo perché diceva ciò che piaceva a voi.
    Andate a vedere cosa scrivete,
    visto che papa Francesco non fa quello che volete voi.
    Altro che "obbedienza":
    siete opportunisti,
    violentemente opportunisti,
    volgarmente opportunisti,
    cinicamente opportunisti,
    solamente opportunisti.
    E come vi chiamate? "Cattolici"? Cosa? Ma non fate ridere me e il mondo! Per favore chiudete questo scandalo di sito CONTRO la Chiesa! Non se ne può più, vediamo se riusciamo a raccontare questo sito a qualche autorità cattolica, ora ci pensiamo!

    Grazie del vostro disservizio a sfavore della Chiesa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, concordo in pieno! Questi pseudo-tradizionalisti, loro sì che sono "popolo bue", voltagabbana, voltabandiera.. Ingabbiano Dio dentro le loro polverose idee da sacrestia!
      Viva il Papa, non regnante forse, come piacerebbe a loro, ma autorevole dell'autorità del Vangelo!

      Elimina
    2. Sì, è vero. I "tradizionalisti sedeplenisti" fanno come i giansenisti: riconoscono l'autorità del papa a parole, nei fatti, però, decidono arbitrariamente quali atti del magistero ritenere conformi alla fede cattolica e quali no. In questo consiste la contraddizione di fondo del loro pensiero. E di fronte a questa critica, rivolta loro da modernisti e sedevacantisti ( che a loro volta incorrono in altre contraddizioni) rispondono elevando( più o meno consapevolmente) a regola prossima della fede la Tradizione, in luogo del magistero papale, diventando materialmente eretici.

      Elimina
    3. Come non concordare con l'Anonimo. I veri tradizionalisti sono CON il Papa regnante, a prescindere dal gradimento personale e dalla sintonia con il suo stile. I papi passano, la Tradizione resta. Ma la Tradizione senza Papa non è Tradizione. Il Papa, volente o nolente, piacente o non piacente, santo o rinnegato, ne è parte integrante.

      Elimina
    4. I papi passano...speriamo che anche questo passi velocemente, molto velocemente.
      Speriamo in un nuovo conclave al più presto.

      Elimina
    5. Internet è libero. Ed è possibile scrivere liberamente ciò che si pensa! Inutile (fortunatamente) blaterare di chiudere un blog, ed chiederne la censura. Gli unici a scrivere qui e non essere invitati sono coloro che ne dicono peste e corna.
      Vergognatevi voi! Ed anche voi pecoroni fatevi i vostri "mea culpa!"

      Elimina
    6. Caro Anonimo delle 14,19 hai scoperto il fenomeno meglio noto come criptosedevacantismo. Quando sentite un sedicente Cattolico Tradizionalista insinuare dubbi sul Papa o sul Magistero petrino siete quasi di sicuro davanti a un marrano criptosedevacantista. Poi ci si meraviglia che persino vescovi "di destra" come Biffi fossero dubbiosi sulle Messe in latino: non era per avversione al Rito, ma per le macchinazioni diaboliche di chi le voleva usare (e le ha usate) per seminare disordine e dottrine sedeprivazioniste fra i fedeli Cattolici in buona fede attirati dalla tradizione liturgica.

      Elimina
  11. Rifiutare l'appartamento papale, l'ermellino, etc. non è magistero papale. Aver timore che dietro questi gesti si celi un'ideologia - ché di questo si tratta - pauperista, non è rifiutare il magistero papale; anzi, finora, i suoi discorsi si sono rivelati molto belli ed ortodossi, altro che criticare il magistero papale! Ragionate prima di sputare sentenze. Viva il Papa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Papa può andare a vivere dove vuole, purché rimanga incardinato a Roma (e non vada ad Avignone). Se vuole vivere in povertà è libero di farlo. Ciò non costituisce un imperativo magisteriale, ma un esempio, un suggerimento, che tra l'altro ricalca quelli proposti da Gesù Cristo nei Vangeli.
      Viva il Papa. E se ora il Papa regnante si chiama Francesco, viva Papa Francesco!

      Elimina
    2. Viva papa checco

      Elimina
    3. ammesso che SIA effettivamente papa, della qual cosa è più che legittimo dubitare.

      Elimina
    4. I criptosedevacantisti (in realtà ormai palesati) che ancora appestano le Diocesi sono pregati di fare i bagagli e trasferirsi armi e bagagli a rimpolpare le deserte "cappelle" sedevacantiste e scegliersi un "papa" di loro gradimento fra i molti che la combriccola offre:

      http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Antipapi_moderni

      Elimina
    5. fortunato te, che di papi ne hai due. Chi troppo e chi niente!

      Elimina
  12. arridatece PIO IX° !!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, bravo, aspetta pio IX....

      Elimina
    2. e tu il nuovo aspetta Pietro II

      Elimina
    3. Che c'entrano i sedevacantisti, in gran parte massoni e comunque tutti guenoniani, con Pio IX?
      Ristabiliamo il Santo Uffizio.

      Elimina
    4. certo, inquisirà quelli che non rispettano la libertà di coscienza, come te, andrea. Segui Francesco che non benedice gli acattolici per rispetto, e non fare l'intollerante come i sedevacantisti. O dobbiamo sospettare che sei anche tu contro il concilio e Papa Franci?

      Elimina
  13. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché il Vescovo di Roma non si toglie anche la veste talare bianca di seta? San Francesco vestiva di sacco. Un abito monacale costerebbe molto meno di una talare bianca con pellegrina e fascia e la differenza si potrebbe dare ai poveri.
      Poi un'altra domanda: servono proprio le vesti liturgiche per celebrare una messa? Giustamente non utilizzano più quelle delle sacrestie vaticane ricche di ori e ricami, pizzi e merletti (anche se ormai, visto che ci sono, vengono utilizzate a costo zero), ma potrebbero fare anche a meno di ordinarne di nuove in stile pauperista da costose sartorie ed indossare una semplice sciarpa a mo' di stola sopra il giubbino, anche in questo caso i soldi risparmiati si potrebbero dare ai poveri.
      Ho fatto solo due esempi, ma pensate se dovessimo fare una ricognizione a tappeto in quanti interstizi della macchina vaticana si potrebbero fare economie e destinare i soldi risparmiati ai poveri!

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    3. Hai un demone, Filippo. Fatti vedere.

      Elimina
    4. questo vescovo di roma dovrebbe andare a piedi nudi, scalzo e vestito di sacco.
      Altrimenti è solo un buffone.

      Elimina
  14. A proposito di ricordi... io ricordo un "capo" che lavò addirittura i piedi ai suoi "sottoposti".
    Trovo il post totalmente fuori tempo massimo.
    E lo è almeno dall'anno 1 dopo Cristo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. minstrel, sei un mito!!! :-) Viva la Chiesa della stola e del grembiule!

      Elimina
    2. A proposito di grembiule, io ho una montagna di piatti sporchi. C'è qualche cardinale o papa che per "umiltà" verrebbe a lavarmeli? Mi andrebbe bene anche un arcivescovo o un abate. Fate girare il messaggio, grazie.

      Elimina
    3. Chiedi al tuo demone, ce di sporcizia se ne intende.

      Elimina
    4. Ho tentato di contattarlo, ma non mi risponde. Per caso hai il suo indirizzo di posta elettronica? Oppure devo contattare padre Amorth?

      Elimina
  15. Cosa c'è di male nel pauperismo?Perchè disprezzate tanto il pauperismo?Il è una religione pauperistica.Gesù era povero.San Francesco d'Assisi ha voluto essere povero!Cosa c'e di male ispirarsi alla povertà evangelica?

    Lo sfarzo è evangelico?Secondo me no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una cosa è il pauperismo, un'altra la povertà. Il pauperismo è ideologia. Se davvero amate la povertà, vendete tutto quello che avete e andate a bussare alle porte di qualche buon convento francescano. Sarete accolti con gioia e così farete del bene all'intera umanità con il vostro esempio e la vostra preghiera. Pensateci!

      Elimina
    2. e dove starebbe la differenza? In ogni caso è chiaro come il sole che non si può parlare di poveri e fame nel mondo e bambini che muoiono per stupide malattie e, nello stesso tempo, essere ammantati d'oro, come il buon Marini conciava il povero Benedetto, scambiandolo per un attaccapanni da museo.
      Povero non significa pezzente, ok, ma nemmeno la versione clericale di Berlusconi!

      Elimina
    3. certo, l'uomo vive di solo pane. L'arte e la bellezza devono essere abolite almeno finché tutti i bisogni primari dei singoli individui non siano stati soddisfatti. Basta abbacinare i poveri con questo culto ricco e lussuoso e con le opere d'arte, non ne hanno bisogno. Vendiamole a ricchi che le tengano chiuse nelle loro case, e l'oro vada alle banche, e diamo il ricavo ai poveri

      Elimina
    4. Molto protestante... se studiate storia, durante la controriforma, voluta dai papi per contrapporsi alla riforma protestante che diceva di vendere tutto e dare ai poveri; si sono costruite, dipinte, scolpite tra le più belle opere d'arte, la chiesa si è volontariamente fatta grande mecenate delle arti.

      E adesso vogliamo buttare tutto al vento perché un papa vuole vivere da povero?
      La Chiesa ha avuto 266 papi, fra anti papi, guerrieri, strozzini, assassini, c'è stato di tutto, inframmezzato da grandi uomini di fede, dottori della chiesa, e Santi, può sopravvivere anche a questo pauperista.

      Una promessa su tutte e di Gesù: Non praevalebunt! E questo deve tranquillizzare tutti!

      Elimina
    5. dal Vangelo di Giovanni, Capitolo 12, 1-11
      "Maria prese una libbra di unguento profumato di nardo autentico, molto costoso, unse i piedi di Gesù e glieli asciugò con i suoi capelli. Il profumo dell'unguento si sparse per tutta la casa. *Allora uno dei discepoli, Giuda Iscariota, quello che stava per tradirlo, disse: *Perché non si è venduto questo profumo per trecento denari da dare ai poveri? *Disse questo non perché avesse a cuore i poveri, ma perché era ladro e, approfittando del fatto che gli era stata affidata la borsa, rubava quello che ci mettevano dentro. *Gesù rispose: Lasciala, ciò che fa è in vista della mia sepoltura. *I poveri li avete sempre con voi, ma non avrete sempre me."

      IO STO CON GESU', FRANCESCHIELLO E I SUOI ESTIMATORI CON GIUDA.

      Meo.

      Elimina
  16. Siamo alle solite. Pazienza i primi giorni che eravate sconvolti... Ma nemmeno dopo 15 giorni avete ritrovato, come normalmente accade (alle persone normali almeno), un po' di lucidità e di buonsenso. Non avete nemmeno capito il senso e l'equilibrio del post di Roberto. Non siete in grado di capire, tutto qua!
    Sono felice all'estremo della vostra rabbia inintelligente che continua a schiumare. Finalmente è chiaro cosa veramente da anni si cela dietro questi siti ammantati di amore alla tradizione e alla vera fede: si cela, e ora viene allo scoperto, un fondamentalismo violento, una corta e ottusa mentalità spirituale, un menefreghismo totale di tutto ciò che è minimamente diverso da voi (e ci vuole pochissimo). E piantatela con la retorica del "piccolo gregge": tutti i gruppi ereticali si sono definiti così e voi siete solo l'ultimo della lista..
    Decidete: o dentro la Chiesa con Francesco o fuori dalla Chiesa con voi stessi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu, Dario, chi sei per dare questi ultimatum? Se nella Chiesa c'è spazio per neocatecumenali, madonnari vari, amanti del sincretismo, per gente che fa della povertà un feticcio etc., non vedo perché non debba esserci per coloro che vorrebbero che la Chiesa fosse come è stata per tanti secoli. La Chiesa non è più un monolite, ma un supermercato, dove vari commessi offrono merce diversa a secondo del tipo di clientela. Il capo del grande magazzino, che ha un dottorato in marketing, desidera solo che i clienti siano sempre di più e per questo abbassa i prezzi, anche a costo di abbassare la qualità dei prodotti.

      Elimina
    2. Se vuoi essere serio, Filippo, fai una riflessione sul mio post per quello che dice di importante (secondo me, ovvio) e non solo per l'ultima riga.. Inoltre ti ricordo che parecchi tuoi amici, qui dentro, hanno già cacciato un sacco di gente all'inferno (a partire da Francesco).. e non in senso sigurato! Se lo augurano proprio che ci vadano all'inferno. E lasciamo stare la volgarità di certi insulti.. Altro che ultimatum!
      Per quanto riguarda la qualità del prodotto, non la vedo affatto in una serie di croste storiche che ben poco hanno a che fare con la Parola di Gesù. Tornate al Vangelo, dove non si parla affatto proprio di tutte quelle cosa che sembrano starvi così tanto a cuore. Mi sembrate di quelli che filtrano il moscerino e ingoiano il cammello!

      Elimina
    3. Hai ragione. In effetti da qualche minuto mi è venuto un dubbio atroce: le mutandine sono evangeliche? Perché se Cristo e gli apostoli si fossero vestiti di una semplice tunica, senza nulla sotto, allora, sulla base delle nuove linee guida dello spirito cristiano scaturite dal grandioso, meraviglioso, fantasmagorico Concilio Vaticano II, nonché dalla III° Pentecoste inaugurata dall'umilissimo Francesco, ne dovremmo dedurre che portare le mutande è una forma di opulenza, di ostentata ricchezza che mal di concilia con lo stile umile e sobrio cui tutti i cristiani sono chiamati.

      Elimina
    4. Ma poi non capisco ,Nostro Signore non poteva dare la sua tunica ai poveri prima di essere crocifisso per noi?
      Tunica pregiata mi sembra di ricordare.
      In questo modo avrebbe evitato che i legionari se la spartissero sotto al patibolo.
      A Bergoglio non viene il dubbio che tutti i ninnoli,cianfrusaglie e paccotiglie che si dovrebbe mettere indosso potrebbero servireanche a nascondere la miseria della condizione umana?
      Perchè i Papi prima di lui non hanno fatto la stessa scelta radical chic?
      Erano forse meno intelligenti di lui?
      atronge.


      Elimina
    5. Questo finto povero di un papa che non vuole farsi chiamare papa...

      Elimina
    6. Bravo atronge!

      Elimina
    7. Caro Dario, questa gente (sedevacantisti, criptosedevacantisti, falsi tradizionalisti vari e assortiti) sono ormai materiale da esorcista.

      Elimina
    8. che bello ,che gaudio leggervi, spero che voi sedevacantisti veniate scomunicati dal primo all'ultimo

      Elimina
    9. e sti cazzi non ce lo metti?

      Elimina
  17. La visione di questi critici è dettata dalla loro ideologia nostalgica, una Chiesa che lascia tutto come e garantisce i privilegi di pochi. Idealizzano un passato che non è mai esistito, unico tonico per la loro frustrazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, per essi è comodo cercare la salvezza senza sporcarsi le mani!!!

      Elimina
    2. infatti, ma Papa Francesco è d'accordo con loro. Infatti vuole solo l'apparenza, fa finta di essere povero ma ha tre appartamenti ora, e non ne ha dato nemmeno uno ai poveri. Tutta scena demagogica, prima si vestivano d'oro perché le folle si impressionavano così, adesso mettono le scarpacce sempre per turlupinare il popolo. Francesco ha cambiato i mezzi, ma lo scopo è lo stesso

      Elimina
    3. Non è perché i top-managers della Apple non si vestono da "padroni delle ferriere" ottocenteschi, che alla FoxConn si suicidano di meno... (Anche se un dolcevita o una t-shirt al posto di un frac , rende la cosa più digeribile alla public opinion...)

      Elimina
  18. Ma la Chiesa è una caserma? Uhmmmmm...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pur di farsi perdonare i post infiammati delle prime ore ormai la redazione fa più piroette di Carla Fracci. Quel sussulto di verità è durato un attimo, ora speriamo almeno che ritrovino un briciolo di dignità. Magari evitando di censurarmi. Io li apprezzo, fanno davvero un grande lavoro ed hanno addosso i fucili puntati. Però, non s'indietreggia nel pieno della battaglia.

      Meo.

      Elimina
    2. La Chiesa è una monarchia e gli anarco-sedevacantisti ovviamente non lo accetano.

      Elimina
    3. Hai detto bene: la Chiesa è una monarchia, non è una diarchia. Nè tantomeno una democrazia, mettetevelo in testa voialtri eretici!

      Meo.

      Elimina
  19. ... e poi di questo Papa mi preoccupa già la sua salute. Mi ricorda Papa Luciani... che morì troppo presto. Speriamo non si ammali gravemente questo Francesco Umile Papa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io oramai spero che non muoia presto. Perché penso che se dovesse morire ora, con l'aura di santo e l'immagine di amicone che ha acquisito, i cardinali, per non deludere la plebe, potrebbero eleggere un comico, tipo Beppe Grillo o uno come Niki Vendola.

      Elimina
    2. ...o addirittura lei Filippo.

      Elimina
    3. Oltre che di froci i sedevacantisti hanno gran fama di iettatori.

      Elimina
    4. allora toccati i coglioni... a no non puoi, scusa, non volevo infierire!

      Elimina
    5. purtroppo è anche il mio timore quello che non possa vivere abbastanza , se proprio dovesse accadere spero che il prossimo sia o Dolan o O'Malley , oppure per farvi incazzare per bene Schoemborn

      Elimina
  20. I Papi antichi vivevano nell'appartamento ufficiale del secondo piano, quello dove ancora oggi i Papi ricevono, e non avevano bisogno d'altro; i Papi del Novecento per stare più ritirati hanno creato l'appartamento privato del terzo piano; a Bergoglio non basta neanche quello, per sembrare ancora più povero si ritira in una suite di grande albergo di sua proprietà. Non potrebbe, come i Papi antichi, vivere nell'appartamento ufficiale (certo, apparentemente più ricco perché artistico), quello dove deve "lavorare"? così potrà fare qualcosa di più concreto e meno appariscente per i poveri, dando loro i due altri alloggi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sapevo che prima del 1870 i papi risiedevano al Quirinale.

      Elimina
    2. I Papi risiedevano dalla fine del Cinquecento al 1870 principalmente al Quirinale (ma non solo) nel rispettivo appartamento nobile. C'è anche un prima, quando dopo al ritorno da Avignone stavano in Vaticano nel Palazzo di Niccolò V e poi in quello attuale. Dopo la presa di Roma, Pio IX e Leone XIII stavano appunto nell'appartamento nobile del Palazzo Sistino. Da lì il mio suggerimento, al di là della pedanteria storica: se quell'appartamento lo devi comunque usare (e Bergoglio lo usa), dai ai poveri gli altri due che sono superflui. Quod superest, date pauperibus. Così invece ha tre case, una dove vive, una inutile, e una di rappresentanza. Le moltiplica, quindi è pauperismo e non povertà

      Elimina
    3. Io sono povero. Può darlo a me.

      Elimina
    4. Preoccupati piuttosto del tuo demone.

      Elimina
    5. Io son povero e pure precario, farei sicuramente buon uso...!

      Elimina
  21. La versione dello stemma pubblicata prima aveva ancora i segni del pantone con cui era stata colorata. Era evidentemente un abbozzo. Ma i soliti quattro pistola non hanno perso l'occasione per attaccare il Papa su tutta la linea. E' chiaro che lo stemma è ora molto più bello e regolare, ma perdiana! era proprio necessario fare del complottismo idiota sulla stella a cinque punte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono pistola,hanno una sensibilità diversa dalla tua.
      In effetti in qualsiasi religione ,da millenni, vige il principio generale che ciò che viene innalzato da Dio non può essere abbassato.
      Per questo ,ad esempio, Papa Benedetto indossa ancora la veste bianca perchè la veste gli è stata data da Nostro Signore e non certo dal collegio dei cardinali.
      atronge

      Elimina
    2. Caro Anonimo delle 16,46 che ti devo dire? I sedevacantisti complottisti conoscono bene la simbologia massonica perchè ogni 15 giorni sono in Loggia a studiarli. Quando escono si inventano di tutto pur di cercare di gettare scompiglio nella Chiesa di Cristo.

      Elimina
  22. "che vadano a toccare il primato petrino"

    Guarda, Roberto, se c'è qualcosa che in questi giorni ha intaccato il primato petrino sono stati i molti pessimi commenti ai pessimi post di Enrico all'indomani dell'elezione di Papa Francesco. Purtroppo a bazzicare gli scalmanati si finisce per perdere l'equilibrio. Nel mondo tradizionalista è necessario fare una sana opera di pulizia, allontanando chi dà inutilmente scandalo dileggiando od osteggiando il Papa, pur salvando il legittimo diritto di critica esercitato nei limiti del rispetto per l'Autorità pontificia e della persona che la incarna. Un'opera di pulizia in questo senso andrà a vantaggio del genuino tradizionalismo (quello senza -ismo) e della Messa tridentina stessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi chiedo quanti veri tradizionalisti, o non invece troll, si nascondano dietro a interventi poco equilibrati proprio per screditare i tradizionalisti...

      Elimina
  23. Umiltà!Umiltà!
    Dopo una mezza giornata passata cercando di non commettere peccati ,ho capito che in fondo: chi mi credo di essere?
    Per umiltà adesso vado a fare schifo.
    E pure questi Santi e Martiri chi si credono di essere?!
    Sarebbero dovuti essere più umili e peccare a ripetizione così io non mi sentirei adesso in difficoltà quando devo fare le mie schifezze in umiltà.
    Bergoglio pensaci tu!
    atronge

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai atronge che a pensarci bene anch'io sono un pirla, sono anni che continuo ad essere fedele a mia moglie credendo (ma è solo orgoglio eh!) che posso anche così meritare il cielo.
      Adesso sai che faccio? Esco e mi vado a fare una bella botta di umiltà con la bionda che tutte le sere batte dietro l'angolo, che ne dici?
      Più Umiltà per tutti!!!!!

      Elimina
  24. Nel commentare questa notizia scandalosa della rinuncia all'appartamento papale sono stato censurato, nel commentare le immagini quantomeno anormali (per usare un eufemismo) di due "papi" vicini sono stato censurato. Devo scrivere "viva francesco" per potermi rileggere? Siamo dinnanzi alla realizzazione di un progetto ben delineato, intriso di ideologia e che marchierà indelebilmente la Chiesa nella sua vita futura. Chi fa finta di niente è colpevole oggi e lo sarà domani davanti a Dio. Chi fa l'indifferente (vero redazione?) per tenersi stretto l'orticello è ben peggio del popolo bue che esulta,per ignoranza, a queste pacchiane sceneggiate del sudamericano. A questo punto mi auguro una guerra interna e vediamo dove stanno i veri cattolici: il vescovello è tanto amato sui link di facebook, nelle trasmissioni di radio e tv, è amato dai masaniello in talare come don gallo e don farinella, è amato da scalfari e repoubblica. Insomma, è amato da chi non ama la Chiesa e ne sta fuori. Ma i fedeli, quelli veri, sono piuttosto tiepidi se non ostili. E non parlo solo di tradizionalisti. La storia ci ha insegnato che c'è un Papa soltanto in carica, il nostro è Benedetto XVI. Questo è un impostore che nemmeno ci tiene ad essere considerato Papa.

    Meo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai i tuoi deliri sono patetici. Armati, se vuoi, e vedremo la tua guerra... da operetta!

      Elimina
  25. ...potrei anche condividere, ma il fatto è che Benedetto XVI non è in carica....si è dimesso!....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho già spiegato in precedenti post - documentando le mie argomentazioni coi passi del diritto canonico - la rinuncia di Benedetto XVI non ha valore in quanto atto forzato. La cosa importante è che non si facciano cedimenti e non si ceda nemmeno di un metro: paradossalmente le "dimissioni" (invalide) di Benedetto XVI ci consentono ancora di respingere al mittente le imputazioni di chi ci accusa di essere scismatici o sedevacantisti. Chi vuole convincerci che siamo noi gli anormali deve essere sistemato con una semplice e banale constatazione: a riconoscere due papi, cioè una formula assolutamente atipica nella storia della Chiesa, sono loro. Noi ne riconosciamo uno solo, come tradizione insegna. Noi siamo pienamente in regola, a loro auguro buon Cammino..con Kiko. E' lì che li porterà il sudaca.

      Meo.

      Elimina
    2. Il sedevaticanismo inizia sempre con argomentazioni di diritto canonico fatte per respindere le accuse di sedevaticanismo. Peccato che tali argomenti partano dall'errata convinzione che il diritto canonico sia irreformabile e perciò inerrabile. La forzatura in questo caso è una sola ed è l'assolutizzazione di un diritto interno che, in quanto diritto, procede da una filosofia razionale di ordine pratico che non tocca minimamente né la teologia divina né la dogmatica. Come si possa pretendere pertanto di argomentare distruggendo dogmi pietrini usando uno strumento minore è quanto meno mistero della (diversa) fede.

      Elimina
  26. Ottima la scelta del vescovo di Roma di non andare ad abitare nel sontuoso (così dicono) e principesco appartamento del predecessore! Concordiamo!
    Non ricordiamo più dove abbiamo letto o sentito che intenderebbe riservare l'appartamento principesco per ricevere gli ospiti importanti. Se fosse vero, avrebbe a propria disposizione spazi superiori a quelli del suo predecessore (l'appartamento principesco e quello francescano di Santa Marta). Ma così non sarà, siamo sicuri che darà in comodato gratuito l'appartamento principesco ai poveri delle borgate romane.

    RispondiElimina
  27. Il papa bugiardo che mente pure sulla fidanzatina, fa di tutto pur di apparire più vicino alla gente.
    Primo viaggio in Brasile: ci andrà a nuoto? Non è umile prendere l'aereo!
    Chi è così ingenuo da vedere in tutto questo una sequenza di atti spontanei, frutto del carattere dell'uomo Bergoglio e non invece il tentativo di ricongiungere, in subalternità, il cattolicesimo al luteranesimo? Chi non ci vede il tentativo di distruggere a colpi di pauperismo incitati dall'opinione pubblica il primato petrino su cui la Chiesa di Roma si fonda? Il momento è proprizio proprio a causa della confusione provocata dalla rinuncia (forzata e quindi invalida) di Benedetto XVI.

    Viva il nostro Papa Benedetto XVI, martire ancora in vita e costretto all'infamia dell'esilio come Pio VII e Pio IX prima di lui, due grandissimi suoi predecessori.

    Meo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai a difendere Porta Pia, vai...

      Elimina
    2. Coi denti, coi denti la difenderei. Io non avrei obbedito al cessate il fuoco di Pio IX quel maledetto 20 Settembre 1870.
      Se non vi piace per niente la storia della Chiesa di Roma ma perchè non ve ne andate in qualche altra religione o vi create una bella setta evangelica? Al vostro vescovello piacciono tanto, vedrai che vi benedirà.

      Meo.

      Elimina
    3. Altro che difendere Pio IX, nel 1870 i bisnonni dei sedevacantisti erano ancora chiusi nel ghetto a parlar male del Papa come i loro bisnipoti continuano a fare.

      Elimina
    4. Andrea il tuo antisemitismo mi fa schifo. Ti definisci un tradizionalista ma quello che dici ti fa corrispondere più che altro allo stereotipo del tradizionalista, uno stereotipo che serve ai modernisti: lo usano per delegittimare tutto il mondo tradizionalista e togliergli voce.
      Sei patetico.

      Meo.

      Elimina
    5. Se non vi piace per niente la storia della Chiesa di Roma ma perchè non ve ne andate in qualche altra religione o vi create una bella setta evangelica?

      Mi hai rubato le parole di bocca. Perché non lo fate Meo?

      Elimina
    6. TRADIZIONALISTA28 marzo 2013 01:29

      Sedevacantisti se i vostri antenati falegnami hanno fatto la Croce su cui è stato crocefisso NS non è che lo devi fare pesare a tutti.
      I sedeprivazionismo come l'arianesimo,il marcionesimo,i neocat e molte altre eresie antiche e recenti sono in effetti frutto di conversioni fatte male o senza convinzione da parte degli antenati degli eretici.

      Elimina
    7. Taci tu che discenderai dallo stupro di qualche lanzichenecco. Io ho la fortuna di avere le radici nella capitale dello Stato della Chiesa da generazioni, tu invece da chissà quale regione scriverai. Complimenti per il vostro ignobile antisemitismo, ormai siete delle ridicole macchiette sulla falsariga dei nazisti dell'Illinois. M'immagino un minuto prima di schiantarsi Tradizionalista confessare a minstrel che lo ha sempre amato!

      Meo.

      Elimina
  28. Consummatum est,
    Amen.

    RispondiElimina
  29. Dio santo che confusione! Commenti, risposte, controrisposte, ognuno dice la sua, chi la vuole cotta e chi cruda, Papa di qui e Papa di là, dovrebbe far questo e dovrebbe far quello, non dovrebbe fare cosi e dovrebbe fare cosi... ma un po' di silenzio proprio no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I deliri dei criptosedevacantisti, completamente scoppiati dopo le dimissioni di Benedetto XVI, sono materiale da esorcista ormai, ma credo che a monte vi sia una componente psichiatrica da non trascurare.
      W la Tradizione Cattolica, W Papa Francesco

      Elimina
  30. Antipapa Francesco vicario di lucifero. ora ha cambiato la stella da 5 a 8 punte nel suo stemma. Le otto punte della stella sono un segno esoterico massonico che rappresente lucifero. D'altronde di massoneria se ne intende visto che è un membro del Rotary Club di Buenos Aires.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non era quelle a cinque punte quella massonica? Sono sicuro che non andrebbe bene neanche la stella della Mercedes!

      Elimina
    2. L'autore di questo post è uno spostato,malato di mente, celebroleso, figlio prediletto del diavolo....

      Elimina
    3. Guardi che è Bergoglio membro del Rotary Club non io. Quindi tragga le sue conseguenze su chi è figlio prediletto del diavolo se lei non è celebroleso

      Elimina
    4. scusate ma vi sembra il caso di rispondere a commenti simili? Dite piuttosto una preghiera di liberazione per le anime possedute di questi sedeprivazionisti.

      Elimina
    5. Il Papa c'è ed è SOLO BENEDETTTO XVI

      Elimina
    6. se fosse lui, cambierebbe ben poco, sono due modernisti lui e Francesco. ma siete stati così abbagliati dal fanone che avete dimenticato come era il Papato prima di Paolo VI, e avete preso ratzi come nuovo anno zero. Mi sa che è riuscito nel suo intento.

      Elimina
    7. Ma come osi - su un blog cattolico - usare un tono così sprezzante verso il Santo Padre, Capo della Chiesa di Dio e Vicario di Cristo? Un buon cattolico obbedisce e rispetta sempre il Papa.

      VIVA IL PAPA! VIVA BENEDETTO XVI!
      Meo

      Elimina
    8. ma anche tu non sei a posto, il Papa è Francesco, ovvero il gemello sudamericano di ratzinger, che nemmeno tu rispetti. Nessuno dei sue crede nel papato, credono nella collegialità. Poi se per te il Papa è Ratzinger, per me è Giovanni de Medici, ognuno sceglie tra gli ex il preferito

      Elimina
    9. Piccolo particolare: Giovanni De Medici è morto nel Cinquecento, Benedetto XVI è vivo e vegeto. Non scelgo il Papa che preferisco, mi tengo quello che Dio ci ha mandato. Nel nostro caso, Benedetto XVI.
      Per inciso: se Bergoglio fosse stato eletto nel 2005 (per fortuna non è stato così perchè è sempre Dio a fare la scelta finale in un VERO Conclave) e oggi si fosse dimesso aprendo le porte all'elezione di Ratzinger, io non avrei riconosciuto l'elezione di quest'ultimo che pure ammiro incondizionatamente. Ovviamente, a meno che la rinuncia non fosse stata fatta volontariamente al contrario di quanto è invece successo nella realtà a danno del nostro Santo Padre Benedetto.

      Meo.

      Elimina
    10. a meno che la rinuncia non fosse stata fatta volontariamente al contrario di quanto è invece successo nella realtà

      sooorryyy?!? 0_0

      Elimina
  31. Nella mia parrocchia di origine si venera una prodigiosa immagine lignea della Madonna della Stella. La stella è collocata in cima ad una verga a mo' di scettro/pastorale. La stella è a 8 punte (retaggio bizantino) e da secoli anche la coroncina a lei dedicata prevede 8 postine.

    Praecentor

    RispondiElimina
  32. Non sono bastati il ciccione veneto nè lo smilzo lombardo a distruggere millenni di tradizione. Non ci riuscirà nemmeno il poverello della Pampa.
    Il Signore dopo aver visto cosa hanno combinato alla sua Chiesa quelli che parlavano di "fumo di Satana" guardandosi allo specchio ci ha mandato in dono Benedetto XVI prima come teologo sotto Wojtyla poi come Capo della Sua Chiesa. Il braccio di ferro con Satana è in corso ma il Bene vincerà ancora una volta. Noi soldati del Bene sappiamo da che parte sta il Signore. Mi piacerebbe dire Deus nobiscum se quei porci nazisti non avessero rovinato questo meraviglioso motto. Allora "SI DEUS NOBISCUM, QUIS CONTRA NOS".

    Meo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eppure è proprio il tuo linguaggio che è nazista... (e anche la tua testa). Meglio essere atei che cattolici come te...

      Elimina
  33. Scusate... la domanda provocatoria. Ma se il papa viene chiamato Santità che serve che sia reso Santo dopo? Non credo che i primi cristiani chiamassero Pietro Santità o che lui si lasciasse chiamare così....! Poi chi è degno di essere chiamato Santità? Solo Dio

    Non nobis Domine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. San Pietro indossava la mozzetta?Non credo.
      Attenzione agli archeologismi, tipici tanto dei protestanti quanto dei sedevacantisti.

      Elimina
    2. Quanto mi ha rotto le palle 'sto Andrea. Sei stato molestato da qualche sedevacantista quand'eri piccolino? Comunque i sedevacantisti - e non ci vuole una grande conoscenza etimologica per capirlo, basta un pò d'intuito - sostengono che i papi moderni sono illegittimi e che la sede è vacante. Per noi invece la sede non è vacante, c'è il Pontefice che fino a ieri voi contestavate (e quindi non riconoscevate) piazzandovi di conseguenza nella categoria dei sedevacantisti. Voi si, noi no. Se non ci fosse Benedetto XVI in vita io, col dolore nel cuore, riconoscerei il sudaca come Successore di Pietro. Ma fortunatamente Benedetto è vivo ed è ancora il Santo Padre, un incarico che si perde solo con la vita e non con qualche gioco di palazzo.

      Meo.

      Elimina
    3. facciamo come san Pietro e basta. Bergoglio a testa in giù nel circo di Nerone.

      Elimina
    4. Ma come potete pensare di avere il favore di Dio dicendo queste cose.. Pensavo foste pazzi, invece siete solo dei miseri stronzi!

      Elimina
    5. <>..tipico esempio di una cazzata uscita dalla bocca di uno stronzo senza cervello

      Elimina
    6. "facciamo come san Pietro e basta. Bergoglio a testa in giù nel circo di Nerone"...tipico esempio di una cazzata uscita dalla bocca di uno stronzo senza cervello

      Elimina
    7. sto portando certi ragionamenti alle estreme conseguenze, ma non ve ne accorgete

      Elimina
  34. Bellissima intervista all'allora cardinal Bergoglio, ora nostro amato Papa Francesco:
    http://conversazioniatavola.wordpress.com/2013/03/26/jorge-mario-bergoglio-gesuita/

    RispondiElimina
  35. TRADIZIONALISTA28 marzo 2013 01:01

    Le truppe di satana (cattocomunisti,sedevacantisti-lefebvriani,modernisti,veterocattolici,ecc..) sono in rotta e rimane loro solo l'insulto e la calunnia contro il Sommo Pontefice.
    Per quanto riguarda questa nuova corrente del sedeprivazionismo partorita in ambito "cripto-sedevacantista" secondo cui l'ultimo papa valido sarebbe Benedetto credo che sia l'ultimo strumento nelle mani del diavolo per gettare scompiglio fra le armate cattoliche romane.
    Forza Benedetto, forza Francesco, al rogo gli eresiarchi gallicani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si getta scompiglio a sostenere che c'è un Papa solo, invece chi fa passare per normale la coesistenza di due papi con uno che rifiuta anche il titolo e le onorificenze del caso fa chiarezza, vero? Patetici buffoni.

      Meo.

      Elimina
  36. "Tradizionalista", hai sbagliato dose di sedativo.

    RispondiElimina
  37. (rif. a coloro che straparlano di sedevacantismo senza sapere che cosa sia):
    il sedevacantismo è semplicemente un'OPINIONE, discutibilissima, ma solo ipotesi che per certi versi non sta in piedi.
    utili letture per chiarirsi le idee:
    Da dove viene questa opinione?
    Questa opinione è derivata dalla gravissima crisi che è presente nella Chiesa a partire dall’ultimo Concilio, crisi che Mons. Lefebvre chiamava giustamente la «terza guerra mondiale». Questa crisi ha come causa più grave il fallimento dei romani pontefici che insegnano o permettono che si diffondano gli errori più gravi sull’ecumenismo, la libertà religiosa, la collegialità, ecc.


    art. su unavox.it firmato da Dominicus, che dovrebbe chiarire le idee confuse, leggendo attentamente il testo, dove si ricorda che Lefebvre non seguiva l'ipotesi sedevacantista.
    Poi se certi tipi continuano a rimestare nel torbido, alimentando l'ignoranza generale, c'è poco da fare....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In che data cade sul calendario San Lefebvre?

      Elimina
  38. A che serve questo gran bailamme che TUTTI, voi TUTTI che alimentate questo blog state orchestrando? Perché non vi date TUTTI una calmata? Sparate TUTTI a zero "l'un contro l'altro armati". Scagliate TUTTI la "prima pietra". Dov'è Cristo in tutto ciò?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristo è nella povertà di Papa Francesco, che ha tre case e sceglie la più povera (che è comunque una suite a cinque stelle) per darci l'esempio di limpidezza, e di come non apparire agli occhi del mondo

      Elimina
  39. In che data ti ricoverano in un reparto psichiatrico?

    RispondiElimina
  40. La data del ricovero al reparto psichiatrico la chiedevo a minstrel per la sua domanda psicolabile: "in che data cade sul calendario San Lefebvre?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 11 ottobre 1962.
      Punto.

      Elimina
    2. Chi non ha rispetto dei morti non merita di vivere.

      Elimina
    3. Io lo rispetto in quanto UOMO e creatura!
      Si ricordi che una battuta è al massimo applicabile a chi la battuta è rivolta e in questo caso è rivolta a lei solo anonimo! Il resto è FONDAMENTALISMO puro, così come tracciato dalla Pontificia Commissione Biblica!
      Amplificare la battuta da parte di una persona che palesemente muta in idolo un uomo che fra le tante cose è ricordato anche per non aver preteso nulla se non seguire la sua coscienza DI UOMO significa due cose:
      - anonimo è l'unico a non rispettarne la memoria
      - anonimo non ha senso dell'umorismo

      Che io non meriti di vivere può deciderlo solo chi non è come me e cioè una creatura.
      Lei anonimo è come me. Nella sostanza TOTALMENTE come me. Mi dispiace per lei, ma è solo una creatura. Come me.
      Con questa affermazione ridicola si è appena dimostrato contradditorio e come tale si è dimostrato estraneo al logos ordinatore divino.

      Se sente un rumore, sono io che le batto le mani: complimenti!

      Elimina
    4. mistè, attacchete a sta Commissione e tira forte

      Elimina
  41. Secondo me il problema dell'appartamento è solo una questione di sicurezza al fine di evitare fughe di notizie.
    L'unico modo per sfuggire allo spionaggio vaticano è "mimetizzarsi tra la folla", avete idea di quante microspie ci possono essere li dentro? E non ci si può neanche fidare delle squadre di bonificatori, sono i primi ad installarne di altre.

    RispondiElimina
  42. Sono sempre più convinto che girino sul blog un'accozzaglia di modernisti travestiti da tradizionalisti che usano gli stereotipi di questa categoria e tentino di discreditare in ogni modo i veri tradizionalisti. Il loro obiettivo è quello di condizionare i tradizionalisti più tiepidi paventando la minaccia di una scomunica o comunque di un'esclusione dalla Chiesa per chi non accetta sommessamente el gaucho di Santa Marta. Non fidatevi di questi prezzolati individui che peraltro, per inficiare il mondo tradizionalista utilizzano leitmotiv squallidi come l'antisemitismo o come l'abuso di latino convinti che siano caratteristici di questo mondo. Benedetto XVI col gesto della rinuncia e (aspetto trascurato inizialmente ma che ora ci appare molto più chiaro) con la scelta del titolo di Papa emerito ci consente oggi di sentirsi dentro la Chiesa, anzi, di fungere da baluardo interno contro le derive eversive di Bergoglio e della cricca corrotta che ha avvallato la sua usurpazione. Se, da buoni cattolici, non riuscite ad accettare l'idea di "due papi" e del vescovello che piccona millenni di tradizione siete pienamente nel giusto. Non dipende dalla vostra testa ma dalla storia millenaria della Chiesa di Dio che voi volete rispettare e questi altri vogliono invece abbattere consegnare la vittoria postuma al loro "profeta" Lutero. Non bisogna mollare nemmeno un centimetro di fronte a questi falsari!

    Meo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meo, ma il "vostro" Papa ha piegato il capo in piena obbedienza al suo presunto successore o no?
      E se Benedetto XVI non producesse più, d'ora in poi, atti magisteriali (e non vedrei come potrebbe), ma continuerebbe tranquillo la sua vita seguendo quanto dice Papa Francesco (come sta facendo tutt'ora... non mi pare che si sia rifiutato di vedere il Sig. Bergoglio, no?), voi seguireste il suo esempio? E se dovesse produrre altri libri (come quelli molto belli sul Gesù storico), quello diventerebbe automaticamente vostro magistero, anche se - come indica nel suo 2° libro - dice che l'ultima cena di Gesù quasi sicuramente non fu pasquale (bella diatriba quella, già)?
      No, quello non è magistero. Va bene. E allora produce magistero con cosa? Encicliche? Ma su che base visto che è lui il primo ad aver rinunciato a poterle promulgare?

      Elimina
    2. Pio VII durante il periodo di prigionia sotto Napoleone non produsse più encicliche fino al 1814 cioè dopo la Restaurazione. Forse in quel periodo smise di essere Papa? Non credo proprio. Il "vostro" Papa non è forse anche il tuo visto che ai vostri occhi è emerito,si, ma pur sempre Papa? Dall'alto della vostra saccenza e della sicurezza che vi garantiscono i mass media non vi rendete conto che nella contraddizione più atroce ci siete finiti voi e non noi.

      Meo.

      Elimina
    3. Il nostro Papa "emerito" ha piegato il capo in piena obbedienza al suo presunto successore o no? Non ha deciso lui "in piena libertà" il passo indietro rinunciando al soglio? Perché dovremmo concedere al fatto di essere "emerito" più di quello che lo stesso Papa emerito ha chiesto quando ancora era Papa regnante e cioè dichiarando di "rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro"? Quel emerito è nato DOPO il fatto e in base a precise logiche attuate da canonisti, logiche che presuppongono lo scioglimento del ministero pietrino legato a Benedetto XVI.
      Giustificarsi con un'amplifcazione del lessico giuridico senza tener conto dell'ambito ove quel lessico è scaturito m'appare come errore formale e logico.

      Elimina
    4. Caro Minstrel, riconosco in te la correttezza intellettuale che non vedo invece in altri.
      Credo di averti catalogato troppo precipitosamente nella lista nera dei vigliacchi di cui IlNuovo è capofila, di questo me ne scuso.
      Visto che il dibattito si fa interessante, non sto lì come i nostri avversarsi a far finta di non aver letto l'obiezione ma tento di rispondere. Come ho già spiegato in altri post precedenti la rinuncia di Benedetto è invalida come stabilito dal canone 332 circa il Sommo Pontefice e dal 188 circa l'Ufficio ecclesiastico contenuti nel Canone Canonico.
      La notizia dell'uccisione imminente di Benedetto uscita l'anno scorso, notizia che ha trovato conferme in altissime sfere vaticane, fa rientrare pienamente quanto avvenuto l'11 febbraio in quanto il passo qui sotto tenta di scongiurare:

      "Can. 188 - La rinuncia fatta per timore grave, ingiustamente incusso, per dolo o per errore sostanziale oppure con simonia, e nulla per il diritto stesso."

      Benedetto XVI tenendosi il titolo di Papa Emerito, ben consapevole della gravità che una tale denominazione avrebbe creato ha voluto dare un segnale forte. Chi non sa coglierlo o è cieco, o è un ingenio o è in malafede.

      Meo

      Elimina
    5. Grazie Meo. Ammettendo che il codice di diritto canonico sia un dogma irreformabile (e non lo è), allora la domanda è sostanzialmente una: come fa a sapere che Ratzinger ha rinunciato per timore grave? E se la notizia dell'uccisione imminente fosse vera mi spiega dove sarebbe incussione INGIUSTA? Era giusta!
      E se la notizia fosse falsa (e il fatto che non sia avvenuto non significa nulla) chi stabilisce che non è "timore grave ingiustamente incusso?".
      Lei al riguardo non può deciderlo. E nemmeno i monsignor Donald Sanborn o chi per essi!
      Il Codice è promulgano da Giovanni Paolo II sulla scorta del Vaticano II. Lo stesso che raccomandava, per prevenire letture distorte, di leggere il CIC in parallelo con i documenti conciliari e le Sacre Scritture. E proprio per prevenire letture distorte da parte di persone pur competenti la costituzione Sacrae disciplinae leges creò la Pontificia commissione per l'interpretazione autentica del codice di diritto canonico. Commissione che non ha esternato dubbi.
      E anche questo è diritto canonico. E lo è in forza di una lettura simile a quella richeista dallo stesso firmatario del Codice (Giovanni Paolo II) e del metodo classico di lettura della giurisprudenza in ambito di diritto.

      Conclusione: la logica mi pare propendere nel ritenere che Benedetto XVI, sentiti i canonisti o studiato il caso, abbia rinunciato in modo perfettamente lecito.

      In caso contrario forse avrebbe perfino potuto variare il codice stesso!
      Chiaramente si sarebbe detto che lo faceva perché spinto da massoni prepotenti che lo volevano fuori, ma questo non avrebbe collimato (esattamente come il suo caso) con le dichiarazioni stesse di Benedetto! Sarebbero pertanto solo deduzioni fallaci che si sciolgono nel confronto con il reale. Deduzioni che purtroppo provano (questo si) la totale sfiducia di molti nei confronti della Chiesa vaticana e negli uomini che oggi sono chiamati a gestirla. E forse dimostrano anche come in fondo non si abbia fiducia nemmeno in Benedetto XVI, il quale - per ammettere il caso - ha per primo mentito a sé e ai fedeli dichiarandosi totalmente "libero", per giunta in un atto di Magistero.

      No, non sono d'accordo.

      Elimina
    6. PONTIFICIO CONSIGLIO PER I TESTI LEGISLATIVI
      Alcuni link
      http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_councils/intrptxt/documents/rc_pc_intrptxt_pro_20020604_it.html

      Competenze:
      http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_councils/intrptxt/documents/rc_pc_intrptxt_pro_20020604_it.html#III.%20Competenze

      "'Fino alla sede vacante, il Santo Padre può modificare le procedure relative all'elezione del Sommo Pontefice. Dopo l'inizio della Sede vacante, è la Congregazione dei cardinali che deve stabilire il giorno d'inizio del Conclave". A confermarlo è stato, stamattina, mons. Juan Ignacio Arrieta, segretario del Pontificio consiglio per i testi legislativi
      http://www.asianews.it/notizie-it/Partecipare-al-conclave-per-i-cardinali-%C3%A8-un-dovere-e-chi-tenta-di-impedirglielo-%C3%A8-scomunicato-27218.html

      Si cerchi cosa disse quella commissione insomma. Commissione che si può sempre criticare e prova ne sono i bei post apparsi su magister:
      http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1350457
      http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2013/03/10/ancora-sulla-rinuncia-del-papa-e-sulla-sua-designazione/

      ecc

      buona pasqua a tutti!

      Elimina
    7. E basta con queste citazioni altisonanti!!!
      Più umiltà per tutti!!!
      Le scomuniche appartengono al passato, voi neomodernisti che minacciate scomuniche senza averne l'autorità siete anacronistiche pustole piene d'orgoglio.
      Lo stesso Francesco vi schiaccerà come brufoli.
      Leggete qui:
      http://it.radiovaticana.va/news/2013/03/26/messa_in_coena_domini:_il_papa_laver%C3%A0_i_piedi_a_ragazzi_d/it1-677014

      non tanto per le (pochissime e quindi discriminate donne) ma per i non battezzati presenti alla lavanda dei piedi.

      Signore e Signori, vi annuncio che la Chiesa non esiste più, le fedi sono tutte uguali, pertanto anche la religione sedevacantista ha pieno diritto nel pantheon sincretista.

      Si salvi chi può.

      Elimina
  43. Che si facciano avanti quei vigliacchi de IlNuovo, di Dario, di Andrea, di Tradizionalista, di Minstrel. Sono qui ad aspettarli: sguaino la mia spada dialettica. Sapete dire altro a parte invocare esorcisti e la Neuro?Il povero Andrea che ha ribattuto dicendo "la chiesa è una Monarchia" alla mia risposta "E' una monarchia,appunto, non una diarchia nè una democrazia" si è andato a rintanare nel suo Redemptoris Mater a piangere da padron Kiko. Vi aspetto, non mi fate paura: i vostri insulti mi lusingano, le vostre infamie le porto sul petto come medaglie.

    Meo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rifodera la spada, non so qui per far la guerra a creature uguali a me, ma per capirci qualcosa di questo universo chiamato dagli esterni "tradizionalista" e dagli interni (spesso, non sempre) "unico modo assoluto di essere la Chiesa di Dio".
      Non so se sa che il sottoscritto scriveva con profitto su queste pagine già 1-2 anni fa (lei non l'ho mai letta ai tempi, pertanto per quanto mi riguarda: benevenuto!); e spesso mi è capitato di ringraziare le persone con le quali ho discusso.
      Persone che ora non ritrovo più. E ne capisco anche il motivo...

      Elimina
    2. E la maggiore anzianità sul blog le dà diritto a concedere patentini di "tradizionalismo"? Io da una parte leggo tesi argomentate e che sarebbero state unanimi se esposte ancora il 10 febbraio, dall'altra leggo insulti, un indebito utilizzo del latino, richieste di psichiatri ed oltraggi ai morti. Proprio perchè siamo creature uguali io la morale da voi non l'accetto così come non accetto l'accusa di sedevacantismo.
      Apprezzo in ogni caso la moderazione del suo post e le riconosco una sufficiente dose di buon senso rispetto ad individui luciferini come Ilnuovo.

      Meo

      Elimina
    3. onore a te meo che tanto ti batti contro questi meschini. viva Papa Benedetto

      Elimina
    4. Nessuna pretesa di patentino illogico, solo una puntualizzazione che noto con piacere ha colto.
      Per ilresto mi unisco volentieri al coro da cantante qual sono: viva il Papa emerito (e venerabile!) Benedetto!
      E ancor viva e regni Papa Francesco.
      Spero apprezziate il fatto di non aver scritto "Vescovo di Roma", ma Papa. A me non fa problemi naturalmente, ma so che potrebbe farvene a voi. ;)
      Un abbraccio a tutti.

      Elimina
    5. ..meno male che ci sei tu meo che se stavamo ancora dietro ai cuor di gazzella come enrico stavamo freschi qua..

      Elimina
    6. Perché usi il plurale? E' risaputo che tutti questi nick fanno riferimento a quello di Simon de Cirene, il troll di casa.

      Elimina
  44. Che pletora di chiacchieroni in questo blog!
    Ma che ve ne farete di tutte queste disquisizioni saccenti quando starete per esalare l'ultimo respiro?

    RispondiElimina
  45. Caro blogisti, siamo alla vigilia di Pasqua e vi chiedo: il "polvere eri e in polvere ritornerai" del giorno delle Ceneri l'avete dimenticato? La vostra bocca dalla quale esonda un fiume di sproloqui era polvere e in polvere ritornerà. Le vostre parole sno polvere. Vergognatevi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non possiamo, sarebbe un eccesso d'orgoglio. Bergoglio. Badoglio.

      Elimina
  46. Um respeitado autor brasileira, Dr. Arnaldo Vidigal Xavier da Silveira, tem um estudo interessante sobre o magistério pontifício, no qual diz que o magistério ordinário é orgânico, isto é, o papa ensina por gestos, sinais, atitudes etc. O novo bispo de Roma frei Bergoglio com suas atitutes ensina o erro do miserabismo e do conciliarismo.
    Só falta fechar o Vaticano ou transformá-lo em museu e mudar-se para a cúria do Latrão e andar de clergman pelas ruas de Roma.

    RispondiElimina
  47. ...E adesso laverà i piedi anche a una musulmana. Mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che questi gesuiti sono di un'ignoranza colossale.
      Ma lo sà la bergoglio che i mussulmani che partecipano ad un rito di un'altra religione sono passibili di morte a meno che non dimostrano che erano in grave pericolo o stato di coercizione?
      Non mi sembra un fatto distensivo nei confronti dei saraceni.
      atronge.

      Elimina
    2. atronge lascia perdere, forse siamo davanti all'anticristo in persona e non lo sappiamo.

      Elimina
    3. atronge meo filippo grazie per quello che scrivete...ormai siete rimasti solo voi a dire in pubblico quello che la maggior parte di noi sostiene...peccato perchè i primi giorni enrico sembrava avesse scelto la strada giusta...avanti cosììì

      Elimina
  48. Ma figurati! sai come gongoleranno i musulmani di fronte a un papa che bacia i piedi a uno/a di loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me non più di tanto.
      A prescindere dal simbolismo ,i saraceni possono vedere nell'atto una sorta di apostasia forzata.
      Sicuramente non gongolano i Martiri di Otranto.
      atronge.

      Elimina
    2. Per "anonimo del 28 marzo 2013 ore 16.02"
      I Gesuiti saranno di un'ignoranza colossale (come affermi tu) ma tu non conosci la lingua italiana visto che scrivi: "Ma lo sà Bergoglio che i mussulmani---omissis...)
      Sa si scrive SENZA L'ACCENTO. CAPITTO MI HAI?

      Elimina
  49. Anch'io ero un "amicone" dei miei impiegati (ero direttore di banca) ma le mie capacità, lavorative e personali, mi avevano fatto guadagnare "AUTOREVOLEZZA" e non ho mai avuto problemi con i Dipendenti.
    Sono certo che Papa Francesco godrà di autorevolezza fra le persone in buona fede e verso "le altre" avrà pugno di ferro!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.