sabato 16 marzo 2013

Maleducazione al Soglio di Pietro

Mons. Guido Marini, prossimo al licenziamento


Mons. Guido Marini e tutti i cerimonieri prescelti da Papa Benedetto XVI sono stati esonerati in vista della cerimonia per la Messa di 'inaugurazione' del nuovo vescovo-di-Roma. Ne faranno le veci i francescani della Verna; un modo ulteriore per il - gesuita - Bergoglio di darsi quella allure francescana cui i media tengono tanto, e lui di conseguenza.

Per quell'occasione Bergoglio, che per pauperismo non mette la croce pettorale d'oro (che c'è già, e quindi non costerebbe un copeco), non intende nemmeno utilizzare i paramenti di cui rigurgita la sacrestia di San Pietro (e che, pure, non costerebbero niente). Ha preferito commissionare - e pagare salato di conseguenza - un set di nuove casule per sé e per la pletora di coloro che secolui concelebreranno la kermesse: alla fazza delli poverelli cui si potevan destinare quelle somme, dovremmo dire se fossimo di quelli che seguono la logica pauperistica introdotta dal nuovo inquilino del Vaticano (e ricordate: il pauperismo sta alla povertà come lo snobismo alla nobiltà: il pauperismo è la caricatura ipocrita della sobrietà).

Ma quel che più dispiace, è il modo in cui egli ha trattato e tratta non solo la tradizione liturgica; non solo tutto quello che sa di "Papa Ratzinger", verso il quale sta dimostrando una mancanza di tatto ingiustificata e incomprensibile; ma soprattutto verso le persone.

Infatti giovedì, prima della Messa alla Sistina, al povero cerimoniere Marini che in Sacrestia aveva preparato e gli porgeva gli abiti pontificali da sempre utilizzati dai Papi in quella circostanza (si trattava in fin dei conti della conclusione del conclave e della prima Messa del neoeletto), Bergoglio ha risposto sprezzante: "Quella roba se la metta lei, Monsignore. Il tempo delle carnevalate è finito". E ha così indossato la squallida casula che il mondo gli ha visto addosso. Quest'attitudine non è in fondo che la prosecuzione dello show down contro Marini subito prima di apparire al balcone di San Pietro e riferito dai giornali.

Queste le parole. Un superiore che si rivolge ad un sottoposto - che sta semplicemente facendo il proprio mestiere - in modo così sprezzante, e insultante per lui, per Papa Benedetto e in fin dei conti per i Papi di vari secoli che quegli "abiti da carnevale" hanno sempre indossato, ben più consci della loro funzione che l'attuale loro successore, si commenta da sé.

Quando leggete sui giornali dei modi garbati di Bergoglio, che saluta con buona sera e chiede permesso, sappiate dunque che non è tutto.

Su una cosa Bergoglio ha ragione: è molto diverso dal signorile Benedetto XVI. Che si trovò un cerimoniere agli antipodi della sua sensibilità (Piero Marini) e attese due anni - non due giorni - prima di sostituirlo, senza rifiutarsi nel frattempo di indossare i paramenti giallo-canarino, verde-pisello o blu-evidenziatore che la perversa fantasia cromatica del vecchio Marini riusciva ad escogitare, in aperta contraddizione con tutto quello che aveva sempre detto e scritto il Papa liturgista. Non solo: Benedetto attese di trovare prima una nuova collocazione a Piero Marini che aggradasse a quest'ultimo, il quale rifiutò l'offerta di una diocesi e accettò solo la nomina a Presidente della Commissione per i congressi eucaristici internazionali. Per Guido Marini, invece, temiamo fondatamente che il suo nuovo boss non avrà tanti riguardi, visto il buongiorno.

Ma ora i tempi sono cambiati e... pietà l'è morta.

Enrico

368 commenti:

  1. Risposte
    1. Tudo isto é confrangedor.

      Elimina
    2. Inouï! Incroyable!

      Elimina
    3. C'è un problema serio sul blog. Si da al Papa del maleducato? Vergognatevi e chiudete sta carnevalata giallo evidenziatore!

      Elimina
  2. Spero che tutto sia un brutto sogno e che,anche,visivamente,si ribadisca la continuita' col Papato di sempre.Si legge di prossimi provvedimenti letteralmente terrificanti.Una rottura,in questo senso,porterebbe alla CRISI della Chiesa Cattolica Romana.Amici,il momento e' serissimo!E' un segno di Ultimi Tempi!Preghiamo tantissimo...

    RispondiElimina
  3. Qual è la fonte da cui avete tratto quella frase incredibile per la sua volgarità e violenza? Mi sembra incredibile che il papa abbia trattato mons Marini come una volta i padroni trattavano il personale di servizio, cioè da servi, con brutalità verbale e fisica. A quando gli spintoni?

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Pare Boffo. Giudica tu l'attendibilità.

      Elimina
  5. I paramenti tradizionali possono aver senso durante la messa VO ma nella messa post-CVII non sono necessari. Tra l'altro è qualcosa che la stragrande maggioranza dei fedeli approva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La stragrande maggioranza dei fedeli (almeno stando a statistiche e sondaggi) approva tra l'altro il matrimonio dei preti, l'ordinazione delle donne, l'uso degli anticoncezionali e via dicendo...

      Elimina
    2. 1) I parametri tradizionali hanno "senso" in tutte le Messe, così come è possibile celebrare "VO" anche con la casula (esclusi certi orrori, che altrimenti non tornano i conti...)
      2) In ogni caso non esiste che i paramenti abbiano "senso" in un rito o nell'altro... è fuori di logica (a meno che non parliamo di una logica prettamente estetica, cosa di cui però solitamente sono accusati i "tradizionalisti")
      3) Interventi come quello a cui rispondo, senza nulla avere contro Il Nuovo che forse è stato un po' affrettato, sottolineano una "ermeneutica della rottura" tra VO e NO
      4) I fedeli approvano: quali fedeli? E da chi sono stati educati?

      Piccardo Fiordiligi

      Elimina
  6. Signori si nasce. Ma anche cafoni.

    RispondiElimina
  7. Questo vescovo pieno di boria non ha nulla a che vedere con il poverello d'Assisi e condurrà la chiesa di Cristo ( non sua)
    alla completa deriva. Invochiamo S. Michele Arcangelo.
    Hanno cercato di nascondere Fatima, ma non si può far tacere la Madre di Dio, i fatti lo dimostrano.
    In coscienza, fra non molto dovrò non ascoltare più il vescovo di Roma per rimanere cattolico.

    Le scritture avevano previsto tutto questo!
    Viva Cristo Re e Maria, Madre nostra, per volonta di Dio,Regina.

    RispondiElimina
  8. Tra l'altro 14 inservienti ed il conto è presto fatto:
    Turiferario e accolito con la navicella (2)
    Crocifero e ceroferai (3)
    Ministranti all'altare (2)
    Diaconi (almeno 2)
    Mitra e Pastorale (2) totale 11 (ed ho fatto una stima al ribasso e ci siamo quasi...

    comunque va tenuto conto che nella Messa di Natale del 2012 vi erano 16 ministranti:
    http://www.pccs.it/tj/christmas/2012/Dossier_Natale_2012.pdf

    Mi sembra che si stia correndo davvero troppo...

    RispondiElimina
  9. Senti "Nuovo",di c....te se ne dicono tante,le dico anche io...Ma tu sei bravissimo a surclassarci tutti...I paramenti post CVII...Tse'!

    RispondiElimina
  10. A me 'sta storia della rispostaccia del Papa mi pare una bufala... Mai parlare per sentito dire, e' un peccato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  11. Poi non è affatto una novità che a servir Messa siano chiamati membri di Ordini religiosi... qui si fa davvero un processo alle intenzioni.
    Bisgna piuttosto pregare per il Papa!!!

    RispondiElimina
  12. http://www.stamptoscana.it/articolo/toscana/papa-francesco-chiama-in-vaticano-i-frati-de-la-verna

    RispondiElimina
  13. Spero le cose non stiano così, specialmente sulla maleducazione. Per il resto mi sembra stia esagerando con la storia della povertà....credo se ne siano accorti pure in vaticano. Cmq saranno importanti le nomine vescovili più di quelle curiali. Anche se è migliore di quello che pensavo-non è progressista da un punto di vista teologico e nemmeno culturale- continuo a pensare che non sia stata la scelta più giusta.

    RispondiElimina
  14. Se ama tanto il "francescanesimo" il Santo Padreo può rivolgersi ai Francescani dell'Immacolata!
    Alf.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti rivelarci il tuo nome completo anziché creare confusioni con le iniziali di veri frati francescani dell'Immacolata?
      Ecco il messaggio del loro fondatore e superiore generale, preso dal loro sito:

      Messaggio a Papa Francesco

      Facciamo gli auguri al S. Padre, che ha preso il nome che del Santo che dal Crocifisso ha avuto la missione di riparare la Chiesa che stava crollando. Gli auguriamo di seguire le orme di tanti suoi santi predecessori per guidare il gregge di Cristo e portare tutti gli uomini alla salvezza eterna per la mediazione materna di Maria, cui si è voluto raccomandare da subito, e l'intercessione del suo santo patrono S. Francesco.
      In Corde Matris Coredemptricis
      P. Stefano M. Manelli, fi
      Ministro Generale Frati Francescani dell'Immacolata

      W il Papa!

      Elimina
  15. Questo articolo mi sembra totalmente fuori luogho e pieno di prejudizi. Non si può atribuire una frase al Papa senze dire le fonti, e anzi se l'avesse detto, ci sono molte forme e toni de dire qualcosa. Ma sopratutto il Papa è libero d'indosare i vestimenti liturgici che voglia dentro le norme liturgiche. Io ho visto l'intera messa con i cardinali, e il Papa non ha mancato le norme liturgiche. La vera maleducazione la trovo nel suo articulo.
    Per certo, è vero che il carnevale è finito, siamo nella quaresima.

    RispondiElimina
  16. confermo è tutto vero !!, non solo pare che non tolleri il coro della sistina e palombella sia vicino all'esaurimento.
    per la messa di martedi userà la sua mitria di sempre e le suore stanno adattando una veste per lui....è finita !! mi dispiace per Mons Marini perchè non merita questo trattamento....tornerà a Genova dove sarà accolto con tutti gli onori e la giusta educazione!!

    RispondiElimina
  17. Non è valida l'elezione di Bargoglio dato che non è stato valido il conclave per l'invalidità delle dimissioni, meglio dire "rinuncia", di Ratzinger. Per la validità di questo atto occorre che sia libero, laddove, a parte la forma, tutto rivela la pressione esterna. L'argomento anagrafico è inconsistente: Abramo generò a cento anni! Il frutto di questo pseudoconclave è stato un aborto. Bargoglio è un eretico. Non ha detto che è stato lo Spirito Santo a sceglierlo ma i cardinali. Aspettatevi il peggio. La liturgia l'ha distrutta già.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OK, fatti la tua setta.

      Elimina
    2. Esatto, tutti i sedevacantisti espliciti ed impliciti in libera uscita.

      Elimina
    3. La Sede sarà venduta come Museo all'Italia per sfamare i lupi seguendo l'esempio del cappuccino di Boston che lo ha fatto già con l'Episcopio. Il Caput Niger è proprio lui: dai gesuiti, che obbediscono al Papa nero, è venuto il colpo. La profezia si è avverata. Adesso aspettatevi un papa che si chiamerà senza pudore Gesù Secondo.

      Elimina

  18. Francesco di nome e di fatto ????? bo' a Lui l' ardua sentenza ..

    ne vedremo delle belle . ma chi sssssssssse ne frrrrrrrrrrrrrrrega !!!!!!!!!

    RispondiElimina
  19. Se quanto affermate è vero, mi devo preoccupare, perchè a parte la sensibilità liturgica che è differente da quella del suo predecessore, ed è normale Bergoglio ha preso messa nel 1969, l'altro nel 1951; quello che mi preoccupa di più è lo stile.

    RispondiElimina
  20. SIETE PAZZI, FUORI DI TESTA, INVASATI................ E VOI SARESTE QUELLI CHE PER MESI E MESI CI VOLEVATE INSEGNARE L'OBBEDIENZA AL PAPA, LA FEDELTA' AL SUO INSEGNAMENTO E FIN'ANCHE AI SUOI PENSIERI E DESIDERI? ANDATEVENE VIA SCIAGURATI!! ANDATEVENE CON I VOSTRI COMPARI DI SETTA A ECONE
    framp

    RispondiElimina
  21. Se fossi in Marini mi autolicenzierei piuttosto che stare a guardare la liturgua devastata ed essere trattato a pesci in faccia!! a quando la vendita del baldacchino del Bernini?? che amarezza.. spero solo che i fedeli alla tradizione pian piano si facciano sentire invece di stare a piangersi addosso per paura magari di veder loro revocato il Summorum Pontificum.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona parte dei tradizionalisti non brillano per iniziativa (più che sedersi ad un convegno non sanno fare) ed inoltre sono divisi in mille fazioni ( già sono pochi...).
      Comunque non sei Marini, stai tranquillo.

      Elimina
    2. "sono divisi in mille fazioni"

      QUESTO E' IL VERO NODO DELLA QUESTIONE.

      Elimina
    3. A il Nuovo: "se fossi in Marini.." periodo ipotetico, conosci l'italiano?

      Elimina
  22. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  23. "Sono duecento casule realizzate in tempi record. Gli artigiani dell'azienda napoletana sono in tutto una trentina."
    Duecento! Chissa! E quanto é que vai custar esta brincadeira neo-franciscana?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verranno venduti alcuni dei vecchi paramenti.

      Elimina
  24. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' dal 1062 che ripetete come un mantra "E' finita!" ma la Chiesa prosegue il suo cammino.

      Elimina
    2. infatti è risaputa la venerazione dei protestanti per la Vergine Maria

      Elimina
  25. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  26. Qualcuno Sa come far pervenire a Monsignor Marini il nostro sostegno???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto Reverendo Monsignor Guido Marini
      c/o Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice
      00120 CITTA' DEL VATICANO

      Elimina
    2. VIVA PAPA FRANCESCO16 marzo 2013 16:27

      Sì, ma fai presto, perché fra un paio di giorni a quell'indirizzo con il cavolo che riceverà lettere....

      Elimina
  27. finalmente vi siete tolti la maschera, andatevene nella sfigata settarella neodonatista di econe.


    RispondiElimina
  28. il Nuovo troll di me...a vattene nei tuguri che ti piacciono tanto. E portatici il tuo franceschiello e lavatevi i piedi a vicenda che ne avete bisogno

    RispondiElimina
  29. Vergognatevi!
    Chiudete questo pseudo-blog volgare!

    RispondiElimina
  30. "Saranno 14 i frati francescani che partiranno nei prossimi giorni alla volta della Basilica di San Pietro in Vaticano, per provare e riprovare tutti i movimenti del complicato rito, sotto la direzione dei 10 Cerimonieri Pontifici diretti da Mons. Guido Marini."

    Non avete capito il senso della notizia siete degli esaltati e la chiesa saprà fare a meno di voi sciò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Santo Poverello d'Assisi.
      I suoi fraticelli chiamati a fare questi noviluni,sabati,assemblee sacre ,delitto e solennità.
      Non sarà certo il vestirsi di sacco che nasconderà il fiume in piena dei peccati.

      Elimina
  31. Grazie anonimo delle 11:28.
    Motivo in più perchè tutti si vergognino!
    Confessatevi!

    RispondiElimina
  32. Senti chi parla.
    Le carnevalate le faceva Bergoglio quando si faceva "benedire" dai protestanti in ginocchio.
    A proposito:nella messa della Sistina dopo la consacrazione non si è inginocchiato: il Corpo del Signore è meno inmportante di una pseudobenedizione fatta da eretici.

    RispondiElimina
  33. Questo mio Papa è troppo attaccato ai simbolismi.
    Croce di ferro ,niente calze rosse,niente mozzetta e morte a pizzi e merletti!
    Francesco mii pare troppo formalista
    e cosa me ne faccio io dei suoi formalismi neofrancescani senza numero?
    Sono sazio di questi olocausti di cappe magne!
    Il sangue dei cerimonieri non lo gradisco!
    Le vostre chitarre elettriche e le vostre feste io detesto
    sono per me un peso
    sono stanco di sopportarli.
    atronge

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Atronge. Qui ti do RAGIONE.

      Elimina
    2. Concordo pienamente, ma moltissimi beoni se le bevono....mi sembra una scena gattopardesca

      Elimina
  34. Amici miei, attenzione però: che intervegnano i frati, non significa che Marini e gli altri cerimonieri siano de facto esautorati. Sono solo ministranti come gli altri seminarsiti romani che si susseguono nelle liturgie papali, coordinati sempre e comunque dal Mons. Maestro. Ciò cmq non toglie che per Guido, mite e cortese, Agostini etc, sia iniziato lo show-down e con loro la Liturgia Papale e con questa la Liturgia tutta.

    RispondiElimina
  35. Il fatto che non sia ancora disponibile il libretto circa la messa di inizio del ministeri petrino sul sito del Vaticano... è preoccupante...

    RispondiElimina
  36. Francisco de Borja (e non il santo gesuita d'evo tridentino...)

    RispondiElimina
  37. In Sistina giovedì secondo me Agostini piangeva di brutto. Mi ha fatto piangere a sua volta..

    RispondiElimina
  38. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  39. A proposito di carnevalate:
    http://opportuneimportune.blogspot.it/2013/03/sono-finite-le-carnevalate.html

    e anche:
    http://opportuneimportune.blogspot.it/2013/03/prelati-su-un-orlo-di-una-crisi-di-nervi.html

    RispondiElimina
  40. Se Mons.Agostini piangeva, era solo perché aveva il raffreddore... Ma finitela di scrivere scemenze e pregate! State sputtanando tutto, neanche all'asilo... Dio salvi la Tradizione dai tradizionalisti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è dell'isterismo, anche abbastanza spaventoso. Questo ciclo di post dovrebbe essere intitolato BERGOGLIO E PREGIUDIZIO. Veramente Mil sta sputtanando anni di piuttosto onorato servizio: si riprendono voces ac rumores della peggiore stampa comunista argentina, accusando il Papa di collaborazionismo, si cavilla su un richiamo al Cristo crocifisso, si amplifica a dismisura una notizia marginale per dare la stura a ogni genere di vituperio contro il romano Pontefice. Peccato.
      Non si vuol dire che Papa Francesco sarà un grande amico del mondo tradizionale, ma prima di partire con la sassaiola e gridare come i giudei infoiati il "Crucifige!", aspettiamo almeno qualche mese. Come si fa a parlare di stile e signorilità quando ci si comporta come dei bifolchi impazziti. Ma vi rendete conto o no?

      Elimina
    2. Grazie dell'intervento condivido in tutto framp

      Elimina
  41. Ma l'articolo su La Stampa dice che i Francescani della Verna saranno guidata dai cerimonieri pontifici, capeggiati da mons. Guido Marini. Dunque non è stato licenziato in tronco...
    Quali sono le fonti dell'articolo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In ogni celebrazione liturgica in Vaticano i Cerimonieri Pontifici, guidati dal Maestro, vengono coadiuvato da un gruppo di ministranti. Questi possono essere i ragazzi del Pre-Seminario San Pio X, spesso sono i giovani del Seminario Romano Maggiore o di altri Seminari o collegi presenti in Roma. Sovente poi, sono gruppi di Seminaristi o di Novizi o Religios che giungono da ogni parte d'Itala, ad esempio dal Seminario Lombardo o altri.
      Nulla di nuovo, quindi, che giungano a Roma i francescani de La Verna. Evidentemente il Santo Padre Francesco ha semplcemente scelto questo gruppo specifico per la Celebrazione Eucaristica di inaugurazione del Ministero Petrino. Niente di nuovo, niente di scandaloso, nessun licenziamento anzi tempo.
      La notizia diffusa nell'articolo oltre ad essere obiettivamente falsa, e sarà sufficiente attendere martedì per verificarlo di persona, è anche evidentemente tendenziosa.
      Fate a tutti la carità della verità.

      Elimina
  42. A me sembra che si stia esagerando. Non è papa nemmeno da cinque giorni e già lo si sta bollando in tutti i modi. Occorre tener conto che ha 76, una certa forma mentis, un retroterra culturale che non può cambiare immediatamente solo perchè è papa. Gratia naturam perficit, non destruit! Aspettiamo che impari anche lui a essere papa, certamente avrà un profilo diverso da Benedetto XVI, ma non vuol dire che sarà da meno. In più queste voci su Marini sono assolutamente false. Se così fosse avrebbe già provveduto a cambiarlo, invece è ancora li.
    In aggiunta, mi sembra che i toni che si stanno tenendo su questo sito non siano proprio di devozione filiale al Padre comune, chiunque Egli sia e qualsiasi cosa decida. Se non si può gioire, almeno per il momento - prudenza vuole - che non si giudichi il Vicario di Cristo, ma si accompagni con la preghiera. Imparerà anche lui ad essere papa, come Giovanni Paolo II, come Benedetto XVI e tutti gli altri. Papi si diventa, non si nasce...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione,però questo suo carnevale di simboli francescani ,se permetti, non promette bene.
      Il Poverello d'Assisi era uno dei pochi che si poteva permettere di entrare in mutande alla Casa Del Signore e poteva andare vestito esattamente come voleva perchè era santo.
      E' così santo Bergoglio da potersi levare la mozzetta rossa che simboleggia il Sangue di Cristo che leva il peccato da mondo da presentarsi perfettamente vestito di bianco???
      Sono solo simboli? E allora le preghiere che sono?
      Sono solo suoni delle corde vocali?

      Elimina
  43. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  44. Guardate il Papa e ascoltatelo invece di vaneggiare.
    http://www.repubblica.it/speciali/esteri/conclave-papa-elezioni2013/2013/03/16/news/papa_francesco_in_visita_a_ratzinger_oggi_incontra_i_giornalisti-54669361/?ref=HRER3-1

    RispondiElimina
  45. "Vorremmo chiedere al Card. Ratzinger se, col senno di poi, egli presenterebbe ancora le dimissioni, lasciando la barca di Pietro in mano a questi manigoldi. Perché le sciagure presenti, e vieppiù quelle che ci attendono, non sono state determinate dalla morte di un Papa, ma dalla sua abdicazione volontaria in un momento di tempesta. Voglia l'Onnipotente Iddio, che legge nel recesso dei cuori, accogliere la resipiscenza di oggi e perdonare la pavidità di ieri."
    Baronio, "Opportune Importune".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possa Iddio portare pace a Baronio e lo liberi dalla rabbia e dallo sconforto che lo pervadono.

      Elimina
    2. VIVA PAPA FRANCESCO16 marzo 2013 16:32

      Quando chiesero a Celestino V la setssa csa, Bonifacio VIII lo fece imprigionare. fai te....

      Elimina
  46. Ci stiamo comportando da beceri idioti.... Enrico cancella tutto ti prego, noi siamo certamente osservati speciali. Più ci dibatteremo più offriremo spunti per la violenza nei confronti della tradizione, violenza che comunque fino ad adesso non c'è stata. Bergoglio ha in mente un programma comunicativo che devo dire sta facendo breccia in molte persone.
    Quindi prudenza e diplomazia. Starnazzare non rende servizio alla causa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti preoccupare, il Papa ha ben chiaro chi sono certi psicotradizionalisti tanto che ha limitato le messe VO a Baires dove tra costoro si nascondono molti simpatizzanti e collusi con la dittatura.
      Chissà Silente come sta in questi giorni...

      Elimina
    2. E invece io starnazzo.
      Se il Signore ci giudicasse per i nostri peccati chi potrebbe sopravvivere?
      Almeno i tradizionalisti offrono al Signore il loro nulla fatto di pizzi e merletti ed incomprensibili preghiere in latino.
      I progressisti (tirchi da far vomitare)nemmeno quello!!
      Le preghiere si devono capire dicono in molti.
      Ma chi le deve capire?
      Forse nostro Signore non capisce già tutto ,gli dobbiamo forse spiegare qualcosa ?
      atronge

      Elimina
    3. Sto benissimo, carissimo Il Nuovo, e così spero di Lei. E' la Chiesa che non è messa molto bene. Ma vedo che lei ci gode. Si diverta pure, fin che può. Comunque, non s'illuda: Le ho risposto per pura cortesia, ma il nostro colloquio inizia e finisce qui. Lei è modernista e comunista e, in quanto tale, scomunicato. E il dialogo con persone come lei mi risulta sgradevole.

      Elimina
  47. Chissà quando vedremo un tendone da circo issato sul baldacchino del Bernini.bargiglio potrebbe anche vendere ai tradizionalisti (tanto si sa sono pochi, vecchi e achifosAmente ricchi) il sarcofago di San Pio V, così facciamo una chiesa povera come intende lui

    RispondiElimina
  48. http://www.stamptoscana.it/articolo/toscana/papa-francesco-chiama-in-vaticano-i-frati-de-la-verna

    occorre rettificare il post! per amor di verità

    RispondiElimina
  49. Faccia tutto quello che desidera questo Papa Francesco. Ma non osi toccare la liturgia o anche minimamente mettere in discussione il Motu Proprio "Sommorum Pontificum" del predecessore...altrimenti sarà guerra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stiamo già tremando tutti! Ma va là! Fatti una camomilla.

      Elimina
    2. VIVA PAPA FRANCESCO16 marzo 2013 16:37

      Guerra sulla Liturgia.... che coerenza! Ma per coerenza, sciocchi codardi, perchè fin da oggi non iniziate il percorso dello scisma, e vi levate dai piedi? Andate dalla FSSPX, che non è detto che vi accolga visto la solitudine che le avete riservato, e ci salutiamo. Nom sarebbe mica la prima volta che la Chiesa si divide, con reciproche scomuniche, in virtù di un purismo ortodosso di facciata. Avrei giù un nome per il vostro Papa, Mons. Guido Marini, Papa Benedetto XVIII. Ma siete codardi, e quindi continuerete a rompere le .....

      Elimina
  50. Ma se Papa Bergoglio è gesuita, cosa c'entrano i francescani? Poi, è davvero fondata la notizia del licenziamento di mons. Guido Marini? Potete citare qualche fonte?

    RispondiElimina
  51. E' solo l'inizio tutti a casaaasa!!Questo maestro della liturgia deve andare a casa perchè aveva tollerato alcune cose discutibili.Anzitutto i sette enormi ceri che ostruivano la visuale al pèpolo.L'OGMR afferma che ciò che accade sull'
    altare deve essere visibile al popolo.Pertanto si mettano anche i ceri ma piccoli in modo che non ostruiscano la visuale si confronti l'OGMR.Anche la croce al centro dell'altare non va bene e non è prescritta dal Messale Romano.La croce va messa accanto.Può stare anche sopra l'altare ma non a centro.

    La comunione si deve tornare a distribuire nei due modi consentiti cioè in ginocchio o in piedi sulla lingia o sul palmo delle mani.Gli inginocchiatoi possono anche restare purchè sia preservato il diritto alla comunone in piedi e sul palmo delle mani.Ovviamnete salvo pericolo di profanazione.Ma quella è sempre possibile anche con la comunione sulla lingua e in ginocchio.

    Qualcuno può dirmi che fine ha fatto Mons.Bux?Lo sentii a radio Maria,peccato che non presi la linea altrimenti gliene avrei cantate quattro.E' un demagogo carrierista.Ma di carriera ne ha fatta poca fortunatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei caduto dallla luna!

      Elimina
    2. Oh grazie della tua magnanimità anonimo delle 12:45. Grazie per concederci l'uso degli inginocchiatoi. E lo dice uno che ha problemi alle ginocchia davvero e che pur d'inginocchiarmi davanti al Cristo vivo e vero mi sbuccerei le ginocchia sui ceci!

      Dovresti vergognarti di quello che dici!!!! E se tanto non ti va bene perché sei qui a discutere con noi?

      Elimina
    3. Errata corrige, è rivolto all'anonimo delle 12:54.
      Scusate.

      Elimina
  52. Tradiprotestanti!!!State impazzendo vero!!!Ah ah ah!Bergoglio vi da una pedata nel sedere a tutti e fa bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, grazie.

      Elimina
    2. La pedata nel sedere gliela daremo noi a Bergoglio:

      Il lato oscuro del cardinale
      http://it.peacereporter.net/articolo/5366/Il+lato+oscuro+del+cardinale

      Pronti ad approfittare il "buon momento" d'inaugurazione del Papa amico Bergoglio, ben cinque genocida sotto processo si sono presentati oggi nei tribunali con i nastri bianco-giallo nelle loro giacche. Eccoli:

      http://www.diarioregistrado.com/politica/71798-genocidas-con-la-escarapela-papal.html

      BERGOGLIO: l'episcopato della vergogna
      http://cambiailmondo.org/2013/03/14/argentina-bergoglio-lepiscopato-della-vergogna/

      E chissà quali altre cose verranno fuori...stia attento a come si muove il Santo Padre.

      Elimina
  53. E' deplorevole che su alcuni siti si continui a mettere in cattiva luce il Santo Padre Francesco con le calunnie riguardanti il Maestro delle Cerimonie mons. Guido Marini, e i prossimi appuntamenti.


    Fonti interne all'Ufficio delle Celebrazioni del Santo Padre confermano che il Cerimoniere mons. Guido Marini si occuperà dell'organizzazione della Santa Messa del 19 marzo.


    E' da sottolineare infine, come segno di continuità, che il Santo Padre Francesco come primo gesto ha onorato la Salus Populi Romani nella Basilica Liberiana, e si è trattenuto in preghiera davanti alla tomba di San Pio V.

    http://www.scuolaecclesiamater.org/2013/03/la-continuita-nelle-celebrazioni-papali.html

    vale a dire don BUX

    RispondiElimina
  54. Padre Francesco ha fatto cose grandi, in tre giorni la gente si e' riavvicinata a Gesu', attraverso il vescovo di Roma. Si respira una letizia cristiana, dopo gli scandali ed il discredito. Un grande uomo di Dio, umile. Il papa non e' un faraone lo spirito del vangelo e' umile. Chi ripone la sua fede sulla mondanita' spirituale, proprio cosi' l' ha definita in un intervista il futuro vescovo di Roma, ossia quella vanagloria, tutta questa mania per le vesti, questa zozza vanita' , che trionfi il puro Evangelo di Cristo. Francesco e' un nome rivoluzionario, e noi appogeremo la rivoluzione di Francesco. Basta, il papa non e' l'imperatore di Roma. Padre Francesco sono con te, occorre che voi studiate la ecclesiologia di comunione e vi apriate alla conversione il Vangelo critica le vesti molli e di lusso. PAUPERTAS, HUMILITAS, PAX!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suoni falso come una banconota da 18 euro.
      Adesso io mi vesto di sacco è improvisamente i miei peccati spariscono ,se non subito in tre giorni.
      Chi siamo noi per andare transandati alla Casa del Signore?
      Sei tu così intimo a Nostro Signore da poterti presentare a Casa Sua in pantofole?
      atronge

      Elimina
    2. In tre giorni la gente si è riavvicinata a Gesù?? non mi pare che ci siano code davanti alle chiese e ai confessionali.E' quello l'unico modo di riavvicinarsi a Cristo.

      Elimina
    3. Ha già anche camminato sul Tevere e fatto resuscitare una ballerina di tango morta per avere inalato incenso tradizionalista

      Elimina
  55. Datevi tutti una calmata. Come diceva il compianto Miles Christi, ricordatevi che il mondo vi legge e date scandalo della fede.Il Papa è il Papa, e su questo non si discute. Ed è libero di fare le sue scelte, piaccia o meno: e allora, come dobbiamo fare? Obbedire? Tacere? Aderire all'IMBC o alla FSSPX? Parliamoci chiaro, noi tradizionalisti siamo poco considerati perchè siamo divisi tra noi, perhè non sappiamo fare "massa" e far valere le nostre idee. Veniamo considerati dei gruppuscoli di cui si può far a meno di tenere conto. Tutto il contrario dei novatori, che invece hanno una massa d'urto ben più grande della loro forza effettiva e che pur divisi ferocemente tra di loro, davanti alle telecamere si presentano con baci e abbracci. Loro hanno capito cosa significa combattere attraverso i media, noi no. Dobbiamo far capire che nella Chiesa non si può non tenere conto anche di noi: ricordate come iniziò il "recupero" della FSSPX? Quando al Giubileo sfilarono sotto gli occhi del Papa e qualcuno disse "Azz.. quanti sono..."
    Quindi unità tra di noi, programma in comune (che possiamo già riassumere nel instaurare omnia in Christo), interventi mirati e ben fondati e poi preghiera, preghiera e preghiera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa,ma a che ce ne frega di fare forza effettiva?
      "Infatti è forse il favore degli uomini che intendo guadagnarmi ,o non piuttosto quello di Dio?
      Oppure cerco di piacere agli uomini ?Se ancora io piacessi agli uomini ,non sarei più servitore di Cristo!".
      I nostri fallimenti e divisioni e sconfitte continue sono l'unica piccola offerta che possiano dare a Nostro Signore.

      Elimina
    2. Mah, io mi ritengo un pragmatico ed ho fatto un ragionamento pragmatico. L'unico modo per farsi ascoltare da Roma è far vedere che sei forte, tutto qua. Finchè sei debole, sanno che possono macinarti. Io ho fiducia nella parola di Dio, ma mi hanno insegnato che "intanto tu datti da fare e fai la tua parte, poi Dio farà la Sua".

      Elimina
    3. Ma che ce ne frega di essere ascoltati da Roma adesso?
      Che ce ne frega di essere ascoltati da 4 gay dentro un sauna?
      Preghiamo Nostro Signore e cerchiamo di fare delle Messe il più sentite e sincere e dignitose possibile.
      Cerchiamo ,in umiltà, di spiegare ai nostri fratelli che non c'è bisogno di pregare in italiano perchè il Signore il latino lo conosce benissimo e non serve la loro traduzione.
      Cerchiamo in umiltà di spiegare ai nostri fratelli che noi stiamo in silenzio alla Messa , perchè stiamo assistendo al Sacrificio di Nostro Signore e non ad una festa di compleanno.
      E a quelli che criticano i pizzi e i merletti gli dico di immaginare se al funerale dei loro cari arrivassero quelli delle pompe funebri vestiti da clown .......e gli fanno pure una trombazzata con le trombe da stadio.....

      Elimina
    4. A me frega. Perchè piaccia o meno a Roma c'è il Papa e il Papa è Bergoglio. E dove c'è Pietro, c'è la Chiesa. Continuerò a dirgli, nel mio piccolo, che sbaglia, che non condivido le sue idee e lotterò per le mie. Soffriremo? Certo! Otteremo risultati? Quasi sicuramente no. Ma nessuno mi impedirà di combattere. Forse non servirà ad altro che a santificarci, ma per il cattolico non è forse la cosa essenziale, quella di salvarsi l'anima?

      Elimina
    5. Se i progressisti avessero solo l'un percento della Fede dell'anonimo delle 14.48 ,avremmo già i preti donna.
      Per nostra fortuna la loro Fede difetta moltissimo,si spaventano persino di una cappa magna!

      Elimina
    6. volevo dire 14.28 scusate

      Elimina
  56. Ho appena telefonato a Monsignor Marini. Tutto quello che si dice è FALSO.
    La storia della mozzetta rossa e delle battute del Santo Padre è FALSA.
    La storia della destituzione dei cerimonieri è FALSA.

    Sono tutti provati e stanchi. Sono giorni complessi, ma il clima è di assoluta serenità e di piena collaborazione con le disposizioni del Santo Padre Francesco. Il Maestro delle Celebrazioni liturgiche pontificie costantemente chiede al papa cosa deve predisporre, con vero senso di umiltà e di dedizione, com'ha sempre fatto. Null'altro è vero, persino nella televisione dei vescovi TV2000 si forniscono notizie distorte che sanno più di pettegolezzo e contribuiscono alla confusione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed ora? Cosa dicono tutti quelli che non perdono occasione per screditare Papa Francesco? Magari lo accuseranno di avere le mutande rosa? Poi ci si chiede perché i tradizionalisti siano invisi a tutti!

      Elimina
    2. il fatto che la mozzatta fosse stata preparata e che poi non è stata indossata è un fatto, non una supposizione.

      se come si afferma non c'è stato questo "contratasto" quale è il motivo logico per cui lo stessa non è stata indossata?

      Elimina
  57. siete poveri malati ...sono anni che ve lo sto dicendo e con le vostre cattiverie su Papa Francesco siete anche inguaribili. Finalmente è chiaro: della Chiesa non vi importa nulla , amate solo pizzi, merletti, fanoni,e altre baldraccate. Se il povero Papa emerito Benedetto sapesse a chi ha dato corda....si troverebbe pentito di certe scelte.cardinal Burke a casa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I pizzi merletti e i fanoni non fanno male a nessuno.
      Un successore di Pietro che manda la Chiesa allo sfascio e milioni di anime all'inferno invece è molto più pericoloso.
      Spero di ricredermi, ma il buon giorno si vede dal mattino.

      Elimina
    2. Nemmeno le banane fanno male a nessuno, perché non le mettiamo sull'altare?

      Elimina
    3. Perchè la frutta fresca ,le spighe di grano,il sangue dei montoni ,le danzatrici si mettevano sull'altare 2000 anni fa.
      Abbiamo imparato qualche cosa nel frattempo o dobbiamo tornare indietro?

      Elimina
    4. Andiamo avanti, per ciò c'è stato il CVII

      Elimina
    5. Vai avanti tu ,io rimango qui con Papà che quando ritorni ti da sempre il vitello grasso e a me neanche un capretto.

      Elimina
  58. Chiedo un pò di rispetto per i fedeli non facciamo nella chiesa come si fa in politica va la destra al governo e butta giù le leggi della sinistra va la sinistra e butta giù quelle di destra vorremmo maggiore unità uniformità di comportamento non un papa con scarpe nere uno con scarpe rosse uno con una liturgia uno con un'altra uno che si definisce papa uno che si definisce vescovo insomma un pò di comportamenti omogenei SOS ci siamo anche noi semplici fedeli che abbiamo bisogno di certezze non di continui ribaltamenti grazie

    RispondiElimina
  59. Questo articolo è molto fazioso e si basa su cose ingigantite da giornalisti incompetenti che cercano solo clamore...

    RispondiElimina
  60. Mi rivolgo a tutti, specialmente a quelli che si considerano non tradizionalisti.
    1) perché venite a scrivere in un blog che si titola apertamente "Messa in Latino" ed offendere i sentimenti delle persone? Vi aspettavate di essere accettati specialmente offendendo?
    2) Che male c'è secondo voi nel volere una liturgia fatta bene, con il cuore. Pensate che pensiamo solo a merletti e pianete e calici ben fatti? Tutte queste cose sono perdurate nella Chiesa per secoli proprio per rendere più onore al Signore che è tutto ciò che si merita! Lo lodiamo oltre che nella preghiera anche nella bellezza della liturgia. E' lo stesso motivo per cui uno va in chiesa la domenica con i suoi vestiti migliori e non la tuta da lavoro, per il Rispetto verso il sacramento.
    3) E' vero a volte si giudicano le persone da come si vestono e come si comportano a prima vista perché è come il biglietto da visita di una persona, e questo conta, forse ci fermiamo ad aspetti esteriori e non quelli interiori di un tal prelato piuttosto che un altro. Ma alla base di tutto c'è la preghiera e la speranza che lo Spirito Santo soffia sempre, e di non vedere quello che i nostri miseri occhi umani possono vedere.
    Ma ribadisco o voi persone che non siete in linea con il pensiero di questo blog, vi da tanto fastidio che le persone preghino in latino, vestono antichi paramenti piuttosto che un banale paramento sintetico ed ultra colorato?
    Che male c'è nell'auspicare un Santo Padre che rispetti la forma liturgica che è sempre stata praticata? E senza mancare di rispetto nessuno?
    Ora io personalmente sento sentimenti molto, ma molto contrastanti. Vorrei che la prima impressione che mi ha dato Francesco I non influenzasse poi sull'eventuale operato che farà.
    E' un dato di fatto che ultimamente si siano svuotate le chiese e riempite le piazze, Benedetto ha cercato di operare nel senso inverso, riportare il fedele più ad una dimensione spirituale.
    Per me e come altri in questo Blog evidentemente il pregare e il raccoglimento viene accentuato in un determinato modo piuttosto che in un altro, ad esempio con canti polifonici con l'organo, incenso, e cose simili piuttosto che con chiese spoglie e cemento armato, chitarre e tamburelli. Certo magari per qualcuno può essere l'inverso, ma credo che pian piano si vada a perdere la continuità che c'è stata nella chiesa fino a qualche decennio fa. Una messa era uguale, a Milano, come a Palermo, a Roma come a Venezia. Adesso cambia da parrocchia a parrocchia, e questa non è una buona cosa.

    Mi auguro con tutto il cuore a dispetto di come si è presentato qualche sera fa Francesco dalla loggia e dagli ultimi atteggiamenti, che sia un Papa di continuità con il suo predecessore, per il quale continuerò a pregare insistentemente. E pregando che lo Spirito Santo soffi tanto su Papa Bergoglio. Non dovrà in futuro rendere conto a nessuno di noi, ma davanti al Signore.

    Quindi oremus pro Pontifice Nostro. Benedictum et Francesco.

    A.

    RispondiElimina
  61. Quindi qualora Papa Francesco, decida di annullare il Summorum Pontificum, voi che siete già dei Protestanti, vi farete il vostro Papa in Casa, fumata bianca, copia della cappella sistina etc....
    Dovete cambiare pure il Credo o sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari, ma incapaci come sono mi sa che ce li dovremo continuare a tenerli tra i piedi e a sentire i loro lamenti.

      Elimina
    2. Da tradizionalista sarei felice che Francesco I abolisse il Sommorum Pontificum.
      Verrei messo in umiltà e schiacciato come uno sporco verme dalle sante milizie progressiste.
      La mia umiliazione spero sarà gradita al Mio Padrone.

      Elimina
    3. No no, il Credo non serve cambiarlo, basterà interpretarlo diversamente...
      In questo potreste aiutarci voi modernisiti: avete accumulato parecchia esperienza negli ultimi 50 anni...

      Piccardo Fiordiligi

      Elimina
  62. San Francesco ha fondato l'Ordine dei Frati Minori.
    Papa Francesco quello dei papi minori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paleologo (Visto il clima da ultimi giorni di Costantinopoli)16 marzo 2013 18:31

      Certo questa è una bella battuta! A parte gli scherzi, mi sembra di colpo di essere tornato agli Anni Settanta: povertà della Chiesa uguale a vendere o distruggere tutto il patrimonio artistico del passato. Bhè, spero solo che non si arrivi a vendere la Pietà di Michelangelo...A suo tempo, Paolo VI ci aveva fatto addirittura un pensierino...

      Elimina
  63. Non è tanto questione di educazione con mons. Marini, che è pur sempre un sottoposto, e nemmeno di delicatezza per Benedetto XVI, che è ancora lì a vedere sconfessare tutta la sua linea nel giro di pochi giorni, anzi di poche ore.

    Bergoglio (mi viene il dubbio che si legga Vergogno) sembra credere che la Chiesa sia una democrazia parlamentare, dove il partito che sale al potere suole fare le sue leggi e magari sconfessare la linea precedente senza neanche troppe discussioni e spiegazioni, perché tanto aveva il suo programma.

    Ma la guida della Chiesa deve sottostare alla legge dell'alternanza? Un conto è la Curia, che avrà pure le sue umanissime fazioni e potrà pure essere gestita in continuità o in rottura a seconda di chi comanda; ma nelle cose di diritto divino - dottrina, liturgia - i Papi possono avere un colore? Possono permettersi rivoluzioni? Possono permettersi di allontanarsi così sfacciatamente e rapidamente da chi li ha preceduti, senza dare spiegazioni, come se fosse scontato?

    Veramente, questo non ha proprio capito dove l'hanno messo.

    RispondiElimina
  64. Credo la Chiesa
    MULTIPLA
    PAUPERISTA
    CONCILIARE
    COLLEGIALE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così dice papa Checco...

      Elimina
    2. Che bello Signora Marina,hai già cambiato il Credo?
      Potresti anche riscrivere il Vangelo già che ci sei ,ci sono alcune parti che sono state scritte male dagli Evangelisti.
      atronge

      Elimina
  65. Chissà perchè per qualcuno le carnevalate sono solo pizzi, merletti, pianete e fanoni mentre le casule sgargianti-evidenziatore, non sono carnevalata.
    Forse più che parlare di tradizionale e di non tradizionale sarebbe meglio parlare semplicemente di buon gusto e di cattivo gusto. Non sono per esempio di cattivo gusto gli altari posticci (in pratica un tavolo) coram populo a disprezzo di pregevoli opere d'arte che hanno solo il "peccato" ideologico di essere versus Dominus?

    Chiunque abbia un minimo di sensibilità estetica credo non abbia dubbi su cosa preferire...

    RispondiElimina
  66. Per papa Checco i paramenti liturgici sono Carnevalate?

    papa Checcho ne sa una più del diavolo!

    Per papa Checco non sono carnevalate le sue messe con clown e pagliacci come documentato nel video postato su questo sito risalente all'ottobre 2011?

    RispondiElimina
  67. Burke!!Ngalera!!!Bux!!Ngalera!!Mons.Marini!!Ngalera!

    E' finita!!!Chiudete questo blog vi state avvicinando a grosse falcate alla FSSPX,tutti li dovete andare siete a casa vostra.

    Viva il Papa Francesco!Lunga vita a Papa Francesco

    RispondiElimina
  68. Ma come si fa a essere così DIVISI... siamo cattolici e ora pretendiamo di riconoscere noi quale Papa è giusto e quale no, quale va bene e quale no... ma che categorie di pensiero sono queste? Chi ci da questa arroganza di sapere cosa è giusto e cosa no, eppure il Conclave si è espresso...
    "Non giudicate", "Neppure io ti condanno", "Siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste".
    Ci ergiamo a giudici di quale Papa vada bene e quale no. Eppure ora la Chiesa ha il suo Papa, e noi critichiamo subito, a priori...
    ...come se Dio non operasse nella storia, come se non guidasse il Suo popolo.
    Se avessimo fede quanto un solo granellino di senape, forse non sarebbero questi i commenti in calce a questo post oggi. E forse non avremmo la presunzione di sapere noi quale Papa va bene e quale no. Come se Dio non operasse su ciò che è Suo...

    RispondiElimina
  69. Ho già scritto in altro blog:

    Tempo al tempo!...
    Non appena sarà finita l’ubriacatura del “nuovo poverello di Assisi”, cominceranno i problemi anche per Francesco Primo, Vescovo di Roma, nonché 266° Papa di Santa Romana Chiesa, a sua insaputa!...

    RispondiElimina
  70. E io che cercavo di convincere Padre Cavalcoli che siete dei fanatici da evitare e lui non ci credette!Spero vi legga in questi giorni e si ricreda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Mi divora lo zelo per la Tua Casa".
      Se ci cacciano dalla Casa del Signore (e non sarebbe nemmeno la prima volta )noi staremo come cani randagi sul sagrato a pregare il Nostro Gesù ,aspettando che un giorno ci inviti alla Sua Mensa.

      Elimina
    2. non siamo tutti fanatici.....
      Davide

      Elimina
  71. Non tornerà!Rassegnatevi!

    Summorum Pontificum Bye bye!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dava tanto noia il Summorum Pontificum?

      Elimina
  72. Il Santo Padre Francesco ha espresso la volontà che i Capi e i Membri dei Dicasteri della Curia Romana, come pure i Segretari, nonché il Presidente della Pontificia Commissione dello Stato della Città del Vaticano, proseguano, provvisoriamente, nei rispettivi incarichi donec aliter provideatur.
    Il Santo Padre desidera, infatti, riservarsi un certo tempo per la riflessione, la preghiera e il dialogo, prima di qualunque nomina o conferma definitiva.

    Bollettino Ufficiale Santa Sede (16 marzo 2013)

    RispondiElimina
  73. Mi divora lo zelo per la Tua Casa".
    Se ci cacciano dalla Casa del Signore (e non sarebbe nemmeno la prima volta )noi staremo come cani randagi sul sagrato a pregare il Nostro Gesù ,aspettando che un giorno ci inviti alla Sua Mensa.
    -----------------------------------------
    Non vi caccerà nessuno sarete voi ad andarevene!

    Non avete bisogno di fare i cani randagi state insieme al resto del Popolo di Dio,agli altri e smettetela di sentirvi superiori.

    La Messa Tridentina deve tornare sotto la potestà dei Vescovi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi cani randagi ,bastardi di Dio insieme al resto del Popolo di Dio?
      Non possiamo ,altrimenti non verremo odiati abbastanza a causa del Suo Nome.


      Elimina
  74. Mi fanno ridere quelli che per offendere ci danno dei millenaristi..hahaha.. me dais pena!!!
    non ci sono parole è ho non è l'antipapa??!! Rimarrò fedele a Benedetto XVI, unico vero papa, le cui dimissioni sono state forzate da eventi esterni alla sua volontà e libertà, quindi non sono valide. Viva il Papa, viva Benedetto XVI, che magari non tornerà, ma è ancora vivo.
    Jaco

    RispondiElimina
  75. Maiora his videbis! (Gv. 1, 50)

    RispondiElimina
  76. Enrico e Redazione vi ricordo che non si può parlare male del Papa o istigare contro le SUE decisioni! Dicendo poi menzogne... http://www.stamptoscana.it/articolo/toscana/papa-francesco-chiama-in-vaticano-i-frati-de-la-verna
    Come osate!

    Siete solo dei PROTESTANTI!

    anzi NostalgiK-Conservator-Protestanti!

    Convertitevi!

    RispondiElimina
  77. le cerimoni dei Frati della Verna:
    http://www.santuariolaverna.org/album%202-2012/Solennità%20del%20Corpus%20Domini%2010.06.2012/index.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dev'essere stata una bella messa. Non discuto i frati. Metto in discussione la scelta del papa a mettere in mostra la sua voglia di povertà ed umiltà. Dimenticandosi, con scarsa umiltà del passato millenario della Chiesa.

      Elimina
  78. In questa chiesa non c'è più posto per il bello del resto i gesuiti in fatto di liturgia non capiscono un'acca.
    Il tempo darà ragione al bravo mons. Marini e penso che Genova ,la bella città dei Dogi, di Rembrandt, del Magnasco, di Van Dyck lo riaccoglierà a braccia aperte...lasciamo ai romani le liturgie pampere e di tor bella monaca...Roma sarà una semplice Riduzione delParaguay dell'impero dei cani neri(Porfirio).

    RispondiElimina
  79. Cerchiamo di calmarci...e' importante.Proviamoci.A quelli che scherniscono col dileggio i Fedeli amanti della tradizione auguro di andare a quel paese.Seminatori di zizzania.
    Una domanda a chi ne sa di piu':avete notizie del presunto allontanamento del Card.Law da S.Maria Maggiore?Lo so che e' stato coinvolto in tanti problemi...l'allontanamento dagli USA e'gia' stato una punizione...Ma,a S.Maria Maggiore e' stato un degnissimo arciprete,rispettosissimo della Tradizione.Ma non bastava quel provvedimento?Ma non ci si puo'pentire del male compiuto anche con la mancata vigilanza?Ma si caccia cosi' un cardinale che aveva ritrovato un degnissimo profilo personale e morale?Non so piu' cosa pensare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Santo Padre non ha allontanato nessuno. E' sufficiente guardare il video dell'incontro di ieri mattina (15 marzo) con i Signori Cardinali presso la Sala Clementina, per verificare l'affabilità con la quale il Santo Padre Francesco ha accolto S.Em.Rev.ma il Signor Card. Bernard Law, Arciprete Emerito, per constatare come le notizie diffuse in merito ad un suo presunto allontanamento dalla Patriarcale Basilica di Santa Maria Maggiore sono prive di qualsiasi fondamento.

      Elimina
  80. Dopo il Vaticano II che ha prodotto solo pedofili abbiamo un papa eletto dai protettori di Maciel...

    RispondiElimina
  81. Bisogna ringraziare Brnrdrtto XV che con il suo gran rifiuto ha fatto si che sul soglio di Pietro arrivasse un tanghero di tal fatta senza un briciolo di educazione. Inoltrre non si è mai visto un papa che non desse la benedizione perchè fra gli astanti avrebbero potuto esserci dei non cristiani. Vergona Francesco, Kirie eleison.BARBARUS

    RispondiElimina
  82. Grande Marini , coraggio, anche te sappi che dovevi presentare la mozzetta in stoffa rossa e non quella imeale di velluto ed ermellino, la croce con le pietre preziose via per sempre. Insegna al papa l' importanza della croce al centro dei sette candelieri, erano difronte all' arda biblica sette bracci di candeliere, nel tempio di Gerusalemme. Marini sappi riscoprire la liturgia antica, fai fare l'orazione sul nuovo pontefice da tre cardinali vescovi, fai bruciare la stoppa, recupera per la turificazione dell' altare i diaconi che sorreggano i lembi della casula. Incensa durante il kirye, fa sedere al gloria e al credo cantati. Metti i diaconi seduti vicino al papa, fai sfogliare al diacono le pagine del messale, metti i diaconi in colonna , "fila indiana" dietro al papa. Sii piu' discreto sempre in piedi presso la sede ma mai fisso, non sei un ministro, la figura del cerimoniere e' mobile, a-liturgica, il cerimoniere non e' un ministro parato dirige tutto con discreta presenza attenta. Fai sorreggere all' offertorio la patena e il calice anche ai due concelebranti principali. Usa come sede una sedia stercoraria, non un trono da udienza, difendi la croce sulla mensa, difendi tutte le cose che hai innescato con Benedetto. Fai fare al papa due cose tipiche: l'elevazione rotente in tre lati, la benedizione con tre dita. Impegnati sul rito, contagia il papa, Mrini sei un angelo, sappi essere un grande maestro, c' una emergenza liturgica, si rischiano scismi sulla liturgia, dillo al papa. A livello teologico ora si intuisce la importanza della Liturgia, del rito come linguaggio del sacro, leggi Marini il moroni ed i pontificali vecchi ed impara, ruba i segreti degli antichi. Altri consigli, spero leggerai, metti la sede dietro l' altare della confessione, poco dietro con dei rialzi sui gradini, la sede deve stare dietro la mensa di San Pietro, falla montare dietro. Usa la basilica e non il sagrato potrebbe piovere. Beato te che hai la possibilita' di divenire amico del grande papa Francesco, un sant' uomo come te!

    RispondiElimina
  83. Buonasera,

    ho letto con attenzione il post e i vostri commenti. Noto con dispiacere che noi cattolici siamo veramente divisi e su questo punto dovremmo fare tanto cammino con umiltà. Sono molto preoccupato dalle mosse del nuovo Pontefice, però è anche vero (forse qui arrivo a fare l'avvocato del diavolo) che magari trattasi del suo temperamento e che ha bisogno di tempo prima di "imparare a fare il Papa". La questione delle duecento casule ordinate mi sembra che effettivamente dia ragione a chi parla di pauperismo, anche se spero con tutte le mie forze che non sia vero. Così come sarei più prudente nel dire che mons. Marini sia prossimo al licenziamento: finché non abbiamo una vera e propria sostituzione, non mi sbilancerei più di tanto. Qualcuno ha parlato del fatto che Bergoglio sia a favore del matrimonio per i sacerdoti e che vorrebbe mettere più donne in Curia. Che dire ... se vuol assumere un atteggiamento di rottura, si rischia veramente lo scisma. Infine, a chi dice che i tradizionalisti sono un gruppo di disperati che se ne devono tornare ad Econe, rispondo dicendo che a Econe ci andrei volentieri se non abitassi così lontano, in un posto del Centro Italia dove una volta avevamo la Messa antica, poi il Vescovo ha ben pensato di spostare l'anziano prete al cimitero (come cappellano, intendo!) e al nuovo parroco ha detto che per richiedere la Messa antica si debba far richiesta a lui! In questa diocesi molti preti sono d'accordo con l'ermeneutica della rottura e quindi ora, con Francesco, diranno finalmente che da bravi cristiani dovremmo ubbidire al Papa, poco importa se quest'ultimo sarà in linea o meno con i suoi predecessori!

    RispondiElimina
  84. Se i francescani amano tanto lapovertà come mai hanno eretto quella sontuosa basilicain Assissi? come mai hanno edificato il mausoleo d'oro di Tutankhamon a Padre Pio? Come mai i loro superiori girano con i Suv? Come mai han trasformato in Hotel il convento di Via Veneto a Roma? Non dico altro....spero Francesco apra gli occhi mi sa tanto che lui guardi solo con lenti argentine...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Espero também deste discípulo de São Francisco que abandone os botões de camisa em ouro, e cosa ele próprio botões de plástico.
      Será mais um gesto profético!

      Elimina

    2. caro G. Rossi

      come mai padre Fortunato sta sempre a fare il divo in tv ? come mai va a fare footing col cagnolino appresso ? come mai va in palestra regolrmente ? a chi deve mai mostrare i muscoli ? eh ??????

      e come mai la sera i frati , escono dal convento firmatissimi e irriconoscibili per chi non li conosce visualmente ??? dove andranno mai eh ??

      mai sentito dire dei frati del Sacro Convento che abbiano mai fatto opere di carita' .

      che vadano appunto fra la gente e la gente bisognosa . in Assisi ce n' è invece di oziare in convento e ammalarsi di gotta !!!!!!! .......

      altro che poverta' !!!
      pesce fresco preso settimanalmente alla METRO , quando ci si affaccia dalla finestra , la mattina , i camini fumano solo dove sono i conventi !!!!!!

      sara' ora di farla finita co sta barzelletta della poverta' ??
      ...... SI o NO !!!!!!!

      Elimina
  85. Blaise Pascal16 marzo 2013 15:24

    Un gesuita ha detto...ma voi credete ancora alla storiella del Mar Rosso...beati voi!
    Ne vedremo delle belle in tanto saremo governati dal loro papa ammesso che sia verus papa, io so che Benedetto XVI l'unto da Dio è ancora vivo...

    RispondiElimina
  86. Un Papa, ops, pardon, Vescovo di Roma, che è la stessa cosa, che non si inginocchia alla consacrazione di NS, ma si inginocchia alla benedizione protestante, non è che non rispetta Mons Marini, non rispetta la sacralità del Cristo vivo e vero. E vorrei ricordare che persino GP II si è sempre ingonocchiato finché ha potuto.

    RispondiElimina
  87. In verità una cosa giusta il vescovo di Roma Francesco la disse! Ai cardinali del concistorio come mi sembra di avere letto : DIO VI PERDONI PER CIO' CHE AVETE FATTO!

    RispondiElimina
  88. questo era l'episcopato di papa Bergoglio in argentina: http://www.elperiodico.com/es/noticias/internacional/escandalo-argentina-1948181

    e queste sotto sono le parole di ringaziamento e di elogio che lo stesso Bergoglio indirizzava al vescovo impuro subito dopo la riduzione allo stato laicale da parte di Benedetto XVI:

    http://www.elperiodico.com/es/noticias/internacional/escandalo-argentina-1948181

    che idea me ne dovei fare????
    jaco

    RispondiElimina
  89. scusate le parole di elogio e apprezzamento sono qua:

    http://infocatolica.com/?t=noticia&cod=12213

    Jaco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bergoglio-Bargalló, a luta é a mesma! Unidos venceremos!

      Elimina
    2. Hasta la victoria siempre!

      Elimina
  90. Rispondo a "perché venite a scrivere in un blog che si titola apertamente "Messa in Latino"?":

    Perché sono francamente interessato alla messa in latino e alla liturgia tradizionale, e da tempo leggo questo blog con interesse.

    Ma vedere continue bestemmie contro il Santo Padre francamente non me lo sarei mai aspettato. Probabilmente ha ragione chi addita i tradizionalisti come non cristiani interessati solo a una rappresentazione teatrale.

    PRIMA viene il Vangelo e l'obbedienza al Papa, POI la liturgia.

    Sono profondamente deluso.

    RispondiElimina
  91. E' stato pubblicato il libretto della Messa per l'inizio del Ministero Petrino del Papa:
    http://www.vatican.va/news_services/liturgy/libretti/2013/20130319_inizio-ministero-petrino.pdf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente processione offertoriale, niente canto in latino del Vangelo, niente obbedienza di tutti i cardinali... Se il buongiorno si vede dal mattino...

      Elimina
    2. Stiamo davvero andando un po' allo sfascio: l'obbedienza dei carinali prima c'era (Giovanni Paolo II), poi è stata tolta (messa di inizio pontificato di Benedetto XVI), poi è stata rimessa da Benedetto XVI e ora di nuovo tolta da Francesco... sembra quasi che la liturgia sia un teatrino in balia dei desideri del commediante... la Chiesa sta affrontando una crisi difficilissima da un punto di vista di credibilità... se ora andiamo a minare anche la liturgia... poveri noi.

      Il Vangelo in greco... non so se sia l'idea di mons. Marini o di papa Francesco ma... chi caspita lo capisce... il latino si poteva dire... ci sono fedeli di diverse nazionalità e per non far torto (o preferenza) a nessuno lo diciamo nella lingua ufficiale della Chiesa: il latino. Ma il greco? Chi caspita lo capisce? Che senso ha?
      Processione offertoriale... non se ne parla ne libretto, magari la si fa e non è indicata (speriamo).

      Ho visto le foto delle celebrazioni dei frati della Verna postate da qualcuno qualche post qui sopra... non sembrano male, anzi...

      Elimina
    3. Si parla anche dell'idea di Francesco di abolire il cardinalato...

      Elimina
    4. Non è la prima volta che in Sam Pietro si legge il vangelo in greco

      Elimina
  92. No, prima di tutto viene l'adorazione a Dio, Ente Supremo Creatore e Legislatore di tutto e di tutti.
    L'adorazione più eccelsa è la liturgia, se si spegnesse la liturgia non esisterebbe più l'adorazione.

    RispondiElimina
  93. Anonimo, li devi perdonare. E' primavera per tutti.

    RispondiElimina
  94. Io non ho designato questa persona che sostiene di venire nel Mio Nome.
    Egli, Papa Benedetto, guiderà i Miei seguaci verso la Verità.
    Io non l’ho abbandonato e lo tengo vicino al Mio Cuore e gli offro il conforto di cui ha bisogno in questo momento terribile.
    Il suo Trono è stato rubato. Ma non il suo potere. (kathekon).
    http://messaggidagesucristo.wordpress.com/2013/03/16/13-marzo-2013-il-suo-trono-e-stato-rubato-ma-non-il-suo-potere/
    Bene conscius sum hoc munus secundum suam essentiam spiritualem non solum agendo et loquendo exsequi debere, sed non minus patiendo et orando
    http://www.bonifacius.it/2013/02/11/il-papa-rinuncia-e-alza-il-tiro/
    “Kathekon” è il termine greco con cui San Paolo, nella Seconda Lettera ai Tessalonicesi, indica quella persona che “trattiene”, cioè “impedisce” la manifestazione del mistero d’iniquità, ovvero l’uomo della perdizione che si ergerà contro il Signore alla fine dei tempi. In sostanza, il kathecon è quella forza – e anche persona concreta – che impedisce la manifestazione dell’Anticristo.
    Il significato letterale della parola è “ciò che trattiene“, o “colui che trattiene“. San Tommaso identifica questa forza con l’Impero Romano e la Chiesa Cattolica, di esso erede e continuatrice . Altri parlano del Papa stesso la cui azione, come Vicario di Cristo, frena il dilagare dell’iniquità nel mondo

    RispondiElimina
  95. San Francesco non pretendeva di riformare la liturgia nè voleva imporre a tutti il suo stile. Non volle, non sentendosene degno, diventare sacerdote. C'è una certa differenza con un certo gesuita, un tempo colluso con una dittatura che ha fatto stragi, che ostenta povertà e gesti plateali.

    RispondiElimina
  96. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Segno inequivocabile di spirito evangelico questo suo commento! Complimenti.

      Elimina
  97. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  98. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  99. Riguardo alla celebrazione noto che in questo caso si tratta della Santa Messa per l'inizio del Ministero Petrino del Vescovo di Roma Francesco, mentre nel 2005 avevamo la Santa Messa per l'inizio del Ministero Petrino del Sommo Pontefice Benedetto XVI.

    Quanto al S. Vangelo noto che sara' proclamato nell'originale greco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cretinate dici?? anche nel 2005 il libretto aveva lo stesso titolo guarda qui http://it.wikipedia.org/wiki/Papa_Benedetto_XVI#La_messa_per_l.27inizio_del_Ministero_petrino

      Il vangelo in latino e in greco è forma tipica e tradizionale delle messe papali, da sempre. Ma che tradizionalista sei? vieni a dare fastidio?

      Elimina
  100. ENRICO sei pazzo!!! Ti rode il c.lo vero? SPARISCI come tutti questi invasati e squilibrati di questo sito. VOI CATTOLICI??????? Siete solo degli INDEMONIATI....la vostra era è finita.

    RispondiElimina
  101. non credo che la sostanza cambi il Sommo Pontefice e Il Vescovo di Roma sono la stessa persona e cmq il Papa è vescovo di Roma cosa cambia quando lui vuole per umiltà essere chiamato Vescovo di Roma??? non capisco ma cosa sono importanti per voi le esteriorità o il messaggio che questo nuovo Papa vuol portare ,egli ha fatto breccia nel cuore della gente, e questo credo sia molto importante la gente ha smarrito il senso della fede e per tornare alla fede aveva bisogno di un papa che facesse dimenticare le cose negative che incombono sulla Chiesa come pesante fardello,non dimentichiamoci che l'uomo non praticante pretende dalla chiesa e dai suoi ministri che siano puri,e papa Francesco per ora ha dato a tutti anche ai lontani dalla chiesa e agli atei questo segnale e credo che questo sia importante sottolineare, più che le forme esteriori quali abiti modus celebrandi etc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non puoi andare a prendere la pecora smarrita lasciano aperto l'ovile! Altre pecore scapperanno perché si sentiranno abbandonate!

      Elimina
  102. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  103. Pare che i cerimonieri pontifici non siano stati esautorati.......
    http://www.lastampa.it/Page/Id/1.0.1610812033
    Tra l'altro, a visionare le messe celebrate dal Santo Padre a Buenos Aires (pupazzi di pinocchio a parte, anche se comunque va detto che lui, almeno, non vi ha preso attivamente parte, a differenza del cardinal meisner, [e per inciso, mi pare anche che lo spettacolo fosse fuori dalla messa, non durante]) non mi pare che non segua il messale romano. Un conto è celebrare sciattamente, un altro fare messe invalide.
    P:S:: non sapevo che MiL fosse passata sotto la gestione dei sedevacantisti........ me ne dispiaccio
    Davide

    RispondiElimina
  104. Mi sa che qui dentro TUTTI, tradizionalisti, progressisti e tutti gli altri che dicono cattolici, io compreso dobbiamo farci un mea culpa ed andare a confessarci, perché quanto ad offese nessuno ci è andato piano, chi accusa il papa, chi mons. marini, ci si accusa gli uni contro gli altri.

    Io temevo questo da quando Benedetto ha dato le dimissioni.

    Oremus

    RispondiElimina
  105. no le pecore se sanno chi è il pastore rimarranno nell'ovile perchè conoscono la parola ricevuta, se sei saldo nella Parola sei come colui che costruisce la casa sulla roccia , tutto può accadere ovile aperto e il pastore che cerca gli smarriti, ma tu sai che il pastore c'è e forte della parola ricevuta sei lì San Paolo ce lo dice chiaramente chi potra separarci dall'amore di Dio? Pensate che davvero la forma possa essere importante ? Il Papa è Vescovo di roma e lui si chiama vescovo per farsi ultimo guardate a tutti i suoi gesti di estrema umiltà, io credo che importante non sia messa post conciliare messa tridentina ,ma il messaggio che essa deve portare all'uomo. Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un gesto cambia a seconda della sensibilià delle persone. Se io tengo la mano aperta difronte a te con le dita aperte per te magari segno 5, dammi un cinque, in grecia vuol dire tutt'altro, ed anche una cosa negativa. Se per qualcuno è importante, non mettere l'abito corale, non inginocchiarsi ed altri segni che ha fatto vistosamente in questi giorni, per qualcun altro può essere importante ed è il significato. Si possono fare entrambe le cose, essere umili, e rispettare le tradizioni, predicare il vangelo e metterlo in pratica senza tralasciare i gesti significativi.
      Sembrerò fariseo, ma il nuovo papa sembra molto neocat.

      Elimina
  106. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  107. Papa Francesco I
    santo subito !!!

    RispondiElimina
  108. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  109. Il titolo è sempre lo stesso anatre starnazzanti!


    http://www.ewtn.com/holysee/interregnum/inaugural_mass.pdf

    RispondiElimina
  110. La fonte di questa notizia non può essere che Marini stesso. Rivelando una cosa così grave giustifica le ragioni del suo allontanamento. Non è affidabile per ricoprire quel ruolo. Con la sua creatività nel vestire Benedetto XVI aveva attirato solo critiche inutili e curiosità sul Papa emerito, il Vaticano, la Chiesa... Quanto ai costi delle casule nuove e più dimesse per la S. Messa e non la kermesse di cui parla il vostro blog dissacratore, penso che vendendo alcune vecchie pianete e anche la croce pettorale d'oro già pronta, si recupereranno un po' di soldini per i poveri. Francesco lo farà. Santo subito!

    RispondiElimina
  111. Come ho già avuto modo di scrivere in calce a un altro post, è davvero penoso lo spettacolo di cattolici che si sbranano fra loro in nome della loro appartenenza a (presunte) fazioni.
    L'odio e la malignità che ammorbano la maggior parte di questi commenti costituiscono davvero un anti-segno e un'anti-testimonianza.
    Noto un disprezzo per la Messa detta - impropriamente - "tridentina", nonché per i fedeli che assistono a essa, dettato da uno spirito privo di Carità e di logica. Seguirla non vuol dire essere affetti da una sorta di feticismo per "pizzi, merletti, pianete e fanoni". Alla base di questa scelta vi sono ragioni teologiche molto profonde, almeno nella maggior parte dei casi: la forte affermazione, nella Messa tridentina, della dimensione sacrificale del culto; la sottolineatura della funzione di "alter Christus" esercitata dal celebrante; la particolare solennità e sacralità del Canone, in virtù del quale il mistero della Transustanziazione viene reso quasi fisicamente visibile. E potrei continuare a lungo.
    Il latino, i paramenti, il gregoriano sono importanti, ma secondari. E' la Liturgia stessa a esigere e creare la Bellezza.
    Forse per qualcuno queste saranno cose "non essenziali". Pazienza!
    Viceversa, e con maggiore dispiacere, prendo atto di talune posizioni davvero deliranti da parte di chi sostiene, in questo blog, di essere "tradizionalista" (sempre che tale aggettivo abbia significato). Come è possibile concepire pensieri del tipo "E' finita!"?! Se dite questo, ammettete di non avere fede: "Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa"; "Ecco io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo".
    L'avete forse dimenticato?
    Quanto alla presunta feroce opposizione del nostro legittimo - e sottolineo legittimo! - papa Francesco al "Summorum Pontificum", andrei con i piedi di piombo. Ecco cosa scrive di lui il Superiore del Distretto dell’America del Sud della Fraternità San Pio X (altro che "Summorum Pontificum"!): http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV441_Don_Bouchacourt_su_Papa-Francesco.html.
    Ammesso e non concesso che il nuovo pontefice abbia delle riserve sulla Messa tridentina e sui fedeli che vi assistono, anziché dargli addosso, chiamarlo "impostore", "antipapa" e "usurpatore", che ne direste di comportarci da cattolici?
    "Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pane, gli darà una pietra? O se gli chiede un pesce, gli darà al posto del pesce una serpe? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione?". Similmente, se noi andremo dal nostro Padre nella fede - con la fiducia e la libertà di figli amorevoli e ubbidienti, e non da invasati "barricaderi" - a domandargli una cosa oggettivamente buona come la Messa di sempre, perché mai "il dolce Cristo in terra" dovrebbe negarcela?
    Sembra assurdo che si debba fare una simile raccomandazione a dei cattolici, ma purtroppo è così: amatevi tra voi, e amate il papa!

    RispondiElimina
  112. Sinceramente a me non dispiacerebbe affatto se Papa Francesco fosse vicino ai neoctecum. anche perchè cmq non farebbe altro che fare ciò che hanno fatto i suoi predecessori, e non lo vedo come segno dispregiativo ,cm invece viene alluso nel commento da me letto poco fa, se per esempio avessero eletto il card.Scola sappiamo bene quanto fosse vicino a CL e allora??? quale è il problema sappiamo che questi gruppi e movimenti sn entrati nella chiesa a pieno titolo cn il concilio ecumenico voluto da Giovanni XXIII e portato a termine da Papa Paolo VI , che questo possa piacere a fautori o critici dei vari gruppi questi sn tutte membra dello stesso corpo che è la Chiesa ed ognuno opera per il bene de corpo e non per il suo proprio bene.. come figli di Dio non siamo chiamati ad essere tutti fratelli ,seppur cone le nostre diversità?

    RispondiElimina
  113. O tempo do Carnaval passou! Mentira do Francisco. A missa dele em Buenos Aires, sim, era um carnaval. E o encontro da Juventude em julho próximo, no Rio de Janeiro, Brasil, será o samba do crioulo doido, tendo como Rei Momo bispo de Roma Bergoglio!
    Esse Francisco Hipócrita é papa só para os idiotas.
    Um católico brasileiro indignado com tanta falsidade desse tartufo que ocupa o palácio do Vaticano.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.