giovedì 21 febbraio 2013

La rinuncia del Papa secondo Don Bux, de Mattei, Messori e Radaelli.

Scelta inopportuna? Gesto significativo? Sofferto? Strategia per la riforma della Curia? Indicazioni per l'elezione del successore?
Tanto si è detto sulla rinuncia del Papa. Proponiamo un articolo con un intervista a don Nicola Bux, molto vicino e caro a Benedetto XVI, un altro con le riflessioni e considerazioni storico-dottrinali del prof. de Mattei e di Radaelli, e un terzo con un'analisi attenta di Messori

intervista a don Bux: "La rinuncia è la sua croce, ma indirizza la riforma della Chiesa" (Asca, 15.02.2013)

S. MAGISTER, "L'estremo appello: il papa ritiri le dimissioni" (Chiesa.espressonline, del 20.02.2013)

V. MESSORI, "Ipotesi sul Papa. E sulla Chiesa che verrà" (Corriere della sera, 17.02.2013)

11 commenti:

  1. Ma se uno ha la mamma o il papà anziani e malati ed incapaci di provvedere alle faccende domestiche,per questi motivi non sono più genitori?
    Il Papa è Benedetto XVI ,i cardinali sospendano il conclave e lascino l'ordinaria amministrazione al camerlengo Bertone che ha fatto sempre quello fino a ieri ed è espertissimo.
    Avvocato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io mi sentirei di dire quello che dici tu.
      Il papa pero' non e' uno sprovveduto.
      Una vita consacrata alla Chiesa, il massimo esperto in teologia. Se si comporta cosi' avra' i suoi buoni motivi.
      Non e' che e' andato in pensione, come qualcuno vorrebbe far credere, ma continua a fare quello che riesce a fare e che gli riesce meglio.
      E' avvilente e controproducente essere papa e delegare qualcun altro a tale compito.
      Quello che non capiamo ora, speriamo di riuscire a capirlo domani con i buoni frutti di tale azione

      Elimina
    2. Certo, avendo fallito come papa adesso si darà a fare l'antipapa, tanto è più facile rompere che costruire.
      Per altro, con due papi in contemporanea avranno dato ragione ai sedevacantisti: se ce ne vogliono due vuol dire che uno era finto.

      Ma al di la di queste considerazioni, mi stupisco di come molti anche qui continuano ad attaccare l'istituzione petrina dicendo che tanto anche dopo continuerà a lavorare per la Chiesa.
      Secondo me una sovrapposizione di figure autoritarie è una sventura che non auguro a nessuno, è pedagogicamente sbagliata e, nella fattispecie, svilisce la figura del papa quello vero che vivrà con l'ombra di questo.

      Ratzinger se dice di accettare il fallimento deve rinchiudersi in un eremo e buttare la chiave in un burrone. Questo si per il bene della Chiesa.

      Elimina
    3. Certo che mistificare e' proprio nella vostra natura.
      Dire che ci saranno 2 papi, che uno sara' l'antipapa, che si sovrappongono due figure autoritarie, che uno era finto, che quello vero vivra' all'ombra, significa dire falsita'.
      Uno puo' dire, non approvo, mi disturba, ma dire il falso per marcare la propria contrarieta' mi sembra squallido.
      Questo vostro modo di fare lo trovo antiCristiano e non fa altro che peghiorare la vostra situazione.

      Elimina
    4. Io invece trovo antiCristiano, e anche imbecille, uscirsene con affermazioni generalizzanti tipo "mistificare è proprio nella vostra natura". Ma "vostra" ddeché? Ognuno risponde per sé: mica tutti i tradizionalisti sono mistificatori, come non lo sono tutti gli antitradizionalisti (tu evidentemente sì però).

      Elimina
    5. Non insultare gli altri anonimo 22:52, rispetta le idee altrui e sii rispettoso nel tuo linguaggio.

      Elimina
  2. Mipermetto segnalo anche questo articolo che non condivido integralmente ma mi sembra interessante: http://lbreport.blogspot.it/2013/02/lavventura-di-un-povero-papa.html

    RispondiElimina
  3. Immaginiamo per un attimo che la lobby omosessualista pedofila che domina la Chiesa dal Vaticano II in poi elegga uno dei loro...il gesto di Papa Benedetto XVI fatto secondo lui per il bene della Chiesa si rivelerà la più grande catastrofe della Chiesa cattolica...la sua fine!
    Perché il papa non ha cacciato tutti e liberato il Vaticano da queste iene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, il discorso è di una semplicità estrema, non l'ha fatto da papa e vuole farlo da vescovo? Ma ci crede così fessi? Non giudico la sua decisione, per la quale lo affido al Padreterno, ma se se ne va che lo faccia definitivamente, che cali la damnatio memoriae sul suo nome.

      Elimina
    2. Tranquillo mo fanno Papa Rambo così sbaraglia tutti.

      Elimina
    3. Perchè l'unico ad essere Papa è Benedetto XVI, non tu Alberto. Rispetta le decisioni del Santo Padre che è sempre guidato dallo Spirito Santo!

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.