venerdì 24 giugno 2011

Un matrimonio "straordinario" a S. Bartolomeo al Mare (Imperia).

Sabato 11 giugno 2011 due giovani ragazzi si son uniti nel sacro vincolo del matrimonio. E per farlo, hanno scelto il venerando rito antico e tradizionale di Santa Romana Chiesa, che è stato officiato da don Emanuele Caccia.

La chiesa scelta è il belissimo Santuario della Madonna della Rovere in San Bartolomeo al Mare (provincia e diocesi di Imperia), che da qualche tempo è retto dai buoni RR. PP. Francescani dell'Immacolata su generosa disposizione e per amorevole accoglienza dell'ottimo escovo diocesano Mons. Oliveri.
Nelle foto seguenti (per cui ringraziamo Luca P.B., ottimo amico della Tradizione e, possiamo dirlo, anche di MiL,) si possono vedere alcuni momenti peculiari della Missa pro sponsis.
A rendere "solenne" la S. Messa è stata la partecipazione di don Maurizio Morella (diacono) e di don Luca Broggini (suddiacono).
Il proprio e l'ordinario della S. Messa son stati cantati dalla corale della confraternita di San Pietro di Porto Maurizio, sulle note di un quartetto d'archi (non se ne abbiano a male i puristi del gregoriano!).
La S. Comunione è stata accompagnata dal canto del soprano che, sulle note di Vivaldi, ha ricordato che "Nullo in mundo, pax sincera sine felle; pura et vera, dulcis Jesu, est in te."


Auguriamo alla novella famiglia, costituita in Cristo, una propizia, feconda e serena vita matrimoniale!

l'altare maggiore del Santuario della Madonna della Rovere
*
i ministri parati e gli accoliti
*


ritus celebrandi matrimonii sacramentum
*
*
incensazione al Kyrie
*

"Propitiare Domine"
(benedizione
super sponsum et sponsam dopo il Pater Noster)
*

"Deus Abraham"
(benedizione finale e aspersione degli sposi, dopo il Postcommunio)

9 commenti:

  1. OT: invito tutti a leggere il commento di Magister sulla imminente nomina di Scola a Milano.....

    RispondiElimina
  2. Luis Moscardò24 giugno 2011 12:25

    Auguri e figli santi!

    RispondiElimina
  3. Luca Pavan Bresciano24 giugno 2011 12:52

    Dio Ottimo Massimo benedica i novelli sposi e la Santa Madre Chiesa! Viva il Papa!

    RispondiElimina
  4. Auguri agli sposi.
    Ammirabile e degna di lode assoluta la sobrietà dell'abito della sposa.
    Il Signore benedica.

    RispondiElimina
  5. Simon de Cyrène24 giugno 2011 14:53

    Tantissimi auguri agli sposi e che il loro matrimonia sia benedetto da una prole numerosa e cresciuta nel rispetto dell'Altissimo e dell'amore incondizionale della Sua Chiesa. I.P.

    RispondiElimina
  6. Missa pro sponso et sponsa in Terzo! Spero di avere simil fortuna quando prendero' moglie, ma visti i tempi occorre chiedere l'intercessione di San Giuda Taddeo per trovare una ragazza Cattolica (che come sapete e' il Santo delle cause disperate)......

    RispondiElimina
  7. Perché è in piviale ?26 giugno 2011 22:27

    Senza fare accademismo liturgico, che è un difetto del mondo tradizionale, che non va all'essenziale, lasciatemi dire che i consensi in Italia si prendono col prete parato in pianeta e non in piviale come in Francia.

    Purtroppo il mondo della tradizione italiano subisce un fenomeno di ritorno dalla Francia. Non è da escludersi che laLiguria subisse influenze francesi, ma mi pare strano.

    RispondiElimina
  8. Perché è in piviale ?26 giugno 2011 22:28

    <span>Senza fare accademismo liturgico, che è un difetto del mondo tradizionale, che non va all'essenziale, lasciatemi dire che i consensi in Italia si prendono col prete parato in pianeta e non in piviale come in Francia.  
     
    Purtroppo il mondo della tradizione italiano subisce un fenomeno di ritorno dalla Francia. Non è da escludersi che laLiguria subisse influenze francesi, ma mi pare strano.</span>
    <span></span>
    <span>Detto questo: Viva gli sposi !</span>

    RispondiElimina
  9. Perché è in piviale ?26 giugno 2011 22:28

    <span><span>Senza fare accademismo liturgico, che è un difetto di certo mondo tradizionale che non va all'essenziale, lasciatemi dire che i consensi in Italia si prendono col prete parato in pianeta e non in piviale come in Francia.    
       
    Purtroppo il mondo della tradizione italiano subisce un fenomeno di ritorno dalla Francia. Non è da escludersi che laLiguria subisse influenze francesi, ma mi pare strano.</span>  
    <span></span> 
    <span>Detto questo: Viva gli sposi !</span></span>

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.