lunedì 27 giugno 2011

LX di Ordinazione sacerdotale del Papa: la lettera del Card. Piacenza agli Ordinari Diocesani (del Mondo) e le 60 ore di Adorazione Eucaristica






Cliccate sulle due immagini, per ingrandirle e leggere il testo.

I Vostri amici di MiL, anche a seguito delle numerose richieste che son giunte alla Redazione riguardanti informazioni e chiarimenti sul contenuto testuale e integrale della lettera del Card. Piacenza (e del suo invito di offrire 60 ore di Adorazione Eucaristica per la santificazione del Clero e per nuove vocazioni), si son adoperati per averne copia, ed essendo riusciti, la pubblicano a beneficio di tutti. Il compito si è rivelato (stranamente) più difficile del previsto.
Appuntemti in rilievo:
Mercoledì 29 Giugno: LX anniversario dell'Ordinazione sacerdotale del Papa, "...occasione per stringerci intorno al Sommo Pontefice per testimoniarGli tutta la nostra gratitudine, il nostro affetto e la nostro comunione...";
Venerdì 1° luglio: culmine del mistico "...percorso di preghiera e di offerta della straordinaria corona di preghiera e di soprannaturale unità..."

23 commenti:

  1. Ad oggi, 27 giugno, nessuno della mia diocesi ne ha fatto parola, tanto meno ai sacerdoti.
    Grazie di averlo detto, oggi farò un'ora di adorazione per il S. Padre e per le intenzioni richieste dal card. Piacenza. Dio vi rimeriti per il vostro servizio. 

    RispondiElimina
  2. Se non ci fosse stato questo sito credo che la notizia sarebbe passata sotto totale silenzio; qui nella mia archidiocesi ed in quelle vicine e penso anche all'estero non si farà nulla. Il Cardinale Piacenza si appella a quel sentire ''CUM Ecclesia'' che oggi non esiste più. Grazie a Piacenza per questa lettera ''cattolica'' ma la realtà locale è imbarazzante, povero Papa nostro!!! Auguri Santità, lei è Il Vicario di Cristo in terra, preghi Lei per loro.

    RispondiElimina
  3. In diocesi torinese c'è un'iniziativa "locale" del Cardinale Emerito Poletto (il che è tutto dire). Il sito diocesano non ne fa menzione, ma si sa le poste sono leeeeeeeeeeeente...

    RispondiElimina
  4. Essendo che lo Spirito Santo non ha ascoltato il soffio dello Spirito del Concilio e ha permesso la pestifera elezione del bavarese, il Sinedrio Cei, nello stivale sparso, non ci pensa manco un secondo a iniziative del genere!

    E poi, scusate, 60 ore di che????

    Ma siamo nel 2011!!!
    Queste forme di religiosità devozionistica e malata non s'addicono ad una chiesa che sa cogliere i segni dei tempi!!!

    RispondiElimina
  5. A proposito del "sentire cum Ecclesia"...
    Ieri mattina ho seguito in tv la beatificazione a Milano: palco scialbo e card. Tettamanzi vestito da circo!… un vero Orfei! E poi il card. Amato davanti la mensa con uno squallido piviale modernissimo e pastorale e il Tettamazi alla sede in pompa magna e pastorale? non va, non va proprio! e i canonici dov’erano? Per non parlare dei cerimonieri… Perché nessuno di loro aveva un contegno che ricordasse anche solo vagamente Mons. Guido Marini per compostezza umiltà e sacralità???
    Insomma, le messe del Papa non hanno insegnato veramente nulla a Milano! Siete rimasti alle messe spettacolo di mariniana (Piero) memoria… e il canto africano dopo la Comunione?
    Mancavano solo i balletti…
    Per non parlare delle tre immagini: perché tutte e tre attaccate con tutti i finestroni che ci sono nella facciata?
    Vi ricordate, invece, che bellezza e che armonia alle ultime celebrazioni del Papa a Venezia o a San Marino???
    Signore, vieni presto in nostro aiuto!!!

    RispondiElimina
  6. caro E.D. tu hai perfettamente ragione. ma ora rischi di scatenare una serie di commenti (in tuo sostegno, ci mancherebbe) che nulla hanno a che fare con la lettera di Piacenza, sulla sua intenzione di vicinanza al Papa, sui ritardi o sul rifiuto di alcune diocesi di aderire, ecc.

    RispondiElimina
  7. Le Diocesi non apprezzano? I fedeli invece io penso di si. Diffondiamo l'invito, è cosa buona per il Papa e per la Chiesa intera. Se trascurato o rigettato poi, può finalmente aprire gli occhi a tanti in buona fede.

    RispondiElimina
  8. Una riflessione ...27 giugno 2011 22:32

    ...di carattere storico. Senza Porta Pia avremmo avuto solo Papi italiani. Magari un bel Martini o Tettamanzi. Ratzinger è figlio della riduzione dello
    Stato Pontificio all'attuale francobollo territoriale. Se lo sapessero i mangiapreti massoni e carbonari di 150 anni fa si mangerebbero le mani.

    RispondiElimina
  9. nonsolorapallo27 giugno 2011 23:10

    Chiavari, invece, fa eccezione. Il Vescovo Tanasini ha dato annuncio tramite telepace diocesana e ha "spalmato" le 60 ore di adorazione in chiese centrali della diocesi ed ha invitato i preti a pregare insieme le ultime 2 ore delle 60 previste presso il monastero dlle clarisse. Stavolta, sono stato felicemente sorpreso. Anche l'intervista di presentazione lasciata all'emittente diocesana è di tutto pregio.

    RispondiElimina
  10. ho...spento la TV.....uno spettacolo unico!!!

    RispondiElimina
  11. A Treviso, invece, nella diocesi dell'ultra progressista Gardin, amano tanto il "Bavarese" che si sono premurati di infilare la lettera del cad. Piacenza nel distruggidocumenti: non si sa mai che qualcuno che la vede, non ne ottemperi i voti!!!  

    RispondiElimina
  12. Sei certo di quello che dici? Se la cosa è accaduta è grave, ma se non è accaduta .......

    RispondiElimina
  13. Ma no che non è successo. E smettiamola di chiamare Gardin ultraprogressista, una definizione che fa ridere i polli. Per favore.

    RispondiElimina
  14. <p>Caro Ospite e caro Trevigiano, le affermazioni di Minosse, che so essere bene introdotto nei corridoi della curia Tarvisina, hanno solleticato la mia curiosità. Non avendo avuto notizia in merito alle 60 ore di adorazione, né sul settimanale diocesano La Vita del Popolo (potrebbe comunque anche essermi sfuggito all’attenzione), né negli avvisi parrocchiali, ho ritenuto opportuno chiedere al mio parroco se la lettera del cardinale Piacenza, o perlomeno i voti che la stessa esprimeva, <span> </span>fosse stata divulgata al clero diocesano e l’Arcivescovo Gardin ne avesse chiesto l’applicazione. Niente di tutto ciò, il parroco è caduto dalle nuvole. Ergo, caro Ospite e caro Trevigiano, Minosse aveva ragione. Su una cosa ritengo che Minosse avesse torto, o perlomeno ha usato un’espressione colorita: la lettera del card. Piacenza non penso l’abbiano triturata, ma sicuramente protocollata, chiusa in un dox e messa nell’armadio degli atti da archiviare!!!
    </p><p> 
    </p><p>P.S. Sarebbe interessante condurre un'indagine, almeno in Italia, per vedere quante diocesi hanno dato seguito alla lettere del cerd. Piacenza. Invito i frequentatori di questo blog, se lo riterranno, a riportarci i dati delle loro diocesi di appartenenza. 
    </p>

    RispondiElimina
  15. Di sicuro non è uno che dialoga!

    RispondiElimina
  16. Caro Renzo T. volevo dire che mi sembra un'esagerazione che la lettera sia stata triturata, penso che archiviata sia molto plausibile. Nemmeno io ho visto qualcosa su "La  vita del popolo" e posso dire con molta serenità che nemmeno i parroci ne sanno qualcosa. Ho cercato di fare un po' di pubblicità, purtroppo, hanno le ferie per la testa e l'anno pastorale è stato chiuso. Ora sono impegnati con i grest e campiscuola vari per cui l'adorazione è una  cosa "non opportuna".
    Ho visto il discorso letto da S.E. alla chiusura dell'anno pastorale e la parola chiave è: "EDUCARE"  soprattutto gli adulti, ma mi chiedo come intendano farlo. Sono terribilemente curiosa.
    In una chiesa non lontana dalla mia, domenica scorsa le persone andavano dal parroco il quale metteva nelle loro mani l'ostia consacrata e poi andavano dall'altro sacerdote a intingere nel calice l'ostia.
    Da chi dobbiamo iniziare?

    RispondiElimina
  17. Quello che mi ha irritato è stato l'aggettivo "ultraprogressista", che è proprio un'aberrazione... Conosco anch'io la Curia trevigiana, e se Minosse è tanto introdotto, dovrebbe ben sapere che regime vige nel settimanale diocesano (qualsiasi persona, leggendo, può rendersene conto...sembra una "Famiglia Cristiana" de noantri, vedi ultimamente le prese di posizione per il sì nel referendum sull'acqua...). Tuttavia rendere colpevole di tutto questo Gardin è un po' eccessivo! Piuttosto, ciò che fa più scandalo è che Treviso non sia neanche l'esempio peggiore! 

    Comunque ben trovati, fratelli trevigiani, sono contento che siamo in tanti qui in questo blog. A quando un gruppo stabile pro V.O.??

    RispondiElimina
  18. Fratello Trevigiano28 giugno 2011 22:55

    A proposito di adorazione eucaristica e dell'onore che la Chiesa ha sempre riservato alle Sacre Specie, lo sapete, cari fratelli trevigiani, che un parroco giovane (o perlomento così si ritiene, sebbene sia vicino a 50), aitante, che veste alla moda e tanto piace alla ggeentee della sua parrocchia, vicario foraneo, molto stimato nelle sacre curie, ha ritenuto quest'anno di non dover fare la processione del Corpus Domini?
    Probabilmente... Maiora premunt

    RispondiElimina
  19. Fratello Trevigiano28 giugno 2011 22:57

    <span>A proposito di adorazione eucaristica e dell'onore che la Chiesa ha sempre riservato alle Sacre Specie, lo sapete, cari fratelli trevigiani, che un parroco giovane (o perlomento così si ritiene, sebbene sia vicino ai 50), aitante, che veste alla moda e tanto piace alla ggeentee della sua parrocchia, vicario foraneo, molto stimato nelle sacre curie, ha ritenuto quest'anno di non dover fare la processione del Corpus Domini?  
    Probabilmente... Maiora premunt!</span>

    RispondiElimina
  20. Qualche indizio in più?

    RispondiElimina
  21. Fratello Trevigiano30 giugno 2011 22:52

    Prova anche tu a fare una piccola inchiesta, tutto sommato la diocesi non è grandissima: quante sono le foranie? Ognuna di queste ha un Vicario Foraneo, quanti sono i Vicarei Foranei che nella loro parrocchia non hanno ritenuto importante fare la processione del Corpus Domini? Penso si tratti di uno solo, allora  la ricerca è presto conclusa. ma se sciaguratamente fossero più di uno, dovrai faticare solo un poco di più e gli indizi precedenti ti saranno sufficienti per scovarlo!

    RispondiElimina
  22. Fratello Trevigiano30 giugno 2011 22:58

    Chiedilo a Gardin e a Rizzo, vedrai che risposte otterrai: "Te lo diamo noi il Motu proprio!!!". Se proprio ci tieni alla messa V.O., allora vai a Lanzago di Silea nella cappella dell'Immacolata in via Matteotti (Luglio e Agosto S. Messa ore 18,30), mentre tutti gli altri mesi dell'anno alle ore 10,30. Così vedrai com'è bassa la media dell'età dei partecipanti, altro che quattro vecchi nostalgici come sostengono Rizzo e Gardin, troverai tutta gente che per ragioni anagrafiche non ha mai conosciuto l'antico rito preconcilare.

    RispondiElimina
  23. Fratello Trevigiano30 giugno 2011 23:00

    <span>... </span><span>Comunque ben trovati, fratelli trevigiani, sono contento che siamo in tanti qui in questo blog. A quando un gruppo stabile pro V.O.??</span>
    <span></span><span>Chiedilo a Gardin e a Rizzo, vedrai che risposte otterrai: "Te lo diamo noi il Motu proprio!!!". Se proprio ci tieni alla messa V.O., allora vai a Lanzago di Silea nella cappella dell'Immacolata in via Matteotti (Luglio e Agosto S. Messa ore 18,30), mentre tutti gli altri mesi dell'anno alle ore 10,30. Così vedrai com'è bassa la media dell'età dei partecipanti, altro che quattro vecchi nostalgici come sostengono Rizzo e Gardin, troverai tutta gente che per ragioni anagrafiche non ha mai conosciuto l'antico rito preconcilare.</span>

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.