Post in evidenza

Ora puoi... aiutare MiL

Se volete aiutare e sostenere MiL, potete fare una donazione anche piccola.   Ricordiamo ai nostri lettori infatti che MiL si sostiene solo ...

sabato 14 maggio 2011

Breve rassegna stampa sulla Universae Ecclesiae

Una lezione di stile. Cattolico - di P. Sequeri - Avvenire 14.05.2011 - LINK 1
Preti e seminaristi a lezione di latino - di G. Galeazzi - LaStampa 14.05.2011 - LINK 2
Sulla Messa antica il Papa insegna equilibrio - P. Rodari - PalazzoApostolico 13.5.11 - LINK 3
Ratzinger e la Chiesa Anarchica - di G. Zizola - La Repubblica 14.05.2011 p. 23 - LINK 43
La messa in latino: un diritto dei fedeli - di M . Ansaldo 14.05.2011 p. 23 - LINK 5
La grande lezione di Benedetto XVI e la Tradizione vivente - di A. Schwibach -Kath.net LINK 6
Niente comunione in mano alle Messe tridentine - Cordialiter - LINK 7
Messa in latino, ma non contro il Concilio - A. Bobbio - Famiglia Cristiana 13.05.2011 - LINK 8
Il Vaticano dice ai Vescovi: siate generosi ... - J. Thavis - Catholic Herald 13.05.2011 - LINk 9
Messa in rito antico: istruzioni per l'uso - di M. Introvigne - La Bussola Quotidiana - LINK 10
Santa Messa in Latino. le istruzioni - SIR 13.05.2011 - LINK 11
Pagina Catolica blog - LINK 12

.


per una più ricca e completa rassegna stampa, si vada al ricchissimo blog AmiciDiPapaRatzinger4

17 commenti:

  1. Quei commenti su "Repubblica" lasciano sgomenti...

    RispondiElimina
  2. Ma che ci si poteva aspettare da Zizola? Da un lato conosce il mestiere (40 anni di esperienza non son pochi) e tanti fatti. Ma troppo spesso ne dà un interpretazione assai, ma assai progressista (per me è memorabile il commento che trovai su un suo libro sulle stimmate di Padre Pio: "Al massimo sono un dono soprannaturale". Come se fosse roba da negozio dietro l'angolo *DONT_KNOW* ).

    RispondiElimina
  3. Il problema è che il commento di Repubblica, ahinoi, sarà per tanti vescovi dalle pulsioni democostituzionaliste l'unica esegesi considerata valida...

    RispondiElimina
  4. È veramente comico vedere come i progressisti, i modernisti, che si son fatti un`ulcera con il Summorum Pontificum, stiano soffrendo di un rinfuocamento dei loro dolori,  si consolano con l`art. 19 che usano come un balsamo, un antiacido protettivo.
    Guardate come "Famiglia cristiana" commenta il documento del Papa, ma sopratutto guardate con che foto illustrano l`articolo. Penso che ogni commento sia inutile.

    http://www.famigliacristiana.it/chiesa/news_1/articolo/messa-in-latino-ma-non-contro-il-concilio_130511205411.aspx

    RispondiElimina
  5. <span>       Il Papa ha tolto la scomunica di Giovanni Paolo II, </span>
    su questa piccolo riferimento dato così  - a volo- da A. Bobbio, faccio una piccola riflessione circa la "recezione" di un dato storico da parte di lettori la cui memoria di quegli eventi del 1988 è   tabula rasa   : quanti cattolici abbastanza sprovveduti sulle problematiche vidcende della storia di questo  mezzo secolo che ci precede, si formeranno  nella mente, leggendo FC, la seguente idea, con molta naturalezza:
      "ah, ecco...    il beato Papa Wojtyla  aveva scomunicato i lefevriani, seguaci della Tradizione, e quindi, chiunque segua la Tradizione stessa è a rischio di scomunica; per lo meno deve tentare di non seguirla troppo, ma con MODERAZIONE, con molta cautela, il meno possibile (per non essere accomunato a quella gente , "avanzo di gruppo scomunicato" ...e chi crede di poter prendere qualche esempio di Fede e saldezza dottrinale da loro, corre un grave rischio, si dovrà collocare (classificare) come "estremista", passatista, nemico dell'unità ecclesiale ...."  
    ( inevitabilmente, secondo lo schema dettato dal pensiero dominante...)
    ?...:(

    RispondiElimina
  6. <span><span> Il Papa ha tolto la scomunica di Giovanni Paolo II, </span>  
    su questa piccolo riferimento dato così  - a volo- da A. Bobbio, faccio una piccola riflessione circa la "recezione" di un dato storico da parte di lettori la cui memoria di quegli eventi del 1988 è   tabula rasa   : quanti cattolici abbastanza sprovveduti sulle problematiche vidcende della storia di questo  mezzo secolo che ci precede, si formeranno  nella mente, leggendo FC, la seguente idea, con molta naturalezza:  
      "ah, ecco...    il beato Papa Wojtyla  aveva scomunicato i lefevriani, seguaci della Tradizione, e quindi, chiunque segua la Tradizione stessa è a rischio di scomunica; per lo meno deve tentare di non seguirla troppo, ma con MODERAZIONE, con molta cautela, il meno possibile , per non essere accomunato a quella gente , "avanzo di gruppo scomunicato" ...e chi crede di poter prendere qualche esempio di Fede e saldezza dottrinale da loro, corre un grave rischio, si dovrà collocare (classificare) come "estremista", passatista, nemico dell'unità ecclesiale ...."    
    ( inevitabilmente, secondo lo schema dettato dal pensiero dominante...)  
    ?... :( </span>

    RispondiElimina
  7. A parte lì'articolo de La Repubblica, non mi aspettavo nulla di diverso ... ma quello di Famiglia Cristiana, con tanto di foto di Ratzinger giovane in cravatta durante il Concilio ( immagine parlante oppure discreto monito ... ) ...

    RispondiElimina
  8. Ennesima dimostrazione, da parte di Famiglia Cristiana, di malafede e disinformazione. Il famoso (o famigerato) art. 19 non cita affatto il cvii. Nessuna "accettazione" è richiesta. Ancora una volta, modernismo e menzogna si dimostrano intrinsecamente in unione ipostatica.

    RispondiElimina
  9. Zizola burdu, Alberto Bobbio tropeyale

    RispondiElimina
  10. Io sono a favore delle "Piccole Patrie", ma potrebbe esprimersi in una koiné italica?

    RispondiElimina
  11. ....sperando che sappia che cos'è  la  koiné  !

    RispondiElimina
  12. E' indegno come schizzi veleno e malafede il commento di Zizola. Nessuno lo obbliga a partecipare ad una messa VO se non è di suo gusto. E come si permette di trattare da subumani i cattolici che si riconoscono nel messale del '62 e da mercenari i sacerdoti che - pagando talvolta il prezzo dell'emarginazione dai confratelli e dalla freddezza dei vescovi - si prestano a celebrare per questi fedeli!

    RispondiElimina
  13. Koiné sarebbe come dire una limba cumone

    RispondiElimina
  14. Bravo. Lei di tutti i m odernisti che frequentano questo sito è il più simpatico. Almeno è spiritoso. <span>Conservet Deus su Re, salvet su Regnu Sardu et gloria a s'istendardu concedat de su Re. </span>

    RispondiElimina
  15. Sa Silente, Rombo di tuono, mi fa pensare ad un blogger che, dopo essere stato molto presente sul blog, è sparito, era sardo e si era scelto come nick "multinick,  forse seminarista.....

    RispondiElimina
  16. <span>Sa Silente, Rombo di tuono, mi fa pensare ad un blogger che, dopo essere stato molto presente sul blog, è sparito, era sardo e si era scelto come nick "multinick",  forse seminarista.....</span>

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione