Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

sabato 14 maggio 2011

Breve rassegna stampa sulla Universae Ecclesiae

Una lezione di stile. Cattolico - di P. Sequeri - Avvenire 14.05.2011 - LINK 1
Preti e seminaristi a lezione di latino - di G. Galeazzi - LaStampa 14.05.2011 - LINK 2
Sulla Messa antica il Papa insegna equilibrio - P. Rodari - PalazzoApostolico 13.5.11 - LINK 3
Ratzinger e la Chiesa Anarchica - di G. Zizola - La Repubblica 14.05.2011 p. 23 - LINK 43
La messa in latino: un diritto dei fedeli - di M . Ansaldo 14.05.2011 p. 23 - LINK 5
La grande lezione di Benedetto XVI e la Tradizione vivente - di A. Schwibach -Kath.net LINK 6
Niente comunione in mano alle Messe tridentine - Cordialiter - LINK 7
Messa in latino, ma non contro il Concilio - A. Bobbio - Famiglia Cristiana 13.05.2011 - LINK 8
Il Vaticano dice ai Vescovi: siate generosi ... - J. Thavis - Catholic Herald 13.05.2011 - LINk 9
Messa in rito antico: istruzioni per l'uso - di M. Introvigne - La Bussola Quotidiana - LINK 10
Santa Messa in Latino. le istruzioni - SIR 13.05.2011 - LINK 11
Pagina Catolica blog - LINK 12

.


per una più ricca e completa rassegna stampa, si vada al ricchissimo blog AmiciDiPapaRatzinger4

17 commenti:

  1. Quei commenti su "Repubblica" lasciano sgomenti...

    RispondiElimina
  2. Ma che ci si poteva aspettare da Zizola? Da un lato conosce il mestiere (40 anni di esperienza non son pochi) e tanti fatti. Ma troppo spesso ne dà un interpretazione assai, ma assai progressista (per me è memorabile il commento che trovai su un suo libro sulle stimmate di Padre Pio: "Al massimo sono un dono soprannaturale". Come se fosse roba da negozio dietro l'angolo *DONT_KNOW* ).

    RispondiElimina
  3. Il problema è che il commento di Repubblica, ahinoi, sarà per tanti vescovi dalle pulsioni democostituzionaliste l'unica esegesi considerata valida...

    RispondiElimina
  4. È veramente comico vedere come i progressisti, i modernisti, che si son fatti un`ulcera con il Summorum Pontificum, stiano soffrendo di un rinfuocamento dei loro dolori,  si consolano con l`art. 19 che usano come un balsamo, un antiacido protettivo.
    Guardate come "Famiglia cristiana" commenta il documento del Papa, ma sopratutto guardate con che foto illustrano l`articolo. Penso che ogni commento sia inutile.

    http://www.famigliacristiana.it/chiesa/news_1/articolo/messa-in-latino-ma-non-contro-il-concilio_130511205411.aspx

    RispondiElimina
  5. <span>       Il Papa ha tolto la scomunica di Giovanni Paolo II, </span>
    su questa piccolo riferimento dato così  - a volo- da A. Bobbio, faccio una piccola riflessione circa la "recezione" di un dato storico da parte di lettori la cui memoria di quegli eventi del 1988 è   tabula rasa   : quanti cattolici abbastanza sprovveduti sulle problematiche vidcende della storia di questo  mezzo secolo che ci precede, si formeranno  nella mente, leggendo FC, la seguente idea, con molta naturalezza:
      "ah, ecco...    il beato Papa Wojtyla  aveva scomunicato i lefevriani, seguaci della Tradizione, e quindi, chiunque segua la Tradizione stessa è a rischio di scomunica; per lo meno deve tentare di non seguirla troppo, ma con MODERAZIONE, con molta cautela, il meno possibile (per non essere accomunato a quella gente , "avanzo di gruppo scomunicato" ...e chi crede di poter prendere qualche esempio di Fede e saldezza dottrinale da loro, corre un grave rischio, si dovrà collocare (classificare) come "estremista", passatista, nemico dell'unità ecclesiale ...."  
    ( inevitabilmente, secondo lo schema dettato dal pensiero dominante...)
    ?...:(

    RispondiElimina
  6. <span><span> Il Papa ha tolto la scomunica di Giovanni Paolo II, </span>  
    su questa piccolo riferimento dato così  - a volo- da A. Bobbio, faccio una piccola riflessione circa la "recezione" di un dato storico da parte di lettori la cui memoria di quegli eventi del 1988 è   tabula rasa   : quanti cattolici abbastanza sprovveduti sulle problematiche vidcende della storia di questo  mezzo secolo che ci precede, si formeranno  nella mente, leggendo FC, la seguente idea, con molta naturalezza:  
      "ah, ecco...    il beato Papa Wojtyla  aveva scomunicato i lefevriani, seguaci della Tradizione, e quindi, chiunque segua la Tradizione stessa è a rischio di scomunica; per lo meno deve tentare di non seguirla troppo, ma con MODERAZIONE, con molta cautela, il meno possibile , per non essere accomunato a quella gente , "avanzo di gruppo scomunicato" ...e chi crede di poter prendere qualche esempio di Fede e saldezza dottrinale da loro, corre un grave rischio, si dovrà collocare (classificare) come "estremista", passatista, nemico dell'unità ecclesiale ...."    
    ( inevitabilmente, secondo lo schema dettato dal pensiero dominante...)  
    ?... :( </span>

    RispondiElimina
  7. Andrea Carradori14 maggio 2011 14:58

    A parte lì'articolo de La Repubblica, non mi aspettavo nulla di diverso ... ma quello di Famiglia Cristiana, con tanto di foto di Ratzinger giovane in cravatta durante il Concilio ( immagine parlante oppure discreto monito ... ) ...

    RispondiElimina
  8. Ennesima dimostrazione, da parte di Famiglia Cristiana, di malafede e disinformazione. Il famoso (o famigerato) art. 19 non cita affatto il cvii. Nessuna "accettazione" è richiesta. Ancora una volta, modernismo e menzogna si dimostrano intrinsecamente in unione ipostatica.

    RispondiElimina
  9. Zizola esilarante

    RispondiElimina
  10. Rombo di tuono14 maggio 2011 15:48

    Zizola burdu, Alberto Bobbio tropeyale

    RispondiElimina
  11. Io sono a favore delle "Piccole Patrie", ma potrebbe esprimersi in una koiné italica?

    RispondiElimina
  12. ....sperando che sappia che cos'è  la  koiné  !

    RispondiElimina
  13. E' indegno come schizzi veleno e malafede il commento di Zizola. Nessuno lo obbliga a partecipare ad una messa VO se non è di suo gusto. E come si permette di trattare da subumani i cattolici che si riconoscono nel messale del '62 e da mercenari i sacerdoti che - pagando talvolta il prezzo dell'emarginazione dai confratelli e dalla freddezza dei vescovi - si prestano a celebrare per questi fedeli!

    RispondiElimina
  14. Rombo di tuono14 maggio 2011 20:16

    Koiné sarebbe come dire una limba cumone

    RispondiElimina
  15. Bravo. Lei di tutti i m odernisti che frequentano questo sito è il più simpatico. Almeno è spiritoso. <span>Conservet Deus su Re, salvet su Regnu Sardu et gloria a s'istendardu concedat de su Re. </span>

    RispondiElimina
  16. Sa Silente, Rombo di tuono, mi fa pensare ad un blogger che, dopo essere stato molto presente sul blog, è sparito, era sardo e si era scelto come nick "multinick,  forse seminarista.....

    RispondiElimina
  17. <span>Sa Silente, Rombo di tuono, mi fa pensare ad un blogger che, dopo essere stato molto presente sul blog, è sparito, era sardo e si era scelto come nick "multinick",  forse seminarista.....</span>

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.