Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

mercoledì 18 agosto 2021

Ore 8:00. Aggiornamenti sulla salute del Card. Burke

 


Sul profilo Twitter del card. Burk apprendiamo che “Il cardinale Burke resta in condizioni gravi ma stabili. Sta ricevendo un'eccellente assistenza medica e sacramentale. Preghiamo per la sua guarigione, in particolare per l'intercessione di Nostra Signora di Guadalupe, di San Giuseppe, di San Juan Diego e di San Rocco”. 
Grazie alla traduzione di Aldo Maria Valli apprendiamo anche del comunicato autorizzato dalla famiglia di S. Eminenza che riferiscono queste ulteriori notizie e queste circostanze (pubblicato sul sito del Santuario di N.S. di Guadalupe, fondato da sua Eminenza a La Crosse, Wisconsin USA).

Roberto 


“Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore”.

(Gv 14,27)

L’effusione di amore, preghiera e sostegno durante il ricovero di Sua Eminenza ha consolato molto la sua famiglia, ha edificato coloro che lo servono al Santuario e altrove, e ha testimoniato il carattere e la virtù dell’uomo che tanti considerano un padre spirituale. Apprezziamo profondamente e abbondantemente questa carità e rendiamo lode e grazie al nostro Padre celeste, specialmente per il brillante e fedele servizio del cardinale Burke alla Chiesa che ama così profondamente.



A partire dal 17 agosto Sua Eminenza rimane in condizioni serie, ma stabili. La sua famiglia, che con un’equipe di medici è responsabile di tutte le decisioni mediche mentre il cardinale rimane sedato e con ventilatore medico, ha grande fiducia nelle cure che sta ricevendo. Il cardinale ha ricevuto i Sacramenti da sacerdoti a lui vicini. Ci sono diverse reliquie nella sua stanza.

La famiglia del cardinale, pur apprezzando le buone intenzioni di coloro che hanno suggerito cure, consulti, eccetera, chiede alla gente di astenersi dall’inviare altro. I familiari chiedono anche di non contattare né loro, né il personale del Santuario, o la residenza del cardinale a Roma per discutere della sua condizione. Testi, telefonate ed e-mail, sebbene certamente solleciti e spesso gentili, possono, inavvertitamente, diventare un peso. La famiglia non ha intenzione di rivelare la posizione di Sua Eminenza per evitare le ovvie difficoltà che potrebbero causare.

Per fornire una fonte sicura per gli aggiornamenti sulla salute del cardinale, la famiglia ha chiesto che il Santuario di Nostra Signora di Guadalupe, oltre ai media personali del cardinale, sia l’unica piattaforma autorizzata per informazioni accurate e tempestive. Altri resoconti possono essere incompleti o falsi e quindi possono disturbare inutilmente le menti e i cuori di coloro che sono devoti a Sua Eminenza.

La famiglia del cardinale ha inoltre chiesto che sulle piattaforme autorizzate vengano pubblicati solo gli aggiornamenti relativi a cambiamenti significativi delle condizioni di Sua Eminenza. In umiltà, comprendiamo che non è necessario per noi conoscere ogni dettaglio del trattamento del cardinale. Sebbene la sua famiglia si renda conto che il cardinale “appartiene” alla Chiesa, chiede anche che sia rispettata la sua privacy. Il periodo di ricovero, e per ora di isolamento a causa del virus Covid, potrebbe essere prolungato poiché il corpo di Sua Eminenza combatte l’infezione e recupera le forze. Per il momento, la sedazione aiuta la sua pace e il suo riposo.

Nulla cade al di fuori della provvidenza di Dio. Niente cade fuori dalla portata della Sua grazia. Sono verità spirituali che conosciamo e che il cardinale ci ha insegnato con il suo stesso esempio di fedeltà nella fiducia e nell’abbandono al Buon Dio. La fiducia in queste verità ci apre alla pace che il mondo non può né dare né prendere. Se potesse parlare con noi ora, direbbe ciò che ci ha sempre insegnato: che il Padre Nostro nei cieli è buono, misericordioso, giusto, provvidente e sovrano; che siamo i suoi figli prediletti e che Egli non ci lascerà mai orfani; che non dobbiamo avere paura della Croce come via per la vita eterna; che i Sacramenti sono i canali più diretti della grazia e che facciamo all’anima il massimo bene ricevendo spesso la Santa Comunione e confessandoci regolarmente; che dovremmo dire le nostre preghiere quotidiane;

E un’altra cosa tanto importante e tanto cara a Sua Eminenza: che preghiamo spesso e con fervore il Rosario, e così ci mettiamo sotto il manto della Madonna, fiduciosi nel suo amore e nella sua intercessione materna.

Per favore, continuate le vostre preghiere per il cardinale Burke e per la sua famiglia, in particolare durante la Santa Messa e nella recita del Rosario. Siamo pieni di gratitudine per l’abbondanza di preghiere e di amore per questo fedele figlio e servo della Chiesa.

Dio vi benedica.

Rev. Paul N. Check
Direttore esecutivo
Santuario di Nostra Signora di Guadalupe


* * * * *
Cardinal Burke’s Health Update

Peace I leave with you; my peace I give to you; not as the world gives do I give to you. Let not your hearts be troubled, neither let them be afraid
Jn 14:27


The outpouring of love, prayers and support during His Eminence’s hospitalization has greatly consoled his family, edified those who serve him at the Shrine and elsewhere, and testified to the character and virtue of the man whom so many consider a spiritual father. We deeply and abundantly appreciate this charity, and we give praise and thanks to our Heavenly Father, especially for the brilliant and faithful service of Cardinal Burke to the Church he loves so profoundly.

As of August 17th, His Eminence remains in serious, but stable condition. His family, who with a team of doctors, is responsible for all medical decisions while the Cardinal remains sedated and on a medical ventilator, has great confidence in the care he is receiving. The Cardinal has received the Sacraments from priests nearby to him. There are several relics in his room.

While the Cardinal’s family appreciates the good intentions of those who have suggested treatments, consultations, etc., they ask that people refrain from sending anything further. They also ask that you not contact them, members of the Shrine staff, or the Cardinal’s residence in Rome to discuss his condition. Texts, phone calls and emails—while certainly solicitous and often gracious—can, inadvertently, become a burden. The family does not plan to disclose His Eminence’s location to avoid the obvious difficulties that might cause.

To provide a secure source for updates about the Cardinal’s health, the family has asked that the Shrine of Our Lady of Guadalupe—in addition to the Cardinal’s personal media—be the only authorized platforms for accurate, timely information. Other reports may be incomplete or false and so may unnecessarily disturb the minds and hearts of those devoted to His Eminence.

The Cardinal’s family has also requested that only updates of significant changes in His Eminence’s condition be posted on the authorized platforms. In humility, we understand that it is not necessary for us to know every detail of the Cardinal’s treatment. Though his family realizes that the Cardinal “belongs” to the Church, they also ask that we respect his privacy. The period of hospitalization, and for now isolation because of the COVID virus, may be prolonged as His Eminence’s body fights the infection and recovers strength. For the time being, the sedation assists his own peace and rest.

Nothing falls outside of God’s providence. Nothing falls outside the reach of His grace. These are spiritual truths we know and that the Cardinal has taught us by his own example of fidelity in trust and surrender to the Good God. Confidence in these truths opens us to the peace the world cannot give or take. Were he able to speak with us now, he would tell what he has always taught us: that Our Father in Heaven is good, merciful, just, provident and sovereign; that we are His beloved children and that He will never leave us orphans; that we should not be afraid of the Cross as the way to eternal life; that the Sacraments are the most direct channels of grace and that we do the soul the greatest good by receiving Holy Communion often and by going to Confession regularly; that we should say our daily prayers; and that we should love one another as Jesus Christ has loved us: generously, even to the point of heroic sacrifice.

And one more thing so important and so dear to His Eminence: that we should pray the Rosary frequently and fervently, and so place ourselves under the mantle of Our Lady, confident in her maternal love and intercession.

Please continue your prayers for Cardinal Burke and for his family, particularly at the Holy Mass and in the praying of the Rosary. We are filled with gratitude for the abundance of prayers and love for this faithful son and servant of the Church.

God bless you.

Rev. Paul N. Check

Executive Director

Shrine of Our Lady of Guadalupe

2 commenti:

  1. Grazie, ci atterremo a quanto richiesto dalla famiglia del Cardinale.
    Elle

    RispondiElimina
  2. Burke, il negazionista che a maggio 2020 parlò di "una sorta di microchip che deve essere posto sotto la pelle di ogni persona, in modo che in qualsiasi momento possa essere controllata dallo Stato in merito alla salute e ad altre questioni che possiamo solo immaginare».

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.