Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

mercoledì 4 novembre 2020

Il Magistero del Card. Caffarra, Pastor et Defensor: oltre 5.000 pagine disponibili gratis in e-book

Dagli amici di TotusTuus.
Il nuovo e-book e' scaricabile gratuitamente dal sito dei libri:
Luigi

Sua Em.za Rev.ma il Cardinale
CARLO CAFFARRA
Pastor et defensor

(Samboseto di Busseto, 1º giugno 1938 – Bologna, 6 settembre 2017)

PRESENTAZIONE

Il volume che oggi rendiamo disponibile raccoglie oltre 5.000 pagine tra omelie, relazioni, interviste del Card. Caffarra precedentemente “salvati” dal sito caffarra.it.
A questo numero vanno aggiunte tre eccezionali appendici che il curatore di caffarra.it ha ritenuto di non inserire: «Problemi morali posti dall’Amoris Laetitia», «Schönborn sbaglia, e questo è ciò che vorrei dire al Santo Padre» e «Il Card. Caffarra supplica il Papa».

Il fatto è che Carlo Caffarra fu un combattente, anche se di una specie molto rara: un combattente culturale.
A partire dagli anni Settanta, a causa delle violente contestazioni all’enciclica di Paolo VI Humanae vitae, si interessa alla difesa del matrimonio, della famiglia e in particolare della procreazione umana.
Nell'agosto 1974, la solidità del suo argomentare gli vale la nomina da Papa Paolo VI a membro della Commissione Teologica Internazionale, mettendo con ciò in allarme i leader della contestazione alla fede cattolica: l’eterodosso P. Bernard Häring e il suo allievo P. Edward Schillebeeckx O.P, il maggiore eresiarca di quegli anni, poi ripetutamente condannato dalla Congregazione per la Dottrina della Fede.
Da allora è lotta senza tregua: da un lato il gigante della fede Carlo Caffarra, dall’altro le migliaia di eretici con il loro potente apparato di propaganda e mass-mediatico.

Anche San Giovanni Paolo II nota il coraggio e l’ortodossia del teologo di Bussetto e, nel gennaio del 1981, lo incarica di fondare e presiedere il Pontificio istituto "Giovanni Paolo II" per studi su matrimonio e famiglia, che sotto la sua guida diviene un baluardo della teologia morale cattolica.

Così, quando alla fine del 1988 Padre Haring scatena la rivolta, trova la Chiesa pronta alla difesa: ma la tempesta sarà tremenda, su scala mondiale e coinvolgerà anche la penisola italica: saranno ben 63 i teologi italiani a ribellarsi al Pontefice Magno.
Per quasi tre anni il teologo Caffarra combatte, senza sosta, intrepido, spesso unica voce teologica fedele: deriso, calunniato, offeso, il “combattente culturale” continua a studiare, scrivere, controbattere e chiarire, dedicandosi a questa guerra ogni giorno e, probabilmente, anche le notti.
Infine, l’insperata vittoria: il 24 maggio 1990 la Sede Apostolica emana la nota sulla “Vocazione ecclesiale del teologo”. L’eresia e i suoi corifei sono vinti, la verità trionfa e Carlo Caffarra ne è il primo, intrepido, caritatevole e umilissimo servitore.

Nel 1995 diviene arcivescovo di Ferrara, suscitando un incredibile numero di vocazioni al sacerdozio. Nel 2004, su fortissima insistenza dell’amico e fratello d’ideali Card. Biffi, diviene arcivescovo di Bologna.
Ma la “carriera” non toglie il coraggio al piccolo vescovo emiliano: la sua voce si alzerà sempre, fortissima, in difesa della vita e della famiglia, anche contro i potenti esponenti e sindaci comunisti della Regione rossa.
Indimenticabile il commosso atto di riparazione degli oltraggi fatti alla Vergine Maria dall’Arcigay nel 2007, grazie all’infame appoggio del Partito Democratico.

Da ultimo, non è possibile tacere l’adesione di Sua Eminenza ai dubia proposti da quattro cardinali in seguito alla pubblicazione della lettera Amoris laetitiae di Papa Francesco.
Chi intendesse quella firma come un atto di ribellione, sbaglierebbe di grosso; le ragioni di quelle domande sono sempre le stesse: difendere la vita, la famiglia, i figli.
Di fronte a opinioni espresse dal Santo Padre in modo non chiaro e che, spesso, lasciano spazio a malevole interpretazioni, Caffarra rispose:
«Leggi e rifletti sul Catechismo della dottrina cattolica, ai numeri 1601-1666. E quando senti dei discorsi sul matrimonio – anche da parte di preti, vescovi, cardinali – e tu verifichi che non sono in conformità con il Catechismo, non dare ascolto ad essi. Sono dei ciechi che guidano dei ciechi».

La sua morte è accolta con gioia dai nemici della fede cattolica (si veda ad es. Settimananews del 25/9/2017, dei dehoniani di Bologna) e tiepidezza e imbarazzo dai falsi amici (si veda il timido ricordo di Massimo Gandolfini del 6/9/2017).
Noi lo ricordiamo con gratitudine, integralmente e sine glossa, con queste quasi 6.000 pagine.
Esse vogliono anche essere un tributo all’eroico Pastore e, insieme, una preghiera a Nostra Signora: perché ottenga ai Pastori e ai laici la grazia di conoscere pienamente la volontà di Dio e, almeno, un millesimo della forza di Caffarra, per cercare di metterla in pratica fino alla morte.

Totustuus.it
Bologna, Solennità di Ognissanti
1 novembre 2020


È stato inoltre autore di numerosi libri e articoli di Teologia Morale, molti dei quali tradotti nelle principali lingue. Di seguito un elenco incompleto:

Principi di morale religiosa, (con Giannino Piana), EDB, Bologna 1972
I fini del matrimonio nel diritto romano, Pontificia Università Gregoriana, Roma 1974
La prassi cristiana nella teologia del XX secolo, Cittadella, Assisi 1977
Viventi in Cristo, Jaca Book, Milano 1981
I tre temi fondamentali dell’istruzione “Il dono della vita”, in C. Barigozzi – L. De Carli – C. Caffarra, Manipolazioni genetiche ed etica cattolica, Piemme, Casale Monferrato 1989
Sexualidad a la luz de la antropología y de la Biblia, Documentos del Instituto de Ciencias para la Familia, Universidad de Navarra, Rjalp, Madrid 1990
Sessualità alla luce dell’antropologia e della Bibbia, San Paolo, Milano 1994
Etica generale della sessualità, Ares, Milano 1992
Vangelo della vita e cultura della morte, Di Giovanni Editore, Milano 1992
Etica general de la sexualidad, Ediciones Internacionales Universitarias, Barcelona 1995
Lettera alle famiglie, Gabriele Corbo Editore, Ferrara 1998
Parole vive. L’educazione: una sfida urgente, EDB, Bologna 2004
La libertà umana nella concezione cristiana, LDC, Leumann (Torino) 2005
La responsabilità sociale dell’impresa: abbozzo di una riflessione etica, Industrie Grafiche Labanti e Nanni, Bologna 2005
La visione cristiana dell’uomo, LDC, Leumann (Torino) 2006
Creati per amare, Cantagalli, Siena 2006
Viventi in Cristo. Breve esposizione della dottrina cristiana, Cantagalli, Siena 2006
Missione catechista. Educare, testimoniare, insegnare. Percorsi formativi per i catechisti, LDC, Leumann (Torino) 2007
La scelta educativa nella Chiesa di Bologna. Documento base, EDB, Bologna 2008
L’amore insidiato. Non è bene che l’uomo sia solo. L’amore, il matrimonio, la famiglia nella prospettiva cristiana, Cantagalli, Siena 2008
La verità chiede di essere conosciuta, con Alessandra Borghese, Rizzoli, Milano 2009