sabato 7 aprile 2018

#chiesacattolicadovevai? Cronaca "in diretta" del Convegno di Roma - III


Sono circa le ore 15,30 quando il Convegno entra nel vivo. Prende la parola S. E. Rev.ma il Cardinal Walter Brandmüller, il cui intervento ha per tema "On consulting the Faithful in Matters of Doctrine di Newman".





Che ruolo spetta ai laici nella formulazione della dottrina cattolica? Con questa domanda si è aperto l'intervento del Cardinale, che ha voluto rispondere partendo dal libro Sulla consultazione dei fedeli in materia di dottrina del beato John Henry Newman. Nella storia del Cristianesimo ci sono diversi esempi dell'importanza dei laici nella difesa delle verità dottrinali. I laici, infatti, non sono da contrapporre agli esperti; essi, essendo stati lavati dal sangue redentore di Cristo mediante il Battesimo, sono membra vive della Chiesa e il loro giudizio deve essere tenuto in considerazione. Il beato Newman nel suo libro ha ricordato gli anni dell'eresia ariana nei secoli III e IV: mentre i vescovi fallirono perché "mancò una testimonianza fema  costante, coerente", la tradizione divina delle verità rivelate fu tramandata e mantenuta più saldamente dai fedeli. Dunque molti vescovi tradirono la dottrina ma il laicato rimase fedele. La Chiesa gode di un'infallibilità passiva che assicura al Corpo di Cristo nel suo insieme di non cadere mai interamente nell'errore. Quando persino il clero perde la fede, almeno una porzione di fedeli resta salda. 

Non si deve dimenticare il ruolo dei laici nella proclamazione dei dogmi mariani nel XIX e nel XX secolo, in cui i Papi Pio IX e Pio XII furono incoraggiati dal fatto che molti fedeli avevano una fede viva in quelle verità sulla Madonna che ancora non erano state proclamate dogmaticamente.  La grazia dei sacramenti infonde ai fedele le virtù teologali (Fede, Speranza e Carità) che rendono l'anima capace di agire conformemente alla Volontà di Dio. 

Il Cardinale ha parlato anche del sensus fidei. Su di esso infatti poggia l'infallibilità passiva della Chiesa ed è un mezzo prezioso per conservare la fede in periodi di confusione e smarrimento come il presente.

"Non torneranno mai i tempi degli ariani", scrisse il beato Newman nel XIX secolo. Il Cardinal Brandmüller, a proposito di questa frase ha voluto concludere il suo intervento con una battuta: "sarebbe stato bello se avesse avuto ragione".