lunedì 29 maggio 2017

Sua Santità la coerenza: il Papa predica bene ma razzola male


da Antonio Socci twitter
Sabato scorso il Papa, recatosi in visita pastorale a Genova, si è fatto bello schierandosi, con argomentazioni in linea con la dottrina sociale della Chiesa, a favore degli operai, invocando una avveduta gestione aziendale da parte degli imprenditori speculatori a cui rimprovera l'attitudine al licenziamento facile, motivato dal solo fine di "sanare" le aziende. E fin qui... va bene. 
Però notiamo subito un'incongruenza del Papa stesso nella gestione propria di "azienda".
Di recente il Card. Mueller in un'intervista televisione cattolica americana EWTN (ripresa da Marco Tosatti, a cui vanno i nostri rallegramenti per il fulmineo successo del suo blog "Stilum Curiae") aveva confermato il licenziamento senza giusta causa - voluto dal Papa in persona - contro ogni parere del Prefetto, di tre officiali della Congregazione della Dottrina per la Fede...

E qui qualcosa non ci torna... 
 Roberto

15 commenti:

  1. Anche alcuni Sacerdoti sono stati allontanati e privati dello stipendio perché rimangono fedeli alla Chiesa di sempre. A quanto pare solo per i cattolici non c'è misericordia......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pseudo Chiesa Cattolica chiude seminari, conventi, scuola...e ringraziano sacerdoti tradizionalisti.
      Bergoglio chiama ancora questa "cosa" la PRIMAVERA della chiesa!!!
      Povero uomo....

      Elimina
    2. Misericordia di Bergoglio....solo per i suoi amichetti!

      Elimina
  2. Da "le lettere" al quotidiano Libero.

    Ultima gaffe di Bergoglio all'Ilva di Genova: "... se non è un buon imprenditore allora è un commerciante!" Come dire che quella categoria è una massa di pochi di buono perché nel caso licenziano ed evadono. Questo Papa parla a vanvera, divide gli imprenditori dai
    commercianti, attacca gli speculatori ma poi è amico di Soros. E' un disastro, un sindacalista bolivarista come ai cancelli della Fiat negli anni Cinquanta (Roberto Zanella).

    Peccato che Max Weber sia morto a soli 56 anni nel 1920, ha detto molte verità e molte altre avrebbe potuto dirne. Una delle sue verità, però, è stata superata ed è l'osservazione che "se Carlo Marx non avesse commesso l'errore storico di inserire l'ateismo nella sua teoria, tutta la Chiesa cattolica si sarebbe adagiata sul marxismo ...". Ecco, caro Weber, basta aspettarli e tutti i tempi arrivano ... è arrivato anche questo. Scavalcato il concetto di negazione di Dio, il marxismo viene predicato in giro per il mondo da un Papa proprio quando il comunismo è caduto malamente quasi ovunque. La storia ci riserva sempre sorprese (Giulio Rossi Valdisole).


    RispondiElimina
  3. Sta spianando evidentemente la strada per un'elezione in linea con la sua....se ne vedranno delle belle

    RispondiElimina
  4. Qualcosa non ti torna? A me non torna nulla ancora, ho fatto il callo alle farneticazioni.
    Un anno intero con il mantra della misericordia, ma forse ha usato sempre lo stesso disco perché non ne aveva altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Il mantra della misericordia": fortissimo, non ci avevo pensato. In altre parole: un suono istupidente per la massa assetata di "pace", "amore" e "libertà".

      Elimina
  5. Non sono un simpatizzante di Bergoglio ma credo che abbia sbagliato in buona fede: probabilmente non voleva usare la parola "commerciante" ma un altro vocabolo come "speculatore" o simili. Tra l'altro sempre di partite IVA si tratta, che siano grandi o che siano piccoli imprenditori, cioè commercianti. Se invece avesse usato la parola "commerciante" per come la intendiamo noi in Italia, l'avrebbe fatta grossa e avrebbe offeso tante persone che si sacrificano e lavorano onestamente.

    RispondiElimina
  6. Metodo ormai consolidato e monotono di Bergoglio che caccia rozzamente chi non professa la sua ideologia relativista e massonico-marksista, così come i 'nuovi' teologi, eliminano, come falsi, i brani della Scrittura che darebbero loro torto marcio. Cosicché la teologia, può fare disinvoltamente 2+2-6. Non si potrebbe essere più squallidi, anche perché i prelati cacciati, dei quali ha paura e complesso di inferiorità, erano stati nominati da papa Benedetto.

    RispondiElimina
  7. La Chiesa non è un'impresa o un'azienda.... e sicuramente quei tre non sono rimasti senza stipendio. Magari fanno anche una bella vita nelle loro diocesi. Sicuramente non hanno una famiglia da sfamare, ma sfamano solo se stessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto peggio! E' stata misericordiosamente calpestata la loro dignità sacerdotale e tacciati di incapacità come collaboratori del papa ( sic!), il quale approfitta della sua posizione centrale da lui, prima, aspramente criticata, perché troppo romanocentrica, per provvedimenti arbitrari ( v. i FI), che non è in grado di giustificare davanti al popolo di Dio al quale dovere di dare giustificazioni del suo operato ispirandosi al Vangelo.

      Elimina
  8. Se le BESTEMMIE GRAVISSIME di questo "papa" venissero trasmesse a reti unificate forse non dovremmo discutere sull'utilizzo improprio di alcuni termini.

    ecco alcune frasi da "contestualizzare":

    "GESU' fa un po’ lo SCEMO"
    "Gesù ha mancato la morale"
    "Obbedire a tutti i comandamenti ci PARALIZZA"
    "La Madonna era umana! E forse aveva la voglia di dire: ‘BUGIE! Sono stata ingannata!"
    “Nella Santa Trinità le Persone baruffano a porte chiuse, ma all’esterno danno l’immagine di unità”
    "Dio è INGIUSTO? Sì, è stato ingiusto con suo figlio, l'ha mandato in croce"
    "Gesù si è fatto DIAVOLO"

    e una storiella che ha fatto ridere tutte le suore di clausura:
    "Maria sta all’interno della porta del Paradiso; San Pietro non sempre apre la porta quando arrivano i peccatori e allora Maria soffre un po’, però rimane lì. E la notte, quando si chiudono le porte del Paradiso, quando NESSUNO VEDE E NESSUNO SENTE, Maria apre la porta del Paradiso e FA ENTRARE TUTTI."
    FA ENTRARE TUTTI???
    http://www.news.va/it/news/il-papa-alle-clarisse-se-pietro-chiude-le-porte-de
    volevo infine ricordare a "Sua Santità" che continua a ripetere che la Madonna postina non è la Madre di Gesù quello che ha detto Lucia di FATIMA sul peccato CONTRO LO SPIRITO SANTO:

    Il peccato contro lo Spirito Santo

    “La terza ragione è che, nei piani della Divina Provvidenza, quando Dio è costretto a punire il mondo, prima di farlo cerca di correggerlo con tutti gli altri rimedi possibili. Ora, quando vede che il mondo non presta alcuna attenzione ai Suoi messaggi allora, come diciamo nel nostro linguaggio imperfetto, Egli ci offre ‘con un certo timore’ l’ULTIMA possibilità di salvezza, l’INTERVENTO DELLA SUA SANTISSIMA MADRE. Lo fa ‘con un certo timore’ perché, se anche quest’ultima risorsa non avrà successo, NON potremo più sperare in NESSUN TIPO DI PERDONO dal Cielo, perché ci saremo macchiati di quello che il Vangelo definisce un peccato CONTRO LO SPIRITO SANTO. Questo peccato consiste nell’APERTO RIFIUTO, pienamente consapevole e volontario, della possibilità di salvezza che ci viene offerta"
    http://www.papaboys.org/suor-lucia-di-fatima-mi-creda-padre-la-punizione-del-cielo-e-imminente/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle frasi sono di un sovversivo dalla fantasia delirante, protagonista di una commedia del teatro dell'assurdo che escono in libertà senza controllo psichico, come tutti gli altri atti del suo personale e contraddittorio ministero.

      Elimina
  9. La meraviglia è il silenzio dei Cardinali. Se non reagiscono loro che hanno voce in capitolo... cosa possono fare i fedeli cattolici per destituirlo? Solo blasfemia ed eresia escono fuori da questo presunto Papa. Comunque, io direi di pregare il Buon Dio per la sua conversione. Si, perché di conversione si tratta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Cardinali sono quelli che lo hanno eletto. Chiaro?

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.