martedì 10 marzo 2015

il film Cris+iada sui martiri messicani canonizzati da S. Giovanni Paolo II sarà proiettato all'Ariston di San Remo. Saranno presentiil Vescovo Mons. Suetta e il Sindaco Bianchieri

Bella notizia che ci arriva dagli amici della Città dei Fiori. 
Il Film CRIS+ITADA sarà proiettato anche a San Remo, il 30 marzo 2015, nel cinema del teatro Ariston, e sarà presente anche il Vescovo di Ventimiglia - San Remo, mons. Antonio Suetta. 
Anche in questo caso, rivolgiamo un sentito grazie al Vescovo, per la sua testimonianza. Così come i suoi confratelli Tardelli (di Pistoia) e Marconi (Macerata) e Moraglia (Venezia) anche Mons. Suetta vorrà essere presente alla proiezione di un film così importante e istruttivo, ma "oscurato" per troppo tempo da politiche anticliericali. Benfatto, Eccellenza!
Bisogna ricordare che questo film è la storia dei martiri messicani canonizzati da San Giovanni Paolo II il 21.05.2000. 
Nel film infatti si racconta della rivoluzione contro la Costituzione anticlericale messicana del 1917, da cui ebbe purtroppo origine la guerra civile, nota come "movimento Cristero" (i messicani si affidarono, nella loro lotta in difesa della fede cattolica, a Cristo Re). Gli scontri causarono molti arresti e torture, narrati anche nel film, e in tanti morirono trucidati in odio alla loro fede (primo fra tutti padre Christopher, uno dei protagonisti del film).
E proprio questi martiri (S. Cristoforo Magallanes Jara e compagni) sono entrati nel Calendario Romano per volere di San Giovanni Paolo II come "memoria facoltativa". Altri sono stati beatificati tra il 1988 e il 2005. Per 7 servi di Dio è ancora in corso il processo di beatificazione.

Fortunatamente ora si allunga sempre più la lista dei comuni (si veda qui) in cui viene proiettato il film che racconta della persecuzione della Chiesa Cattolica messicana da parte del Governo massone di Calles.

notizia tratta da Riviera24
 
30 marzo ore 21.00 
CINEMA TEATRO ARISTON di SANREMO 
sarà proiettato il film storico CRIS+IADA. 

assisteranno anche S. E. R. Mons. Antonio Suetta, vescovo di Ventimiglia - San Remo
e Alberto Biancheri, Sindaco di San Remo


CRIS+IADA rappresenta una pagina di storia emozionante e poco conosciuta del Mexico e della Chiesa Latinoamerica.

Già presentato in anteprima in diversi capoluoghi italiani, il film ha registrato il tutto esaurito realizzando più di 5000 ingressi nelle prime 3 sale di programmazione (Milano, Torino, Firenze).
CRISTIADA non solo mostra come pochi uomini di valore possono cambiare le sorti di un intero Paese ma racconta soprattutto una pagina atroce di violenta persecuzione contro la Chiesa Cattolica in Mexico (1926),  fino ad ora taciuta per ideologie e motivi anticlericali. 
Il film (con un cast eccezionale:  Andy Garcia, Peter O’Toole, Eva Longoria, Cataliana Sandino Moreno, Oscar Isaac, Eduardo Verastegui, Mauricio Kuri) racconta di Enrique Gorostieta Velarde (Andy Garcia), generale in pensione, che assiste perplesso, insieme alla moglie (Eva Longoria), allo sprofondare del Messico in una sanguinosa repressione poliziesca e militare della popolazione cristiana messicana.
La persecuzione religiosa ed ideologica contro i suoi stessi concittadini indurranno tuttavia Gorostieta, uomo ateo ma convinto sostenitore del valore etico della libertà di pensiero e d’azione, ad abbracciare la causa dei Cristeros (così chiamati, per contrazione di Cristos Reyes, a motivo del loro "grido di battaglia"
¡Viva Cristo Rey!): e a diventarne il loro leader militare.
Gorostieta riuscirà a trasformare una banda 
di contadini, studenti ed intellettuali in una forza militare organizzata. Affronterà sfide impossibili contro un Governo potente, massonico e spietato presieduto dal presidente Plutarco Calles, che aveva imposto per legge, forti e ingiuste limitazioni religiose ai cattolici messincani (legge Calle). 

Col patrocinio di importanti istituzioni civiche e culturali a livello nazionale e locale (Comuni, Provincie e Regioni delle città di lancio), il Film CRISTIADA ha ottenuto anche il Patrocinio del Comune di Sanremo, e da poco anche quello di Agiscuola, referente del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per la diffusione di film di alto interesse religioso, culturale e didattico per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, che apre ad una capillare programmazione con le scuole da marzo del 2015.

9 commenti:

  1. Lo Vescovo mio purtroppo non sa nemmeno donde sta il Messico.
    Lo ha collocato in Africa al confine col Gambia.
    Comunque ha detto che si può proiettare ,ma senza audio per non offendere la sensibilità dei massoni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speriamo almeno che il film sia preso seriamente da questi alti prelati e non come un semplice diversivo serale.

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  3. Dalle parti mie il problema non si è nemmeno posto lontanamente, per non offendere nessuna sensibilità, il film non è stato proiettato da nessuna parte......e furono tutti felici e contenti....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  4. Il patriarca Moraglia guarderà il film questa sera in un cinema di Marghera insieme al commissario straordinario per la città di Venezia(=sindaco) Vittorio Zappalorto. Fonte: La Nuova Venezia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dire il vero cio' succedera' stasera mercoledì 11 marzo 2015 ore 20.45 per essere precisi.

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.