mercoledì 4 marzo 2015

CRIS+IADA a Macerata : introduce il Vescovo Mons.Nazzareno Marconi

Altra città in cui verrà proiettato il Film. E complimenti al Vescovo Marconi per la sua testimonianza!




Cris+iada (1926, Messico. Quando il governo mise al bando la fede) Venerdì 6 marzo 2015  ore 20.40 Multiplex Piediripa Macerata.
Introduce Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Nazzareno Marconi, Vescovo Diocesano. 
Il Film, scritto da Michael James Love e diretto da Dean Wright,  è stato dichiarato uno dei colossal più belli realizzati negli ultimi anni, con un cast di eccezione /Andy Garcia, Peter O' Toole, Eva Longoria, Catalina Sandino Moreno, Oscar Isaac. 
Era il 1926, quando il Messico si presentava teatro di una feroce persecuzione anticristiana ad opera di un apparato politico massonico e laicista. 
Dal despota Venustiano Carrenza (1917) a Plutarco Elias Celles (1924-1928), promulgatore e acceso sostenitore di una "nuova rivoluzione culturale globalizzata", si cercava a tutti i costi di estirpare dalla società i princìpi del cattolicesimo. 
La persecuzione, iniziata con l'introduzione di leggi che discriminavano i cristiani impedendo la professione pubblica della loro fede, ebbe il suo culmine nell'uccisione di sacerdoti, autentici e coraggiosi testimoni della fede,e nella violazione e profanazione sistematica di chiese e luoghi di culto. 
Alla popolazione cattolica messicana, una volta fallito il tentativo di rispondere alla persecuzione sul piano pacifico e legale, non rimase che la strada della resistenza armata. 
Nacquero così i cristeros, che al grido di "Evviva Cristo Re!" combatterono con eroismo, testimoniando col martirio la loro fedeltà al Vangelo. 
Molti di essi sono stati canonizzati e beatificati da Giovanni Paolo II (21 maggio 2000). 
La Storia insegna che le ideologie totalitarie ed elitarie inevitabilmente si scagliano contro la Chiesa Cattolica : l'unica capace di difendere, con la forza che le viene dal Vangelo, la vera promozione e la difesa integrale dell'uomo dal suo concepimento alla morte naturale.
Significativo è il recente Articolo di Avvenire (QUI) di Mons. Tony Anatrella: «Sconvolgere l'identità sessuale è premessa per ideologie totalitarie».
Macerata,Civitas Mariae, ha dato prova anche di recente di essere l'erede degli eroici Insorgenti del 1799 che durante la rovinosa occupazione dei rivoluzionari francesi , conclusa con il cossidetto "sacco di Macerata", difesero fino alla morte le Chiese (e con esse i valori cristiani) dalla sacrilega furia distruttrice dei portatori dell'ideologia illuminista.
Pochi giorni fa il 20 febbraio 2015  onde consentire  a tutti gli intervenuti di ascoltare i Relatori della Conferenza "Educati da chi?"sul "progetto gender" tenuta dal Prof. Gianfranco Amato, Presidente del Movimento Giuristi per la Vita,organizzata dalla Diocesi, si sono dovute aprire due sale contigue al cinema Excelsior.
Introducendo quell'affollatissima Conferenza  il Vescovo Mons. Nazzareno Marconi ha citato l'insegnamento di Benedetto XVI che " nella Enciclica Fides et Ratio ricorda che per noi cristiani la fede e la ragione sono i più grandi doni che Dio ha dato all'uomo". 

Επίσης, σε μας τους αμαρτωλούς ( A.C.)

4 commenti:

  1. Meno male un vescovo che riconosca la buona battaglia dei cristeros!

    RispondiElimina
  2. Non c'è nessuno da Macerata che possa riferire qui con un report sulla proiezione? Grazie! Una fedele da Frabosa (CN), diocesi di Mondovì

    RispondiElimina
  3. Buona la battaglia dei Cristeros.. decisamente CATTIVA la propaganda con cui si strumentalizza questo film e questa storia da parte di molte avanguardie tradizionaliste. Satana opera per dividerci ANCHE CON QUESTI MEZZI.

    RispondiElimina
  4. Anonimo che ha scritto : "CATTIVA la propaganda con cui si strumentalizza questo film e questa storia da parte di molte avanguardie tradizionaliste".
    Osservando sui siti d'ispirazione cattolica-tradizionale la pubblicità data all'evento in questione non mi pare che si tratti di propaganda o tanto meno di strumentalizzazioni.
    Il film non tratta neppure minimamente del tragico epilogo dei Cristeros a causa della colpevole cecità delle istituzioni vaticane del tempo.
    Non riesco a capire in cosa possano consistere le "strumentalizzazioni"...

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.