martedì 27 maggio 2014

Il Papa: su divorziati, celibato dei preti e messe nere. E sul Venerabile Pio XII

Ormai siamo abituati a gesti e a frasi inopportuni, rischiosi, ambigui di Francesco. Non ci stupiamo più. E sui più sorvoliamo. 
Ciò è avvenuto anche durate il viaggio del Papa in Terra Santa (di alcuni cui gesti preferiamo tacere...) e durante la consueta  intervista durante il volo di ritorno (che da anni i Papi sono soliti rilasciare, in aereo dai Giornalisti del seguito accreditati presso la Sala Stampa della S. Sede). 
Forse ai più è sembrata una piacevole e innocua chiacchierata tra le parti, sotto lo sguardo attento (e preoccupato) di Padre Lombardi, ma anche questa volta ha riservato alcune sorprese: sia in positivo sia in negativo. 
Cerchiamo di focalizzare i punti, limitatamente agli argomenti che ci possono interessare. 
- Messe nere. il Papa, giustamente, ha confermato la linea dura contro i sacerdoti e vescovi rei di aver abusato di minori, continuando quella già tracciata e iniziata da Benedetto XVI (che rimosse dagli 80 ai 90 vescovi, e dal 2004 alla fine del 2013 ridusse allo stato laicale 848 sacerdoti, punendone più lievemente 2.572. cit. Tosatti). Paragonando gli abusi di preti su minori alle messe nere ha ribadito però due peccati graviora (se pur forse da due punti di vista diversi), ritornando a parlare di messe nere, e sottolineando la pari atrocità del primo peccato al più blasfemo atto di sacrilega profanazione: la celebrazione di messe nere (per cui è prevista la scomunica latae sententiae).
- Celibato dei preti. (Forse il giornalista che ha posto la questione ha letto il nostro post?) . Il Papa ha ribadito una realtà innegabile: che il celibato è una legge ecclesiastica, che può quindi essere cambiata, ma che resta una scelta di vita che egli apprezza molto. (e per ora tiriamo un sospiro di sollievo). 
- Divorziati risposati. Il Pontefice ha stigmatizzato che il Sinodo sia stato fin ora considerato come un Sinodo "sulla comunione ai divorziati", e ha ricordato che ha per argomento la famiglia e i problemi dei giovani (convivenza) e delle coppie sposate (nullità del matrimonio). 
- Pio XII. Sulla Beatificazione del Venerabile Pio XII, il Papa ha spiegato che la causa di beatificazione è ferma, perchè manca il miracolo... "Ma come - ci siamo chiesti - per Giovanni XXIII si erano avvalsi della facoltà, prevista dalla normativa canonica, di  avvalersi di altri elementi, in sostituzione del miracolo, e per Pio XII no?" Ma allora è vero che vogliono "canonizzare" il Concilio Vaticano II, con una facile e veloce canonizzazione dei Papi post 1692... 
(Secondo l’attuale normativa canonica, infatti, si può accedere alla canonizzazione solo dopo l’approvazione di un miracolo attribuito all’intercessione di un candidato al culto della Chiesa universale, sia esso martire che confessore della fede, già beatificato. Tuttavia non è una novità assoluta la proclamazione della santità sulla base di altri elementi e motivazioni che possono sostituirsi a un miracolo scientificamente e teologicamente dimostrato. Non si tratta, dunque, né di scorciatoie, né di semplificazioni, né di decisioni arbitrarie., da Avvenire del 15.07.2014)
A studiare un po' la normativa, sembrerebbe però che il Papa si possa avvalere della deroga, "saltando" il miracolo, solo nell'ultima fase del processo di Canonizzazione, e non per la Beatificazione. 
"Meno male!" Ci siamo detti. Speriamo che sia così. Altrimenti la cosa sarebbe sospetta, o meglio, fin troppo palese (la "santificazione" del Concilio, con la canonizzazione dei Papi post 1962. Dopo il "Santo Subito", il "Santo-senza-miracolo", il "Beato Paoli VI", arrivare anche il "Santo-da-Vivo" e saremmo a posto. 
- Riforma della Curia: "Il problema sono io". Siamo saltati sulla sedia sentendo queste parole che ci hanno allarmato.-Soprattutto dopo aver lasciato intendere di essere disposto a rivedere il primato petrino (cosa mai detta, ma parlando a Bartolomeo I di riunificazione tra cattolici e greci, e promettendo di rivedere "le questioni che dividono"... e sapendo che gli ortodossi riconducono tutte le "questioni" di divisione anche teologica, ad una e soltanto (politica) causa (il primato petrino)... è lecito supporre che il Papa facesse riferimento a questo). Continuando a leggere, però, potremmo credere che egli attribuisse i problemi non alla propria funzione di "Papa" (il cui ruolo e la cui funzione attuale sono il perno su cui si fonda non solo la Chiesa ma anche, più praticamente, la Curia), ma ai suoi moltissimi impegni che lo distraggono dall'affrontare la rifoma dei Dicasteri. 
Sarà come sarà, ma una cosa è certa: ogni volta che questo Papa si muove o apre bocca... c'è da sudare freddo!
Roberto

 Abusare di un minore è gravissimo come celebrare una messa nera.
da Vatican Insider, del 27.05.2014 

Gli abusi sui minori
«In questo momento ci sono tre vescovi sotto indagine, di uno, già condannato, si sta studiando la pena. Non ci sono privilegi su questo tema dei minori. In Argentina dei privilegiati diciamo: questo è un figlio di papà. Ecco, su questo tema non ci saranno figli di papà. È un problema molto grave. Un sacerdote che compie un abuso, tradisce il corpo del Signore. Il prete deve portare il bambino o la bambina alla santità. E questo si fida di lui. Invece di portarlo alla santità, lui lo abusa. È gravissimo. È come fare una messa nera! Invece di portarlo alla santità lo porti a un problema che avrà per tutta la vita. Prossimamente ci sarà una messa con alcune persone abusate, a Santa Marta, e poi ci sarà una riunione, io con loro. Su questo si deve andare avanti con tolleranza zero»
 
 Celibato dei preti
«La Chiesa cattolica ha preti sposati, nei riti orientali. Il celibato non è un dogma di fede, è una regola di vita, che io apprezzo tanto e credo che sia un dono per la Chiesa. Non essendo un dogma di fede, c'è sempre la porta aperta»

  Beatificazione di Pio XII
«La causa è aperta, io mi sono informato e ancora non c'è alcun miracolo. Così è ferma e non può andare avanti. Dobbiamo rispettare la realtà di quella causa. Ma non c'è miracolo, è necessario almeno che ce ne sia uno per la beatificazione. Io non posso pensare se lo farò beato o no».

Divorziati risposati
«Il Sinodo sarà sulla famiglia, sul problema della famiglia e sulle sue ricchezze e situazione attuale. L'esposizione preliminare fatta dal cardinale Kasper aveva cinque capitoli, quattro dei quali sulle cose belle della famiglia e sul loro fondamento teologico. Il quinto capitolo era sul problema pastorale delle separazioni e sulla nullità matrimoniale e qui c'è anche il tema della comunione ai divorziati in seconda unione. A me non è piaciuto che tante persone, anche di Chiesa, abbiano detto: il Sinodo è per dare comunione ai divorziati risposati, come se tutto si riducesse a una casistica. Oggi lo sappiamo, la famiglia è in crisi, è una crisi mondiale, i giovani non vogliono sposarsi, o convivono. Non vorrei che noi cadessimo in questa casistica: si potrà o non si potrà dare la comunione? Il problema pastorale della famiglia è molto largo, molto largo. Si deve studiare caso per caso. Torno sempre a una cosa che Papa Benedetto ha detto già tre volte: bisogna studiare le procedure di nullità matrimoniale, studiare la fede con cui una persona va al matrimonio e chiarire che i divorziati non sono scomunicati. Tante volte sono trattati come scomunicati. Scegliere il tema del Sinodo sulla famiglia è stata un'esperienza spirituale molto forte, lentamente si è finito a parlare della famiglia. Sono sicuro che è stato lo Spirito del Signore a guidarci fino a questo punto».

Ostacoli alla riforma della Curia
«Il primo ostacolo sono io! Siamo a buon punto, abbiamo consultato tutta la Curia, si cominciano a studiare le cose, per alleggerire l'organizzazione ad esempio accorpando dei dicasteri. Uno dei punti chiave è stato quello economico: il dicastero dell'Economia deve lavorare con la Segreteria di Stato. Adesso a luglio abbiamo quattro giorni di lavoro e poi a fine settembre altri quattro, ma si lavora. I risultati ancora non si vedono tutti, ma la parte economica è quella che è venuta fuori prima, c'erano alcuni problemi di cui la stampa parlava abbastanza. La strada della persuasione è tanto importante. Ci sono alcune persone che non vedono chiaro. Ma io sono contento, si è lavorato abbastanza».

96 commenti:

  1. Risposte
    1. ...corri che sei primo....

      Elimina
  2. Ogni volta che questo papa apre bocca... c'è da ritrovare speranza!! Bravo Francesco!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni volta che parla l'argentino ....lo scisma è più vicino.... Bravo.... e fa pure rima...

      ahahahaha

      Elimina
    2. Lo scisma ce l'hai tu nella testa e nel cuore.. Voi tradizionalisti da quattro soldi gridate allo scisma perchè avete già deciso che scisma debba essere
      Lo scisma vi piace, come una sgualdrina, disonesta ma troppo affascinante, non sapete resisterle!!
      Basta vedere come leccate il deretano a quelli di Econe: scismatici, mi pare, o no? I conti tornano...
      Che Dio vi fulmini, perbacco!

      Elimina
    3. Lo scisma lo crea chi si allontana dagli insegnamenti di Cristo. Prova a far funzionare quella materia grigia che hai nella scatola cranica e datti una risposta. Purtroppo il dono dell'intelletto non tutti lo sfruttano per quello che si dovrebbe. Tu ne sei l'esempio vivente. Che Dio t'illumini, perbacco!!!!!

      Elimina
    4. Lo scisma di fatto c'è già in paesi europei, negli USA ecc. Troppi vescovi e cardinali rigettano il Magistero perenne.

      Elimina
    5. Quelli di Econe si limitano a fare quello che la Chiesa ha sempre fatto.Scismatici come il card Kasper o il card Maradiaga invece no.

      Elimina
  3. Sui gesti preferite tacere??? Giusto, non avete l'intelligenza sufficiente e men che meno la "latitudo cordis" per capirli e apprezzarli! Grazie, Santità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. latitudo cordis??? con la "latitudo" di bergoglio tra poco in piazza San Pietro ci ritroveremo i cardinali a pregare scalzi verso la mecca tra una hola e l'altra,
      mentre sullo sfondo bonzi pelati vestiti d'arancio pippano
      canne..... altro che latitudo cordis... ahahahahah latitudo cordis dice.... ahahahahahahaha

      Elimina
    2. Anonimo, la canna te la sei fatta tu visto le visioni che la tua mente malata e allucinata ti produce!
      Gridi all'impossibile per negare il reale.. vai da don Mazzi a disintossicarti!!

      Elimina
    3. guarda che l'esperto di canne è proprio bergoglio (don mazzi a parte...) e non lo dico io ma lui.....

      latitudo cordis..... ahahahahaha ancora rido....

      per non parlare della bergoglio cannabis....

      o della marja argentina..... ahahahahahaha

      da ragazzo faceva il buttafuori no???? anche adesso
      infatti più che far entrare chi è fuori fa uscire chi è dentro....

      ... latitudo cordis dice..... ahahahahahahahah

      ahahahahahahahaha

      Elimina
    4. Forse voleva indicare il diametro della corda a cui impiccar la Chiesa.

      Elimina
    5. Bravo D.P., sempre fedele al Papa!

      Elimina
  4. Ad onor del vero quello che passano i media niente ha a che vedere con quanto detto dal vdr, sempre la stessa storia, distorsioni delle parole, frasi smozzicate ad aRte, è così che hanno distrutto il precedente papato....

    RispondiElimina
  5. Sono contento su ciò che ha detto su Pio XII...almeno si è risparmiato di accennare alle presunte e mendaci controversie del suo grande pontificato.
    Ma anche sul resto c'è da essere abbastanza soddisfatti..tranne forse per quel "c'è sempre la porta aperta"...che non è detto che sia qualcosa di buono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che si sappia, il miracolo c'è. Ma chissà perché non l'han ritenuto valido. Ad altri hann'attribuito come miracoli che un tempo, per la loro natura di guarigione da mali neurologici, tali non sarebbero stati definiti.

      Elimina
    2. Attenzione però. Occorre distinguere accuratamente fra " 'o Miraaaaacolo " e " 'o miracolo".

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anke kuesto è vero.

      Elimina
    2. ancke chiacchere è sbagliato. Sarà la fretta o l'ardore a giocare certi skerzi

      Elimina
  7. Ogni tanto, purtroppo, a Roma ci si innamora di un'altra religione... sono ormai decenni, molto prima già di questo Papa, che mi sento dire che i seguaci di questo o quell'altro credo sono migliori di noi... conoscono la vera via della salvezza... noi dobbiamo imparare da loro, ecc. Abbiamo "indossato" metaforicamente kefiah, kippah, sciarpe tibetane, toghe calviniste, ornamenti da sciamani, e adesso ci tocca di travestirci da pope... mi viene in mente qualche sonetto di Giuseppe Gioacchino Belli, aveva capito tutto. Io, comunque, sono nato e morirò cattolico. Se gli altri sono migliori di me, buon pro gli faccia, li rispetto e sono contento per loro. Ma io sono cattolico. A me va bene così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, l'importante è che tu rispetti gli altri e sia contento per loro. Poi sei liberissimo di sentirti più cattolico del papa e di tutta la cristianità: se ti rende felice, buon pro ti faccia: siamo contenti e ti rispettiamo.

      Elimina
    2. Purtroppo ultimamente mi è difficile sentirmi tale...
      però potrò farmi monaco sul monte Athos... !!!

      Elimina
    3. Meglio monaco là che come ora monco qua.

      Elimina
    4. Effettivamente ormai si considera anche la nostra Religione molto monca se va integrata con le false religioni e le sette di matrice cristiana.

      Elimina
    5. Il complesso d'inferiorità verso le false religioni è la base dell'ecumenismo.

      Elimina
    6. Questo complesso ce l'hanno Roma e i falsi movimenti e cammini cattolici. I cattolici nella storia non l'hanno mai avuto. Senza superbia, ma con consapevolezza della loro fragilità umana, hanno sempre saputo che la loro religione è l'unica vera, e che la Chiesa è Corpo Mistico di Cristo e non ha bisogno di apporti altrui: società perfetta, santa benché peccatrice nei suoi uomini.

      Elimina
  8. L'accenno alle messe nere mi ha sinistramente ricordato la storia (quanto fondata?) di una blasfema celebrazione che si sarebbe secondo alcuni tenuta nella cappella Paolina da parte di membri rinnegati della Curia negli anni Sessanta. Cappella in cui Benedetto XVI celebro' quella che parve una riconsacrazione. Che il Santo Padre Francesco ne sappia più di quele che si sospetta?
    Antiquario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Papa Benedetto XVI non ha celebrato (pubblicamente) nessuna riconsacrazione, sebbene ce ne sarebbe stata l'occasione, essendo l'altare nuovo. Ha celebrato i vespri seguiti dalla benedizione eucaristica.
      Può essere che la cappella sia stata consacrata, tutta o solo il nuovo altare, prima della celebrazione del Papa visto che il Ss. Sacramento si trovava già nel tabernacolo.

      Elimina
    2. Ma cosa scrivi ? L altars e stato dedicato da papa Benedetto

      Elimina
    3. QUANDO? io ho visto la diretta della celbrazione dei vespri, non certo una consacrazione di altare!

      Elimina
    4. CELEBRAZIONE DEI VESPRI IN OCCASIONE
      DELLA RIAPERTURA DELLA CAPPELLA PAOLINA
      DEL PALAZZO APOSTOLICO VATICANO

      Sabato, 4 luglio 2009

      http://www.vatican.va/news_services/liturgy/photogallery/2009/20090704/index.html

      Elimina
  9. Ho seguito la telecronaca del viaggio del papa in Terrasanta su rai news 24 (sinistra radical chic) e ho visto come i giornalisti interpretano parole e gesti e cavolate carie di Bergoglio in conformità alla loro ideologia e come Bergoglio dal canto suo si presta molto bene a questo gioco.Mi tocca diventare protestante dove almeno non mi devo subire un Papa così !un grazie ai signori Cradinali per questa gran bella confusione che c’è nella Chiesa dove nessuno su straccia le vesti .
    Attenzione che il Dio in terra Bergoglio metterà pace tra israeliani e palestinesi lo dicono a Rai news
    Ma è possibile che ogni volta che parla sto Bergoglio c'è da tremare per le cavolate che dice o potrebbe dire?ma è possibile? e le cavolate che dice le fanno passare per cose mai udite prima come cose dell'altro mondo quando non ha anche lui il poter di spostare una foglia che Dio non voglia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei già protestante. Ma purtroppo camperai male ugualmente.

      Elimina
  10. Quanta acredine leggo da parte dei "modernisti"... a qualcuno brucia.
    Non esiste opera più sciocca, inutile e presuntuosa che cercare di far cambiare idea a qualcuno. Ha senso solo che ciascuno esponga le proprie idee... il lavaggio del cervello ha fallito in URSS con i dissidenti... meditate, gente, meditate. Si contrasta con l'aggressione e la violenza ciò che fa paura... o che non dà tornaconto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Taci, immondo troll modernista!

      Elimina
    2. Quale profonda saggezza in queste pacate parole. Bello leggere il pensiero di un'anima tanto profondamente pacificata e generosa.

      Elimina
  11. Si deve pregare e molto affinchè questo papa abbia il dono della chiarezza della certezza di quello che dice e della verità lui va avanti seguendo la sua "ideologia" più che essere servo ripeto servo della parola di Cristo qualcuno glielo dica per favore ma chi si crede di essere l'interprete unico di Gesù Cristo stranamente se sento i santi non mi disoriento se sento Bergoglio si come mai?qualcuna dei cardinali risponda grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    2. Secondo me bisogna pregare perché si dimetta e torni in Argentina con qualche volo low cost

      Elimina
    3. E' evidente che sia un castigo di Dio.Preghiamo,facciamo penitenza e atti di riparazione.

      Elimina
    4. Non è detto. Dio si può servir di lui, come di te e di me in millesimo, per far riflettere e confermarci nella fede autentica.

      Elimina
    5. Oh, finalmente riecco D.P.

      Elimina
  12. A proposito del Sinodo penso sia soltanto un tentativo l'ennesimo di dare picconate alla parola di Cristo basta con queste ed altre inutili riunioni incontri etc che servono appunto solo a stravolgere la parola di Cristo.Se fosse un papa rivoluzionario potrebbe dare una impostazione al papato completamente diversa ad esempio con meno presenza pubblica più preghiera e ritorno all'essenziale più studio della parola di Cristo che parole inutili invece lui sta al telefono tutto il giorno e rilascia interviste si circonda di cardinali super progressisti vedi Kasper ultraottantenne (non hanno fatto già abbastanza danni?) Osservavo Bartolomeo 1 mi sembrava una persona molto più seria si può sperare in più serietà anche nel cattolicesimo?Il papa mi sembra uno show man !Inoltre predecessori di Bergoglio quando parlavano in pubblico sapevano quello che dicevano ed erano coerenti con la parola di Cristo adesso arriva lui e scopre l'acqua calda ogni secondo.Qualcuno glielo faccia sapere al papa che noi il cervello e il cuore ce l'abbiamo sveglio molto sveglio. Miei cari signori stasera in Chiesa tre vecchiette dov'è il popolo di convertiti da Bergoglio?I suoi fan lo lusingano ma non si convertono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi abbia qualche esperienza dei greco ortodossi (delle comunità slave non parlo) sa bene l'odio che spargono contro i cattolici. Ad Atene nella biblioteca universitaria un pope ad un mio figlioccio lì ricercatore e docente ha detto addirittura che col Filioque e col Papa non si va in Paradiso. E' un odio tanto diffuso che pure il figlioccio, tanto amante della liturgia orientale, ha smesso di frequentare le messe degli scismatici.

      Elimina
    2. Non è affatto vero. Gli ortodossi che odiano i cattolici esistono, così come esistono i cattolici che odiano gli ortodossi (marzio è uno di loro evidentemente), ma la maggioranza dei cattolici e degli ortodossi è composta da persone di intendimento e discernimento ben più sano.

      Elimina
    3. Se uno è cattolico sa che che gli scismatici (anglicani, ortodossi etc..) sono fuori dalla comunione dei santi, così come i dannati, gli eretici, gli apostati, gli infedeli gli ebrei e gli scomunicati... pertanto non c'è odio, ma solo debita distanza da questa pestilenza.

      Elimina
    4. Dov'è il popolo di convertiti di Bergoglio??? Caro/a Signore/a, spero ardentemente che sia per le strade a fare del bene e non nella sua chiesa a dire il Rosario con le tre vecchiette!

      Elimina
    5. Bergoglio non converte nessuno, in compenso però fa girare le eliche a tutti... perché il proselitismo secondo lui è una solenne sciocchezza.... meglio, molto meglio il ramadan coi suoi frutti spirituali che il Santo Rosario..... e poi Bergoglio
      non si interessa di vecchie che pregano il Rosario, preferisce quelle con le bollette scadute....

      ahahahahah

      Elimina
    6. Anonimo27 maggio 2014 23:24
      ---------------
      io non odio nessuno, sei tu che odi te stesso se fai queste figure
      di...malta perché ti permetti di giudicare chi non conosci. Ho amici ortodossi (slavi) ed anglicani, e ci rispettiamo e collaboriamo in un determinato ambito di volontariato. Purtroppo ho anche conosciuto preti greco-ortodossi privi di qualsiasi apertura, come testimonia anche l'esperienza del mio figlioccio di cui sopra. Non ho fatto di tutta l'erba un fascio, limitandomi alla conoscenza dei greco-ortodossi. Dalla mia bocca mai è uscita una parola di dileggio contro di loro né contro la loro liturgia. Ma in quanto cattolico non posso tacere che sono eretici e scismatici.

      Elimina
    7. Sei commovente, anco marzio, perché non ti rendi conto di ciò che scrivi.

      Elimina
  13. Sono stanco di sentire mezze frasi oltretutto sibilline. Stanco di correzioni a fraintendimenti. Mortificato di insegnamenti alla bisogna per venire incontro ai preti che vogliono sposarsi. E la prossima battaglia quale sara? Le suore maritate? In tutte le tematiche non c'e' mai una presa di posizione ferma. C'e' sempre la possibilita' che si possa fare diversamente. Se alcune suore gia' premono per dire messa figuratevi se dopo il matrimonio dei preti non tirino fuori anche loro l'esigenza di maritarsi. Preparatevi perche' sara' il passo successivo. Gia' sento nell'aria sferragliare slogan femministe pronte a convertirsi per dar manforte al loro genere. Il problema e' che di Cristo e della vita cristiana si stanno perdendo le tracce. . . e anch'io inizio ad accusare i primi segni di stanchezza. In questa chiesa ci sono troppe cose da fare e da riformare. . . non c'e' piu' tempo nemmeno per pregare. Vero Santita'. Una fede alla bisogna per me non e' una fede. Per voi fate vobis che per me faccio memis.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si potrebbero sempre far maritare le suore coi preti, e tutto rimarrebbe in...famiglia. Ma i figli dovrebbero farsi preti e le figlie suore.

      Elimina
  14. Cosa rimarrà di Bergoglio?
    Rimarrà solo una rissa sull'ingresso delle Grotte Vaticane tra un gruppo di stolidi pellegrini polacchi e un gruppo di teppisti argentini per decidere chi deve visitare prima il suo bravo mucchietto di ossa e vermi sotto la pietra tombale.
    Dall'altra parte l'anima di Bergoglio Mario brucerà probabilmente nello stagno incandescente e se il misero meschino chiederà spiegazioni all'Altissimo per questa spinosa situazione si vedrà rispondere da Colui che tutto può:"Caro Bergoglio chi sono io per giudicare?".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esagerato! Almeno spera nel Purgatorio. E tu chi sei per mandare all'inferno il papa, che pure a me resta indigesto? Fai come Grillo: maalox.

      Elimina
    2. In effetti ha scritto: "brucerà probabilmente"... ci vedo tanta speranza dati i presupposti apparecchiati dall'oriundo argentino
      no???

      Elimina
    3. Non far il mago Otelma o mamma Ebe.

      Elimina
  15. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  16. Complimenti "ragazzi",
    Leggervi tutti d'un fiato è come assistere ad una performance di Crozza.
    una risata dietro l'altra!
    bravi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi le risate che si fa satanasso quando legge i tuoi commenti, suo caro anonimo delle 8:35.
      Non ne hai la minima idea.
      Come vedi sono punti di vista. Si vedra' dove continuerai a ridere nell'altra vita. . . Buon pro ti faccia. . Ne riparliamo nell'aldila'.

      Elimina
    2. Tanto tristi allora non siamo... Visto che il riso sulla tua bocca abbonda.

      Elimina
    3. Scusa, pensavo che ti fosse stata donata la materia grigia ma e' evidente che cosi' non e'. Puoi continuare a ridere. Non hai colpa, del tuo comportamento, caro anonimo delle 11:08

      Elimina
    4. Mi scuso con l'anonimo delle 11, 08
      E' evidente che il mio commento era rivolto all'anonimo delle 08,35

      Elimina
  17. Mamma mia davvero! Grazie a Dio non leggono quei pochi che ancora provano a credere nel Cristo, altrimenti non andrebbero più in Chiesa!
    Credo che ci sia un bisogno urgente di contatto con l'altro sesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro che se i pochi che ancora provano a credere nel Cristo perdono la fede la colpa sia di questo blog?

      Elimina
    2. Naaaa. MiL è il più onesto dei blog trad.

      Elimina
  18. QUANTO POCO CAPITE CIÒ CHE STA SUCCEDENDO NELLA CHIESA DI DIO... MI DISPIACE CHE AVETE SBAGLIATO SECOLO E STORIA CON ATTEGGIAMENTI INTEGRALISTI DI RIFIUTO E DI CRITICA NIENTE MENO CHE SUL SOMMO PONTEFICE, LEGITTIMAMENTE ELETTO, CHE PRODUCONO SOLO MAGGIORI FERITE E DUBBI SULLA COMUNITÀ ECCLESIALE...
    POI SAREBBE TANTO ADEGUATO DARE LA FACCIA COME LA DA FRANCESCO, CON NOME E COGNOME E NON FIRMANDO SOLO CON UN NOME MAGARI ANCHE FITTIZIO...
    PREGO IDDIO CHE VI DIA CONVERSIONE VERSO LA CHIESA DI GESÙ CRISTO, QUELLA UNA, SANTA, CATTOLICA, APOSTOLICA E ROMANA...
    MARIO OSCAR LLANOS - SACERDOTE SALESIANO DI DON BOSCO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Oscar Llanos
      se davvero sei sacerdote, hai orecchie per sentire e occhi per vedere cosa combinano certi alti prelati. Se davvero sei sacerdode saprai che o si e' cristiani o non lo si e'. Tutti siamo peccatori ma se ci pentiamo dei nostri peccati e cambiamo vita ci e' stato assicurato che saremo perdonati. L'invito a pentirsi e a non peccare piu' e' rivolto a tutti. Ma perdonare chi non vuol essere perdonato e non vuol cambiare vita mi pare una bestemmia che in 2000 anni e' stata chiara per tutti. Non vuol farci credere la chiesa Apostolica Romana e Cattolica in questi 2000 anni abbia sbagiato? Perche' significa, mio caro Don, che lei si stia sostituendo a Cristo modificando il SUO MAGISTERO.
      Mio caro Don. Si faccia un esame di coscienza e vada a confessarsi quanto prima. Le consiglio anche di leggersi la vita dei santi, in particolare quella di S. Padre Pio. Sono sicuro che le sara' di aiuto.

      Elimina
    2. Un salesiano che urla, farebbe bene a leggere don Bosco. E intanto potrebbe prendere lezoni di italiano.

      Elimina
    3. leggasi : lezioni

      Elimina
    4. Sa cosa sta succedendo nella Chiesa che abbiamo un Papa ignorante da tutti i punti di vista mi scusi non per essere irriverente ma la conoscenza e la profondità sono una cosa l'ignoranza e la superficialità sono un'altra perciò riceve tutti questi applausi !All'ignoranza aggiungerrei puzza di eresia o quantomento di una interpretazione molto soggettivistica della fede il motto è fuori i credenti dentro i non credenti che non hanno nessuna voglia di convertirsi. Cosa sta succedendo ?nulla di nulla solo ciacole e lusinghe mediatiche

      Elimina
    5. Da la faccia alle stupidaggini che dice!Nella Chiesa sta succedendo che abbiamo un papa ignorante per questo molto applaudito piace perchè dice solo cavolate cose comode che la gente vuole sentirsi dire non così i santi nessun integralismo solo la verità

      Elimina
    6. Noi preghiamo perchè il papa sia il più possibile ortodosso come gli altri papi perchè sembra che in materia i fede non capisca quasi nulla per questo solo appausi il mondo ama ciò che è suo se fosse di Cristo non sarebbe tanto applaudito anche perchè non mi pare stia facendo qualcosa nella chiesa solo eresiucce

      Elimina
    7. Marzio ignora che i salesiani di un tempo non solo urlavano, ma allungavano anche sonori ceffoni. Evidentemente ha una visione del passato completamente idealizzata e irrealistica, come tutti i tradiprot.

      Elimina
    8. I commenti di sopra sembrano scritti dalla stessa mano, data l'affinità di stile ed errori.

      Elimina
    9. Anonimo29 maggio 2014 11:04
      Marzio ignora che i salesiani di un tempo non solo urlavano, ma allungavano anche sonori ceffoni. Evidentemente ha una visione del passato completamente idealizzata e irrealistica, come tutti i tradiprot.
      -----------------
      Io non idealizzo niente e nessuno. Ho conosciuto da allievo e da mico i salesiani e non ho visto mai dare ceffoni. Forse qualche scappellotto in tempi remoti ai più discoli. Forse tu sei capitato male, o forse le sberle di Kiko ti hanno rimbambito visto quel che scrivi. Giacché, su altrui segnalazione, ho rintracciato altri tuoi cretini commenti.

      Elimina
  19. Salesiano alla maradiaga.......Dio ce ne liberi e scampi.....

    RispondiElimina
  20. E' divertente leggere quella decina di integralisti che cercano sempre di buttare in cagnara ogni tread. Tra l'altro ognuno porta una sua interpretazione e l'unica cosa che li unisce è l'odio verso il Papa. Dovessero riorganizzare la Chiesa secondo i loro desiderata si avrebbero altrettante chiese per quanti sono loro. L'unco dato che emerge è che si tratta di persone piene d'odio che sfoga sula tastiera del computer l proprio stato di malessere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, da uno che bestemmia la Madonna c'è proprio da imparare sull'etichetta del web!
      E tu quanto sei pieno d'odio quando scrivi che la richiesta della consacrazione della Russia è "una stupidata"?

      Elimina
  21. Ma davvero nun ve capisco, voi che tanto vi state a preoccupare per quel che dicono o pensano i vetero-cripto-fondamental-integralist-lefebvriani... Io non sono d'accordo con quel che dicono quelli dell'Uaar, ma non vado a leggermi i loro siti e vivo benissimo. Che esistano non è per me un gran problema. Men che meno andrei a polemizzare con loro su un loro blog: sarebbe dar loro importanza. A voi invece sembra che l'esistenza dei suddetti vetero-cripto ecc. tolga il sonno. E perché mai? Se volete sentire cose a voi favorevoli, ve le può dire qualsiasi tg, o La Repubblica o il Corriere della Sera, adesso anche lo Yad Vashem. Avete solo l'imbarazzo della scelta. Non vi piace il vetus ordo? Non vi va poi così male: tutte le parrocchie del mondo sono novus ordo! Cosa c'è, cosa vi angustia tanto? Io nun ve capisco, veramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' importante conoscere quante più opinioni possibile perchè solo in questo modo si ha un quadro completo di una certa situazione o di un certo avvenimento. I fondamentalisti invece si chiudono nel loro bozzolo e cercano di farsi forza a vicenda creando così uno spirito settario. Non tutti hanno il coraggio di confrontarsi.

      Elimina
    2. Confrontarsi? e con chi? La Verità non ha paura di alcun confronto. La Chiesa deve insegnare, per questo è stata fondata da Cristo, non per perder tempo in diatribe coi Nuovi.

      Elimina
    3. Quelli che tu chiami in maniera spregiaitiva integralisti non sono altri che credenti che si attengono al magistero della chiesa di sempre. A differenza tua,, caro nuovo,, che vai dietro le mode e ad una chiesa che si assoggettati alle tue necessita '. Paura di confrontarsi io? Semmai la paura e' un sentimento che appartiene a te che hai bisogno di quella maggioranza di protestanti che ti spalleggiano. Magari per sentirti frigo e per poi pavoneggiarti con i tuoi compagni di merenda di trollare in un blog cattolico. Nella speranza che qualcuno si lasci incantare dalle tue idiozie . Sei un povero ignorante illuso di essere dalla parte giusta. Non c'è' peggior persona di un ignorante a difesa della verità'. Leggiti un po di catechismo se vuoi sapere cosa significa il credo cattolico apostolico romano. Se poi ti interessa fare la bella vita sicuro di non dover dar conto. . .. beh!! continua pure ad arrampicarti sugli specchi e a prenderli per i fondelli. Studia, preparati bene e poi, se davvero hai voglia di confrontarti , presentati. Magari con la coda tra le gambe e con rispetto nei confronti di chi ci crede veramente.
      Caro ballista e ignorante nuovo che di nuovo, rispetto ai tuoi antenati protestanti, non dici proprio niente.

      Elimina
    4. Vale a dire " chi se ne frega della verita. Facciamo una media delle cavolate dette in giro. Escludiamo quelli che si attengono alla verita' che di cavolate non vogliono ne sentirne ne parlarne. Avremo il risultato del pensiero del NUOVO; cioe' la media delle CAVOLATE nazionali. Quando si presentera' all'Altissimo dira' "Signore ho fatto delle statistiche. Ho confrontato vangeli protestanti con quelli cattolici. Ho cercato smussare gli angoli di tutti i movimenti modernisti, che piu' mi confacevano al mio stile di vita; lasciando da parte quelli tradizionalisti perche'troppo integralisti che mi avrebbero complicato la vita" - ne viene fuori che io devo per forza andare in paradiso perche' tu Signore sei morto per me. La confessione era una fantasia di vecchi preti superati. La comunione un elemento simbolico da prendere quando ne avverti la necessita'. Il rito della messa era uno spettacolo a cui assistere obbligatoriamente si, ma per la questua da lasciare ai catechisti o ai preti per il loro sostentamento- e cosi di seguito tutto il pensiero medio che si e' costruito il NUOVO e i suoi fratelli nellarco della sua e loro vita.
      Caro nuovo sei di fatto un protestante che vuole continuare a definirsi cattolico. Fattene una ragione. Non lo sei.
      Appartieni a quella schiera politica che per calunniare l'avversario quando non ha argomenti di discussione da' del fascista all'avversario. Il problema e' che voi vi date del fascista tra voi stessi, tra un movimento modernista progressista e protestante e l'altro. Continua a fare statistiche magari prima o poi riuscirai a fare una media delle tue cavolate. Magari ti renderai conto di quanto sei mediamente sciocco.

      Elimina
    5. Ho provato a rispondere a tono a chi continua a chiamare "fondamentalisti" chi non la pensa come lui...e ho visto che i commenti sono SOGGETTI AD APPROVAZIONE!!!
      Si può avere un pensiero da parte di chi ha approvato i commenti allucinati del nuovo? Grazie.

      Elimina
    6. A noi cattolici non interessa l'opinione delll'ultimo pinco-pallino che vuole dire la sua....ci interessa solo l'opinione di Dio.Fatevene una ragione.

      Elimina
    7. @ Anonimo 10:56
      Il fatto che a te non interessa niente della Chiesa e che te ne stai contento nel tuo piccolo pollaio non significa che devono fare così anche gli altri.

      Elimina
    8. Certo, certo! Voi avete ragione ed il resto dei credenti, a cominciare dal Papa, hanno torto. Peccato siano praticamente la totalità della Chiesa.

      Elimina
  22. Non dire baggianate!dai!
    Ti voglio bene come a un fratello...

    RispondiElimina
  23. Le carnevalate di Baires.Ogni giorno un deragliamento

    RispondiElimina
  24. Non capisco come si possa parlare in toni derisori e offensivi del Sommo Pontefice, che è il Vicario di Cristo nostro Signore.
    VIVA PAPA FRANCESCO!!!!VIVA SANTA ROMANA CHIESA!!!!!

    RispondiElimina
  25. Sono d'accordo con il sacerdote Mario Oscar Llanos forse non interamente su ciò che dice, ma almeno per quanto riguarda il fatto di questo vezzo di intervenire come semplice "Anonimo" o firmandosi con uno stupidiissimo pseudonimo. Io, come ben sapete (e come potete anche constatare da questo stesso intervento) commento come "Anonimo" per la sola comodità di non dovere sottostare a procedure di registrazione ecc., ma, in fondo allo scritto, firmo sempre con i miei autentici nome e cognome e città di provenienza. Considero ciò un'essenziale attestazione di coraggio delle proprie opinioni e di assunzione delle proprie responsabilità.
    Tommaso Pellegrino - Torino

    RispondiElimina
  26. qua si dimentica che l unico che può giudicare gli altri è GESU CRISTO...è lui l unico giudice pensate a quando Gesù ritornera' sulla terra e giudichera' anche voi per tutti i vostri peccati le vostre mancanza i vostri giudizi e le vostre accuse...

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.