domenica 30 ottobre 2011

Preghiera comune ad Assisi III? Guardate un po' qua

Ecco un particolare dell'incontro interreligioso di Assisi del 27 scorso di cui i media non hanno parlato. Eppure, è il simbolo più eloquente di come Benedetto XVI intende impostare il dialogo con le altre religioni. E queste fotografie, segnalate dal Forum catholique, sono la migliore risposta a tutti i grognons che pensano di poter criticare il Papa perché avrebbe omesso di dare testimonianza agli acattolici dell'unica vera Fede.


Enrico






147 commenti:

  1. Simon de Cyrène30 ottobre 2011 16:48

    Bravo Enrico per questo post E grazie!!!!!   I.P.

    RispondiElimina
  2. Il Santo Padre è inginocchiato davanti alla tomba di San Francesco dove alcuni fra i presenti l`hanno seguito.

    Ma Enrico perchè, invece di chiamare grognons=brontoloni chi si esprime sul suo blog, perchè, invece di proporci i commenti di don Morselli e del prof. De Mattei , seppur interessanti, non ci da il suo contributo personale su Assisi III?
    Io sarei interessata a leggerlo e forse non sono la sola.

    RispondiElimina
  3. Evasio Sbergnocloni30 ottobre 2011 17:45

    ...e te pareva! Peccato che Benedetto XVI si sia dimenticato di nominare nel suo discorso (almeno Giovanni Paolo II l'aveva fatto) Nostro Signore Gesù Cristo. Ma queste sono quisquiglie, bazzecole, pinzellacchere!

    RispondiElimina
  4. Cristiani a parte, per lo stregone Woodoo, la psichiatra, il monaco zen ed il bramino, S. Francesco non è altro che un pacifista alla stregua di Martin Luther King, di Gandhi, di Mandela, di Lady Diana, niente di più, è come quando i capi di stato in visita ufiiciale rendono omaggio al MILITE INGOTO della nazione ospitante, esattamente la stessa cosa. Questo post è l'ennesimo disperato tentativo da parte di Mil di difendere un evento anticattolico come Assisi III. Forse gli autori sperano che Aldo Maria Valli parli di Messainlatino.blog nel TG1 di questa sera.

    RispondiElimina
  5. inginocchiarsi in venerazione di un Santo è già abbastanza "politicamente scorretto" verso i protestanti (che bollano questa devozione come "superstizione papista"); figuriamoci l'effetto verso i non cristiani...

    RispondiElimina
  6. <span>lascia stare il TG1...questo blog parla di cose serie e in maniera seria (non confrontiamo la luce del sole con la luce di una lampadina...). </span>
    <span>Grazie Enrico</span>

    RispondiElimina
  7. <span>NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO RE  
       
    Atto di consacrazione del genere umano al Sacro Cuore di Gesù
       
       
    O Gesù dolcissimo, o Redentore del genere umano, riguardate a noi umilmente prostrati dinanzi al vostro altare. Noi siano vostri e vostri vogliamo essere, e per poter vivere a Voi più strettamente congiunti, ecco che ognuno di noi oggi spontaneamente si consacra al vostro sacratissimo Cuore. Molti, purtroppo, non Vi conobbero mai: molti, disprezzando i Vostri comandamenti, Vi ripudiarono. O benignissimo Gesù, abbiate misericordia e degli uni e degli altri, e tutti quanti attirate al vostro Cuore santissimo. O Signore, siate il Re non solo dei fedeli che non si allontanarono mai da Voi, ma anche di quei figli prodighi che Vi abbandonarono: fate che questi quanto prima ritornino alla casa paterna, per non morire di miseria e di fame. Siate il Re di coloro che vivono nell'inganno dell'errore o per discordia da Voi separati; richiamateli al porto della verità e all'unità di fede, affinché in breve si faccia un solo ovile sotto un solo Pastore. Siate il Re di tutti quelli che sono ancora avvolti nelle tenebre della idolatria o dell'islamismo: e non ricusate di trarli tutti al lume e al regno Vostro. Riguardate, finalmente con occhio di misericordia i figli di quel popolo, che fu un giorno il prediletto: scenda anche sopra di loro, lavacro di redenzione e di vita, il sangue già sopra di essi invocato. Largite, o Signore, incolumità e libertà sicura alla Vostra Chiesa; largite a tutti i popoli la tranquillità dell'ordine: fate che da un capo all'altro della terra risuoni questa unica voce: "Sia lode a quel Cuore divino da cui venne la nostra salute: a lui si canti gloria e onore nei secoli. Così sia".</span>

    RispondiElimina
  8. giulia d'amore30 ottobre 2011 18:41

    le persone presenti sono cattoliche e animiste. dove sono i protestanti, gli giudei e i mussulmani? Gli animisti usano i santi cattolici nel loro sincretismo. Per loro San Francesco é un santo ecologicamente correto. Ma chi si è inginocchiato in preghiera? Solo i cattolici, anche se vari riti. Cattolici. Gli altri volevano apparire nelle foto. Essre celebri ancor un po di piu... Dov'è la virtu qui?

    RispondiElimina
  9. guarda che oggi non gliene frega più niente di ste robe ai protestanti. L'era della confessionalità, come ha detto il Papa, è finita. Non è questo di per sé che fa politicamente scorretto

    RispondiElimina
  10. si è inginocchiato anche il Canterbury, che è protestante. Oggi nessuno ragiona come nel Cinquecento, né protestanti, né cattolici

    RispondiElimina
  11. non per niente il protestante "arcivescovo" di Canterbury è in ginocchio

    RispondiElimina
  12. Nulla di strano, tutto rientra nella visione teilhardiana del mondo propria di tutti i nouveaux théologiens, Papa Ratzinger compreso. La religione cattolica è vista come la religione più perfetta (nello stadio attuale, perché Teilhard lavorava per la nascita di quello che egli definiva un "metacristianesimo" gnostico) rispetto alle altre (viste come sostanzialmente buone anche se meno perfette) e che ha il compito di guidarle senza combatterle, promuovendone gli pseudo-valori in vista di una grandiosa ascesa di tutti gli uomini verso il Punto Omega. 
    Effettivamente, nei vari raduni di Assisi non vi è stato nessun tipo di sincretismo (il Papa attuale ha detto esplicitamente di volerlo escludere, e in effetti è così) bensì qualcosa di peggio, ovvero una promozione in grande stile e a livello ufficiale dell'indifferentismo religioso. E l'indifferentismo religioso, condannato dalla Chiesa fin dal suo nascere agli inizi del XVIII secolo, è indiscutibilmente alla base anche di Assisi III, con tutti gli effetti distruttivi che esso comporta.  Papa Ratzinger può inginocchiarsi quanto vuole, ma ciò non cambia uno iota a quanto detto sopra.  

    RispondiElimina
  13. Scrivi qui il tuo nome...30 ottobre 2011 18:52

    <span>parla di cose serie e in maniera seria......</span>

    esiste al mondo qualcosa di più serio del VANGELO ?
    eppure ad Assisi non è stato annunciato il Vangelo di Gesù Cristo, che Egli ha comandato ai suoi Apostoli di annunciare a tutti i popoli, battezzando tutti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: come  mai ?

    RispondiElimina
  14. pubblichiamo anche qualche foto dove si vede come tutti prendono la parola allo stesso titolo: protestanti, ebrei, musulmani, braamini e Papa. Il problema Enrico non è mai quello che è fatto bene (ammesso E NON CONCESSO che queste foto lo mostrino), ma quello che è fatto male. E di quello bisogna parlare

    RispondiElimina
  15. Scrivi qui il tuo nome...30 ottobre 2011 18:58

    ma temo che ormai siamo costretti a ripetere, volenti o nolenti, tutti in coro (ciac, azione) :
    che bei vestiti ha l'imperatore !
    (pur dopo averne constatato l'assoluta mancanza....)
    oecumenisme oblige.

    RispondiElimina
  16. Alcuni ortodossi hanno fatto il segno della croce.

    RispondiElimina
  17. Io guardando lo stato di molti dei nostri preti giovani e vecchi, in particolare secolari, la loro istruzione, il loro odio verso la liturgia e verso l'abito, verso qualunque cosa sia clericale e nel proporre Gesù come il nostro amico, mi chiedi se lo Spirito Santo abbia abbandonato per qualche decennio parte della sua Chiesa. Questi preti che stanno fancendo perdere la fede in Cristo, questi preti che stanno sfasciando la Santa Messa, mi chiedi, risponderanno davanti al Signore?

    Nei seminari accettano cani e porci, ma cacciano coloro che hanno un idea del sacerdozio, non dico tradizionalista, ma almeno tradizionale tacciandoli  d'essere retrogradi e con problemi mentali, mi piange il cuore a vedere lo stato dei nostri sacerdoti!

    RispondiElimina
  18. :-[  carino il frate IN PIEDI come uno a-cattolico.....

    comunque attenzione, non è inginocchiato SOLO davanti a san Francesco... sull'Altare c'è il Santissimo..... inoltre dopo i restauri è stato tolto l'altare che stava al posto dell'inginocchiatoio del Papa e da dove si può vedere nelle foto del 1986.... ed è stato ripristinato questo "a muro" della Tomba....
    non so se se vi resterà definitivamente o se l'hanno messo in occasione della visita del Papa... i sacerdoti che vorranno celebrare qui dovranno celebrare, saranno voltati di spalle ai fedeli....
    ;)

    RispondiElimina
  19. <span>Ma non era stato annunciato che  di fatto non c'era STATA NESSUNA PREGHIERA, nè comune nè parallela  ? e allora ?  come mai qui ci sarebbe preghiera, e di che tipo ? </span>

    Mah...
    Io qualche post sopra ho trascritto la consacrazione al Sacro Cuore di Gesù.
    SPERO sia quella che abbia fatta (integralmente) il Papa in qul momento di preghiera.
    Riguardo alle sue sacrosante domande non credo riceveranno mai risposta da questa sempre più strana Chiesa.

    RispondiElimina
  20. è logico. Non è certo questo il punto.

    RispondiElimina
  21. Come siete pallosi! Se il Papa va ad Assisi perchè va ad Assisi. Se si inginocchia davanti al SS. perchè si inginocchia davanti al SS. Se dice A lo rimproverate perchè non ha detto B. Leggetevi l'ultima Udienza Generale e tacete un po'!
    Altrimenti potete sempre provare a fare gli antipapi. Vediamo cosa caverete fuori!

    RispondiElimina
  22. Beh, la Kristeva, ci ha detto Luisa nell'atro thread, <span>alla domanda della giornalista del giornale le Monde, ha risposto:  </span><span> </span>
    Que ferez-vous lors du "temps de prière et de silence" prévu jeudi après-midi à Assise<span> ?(Che cosa farà durante "il tempo di preghiera e silenzio" previsto giovedì a Assisi)  </span>
    <span> </span><span>Julia Kristeva ha risposto:  </span>
    <span> </span>Je réfléchirai et j'essaierai de penser, car la pensée est la forme moderne de la prière<span>.  </span>
    <span>( Rifletterò e cercherò di pensare, poichè il pensiero è la forma moderna della preghiera) </span>

    RispondiElimina
  23. Redazione di Messainlatino.it30 ottobre 2011 19:57

    Infatti era un 'saluto al Santissimo Sacramento'. Qualcosa di quintessenzialmente cattolico.
    Vedo comunque che alcuni grognons non demordono. E' davvero patologico.
    Enrico

    RispondiElimina
  24. :-D  e allora perchè viene qui a leggere? se sa che siamo pallosi o lei è masochista  che gode a farsi del male, oppure cerca notizie che piacciono a lei ma non le trova e allora i pallosi sono gli altri....

    Io proporrei il MP Porta Fidei...., una frase ve la ripropongo con una immagine, sono sicura che qui saremo tutti d'accordo... ;)
    altro che Assisi....

    RispondiElimina
  25. Redazione di Messainlatino.it30 ottobre 2011 19:59

    Cara Luisa,
    scriva 'Assisi' nella casella 'cerca in questo blog' nella colonna di destra, si legga i miei numerosi interventi sul tema da molti mesi ormai, e conoscerà la mia opinione.
    Enrico

    RispondiElimina
  26. Caterina, mi sembra che la sua polemica fosse contro chi stava attaccando il papa.

    RispondiElimina
  27. parafrasando Giobbe Covatta "non siamo noi che siamo grognons .. sono loro che sono eretici"

    RispondiElimina
  28. Enrico, a te piacciono i Discus, eppure qui girano solo Piragna e Oscar. ;)

    RispondiElimina
  29. L'inginocchiamento, in effetti, qui non significa alcunché se non un atto di pietà personale, non certo una proclamazione di fede: vedo inginocchiato il primate anglicano ed anche un prelato ortodosso. Hanno evidentemente anche loro le idee assai confuse. Sbaglio o questo equivale ad un pregare insieme, nello stesso luogo e tempo? La foto dimostra esattamente il contrario di quello che l'articolista vorrebbe far credere: un tempo gli acattolici, gli scismatici ed eretici non erano neanche ammessi al santuario di una chiesa; un motivo c'era ...

    RispondiElimina
  30. <span>

    Papa Pio XI nella Mortalium animos scriveva che gli ecumenisti  "sono soliti indire congressi, riunioni, conferenze, con largo intervento di pubblico, ai quali sono invitati promiscuamente tutti a discutere: infedeli di ogni gradazione, cristiani, e persino coloro che miseramente apostatarono da Cristo o che con ostinata pertinacia negano la divinità della sua Persona e della sua missione. Non possono certo ottenere l’approvazione dei cattolici tali tentativi fondati sulla falsa teoria che suppone buone e lodevoli tutte le religioni, in quanto tutte, sebbene in maniera diversa, manifestano e significano egualmente quel sentimento a tutti congenito per il quale ci sentiamo portati a Dio e all’ossequente riconoscimento del suo dominio."

    Ne consegue che Papa Ratzinger, considerando "buone e lodevoli tutte le religioni" (altrimenti non ne avrebbe convocato i leaders ad Assisi), propaga tra i cattolici e i non cattolici una "falsa teoria". 

    Pio XI poi così continua:  "Orbene, i seguaci di siffatta teoria, non soltanto sono nell’inganno e nell’errore, ma ripudiano la vera religione depravandone il concetto e svoltano passo passo verso il naturalismo e l’ateismo; donde chiaramente consegue che quanti aderiscono ai fautori di tali teorie e tentativi si allontanano del tutto dalla religione rivelata da Dio."
    Altro che grognons...
    </span><span><span></span></span><span></span>
    <span></span>

    RispondiElimina
  31. <span>Ad Assisi 1 era presenti anche i Bahai. Non furono invitati al 2 e si offesero. Oggi sono stati chiamati?  
    E gli adoratori delle cipolle? Martini li invitava, quando queste giornate le organizzava lui a Milano.  
    Quelli che certamente non ci sarebbero andati, neppure se invitati, sono i "TESTIMONI ANABATTISTI DI VISNù".</span>

    RispondiElimina
  32. @Paolot
    ...la mia polemica o quella di tal Daniele?
    ho compreso dove fosse diretto l'appunto di tal Daniele, ma non è con questi sistemi che ci si aiuta alla comprensione....
    mi pare che l'enorme sforzo svolto dalla Redazione sia inappuntabile... si può confutare, ma quanto al contestare diventa maggiormente palloso chi interviene di punta sulla palla ottenendo come risultato solo di farla schizzare....pensando di difendere così il diritto del Papa di fare ciò che sta facendo...e senza dubbio lo stesso vale per chi, pensando di essere più papa del Papa, non vuole sentire ragioni non solo sulle spiegazioni ma anche sulle immagini portate come prova ed esempio.... ;)
    La reazione migliore è la pazienza testimoniata dalla Redazione.... :-D

    RispondiElimina
  33. Filippo Burighel30 ottobre 2011 21:46

    Sì, è vero che l'Arcivescovo di Canterbury (titolo, non sostanza) è tecnicamente protestante, ma la Chiesa d'Inghilterra e la maggior parte della Comunione Anglicana ha mantenuto un certo culto per i santi, per esempio nella dedicazione delle chiese, nella denominazione di società religiose, ecc.

    RispondiElimina
  34. Un bahai era presente anche questa volta.

    RispondiElimina
  35. =-O  ospite... questo non è esatto: le porte delle chiese sono sempre state aperte a chiunque.... nel 1500, il rabbino di Roma amico di Michele Ghilsieri, frate domenicano diventato Papa con il nome di Pio V entrava ed usciva da san Pietro come e quando voleva....

    Se il Papa non si fosse inginocchiato avreste avuto da ridire perchè non l'aveva fatto....

    Tu sei buono e ti tirano le pietre. Sei cattivo e ti tirano le pietre.
    Qualunque cosa fai, dovunque te ne vai, sempre pietre in faccia prenderai.
    Tu sei ricco e ti tirano le pietre Non sei ricco e ti tirano le pietre
    Al mondo non c'è mai qualcosa che gli va e pietre prenderai senza pietà!
    Sarà così finché vivrai Sarà così
    Se lavori, ti tirano le pietre. Non fai niente e ti tirano le pietre.
    Qualunque cosa fai, capire tu non puoi se è bene o male quello che tu fai.
    Tu sei bello e ti tirano le pietre. Tu sei brutto e ti tirano le pietre.
    E il giorno che vorrai difenderti vedrai che tante pietre in faccia prenderai!
    Sarà così finché vivrai Sarà così

    RispondiElimina
  36. Non so se corrisponderò alla sua classificazione di "grognon" ma di pignola senza dubbio, in effetti nel programma ufficiale non stava scritto <span>'saluto al Santissimo Sacramento' ma :" 18,00:
    Il Santo Padre e i Capi Delegazione che lo desiderano sosteranno brevemente davanti alla tomba di San Francesco",
    </span> apparentemente, come dice Caterina, sull`Altare è conservato il Santissimo, ma non sono sicura che chi ha voluto seguire il Papa lo sapesse, probabilmente pensavano visitare la tomba di un Santo che è una figura conosciuta, apprezzata e anche amata da non cattolici.

    RispondiElimina
  37. Aggiungo che se lei definisce "patologico" il dissentire di taluni, definiti "grognons", non devo più stupirmi se questo blog tollera tutti gli apprezzamenti per lo meno scorretti che fioriscono da un thread all`altro.

    RispondiElimina
  38. A dire il vero, ma non ho avuto la pazienza di risalire troppo nel tempo e leggere i thread, non ho trovato una sua riflessione ad hoc ma la presentazione di diversi contributi, sembra però che lei abbia condiviso la  riflessione di don Stefano Carusi.
    Ad avvenimento concluso lei considera che il Papa è riuscito ad "evitare guai peggiori"?

    RispondiElimina
  39. Amicus.... scusate.... ma ci siete o ci fate?
    Pio XI dice: sulla falsa teoria che suppone buone e lodevoli tutte le religioni,

    =-O ma è questo il punto che non volete accettare: il Papa NON HA MAI DETTO CHE TUTTE LE RELIGIONI SONO BUONE E LODEVOLI, la ricerca di Dio è buona e lodevole NON tutte le religioni.... Benedetto XVI sta difendendo IL DIRITTO DELL'UOMO A VIVERE LA RELIGIONE...
    forse non vi è chiaro che oggi c'è un attacco non semplicemente alla fede Cattolica MA ALLA RELIGIONE in quanto ricerca di Dio...

    oggi è venuto mio figlio in licenza, riparte l'1 pomeriggio perchè hanno soppresso la festa di sant'Ambrogio....
    e non verrà per l'8 Dicembre perchè hanno soppresso la Fesa.... QUESTI GIOVANI NON ANDRANNO ALLA MESSA.... certo, magari non ci sarebbero andati lo stesso, ma così sarà più difficile per i genitori portare i figli alla Messa anche se lo volessero....
    ma non capite che cosa stanno facendo?
    Pio XI e gli altri Papi del passato se si fossero trovati in questa situazione avrebbero fatto ciò che sta facendo il loro legittimo Successore... DIFENDERE LA RELIGIONE E NON LE FEDI DEGLI ALTRI....sveja eh!!

    la Fede Cattolica è l'unica vera religione, senza dubbio, e te lo sta dimostrando il Papa capace di PORTARE TUTTI GLI UOMINI RELIGIOSI DEL NOSTRO TEMPO A PARLARE DI TRASCENDENZA... ma se sopprimi il concetto di religione che esiste NELLE ALTRE CULTURE, sopprimerai anche la fede Cattolica...
    ripeto, il Papa NON ha parlato di FEDE BUDDISTA, ISLAMICA, INDUISTA, ecc...ma di testimoniare come la vita religiosa in se stessa è portatrice di pace e di UN UNICA ETICA E MORALE...
    solo in questa libertà si potrà allora SEMINARE IL VANGELO....
    e basta leggere il MP Porta Fidei del Papa per capire come difende la Fede Cattolica.... e leggere il suo discorso ai Vescovi dell'Angola l'altro giorno dove ribadisce l'importanza dell'insegnamento CATTOLICO CONTRO IL DILAGARE DELLE ALTRE FEDI....

    RispondiElimina
  40. :-D  Luisa.... le vie del Signore sono infinite.... e spesso i sentieri sono quelli scavati dai Santi....

    RispondiElimina
  41. Un grazie alla Redazione per queste belle foto.
    Noi tutti ammiriamo e amiamo il Papa Benedetto XVI che sa guidare la Barca di Pietro tra i marosi .
    Preghiamo sempre perché il Signore gli dia la forza di andare avanti e lo protegga sempre.
    Anche Gesù fu  ed è ancora vittima dell'ingratitudine di molti cristiani...
    Tutti i giorni il Papa  proclama che solo Cristo è il Salvatore e solo il Lui c'è salvezza...il resto son solo polemiche vane.

    RispondiElimina
  42. se sopprimi il concetto di religione che esiste NELLE ALTRE CULTURE, sopprimerai anche la fede Cattolica...  
    ma come sarebbe a dire ?....
     lei sta scherzando, forse....questo equivale a dire che la Fede cattolica, per sussistere, avrebbe bisogno delle false religioni : si rende conto dell'assurdità ?
    quando mai il Cristianesimo, religione divina, rivelata da Gesù che è Dio stesso, avrebbe bisogno dei falsi dei per avere un senso  ?  ma siamo ammattiti,....o questo è già l'effetto-Assisi ?
    e poi.....la vita religiosa  (quale?...anche quella degli adoratori di topi ?.....) è portatrice di pace in un'unica etica ? ?
    dire che esiste un'unica etica significa che PUO' esistere una religione universale (standard=minimo comun denominatore)  che SUPERA il Cristianesimo, e lo comprende in sè, proprio come si diceva che la Chiesa di Cristo SUSSISTE nella Chiesa Cattolica,   ...non più   "E'", ma sussiste all'interno, ahimè: questa è la comprensione generale che ne ha il credente di varia mentalità oggi nel mondo ! quanta gente dice di "credere"  a modo suo in un'entità divina NON BEN identificata, oppure: Cristo sì, Chiesa no !....oppure  dice VIVA tutti   i grandi profeti compreso Gesù, UNO FRA I TANTI !

    allora, ripensando a quando  da ragazzi facevano ai nostri sacerdoti che insegnavano religione a scuola quella domanda:
    si può essere buoni SENZA ESSERE CRISTIANI  ?
    loro ci sapevano rispondere a quella domanda, spiegando come fosse la più grave delle illusioni:
    non c'è bontà senza Gesù Cristo, e non c'è santità : c'è solo  idolatria dell'uomo, VANITA', magari in forma di FILANTROPIA !
    egr. Caterina, le opere dell'uomo  devono essere REDENTE da Cristo per essere buone, ovvero giustificate, lei non lo ha mai sentito ?

    RispondiElimina
  43. Troverete a questo link gli interventi dei leader religiosi e di Julia Kristeva.
    Una chiesa cattolica era il luogo più adatto per accogliere quei discorsi?

    http://paparatzinger4-blograffaella.blogspot.com/2011/10/nella-basilica-di-santa-maria-degli.html

    RispondiElimina
  44. Caterina, le ricordo quella risposta che fece Gesù (e che a me fece sempre impressione dalla prima volta che la lessi), a chi lo apostrofò chiamandolo "Maestro buono",
     «Perché mi dici buono? Nessuno è buono, se non uno solo, Dio». (Lc 18,19)
    Mi ha sempre colpito, perchè vuole ricordarci che la vera bontà  risiede solo in Dio, nel VERO DIO Trinitario,  e solo Lui può darcela, mediante il Figlio Gesù !
    che specie di bontà può uscire dall'uomo schiavo del peccato originale  ?  solo quello sforzo di seguire la legge morale, che permetterà di salvarsi, ma solo se  quel pagano non avrà avuto la possibilità di conoscere Gesù, in un' ingnoranza incolpevole.

    RispondiElimina
  45. solo in questa libertà si potrà allora SEMINARE IL VANGELO...
    ? ? ?
    Caterina, questa affermazione è un rovesciamento  mostruoso della Verità:
    è esattamente il contrario:
    è il VANGELO CHE CI RENDE LIBERI, essendo Parola di Dio, che è parola di Vita eterna, che libera dal peccato e dalla menzogna .
    Da come lei parla, sembra che finora, in 2000 anni la Chiesa non ha  MAI avuto le condizioni di libertà per seminare il Vangelo....ma ci rendiamo conto ?
    le persecuzioni e   le ostilità  la Chiesa le incontrerà SEMPRE: NON PUò ILLUDERSI di camminare tra rose e fiori, perchè Gesù ha detto:
    Avrete persecuzioni in questo mondo.

    E ha anche detto : Beati i perseguitati per la giustizia.
    Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
    Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli .
    Stiamo dimenticando tutto questo , vero   ?
    inevitabile, direi, dal 1986 in poi.
    Da oggi, in calo verticale la memoria della identità cattolica.....

    RispondiElimina
  46. Domanda ai blogger:
    Giovanni Paolo II si è inginocchiato sulla tomba di San Francesco in occasione di Assisi I e II?  Io non mi ircordo

    RispondiElimina
  47. Ogni riferimento è del tutto casuale :-)

    RispondiElimina
  48. @ LDCaterina63:
    I leaders religiosi convocati ad Assisi da Benedetto XVI non sono persone incerte in ricerca della verità, ma professano fermamente dottrine ben definite, che la Chiesa Cattolica ha sempre chiamato false religioni o false filosofie.  Benedetto XVI ha invitato quei capi religiosi a pregare secondo le loro credenze oggettivamente false.  E se lo ha fatto, ciò vuol dire:
    a) che egli ritiene quelle false religioni come sostanzialmente buone, anche se imperfette (del resto è esattamente ciò che afferma il Vaticano II nella Nostra aetate);
    b) oppure che le false dottrine sono semplici involucri esterni, e poco rilevanti, che racchiudono un comune sentimento religioso, proprio di tutti gli uomini, unica realtà importante che li unisce (e questa è una dottrina propriamente modernista). 
    In tutti e due i casi, le sue idee ricadono sotto la condanna della Mortalium animos nel testo che ho citato.
           Per il resto, rimando a quanto ha scritto "V" poco sopra.

    RispondiElimina
  49. Redazione di Messainlatino.it30 ottobre 2011 23:51

    Certamente
    Enrico

    RispondiElimina
  50. non falsifichiamo, per favore....non si tratta di pietre che qualcuno stia tirando a qualcun altro...
    si tratta di vedere  che cosa vuole Dio da tutti noi, in ogni momento della storia.
    E' Gesù stesso che dice :

    Siate perfetti, com'è perfetto il Padre Vostro Celeste.

    Se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e farisei, non entrerete nel Regno dei cieli.

    (Siate perfetti = cercate la santità)
    cfr.  Dio a Mosè:
    Siate santi perché io il Signore vostro Dio sono Santo.

    allora...E' grognon anche Nostro Signore ?
    se l'iniziativa del Papa/dei papi, non è/sono in continuità col Magistero di sempre, cioè di TUTTI i papi, non è affatto secondo volontà di Dio, bensì del mondo, che giace sotto il potere del maligno  (la qual cosa non è una chiacchiera di blogger grognon,
    ma Parola di Gesù nel Vangelo, che oggi cominciamo a dimenticare alla grande.....)

    RispondiElimina
  51. Redazione di Messainlatino.it31 ottobre 2011 00:02

    E' vero, ne ho due. Turchese blu e pidgeon blood. Crescendo, mi han fatto fuori i kriptopterus, praticamente facendoli morire d'inedia. Quindi non proprio agnellini nemmeno loro.
    Enrico

    RispondiElimina
  52. Ma questo è Antoine!?! non S. Francesco.....!

    RispondiElimina
  53. <span>"altri giungono perfino a volere lo stesso Pontefice a capo di quelle loro, diciamo così, <span>variopinte riunioni</span>. Che se è facile trovare molti acattolici che predicano con belle parole la fraterna comunione in Gesù Cristo, non se ne rinviene uno solo a cui cada in mente di sottomettersi al governo del Vicario di Gesù Cristo o di ubbidire al suo magistero." —Papa Pio XI, Mortalium Animos (1928)
    </span>

    RispondiElimina
  54. Che belli i tempi in cui su MiL si scriveva che un ostacolo verso la tradizione erano i conservatori... prima di diventarlo.

    RispondiElimina
  55. V.... (per vendetta?) :-D

    quante righe ha sprecato e per il semplice fatto che lei avrebbe ragione ad averle usate se avessi parlato di RELIGIONI, al plurale... ma io ho parlato di RELIGIONE al singolare la cui UNICA FEDE  VERA E' QUELLA CATTOLICA.... ;)
    comprende?
    E così sta parlando il Papa... il Papa difende NON le fedi o le religioni al plurale, ma LA RELIGIONE... la quale, naturalmente, per difetto e per causa del peccato, non ha trovato ancora Dio ...tuttavia LO CERCA....
    in passato la Chiesa difendeva la propria fede anche con le armi le quali VENIVANO FORNITE DA RE ED IMPERATORI, ossia dagli Stati che erano Cristiani... ma oggi gli Stati CRISTIANI NON ESISTONO PIU'.... ed anzi, si stanno ponendo CONTRO LA RELIGIONE e non solamente quella Cattolica, ma contro ogni tendenza e ricerca del trascendente...
    E' ovvio che la Chiesa NON ha bisogno delle altre religioni o fedi per avanzare nella storia, ma deve fare il possibile per coalizzare i popoli CONTRO CHI VUOLE UCCIDERE LO SPIRITO.... - e non lo Spirito Santo eh! - ma lo spirito dell'uomo CHE IN QUALCHE MODO ANELA A DIO...

    San Francesco Saverio appena giunse nelle Indie, per i primi tempi IMPARO' LE USANZE DI QUEI POPOLI....RISPETTAVA LE LORO CREDENZE, non ha mai vietato loro di viverle e di parlarne, nè chiese di uccidere la propria tradizione culturale.... ;)
    il successo che ottenne gli giunse da questo rispetto.... egli si fece amare perchè amò per primo l'uomo come era.... entrò in un rapporto di fiducia con loro, da questa fiducia inoltrata insegnò Cristo Salvatore delle anime, ed ottenne le conversioni....
    Nelle sue lettere c'è l'entusiasmo per LA CULTURA dei popoli che incontrava... egli non difendeva quelle fedi, ma LA CULTURA di quei popoli.... applicando alla lettera ciò che san Paolo insegnava: TRATTENETE A VOI CIO' CHE E' BUONO, NON GETTATE TUTTO, PERCHE' CIO' CHE E' BUONO VIENE DA DIO... quando andava nei villaggi e gli facevano festa, egli accettava i doni e i canti in suo onore....

    Non mi risulta che i buddisti  o quelli presenti ad Assisi, stiano perseguitando il Papa o Cristo, ergo quella citazione del Vangelo non c'azzecca....a voler guardare la storia della trave appare più propabile che a perseguitare Cristo, la Chiesa e il Papa siano proprio i battezzati non praticanti.... il nostro Occidente.... quanti hanno fatto apostasia... ;)

    RispondiElimina
  56. Il fuoco di copertura serve quando si avanza non quando si ripiega. BXVI ha curato in modo di far far fiasco a se stesso e c'è (con l'aiuto di Lambiasi) riuscito. Occhio a non trasformare, al suo rientro nei ranghi, la copertra in fuoco amico. Il più pericoloso. Bene MIL in tutta la gestione della "bega".

    RispondiElimina
  57. Non esiste un solo modo per annunciare il Vangelo...anche perchè nel tempo mutano spesso il linguaggio e le modalità di comunicazione:e l'annuncio è il risultato di tante azioni e attività messe insieme. Cosa proponevi? Un battesimo forzato collettivo con un idrante?

    RispondiElimina
  58. mi sembra che qualcuno sia stato punto dalla vaghezza di voler polemizzare su tutto: in parrocchia ne avete parlato anche uscendo dalla messa? Da me molte persone (anche semplici) dicono che è stato un momento bello e non capiscono perchè i giornali si sono dedicati di più alla morte del motociclista che a risportare qualcosa di questo incontro

    RispondiElimina
  59. allora nel mondi ci sono 5 miliardi di persone "non buone"?

    RispondiElimina
  60. Hai mai sentito che nella Chiesa si battezzasse in batteria, senza prima Annunciare e catechizzare (la catechesi non è mica stata inventata dal concilio) e dopo che chi ascolta confermasse la sua libera  adesione a Cristo?

    RispondiElimina
  61. Simon de Cyrène31 ottobre 2011 09:01

    <span>Ottimo commento di Massimo Introvigne sulla Bussola:   http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-assisi-c-chi-ancora-non-capisce-3482.htm   
    Mi permetto riportare qui le ultime frasi:  
    "<span>La ricerca di regole comuni fondate sull'idea che gli uomini hanno una comune  natura che la ragione può conoscere è di per sé l'opposto del relativismo. Semmai, il relativismo nasce quando anziché guardare ai risultati possibili si guarda alla ricerca, e certi professionisti del dialogo tentati dal sincretismo s'innamorano di una ricerca per la ricerca come c'è un'arte per l'arte. Ma il Papa insegna precisamente il contrario." Ubi Petrus Ibi Ecclesia. I.P.</span></span>

    RispondiElimina
  62. ciò che gli tutti gli uomini hanno in comune tra loro, nella loro NATURA, fin da Adamo è una cosa sola:  il PECCATO originale, nient'altro. Tranne Maria SS.ma, ovviamente.

    RispondiElimina
  63. Simon de Cyrène31 ottobre 2011 09:10

    Qundi la Santissima Vergine non ha niente in comune coll'umanità? Interessante concezione: immagino che ha ricevuto quest'insegnamento dai catechisti della FSSPX?  I.P.

    RispondiElimina
  64. la Vergine SS:ma è l'UNICA creatura umana, figlia di Dio,  concepita  SENZA PECCATO,  ed è pre-redenta in Cristo, PRESCELTA in mezzo all'umanità nata in Adamo, per essere MADRE DI DIO, Madre Immacolata del Salvatore.

    RispondiElimina
  65. si tenga le sue illazioni per sè, egr.signore; per la  mia formazione cattolica mi è bastato a suo tempo il Catechismo di S. PIo X.

    RispondiElimina
  66. Simon de Cyrène31 ottobre 2011 09:28

    <span>Ma... caro tutto OK... ancora bisognerebbe aver capito detto Catechismo...  
    Insomma, secondo lei e i suoi maestri, la Santissima Vergine ha una natura umana oppure no? Lei si contraddice tra quel che scrive alle 09:15 e le 09:07.  Grazie. I.P.</span>

    RispondiElimina
  67. sì ma ad ogni modo non interessano più ste querele, il Papa per i protestanti può inginocchiarsi dove gli pare.

    RispondiElimina
  68. io rispondevo a "Scrivi il tuo nome" che lamentava un mancato (secondo lui) annuncio del Vangelo nell'evento di Assisi. Su certe eventi realizzati in batteria  la storia passata ci racconta anche momenti bizzarri: terribile e diabolico il principio eius regio eius religio

    RispondiElimina
  69. Decisamente la fsspx è un`ossessione per Simon, la vede ovunque, pazienza, "tutto ok".

    RispondiElimina
  70. Redazione di Messainlatino.it31 ottobre 2011 10:52

    Eraclio, riscrivi il tuo commento senza insulti, specie ad un beato, e cancella l'originale. Questo, IMMEDIATAMENTE.
    Enrico

    RispondiElimina
  71. "Cuius regio eius religio" non fu una buona cosa, anche perché purtroppo non riguarda la diffusione del primo cristianesimo, ma la bipartizione tra cattolici e protestanti.

    RispondiElimina
  72. conservatori del concilio?

    RispondiElimina
  73. Per LD CATERINA 63.Leggo spesso i tuoi iterventi su MIL e su qualche altro sito.Mi sono sempre chiesto,visto che le tue risposte hanno sempre una valenza ben definita e sicura di quello che scrivi:" sei una religiosa?, oppure hai studiato teologia?" Comunque complimenti per la tua cultura religiosa. Potresti collaborare con la redazione di MIL. 

    RispondiElimina
  74. Simon de Cyrène31 ottobre 2011 12:31

    Cuius regio eius religio è l'assoluta antitesi delle letture e del vangelo di ieri, festa di Cristo Re...   I.P.

    RispondiElimina
  75. Caro Simon la Vergine Santa è il prototipo dell'umanità, è ciò a cui dobbiamo aspirare, umana nella pienezza della grazia, i santi sono gli unici veri uomini, semmai meno umani siamo noi che siamo ancora lontani dalla santità. Pertanto non si può paragonare la Santa Vergine a nessun uomo o donna, perchè lei mai è stata sfiorata dal peccato. Più ci assimiliamo a lei e a Gesù, più diventiamo umani, più ci allontaniamo più imbestialiamo.

    RispondiElimina
  76. Se aveste sentito ieri sera lo speciale su Assisi 3 su RAI 3, vi sareste messi a piangere. Poveri cattolici!

    RispondiElimina
  77. Simon de Cyrène31 ottobre 2011 12:45

    Ma non è quel che afferma "tutto OK", cara "annarita": egli dice che la <span>sola</span> cosa che accomuna gli uomini nella loro natura è il peccato originale. Egli afferma il contrario di quel che scrive lei, e cioè, che la Vergine Santa è il Prototipo dell'umanità: quel che lei scrive, cara "annarita" va benissimo, perchè compartiamo quest'unica natura umana colla Vergine che ne è il "prototipo". E quindi l'dea che gliuomini hanno una natura comune fa senso come anche il fatto che la sua conoscenza è vero riparo contro il relativismo ambiente, come ben ricorda Introvigne riferendosi al Santo Padre. I.P.

    RispondiElimina
  78. Siamo proprio così sicuri che in quel tabernacolo ci fosse il Santissimo? Non vorrei che qualche cardinale di curia abbia ordinato ai fraticelli di toglierlo all'ultimo momento per non urtare la sensibilità dei non cattolici...del resto l'obiettivo di Assisi3 era quello di evitare ogni sincretismo, non solo per i cattolici, ma anche per le altre fedi religiose...

    RispondiElimina
  79. Redazione di Messainlatino.it31 ottobre 2011 12:51

    Memory, questo è l'ultimo avviso e segue una serie di nostre richieste pur cortesi e bonarie. Non sarà più tollerato che lei cambi nickname spesso e volentieri (solo in questo thread: "scrivi qui il tuo nome", "v" e "ospite"). Non ce n'è motivo e ciò confonde gli interlocutori; il che è tanto più grave considerato che la Sua produzione di commenti è alluvionale (ancorché ripetitiva). Ogni futuro Suo commento che non appaia come "Memory" verrà cancellato a prescindere dal contenuto.
    Enrico

    RispondiElimina
  80. @ Enrico

    Sai che non ho mai letto i post di Memory?
    Volevo giusto scrivergli/scriverle se non è capace - almeno una volta - di scrivere un commneto di sole 3 righe

    RispondiElimina
  81. Redazione di Messainlatino.it31 ottobre 2011 13:11

    <span>Memory, questo è l'ultimo avviso e segue una serie di nostre richieste pur cortesi e bonarie. Non sarà più tollerato che lei cambi nickname spesso e volentieri (solo in questo thread: "scrivi qui il tuo nome", "v" e "ospite"). Non ce n'è motivo e ciò confonde gli interlocutori; il che è tanto più grave considerato che la Sua produzione di commenti è alluvionale. Ogni futuro Suo commento che non appaia come "Memory" verrà cancellato a prescindere dal contenuto.  
    La prego di prenderne buona nota.</span>
    <span>Enrico</span>

    RispondiElimina
  82. I riferimenti sono molti e non casuali, purtroppo.

    RispondiElimina
  83. <span>Mi meravivlio di Enrico che</span><span> </span><span>bacchetta una blogger come Memory, che più cattolica e rispettosa non si può, mentre prende le difese di figuri (prendetelo come volete) come Simon de Cyrene e i tanti suoi emuli che insultano indisturbati e spesso persino difesi...  </span>
    <span></span><span>Si rimprovera a memory di assumere nick diversi che, in genere, coincidono col tema di cui si sta parlando e ne sottolineano dei punti salienti e invece non una parola nei confronti di coloro che usano nick offensivi, cambiandone anch'essi a bizzeffe, con tutt'altro scopo, spesso irrisorio e anche provocatorio...  </span>
    <span>Scusate, ma comincio a chiedermi: chi siete?</span>

    RispondiElimina
  84. nessuno è obbligato a leggere nulla, tanto più quando il contenuto non coincide col proprio pensiero!

    RispondiElimina
  85. Certo, ora sono i comunisti a spiegare il significato di Assisi III! E noi continuiamo a punzecchiarci tra noi e a lanciare invettive che non arrivano da nessuna parte. Ma vi rendete conto che tutte queste nostre discussioni restano relegate ad un limitatissimo ambito tradizionalista e non hanno eco da nessuna parte? Dobbiamo far sentire la nostra voce, altrimenti ci parleremo addosso!

    RispondiElimina
  86. Ebbene sì: sono masochista. Ma solo perchè voglio vedere cosa dovrebbe fare il Papa per essere finalmente il Papa perfetto. E così vedo le critiche perchè ha liberalizzato la Messa antica, ma non la dice pubblicamente; perchè ha evitato preghiere pubbliche ad Assisi con le false religioni, però è andato ugualmente ad Assisi; perchè ha fatto cardinale Bartolucci, però ha fatto anche Ravasi; perchè ha mandato tizio a Milano, però non ha vi ha mandato caio. Chiudo qui non per la mancanza di esempi, ma perchè "non basterebbero tutti i libri della terra"

    E poi io ho dato un preciso riferimento: l'ultima Udienza Generale del Papa, dedicata appunto alla preghiera (cattolica) in preparazione all'incontro di Assisi :)

    RispondiElimina
  87. E comunque, nulla da dire alla redazione!

    RispondiElimina
  88. <span>"quel che lei scrive, cara "annarita" va benissimo".</span>

    Eppure, se non sbaglio, annarita fa parte della FSSPX.<span> ;) </span>

    RispondiElimina
  89. I complottisti avanzano; dopo Maurizio Blondet e ahmadinejad anche la signora Mic sogna di improvidi complotti......

    RispondiElimina
  90. Simon de Cyrène31 ottobre 2011 16:13

    L'eresia lefebvrista non è circa la mariologia ma è circoscritta all'ecclesiologia e, più in particolare, all'inerranza del Magistero Autentico: non per niente il Preambolo Dottrinale si concentra su quest'aspetto. I.P.

    RispondiElimina
  91. non ho parlato di complotti, ma di due pesi e due misure, che mettono in luce una posizione precisa. Non mi pare la stessa cosa!

    RispondiElimina
  92. <span><span> =-O "</span></span><span>L'eresia lefebvrista"  </span><span> :-D </span>
    <span><span>
    </span></span>

    RispondiElimina
  93. Simon de Cyrène31 ottobre 2011 16:24

    Niente di sorprendente: ogni scisma deve poter giustificare la propria disobbedienza ai propri occhi e a quelli dei seguaci. Questo non essendo mai possibile rimanendo nella sana dottrina tradizionale, gli scismatici di tutti i tempi finiscno sempre per sviluppare delle teorie autogiustificanti che, per forza, sono eretiche. :-)  I.P.

    RispondiElimina
  94. Don Alfredo M. Morselli31 ottobre 2011 16:41

    Senza vole offendere nessuno, solo per fare due risate, propongo questo video: siccome la lista dei cardinali del prossimo conclave mi fa più paura della meditazione sull'inferno, io questo Papa me lo tengo strettoo

    http://youtu.be/g69vm9GNc1c

    RispondiElimina
  95. <span><span> =-O </span> "</span><span>ogni scisma"</span><span> :-D </span>

    RispondiElimina
  96. Ma basta con questa storia infinita dello scisma e dell'eresia!
    Vergogna!

    RispondiElimina
  97. <span>Ha cambiato stile don Morselli? Mi congratulo...  </span>
    <span>Resta fermo quanto ho già detto nel thread che avete avuto il buon senso di cancellare. Ma il sassolino dalla scarpa se lo doveva togliere lo stesso. Vero?  </span>
    <span>Di quel video si potrebbe anche sorridere se non si accompagnasse a questo nuovo 'volto' e corso della Redazione...  e il fatto che qualche volta lo critichiamo il nostro Papa, col rispetto che gli si deve ma con la parresìa dovuta a nostro Signore, non significa che non ce lo teniamo stretto anche noi, anche perché molti miracoli (come la liberalizzazione del VO) sono avvenuti grazie a lui!</span>

    RispondiElimina
  98. <span>Questa vicenda l'ho vissuta molto male, il post precedente mi ha fatto molto male... arrivaverà ne sono certo il tempo della "distensione" passa tutto non vedo perchè non debba passare anche Assisi3, ma occorre prendere tempo e rimanere in silenzio almeno per me.</span>

    Buona Festa di Tutti i Santi a Tutti voi.

    RispondiElimina
  99. anche i grognons

    RispondiElimina
  100. che memory sia cattolica è un'ipotesi tutta da verificare, che sia irrispettosa, per esempio verso il Papa,  è una certezza.

    RispondiElimina
  101. Abbiamo trasmesso: la scemenza delle 13:36.

    RispondiElimina
  102. @ Mic

    Saluti da parte mia al Suo amico "Nerone", che non vedo più online

    RispondiElimina
  103. Redazione di Messainlatino.it31 ottobre 2011 19:27

    Grazie degli auguri e altrettanto ma... che cosa ti ha turbato così tanto?
    Enrico

    RispondiElimina
  104. Ma perchè questi signori non si fanno il loro blog, magari con mons. Wiliamson?

    RispondiElimina
  105. @ Mic

    Grazie per le sue illuminanti e illuminate (o forse "fulminate") riflessioni.
    Abbia la gentilezza di spiegarmi quale attinenza ci sia fra "v" e il tema dibattuto.
    Io ho sempre il mio nick: un paio di volte ero "ospite" perchè, per motivi che mi sono ignoti, il mio nick si è smemorizzato.
    Ammesso e non concesso che un nick abbia attinenza con il tema dibattuto mi dica lei - se tutti facessero così -  cosa succederebbe.
    Nessuno ci capirebbe più nulla.
    Il suo grande difetto, cara signora, è che Lei è faziosa e partigiana.
    Se uno dei Suoi amici   sputasse addosso a qualcuno, Lei avrebbe il coraggio di dire che sta piovendo.
    Ben altro atteggiamento assume verso chi non è allineato con  il Suo pensiero.
    Sia seria!

    PS
    qualcosa mi dice che fra qualche minuto leggerò un post di "osservando osservatore". E sarà, ovviamente, un commento del tutto casuale 

    RispondiElimina
  106. @ Enrico

    Ecco, caro Enrico, la cena... è servita.
    Hai imposto a Eraclio73 di riscrivere il Suo post, ma esso è ancora lì. Eppure l'ha scritto  più di 10 ore orsono
    Io non ho condiviso le smanie ecumeniche di Giovanni Paolo II, ma è inammissibile parlare di un Papa (oltretutto beato) in quel modo.
    Dove è la riprovazione di Mic, Silente and company? Eppure loro si stracciano le vesti per cose molto più innocenti! 

    RispondiElimina
  107. @ Mic

    vede che mi copia?
    Nel thread rimosso scrivevo di "sassolini nella scarpa" e Lei.... 

    RispondiElimina
  108. Ma che commento intelligente!

    RispondiElimina
  109. Ma che commento intelligente!

    RispondiElimina
  110. @ enrico
    non è facile moderare un blog come questo, caratterizzato da più "anime" (alcune estremamente polarizzate e conflittuali).
    Ma il post di Eraclio73 è ancora lì, mentre il video sui grognons (poteva suiscitsre qualche malinteso, ma tutto sommato era "innocente") è stato rimosso.
    Io non strillo, ma se fossi della stessa pasta di qualche blogger (e non faccio nomi) ti direi che hai due pesi e due misure.
    Con simpatia (sono un tuo collega)

    RispondiElimina
  111. Dove sta andando questo blog, chi il è burattinaio?31 ottobre 2011 20:43

    Succede caro Enrico? fattelo dire da don Alfredo!

    senza alcun suo merito questo spazio è stato eletto da coloro che amano la Tradizione a luogo di scambio e secondo le intenzioni di alcuni di studio di approfondimento. In questi ulimi mesi però ad interventi altamente qualificati sono subentrati interventi spazzatura che hanno soffocato l'interesse rendendo ridicolo il tutto.

    E' impegnato con il lavoro? giusto! allora chiuda bottega... e intollerabile un andazzo del genere.

    Osservatore vorrebbe far credere che lei da spazio agli ultra conservatori censurando i moderati, a me pare tutt'altro. Dai spazio ai conciliaristi camufati con i pizzi (Cirene e i suoi) e ai morselli che ci diletta con le sue sparate da squillibrato.

    e poi... in tutta questa vicenda quale è la linea redazionale?

    Ai messo subito la "cioiosa" sintesi di Morselli, ai messo le considerazioni più realiste di de Mattei, e tu da che parte stai?

    e poi... metti con solerzia i piacevolissimi avvisi delle celebrazioni anche le più "modeste" sparse per l'Italia, ma del viaggio in Germani di Benedetto XVI manco l'ombra, così come di altre notizie ... perchè di questa sordera ben administrada?

    RispondiElimina
  112. "Ai, ai, ai"... l'ortografia!...

    RispondiElimina
  113. @ Dove sta andandp questoblog...

    Lo vedi che sei partito per la tangente?
    Per quanto mi concerne non esiste alcun "cirene e i suoi".
    Io parlo per me stesso e non ho allenaze prestabilite con nessuno.
    Non faccio parte di nessuna cordata, pur avendo, come è ovvio, le mie simpatie qui dentro. 

    RispondiElimina
  114. <span></span><span>

    <span>

    Comprendo che molti siano restii ad abbandonare l'idea di Benedetto XVI prudente "restauratore", che cerca di sganciarsi prudentemente dall'eredità dei precedenti Papi 'conciliari' e che, per questo, non può evitare, per il momento, di omaggiare pretesse anglicane, elogiare Martin Lutero e partecipare ad aberrazioni anticattoliche come Assisi III.
    Tuttavia bisogna rendersi conto della realtà, che purtroppo è diversa. Senza far drammi, perché di crisi la Chiesa ne ha passate tante, e supererà anche quella presente. Ma anche senza illusioni pericolose, che rischierebbero di vanificare la nostra lotta per la difesa della Fede.
    Prescindendo infatti dal fatto che questi atti ecumenici ed interreligiosi di Papa Ratzinger non sono in nessun caso leciti (non si può fare ciò che oggettivamente è male, neanche per diplomazia, perché ne provenga un bene) resta la realtà del pensiero di Papa Ratzinger, pensiero che è rimasto immutato in questi decenni. Inviterei a questo proposito tutti a rileggere attentamente la famosa intervista rilasciata dal Card. Ratzinger a Vittorio Messori nel 1985, e pubblicata nel famoso libro 'Rapporto sulla Fede' dalle ed. Paoline.
    Ad esempio, riguardo agli ultraprogressisti della rivista 'Concilium', di cui era stato uno dei fondatori nel 1964, il cardinale Ratzinger affermava:
    <span><span>"</span></span><span></span><span>Non sono cambiato io</span>, sono cambiati loro"; "bisognava confrontarsi con la realtà del Vaticano II, con la lettera e con lo spirito autentici del Concilio autentico, non con un immaginario Vaticano III; senza, dunque, fughe solitarie in avanti." (cap.1, 'Un teologo e un pastore').</span>
    </span>

    <span>

    <span>


    </span>Chiaro?
    </span>

    Come si vede, il Cardinale non considerava i teologi neomodernisti estremisti come degli eretici, ma solo come degli impazienti che con le loro "fughe solitarie in avanti" volevano imprudentemente anticipare quelli che, invece, dovevano essere sviluppi graduali ed indolori degli errori del Vaticano II.
    Ecco perché il medesimo Ratzinger continuava affermando: "Ho sempre cercato di restare fedele al Vaticano II, questo oggi della Chiesa, senza nostalgie per uno ieri irrimediabilmente passato e senza impazienze per un domani che non è nostro".

    (ibidem).
    Più prudente dei suoi ex colleghi iperprogressisti, Ratzinger sapeva allora, così come sa oggi, che gli strappi improvvisi, la precipitazione, la troppa fretta nel voler trarre subito tutte le conseguenze dai princìpi rivoluzionari del Vaticano II, avrebbe provocato reazioni ritardanti, opposizioni accese. Cosa che puntualmente è avvenuta - grazie a Dio - soprattutto con la nascita della Fraternità San Pio X ad opera di Mons. Lefebvre.
    La prudenza del Cardinale consisteva unicamente in questo. Nessuna "nostalgia" per la dottrina di uno "ieri" (perchè si tratta di dottrina, non di pizzi e merletti o di sedia gestatoria), che egli da buon teilhardiano e storicista evoluzionista giudicava "irrimediabilmente passato". Punto.
    Ecco perché lo stesso Vittorio Messori, estimatore del card. Ratzinger, lo aveva definito  "un equilibrato progressista" (ibidem).

    RispondiElimina
  115. <span></span>


    <span>

    Comprendo che molti siano restii ad abbandonare l'idea di Benedetto XVI prudente "restauratore", che cerca di sganciarsi prudentemente dall'eredità dei precedenti Papi 'conciliari' e che, per questo, non può evitare, per il momento, di omaggiare pretesse anglicane, elogiare Martin Lutero e partecipare ad aberrazioni anticattoliche come Assisi III.
    Tuttavia bisogna rendersi conto della realtà, che purtroppo è diversa. Senza far drammi, perché di crisi la Chiesa ne ha passate tante, e supererà anche quella presente. Ma anche senza illusioni pericolose, che rischierebbero di vanificare la nostra lotta per la difesa della Fede.
    Prescindendo infatti dal fatto che questi atti ecumenici ed interreligiosi di Papa Ratzinger non sono in nessun caso leciti (non si può fare ciò che oggettivamente è male, neanche per diplomazia, perché ne provenga un bene) resta la realtà del pensiero di Papa Ratzinger, pensiero che è rimasto immutato in questi decenni. Inviterei a questo proposito tutti a rileggere attentamente la famosa intervista rilasciata dal Card. Ratzinger a Vittorio Messori nel 1985, e pubblicata nel famoso libro 'Rapporto sulla Fede' dalle ed. Paoline.
    Ad esempio, riguardo agli ultraprogressisti della rivista 'Concilium', di cui era stato uno dei fondatori nel 1964, il cardinale Ratzinger affermava:
    <span><span>"</span></span><span></span>

    <span>Non sono cambiato io, sono cambiati loro"; "bisognava confrontarsi con la realtà del Vaticano II, con la lettera e con lo spirito autentici del Concilio autentico, non con un immaginario Vaticano III; senza, dunque, fughe solitarie in avanti." (cap.1, 'Un teologo e un pastore').</span><span>

    Ecco perché lo stesso Vittorio Messori, estimatore del card. Ratzinger, lo aveva definito "
    <span>un equilibrato 'progressista', insomma, se si vuole usare quello schema deviante di cui parlavamo." (ibidem)</span>
    </span>
    Come si vede, il Cardinale non considerava i teologi neomodernisti estremisti come degli eretici, ma solo come degli impazienti che con le loro "fughe solitarie in avanti" volevano imprudentemente anticipare quelli che, invece, dovevano essere sviluppi graduali ed indolori degli errori del Vaticano II.
    Ecco perché il medesimo Ratzinger continuava affermando: "Ho sempre cercato di restare fedele al Vaticano II, questo oggi della Chiesa, senza nostalgie per uno ieri irrimediabilmente passato e senza impazienze per un domani che non è nostro".
    (ibidem).
    Più prudente dei suoi ex colleghi iperprogressisti, Ratzinger sapeva allora, così come sa oggi, che gli strappi improvvisi, la precipitazione, la troppa fretta nel voler trarre subito tutte le conseguenze dai princìpi rivoluzionari del Vaticano II, avrebbe provocato reazioni ritardanti, opposizioni accese. Cosa che puntualmente è avvenuta - grazie a Dio - soprattutto con la nascita della Fraternità San Pio X ad opera di Mons. Lefebvre. La prudenza del Cardinale consisteva unicamente in questo. Nessuna "nostalgia" per la dottrina di uno "ieri" (perchè si tratta di dottrina, non di pizzi e merletti o di sedia gestatoria), che egli da buon teilhardiano e storicista evoluzionista giudicava "irrimediabilmente passato". Punto.
    </span>

    RispondiElimina
  116. Il tono minaccioso, ultimativo e intimidatorio di Enrico non mi piace per niente, considerato che, ammesso che sia vero, ciò che ha fatto Memory è prassi comune di modernisti quali Simon e altri, per non tacer dei vari "ospiti" che si rendono irriconoscibili. Il tema di fondo è: questo è ancora un sito tradizionalista? La partecipazione di tradizionalisti è ancora ammessa o le minaccie a Memory sono prodromiche di una proscrizione più generalizzata? Le - francamente irritanti - insistenze redazionali nell'uso ripetuto, e un po' provinciale, del termine "grognons" cosa ci vuole segnalare? Nel merito, le critiche, rispettose, rispettosissime, ad Assisi, sono ammesse o sono considerate come delitto di lesa maestà? In sostanza, la partecipazione dei tradizionalisti a questo sito è, non dico gradita, perchè questo ormai tenderei ad escluderlo, ma almeno tollerata? Gradirei una risposta della Redazione, anche solo per evitare future, reciproche perdite di tempo.

    RispondiElimina
  117. Ospite anonimo delle 15:41,  cosa ha contro Maurizio Blondet? Preferisce Rosy Bindi?

    RispondiElimina
  118. Copio quanto mi pare. E' un'espressione che c'azzecca nei confronti di questa replica di Don Morselli. E allora? 
    Nel precedente commento era lei che ama togliersi i sassolini dalle scarpe, questa volta è don Morselli che lo fa. Torno a ripetere. E allora? Ha per caso il monopolio sulla lingua italiana e sulle espressioni da usare?

    RispondiElimina
  119. Ennesima dimostrazione del scivolamento di Introvigne (e di Alleanza Cattolica) nel relativismo e nel modernismo. Purtroppo, corruptio optimi pessima.

    RispondiElimina
  120. Ossevatore, non mi citi a sproposito, mantenga le distanze e abbassi la coda. Comunque, preferisco le provocazioni di un Eraclio73 alle sue esternazioni moderniste. Riguardo alla Redazione, e alle sue ormai usuali minaccie ai tradizionalisti, credo che un chiarimento sia d'obbligo. ma dubito che verrà...

    RispondiElimina
  121. Simon, "eresia"? Lo dimostri, o taccia per sempre.

    RispondiElimina
  122. @ Silente

    I toni da gerarchetto li usi con qualcun altro.
    Ma se si trova così male qui dentro, come mai si attarda? Devo arguire che le è più congeniale   il ruolo masochista di quello sadico?
    Senta, mi ascolti, vada a fare chiacchiera nel salotto di donna Assunta Almirante: penso che là si troverà bene.

    RispondiElimina
  123. Perchè. lei legge solo ciò che conferma il suo pensiero?
    E' così che si documenta?  Complimenti!
    Io faccio fatica a leggere i commenti di Memory perchè troppo lunghi e graficamente disordinati (non mi piace il suo "corporate design") 

    RispondiElimina
  124. @Osservatore: lei pensa che abbia tempo e voglia di rispondere alle sue oscene volgarità, che dimostrano ciò che lei è? E lasci stare Donna Assunta, la cui statura morale giganteggia rispetto alla sua. Piuttosto, riguardo alla Redazione, e visto il suo recente penchant verso la repressione delle opinioni, perchè tollera un messaggio offensivo come il suo? 

    RispondiElimina
  125. @ Osservatore, non si dia pena di rispondermi, perchè per me il dialogo è chiuso. Si dialoga con chi si ritiene degno di interlocuzione. e lei per me non lo è.  

    RispondiElimina
  126. Nerone ricambia compiaciuto ;)

    RispondiElimina
  127. Che io sia partigiana è vero, ma ho preso parte per Cristo. 
    Ovvio che parteggio anche per chi ha il mio stesso sentire. 
    Se questo è lecito a lei, non vedo perché debba essere vietato a me.

    RispondiElimina
  128. Leggo quel che mi pare.
    Se leggessi solo ciò che coincide col mio pensiero non saprei nulla dei suoi post ;)

    RispondiElimina
  129. Così mi piace.
    E' scialla!

    RispondiElimina
  130. Sta diventando simpatica
    Le è presa la sbornia allegra :-)

    RispondiElimina
  131. principio condannato da Innocenzo X con tutta la pace di Westfalia, peccato che qualcuno qui lo attribuisca alla Chiesa... non avranno fatto studi tanto alti, però parlano

    RispondiElimina
  132. simon sa anche cosa dice il Preambolo! che ficoooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  133. e soprattutto <span>le</span> coglions

    RispondiElimina
  134. Bravo Enrico, ben fatto. Purtroppo c'è chi non riuscirà mai a capire che i tradizionalisti partecipano e parteciperanno al sito anche se e quando i "grognons" - evviva il provincialismo aristocratico, abbasso lo s(ine)nob(ilitate)ismo - come memory avranno tolto il disturbo.

    RispondiElimina
  135. Osservatore, non ti sei perso niente a non leggere memory. Mettiti invece in coda davanti al chioschetto di mic, che dà via patentini di cattolicità.

    RispondiElimina
  136. dello, dello, <span>dello</span> scivolamento

    RispondiElimina
  137. Scismatici ed eretici01 novembre 2011 12:44

    Ma basta con questa storia infinita della negazione della realtà dello scisma e dell'eresia! Vergogna!

    RispondiElimina
  138. Redazione di Messainlatino.it01 novembre 2011 12:57

    Io non ho affatto il desiderio che Memory 'tolga il disturbo', dato che anzi apprezzo i suoi contributi (è vero che un po' di sintesi non le guasterebbe, ma è un altro punto). Per vero, il fatto che apprezzi o meno, poi, non sarebbe nemmeno una ragione: nemmeno desidero l'allontanamento di chi non condivide le mie idee: sai che noia, a dirsi e ripetersi tutte le stesse cose. Il mio appunto era di carattere formale e segue una lunga serie di inviti in tal senso, nei mesi scorsi: basta cambiare nick in continuazione.
    Ci sono altri che lo fanno, osserva qualcuno? Probabilmente, ma nessuno, a mia conoscenza, con la frequenza (e l'assenza di motivi) di Memory.
    Ci sono poi i burloni che scelgono nick insultanti da disseminare con i 'mi piace'. Ma contro questi, come sapete, non abbiamo quasi difese: l'unica sarebbe disattivare la funzione 'mi piace'.
    Enrico

    RispondiElimina
  139. <span>Le affermazioni di questo post sono false. Non è vero che la Fraternità non riconosce il Papa, visto che ogni Eucaristia la celebra "una cum" lui!  </span>
    <span>Capita che lo critichi come facciamo noi, su alcune cose che destano sconcerto nei cattolici, nemmeno più nominati come tali nei documenti recenti (vedasi ad esempio Redemptionis Sacramentum, in cui si parla sempre e solo di "religione cristiana")  </span>
    <span> </span>
    <span>Criticare il Papa non significa contestare la sua autorevolezza, tanto più che le critiche riguardano alcuni atti e parole che non sono ex cathedra.  </span>
    <span>Che la sua formazione sia modernista è ben noto, anche se ha fatto un successivo percorso riconoscibile nei suoi scritti; ma una certa impronta resta. Questo non incide sulla sua autorità, ma mette in crisi, in alcuni casi, i credenti che dovrebbero essere confermati da lui!</span>

    RispondiElimina
  140. Forse perche' non vogliono rinunciare a commenti come il suo.

    RispondiElimina
  141. Devi pur ammettere che in duemila anni di storia non è mai capitato di dover registrare una mutazione genetica della Chiesa, non sancita solennemente dal Magistero, ma vissuta nella prassi e in molte ambiguità che non hanno cambiato solo la 'forma' con il 'passpartout della 'pastorale', ma anche la sostanza in molti punti fondamentali. Non sto a ripeterli, perché credo siano ben noti a tutti. E non sono una invenzione di Lefebvre, basta conoscere il Magistero perenne e tante difformità sono ormai riconosciute da molti studiosi e teologi autorevoli.
    Su questo, un credente, non può tacere. Il Papa, in quanto uomo e non Dio, non è onnisciente né perfetto e la garanzia dello Spirito Santo vale solo quando egli parla ex cathedra ed esercita solennemente la sua funzione di Vicario di Cristo in terra. Questo egli non lo fa.  E, finché non lo fa, ogni battezzato e cresimato non ha solo il diritto, ma soprattutto il dovere di esprimere la Fede così come l'ha ricevuta dalla e nella Chiesa e come desidera continuare a viverla.

    RispondiElimina
  142. ma lei è ossessionato dal modernismo.
    Mi spieghi bene cosa intende con tale termine, visto che lo ha affibbiato pure a me in un post che è poi stato cancellato dalla Redazione

    RispondiElimina
  143. @ mic

    lo Spirito Santo non agisce ad intermittenza, a meno che non vogliamo dubitare dell'indefettibilità della Chiesa. Il papa è assistito dallo Spirito Santo ogni qualvolta agisce nelle sue funzioni e prerogative di Maestro della Fede, Supremo Custode del Sacro Deposito e Sommo Sacerdote della Chiesa Cattolica, in quanto Vicario di Cristo sulla terra. Ovviamente, questo non significa che tutti i giudizi proposti da Questi siano irreformabili, dato che come tu ben scrivi sopra, l'infallibilità è una prerogativa solo dei pronunciamenti ex Cathedra. Questo però non significa che il Papa possa dare insegnamenti erronei. Se il Papa insieme alla Verità insegnasse anche l'errore, non sarebbe più legittimo Successore di Pietro, poiché caduto nell'eresia e dunque privo di quel particolare carisma che lo rende Capo visibile della Chiesa. Pertanto, criticare un eretico è un dovere per un fedele cattolico, ma CRITICARE IL PAPA NON è UN DIRITTO.

    RispondiElimina
  144. <span>

    Ad 'Ospite' delle 12.28: vedo che ti ha già risposto Mic nei post precedenti. Da parte mia, mi limito a rilevare come siano stati proprio i Papi 'conciliari', compreso quello attuale, a 'buttar via' gli insegnamenti dei loro Predecessori. Ma il Papa non è il padrone della dottrina cattolica e non è autorizzato a cambiarla, può solo approfondirla e svilupparla, senza contraddire il Magistero precedente.
    Inoltre non è vero che in duemila anni nessuno abbia criticato il Sommi Pontefici, nel caso in cui avessero messo a rischio l'integrità della dottrina cattolica: la storia della Chiesa ci presenta l'esempio di diversi vescovi e teologi, alcuni anche Santi come Atanasio di Alessandria, che si sono opposti apertamente ad atti o parole devianti di alcuni Papi, i quali ultimi agivano ovviamente al di fuori delle loro prerogative di infallibilità, restando soggetti al pericolo di errare. L'errore non è necessariamente eresia, e negli atti e discorsi dei Papi conciliari non si riscontrano eresie ma errori teologici. Il Papa può essere obbedito ciecamente solo quando esercita la sua infallibilità o ripropone il magistero costante della Chiesa, in caso contrario l'obbedienza non può lecitamente essere cieca, altrimenti sarebbe immorale, perchè resta appunto la possibilità di un errore papale. Lo Spirito Santo non agisce 'ad intermittenza', come dici tu, ma assiste il Papa in modo diverso a seconda delle situazioni: in modo infallibile quando egli esercita l'infallibilità, in modo solo generale negli altri casi. La storia stessa della Chiesa, come ho accennato sopra, costituisce un esempio concreto ed una conferma di quanto sto scrivendo.
    E visto che dal tenore del tuo intervento mi sembra che tu non abbia approfondito abbastanza questa materia, riporto qui di seguito - per l'ennesima volta, e mi scuso di farlo - quanto dice a questo proposito San Tommaso d'Aquino, che ci insegna quale dev'essere il nostro atteggiamento verso i Superiori che deviano dalla retta via, Papi compresi (e che porta proprio l'esempio riguardante il primo Papa):
    </span><span>

    “Si deve tuttavia sapere che qualora ci fosse imminente pericolo per la fede, i prelati dovrebbero essere rimproverati dai sudditi anche pubblicamente. Per cui
    anche Paolo, che era suddito di Pietro, rimproverò pubblicamente Pietro a causa dell’imminente pericolo di scandalo riguardo alla fede; e, come dice il Commento di Agostino (Gal.2), 'lo stesso Pietro offrì un esempio ai superiori, affinché se avessero per caso in qualche occasione abbandonato la retta via, non disdegnassero di essere rimproverati dagli inferiori'.” (<span>Summa Theologica, II-II q. 33, ad IV).</span>
    </span>

    RispondiElimina
  145. <span>Non ho detto che il Papa insegna l'errore; ma lo tollera e non lo corregge, a prescindere da alcuni atti fatti e parole ambigui, dolorosamente inesplicabili.  </span>
    <span>Non è questione di diritto o non dirittto di criticare il Papa. La critica motivata se sensata a fatta con rispetto può rivelarsi costruttiva e può essere diretta verso chiunque... e poi non è una questione di "critica al Papa", ma di riconoscere ambiguità e discontinuità dalla Tradizione; ed è un dovere sottolineare quel che nella Chiesa se ne allontana. Ovvio che parlo di Tradizione evolutiva e non di Tradizione sclerotica. Ma oggi per Tradizione si tende considerare solo quella conciliare, come se la Chiesa fosse stata 'rifondata' dal Concilio. Quindi non si critica il Papa, si sottolineano le ambiguità e le contraddizioni col Magistero perenne, che è il nostro Faro, dato che l'ago della bussola-concilio mi pare un po' spuntato...  </span>
    <span>Lasciamo da parte i sofismi e andiamo avanti. Dovreste fare più attenzione al rispetto per le persone e alla fondatezza dei contenuti piuttosto di preoccuparvi di tacitare le critiche, limitandovi a farlo con quelle malevole.</span>

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento. Per i post più vecchi di un giorno, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.