Con il sinodo sui giovani dal titolo "discernimento vocazionale" il Papa vuole arrivare a

sabato 22 maggio 2010

Il cardinal Tettamanzi e la pretessa.

.
Oggi a Roma, si svolge una cerimonia di pseudo-ordinazione di una donna (insegnante, sposata) appartenente alla Chiesa veterocattolica dell'unione di Utrecht, in piena unione con la "Chiesa anglicana" (che ossimoro!) e invece alle strette con la dottrina cattolica che pur afferma di professare.

I veterocattolici sono un gruppo scismatico nato in Olanda nel XVIII secolo, su basi fortemente gianseniste, ed ingrossato (si fa per dire) dai dissidenti che rifiutarono il dogma dell'infallibilità papale proclamato con Concilio Vaticano I. In Italia sono qualche centinaio. Ancorché questo gruppo abbia la successione apostolica (la perderanno presto, visto che han cominciato ad 'ordinare' pretesse e vescovesse, ovviamente in modo nullo e quindi inefficace a trasmettere quella successione), si tratta di una confessione scivolata nel più sinistro modernismo paraprotestante.

Da qualche anno, seguendo la moda del momento, hanno iniziato a mascherare le femmine da prete. Proprio oggi viene 'ordinata', a Roma, la signora Longhitano (nella foto: è il tipo senza il gotto).

Lo scorso gennaio la madama, all'epoca semplice diaconessa - anzi scusate: diacona, è stata ricevuta dall'eminenza cardinal Tettamanzi (nella foto, quello più basso di statura).

Ancora una volta il porporato meneghino, tristemente noto per la sua avversione al Motu Proprio "Summorum Pontificum", ha accolto bonariamente l'esponente di una comunità che si dice cattolica, ma che nella propria "dottrina" e nei fatti, parbleu, non lo è affatto, ... tant'è che è in forte sintonia con gli anglicani.

Il Cardinale, beninteso, a casa propria può ricevere chicchessia, ci mancherebbe. Anche Nostro Signore era criticato per le sue frequentazioni eterodosse. E poi, mica tutti son duri di cuore come quel cattivone arcivescovo di Chicago, il cardinale George, che ha negato esequie cattoliche ad un'altra sedicente pretessa (con grande ira della sua compagna), perché automaticamente scomunicata per simulazione d'ordinazione, e non successivamente pentita: vedi qui.

No, Tettamanzi è più umano, più dolce, più giusto. Tutto tollera e tutto comprende, specie di fronte a diaconesse eretiche e a pretesse lesbiche. Ma quello che ci dispiace è che accolga proprio tutti (bontà sua), tranne i tradizionalisti. E' bensì vero che nella sua diocesi tollera (perchè di tolleranza si tratta) la celebrazione tridentina in due chiese, ma... è tutto nella più grossa diocesi del mondo, nella nazione dove due praticanti su tre anelano la Messa tradizionale?

E così, l'eminentissimo, mentre ignora, maltratta, vessa e respinge i fedeli, tradizionalisti ma pur sempre cattolici, della propria chiesa ambrosiana, non disdegna l'occasione di un brindisi con la Sig.ra Longhitano, appartenente ad una confessione religiosa che professa idee in netto contrasto con la dottrina cattolica (sacerdozio ed episcopato alle donne; confessione non sacramentale individuale o comunitaria, e persino in seduta "psicocurativa"; benedizione delle coppie omosessuali; libertà di credo negli ultimi due dogmi mariani; rifiuto del dogma dell'infallibiltà del Papa; ecc.). Dottrina che, sia detto en passant, egli sarebbe chiamato a difendere con la vita usque ad sanguinis effusionem, come il rosso della talare che sfoggia dovrebbe ricordargli.

Ma non stracciamoci le vesti per una bevutina. Dopo tutto, i veterocattolici a Milano sono ospitati presso la Casa del Giovane Lavoratore - Centro Don Orione, via Caterina da Forlì, n. 19, dove si trova la loro parrocchia di Gesù di Nazaret. Normale quindi qualche brindisi tra inquilini riconoscenti e benevolo padrone di casa.

294 commenti:

  1. Scusate il dubbio ma, le donne "ordinate", oltre ad essere ordinate illecitamente (o qualcosa di analogo) sono anche ordinate invalidamente?
    Cioè, quando "consacrearanno", non avviene nessuna transustanziazione?

    RispondiElimina
  2. <span>l'albero del Concilio continua a dare i suoi frutti: "popolo sacerdote, profeta e re"! questa sarebbe la messa in scena di tale "profezia conciliare" ? 
     
    <span>quando i difensori d'ufficio insistono a dire: "colpa delle cattive interpretazioni", perchè, dopo 45 anni di fruttificazione adulterata i NAS della Chiesa conciliare non si decidono una volta per tutte a darci le giuste interpretazioni che NON dovevano produrre questi frutti ? si può finalmente bonificare quell'albero...o no ? abbiamo il diritto da fedeli-fruitori che si nutrono di tali frutti, che la Chiesa Docente ci dica chiaro e tondo QUALI frutti mangiare e quali no ?</span></span>
    oppure continua il "liberi tutti": ognuno mangi quello che vuole ?? (e che rimanga intossicato, amen....
    chi è il <span>custode </span>di quei fratelli che ne mangeranno ?.....)
    :(

    RispondiElimina
  3. Ma che c'entra! Qui non c'entra il Concilio Vaticano II. Al massimo c'entra il "Concilio Vaticano secondo ... ME!"; cioè interpretato male. Mica c'è scritto che ordinare donne è lecito o altre corbellerie analoghe...

    RispondiElimina
  4. :)  Cosa ci sta a fare un uomo come Tetta alla direzione della piu' grande diocesi de mondo? Auguriamogli pace, serenita, conversione ma che se ne vada subito.....vestito da prete se fa il bravo. Cardinali o Vescovi (tanti) che non servono alla nostra Santa Chiesa Cattolica Romana e cha appartengono ormai alla nuova chiesa protestante gli si da il Via all'ISTANTE sostituendoli con preti Santi Martirizzati da questi Despoti Affaristi non piu' pastori ma funzionari economici.

    Preghiamo N.S. la Madonna di FATIMA per la salvezza della nostra chiesa e per il nostro Santo Padre BVI.

    RispondiElimina
  5. non so se serva a consolarci, comunque i veterocattolici non riconoscono in Concilio Vaticano I° ma nemmeno il concilio vaticano II°.
    Le aberrazioni tipo l'ordinazione di femmine e altre simpatiche stramberie, una volta volta tanto, non sono imputabili alla solenne assise tanto amata...

    RispondiElimina
  6. appunto!
    si vorrebbe una buona volta dopo 45 anni sapere con chiarezza da QUALE albero sono stati prodotti, e chi ha piantato quell'albero e l'ha innaffiato ! Non siamo esseri ragionevoli ed autocoscienti se non ci chiediamo continuamente l<span>'origine di fatti ed eventi;</span> da sempre l'uomo ha avuto la memoria, ha ricordato la propria storia, l'ha scritta, riletta e riscritta; si è posto le domande fondamentali:
    "Da dove vengo? dove sto andando ?"
    Qual è il fatto che ha causato questa con-seguenza ?
    Se sono in una stanza e vedo che si accende (o si spegne) la luce, io, se ragiono, mi chiederò:
    "Chi o che cosa ha fatto accendere (o spegnere) la luce?

    RispondiElimina
  7.                                                Historia magistra vitae

    RispondiElimina
  8. Guardia Svizzera22 maggio 2010 09:02

    Lo so che saro' tacciato di neo positivismo ma non si potrebbe munire il Pontefice d'un testo del Lombroso quando Egli debba vagliare qualche prete all' ammissione dell'Ordine Vescovile? Come quell' altro , quello col naso da pugile,  che ha passato l'intera  trasmissione d'Anno Zero a ridere ....

    RispondiElimina
  9. Cosa ci sta a fare un uomo come Tetta alla direzione della piu' grande diocesi de mondo?

    È quello che molti Ambrosiani si chiedono dal settembre 2002... e la risposta non è certo consolante...
    :'(

    RispondiElimina
  10. .....dimenticando il detto "risus abundat...."

    RispondiElimina
  11. <span>allora:  
    se di questi frutti non è il Concilio l'origine, non sarebbe ora di fare un <span>elenco chiaro e preciso</span> di quelli che sono i<span> reali buoni frutti del Concilio 21.mo,</span> affinchè i cattolici possano prendere coscienza di ciò che da esso è scaturito di buono ?  
    FRUTTI  BUONI   DEL  CONCILIO:  
    1 - ..............  
    2 - ..............  
    3 - ..............  
    ecc..............  
     
    Dopo 45 anni di abusi derive, sacrilegi, aberrazioni e pazzie carnevalesche, come quella che qui vediamo, è troppa pretesa questa richiesta di   CHIAREZZA     che a gran voce ormai giunge da tutto l'ORBE CATTOLICO, rivolta verso Roma ?</span>

    RispondiElimina
  12. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 09:28

    No. Pane resta pane, vino resta vino. E la donna resta donna e non agisce in persona Christi, ch'era uomo.

    RispondiElimina
  13. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 09:31

    Anche i Papi devono aver interpretato male il concilio Vaticano II sull'ecumenismo se benedicono i fedeli insieme a falsi vescovi e forse, non so, veri dr.

    RispondiElimina
  14. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 09:32

    Con Tetta e la pretessa fai affiorar battute un po' volgarucce.

    RispondiElimina
  15. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 09:33

    Ma il prenderle sul serio sì! E' nel clima del volemose bene.

    RispondiElimina
  16. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 09:34

    Che figuraccia! Molto meglio Vendola, che è tutto dire.

    RispondiElimina
  17. Ecco qualche buon frutto del Concilio Vaticano II:

    1) L'Opus Dei (la "Prelatura Personale" è un prodotto del Concilio)
    2) Comunione e Liberazione
    3) Alleanza Cattolica
    4) Tutte quelle organizzazioni laicali "tradizionali" (diciamo cosi).

    5) L'ecumenismo che porterà speriamo tanti anglicani a diventare Cattolici e magari a far risanare la ferita tra Chiesa Cattolica e Chiesa Ortodossa.

    E probabilmente ce ne sono molti altri.

    RispondiElimina
  18. Il fatto che, la signora in questione, come altre donne, quali la cantante Shinead O'Connor, "celebri" la messa tridentina, non fa altro che aggiungere sacrilegio a sacrilegio. Comunque, la casa madre di utrech, pur lasciando piena libertà alle comunità nazionali, di regolarsi come credono, è ancora contraria alle ordinazioni femminili. In Italia, poi, il piccolo gruppo dell'ex servita padre Garroppo di Scandiano (+2006), che si fece, a suo tempo, veterocattolico per sposarsi (e che fu il beneficiario di un motu proprio al contrario, per consentirgli di continuare a celebrare il N. O)., in dissenso con tale tolleranza della casa madre, si è messo per conto proprio.

    RispondiElimina
  19. Siamo alla vigilia della Pentecoste.....mi si conceda una Nota(=Correzione fraterna) alla Redazione.... :)
    Il non cattolico che leggerà questo articolo, o il cattolico digiuno di Tradizione che leggerà, non comprenderà nulla del VERO problema che si cela dietro questa fotografia...si, perchè ciò che può emergere dal testo più che il problema teologico, l'eresia e l'apostasia, emerge l'INVIDIA...."a quelli si, a noi no".... un pò come la parabola degli stipendiati: "perchè a quelli arrivati per ultimi dai lo stesso compenso come a noi che siamo stati qui tutto il giorno?" ;)

    E' ovvio che il paragone con la parabola non è riferito ai fatti...ma proprio per questo l'articolo della Redazione doveva concentrarsi più sulla dottrina che non sull'INGIUSTO TRATTAMENTO riservato ad altri....
    anche perchè così si rischia di far pensare che una volta RICEVUTI e accolti i "tradizionalisti", allora poi si può tacere ed essere contenti della pretessa...
    è ovvio che non è questo l'intento della Redazione, ma questo è quanto può apparire...

    Occorreva forse ricordare al cardinale che lo stesso <span>Giovanni Paolo II l'ha spiegato categoricamente che NON è in potere della Chiesa cambiare la legge EVANGELICA SUL SACERDOZIO e che essere preti NON E' UN DIRITTO, MA UN DONO CHE DIO HA RISERVATO AGLI UOMINI...</span>
    <span>ergo, vedere un cardinale che se la ride e brinda con chi scimmiotta un prete e produce divisione, è davvero grave per la fede dei fedeli, per la sua ortodossia per il suo DEPOSITO FIDEI...

    Il cardinale avrebbe dovuto agire come san Paolo di fronte all'offuscamento della sana dottrina: CHIUNQUE VI PREDICASSE UN VANGELO DIVERSO DAL NOSTRO, SIA ANATEMA...

    e questa donna predica un vangelo diverso...dirà la messa e farà le confessioni che per altro sono un atto gravissimo per chi non è prete...questa donna NON SARA' MAI PRETE, e vivrà nell'illusione di esserlo perchè altri l'hanno ingannata compreso questo cardinale che sorridente BRINDA CON LEI... anzichè rammentarle la gravità della sua posizione...
    ma non c'è nulla da brindare, c'è da piangere alcnhe al pensiero di quanti fedeli saranno ingannati da questa immagine pensando che la Chiesa sia d'accordo con queste scelte...</span>
    <span></span>
    <span>Benedetto XVI da Fatima sottolineava che la Chiesa è in grave crisi e che i nemici sono al suo interno, i Vetero sono dei NEMICI!!! perchè ingannano sulla sana dottrina, PREDICANO UN VANGELO DIVERSO, ed anche se la foto è dell'anno scorso, resta comunque grave IL CONSENSO  che essa da a questa ordinazione anche se poi sappiamo che non è così, nel ricevere questa persona il cardinale avrebbe potuto richiedere che si presentasse senza "talare" IN RISPETTO ALLA FEDE ED ALLA CHIESA CHE LUI COME CARDINALE RAPPRESENTAVA DAVANTI A LEI...</span>
    <span>Si predica sempre la tolleranza, ma mai la tolleranza a difendere l'ortodossia della Chiesa...</span>
    <span>Questo è il vero problema....poi ovviamente viene implicito disgustarsi del fatto che a chi predica un Vangelo diverso si fa un trattamento di favore, a chi cammina nell'ortodossia della Chiesa si negano le chiese e si nega anche la Messa antica...</span>
    <span></span>
    <span>Buona Pentecoste a tutti! ;) </span>

    RispondiElimina
  20. <span>
    <span>Sì, quando un giorno sì, e l`altro pure, si scoprono le aberrazioni dottrinali e liturgiche di chi dovrebbe avere a cuore di conservare e trasmettere il tesoro della Fede, come è stato consegnato da N.S.G.C., quando vediamo le conseguenze  oramai radicate in profondità nei fedeli da loro deformati e resi ignoranti della loro identità di cattolici, quando si sa che tutto è avvenuto, e avviene ancora oggi, in nome del Vaticano II, non è "troppa pretesa questa richiesta di fare CHIAREZZA" su ciò che ha veramente voluto quel Concilio a cui tutti i novatores si sono riferiti e  si riferiscono.  
    Se poi sappiamo che diversi incontri sul Vaticano II hanno luogo, come in Francia, ove qualche mese fa i cadinali e i vescovi si son incontrati per rileggre i testi del CVII (sic), o nei giorni scorsi  a Roma dove il giornale La Croix ( specializzato nella contestazione del Papa e più che progressista) ) ha organizzato un incontro, e sapendo che chi  partecipa a questi incontri sono appunto gli elettroni liberi che hann fatto del Vaticano II ciò che hanno voluto nei loro minivaticani, c`è ben poco da sperare su una eventuale chiarezza che solo può venire dal Successore di Pietro.</span></span>

    RispondiElimina
  21. No, ovviamente NON avviene alcuna Transustanziazione... la messa e i sacramenti amministrati da loro (tranne il Battesimo mi pare perchè può essere amministrato anche dai laici) non sono validi e con l'aggravante ovviamente che qui si vengono ad ingannare i fedeli... pensate a quelli che si vanno a confessare dalle pretesse, sic!!! NON c'è alcuna riconciliazione... a parte la BUONA FEDE del fedele che se davvero NON sa può ricevere da Dio (che guarda al cuore) un perdono vero, resta il fatto che dottrinalmente parlando le pretesse NON assolvono nessuno!!! NON consacrano nulla ma anzi SCIMMIOTTANO l'atto e per questo è ancora più grave perchè vige proprio L'INGANNO! Chi fa uso di donne prete INGANNA gli uomini!
    Le ordinazioni sono non soltanto illecite, ma proprio INESISTENTI...ossia, non avviene NULLA!

    RispondiElimina
  22. Diciamo che "grazie" ad un certo "spirito" del Concilio, si sta facilitando la diffusione di pensare che occorra tollerare perfino le pretesse... una immagine del genere prima del Concilio, non si sarebbe mai vista e non perchè fossero altri tempi, ma perchè non si difendeva "lo spirito" del Concilio.... non dimenticare che parliamo di persone che nel difendere il Concilio, o meglio L'INTERPRETAZIONE ERRATA CHE ESSI NE DANNO, sono le stesse che tra una battuta ed un altra, tra il concedere in prestito una chiesa ed altro, hanno finito per appoggiare l'idea errata di una normalizzazione futura sia per le donne prete quanto per i preti sposati...

    RispondiElimina
  23. Mahh! Sulla successione aposotlica dei Vetero cattolici avre qualche dubbio ...

    RispondiElimina
  24. siamo senza pastori22 maggio 2010 10:09

    <span><span>Dai Sermoni di S. Antonio:</span>

    «<span>P</span>asci i miei agnelli» (Gv 21,15-16). Fa' attenzione al fatto che per ben tre volte è detto: «pasci», e neppure una volta «tosa» o «mungi». Se ami me per me stesso, e non te per te stesso, «pasci i miei agnelli» in quanto miei, non come fossero tuoi. Ricerca in essi la mia gloria e non la tua, il mio interesse e non il tuo, perché l'amore verso Dio si prova con l'amore verso il prossimo. Guai a colui che non pasce neppure una volta e poi invece tosa e munge tre o quattro volte. A costui «il re di Sodoma», cioè il diavolo, «dice: Dammi le anime, tutto il resto prendilo per te» (Gn14,21), tieni cioè per te la lana e il latte, la pelle e le carni, le decime e le primizie. A un tale pastore, anzi lupo, che pasce se stesso, il Signore minaccia: «Guai al pastore, simulacro di pastore, che abbandona il gregge: una spada sta sopra il suo braccio e sul suo occhio destro; tutto il suo braccio si inaridirà e il suo occhio destro resterà accecato» (Zc 11,17).
    Il pastore che abbandona il gregge affidatogli, è nella chiesa un simulacro di pastore, come Dagon, posto presso l'Arca del Signore (cf. 1Re 5,2); era un idolo, un simulacro: aveva cioè l'apparenza di un dio, ma non la realtà. Perché dunque occupa quel posto? Costui è veramente un idolo, un dio falso, perché ha gli occhi rivolti alle vanità del mondo, e non vede le miserie dei poveri; ha gli orecchi attenti alle adulazioni dei suoi ruffiani e non sente i lamenti e le grida dei poveri; tiene le narici sulle boccettine dei profumi, come una donna, ma non sente il profumo del cielo e il fetore della geenna; adopera le mani per accumulare ricchezze e non per accarezzare le cicatrici delle ferite di Cristo; usa i piedi per correre a rinforzare le sue difese e riscuotere i tributi, e non per andare a predicare la parola del Signore; e nella sua gola non c'è il canto di lode né la voce della confessione. Quale rapporto ci può essere tra la chiesa di Cristo e questo idolo marcio? «Cos'ha a che fare la paglia con il grano?» (Ger 23,28). «Quale intesa ci può mai essere tra Cristo e Beliar?» (2Cor 6,15).
    Tutto il braccio di quest'idolo s'inaridirà per opera della spada del giudizio divino, perché non possa più fare il bene. E il suo occhio destro, cioè la conoscenza della verità, si oscurerà, perché non possa più distinguere la via della giustizia né per sé, né per gli altri. E questi due castighi, provocati dai loro peccati, si abbattono oggi su quei pastori della chiesa che sono privi del valore delle opere buone e non hanno la conoscenza della verità. E allora, ahimè, il lupo, cioè il diavolo, disperde il gregge (cf. Gv 10,12), e il predone, cioè l'eretico, lo rapisce.
    Invece il Buon Pastore, che ha dato la vita per il suo gregge (cf. Gv 10,15), di esso sempre sollecito, avendolo comprato a sì caro prezzo, lo affida a Pietro dicendo: «Pasci i miei agnelli». Pascili con la parola della sacra predicazione, con l'aiuto della preghiera fervorosa e con l'esempio della santa vita". (SS. Pietr. e Paol., §4)
    </span>

    RispondiElimina
  25. Ma quelli della foto non sono due attori del Bagaglino?

    Santità dal profondo faccio salire a Lei questa prece..."Faccia copiosamente vibrare il badile sulla bocca giuliva di certi Gabibbo in pectore. Amen".

    RispondiElimina
  26. No attenzione....essi riconoscono sia il Vaticano I quanto il CV II
    nel sito ufficiale che presenta la particolarità della chiesa Vetero Italiana leggiamo:

    <span>Nel 1965, con l'entusiasmo ecumenico del Concilio Vaticano II, si pensò di dare vita ad una Comunità Cattolica rituale e il 2 dicembre 1966 nacque la Missione Cristiana Cattolica della Chiesa Vetero-Cattolica Italiana, volendo testimoniare la Tradizione Nazionale e quella Ecclesiale Greco-Latina degli Italiani.
    La Missione Cristiana Cattolica Italiana dichiarò di voler conservare la Comunione Dottrinale e Sacramentale con la Chiesa Madre di Roma, e ottenne nel 1970 il riconoscimento dalla Conferenza Episcopale Internazionale Vecchio-Cattolica di Utrecht che la presentò al Congresso Internazionale di Bonn come "unica legittima erede della Chiesa Cattolica Nazionale Italiana del 1882". Inoltre la Missione si propose come punto d'incontro per tutti i battezzati che desideravano vivere la libera comunione Sacramentale cattolica senza alcuna sudditanza. Dal 1997 si è resa autonoma dal patronato della Conferenza Episcopale Internazionale di Utrecht per mantenersi fedele al principio conciliare della Chiesa Antica.</span>
    <span></span>

    RispondiElimina
  27. <span><span>
    "ma non c'è nulla da brindare, c'è da piangere alcnhe al pensiero di quanti fedeli saranno ingannati da questa immagine pensando che la Chiesa sia d'accordo con queste scelte...</span> "</span>

    Sono tante, cara Caterina, le immagini di quel genere che da anni vediamo e che hanno creato confusione, legittimando in seguito errori gravissimi ma fatti e giustificati con il sedicente esempio di chi ci "guida" o meglio ci "disguida" e ci porta su vie traverse talmente diverse  che sono altre.

    RispondiElimina
  28. Sembra di essere al carnevale.  si premiano le migliori maschere. simpatica coppia di indegno vescovo e falsa pretessa uniti nell'eresia, nell'apostasia e nella disobbedienza. Prossimamente faranno un film : !'come violare le leggi divine e vivere felici ugualmente', poi, in sede di giudizio saranno 'cxxxx' amari . 

    RispondiElimina
  29. il cardinale ha gusto, non c'è che dire; lui in rosso, la pretessa in nero: ottimo abbinamento cromatico.

    RispondiElimina
  30. <span><span>Dallo stesso sito di Caterina: "Per favorire un autentico Ecumenismo propaga l’Ideale Pancristiano.".</span></span>
    Le "sette" formatesi dalla Chiesa Cattolica sono tantissime. La Chiesa Vetero-Cattolica è un esempio di quello che non vorremmo diventi la Chiesa Cattolica:
    - Tutte le religioni cristiane sono uguali perchè basate sul battesimo di Cristo
    - Il Papa è il successore di Pietro, ma i suoi pareri in materia di fede non sono vincolanti
    - Quello che i concili del secondo millennio (trento incluso, quindi) hanno detto non è vincolante per il fedele, si ha libertà di coscienza se credervi o meno, l'importante è ciò che ci ha trasmesso la chiesa del primo millennio.
    - Vanno bene i dogmi della cristianità antica, ma quelli mariani moderni se uno ci vuol credere ci crede. Libertà anche qui.
    - Tutti (uomini e donne) possono ambire al sacerdozio ministeriale e il sacerdote può tranquillamente sposarsi (che male c'è?).

    Insomma, se nelle cifre ufficiali saranno un centinaio di adepti, nella pratica ho paura che siano più di qualche milione.

    RispondiElimina
  31. E' dubbia perchè alcuni dei fondatori erano dei vescovi "vaganti" di cui non si conosce con certezza la successione.
    http://www.cesnur.org/religioni_italia/c/cattolicesimo_03.htm
    Non esiste, però, come accaduto per gli anglicani, un documento che neghi la successione apostolica di questa setta.

    RispondiElimina
  32. Peccato che questo è l'anno dell'Inter! :D

    RispondiElimina
  33. <span>Ecce sacerdos magnus
    qui in diebus
    suis placuit Dco et incentus est
    iustus et inventus est iustus,
    Ecce sacerdos magnus
    qui in diebus suis placuit Deo
    et inventus est iustus.


    Tratto dal fascicolo del CD "The Priests"</span>
    <span>L'ho dedicato a TUTTI i Sacerdoti....CLICCATE QUI</span>
    ;)

    <span></span>

    RispondiElimina
  34. Hai perfettamente ragione Luisa.... ed è questo che dobbiamo fare emergere insistendo in ogni occasione "opportuna o inopportuna" come ci rammenta l'apostolo... ;)
    Ricordiamo cosa avvenne dopo Efeso con l'eresia ariana, furono i fedeli LAICI e un manipolo di vescovi (alloira i cardinali non c'erano) a salvare la situazione.... visto che oggi si inneggia così tanto alla figura del LAICO che almeno LO SI ASCOLTI!!!
    Pur sapendo di essere "servi inutili" ci resta il DOVERE (neppure diritto, ma dovere) di "gridare dai tetti la verità" perchè la forma più pura della Carità è proprio la Verità!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  35. ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!! non nominatemi questo demone!!!!!!! :-D :-D :-D :-D :-D
    basta! non aggiungo altro, quando è troppo è troppo anche per me, dal cuore giallorosso!!!! :-D :-D :-D

    RispondiElimina
  36. il cardinale e la pretessa o il prete e la cardinalessa... non ci capisco più niente... AIUTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  37. L`ecumenismo come è praticato è al contrario un eccellente esempio di che cosa ha generato il CV II o, se preferite, la sua errata interpretazione-applicazione. Il tipico esempio di testi poco chiari con termini ambigui che hanno aperto la porta ad ogni sorta di ecumenismo fai da te.
    Ecumenismo o sincretismo?
    Vedi: "Consiglio Ecumenico Vaticano II. Un discorso da fare." Mons. Brunero Gherardini. Pagina189

    RispondiElimina
  38. Guardia Svizzera22 maggio 2010 11:48

    Ma no ! Socci dove lo metti ? Pareva S. Giovanni Battista . Profetico. Farei mangiare a codesti buffoni locuste fritte con pastella di calce. E struzzo ,  considerando i destinatarii: l'80 % dei vescovi.

    RispondiElimina
  39. <span>…testi poco chiari con termini ambigui…</span>

    Oui, et il faudrait ajouter: volontairement ambigus. Comme le disait un ancien "expert", aujourd'hui bouddhiste et franc-maçon, l'ex-cistercien Bernard Besret, il s'agissait d'"ouvrir des portes"…
    Les ouvrir à quoi?
    A la subversion.
    Subversion de la foi, subversion de la liturgie, subversion de la discipline, etc.
    Opération largement réussie. Et dont les effets destructeurs continueront de se propager librement tant que les textes en question n'auront pas été corrigés et rectifiés d'autorité — je veux dire: d'autorité papale.
    Mais quand?

    RispondiElimina
  40. per tettapalla le porte dell'inferno sono sempre più vicine

    RispondiElimina
  41. E tra i frutti buoni del Concilio, i Francescani dell'Immacolata dove li mettete?

    RispondiElimina
  42. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 12:23

    Ha aperto una sua casa di tolleranza (spirituale!)

    RispondiElimina
  43. Nel 1993 Giovanni Paolo II nell'abbozzare ciò che poi fu il Documento ufficiale del 1994 la Ordinatio Sacerdotalis, in questa udienza espresse AMAREZZA PER LE MEMBRA DELLA CHIESA CHE SIMPATIZZAVANO CON L'ORDINAZIONE DELLE DONNE....
    ma leggiamo le sue parole:

    <span>"Cio' che e' certo e' che <span>la questione non puo' essere facilmente risolta attraverso un compromesso con un femminismo che si polarizza lungo linee aspre e ideologiche</span>. Non e' solo il fatto che alcune persone reclamano un diritto per le donne di essere ammesse al sacerdozio nella sua forma estrema. <span>E' la stessa fede cristiana che rischia di essere compromessa</span> .... ha sottolineato Papa Wojtyla .. </span>
    <span>e prosegue il Papa, attenzione: Sfortunatamente questo tipo di femminismo e' incoraggiato da alcune persone nella Chiesa, comprese alcune religiose i cui atteggiamenti, convinzioni e comportamenti non corrispondono a cio' che il Vangelo e la Chiesa insegnano".
    "Spetta ai vescovi . ha concluso : affrontare la sfida che persone con queste convinzioni rappresentano ed invitarle ad un sincero e onesto dialogo sulle aspettative delle donne nella Chiesa". </span>


    *******************

    Domanda d'obbligo: il cardinale Tettamanzi si è attenuto a queste richieste chiarissime del Pontefice o ha solo BRINDATO alla "ordinazione" della donna in questione?
    Il dubbio certamente rimane, sono sicura che il cardinale Tettamanzi non appoggia affatto questa prassi, tuttavia è fuori dubbio invece che non solo l'immagine, ma l'evento in se è avvenuto CONTRO LE RICHIESTE DEL PONTEFICE quando diceva appunto:

    <span>"Spetta ai vescovi . ha concluso : affrontare la sfida che persone con queste convinzioni rappresentano ed invitarle ad un sincero e onesto dialogo sulle aspettative delle donne nella Chiesa". </span>

    Al momento e nonostante l'evento avvenuto del brindisi NON RISULTA  nel sito della Diocesi un Documento dell'Arcivescovo di Milano atto a CONDANNARE CHIARAMENTE QUESTA ORDINAZIONE e a prenderne le dovute distanze, RIMANE INVECE L'IMMAGINE AMBIGUA attraverso la quale qualsiasi fedele si sentirà in dovere di pensare che la Chiesa Cattolica TOLLERA LE PRETESSE...
    Questo è il danno e il dramma e ci auguriamo che qualche Vescovo si faccia sentire...PER IL BENE DEI FEDELI FIN TROPPO CONFUSI!

    RispondiElimina
  44. Nel 1993 Giovanni Paolo II nell'abbozzare ciò che poi fu il Documento ufficiale del 1994 la Ordinatio Sacerdotalis, in questa udienza espresse AMAREZZA PER LE MEMBRA DELLA CHIESA CHE SIMPATIZZAVANO CON L'ORDINAZIONE DELLE DONNE....
    ma leggiamo le sue parole:

    <span>"Cio' che e' certo e' che <span>la questione non puo' essere facilmente risolta attraverso un compromesso con un femminismo che si polarizza lungo linee aspre e ideologiche</span>. Non e' solo il fatto che alcune persone reclamano un diritto per le donne di essere ammesse al sacerdozio nella sua forma estrema. <span>E' la stessa fede cristiana che rischia di essere compromessa</span> .... ha sottolineato Papa Wojtyla .. </span>
    <span>e prosegue il Papa, attenzione: Sfortunatamente questo tipo di femminismo e' incoraggiato da alcune persone nella Chiesa, comprese alcune religiose i cui atteggiamenti, convinzioni e comportamenti non corrispondono a cio' che il Vangelo e la Chiesa insegnano".
    "Spetta ai vescovi . ha concluso : affrontare la sfida che persone con queste convinzioni rappresentano ed invitarle ad un sincero e onesto dialogo sulle aspettative delle donne nella Chiesa". </span>


    *******************

    Domanda d'obbligo: il cardinale Tettamanzi si è attenuto a queste richieste chiarissime del Pontefice o ha solo BRINDATO alla "ordinazione" della donna in questione?
    Il dubbio certamente rimane, sono sicura che il cardinale Tettamanzi non appoggia affatto questa prassi, tuttavia è fuori dubbio invece che non solo l'immagine, ma l'evento in se è avvenuto CONTRO LE RICHIESTE DEL PONTEFICE quando diceva appunto:

    <span>"Spetta ai vescovi . ha concluso : affrontare la sfida che persone con queste convinzioni rappresentano ed invitarle ad un sincero e onesto dialogo sulle aspettative delle donne nella Chiesa". </span>

    Al momento e nonostante l'evento avvenuto del brindisi NON RISULTA  nel sito della Diocesi un Documento dell'Arcivescovo di Milano atto a CONDANNARE CHIARAMENTE QUESTA ORDINAZIONE e a prenderne le dovute distanze, RIMANE INVECE L'IMMAGINE AMBIGUA attraverso la quale qualsiasi fedele si sentirà in dovere di pensare che la Chiesa Cattolica TOLLERA LE PRETESSE...
    Questo è il danno e il dramma e ci auguriamo che qualche Vescovo si faccia sentire...PER IL BENE DEI FEDELI FIN TROPPO CONFUSI!

    RispondiElimina
  45. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 12:27

    Si giudica caso per caso sulla base di documenti certi.

    RispondiElimina
  46. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 12:28

    Esagerato! Di' qualche preghiera per lui.

    RispondiElimina
  47. La fotografia porta un tristissimo ed inequivocabile messaggio: il Tettamanzi dispensa sorrisi e pacche sulle spalle a tutto cio' che di Cattolico ha ben poco: musulmani, veterocattolici e cosi' via....
    Quando finalmente andra' in pensione gli offriranno il posto dell'imam di Viale jenner?

    RispondiElimina
  48. E se, invece, si trattasse di buoni frutti donatici dallo Spirito Santo, NONOSTANTE il Concilio?

    RispondiElimina
  49. Se Giovanni Paolo II anziché lamentarsi ed esprimere amarezza per le simpatie di vescovi e cardinali verso ordinazioni femminili avesse preso seri e duri provvedimenti avrebbe fatto meglio. Ma era sempre in aereoporto  a scendere da  un aereo e risalir su un'altro e tempo per governar la Chiesa ne aveva pochino pochino.

    RispondiElimina
  50. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 12:58

    Il pancristianesimo è un'eresia, e, prim'ancora, una bestiale scemenza.

    RispondiElimina
  51. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 13:00

    Direi senza stare a pensare al concilio, o per combattere lo spirito e spesso la lettera del concilio

    RispondiElimina
  52. e mica è Magistero Infallibile
    quello di Gherardini

    da oggi in poi mmè
    dovete cita solo quello........

    RispondiElimina
  53. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 13:04

    Quali provvedimenti G. P. II ha preso contro quelle "persone"? E' facile piagnucolare senza'aver il coraggio di agire.

    RispondiElimina
  54. a goccia a goccia
    sta per traboccare il vaso.........

    RispondiElimina
  55. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 13:04

    Forse li scelgon più arditi.

    RispondiElimina
  56. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 13:05

    27 anni di mancanza di governo: sarà una nota di grande santità.

    RispondiElimina

  57. ffenomeno ddèr mese dddè Maggio
    gli a detto
    nà parola buona
    condivisibile.

    Sarebbe peccato gridare ar Miracolo
    mma er fenomeno c'è stato!!!

    RispondiElimina
  58. Non preoccupiamoci piu' di tanto se fedeli ingenui siano disorientati dal vedere il Tettamanzi brindare con la sacerdotessa perche' oramai il Tettamanzi lo sappiamo tutti che appartiene all'altra chiesa protestante.

    RispondiElimina
  59. er futuro beato
    aveva fiducia nello Spirito Santo

    a chiesa è cosa Divina
    non "cosa umana" come credi te

    RispondiElimina
  60. E non scordiamoci di Ravasi ambiguo e preicoloso: fra poco (con la sua cosidetta ottima cultura) pubblichera' una seconda edizione del Vangelo.

    RispondiElimina
  61. istriano......22 maggio 2010 13:14

    ...........li..vedo bene in viaggio di nozze..........!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  62. Fruits du Concile ou fruits de la bonne vieille Tradition?

    RispondiElimina
  63. Dante!!! la medicina della MISERICORDIA.... :-D
    purtroppo c'è stata assuefazione e non ha prodotto effetti guaritivi.... ;)

    RispondiElimina
  64. Per fortuna che tra un pò Tettamanzi se ne andrà, così avrà finito di fare disastri. Semmai, è da vedere chi prenderà il suo posto, perchè se dovesse arrivare mons. Ravasi, temo che si finirebbe dalla padella alla brace.  

    RispondiElimina
  65. AHAHAHAHA !!!!!!!!!!!!! ............... sto ridendo con le lacrime ............... troppo forte !!!!!! . 

    E' UN GRAN BARACCONE !!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  66. a tripparolo...nun ce fa troppo l'abitudine, ma anche stavolta il fenomeno di maggio continua...sono d'accordo con te.... :-D

    Caro Dante ed Ospite... non occorre mettere in discussione il governo della Chiesa paragonandolo ai viaggi del Pontefice...In quel periodo era necessario che il Papa raccogliesse attorno a se quante più persone potesse per strapparle dalle piazze delle ideologie...se fosse rimasto chiusto in Vaticano per 25 anni, non avrebbe risolto il governo della Chiesa perchè è evidente che la maggior parte dei vescovi ha semplicemente disobbedito e la soluzione non poteva essere semplicemente il mandarli a casa, doveva tentare LA CORREZIONE FRATERNA la quale prevede proprio prima un richiamo generale, poi un confronto con testimoni, poi la reprimenda con l'avviso alla rimozione, alla fine la rimozione...è scritto nel Vangelo eh! ;)
    Il Papa si è fermato ai primi due e NON ha ottenuto la sospirata obbedienza... e il tempo passava... facile giudicare sempre DOPO...
    Anch'io sarei felice se il Papa cominciasse ad usare il polso....ma non posso certo disperare che ALLA GUIDA DELLA CHIESA CI SIA LO SPIRITO SANTO E NON IL PAPA PER COME VOGLIAMO NOI... sbaglieremo infatti se riducessimo l'intervento ponficio esclusivamente al COME VOGLIAMO NOI LA CHIESA...per quanto giusti fossimo esiste qualcosa nella Chiesa che non comprendiamo e che deve avvenire: l'apostasia e l'anticristo! e non possiamo farci nulla, ma possiamo e dobbiamo perseverare NELLA FEDE AUTENTICA, dopo di che, chiariti questi aspetti, discutiamo pure di tutto... ;)
    E' il Cuore Immacolato di Maria che trionferà al di la delle nostre valutazioni!
     giuste o sbagliate che siano!

    RispondiElimina
  67. Non solo, ma è prevista scomunica per chi "amministra sacramenti" non essendo ordinato!!!

    RispondiElimina
  68. Scusate,mi meraviglio che nessuno di voi si sia posto una semplice domanda,che scagionerebbe ampiamente il cardinale:siamo sicuri che all'epoca della foto il cardinal Tettamanzi si sia accorto di avere davanti un prete donna?

    RispondiElimina
  69. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 14:51

    E che c'hai contro i profeti, ora? Socci almeno qualcosa ha detto in modo dignitoso. D'altra parte tutti i più o meno carismatici e rinnovati nello Sprito han toni profetici. Non è profetico il V. II?

    RispondiElimina
  70. Figli e figliastri.
    intanto, noto che in questi post Bartimeo-Dellanoce non strepita sulle eresie dei lefebvriani.
    meglio lefebvriani che veterocattolici con agganci cardinalizi!

    RispondiElimina
  71. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 14:54

    Il miracolo con te è s'è visto una sola volta, quando hai scritto in italiano, forse per intervalla insaniae. Il tuo orribile falso verseggiare occupa troppo posto per dire il nulla.

    RispondiElimina
  72. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 14:55

    Le pene, anche gravi, son sempre misericordiose in quanto medicinali. Non è misericordia lasciar traviar le anime!

    RispondiElimina
  73. Pensavo che il passaggio dalla padella alla brace ci fosse stato tra Martini e Tettamanzi. Con l'avvento di Ravasi si ripasserebbe dalla brace alla padella.

    RispondiElimina
  74. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 14:57

    La Chiesa è "divina" e per questo è ancora in vita, nonostante l'opera demolitrice dei preti ad ogni livello, pontificio incluso.

    RispondiElimina
  75. L`indifferenza è il miglior rimedio, come si dice da noi "circulez il n`y a rien à voir"....

    RispondiElimina
  76. Non potremmo vendere Ravasi e Tettamanzi agli eretici? magari comincerebbero a operare per il Regno di Dio facendo accorrere torme di fedeli verso Roma!

    RispondiElimina
  77. Emendata degli errori commessi dagli Evangelisti!

    RispondiElimina
  78. Appunto; ce ne sono tanti.

    RispondiElimina
  79. finalmente all'interno della casta del nuovo clero entra una vera donna... visto che di falsi uomini ne è pieno.... PURTROPPO!!!!

    RispondiElimina
  80. <span></span><span>Tettamanzi (nella foto, quello più basso di statura).</span>

    ehheh....Redazione!.....sei tremenda !
    :-D )))))) :-D

    RispondiElimina
  81. medico pietoso22 maggio 2010 15:18

    <span>non si vuol capire che questa presunta medicina è sbagliatissima di per sè:  
    il medico pietoso fa la piaga cancrenosa!  
    o come se un genitore dicesse al figlio drogato:  
    "Va' pure, continua così, che se ti togliessi dalla droga poverino, dopo ti sentiresti male, e non ti voglio far soffrire !"  
    O come se il medico dicesse al malato "Rimani così, perchè se ti do il farmaco (o se ti  opero) vuol dire che non ti voglio bene ! "</span>
    <span>Ma siamo ammattiti ?!  
    eh, ma si sa: ormai  s'è perso proprio il buonsenso delle pietre della strada, eh...!  
    Quando mai la Chiesa, Madre e Maestra, fino al 1960 non aveva SEGNALATO GLI ERRORI, per paura di far soffrire gli erranti ?  
    Ragionare così significa aver perso la ragione, del tutto !</span>

    RispondiElimina
  82. eccome! sta per traboccare proprio il calice dell'ira del Signore contro tutti coloro che stanno profanando il suo Tempio e la sua Chiesa, e contro i falsi profeti che trascinano le anime all'inferno, ingannandole!

    RispondiElimina
  83. L'<span>Opus Dei</span> frutto del Vaticano II ???? Leggo bene?!?!..

    Ma se nasce almeno trent'anni prima !!!! Credo sia stato poi Pio XII ad approvarlo nel '50 circa, quando ormai era già in forte espansione..
    L'Opus Dei è talmente frutto del concilio che San Josemaría continuò a celebrare in rito tridentino anche dopo il '70..

    Idem per certi aspetti Comunione e Liberazione.. Il Giùs fondò Gioventù Studentesca a metà degli anni '50, e già <span>prima</span> dell'apertura del concilio era diffusa in molte città e realtà giovanili.. Anzi: nel post-concilio venne osteggiata e criticata in ambienti ecclesiali conciliaristi perchè considerata "integrista".. E il Giùs fu spedito in america a studiare teologia protestante..

    RispondiElimina
  84. incorreggibilità22 maggio 2010 15:40

    bravo Pastorelli ! e finiamola con questa storiella delle false interpretazioni; ma passati 45 anni dal Concilio, quand'è allora che questi pastori erranti si correggeranno, solo dopo morti ?
    e tutti quelli che sono stati trascinati a deragliare da simili interpreti,
    QUANDO POTRANNO avere la grazia di una GIUSTA INTERPRETAZIONE ?
    E da quale angelo calato dal cielo ??

    RispondiElimina
  85. Carissima Caterina;)

    Ma no.. ogni normodotato potrà comprendere come la quaestio sia ben più profonda di un puerile "a loro sì, e noi no".
    E lo può comprendere proprio in virtù del fatto che queste non meglio precisate comunità veterocattoliche predicano male e razzolano peggio.

    La redezione intendeva sottolineare l'ennesimo, mastodontico, tettamanzico paradosso: si rifiutano persino i retrobottega dei cessi alla FSSPX perchè "scismatici", e poi si danno fior fior di chiese in pompa magna, con tanto di sorrisi e brindisi, a sette scismatiche ed eretiche che, non affermano di aver dei problemi nella ricezione del Vaticano II, ma se ne strasbattono altamente di TUTTO da qualche secolo.

    Il nodo diventa allora questo: per aver le chiese, non importa esser protestanti, buddisti o pastafariani. L'importante è che si RINNEGHINO apertamente gli insegnamenti morali della Chiesa e il rigore dei dogmi: non si puntino i piedi sul cosa sia "La Verità che salva".

    Volemose 'bbene, impegnamoci per un mondo più giusto, facciamo la raccolta differenziata e usiamo la bicicletta: così non urtiamo i lettori di Repubblica e L'Espresso, i cattolici "adulti", quelli "dormienti", quelli "assenti" e quelli agnostici.

    RispondiElimina
  86. Infatti...bastava scrivere..."quello pelato".

    RispondiElimina
  87. ....... '' MONS . LEFEBVRE è stato scomunicato ma i veri eretici sono nel seno della CHIESA ,, ........... CARD.  RATZINGER 

    RispondiElimina
  88. Concelebra anche lui all'ordinazione della parroca ?

    RispondiElimina
  89. ospite e malalingua ........ 10 e lode a tutti e due ..............


    ahahah      .......... questo blog è un vero spasso ......... mai divertito tanto ....................

    RispondiElimina
  90. io sarei daccordo per le donne prete purchè carine e colte... in fondo è sempre meglio una donna prete che un prete femmina

    RispondiElimina
  91. Perfettamente d'accrodo Dante, tanto più che qualche volta le hanno date a me in passato nel confessionale ahahahhahahah :-D
    ho fatto certe penitenze che ringrazio Iddio!!! se mi avessero lasciata nel morbido mi sarei perduta!!
    Ma questo è un altro problema che riguarda, appunto, la linea generale intrapresa che portò perfino all'abbandono dei confessionali...
    mal ce ne colse, oggi ne paghiamo i frutti!

    RispondiElimina
  92. multinik....dopo 100 messaggi non hai capito ancora nulla di questo dogma....complimenti! non è serio ne carino fare battute su questo dramma autentico!
    giochiamo pure con i fanti lasciando stare i santi....

    RispondiElimina
  93. <span>pubblichera' una seconda edizione del Vangelo..... </span><span>emendata degli errori commessi dagli Evangelisti!</span>



    muhahahahahahahahahhah!!!!!!!!!!!! :D

    RispondiElimina
  94. <span>
    <p>Assuefazione a che cosa, Caterina? Se capisco bene la parola, assuefazione è ciò che noi chiamiamo "accoutumance"...per esserci assuefazione  ancor ci vuole un qualcosa a cui ci si abitua e che finisce per non produrre più alcun effetto, quale è il rimedio che il medico dispensatore della medicina della misericordia ha prescritto? Non c`è piuttosto stata assenza di rimedio( remède)? O ci si è assuefatti all`assenza di rimedio?
    </p></span>

    RispondiElimina
  95. Nobis quoque peccatoribus22 maggio 2010 17:33

    Ecco cosa accade a rifiutare anche un solo dogma!

    FdS

    RispondiElimina
  96. <span>

    Opus Dei, frutto del CVII? Unicamente nel senso che la prelatura, la sua forma giuridica era prevista da quel Concilio.   
    1928. Fondazione
    1969. Congresso generale straordinario dell'Opus Dei a Roma, allo scopo di studiare la trasformazione in prelatura personale, figura giuridica prevista dal Concilio Vaticano II e che sembrava adeguata al fenomeno pastorale dell'Opus Dei.
    1982. 28 novembre: Giovanni Paolo II erige l'Opus Dei in prelatura personale, figura giuridica adeguata alla sua natura teologica e pastorale, e nomina prelato Àlvaro del Portillo.  
    1983. 19 marzo: Atto esecutivo della bolla con cui si erige l'Opus Dei in prelatura personale.
    <span>http://www.escriva.it/Datdat01.htm#3</span>  
    </span>

    RispondiElimina
  97. Cari miei, non capisco proprio tutto questo gridare allo scandalo soltanto per una semplice foto che ritrae Tettamanzi con una preta vetero-pseudo-cattolica. Forse che Ratzinger non si fa fotografare insieme ad imam, rabbini e pastori luterani? Perchè meravigliarsi di quello che oggi fanno cardinali e vescovi se, in realtà, essi si limitano ad imitare e a seguire gli insegnamenti e i gesti plateali che provengono dai Papi, compreso l'attuale? Non abbiamo forse visto Ratzinger che, un anno sì e l'altro pure, prega nelle moschee, predica nei templi protestanti, fa trionfale ingresso nelle sinagoghe sotto le telecamere di tutto il mondo? Allora, secondo logica, dovremmo biasimare e accusare prima di tutto il Papa, il quale, ingannando i cattolici, fa loro credere che sia positivo mescolarsi agli infedeli, partecipare alle loro cerimonie, entrare nei loro luoghi di culto. Perchè questo è il comportamento irresponsabile che anche Benedetto XVI continua a tenere. Egli continua tranquillamente ad agire sulla scia del suo predecessore seguendo lo spirito di Assisi, spirito malefico e maledetto. E' il Papa che continua a testimoniare ai fedeli l'opportunità di accordarsi con Beliar e i suoi vescovi non fanno altro che seguirlo. Ricordatevi che i gesti valgono più di mille documenti scritti. I gesti parlano e dicono più delle parole. E, soprattutto, ingannano i fedeli. Ratzinger dovrebbe averlo capito già da un pezzo, ma vedo che non è così. E allora, prendiamocela con lui prima ancora che con cardinali, vescovi e sacerdoti. Cerchiamo di essere sinceri, obiettivi e seri. La realtà è questa. Benedetto XVI, che pure apprezziamo per alcuni importanti provvedimenti a favore della Tradizione, non è affatto esente da altrettante responsabilità. Responsabilità gravi e pesanti che ci hanno deluso moltissimo e che da lui non ci saremmo mai aspettati. Evviva la sincerità!

    RispondiElimina
  98. Ariodante Dalla22 maggio 2010 19:03

    Ma i Papi non sono infallibili, secondo voi?

    RispondiElimina
  99. Ariodante Dalla22 maggio 2010 19:07

    nessuno viene trascinato all'inferno se è in buona fede. sei in contraddizione con te stesso!!

    RispondiElimina
  100. Ariodante Dalla22 maggio 2010 19:20

    Bravissimo!!!!

    RispondiElimina
  101. <span><span>ahimè, è proprio così....e facciamo finta che ci dobbiamo scandalizzare per dovere, quando in realtà da decenni, e soprattutto dal famoso incontro di Assisi, ci siamo dovuti abituare a vedere DI TUTTO E DI PIU', in nome dell'ecumenismo, e della mitica medicina della misericordia, inaugurata nel 1962, come la grande scoperta "curativa di tutti i mali", dopo 1930 anni !    
    chissà perchè i Papi in tutti quei secoli precedenti non avevano avuto questa bella idea, eh, Caterina ? tutti Papi cattivi e senza misericordia con gli errori e le eresie, compresi i SANTI, Papi o semplici fedeli !    
    Amore, amore universale, amore immenso che tutto abbraccia, finchè obblighiamo il Signore a redimere l'inferno, contro la sua volontà ! e tutto va bene, tutto s'aggiusta....    
    In certi blog, lo sapete che dicono certi giovani "malformati" da simili idee venute dall'alto?    
    Discettando di teologia fai-da-te, molti sostengono che Dio, essendo inifinito, deve per forza includere  in sè  il Bene e il male, altrimenti gli mancherebbe qualcosa! ...capito quale apprendimento è derivato, a furia di allargare gli orizzonti dell'et-et ?? dalle scuole di amore universale al-di-sopra-delle-differenze, scuole di <span>amore onni-inclusivo ?</span>....tutti convinti che bisogna trovare un incontro armonico e amorevole tra bene e male: e questo rappresenta la carità che Dio si aspetta da noi!    
    :( ...nessuno ha il coraggio di dire che la Chiesa ha perso la ragione, altrochè! 
    </span></span>

    RispondiElimina
  102. «Il disordine è gravissimo in tutta la Curia romana. Si condannano gli effetti e si sostiene la causa. Roma si è chiusa in una contraddizione da cui non si vuole uscire perché svelerebbe delle responsabilità scandalose nello svolgimento del Concilio»
    Mons. Lefebvre

    RispondiElimina
  103. incorreggibilità22 maggio 2010 19:40

    non si vuole mettere il dito nella piaga; eccolo, provaate a leggere questa pagina:

    <span>www.unavox.it/ArtDiversi/div064_Fedeli_Fatima.htm</span>

    RispondiElimina
  104. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 20:28

    Quando impegnano in modo solenne o comunque esplicito la loro autorità Apostolica. In quale documento infallibile si fornisce la retta interpretazione dei punti discussi e discutibili dei documenti del cioncilio. Ci si rifugia sempre nel vago fumo dell'ermeneutica della continuità. La si dimostri  ed obbediremo in tutto.

    RispondiElimina
  105. A parte le differenze di fede, stimo troppo i musulmani per pensare che si possano prendere un imam d'accatto come quello... ce lo dobbiamo sorbire noi ambrosiani e, purtroppo, pure dopo il pensionamento...

    Sarà divertente comunque: in diocesi ci sono numerosi sacerdoti che celebrano "in comunione con il nostro Papa Benedetto, il nostro vescovo dionigi e il predecessore suo carlo maria"... non rendendosi nemmeno conto della boiata che dicono... manco stessero citando dei parenti cari...**
    Da settembre in avanti la tiritera diventerà ancora più lunga "il nostro vescovo gianfranco, il predecessore suo dionigi e il predecessore di dionigi carlo maria"


    **La prima volta che mi capitò di sentire questa scemata è stata ad un funerale lo scorso ottobre, parrocchia di S. Giovanni Buono in Milano, celebrava il prevosto. Da allora -sempre in quelle rare occasioni in cui metto piede ad una messa celebrata secondo il novus orror- ho contato almeno 12 altri simpatici sacerdoti ambrosiani uscire con idiozie analoghe. Chissà se nel (fu) rinomato seminario di Venegono qualche pretonzolo in felpa rosa ha spiegato ai futuri leviti il significato di celebrare "in comunione con"... ho qualche dubbio....

    RispondiElimina
  106. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 20:32

    Cita: forse pensi d'esser Tarzan.
    Mons. Gherardini non è infallibile, ma è un eccellente teologo. Il suo parere pesa. E non è il solo grande teologo che muove certe critiche al V.II. Ha rivolto una supplica al Papa: non mi risulta che ci sia stata risposta.

    RispondiElimina
  107. i protestanti sono eretici, mica scemi: certi personaggi li lasciano a noi....

    RispondiElimina
  108. il dramma mi pare che abiti nella tua mente.... non hai capito nulla nonstante 1000 commenti che hai ostato. non è che ti sei autocandidata a papessa, visto che ne sai più del magistero?

    RispondiElimina
  109. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 20:36

    Solo in caso d'ignoranza invincibile ci sono attenuanti.

    RispondiElimina
  110. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 20:40

    Cioè un nuovo vangelo? Il vangelo secondo Ravasi?

    RispondiElimina
  111. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 20:44

    Scusa, chi li comprerebbe?

    RispondiElimina
  112. <span>...nessuno ha il coraggio di dire che la Chiesa ha perso la ragione.... 
    </span>
    <span>ma questa sa di bestemmia! la Chiesa non può perdere mai la ragione in quanto guidata e animata dallo Spirito! Stiamo attenti a ciò che si dice.</span>

    RispondiElimina
  113. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 20:46

    Ohibò; o era cieco o l'ha preso per un prete trans.

    RispondiElimina
  114.  scusate la mia intromissione, io sono ignorante in confronto a molti di voi, non ho la cultura e la preparazione adeguata e forse dovrei stare zitto...Però a questo punto mi vien proprio da dire che non credo più né alla ermeneutica della continuità né alla tanto sbandierata restaurazione (che io non vedo proprio) né tanto meno alla tanto sospirata riforma della riforma: dove le vedete voi tutte ste cose? Sia chiaro che rispetto il Santo Padre e mi sento molto vicino a lui soprattutto in questo momento...Però certe cose non si possono tacere.

    RispondiElimina
  115. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 20:47

    Non evocar l'ombra per ora silenziosa.

    RispondiElimina
  116. francesco b. papa subito!

    RispondiElimina
  117. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 20:49

    Ma qui era esilarante la foto.

    RispondiElimina
  118. la Chiesa va sempre avanti. Il vascello di Pietro è sempre sospinto dal soffio dello Spirito. non può tornare indietro. Anche il Motu proprio è un passo in avanti e non indietro. Infatti non ha mica cancellato il Vat II. Perciò pazientare è l'atteggiamento giusto del cristiano nella speranza fiduciosa che lo Spirito ci porterà dove vuole per il nostro bene e non dove vorremo andare noi. Chi governa la barca è Lui!

    RispondiElimina
  119. E uno come il Tetta ha ancora il diritto di entrare in conclave? Per carità!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  120. <span><span><span><span>bisogna vedere, caro mio, se essa lo vuole ascoltare lo Spirito Santo, o lo vuole mettere a tacere, per seguire lo spirito del mondo e mettersi in ginocchio davanti a lui : le aperture al mondo moderno con tutte le sue mode stanno a dimostrarlo!        
    è inutile che lei cerchi di mistificare ciò che ho detto: la Chiesa, Sposa di Cristo è tradita e infangata dai suoi uomini, mi pare ! o no ??        
    o dobbiamo dire insieme con multinick e compagni ottimisti :        
    "Che bel vestito ha l'imperatore!" ??        
    a che ci giova la stoltezza ? più ciechi e pazzi di così dobbiamo diventare ?        
    ....stupidamente continuare a negare l'evidenza del fango che la ricopre, credendo che questo faccia piacere allo Spirito Santo ?        
    Abbiamo dimenticato che esiste <span>l'abuso della Misericordia di Dio, e che Dio è Giusto, non</span>        
    <span>"bonaccione" come farebbe comodo a noi</span>, che dobbiamo fare i compromessi con satana !</span></span></span></span>
    <span></span><span><span> – </span>Edit</span><span><span> – </span>Moderate</span>

    RispondiElimina
  121. <span><span>Francesco B.</span><span></span><img></img></span>
    <span>Cari miei, non capisco proprio tutto questo gridare allo scandalo soltanto per una semplice foto che ritrae Tettamanzi con una preta vetero-pseudo-cattolica. Forse che Ratzinger non si fa fotografare insieme ad imam, rabbini e pastori luterani?</span>
    <span></span>
    <span>******************************</span>
    <span></span>
    <span>è proprio qui il problema la pretessa....un conto è il pastore, è legittimo seppur è la dottrina che dice è fallace..."ERANO DEI NOSTRI" dice l'apostolo specificando che dopo se ne andarono perchè si rendesse palese che non erano più dei "nostri"...e Gesù risuona "CHI NON E' CONTRO DI VOI E' CON VOI!" idem l'Iman è un rappresentante di un altra religione che nega la Trinità, benissimo, lo sappiamo, parliamone....ma qui si tratta di ben altro assai più grave UNA PRETESSA che non esiste affatto!!!</span>
    <span>Infatti perfino il Papa pur stringendo mani e visitando NON ha mai CELEBRATO alcunchè con una pretessa...</span>
    <span>ebbè!!</span>
    <span></span>

    RispondiElimina
  122. strano sor Pastorelli.
    Il Papa, oltre che Papa
    è eccellentissimo teologo

    però l'altro giorno che ho citato parole di un suo discorso
    lei mi diceva che non era infallibbbile.

    Due pesi e due misure?
    E' eccellente o no Benedetto XVI?
    E' se è eccellente
    perchè le sue parole non le piacevano.
    Avrebbe dovuto ammettere "non infallibili ma eccellenti".

    Lei non riconosce manco l'eccellenza
    quando non tira acqua al suo mulino..........

    RispondiElimina
  123. A sora Caterina
    certo che
    il mese di Maggio
    gli è davvero fenomenale!!!

    A proposito ha fatto benedire le rose?
    Oggi è Santa Rita........

    RispondiElimina
  124. e pure delli
    "fedeli" come te e mmè.........

    a Pastorelli ma ttà sei sentita a liturgia ddè oggi......
    o nun te traduci piu er latinorum........

    "cercamo ddè nun ce averce
    una troppo alta opinione ddè noi stessi......"

    n'zomma Pastorè lo dico a mme e lo ricordo a tte
    n'po de sana umiltà nun guasta...........

    RispondiElimina
  125. ma egr. Caterina, non vede che <span>a furia di includere, non ci sono più frontiere ?</span>
    non lo vede che stiamo andando proprio verso quella magnifica civiltà dell'amore universale che fu annunciata trionfalmente nel 1962 ?
    lei non si accorge che ormai la gente comune ha percepito che questo è il significato del detto comune:
    "Le vie di Dio sono infinite" ?
    è tanto difficile capire che la deriva non ha limiti, si va sempre più al largo, sempre più lontano, per lidi sconosciuti e impensabilie, perchè come dice il dotto teologo multinick, esimio fanconcilare, si dimostra in qualsiasi modo che LO SPIRITO SOFFIA DOVE VUOLE e che NON DOBBIAMO METTERE LIMITI ALLA FANTASIA DI DIO ?
    e che tutto ciò che vediamo è incomprensibile perchè "solo Dio lo sa dove va...."
    e perchè ci hanno fasciato la testa martellandoci:
    "NON DOVETE GIUDICARE", figlio legittimo del
    VIETATO VIETARE, ovvero, oggi da intendere con vietato ragionare  ?  e satana tutto contento che i cattolici non ragionano più, ovvio !....: e buonisti e contenti andiamo all'inferno!

    vogliamo (ri)aprire gli occhi, per favore ? !

    RispondiElimina
  126. rosica francè rosica.........
    tte fa bene a salute

    RispondiElimina
  127. e infatti
    lui de disordine ne ha creato uno peggio..........

    na vera contraddizione.........

    ordinazione di vescovi senza mandato

    RispondiElimina
  128. è tanto difficile capire che <span>se non si correggono mai gli errori, chiamando MALE il male e BENE il bene, </span>tutto sarà possibile e tutto sarà permesso ? e se non si danno mai sanzioni significative, col fine di scoraggiare altri dal commettere gli stessi errori, IDEM tutti potranno fare di tutto ?
    Se non c'è un esplicito divieto, che senso ha meravigliarsi che si prenda quella direzione ?
    Se lei, Caterina, percorrendo una strada (alla guida) ad una deviazione NON VEDE ALCUN SEGNALE che significhi DIVIETO DI ACCESSO, lei prenderà tranquillamente quella strada .....
      O  NO ?
    CHI MAI HA messo divieti espliciti ?
    Si può dare una multa a chi ha imboccato quella strada se NON C'ERANO SEGNALI  di divieto ?

    RispondiElimina
  129. casta et meretrix
    eppure lo Spirito non la farà vacillare. ne abbiamo visto di tempeste eppure... la -chiesa è viva nonostante le malelingue. Questo dimostra che lo Spirito non viene meno nonostante i tradimenti degli uomini

    RispondiElimina
  130. Io, a proposito di questa foto, vorrei  dire alla Signora Diaconessa che la vedo meglio con la pettinatura con la quale si è presentata, giovedì scorso, ad Anno Zero. Detto papale papale ( anche se lei non ama  questo  termine), non mi piace nemmeno la sua tonaca. 
    Le consiglierei di contattare i sarti dell'Istituto di Cristo Re Sommo Sacerdote.

    RispondiElimina
  131. è già la donna  ha il diavolo in corpo, meglio starne alla larga

    RispondiElimina
  132. iclusività
    tralllallero tralllallà

    RispondiElimina
  133. azz la catechista che dice "..mi pare..."

    RispondiElimina
  134. Magari i segnali di divieto c`erano ma si è agito come se non ci fossero, ignorati, disprezzati, calpestati.
    Qui comando io e non sarà Roma a venire fare legge in casa mia, al limite i segnali di divieto li decido e li metto io e in più li faccio rispettare!

    RispondiElimina
  135. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 23:24

    Non ricordo le parole dl Papa. Se ho scritto che non erano del Maestro e Pastore unversale, vuol dire che non esprimevano solennemente una verità né ripetevano una verità definita, ma solo un'opinione. E tra le opinioni teologiche, se permetti, io scelgo quelle che esprimono le posizioni più coerenti con la Sacra Tradizione.

    RispondiElimina
  136. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 23:33

    <span></span>
    <span>Tripparolo noioso, la differenza tra me e i preti è la differenza che passa, se nessuno te l'ha mai insegnato, tra discente e docente: i preti, i vescovi e il papa sono la Chiesa docente. Sono - dovrebbero essere - la guida dei fedeli. Se sbagliano portano le anime alla perdizione. Se sbaglio io, son loro che mi devono correggere e nessun seguito io ho che possa da me esser traviato. Forse non ti è chiara la'enrorme  responsabilità di chi governa la Chiesa. A capite foetet piscis.
    </span>

    RispondiElimina
  137. DANTE PASTORELLI22 maggio 2010 23:39

    Allora se non era una battuta abbastanza stupida, se il tuo intrervento esprime un pensiero meditato, addirittura espressione del magistero, mi sa che sia tu il candidato ad antipapa. Multinick I.

    RispondiElimina
  138. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 00:00

    Non casta et meretrix, ma casta meretrix: devi levare l'et e il significato cambia di molto.
    S. Ambrogio si riferisce a Rahab la prostituta che salvò i fuggiaschi. Ne fa un simbolo della Chiesa che si unisce a tutti coloro che entrano in lei per salvarli.
    La formula è stata poi travisata con l'et per indicare che la Chiesa è pura nella sua essenza e peccatrice nei suoi uomini.
    Mi sembra chiaro che INCLUSIVITA' parlava della Chiesa per indicare gli uomini di Chiesa, che possono resistere e respingere lo Spirito.
    Anche i Papi possono resistere all'azione dello Spirito non svolgendo la loro funzione di Papi.

    RispondiElimina
  139. Tra quattro-cinque anni non piu'...Quindi...Lunga vita a Benedetto!!!

    RispondiElimina
  140. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 00:05

    Pazientare non significa tacere dinnanzi al male che è diffuso nella Chiesa ad ogni livello. E non parlo solo del male morale, ma soprattutto del "pensiero non cattolico", dell'autodemolizione della Chiesa: espressioni notoriamente non mie.
    Se non avessimo fiducia nello Spirito e nella santità della Chiesa, dinnanzi a certi spettacoli saremmo ancora qui a difenderla, ad amarla a volerla sempre più splendente della sua vera divina luce?

    RispondiElimina
  141. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 00:07

    Ancora. Non è detto che il conclave si tenga prima del compimento dei suoi 80 anni. E poi lo Spirito Santo si può servire, in conclave, anche dei vari Tettamanzi: suscitano l'effetto contrario e fanno eleggere un papa coi fiocchi.

    RispondiElimina
  142. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 00:10

    Se è una pretessa sacrilegamente e invalidamente consacrata il diavolo in corpo ce l'ha davvero. Alla larga, sì.

    RispondiElimina
  143. Non penso che qualcun'altro avrebbe fatto di meglio nei panni di Benedetto XVI. Criticare è molto facile, agire molto piu' complesso.

    RispondiElimina
  144. Vedi, un frutto del concilio è questo: dare più spazio ai laici senza dare voce ai laici! Fare, fare, fare: creare movimenti, associazioni, ecc., però guai a lamentarsi della perdita del senso del sacro nella liturgia, guai a chiedere una Messa V.O., guai a voler chiedere di vivere da cattolico come sempre ha insegnato la Chiesa!  :'( :'( :'( :'( :'(

    RispondiElimina
  145. No scusami romanz guarda bene porta la talare e se non bastasse forse non hai compreso che la signora E' STATA PRESENTATA al cardinale che L'HA RICEVUTA sapendo appunto chi era: la prima donna italiana ad essere fatta prete nella chiesa Vetero...la Vetero alla quale la Chiesa di Milano ha prestato una chiesa...
    I rapporti con la Chiesa Vetero e la Curia milanese sono sempre stati buoni perchè fino all'anno scorso non c'erano donne prete...insomma, finchè hanno potuto hanno evitato attriti... Ora però, con questa foto, c'è poco da scusare! lo scandalo c'è stato eccome e la gente i fedeli, saranno ancora più confusi...CI SARANNO DONNE CHE ANDRANNO A CONFESSARSI DA LEI!!!! non aggiungo altro!

    RispondiElimina
  146. E' veramente l'anno dell'Iter... LA CHAMPIONS... E VAAAA!!!!!! GRANDE, MILITO!!!!  ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;)

    RispondiElimina
  147. Nani e ballerini,
    a brindare col Martini!

    W gli Eterocattolici


    Claudio

    RispondiElimina
  148. Nobis quoque peccatoribus23 maggio 2010 03:14

    <span>Se è una pretessa sacrilegamente e invalidamente consacrata il diavolo in corpo ce l'ha davvero. Alla larga, sì.</span>
    <span></span>
    <span>Parole da scolpire caro Prof. Pastorelli! Gia' la stampa licista corrierone in testa inneggia all'ordinazione sacerdotale di una donna, senza avvedersi che non vi e' ne' ordinazione ne' sacerdozio. Viviamo in tempi diestrema confusione. Qundi  pregare anche per il Card. Tettamanzi.</span>
    <span></span>
    <span>Con questa i meneghini che contano avranno un'ideale Maifreda da Pirovano per ricordare Raffaele Mattioli nell'Abbazia di Chiaravalle a fine luglio. Maifreda pero' riteneva di essere stata ordinata da Dio in persona (Guglielmina la boema, che si riteneva l'incarnzazione dello Spirito Santo), rendendosi conto dell'insostenibilita' teologica e canonica di una normale ordinazione.  Aveva ragione chi diceva che le idee nuove sono in genere vecchi errori. E questo per fortuna Santa Romana Chiesa lo sa bene.</span>
    <span></span>
    <span>FdS</span>
    <span></span>
    <span></span>

    RispondiElimina
  149. Caterina, buona domenica intanto...ma prega un po' di più per essere un po' più equilibrata in quello che scrivi poichè tiri fuori uno spirito polemico che sarà anche caratteristico di certi gruppi ma a mio avviso un gocciolino poco...diciamo...tipico di chi legge queli libretti che una volta si chiamavano Evangeli...

    RispondiElimina
  150. Mons. Lefebre ha fatto quelle consacrazioni (nel 1988) invocando lo stato di necessità, in uno stato di crisi della Chiesa senza precedenti. Chi, contro l'evidenza, volesse sostenere l'inesistenza di questa crisi manifestatasi sin dalle prime sedute del Concilio Vaticano II, dovrebbe confutare punto per punto, cosa che non è mai stata fatta (ma del resto anche ai card. Bacci e Ottaviani non fu mai data risposta riguardo al Breve esame critico del N.O.M.), quanto documentato da Romano Amerio in Iota unum.

    "...Nessuna autorità, neppure la più alta nella gerarchia, può costringerci ad abbandonare o a diminuire la nostra fede cattolica chiaramente espressa e professata dal Magistero della Chiesa da diciannove secoli".

    RispondiElimina
  151. Vogliamo dirla tutta? Questa carnevalata oscena (riprodotta nella foto in bicolore) è un vero SCHIFO!!!

    RispondiElimina
  152. "E tra le opinioni teologiche, se permetti, io scelgo quelle che esprimono le posizioni più coerenti con la Sacra Tradizione."

    n'zomma sor Pastorelli

    come ar supermarket........

    questo ssi e quello no.......


    solo che mmè sembra che sò certi che critica sempre che fanno così.

    A mma mmè dimenticavo

    lei è interprete delle posizioni coerenti con la tradizione

    molto più di Benedetto XVI.

    Sop Pastorelli, quanno me trovo

    a passà ppè Firenze

    ttè vengo a venerà???

    RispondiElimina
  153. noioso perchè nun
    me unisco ar coro?

    Pastorelli ma nun scrive su giornalino, rivista,
    nun cià l'associazione???

    tutto senza seguito???

    RispondiElimina
  154. pure Lutero
    invocava lo "stato di necessità"........

    all'epoca diceva che la Chiesa era tutta corrotta,
    e l'ultimo atto era la vendita delle indulgenze.........

    RispondiElimina
  155. resta il fatto che obbedienza o non obbedienza la Chiesa è animata dallo Spirito. su questo non ci piove. e poichè la chiesa è fatta anche di uomini è anche meretrix oltr che casta e santa!

    RispondiElimina
  156. la Chiesa splende sempre di Luce. Luce delle genti: Cristo!

    RispondiElimina
  157. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 12:31

    Invece di dir scemenze, studia: le posizioni teologiche non sono verità infallibili. Posso seguir Tommaso o Scoto, la Chiesa me lo permette. Il Papa parli da Maestro della Chiesa universale ed io non ho problemi. Le sue posizioni personali posso condividerle o meno.
    Quanto al concilio spieghi i punti discussi e li presenti e li imponga, com'è suo potere di istituzione divina,come verità, invece di star a cincischiar continuamente con il fumoso slogan dell'ermeneutica della continuità, dopo aver esaltato da "eccellentissimo teologo" come tu l'hai definito, il concilio come il CONTROSILLABO, e, quindi, espresso condanna per la Chiesa di ieri, mentre il Sillabo, sino a prova contraria, è coperto dalla nota dell'infallibilità. Io obbedirò. Non devo obbedienza al dottore privato che può sbagliare. Di esempi nella storia ce ne sono! Non ho bisogno di venerazione alcuna, solo mi fa pena chi riempie paginate di cretinate in un insopportabile dialetto.

    RispondiElimina
  158. maria maria che hai visto nella via? ops fotografia?

    RispondiElimina
  159. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 12:54

    A me sembra che quei libretti
    tu non l'abbia mai letti.

    RispondiElimina
  160. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 12:56

    Non vedo né Valeria Marini né Pamela Prati.

    RispondiElimina
  161. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 13:09

    Sul giornalino (o sulla rivista) indubbiamente non molto diffuso, han scritto esperti come mons.Gherardini, don Divo Barsotti, p. Serafino Tognetti, don Enrico Bini, Mons. Ignacio Carambula ed hanno espresso il loro apprezzamento altri noti monsignori, teologi e cardinali del calibro di Ratzinger e Medina Estevez ed anche la Swegreteria di Stato del Vaticano. Quindi, quel che scrivo rientra nei ben definiti limiti dell'ortodossia. Le tue fregnacce invece vedo che piacciono solo alla Redazione.
    Quanto all'associazione non so di quale associazione parli, e quindi non mi pronuncio.
    Se i punti interrogativi fossero i punti fragola risparmieresti molto nella spesa.

    RispondiElimina
  162. <span>Ceci n'a absolument rien à voir avec Luther.  
    <span>Rappeler ici le grand et génial penseur espagnol Jaime Balmes (1810-1848):    
       
    « Hasta los teólogos adictos al Sumo Pontífice enseñan una doctrina que conviene recordar… Sabido es que el Papa, reconocido como infalible cuando habla </span>ex cathedra,<span> no lo es, sin embargo, como persona particular, y en este concepto podría caer en herejía. En tal caso, dicen los teólogos que el Papa perdería su dignidad, sosteniendo unos que se le debería destituir, y afirmando otros que la destitución quedaría realizada por el mero hecho de haberse apartado de la fe.    
    Escójase una cualquiera de esta opiniones, <span>siempre vendría un caso en que sería lícita la resistencia</span>[c'est moi qui souligne]; y esto ¿por qué? Porque el Papa se habria desviado escandalosamente del objeto de su institución, conculcaría la base de las leyes de la Iglesia, que es el dogma, y, por consiguiente, caducarían las promesas y juramentos de obediencia que se le habían prestado.    
    Spedalieri al proponer este argumento observa que no son ciertamente de mejor condición los reyes que los papas, que a unos y a otros les ha sido concedida la potestad in aedificationem non in destructionem. » </span></span>
    <span><span>(El Protestantismo comparado con el Catolicismo en sus relaciones con la civilización europea, cap. LVI, « Cuestiones sobre la resistencia al poder legitimo ».)</span></span>

    RispondiElimina
  163. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 13:13

    Grande argomentazione da multinick. Basaglia, Basaglia, rendimi i manicomi.

    RispondiElimina
  164. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 13:14

    <span>W gli Eterocattolici </span>
    che bevon troppi alcolici.

    RispondiElimina
  165. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 13:18

    Fra qualche tempo diventerà vescovessa e ordinerà prete il santo marito. E sì che è siciliana! Anche la Sicilia deraglia. Deriva dei continenti.

    RispondiElimina
  166. ...o ne abbia una lettura molto personale e particolare.

    RispondiElimina
  167. <span>
    <span>Caro Dante, posso permettermi di dirle : perchè risponde a quel tripparolo e alle sue ridicole, piccole, mediocri,  provocazioni? </span></span>
    Circulez il n`y a rien à voir!

    RispondiElimina
  168. Grazie Signore, perchè davanti a cose così EVIDENTE sveli con chiarezza al semplice fedele chi è/sono i prelati erranti! 

    RispondiElimina
  169. Guardia Svizzera23 maggio 2010 14:45

    Lutero era eretico ed apostata. Monsignore agì così perche' cattolico.

    RispondiElimina
  170. incorreggibilità23 maggio 2010 15:02

    <span>il guaio, caro Atalaia, è che lei, come tutti coloro  che rispettano e onorano la Verità, sta replicando a persone che della Verità non sanno che farsene, anzi: fanno della menzogna o mistificazione un sistema di lotta permanente contro Cristo che si manifesta in modo integrale solo nella Tradizione, inalterata e ininterrotta, e così essi seguono il metodo consigliato da Voltaire:  "Calunniate, calunniate! qualcosa resterà!", rivolgendosi ai suoi illuministi nemici della Chiesa e di Cristo.  
    Per costoro vale la Parola del Signore rivolta ai ciechi volontari, induriti nel cuore:  
    <span> “Se voi foste ciechi,  non avreste alcun peccato; ma siccome dite: 'Noi vediamo', il vostro peccato rimane”.</span>  
    Sono i farisei di tutti i tempi, mai disposti a riconoscere la realtà dei fatti, e pronti a negare l'evidenza, pur di aver ragione contro la Verità, e contro chi segue la Verità, integralmente.</span>

    RispondiElimina
  171. Sono stupito dai vostri commenti !!!! La signora in questione ha abbandonato al Chiesa Cattolica Apostolica Romana per aderire alla setta dei vetero-cattolici. Presumo che i veri cattolici non possano che pregare perchè tutte le sette del mondo sprofondino nell'abisso. Pertanto,  il fatto che questa signora faccia la pretessa nella sua setta non dovrebbe che rallegrarvi, considerato che fa del male al suo movimento religioso. E poi siamo in democrazia. Se non erro, qui dentro, nessuno  o quasi rimpiange il potere temporale dei papi e quindi il regime teocratico.
    Chi non vuole il papa-re..........si becchi il prete col decoltè !        ;)

    RispondiElimina
  172. incorreggibilità23 maggio 2010 15:23

    <span> concedida la potestad in aedificationem non in destructionem. »  </span>
    questa è la realtà che i ciechi volontari continuano a negare nella Chiesa dal Concilio ad oggi!
    molti hanno aperto gli occhi e cominciano a capirla, ma la maggior parte non riesce ancora vedere, e molti preferiscono, per scelta di campo, per partito preso, continuare a  negare che la situazione degli ultimi 45 anni sia stata proprio quella che lei ha descritto; hanno scelto di seguire la deriva della distruzione, affermando di essere sulla strada giusta; e non riescono a vedere, o non volgliono ricordarsi che il Papa stesso ha preso coscienza e reso conto a se stesso e ad altri di quella distruzione operata dai suoi  coetanei, negli entusiasmi post-conciliari, quando ha scritto, riguardo alla riforma del Messale di Paolo VI:
    <span>“Rimasi sbigottito per il divieto del messale antico, dal momento che una cosa simile non si era mai verificata in tutta la storia della liturgia. Si diede l’impressione che questo fosse del tutto normale”, ma, scriveva Ratzinger “la promulgazione del divieto del messale che si era sviluppato nel corso dei secoli, fin dal tempo dei sacramentali dell’antica Chiesa, ha comportato una rottura nella storia della liturgia, le cui conseguenze potevano essere solo tragiche…  <span>si fece a pezzi l'edificio antico e se ne costruì un altro”. </span></span>
    <span>("La mia vita", 1997, p. 113-115). </span>
    Solo i ciechi volontari possono continuare a negare l'evidenza di tale distruzione sistematica e spietata: e costoro sono gli ignoranti che non vogliono assolutamente imparare nulla dalla storia, perchè seguono una precisa IDEOLOGIA.

    RispondiElimina
  173. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 15:26

    Perché, cara Luisa, ogni tanto mi piace divertirmi. Ma poi mi accorgo che la pena supera il divertimento.

    RispondiElimina
  174. e da cattolico
    finì a scomunicato

    ovviamente se scomunicò dda solo
    ccome ssè dice
    latae sententiae

    RispondiElimina
  175. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 15:35

    T'ho spiegato il significato di casta meretrix. La Chiesa non è meretrice, nel senso di peccatrice, ma di colei che tutti accoglie dentro di sé per salvarli. La Chiesa è senza macchia perché è fondata da Cristo, la pietra angolare e su Pietrro. E' santa perché solo in essa ci sono i mezzi di santificazione e si fonda sul sangue dei martiri e sulla santità di milioni di eletti. Peccatori son  in parte abbondante, certo, i suoi membri.Insomma peccatori siamo io e te, non la Chiesa nella quale indegnamente siamo.

    Leggiti il bel libro del Gherardini: Santa o Peccatrice?, ed. Studio Domenicano.

    RispondiElimina
  176. ttè che ccè vedi
    vedi de nun .............

    RispondiElimina
  177. DANTE PASTORELLI23 maggio 2010 15:36

    Il diavolo e l'acqua (non più) santa

    RispondiElimina
  178. Difatti che la signora si atteggi a pretessa, poco ce ne cala. Nel mondo accade di peggio.
    Che un principe della Chiesa Cattolica Apostolica Romana ne festeggi con lei il traguardo raggiunto è, però, sconcertante. Anche perchè tale gesto si inserisce in un quadro di catto-progressismo del presule che poco ci piace. E il diritto a non piacerci qualcosa spero ci voglia essere concesso...almeno quello.

    RispondiElimina
  179. il grande inganno23 maggio 2010 15:51

    poi bisogna vedere chi lo segue e chi fa solo finta di seguirlo, tradendolo nel buio come falso amico e profeta, insegnando false dottrine spacciate al posto di quella sua, da Lui consegnata alla Chiesa, manipolandola, stravolgendola per ingannare le anime, e lo pugnala così alle spalle e lo consegna ai crocifissori! (mettendo in croce in tal modo l'intera Chiesa....)

    RispondiElimina
  180. Seguo con vivo interesse il blog, soprattutto facendo tesoro dei preziosi approfondimenti di tanti illustri interlocutori, talora anche sacerdoti.
    Ora vorrei chiedere all'ottimo prof. Pastorelli qui presente di chiarirmi un dubbio sul testo del Vangelo di oggi, che ho ascoltato con l'impressione che ci fosse una parola nuova rispetto al passato.
    Si tratta di quella promessa che Gesù fa ai suoi amici dicendo:
    "Io pregherò il Padre ed Egli vi darà un altro Paraclito..."
    Ripensando ad anni scorsi, non mi pareva di ricordare quell' aggettivo "altro": chiedo dunque, prof. Pastorelli, quale significato può avere ? E' un dettaglio da trascurare, o ha una sua rilevanza ?
    Grazie per l'attenzione.

    RispondiElimina
  181. Come fai a sapere che il cardinale stava festeggiando con lei qualcosa? Probabilmente erano stati entrambi invitati da qualche parte e lei gli si è accostata per parlargli.  E poi, quando è stata scattata la foto, non era ancora una "pretessa", visto che giovedì scorso ha dichiarato in tv di essere ancora "diacona". 

    RispondiElimina
  182. Se è per questo,  anche quelli che vanno a confessarsi dai  preti maschi vetero-cattolici non ottengono ugualmente alcuna assoluzione.  Il potere di assolvere dai peccati non appartiene ai preti ( anche se validamente ordinati) che sono fuori dalla Chiesa.

    RispondiElimina
  183.   Alla fine  un concilio chi li può interpretare infallibilmente? I teologi no, i vescovi no, i papi nemmeno .......insomma siamo nel regno dell'incertezza. Altro che relativismo.... Ognuno dà la sua intepretazione e si fa papa di sé stesso.

    RispondiElimina
  184. <span>I papi ......erano infallibili come erano immortali gli dèi pagani.</span>

    RispondiElimina
  185. Assuefazione? Non mi consta proprio in relazione ai semplici "placebo" ...

    RispondiElimina
  186. a sor Pastorelli
    beccate questa ddè stamane:

    La Chiesa infatti vive costantemente della effusione dello Spirito Santo, senza il quale essa esaurirebbe le proprie forze, come una barca a vela a cui venisse a mancare il vento.

    La Pentecoste si rinnova in modo particolare in alcuni momenti forti, a livello sia locale sia universale, sia in piccole assemblee che in grandi convocazioni. I Concili, ad esempio, hanno avuto sessioni gratificate da speciali effusioni dello Spirito Santo, e tra questi vi è certamente il Concilio Ecumenico Vaticano II.
    Mò mmè farai a solita manfrina.........
    ma er problema nun cellà er Papa ddè dimostrà
    ccè llaì te ddè obbedì..........

    RispondiElimina
  187. der trippa ovvio

    RispondiElimina
  188. La Chiesa infatti vive costantemente della effusione dello Spirito Santo, senza il quale essa esaurirebbe le proprie forze, come una barca a vela a cui venisse a mancare il vento.  
     
    La Pentecoste si rinnova in modo particolare in alcuni momenti forti, a livello sia locale sia universale, sia in piccole assemblee che in grandi convocazioni. I Concili, ad esempio, hanno avuto sessioni gratificate da speciali effusioni dello Spirito Santo, e tra questi vi è certamente il Concilio Ecumenico Vaticano II.

    RispondiElimina
  189. <span>a sor Pastorelli  
    beccate questa ddè stamane:  
     
    La Chiesa infatti vive costantemente della effusione dello Spirito Santo, senza il quale essa esaurirebbe le proprie forze, come una barca a vela a cui venisse a mancare il vento.  
     
    La Pentecoste si rinnova in modo particolare in alcuni momenti forti, a livello sia locale sia universale, sia in piccole assemblee che in grandi convocazioni. I Concili, ad esempio, hanno avuto sessioni gratificate da speciali effusioni dello Spirito Santo, e tra questi vi è certamente il Concilio Ecumenico Vaticano II.  </span>
    <span>
    Mò mmè farai a solita manfrina.........  
    ma er problema nun cellà er Papa ddè dimostrà  
    ccè llaì te ddè obbedì..........</span>

    RispondiElimina
  190. La Chiesa infatti vive costantemente della effusione dello Spirito Santo, senza il quale essa esaurirebbe le proprie forze, come una barca a vela a cui venisse a mancare il vento.

    La Pentecoste si rinnova in modo particolare in alcuni momenti forti, a livello sia locale sia universale, sia in piccole assemblee che in grandi convocazioni. I Concili, ad esempio, hanno avuto sessioni gratificate da speciali effusioni dello Spirito Santo, e tra questi vi è certamente il Concilio Ecumenico Vaticano II.

    RispondiElimina
  191. La Chiesa infatti vive costantemente della effusione dello Spirito Santo, senza il quale essa esaurirebbe le proprie forze, come una barca a vela a cui venisse a mancare il vento.

    La Pentecoste si rinnova in modo particolare in alcuni momenti forti, a livello sia locale sia universale, sia in piccole assemblee che in grandi convocazioni. I Concili, ad esempio, hanno avuto sessioni gratificate da speciali effusioni dello Spirito Santo, e tra questi vi è certamente il Concilio Ecumenico Vaticano II.

    RispondiElimina
  192. pena fijo mio pena............

    RispondiElimina
  193. Romanz ...mi fai morire ahahahahahahahaha !!!

    RispondiElimina
  194. a sor Pastorelli
    gliè ortodosso o no
    quello che ha detto er sor Papa stamattina..............

    <span>La Chiesa infatti vive costantemente della effusione dello Spirito Santo, senza il quale essa esaurirebbe le proprie forze, come una barca a vela a cui venisse a mancare il vento.  
     
    La Pentecoste si rinnova in modo particolare in alcuni momenti forti, a livello sia locale sia universale, sia in piccole assemblee che in grandi convocazioni. I Concili, ad esempio, hanno avuto sessioni gratificate da speciali effusioni dello Spirito Santo, e tra questi vi è certamente il Concilio Ecumenico Vaticano II.
    </span>

    RispondiElimina
  195. "certamente"

    RispondiElimina
  196. Ariodante Dalla23 maggio 2010 18:03

    Ad multos annos Madre Maria Vittoria!!
    Ti auguro un fecondo lavoro pastorale nella tua Comunità di Milano dedicata a Gesù di Nazareth.
    Non dare retta a queste persone che cercano di screditare te e la Venerabile Chiesa Vetero Cattolica.
    Spero di conoscerti presto.
    Un cordiale saluto in Cristo nostro Signore
    Dante

    RispondiElimina
  197. UN CONCILIO PUO' ANCHE FALLIRE:
    QUANDO GLI UOMINI OPPONGONO RESISTENZA ALLO SPIRITO SANTO

    <span>"Un cristiano, a maggior ragione se prete ed ancor più teologo, non può considerar un Concilio ecumenico alla stregua di ogni altro avvenimento storico. Un Concilio, infatti, si stacca dall’accavallarsi ed intrecciarsi degli avvenimenti socio-politici e tutti li trascende in ragione della sua origine remota e del suo respiro soprannaturale: lo Spirito Santo lo promuove e lo guida. </span><span><span>Ciò non toglie che l’azione dello Spirito Santo non possa trovar resistenza, formale o materiale, nella libertà degli uomini che dan vita al momento conciliare</span></span><span>. Da questa possibilità insorge la grande alea che proietta sullo sfondo del Concilio – ogni concilio in quanto tale – perfino la possibilità di un fallimento; qualcuno è andato oltre e si è chiesto se un Concilio ecumenico possa incorrere in errori sulla Fede e la Morale. I pareri son discordi, ma si dovrebbe univocamente convenire soltanto sul possibile prevalere della perversa libertà umana contro l’azione dello Spirito Santo. Il mio parere è che ciò possa verificarsi, ma nel preciso momento in cui si verifica, il Concilio ecumenico cessa di esser tale".</span>


    <p><span>C’è Concilio e concilio</span>
    </p><p>di Mons. Brunero Gherardini
    </p>

    RispondiElimina
  198. UN CONCILIO PUO' ANCHE FALLIRE:
    QUANDO GLI UOMINI OPPONGONO RESISTENZA ALLO SPIRITO SANTO

    <span>"Un cristiano, a maggior ragione se prete ed ancor più teologo, non può considerar un Concilio ecumenico alla stregua di ogni altro avvenimento storico. Un Concilio, infatti, si stacca dall’accavallarsi ed intrecciarsi degli avvenimenti socio-politici e tutti li trascende in ragione della sua origine remota e del suo respiro soprannaturale: lo Spirito Santo lo promuove e lo guida. </span><span><span>Ciò non toglie che l’azione dello Spirito Santo non possa trovar resistenza, formale o materiale, nella libertà degli uomini che dan vita al momento conciliare</span></span><span>. Da questa possibilità insorge la grande alea che proietta sullo sfondo del Concilio – ogni concilio in quanto tale – perfino la possibilità di un fallimento; qualcuno è andato oltre e si è chiesto se un Concilio ecumenico possa incorrere in errori sulla Fede e la Morale. I pareri son discordi, ma si dovrebbe univocamente convenire soltanto sul possibile prevalere della perversa libertà umana contro l’azione dello Spirito Santo. Il mio parere è che ciò possa verificarsi, ma nel preciso momento in cui si verifica, il Concilio ecumenico cessa di esser tale".</span>


    <p><span>C’è Concilio e concilio</span>
    </p><p>di Mons. Brunero Gherardini
    </p>

    RispondiElimina
  199. <span>Mi permetto di dire che penso che abbia rilevanza e che io gli ho dato QUESTA : si tratta dello Spirito del Signore Risorto (quello che "il Padre vi manderà nel mio Nome"), cioè lo Spirito Santo che ha in Sé anche al natura di Cristo Redentore...  
    </span>

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.