Post in evidenza

Ora puoi... aiutare MiL

Se volete aiutare e sostenere MiL, potete fare una donazione anche piccola.   Ricordiamo ai nostri lettori infatti che MiL si sostiene solo ...

martedì 27 dicembre 2022

SEMINARIO FORMATIVO. Stranieri a casa propria Il canto dei cattolici inglesi in tempo di Riforma

Riceviamo e pubblichiamo.
Luigi

SEMINARIO FORMATIVO
Stranieri a casa propria
Il canto dei cattolici inglesi in tempo di Riforma
con Enrico Correggia

L’approvazione dell’Act of Supremacy di Enrico VIII, nel 1534, diede inizio a un periodo piuttosto tumultuoso, dal punto di vista religioso, in Inghilterra.
Di lì a poco, i Cattolici sarebbero entrati in clandestinità, celebrando le loro funzioni in cappelle domestiche.La storia ci ha consegnato i resoconti degli anglicani, nuovamente vittoriosi dopo la breve restaurazione di Maria Tudor col regno di Elisabetta. Ma cosa e come cantavano i Cattolici in questi tempi difficili in cui si sentivano stranieri a casa loro? Cosa rendeva il canto liturgico inglese singolare rispetto a quello continentale? Cerchiamo di scoprirlo insieme con un focus particolare sui due titani dell’epoca: Thomas Tallis e William Byrd.
Approfondisci il tema con il seminario "Stranieri a casa propria - Il canto dei cattolici inglesi in tempo di Riforma" del Prof. Enrico Correggia.

STRUTTURA DEL SEMINARIO
Il seminario è articolato in 1 lezione di 1 ora e 30 minuti, di cui un'ora dedicata alla formazione più la discussione. Il seminario non si svolge "live", la lezione è registrata e disponibile on demand.

Al completamento del seminario riceverai l'attestato di partecipazione ufficiale di Schola Palatina. Visita la pagina del seminario e scopri tutti i dettagli.


Per qualsiasi domanda o dubbio ti invitiamo a consultare le nostre FAQ aggiornate e se non trovi la risposta al tuo quesito rispondi a questa email o scrivici a info@scholapalatina.it. Saremo felici di aiutarti!

IL DOCENTE

Prof. Enrico Correggia

Musicista poliedrico, Enrico Correggia si è formato come direttore e compositore con illustri maestri di caratura internazionale. Particolarmente attento allo studio e alla valorizzazione del repertorio sacro medievale e rinascimentale, per la sua voce da basso profondo è molto richiesto come cantante collaborando con varie realtà professionali in Italia e all’estero, tra le quali la Cappella Musicale Pontificia Sistina. Apprezzato conferenziere e studioso, affianca all’attività musicale un forte impegno come divulgatore storico. È titolare di rubrica sulla rivista "Choraliter" e nel 2020 ha curato un'edizione critica integrale dell'Officium Hebdomadae Sanctae di Tomás Luis De Victoria.