Post in evidenza

Ora puoi... aiutare MiL

Se volete aiutare e sostenere MiL, potete fare una donazione anche piccola.   Ricordiamo ai nostri lettori infatti che MiL si sostiene solo ...

mercoledì 14 dicembre 2022

NOSTRE INFORMAZIONI di mons. Eleuterio Favella: il Decreto «Ecclesia evacuans»

Per tramite del suo segretario diacono Ambrogio Fidato e per via diplomatica attraverso il Cancelliere Don Pietro Zecchini, abbiamo ricevuto la seguente informazione ex Aedibus da S.E.R. Mons. Eleuterio Favella, per grazia di Dio e della Sede Apostolica Arcivescovo di Synossi in partibus, Assistente al Sacro Soglio e Giudice Ordinario della Curia Romana e suo Distretto, nonché Abate Commendatario di Santa Cecilia in Urbe.
La comunicazione segue al video della professione di fede e del giuramento di fedeltà di don Vito Piccinonna, Vescovo eletto di Rieti, in jeans e piumino (QUI, ripreso da MiL QUI).
Grati a Sua Eccellenza Reverendissima per il rinnovato privilegio della sua considerazione nel volerci segnalare alcuni documenti che altrimenti passerebbero inosservati o non verrebbero evidenziati come dovrebbero ed inginocchiati al bacio dell’anello, ci professiamo imperituramente suoi servitori umilissimi et figli devoti in Cristo, e imploriamo la sua augusta benedizione.

L.V.

NOSTRE INFORMAZIONI

La S. Congregazione dei vescovi (e) irregolari ha 
reso noto stamane, con nota diramata dalla Sala Stampa della S. Sede, che con il Decr. «Ecclesia evacuans», approvato ieri «ex audientia Ss.mi», si è autorizzato formalmente per il futuro il giuramento dei vescovi eletti che cada dal 1º giugno al 30 settembre di ogni anno, in calzoni corti, camicia hawaiana e ciabatte infradito, a tal fine queste ultime equiparate ai calzari pontificali ai sensi del Motu pr. «In exitu Israel» del S. Padre Francesco in data 31 giugno 2016.


2 commenti:

  1. Preferisco in tutto l'esempio di Salvatore Joseph Cordileone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono esempi educativi ed altri assolutamente no.

      Elimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione