Post in evidenza

Elenco Messe tradizionali in Italia: URGE UN AGGIORNAMENTO

Cari lettori di MiL, molti di voi ci hanno scritto, giustamente, per lamentarsi del fatto che l'elenco delle Messe tradizionali del nost...

martedì 1 novembre 2022

Requiem per la Cappella Musicale del Duomo di Modena, ammazzata , anche se godeva, pare, di ottima salute

Riceviamo e pubblichiamo.
Ci chiediamo perchè questa improvvisa e improvvida  austerity sia stata scagliata contro un buon esempio di aiuto ecclesiale come la musica sacra e non tagliando i vari rami secchi, dalle giornate del creato ai convegni pastorali inutili che  continuano, invece, a imperversare.
Si parla sempre di pastorale per giovani e bambini: quale miglior mezzo che far cantare le sacre lodi a decine di bimbi e ragazzi? 
Sommessamente ci dicono le nostre fonti che la dannosa soppressione della Parrocchia del Duomo di Modena abbia fatto calare drasticamente le offerte dei fedeli (si parla dell'85% in meno): perchè proprio loro ad essere colpiti?
Aggiungiamo che le parole date si mantengono: l'accordo era trentennale o no? O i patti non valgono per preti e vescovi?
Se lo meritano, se le cose stessero veramente così, l'8xmille?
QUI La Pressa.
Luigi


I coristi della Cappella Musicale del Duomo di Modena comunicano con rammarico, per chiarire i dubbi, le perplessità ed evitare fraintendimenti, che nella passata settimana il Capitolo Metropolitano del Duomo di Modena ha provveduto a revocare, dopo appena nove anni, la convenzione trentennale che garantiva una sede ai cori della Cappella Musicale e, quattro giorni dopo, a licenziare con effetto immediato il Maestro di Cappella e Organista Titolare Daniele Bononcini, adducendo a giustificazione motivi di carattere economico.

Siamo sgomenti, mortificati e profondamente delusi dinanzi a queste decisioni e alle dinamiche con cui sono state comunicate, ma pienamente uniti fra noi (30 coristi della Schola Gregoriana, 53 coristi della Schola Polifonica, 30 Pueri e Juvenes Cantores) e con il Maestro.
Desideriamo esprimere con forza la nostra piena solidarietà al Maestro, e insieme a lui ci riteniamo impegnati già da ora a dare continuità all’ultra ventennale percorso spirituale e musicale da lui iniziato e portato avanti, eventualmente declinando il progetto in un differente contesto. L’amore per la grande musica sacra è la nostra eredità.

Dal comunicato ufficiale del Maestro:

“In questi 26 anni mi sono speso con passione e amore per portare la Cappella Musicale del Duomo, l’istituzione musicale più antica della città operante sin dal 1453, a importanti livelli di prestigio, secondo modelli internazionali che ho conosciuto e studiato negli anni per trarre ispirazione. Ho prestato servizio in oltre 9000 liturgie, promosso quasi 600 concerti, dato vita alla scuola interna e raccolto in cattedrale le scholæ cantorum della Diocesi.
Il patrimonio culturale, umano e spirituale costruito in oltre un quarto di secolo ha un valore incalcolabile, non solo per le persone che sono state coinvolte direttamente, ma anche per i numerosi fedeli e spettatori che hanno goduto della nostra musica: solo nel 2021 i nostri concerti sono stati seguiti da oltre 101.000 persone, significando un’autentica attestazione di stima”.

I coristi:

Pueri Cantores della Divina Misericordia

Juvenes Cantores

Schola Polifonica

Schola Gregoriana

Maestri della Cappella Musicale

e famiglie






1 commento:

  1. Non Metuens Verbum3 novembre 2022 06:29

    i pidocchiosi non sanno che esistono anche leggi civili, a tutela del rapporto di lavoro ?

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione