Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

venerdì 4 novembre 2022

Newsletter TFP italiana ottobre 2022

Riceviamo dalla TFP italiana e pubblichiamo.
Luigi

TFP NEWSLETTER 6 OTTOBRE 2022


PER QUANTO TEMPO ANCORA IGNOREREMO LA MINACCIA PIÙ GRANDE?

di Edwin Benson
Da Nixon in poi, tutti i presidenti americani hanno favorito una continua espansione delle relazioni e del commercio con la Cina, nella vana speranza che il miglioramento dei rapporti con l'Occidente avrebbe reso il gigante asiatico più aperto e promosso al contempo la pace nel mondo. Adesso è però giunto il momento di togliersi i paraocchi. La Cina non è mai stata all'altezza dell'ottimismo ingiustificato dell'Occidente. Il popolo cinese non è mai stato libero. Da quando i comunisti hanno preso il potere, hanno perseguito il loro programma di dominio del mondo.


PLINIO CORRÊA DE OLIVEIRA: UN UOMO DI FEDE, DI PENSIERO, DI LOTTA E DI AZIONE

La luminosa traiettoria di Plinio Corrêa de Oliveira ha attraversato quasi da un estremo all’altro il XX secolo imprimendogli un segno indelebile. A un mese di distanza dalla sua morte, avvenuta il 3 ottobre del 1995, i soci, cooperatori e corrispondenti della Società Brasiliana per la Difesa della Tradizione, Famiglia e Proprietà (TFP) come pure le altre TFP e associazioni affini, autonome e consorelle, sparse in ventisei Paesi dei cinque continenti, offrirono un omaggio filiale e pieno di gratitudine a colui che, fino alla fine, guidò e stimolò con consigli, orientamenti e soprattutto con l’esempio, la battaglia ideologica in favore della Civiltà Cristiana. È questo omaggio che oggi riproponiamo alla vostra lettura.


1 OTTOBRE/SANTA TERESINA DEL BAMBIN GESÙ: UN'INFANZIA CONSAPEVOLE, RIFLESSIVA, GIUDIZIOSA

di Plinio Corrêa de Oliveira
“Nelle Confessioni, Sant’Agostino disse di se stesso, riferendosi al periodo della sua infanzia: Ero un fanciullo tanto piccolo, e già un sì grande peccatore. Di Santa Teresina si potrebbe dire: Era una bambina tanto piccola, e già una sì grande santa. Perché il suo sguardo ha qualcosa che mi risulta difficile da esprimere adeguatamente, ma che comunque esprime quella tendenza dell'anima alle cose che sono del tutto superiori”.


TFP NEWSLETTER 14 OTTOBRE 2022

GLI ABORTISTI CORREGGONO IL LORO SLOGAN: NON DITE PIÙ “MY BODY, MY CHOICE” - "IL MIO CORPO, LA MIA SCELTA”

di John Horvat
Ora è ufficiale. Il sito di sinistra The New Republic riporta che Planned Parenthood e le femministe radicali stanno eliminando l'uso della parola "scelta" dal loro lessico abortista. La mossa è sorprendente, poiché la parola "scelta" è stata a lungo l'arma preferita nell'arsenale delle femministe. Trasmette l'idea confusa di "libertà" casuale che piace a molte persone. Ma ora il problema è proprio questo. È tanto casuale da sminuire la “necessità” di una legislazione abortista come quella garantita dall'abolita sentenza Roe vs. Wade.


LEGGE ETERNA E NATURALE: FONDAMENTO DELLA MORALE E DEL DIRITTO

di Luiz Sérgio Solimeo
Proponiamo ai nostri lettori un articolo che, con la morale e la legge naturale sempre più sotto assedio, è utile per rinfrescare le ragioni della legittimità della nostra posizione. O accettiamo che il fondamento della morale e della legge risiede nella saggezza di Dio e nella natura delle cose o ci impantaniamo nelle sabbie mobili del relativismo odierno.


DALLA RETE “OMOSESSUALITÀ È DI NATURA”: MILANO SUPERA IL SEGNO

di Luisella Scrosati
Il mensile della Chiesa di Milano Il Segno dedica la copertina di ottobre al “tabù omosessualità". Un concentrato di tesi per normalizzare la condizione omosessuale, accettarla come "di natura" e "espressione di amore cristiano", arrivando a rimproverare la Chiesa di averle sbarrato la strada con una dottrina chiusa. L'immagine è quella di una Chiesa liquida.


DALLA RETE I TRE BUCHI NERI DEL SINODO CHE METTONO IN PERICOLO LA CHIESA

di Stefano Fontana
Il percorso che culminerà nel 2023 con il Sinodo dei Vescovi presenta almeno tre buchi neri. Il primo è che la sua conduzione non ha niente di sinodale, confermando l’atteggiamento imperativo di Francesco. Il secondo buco nero riguarda l’ascolto, viziato dal fatto che si è già deciso cosa ascoltare e cosa no. Il terzo è l’idea di introdurre nella Chiesa la democrazia liberale. Ma così si snatura la stessa Chiesa.


LA CROCIATA DEL SECOLO XX

di Plinio Corrêa de Oliveira
È carattere peculiare della Chiesa la produzione di una cultura e di una civiltà cristiana. La produzione di tutti i suoi frutti in un’atmosfera sociale pienamente cattolica. Il cattolico deve aspirare a una civiltà cattolica come l’uomo imprigionato in un sotterraneo desidera l’aria libera, e il passero imprigionato anela a riconquistare gli spazi infiniti del cielo. È questa la nostra finalità, il nostro grande ideale. Avanziamo verso la civiltà cattolica che potrà nascere dalle rovine del mondo moderno, come dalle rovine del mondo romano è nata la civiltà medioevale.


TFP NEWSLETTER 29 OTTOBRE 2022


PRESENTAZIONE/IL CAMMINO SINODALE TEDESCO E IL PROGETTO DI UNA NUOVA CHIESA

di Julio Loredo
Le forze del male si oppongono da sempre all’opera redentrice di Nostro Signore Gesù Cristo e, in modo particolare, alla sua Santa Chiesa. Quest’ultima, ai nostri giorni, è investita da un nemico che vuole scardinarla dalle fondamenta, reinventandola su basi diverse da quelle volute dal suo Fondatore. Oggi, questo vecchio nemico della Chiesa si presenta sotto le vesti del “Cammino sinodale tedesco”. L’Associazione Tradizione Famiglia Proprietà ne denuncia il volto mediante la pubblicazione di uno studio del Dottor Diego Benedetto Panetta – a breve disponibile - intitolato Il Cammino sinodale tedesco e il progetto di una nuova Chiesa. Quella che qui riportiamo è la presentazione di Julio Loredo, presidente della TFP italiana, al menzionato studio.


«WOKISMO»: IL TOTALITARISMO DEL SECOLO XXI

di Attilio Faoro
Il wokismo è un'ideologia totalitaria che estrapola ed esaspera lo schema marxista della lotta di classe in tutte le relazioni umane in un modo che non si vedeva dai tempi della Rivoluzione culturale di Mao Tse-tung... Se l'Occidente non cambierà radicalmente il suo atteggiamento materialista e edonista, potrà essere seppellito dai suoi fanatici e onnipresenti seguaci. Un funerale senza fiori né corone.


FRANCIA: L'ECOLOGISMO POLITICO, UNA NUOVA DITTATURA?

di Antoine Béllion
A poco a poco, le maschere cadono: i Verdi sempre più fanno vedere che non vogliono proteggere l'ambiente quanto rieducare i cittadini secondo i precetti aggiornati del marxismo. Secondo loro la natura è solo un modo per far ingoiare al pubblico la pillola amara della loro agenda di sinistra.


IL PADRE È SIMBOLO DI DIO

di padre Vilmar Pavesi
“Con la generazione, Dio stabilisce un legame di superiorità e di inferiorità tra gli uomini, perché i padri sono superiori ai figli. I figli dipendono sempre dai genitori. La famiglia, istituita dal Creatore, è fatta di autorità, gerarchia e amore mutuo che nasce dal sangue. L’autorità del padre è il simbolo del dominio di Dio sulla creazione. In quanto Creatore, Dio è il padrone assoluto di tutte le cose. Ebbene, il nostro papà è l’immagine, il simbolo, di Dio Creatore”. Testo del sermone di padre Vilmar Pavesi tenuto nella parrocchia della Santissima Trinità dei Pellegrini, Roma, domenica 23 ottobre 2022.


TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ: IL PERCHÉ DI UN LEMMA

di Plinio Corrêa de Oliveira
Tradizione, Famiglia e Proprietà non è un lemma qualsiasi. È il trinomio anticomunista e antiprogressista per eccellenza, che suscita la simpatia di quanti amano la civiltà cristiana e l'avversione, se non addirittura l'odio, di tutti coloro che, in grado minore o maggiore, si sono lasciati infettare dal virus rivoluzionario. Per instaurare una società collettivista e autogestionaria — come vogliono i post-comunisti ed i progressisti di tutte le sfumature — è necessaria la distruzione di questi tre pilastri della nostra civiltà.