Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

sabato 19 novembre 2022

Il New York Times sottolinea l'ascesa della Messa Tradizionale negli Stati Uniti #traditioniscustodes

Alla faccia di Traditionis custodes...
Come diceva la comunista spagnola Dolores Ibarruri (ma detta per la prima volta a Verdun da Petain), e la facciamo nostra, "NO pasaran".
Grazie a Michelangelo per la segnalazione e la traduzione.
Luigi

Infovaticana, Carlos Esteban | 17 novembre, 2022

"Nonostante la disapprovazione del Papa", assicura in un articolo il giornale di riferimento della stampa mondiale laicista, notando come il rito millenario della Messa stia crescendo in frequenza nella prima potenza mondiale.
Naturalmente, il New York Times non lo vede con gli occhi della fede, ma con una visione politica, ma è comunque interessante avere una visione 'esterna' di un fenomeno che il motu proprio papale Traditionis custodes ha cercato di contrastare e che continua a guadagnare popolarità tra i cattolici nordamericani.
"La tradizionale Messa in latino, un'antica forma di culto cattolico che Papa Francesco ha cercato di scoraggiare, sta vivendo una rinascita negli Stati Uniti", si legge nell'articolo. "Attira un mix sovrapposto di tradizionalisti estetici, giovani famiglie, nuovi convertiti e critici di Francesco. E la sua rinascita, stimolata dagli anni della pandemia, fa parte di un crescente ceppo di destra all'interno del cristianesimo americano nel suo complesso".

Il documento osserva come questo tentativo di repressione, e la sua reazione paradossale da parte dei fedeli aderenti alla Messa tradizionale, stia creando un cuneo all'interno della Chiesa nazionale. "La Messa ha scatenato una battaglia per procura in espansione nella Chiesa americana, non solo sui canti e le preghiere, ma anche sul futuro del cattolicesimo e sul suo ruolo nella cultura e nella politica", si legge.

"L'America sembra ora avere almeno 600 luoghi che offrono la Messa tradizionale, la maggior parte di qualsiasi altro Paese. Più di 400 posti la offrono ogni domenica, secondo un elenco online".

"Questa crescita arriva dopo che Papa Francesco ha dato un giro di vite, emettendo nuovi limiti rigorosi sul rito l'anno scorso. Il suo immediato predecessore, Papa Benedetto XVI, aveva ampliato l'accesso alla Messa antica, ma Francesco l'ha definita una fonte di divisione nella Chiesa e ha detto che è troppo spesso associata a un più ampio rifiuto degli obiettivi del Concilio Vaticano II".

"A un certo livello, la divisione sulla Messa antica rappresenta uno scontro di priorità e lotte di potere nella leadership della Chiesa. Nei banchi e nelle parrocchie è più complicato. Molti cattolici dicono di essere attratti dalla Messa per motivi spirituali, spinti da preferenze estetiche e liturgiche piuttosto che dalla partigianeria".