Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

lunedì 19 settembre 2022

Novus horror Missae news: il Vescovo di Brescia scrive (e condanna fermamente) don Corazzina il prete della Messa alla "bersagliera" e gli impone di chiedere scusa #traditioniscustodes #desideriodesideravi


Pubblichiamo la lettera che mons. Pierantonio Tremolada, Vescovo di Brescia ha scritto (foto a lato e in fondo) oggi 19 settembre a don  Fabio Corazzina, parroco di Fiumicello (Diocesi di Brescia), celebrante di quella grottesca e  sacrilega Messa QUI,  fatta uscire da MiL e pure integralmente uscita sulla pagina  Facebook del sacerdote (QUI).
La lettera è ferma e convincente e afferma "considero molto grave quanto avvenuto [trascuratezza e superficialità [...] l'abbigliamento, il modo di trattare le sacre specie, la libertà nel formulare le orazioni e la stessa preghiera eucaristica, alcune battute fuori luogo e infelici. Non si può condividere tutto questo. [...] Mi stupisce che tu non abbia pensato alle conseguenze di un simile atto, per altro intenzionalmente portato all'attenzione pubblica attraverso i social. Come non rendersi conto dello sconcerto e del dolore che avrebbe provocato - e di fatto ha provocato - in tante persone che amano profondamente l'Eucarestia [...] 
L’Eucaristia, «il bene più prezioso che la Chiesa possiede», domanda «un cuore grato e prima ancora ammirato». E va celebrata con «assoluto rispetto» e «interiore devozione». Dunque: no a disinvolture, trascuratezze”
Qui occorre davvero fare ammenda e chiedere umilmente scusa. [...] Ti chiedo poi di scegliere un gesto penitenziale, che esprima la consapevolezza della tua responsabilità e in qualche modo intervenga a riparare quanto accaduto. [...] Ti raccomando d'ora vigilare affinchè tutto questo non si ripeta [...]".
Grazie a mons. Vescovo perchè ha chiarito la gravità dell'atto. Approviamo anche la scelta, per ora dichiarata, di pubblicare la lettera e la richiesta di scuse pubbliche del sacerdote, scelta seria, onesta e purtroppo rara.
Ad ora, purtroppo, il post su Facebook del video della grottesca Messa era ancora pubblico e, pur con moltissimi commenti di disapprovazione, una frangia di fan di don Corazzina lo difendeva ancora a spada tratta.
Come abbiamo scritto nel nostro post precedente, quasi quasi, la Messa sul materassino del prete milanese (QUI, QUI, QUI, QUI e QUI) diventa meno grave.
Visti però i post precedenti della pagina Facebook di don Corazzina siamo meno ottimisti del Vescovo sul comportamento futuro del sacerdote....
Comunque, grazie Eccellenza!
Luigi