Post in evidenza

Elenco Messe tradizionali in Italia: URGE UN AGGIORNAMENTO

Cari lettori di MiL, molti di voi ci hanno scritto, giustamente, per lamentarsi del fatto che l'elenco delle Messe tradizionali del nost...

domenica 10 luglio 2022

Ma l'uomo in camicia Jamaica e canottiera è l'Arciprete di S. Pietro card. Mauro Gambetti?

Per ridere un po': il signore nella foto, a destra con camicia sbarazzina tipo Jamaica blu, canottiera i vista e sbracato con amici e amiche, dovrebbe essere Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale Mauro Gambetti O.F.M Conv., Arciprete dell'Arcibasilica Vaticana di San Pietro, uomo rivestito della sacra porpora?
Vedi foto sotto in abito cardinalizio.
Pensiamo alla dignità dei cardinali Marella, Ottaviani, per non parlare di Merry del Val, Pacelli e Tardini.
QUI altri vestiti alla "scappati di casa" in t-shirt e polo, nessuno vestito da prete, alla visita del Papa ai gesuiti; il Prefetto all'Economia accoglie il S. Padre in Lacoste.
La foto a fianco appare  sulla Pagina Facebook di Silere non possum QUI.
Luigi














7 commenti:

  1. Tradipettegola 2000 scoop! Cardinale ripreso nell’ambiguo atto di rapinare una banca…no, no…stuprare un chierichetto…peggio, peggio!
    Cardinale pizzicato a rilassarsi in pizzeria con amici e fedeli, probabilmente al termine di qualche evento.
    Certo che siete proprio miseri.
    Invece l’altro post dove dei poveri adolescenti sono imbevuti di propaganda da dei tipi loschi usciti da chissà che setta che indossano una specie di toga finta sopra la giacca è una cosa da applaudire.

    Peccato che siate tutti anonimi su questo sito, sarebbe bellissimo spiarvi nei vostri momenti privati e poi spiattellare tutto su internet.

    Ma vergognatevi, non avete limite alla bassezza pur di racimolare like da altri bigotti guardoni come voi altri.
    Fate pena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche i cardinali sono soggetti al Codice di Diritto Canonico, «i chierici portino un abito ecclesiastico decoroso» secondo le norme emanate dalle varie conferenze episcopali.". Basta questo.

      Elimina
    2. Strano che, quando mons. De Kerimel, giustamente, voleva porre fine alla pratica di vestire dei seminaristi laici in veste e cotta appellandosi allo stesso CDC, gli abbiate dato addosso.
      Quindi il CDC vale quando vi fa comodo? Del resto, siamo in Italia: la legge, per gli amici, si interpreta; per i nemici si applica.

      Elimina
  2. Ma fatemi capire... cosa vi ha fatto il Cardinale Gambetti di preciso? Ha la colpa di essere conventuale? Ha la colpa di essere stato nominato da Papa Francesco? Ha la colpa di essere il successore del Cardinale Comastri? No, sinceramente vorrei tanto capire perchè in questo sito è un continuo bersagliarlo! Ha un ars celebranti bellissimo: canta tutto, indossa bei paramenti e fa delle omelie stupende! Ha fatto molte visite e ha indossato quasi sempre l'abito corale (vedi Imola, vedi Atri tanto per fare un esempio) ma voi lo bersagliate di continuo... forse perchè non è conforme alle vostre paturnie? Forse perchè non indossa pizzi e pianete (mi basta ri-citare Imola dove nella Solenne Celebrazione da lui presieduta per l'apertura della Porta Santa ha indossato una bellissima pianeta, camice in pizzo e dalmatica pontificale: fate vedere anche questo però non solo le vostre critiche). Il suo lavoro poi alla Fabbrica di San Pietro lo sta facendo secondo me mooolto bene! Più Cardinali come lui! Il Signore lo protegga e lo guidi nel suo ministero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma su questo sito attaccano tutti, non ti sei ancora accorto? Guarda solo il modo vomitevole col quale trattano Papa Francesco!

      Elimina
  3. Il pesce puzza dalla testa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece in altri ambienti puzza tutto! Sarà per quello che sono fissati con gli incensi?

      Elimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione