Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

venerdì 17 giugno 2022

I francescani in Germania eleggono un sacerdote apertamente gay come nuovo superiore

Ma a chi ha tendenze omosessuali radicate, secondo le regole della Chiesa (anche recentemente da Francesco), non dovrebbe essere proibita l'ordinazione sacerdotale?
Luigi

Di Sabino Paciolla, Giugno 16, 2022

“Se io stesso sono gay, allora voglio dimostrare che posso anche far parte della Chiesa in questo ministero. Questo è importante perché non dovrebbe essere così nella Chiesa. Purtroppo c’è troppa ipocrisia istituzionale nella nostra Chiesa”, ha detto.

Articolo dello Staff del Catholic News Agency, che vi propongo nella mia traduzione.

La provincia francescana di Santa Elisabetta, che conta 300 membri, ha eletto come nuovo superiore padre Markus Fuhrmann, che poche settimane fa ha fatto pubblicamente coming out come omosessuale.
In un’intervista rilasciata a MK-Online, il sito ufficiale dell’arcidiocesi di Monaco e Frisinga, Fuhrmann ha spiegato perché ha reso pubblica la sua omosessualità.
“Se io stesso sono gay, allora voglio dimostrare che posso anche far parte della Chiesa in questo ministero. Questo è importante perché non dovrebbe essere così nella Chiesa. Purtroppo c’è troppa ipocrisia istituzionale nella nostra Chiesa”, ha detto.

Inoltre, il nuovo superiore francescano ha dichiarato di “sostenere personalmente gli sforzi del Cammino Sinodale, di essere favorevole a un ripensamento critico del celibato nello stile di vita sacerdotale e di essere favorevole all’accesso delle donne ai ministeri ordinati”.

Il Cammino sinodale è un controverso processo pluriennale iniziato nel dicembre 2019 che coinvolge vescovi e laici tedeschi per affrontare temi come l’esercizio del potere, la morale sessuale, il sacerdozio e il ruolo delle donne nella Chiesa, questioni sulle quali hanno espresso, pubblicamente e in varie occasioni, posizioni contrarie alla dottrina cattolica.

Alla domanda sul fatto che i suoi fratelli francescani fossero a conoscenza della sua omosessualità al momento della sua elezione, il nuovo superiore tedesco ha detto che “è stato molto bello per me sapere che questo è molto positivo per i fratelli”.

Ha aggiunto: “Ricevo molto incoraggiamento e forse questa scintilla di apprezzamento può diffondersi in altre aree della Chiesa. Penso che sia una buona cosa”.

Fuhrmann è nato il 9 agosto 1971 ad Hannover, capitale della Bassa Sassonia, in Germania. Ha emesso i voti semplici nel 1998 e la professione solenne nel 2003. È stato ordinato sacerdote il 7 maggio 2005.

A Colonia, che fa parte della Provincia di Santa Elisabetta, ha svolto il ministero degli indigenti e, prima della sua elezione, è stato vicario provinciale.

Riguardo al suo lavoro futuro, il nuovo superiore francescano in Germania ha dichiarato a MK-Online che “un grande cambiamento è imminente, e io voglio e devo dargli forma insieme ai fratelli”.


L’insegnamento della Chiesa sull’omosessualità

L’insegnamento cattolico sull’omosessualità è riassunto nelle sezioni 2357, 2358 e 2359 del Catechismo della Chiesa Cattolica.

La Chiesa insegna che gli omosessuali “devono essere accettati con rispetto, compassione e sensibilità. Si deve evitare ogni segno di ingiusta discriminazione nei loro confronti”.

Come spiega il catechismo, “la tradizione ha sempre dichiarato che gli atti omosessuali sono intrinsecamente disordinati e questa inclinazione, che è oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova”.

Il catechismo afferma: “Basandosi sulla Sacra Scrittura, che presenta gli atti omosessuali come atti di grave depravazione, la tradizione ha sempre dichiarato che gli atti omosessuali sono intrinsecamente disordinati. Sono contrari alla legge naturale. Chiudono l’atto sessuale al dono della vita. Non procedono da un’autentica complementarietà affettiva e sessuale. In nessun caso possono essere approvati”.

Fornendo ulteriori indicazioni, il catechismo dice: “Le persone omosessuali sono chiamate alla castità. Con le virtù del dominio di sé che insegnano loro la libertà interiore, a volte con il sostegno di un’amicizia disinteressata, con la preghiera e la grazia sacramentale, possono e devono avvicinarsi gradualmente e risolutamente alla perfezione cristiana”.

Padre Markus Fuhrmann (terzo da sinistra) con le nuove autorità dei Francescani in Germania. Foto di OFM.org.