Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

giovedì 26 maggio 2022

21 maggio 2022: 41° manifestazione di preghiera in difesa della Messa Tradizionale davanti alla nunziatura apostolica di Parigi #traditioniscustodes

Riceviamo e pubblichiamo.
Luigi

DIFESA DELLA MESSA TRADIZIONALE
41a MANIFESTAZIONE DAVANTI ALLA NUNZIATURA
SABATO 21 MAGGIO A PARIGI

Ci siamo ritrovati di nuovo sabato 21 maggio davanti alla Nunziatura Apostolica, dalle 12 alle 12.45, dove abbiamo pregato e manifestato.
Eravamo in unione con i fedeli parigini che si radunano:

- a Notre-Dame du Travail, le domeniche alle 18 (paristradition@gmail.com),

- a Saint Georges de La Villette, i mercoledì alle 17.00,

- a Saint François Xavier/ND du Lys (con, inoltre, un rosario per la Francia alle 19.30),

- davanti agli uffici dell'arcidiocesi, in rue du Cloître-Notre-Dame.

Tra le questioni che il vescovo Ulrich troverà al suo arrivo c'è quella della Messa tradizionale nella sua diocesi. Il suo predecessore ha incomprensibilmente iniziato una la guerra, rompendo così la pace già avviata nel 1988 dal cardinale Lustiger.

I rappresentanti di questi cattolici parigini chiederanno di essere ricevuti dal loro nuovo pastore, che verrà presentato alla diocesi lunedì 23 maggio, nella chiesa di Saint-Sulpice.

E gli proporranno di concedere immediatamente ciò che Mons. Patrick Chauvet, responsabile della celebrazione tradizionale a Parigi, aveva suggerito come possibilità, ossia la celebrazione, nelle parrocchie dove la Messa tradizionale è stata soppressa, di una Messa, ad esempio in occasione della Pentecoste, della Trinità o della Solennità del Santissimo Sacramento.

Saranno poi sodisfatte le aspettative di questa parte ben viva e attiva del gregge parigino? In ogni caso, loro sono pronti a far sentire la loro voce, ben sapendo che tutto ciò che avviene a Parigi in questo settore sarà di grande importanza per l'intera Francia.

Ma la richiesta essenziale di questi cattolici parigini è semplicemente il ripristino della pace, della carità e della giustizia. Chiederanno al nuovo Arcivescovo di attuare al più presto:

- 1. il ripristino della messa parrocchiale domenicale a Saint Georges de La Villette, che era sempre stata celebrata da sacerdoti della diocesi di Parigi.

- 2. il ripristino delle due messe feriali a Saint Georges de La Villette, che erano sempre state celebrate da sacerdoti della diocesi di Parigi

- 3. il ripristino della messa parrocchiale domenicale a N.D. du Travail, che era sempre stata celebrata da sacerdoti della diocesi di Parigi

- 4. il ripristino della messa del lunedì a Sainte-Clotilde, che era sempre stata celebrata da sacerdoti della diocesi di Parigi

- 5. Il ripristino della messa del mercoledì per i giovani, le confessioni, la predicazione, la formazione, a Saint François Xavier.

- 6. La possibilità per tutti i sacerdoti parigini che desiderano celebrare la Messa tradizionale di farlo liberamente.

- 7. la celebrazione della cresima nella forma tradizionale.

L'imminente arrivo del nuovo arcivescovo, che porterà a un cambiamento della situazione, ci fa sperare che la giustizia venga ristabilita a favore dei cattolici parigini legati alla Messa tradizionale. Infatti, abbiamo appreso con grande gioia che uno degli ultimi atti dell'arcivescovo Ulrich a Lille è stato quello di conferire le cresime con il rito tradizionale nella chiesa di Saint-Etienne.