Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

sabato 23 aprile 2022

Un geoglifo sui paramenti papali: sarà il marito della Pachamama?

L'amico don Alfredo Morselli segnala un particolare che, pur datato, non può che suscitare qualche perplessità.
Stefano

L'improvvido paramento papale usato durante la visita in Cile (2018)

In questi giorni viene diffusa in rete e in vari gruppi whatsapp la foto del Papa indossante un paramento, in cui è possibile scorgere il disegno di una figura molto ambigua: si tratta della riproduzione di un geoglifo che di trova nel nord del Cile, detto il "Gigante di Atacama"; siamo di fronte a una pachamama bis? Non proprio, ma il fatto è ugualmente grave, anche se non è possibile imputarlo al Papa direttamente.


La genialata è da imputare al sarto ecclesiastico che ha realizzato il paramento (a cui i preposti alla liturgia hanno dato carta bianca)[Vedi  QUI].
Detto sarto ha dichiarato che voleva indicare tutto il Cile con tre simboli tra cui il Gigante di Atacama, un geoglifo (un disegno sul terreno, generalmente molto grande, che viene ottenuto sia tramite la disposizione di pietre o terra, sia tramite la rimozione di esse).
E così ha ricamato nello stolone centrale:
- Il petroglifo simbolo del Cile del nord, dove di trova il gigante.
- Una croce tipica delle etnie Mapuche usata per il sud.
- Una vite simboleggia Santiago e le valli centrali.


Il problema è che il gigante è probabilmente una divinità o un antico sciamano.

Riassumendo:

Il sarto ecclesiastico ha voluto rappresentare il Cile con tre simboli che indicassero le caratteristiche di tre zone geografiche: per indicare la zona del nord ha improvvidamente scelto un monumento preistorico caratteristico sì della zona, ma raffigurante una divinità precolombiana locale (Cf Luis Briones-M., The Geoglyphs of the North Chilean Desert, p. 20)
Il geoglifo era usato anche come calendario lunare, a mo' di meridiana (ma non ho approfondito come veniva usato).
Quindi, più che un atto idolatrico del Papa, direi una stupidata o una maliziosa furbata del sarto ecclesiastico.
È sempre una cosa grave, che non può che addolorarci.

Don Alfredo Morselli

14 commenti:

  1. È vero, anche il culto di Iside assorbito dal cattolicesimo secoli fa andrebbe eliminato secondo i vostri ragionamenti. La superbia dell'uomo di media cultura è veramente trasversale. Che siano cattolici, massoni o altro se non completano il percorso fanno solo una grande confusione. Come chi parla di una città mentre è ancora in viaggio e poi scopre che era tutt'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la differenza che l'iconografia di Iside e Diana essendo iconografia di maternità gioco forza è stata usata per Maria madre di Dio e nostra, con il risultato che nulla ha più a che fare con Iside e Diana, ma solo con Maria, cioè la si è realmente cristianazzata, al contrario la Pachamama era e Pachamama rimane!

      Elimina
    2. Francamente sarebbe ora di farla finita col colpevolizzare e sminuire chiunque osi manifestare un parere dissonante da quello della massa, ebbene a me non piace che colui che rappresenta la fede cristiana ... non presti attenzione ai simboli! E poiché trovo quasi impossibile una simile "svista", penso sia una cosa voluta

      Elimina
  2. L'umiltà è o di non sapere affatto o di continuare a studiare sempre con lo spirito del bambino. Avere una cultura parziale, congelarla nei freezer ideologici e usarla per dare giudizi di tale gravità non è bene.

    RispondiElimina
  3. La domanda e':" I preposti alla liturgia sono "ferrati" sui simboli da usare e sui simboli da non usare" in casa cattolica?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proponiti tu per andare in Vaticano a sistemare le cose. Senz’altro avrai tanto da insegnare.

      Elimina
  4. Non avete proprio niente a cui pensare...

    RispondiElimina
  5. non si sa bene cosa raffigurasse il petroglifo, ci sono ipotesi ma non certezze
    per adesso tutti lo vedono solo come un importante monumento locale

    RispondiElimina
  6. L'eresia protestante che dilaga specialmente in America e contamina anche il cattolicesimo americano non comprende per ottusità degli aderenti e dei loro vili attaccamenti che il cattolicesimo per sua struttura non potrà mai avere una ortodossia fondamentalista. Qui si confonde il relativismo con la relatività della storia e gli espedienti morali pedagogici con il cuore della Legge di Dio

    RispondiElimina
  7. Avete davvero scocciato. Tirate giù la maschera piuttosto. Ora gli USA decidono pure dove deve soffiare lo Spirito Santo

    RispondiElimina
  8. Il Gigante di Atacama avrà vomitato vedendosi "citato" da un simile profano.

    RispondiElimina
  9. Sempre a guardare il dito?
    Mi spiegate la differenza coi crisantemi e i passerotti (!) che si vedono sui paramenti tradizionali durante le messe tridentine?

    RispondiElimina
  10. È Quelo di Guzzanti

    RispondiElimina
  11. Addolorarci di cosa? Meglio l'esoterismo al cattolicesimo

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione