Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

sabato 23 aprile 2022

Nomine alla CDF: confermate le anticipazioni di MiL sui mons.ri Matteo e Kennedy come Segretari. Nomi non ottimi, dal nostro punto di vista

Ci sia concesso, non senza una punta di umano orgoglio, comunicare che il bollettino odierno (22.4.2022) della Santa Sede ha confermato l’anticipazione data ieri da MiL (si veda qui) sulla nomina dei due nuovi Segretari della CDF, nomina  per altro già preannunciata addirittura in dicembre 2021 (qui, in cui MiL aveva anche dato notizia dello scorporo della Segreteria della CDF in due sezioni: dottrinale e disciplinare). 
Una nota di colore “vaticano” che non sarà sfuggita ai lettori più attenti: é la prima volta che l’indicazione del nome del Segretario (rectius: dei Segretari) della più importante Congregazione della Sede Apostolica non sia accompagnata altresì dall’assegnazione di una sede episcopale titolare al prescelto con contestuale concessione della dignità arcivescovile ad personam (così come é stata consuetudine finora, vedasi, da ultimo, la nomina del loro predecessore mons. Morandi). Se il Santo Padre non provvederà diversamente come consuetudine, il perdurare della diminutio  della dignità dei  Segretari della CDF renderebbe smaccatamente manifesta l’antipatia che il Papa prova verso  l’importante ruolo e l’alta funzione che svolge questa Congregazione a difesa dell’ortodossia della fede cattolica nel mondo. 
Sotto, il testo della nomina e il curriculum dei due monsignori. 

Sempre di oggi, per inciso, é la nomina del Prefetto (nonché del Segretario e del Sotto-Segretario) del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale (ruolo vacante da mesi a seguito delle improvvise dimissioni del precedente Prefetto, card. Turkson, anticipata anche quella da MiL, si veda qui) nella persona del cardinale gesuita Michael Czerny, S.I. ceco. Dal nostro punto di vista non poteva essere fatta  scelta peggiore! 
Roberto 


Nomina del Segretario per la Sezione Dottrinale e del Segretario per la Sezione Disciplinare della Congregazione per la Dottrina della Fede

Il Santo Padre ha nominato Segretario per la Sezione Dottrinale della Congregazione per la Dottrina della Fede il Rev.do Mons. Armando Matteo, finora Sotto-Segretario Aggiunto del medesimo Dicastero.

Il Santo Padre ha nominato Segretario per la Sezione Disciplinare della Congregazione per la Dottrina della Fede il Rev.do Mons. John Joseph Kennedy, finora Capo Ufficio nella medesima Congregazione.

Curriculum vitae del Rev.do Mons. Armando Matteo

Il Rev.do Mons. Armando Matteo è nato a Catanzaro (Italia) il 21 settembre 1970. È stato ordinato sacerdote il 20 dicembre 1997 per l’Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro-Squillace. Ha conseguito la laurea in Filosofia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano e il Dottorato in Teologia alla Pontificia Università Gregoriana di Roma. Ha svolto diversi ministeri nella propria Arcidiocesi. Ha insegnato Teologia Fondamentale presso la Pontificia Università Urbaniana. Dal 12 aprile 2021 è Sotto-Segretario Aggiunto della Congregazione per la Dottrina della Fede.

 Curriculum vitae del Rev.do Mons. John Joseph Kennedy

Il Rev.do Mons. John Joseph Kennedy è nato a Dublino (Irlanda) il 15 luglio 1968. È stato ordinato sacerdote il 13 luglio 1993 per l’Arcidiocesi Metropolitana di Dublino. Ha conseguito la Licenza e il Dottorato in Diritto Canonico alla Pontificia Università Gregoriana. Tra gli incarichi svolti in Irlanda è stato Vice-Parroco di St. Agnes Church, poi di St. Nicholas of Myra a Dublino. Dal 2003 è Officiale della Congregazione per la Dottrina della Fede e, dal 2017, è Capo Ufficio della Sezione Disciplinare nel medesimo Dicastero.

4 commenti:

  1. Conosco personalmente don Armando Matteo, persona intelligente, bravo prete e buon teologo.
    Non capisco questo vezzo di giudicare "per schieramenti" asfaltando le persone.
    Mi auguro che chi ha scritto l'articolo abbia almeno le stesse doti umane, l'intelligenza pastorale e le competenze teologiche di chi troppo frettolosamente squalifica.
    Leggendo il post non sembra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non prenderla sul personale. A certe latitudini non va bene nessuno, a meno che non si faccia fotografare con i pizzi di un metro e mezzo e i broccati del ‘700.

      Elimina
  2. Suppongo che tanto per non smentirsi mai, né in una sezione né nell'altra vi sarà la nomina di alcuna donna, non sia mai... Per la serie "il solito gattopardismo"

    RispondiElimina
  3. Evidentemente chi ha scritto sa bene che don Armando ci mette poco a presentare il mistero trinitario con immediati e strampalati "riferimenti" alla Nutella (sic!) per dirla simpaticamente ed a modo suo..
    Saluti e fidatevi!

    Ch

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione