Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

domenica 6 marzo 2022

Vescovo austriaco difende la decorazione della chiesa con l'immagine di un uomo seminudo

Grazie all'amico Michelangelo per la segnalazione e la traduzione.
Luigi

Da Redaccioninfovaticana | 04 marzo, 2022
Ci sono momenti in cui l'immaginazione di alcuni vescovi e la loro smania di attirare l'attenzione supera tutte le barriere.
Il vescovo austriaco della diocesi di Innsbruck, Hermann Glettler, ha condiviso sul suo account Instagram due immagini della decorazione della chiesa di San Giovanni a Insbruck, in Austria, per l'inizio della Quaresima. L'immagine mostra come un'enorme immagine di un uomo, un uomo omosessuale, con un torso nudo, sia stata esposta sopra il tabernacolo della chiesa.

La spiegazione del vescovo per difendere questa immagine nel luogo più importante della chiesa è stata la seguente: "Stanco? Esausto? Inizio della Quaresima: Intervento dell'Arte nella Chiesa. Messa in scena fotografica di grande formato dell'artista tirolese Carmen Brucic nella Chiesa di San Giovanni dell'Università di Innsbruck. La foto è della serie "Private Stages" a Tbilisi. David, mezzo ucraino - mostrato nella foto in uno stato di esaurimento (o solo di riposo?) - sta manifestando in questi giorni nella capitale georgiana contro la follia della guerra. L'esaurimento collettivo e personale, ma anche l'accumulo di forza per la resistenza è un problema. La Quaresima è un tempo di riflessione, di purificazione, di presa di coscienza del bisogno e di "innalzamento" della forza della fede. Vai da Gesù, in empatia. Connessione interiore con Dio. Stasera servizio con una croce di ceneri - Buona Quaresima a tutti!

Carmen Brucic si è occupata di questa fotografia. Secondo lei, "su invito del vescovo Hermann il mio lavoro fotografico sarà utilizzato per creare l'altare della chiesa dell'Università di Innsbruck durante il periodo di digiuno prima di Pasqua". L'immagine è stata svelata dal vescovo stesso la sera del mercoledì delle ceneri, insieme al suo autore.

Inoltre, in un breve servizio per un canale di notizie austriaco, l'autore viene intervistato e vengono mostrate diverse altre fotografie del soggetto dell'immagine, in cui posa nudo su un letto e poi scatta la fotografia che appare sul poster.

Altre controversie del vescovo di Innsbruck

Questa non è la prima eccentricità di questo vescovo da quando è entrato in carica nel 2017. Nel 2019 ha appeso un Cristo di legno a testa in giù da una chiesa; le sue braccia sono state strappate e l'ha appeso al muro della chiesa dell'ospedale per servire da orologio. Il prelato si è anche espresso a volte a favore dell'ordinazione delle donne al diaconato e della concessione della comunione ai fedeli divorziati e risposati civilmente.

L'anno scorso è venuto alla ribalta anche con la questione delle benedizioni per le coppie dello stesso sesso. Dopo il rifiuto del Vaticano di benedire le coppie dello stesso sesso, il vescovo di Innsbruck Hermann Glettler ha proposto che la coppia omosessuale sia benedetta dai propri familiari. Secondo Glettler, era una sorta di "offesa" e un segno per dire: "il tuo modo di vivere non va bene". La benedizione attraverso i parenti potrebbe, invece, disinnescare la discussione sul divieto.